Musica romantica (dal 1830 al 1900)

Filtri attivi

Il furore e il silenzio. Vita di...

Emiliani Vittorio
Il Mulino 2020

Non disponibile

29,00 €
Rossini fu un grande musicista del XIX secolo, che a vent'anni era già ricercato e famoso. Il "cigno di Pesaro" ha continuato ad attirare l'interesse dei lettori di pari passo con la grande popolarità a teatro delle sue opere, dal "Barbiere di Siviglia" alla "Cenerentola, al "Guglielmo Tell". Negli ultimi anni la Fondazione Rossini e il "Rossini Opera Festival" pesarese hanno inaugurato una nuova stagione di attenzione e di studio su Rossini, di cui la biografia di Emiliani raccoglie i frutti. Seguendo con minuzia le vicende rossiniane, Emiliani compone un quadro vivace e affollato, pieno di dettagli sconosciuti, in cui tratteggia la vita del compositore nel più largo contesto storico e culturale che si trovò ad attraversare.

Scritti su Wagner: Il caso...

Nietzsche Friedrich; Giametta S. (cur.)
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2020

Non disponibile

9,80 €
A molta distanza dal primo scritto su Wagner (la IV inattuale), e a pochissima dallo scoppio della pazzia, si situano queste due esplosioni dell'odio-amore di Nietzsche per Wagner. Esse sono nello stesso tempo tentativi spasmodici di liberazione da un'antica e mai superata dipendenza e un approfondimento "in corpore nobili" dell'analisi della dadence che, secondo Lowith, il capolavoro di Nietzsche. Nell'illusione di combattere il tipo di dadent wagneriano opponendogli l'uomo dionisiaco, Nietzsche da una caratterizzazione rimasta insuperata, nelle sue luci e ombre, dell'arte wagneriana e, d'altra parte, uno scintillante specimen di quella chimica storica evolutiva che non avrebbe tardato a dare i suoi frutti avvelenati.

Etudes di Chopin. L'aspetto...

Cortellessa Laura
Edizioni Associate 2020

Non disponibile

12,00 €
Il libro si propone di esaminare gli aspetti creativo-interpretativi che concernono gli Etudes. Avvalendosi di testimonianze e saggi di eminenti studiosi e musicologi, si ripercorre la storia dell'origine dello studio come genere musicale. È poi la musica di Chopin ad essere presa in considerazione su diversi fronti, dal metodo compositivo all'analisi strutturale di ogni singolo Etude. Inoltre, si approfondiscono gli aspetti interpretativi ed i problemi esecutivi.

Giuseppe Perrotta nel centenario...

Miccichè Elio
Editoriale Agorà 2020

Non disponibile

12,00 €
L'esame delle carte d'archivio di Giuseppe Perrotta Musumeci, custodite dal nipote, il compianto prof. Giuseppe Perrotta Coco, ha permesso la ricostruzione delle vicende umane e del cammino artistico del musicista catanese, fino ad oggi affidati alla biografia di Giuseppe Guardione (1911) nata sull'onda emotiva del suicidio dell'artista, e al recente saggio di Francesco Branciforti ed Elisa Ferrata (2003) in occasione del ritrovamento del manoscritto originale della Ouverture per Cavalleria rusticana di Verga, donato alla biblioteca del Conservatorio musicale G. Verdi di Milano dagli eredi milanesi del musicista. Intimo amico di De Roberto, di Verga e di Capuana, Perrotta si avvalse della collaborazione poetica di quest'ultimo per la composizione di romanze da camera. Al momento se ne conoscono otto, composte fra il 1875 e il 1888. Due di esse sono inedite: A Fasma, trovata fra le carte esaminate, e La Luna dal rotondo volto, rintracciata presso il predetto Conservatorio. Un'altra, Aura gentile, fa parte dell'album di romanze "Accanto all'Etna", il cui spartito in mano agli eredi di Catania...

Vita di Chopin attraverso le lettere

Chopin Fryderyk; Rossella V. (cur.)
Lindau 2020

Non disponibile

24,00 €
Dalla natia Polonia come da Vienna, da Parigi come da Londra, Chopin ci offre attraverso queste lettere un dettagliato racconto della sua vita e delle sue frequentazioni, disegnando anche un prezioso profilo della società europea della prima metà dell'Ottocento. Ciò che però più rileva e sorprende è l'involontario ritratto che dà di sé stesso, assai lontano dallo stereotipo del musicista romantico e appassionato. Chopin si rivela piuttosto, in queste pagine, come un uomo equilibrato e malinconico, segnato da un virile pessimismo, ma capace anche di un'ironia corrosiva. Fryderyk Chopin nacque il 22 febbraio 1810, in un piccolo centro nei pressi di Varsavia, Zelazowa Wola. A poco più di vent'anni lasciò la Polonia per Vienna, prima tappa di un inquieto peregrinare per l'Europa. Il 17 ottobre 1849 morì a Parigi, dove riposa nel cimitero del Père Lachaise.

Verdi a Parigi

Isotta Paolo
Marsilio 2020

Non disponibile

28,00 €
Quando Verdi conseguil primo importante successo col "Nabucco", il genere di melodramma che s'era imposto era di origine francese, pur se fondato in prevalenza da italiani: il Grand-Opa. La creazione di tale modello si deve ai sommi Cherubini, Spontini, Rossini; esso viene raccolto da Auber, Meyerbeer, Haly, Donizetti. Ma Verdi ha una personalitdi ferro. Pur influenzato dai predecessori, adotta il modello quale cornice esterna e lo riempie di contenuti stilistici, drammatici e psicologici soltanto suoi. Poi addirittura lo rovescia. Al tipico, al caratteristico e al diversivo sostituisce la sintesi, il nesso e la velocitdrammatici. Al carattere stereotipo dei personaggi contrappone la irreproducibilite la ricerca del Vero drammatico: non imitato benstrasceso per mezzo dell'arte: la sua formula inventare il Vero. In cila sua creazione coerente per decenn Il suo successo lo fece quasi subito desiderare dall'Opa di Parigi. Il maestro si concesse di rado a partire dal 1847, ma in francese sono alcuni dei suoi capolavori. Questo libro parte dai rapporti di Verdi con l'Opera francese, la cultura, l'ambiente e la societfrancesi, per tentare di fare del compositore un ritratto generale, estetico e anche politico: e di molti capolavori in qualche modo connessi con la Francia, a partire dalla "Traviata", fa una distesa narrazione e interpretazione.

I Lieder di Gustav Mahler. Con i...

Battaglia Erik
Analogon 2020

Non disponibile

25,00 €
«Considero questo libro come uno dei più perfetti nel campo del Lied da molti anni, con ogni suo dettaglio concepito sì da deliziarci e sorprenderci, un piacere per la vista e con la misura ideale per un manuale.» Così scrive Graham Johnson nella sua prefazione. I Lieder di Mahler sono tra le opere favorite degli appassionati di musica: le immagini forti; i timbri appariscenti; i contrasti tra caos militare-popolareggiante dei canti del «Wunderhorn» e il rarefatto estetismo dei Lieder di Rückert o l'orientalismo quasi iperrealista del «Canto della Terra»; le pagine di diario amoroso dei «Lieder eines fahrenden Gesellen»; l'esorcizzare la morte dei «Kindertotenlieder». Seguendo l'esempio dei volumi monografici di Eric Sams (Lieder di Schumann, Brahms e Wolf) e dei precedenti libri sui Lieder giovanili di Wolf e sui Lieder di Strauss, Battaglia individua un lessico di motivi, argomenti e fonti poetiche e fornisce per ogni Lied il testo in prosa, un commento, note su testo e musica. Poesie originali in facsimile. In appendice scritti di Sams, Fischer-Dieskau, Hanslick e Goethe. Prefazione di Graham Johnson.

Lettere. Vol. 1: 1853-1896

Wieck Schumann Clara; Brahms Johannes; Fumero A. (cur.)
LeMus 2020

Non disponibile

25,00 €
Il rapporto tra Clara Wieck Schumann e Johannes Brahms, durato ben 43 anni, è stato da sempre oggetto di una grande curiosità, alimentata anche dalla distruzione per loro volontà di gran parte della corrispondenza. Nonostante ciò, si sono salvate oltre 700 lettere che, oggi, rappresentano un'occasione unica per restituire alla memoria la figura di Clara - straordinaria pianista, artista e donna ineguagliabile - e il ritratto inedito e intimo di un Brahms nei suoi primi anni di attività. Queste lettere, pubblicate per la prima volta in italiano, rappresentano una testimonianza eccezionale del legame tra i due musicisti. Un legame speciale fatto di ideali e musica, ma anche di viaggi, concerti, problemi economici e di salute, di grandi soddisfazioni e dubbi. Circondati da un universo brulicante di amici - musicisti, compositori, direttori d'orchestra, editori, poeti e pittori - Clara e Johannes delineano non solo il racconto di due vite eccezionali ma di un'intera epoca. Come dice Marie Schumann, queste lettere sono «un dono al mondo insieme raro e prezioso».

Pietro Mascagni. Cavalleria...

Gavazzeni G. (cur.)
Pendragon 2020

Non disponibile

14,00 €
Cavalleria rusticana: melodramma in un atto dal dramma omonimo di Giovanni Verga, su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci. Musica di Pietro Mascagni. Prima rappresentazione Roma, Teatro Costanzi, 17 maggio 1890. Pagliacci: dramma in un prologo e due atti, libretto e musica di Ruggero Leoncavallo. Prima rappresentazione Milano, Teatro Dal Verme, 21 maggio 1892.

Ferruccio Busoni. Biografia

Dent Edward Joseph; Luzzatto Mara; Vincenzi M. (cur.)
Polistampa 2020

Non disponibile

25,00 €
La biografia di Ferruccio Busoni (Empoli, 1866-Berlino, 1924) scritta da Edward Dent, pubblicata per la prima volta nel 1933, considerata una sorta di Bibbia dagli studiosi del musicista empolese. Scritta nove anni dopo la morte del compositore da un illustre musicologo, che era anche un amico di lunga data, si avvale di lettere e documenti di prima mano forniti da Gerda Busoni e dall'entourage pistretto. Alcuni episodi ritornano in monografie successive, ma la fonte resta sempre Dent: passato il 150 anniversario della nascita di Busoni, il volume offre una traduzione italiana della biografia corredata del necessario apparato critico per renderla pivicina al lettore odierno.

Ludwig van Beethoven. 26-29 marzo 1827

Focher Artemio
LIM 2020

Non disponibile

30,00 €
Il 26 marzo 1827 si spense a Vienna Ludwig van Beethoven. Tre giorni dopo si celebrarono le sue esequie, cui partecipuna folla sterminata. Questi due concatenati avvenimenti, con tutto ciche li accompagne li segu sono l'argomento del presente volume: cosa accadde esattamente nei giorni che vanno dalla morte alle esequie del compositore? Che reazioni suscitla scomparsa nella sua cerchia di familiari e amici? Quali aspetti del Beethoven uomo e compositore emergono da cronache e commenti privati? Cosa scrissero giornali e riviste? Quali composizioni vennero, per lo pi menzionate?

Storia della musica moderna. Dal...

Raneri Eugenio
Edizioni del Faro 2019

Non disponibile

22,00 €
È a partire dal Settecento che si presenta l'idea di "modernità", allorché si abbandonano pregiudizi e visioni desuete e si giunge a un livello di superiore chiarezza, eleganza e armoniosità, testimoniato soprattutto dai capolavori di Haydn e Mozart. Ma in seguito, con l'avvento del Romanticismo, la musica si volge a esprimere istanze soggettive, nuove concezioni del mondo ed emergenze "nazionali". L'artista, superato lo stadio puramente artigianale, diventa interprete originale, tanto che sulla "koiné", sullo strato stilistico comune, emergono compositori dotati di grande individualità soggettiva. La musica strumentale, cameristica e sinfonica si diffonde ovunque e in Italia i massimi risultati si raggiungono soprattutto nelle opere teatrali di Rossini, Bellini, Donizetti e Verdi. Il secondo Ottocento vede progressivamente indebolirsi le regole tradizionali, soprattutto dell'armonia. Wagner, dopo Chopin e accanto a Liszt, è il protagonista di un'evoluzione linguistica destinata a rovesciare i pilastri dell'armonia classica. Poi, con gli ultimi decenni del secolo, nuove prospettive compaiono in Debussy, che si volge verso il Simbolismo.

La sinfonia romantica. Apogeo e...

Della Croce Luigi
Didattica Attiva 2019

Non disponibile

16,00 €
Nella sua multiforme attività, l'autore di questo libro ha consacrato gran parte del tempo alla critica discografica, esercitandola su non meno di sette fra quotidiani e riviste italiane, in particolare su Famiglia Cristiana, di cui è stato collaboratore per una trentina d'anni. È qui riportato il meglio dei suoi commenti apparsi su tale settimanale, tutti incentrati sul grande affresco del sinfonismo romantico da Beethoven a Malher. La sinfonia romantica ci restituisce un grandioso e avvincente viaggio nel tempo e negli stili musicali dal suo apogeo con Beethoven agli sviluppi attraverso Brahms e tanti altri compositori nel corso dell'Ottocento, fino a Bruckner, e al "canto del cigno" del post-romanticismo di Malehr e Strauss alle soglie del Novecento. Nella prefazione l'autore ci restituisce gli ultimi mesi di vita di Beethoven, massimo esponente del sinfonismo europeo e autore di quello che oggi è l'Inno Europeo, bistrattato nel suo paese, ma paradossalmente aiutato economicamente e moralmente da quell'Inghilterra che oggi invece ha deciso di uscire dall'Unione Europea.

Il trovatore

Pendragon 2019

Non disponibile

14,00 €
Opera in quattro atti da El trovador di Antonio García-Gutierrez. Musica di Giuseppe Verdi. Libretto di Salvatore Cammarano (e Leone Emanuele Bardare). Prima rappresentazione: Roma, Teatro Apollo, 19 gennaio 1853.

Iris. Solo agli innocenti sorridono...

Lucidi Carlo
Youcanprint 2019

Non disponibile

15,00 €
In questo saggio di carattere scientifico, l'autore tratta dell'opera Mascagnana, inquadrandola nel contesto culturale e artistico in seno a cui è nata. Sottintesa, invece, è la domanda: Qual è il lascito di un'opera così poco rappresentata e così tanto criticata come Iris? Ha davvero lasciato una traccia nella storia?

Alma Mahler. Musa del secolo

Sauvat Catherine
Odoya 2018

Non disponibile

16,00 €
Considerata "la più bella ragazza di Vienna" e nota come grande seduttrice, Alma Mahler, vera e propria "musa del secolo", visse un'esistenza frenetica, governata al contempo da passione e rabbia, ingenuità e calcolo. Figlia del pittore Schindler e madre della scultrice Anna Mahler, ferrane fatale per alcuni, fonte d'ispirazione per altri, questa donna straordinaria svolse nel corso della sua lunga vita un ruolo di primo piano negli ambienti artistici di Vienna, Berlino e New York. Introdotta nei circoli della Secessione Viennese, la sua passione letteraria e un carattere intrigante esercitarono un forte fascino sulle maggiori personalità artistiche del XX secolo. Dal pittore Gustav Klimt al compositore von Zemlinsky, fino al direttore dell'Opera Gustav Mahler, che la sposò, tarpando ali e aspirazioni di una donna troppo inquieta per essere relegata a ruoli tradizionali. La scoperta di una relazione segreta con l'architetto tedesco Walter Gropius indusse Mahler a rivolgersi nientemeno che al dottor Freud. Fra i tanti futuri amanti della vedova Alma, sposatasi una seconda e terza volta, il più morboso si rivelerà Oskar Kokoschka, ossessionato dalla riproduzione maniacale di questa Sposa del vento. A lungo si è pensato che Alma abbia sacrificato a Gustav Mahler le proprie doti di compositrice, sfociate unicamente nei Lieder su testi di Rilke, Werfel e Novalis. Ma la verità va cercata nella poliedrica immagine di una donna che Thomas Mann soprannominò la "grande vedova": tanto densa quanto contraddittoria, e dotata di un vero talento per la costruzione del suo mito.

Giacomo Puccini. Ricordi e aneddoti

Guidugli Amedeo
Tra le righe libri 2018

Non disponibile

15,00 €
Per molto tempo Giacomo Puccini è stato considerato come un artista di secondo livello nello scenario musicale del secolo scorso; ora le cose sono cambiate e lo stesso viene indicato come un compositore importante nel panorama musicale della fine del secolo XIX e gli inizi di quello successivo; anzi, possiamo dire che egli abbia contribuito alla rivoluzione musicale di quel periodo. Un riconoscimento notevole, quindi, acquisito sia sul piano internazionale, dove Puccini è rimasto sempre sulla cresta dell'onda, sia in ambito nazionale, dove spesso è stato sottovalutato per la mancanza di una seria indagine critica riguardante la sua produzione artistica. Questo saggio ricostruisce alcuni aspetti della vita personale di Giacomo Puccini portando il lettore nei luoghi cari al maestro tra aneddoti e curiosità spesso sconosciute.

Ferdinando Sebastiani. Un piccolo...

Paone Gregorio Maria
Edizioni Efesto 2018

Non disponibile

7,90 €
La presente edizione di "Un piccolo fiore" di Ferdinando Sebastiani, liberamente ispirato dal finale del terzo atto della "Lucia di Lammermoor", ha lo scopo di diffondere la musica del clarinettista che l'ha composta, maestro di grande fama ai suoi tempi. Nato a Capua nel 1803 e morto a Napoli nel 1860, fu il primo clarinetto dell'Orchestra del Teatro San Carlo e della Reale Cappella Palatina, nonché insegnante di clarinetto presso il Real Collegio di Musica. Un altro aspetto interessante che emerge dall'edizione di questo brano è la capacità compositiva di chi studiava a Napoli, anche degli strumentisti. Ferdinando Sebastiani, in effetti, aveva studiato con uno dei più grandi insegnanti di composizione dell'epoca, Fedele Fenaroli (1730-1818), e, dunque, seppure ebbe una carriera di grande successo come clarinettista, non disdegnava l'arte della composizione, specialmente per il suo neonato strumento, ancora orfano di una letteratura di rilievo. Per quanto riguarda la revisione di chi scrive, ci si è limitati a dare qualche suggerimento di articolazione e di fraseggio. Il manoscritto di riferimento è presente nella biblioteca del Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli.

La questione filosofica del male...

Gamba Alessandro
Universitas Studiorum 2018

Non disponibile

16,00 €
Richard Wagner fa totalmente sua l'affermazione schopenhaueriana: "La musica è la vera filosofia". Su di essa costruisce un pensiero complesso e inesauribile che esprime nei suoi rivoluzionari drammi musicali. Affrontando la questione filosofica del male, Wagner mette in campo tutta l'eredità germanica e giunge a conclusioni originali e visionarie.

Georg Wichtl. Trio n.1

Paone Gregorio Maria
Edizioni Efesto 2018

Non disponibile

15,00 €
Il presente lavoro è un adattamento per tre clarinetti del Trio per violini op. 79 n. 1 di Georg Wichtl. Costui, nato nel 1805 e morto nel 1877, è stato un violinista e compositore bavarese. Egli studiò violino a Monaco e, sempre a Monaco, divenne violinista presso il teatro Isarthor. In seguito fu prima violinista e poi direttore della cappella della corte del principe Hohenzollern-Hechingen, a Löwenberg. Autore di molta musica per violino di carattere didattico, si distinse anche come insegnante; tra la musica da concerto si ricorda Almaida, un'opera lirica, Die Auferstehung und Himmelfahrt Jesu, un oratorio, un quartetto d'archi e alcune sinfonie. L'elaborazione del sottoscritto, al fine di valorizzare al meglio le sonorità del clarinetto, è intervenuta anche sulla musica stessa e non solo sul fraseggio e sulla dinamica, mantenendo, però, i temi principali del trio di Wichtl. Lo scopo di questa elaborazione è quello di fornire un pezzo di musica autosufficiente che possa essere eseguito in concerto da una formazione, il trio di clarinetti, che non ha una letteratura estesa ed è quindi soggetta a dover scegliere tra pochi pezzi.

Ferdinando Sebastiani. Fantasia...

Paone Gregorio Maria
Edizioni Efesto 2018

Non disponibile

7,90 €
Come per "Un piccolo fiore", qui si vuole diffondere la musica del clarinettista Ferdinando Sebastiani. Nato a Capua nel 1803 e morto a Napoli nel 1860, fu il primo clarinetto dell'Orchestra del Teatro San Carlo e della Reale Cappella Palatina, nonché insegnante di clarinetto presso il Real Collegio di Musica. L'opera più conosciuta è il suo "Metodo per clarinetto". La "Fantasia sull'opera Semiramide" ha una difficoltà tecnica molto elevata e la sua esecuzione resta appannaggio solo dei virtuosi del clarinetto. Per quanto riguarda la revisione, ci si è limitati a dare qualche suggerimento di articolazione e di fraseggio, messo tra parentesi; le articolazioni prive di parentesi sono le stesse presenti nel manoscritto di riferimento, vale a dire il manoscritto segnato NA0059 10.7.25(11) presente nella biblioteca del Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli. Seppure il manoscritto presenti la parte del clarinetto scritta in una sorta di chiave di tenore ottavizzante, nella presente edizione si si è adoperata la più consueta chiave di violino. In un paio di casi, chi scrive si è permesso di cambiare una una nota rispetto all'originale: i simboli * e ** rimandano, alla fine della partitura, all'originale.

Casta Diva. Il teatro musicale in...

Viagrande Riccardo
Casa Musicale Eco 2018

Non disponibile

49,00 €
Concepito come continuazione ideale de "Il carro di Tespi" (Casa Musicale Eco, 2013) e "Che farò senza Euridice" (Casa Musicale Eco, 2016), il saggio analizza la storia del teatro musicale nell'Ottocento, con particolare attenzione all'epoca romantica. "Casta Diva" narra le sorti del melodramma in Italia, illustrandone successivamente lo sviluppo in altre nazioni europee (Francia, Germania, Russia, Boemia e Spagna); non sono trascurate anche opere quasi sconosciute, recentemente riscoperte e rappresentate. Protagonista del saggio è dunque l'opera, non tanto il compositore; si fornisce un'ampia guida all'ascolto, in cui, oltre a un'analisi della parte musicale, impreziosita da numerosi esempi, ne vengono delineate la genesi e l'accoglienza, attraverso le recensioni della prima rappresentazione e la sua fortuna con le riprese moderne.

Pyotr Ilych Tchaikovsky. Album per...

Cristancig Cristina (cur.)
Progetti Sonori 2018

Non disponibile

16,00 €
L'Album per la gioventù, Op. 39 di Tchaikovsky è un'opera fondamentale per la formazione dei giovani pianisti. Le piacevoli melodie corredate da armonie semplici ma sontuose e da titoli accattivanti che richiamano i vari momenti della giornata o gli affetti più cari, fanno di quest'opera un momento ricreativo, oltre che formativo, nello studio del pianoforte. L'opera è infatti dedicata al nipote prediletto di Tchaikovsky, e su di essa l'autore traspone tutto il suo affetto nei suoi confronti. Il libro, all'inizio, presenta una breve storia sulle motivazioni che hanno portato l'autore a scrivere quest'opera e sull'atmosfera famigliare che egli respirava in quel periodo. Questa parte è poi seguita da un breve testo che illustra la morfologia, il significato e lo stile pianistico dell'opera, con l'aggiunta di qualche consiglio tecnico per lo studio dei vari brani. Il libro contiene inoltre, in allegato, un CD audio con le registrazioni di tutti i brani dell'Album eseguiti magistralmente da Cristina Cristancig, che ha curato anche la revisione dell'opera.

Gioacchino Rossini

Bacchelli Riccardo
Castelvecchi 2018

Non disponibile

17,50 €
Figlio di una discreta cantante e di un mediocre suonatore di corno, l'infanzia di Gioacchino Rossini fu segnata da un talento precocissimo. A quattordici anni compose la sua prima opera, "Demetrio e Polibio", e a trentasette - dopo il "Guglielmo Tell" - smise di comporre per il teatro lirico, ritirandosi a vita privata. Pigro, umorale, ipocondriaco, collerico ma anche gioviale, facile ad attacchi di ridarella, innamorato del buon cibo e delle belle donne, a quarant'anni era già vecchio e acciaccato: «Patisco assai, mi creda, patisco assai» diceva al suo medico, e a chi gli chiedeva di scrivere nuove opere rispondeva: «La musica vuol freschezza d'idee: io non ho che languore e idrofobia». Questa biografia, apparsa nel 1941 e ancora oggi tra le più esaustive sul genio rossiniano, ne ripercorre la vita e le opere.

Zilia. Clara Schumann: la donna e i...

Cassoni Veronica
LIM 2018

Non disponibile

23,00 €
Dopo aver fugacemente incontrato Clara Schumann a Vienna in occasione di un concerto da lei tenuto presso l'Hoftheater nel 1854, così la definì la scrittrice inglese George Eliot (1819-1880), compagna dell'intellettuale George Henry Lewis, vecchio amico di Franz Liszt: "una creatura malinconica e interessante. Suo marito era impazzito un anno prima e lei doveva sostenere otto figli." In questa definizione, breve e suggestiva, formulata da un artista la cui vita anticonvenzionale poco ha a che vedere con quella di una donna sobria e sempre ligia al dovere come fu Clara Schumann, ma la cui opera narrativa - al pari della carriera della musicista - contribuì a riscattare la produzione artistica femminile dallo spazio limitato del tentativo dilettantesco, la Eliot riassume efficacemente i tratti e gli aspetti fondamentali di quella che fu la vita di Clara Wieck Schumann.

Ciò che non muore mai. Il romanzo...

Signorini Alfonso
Mondadori 2017

Non disponibile

18,00 €
Una storia d'amore fatta di passione, compassione e livori profondi. Il genio romantico di Fryderyk Chopin è il paradigma contemporaneo del talento, del viaggio, della sofferenza, della capacità di amare e di odiare. La sua misteriosa vicenda sentimentale con George Sand è lo sfondo di un'esistenza continuamente vissuta tra il paradiso e l'inferno. Chopin fu la grazia della sua musica eterna e fu la dannazione della fragilità. Amò profondamente, ma faticò sempre a convivere con la propria umanità. Un uomo moderno, da scoprire, conoscere e amare. Alfonso Signorini, noto soprattutto per la sua attività giornalistica e televisiva, è un appassionato conoscitore di musica classica e lirica, come ha mostrato col libro su Maria Callas - da cui verrà tratto un film - o con la recente regia della Turandot di Giacomo Puccini. In questo ultimo libro, la storia di Chopin prende la forma di una straordinaria opera romantica, intessuta della tensione - che è dentro ognuno di noi - tra ciò che fiorisce e appassisce in fretta e quello che invece non muore mai.

Caro collega. Lettere a...

Mahler Gustav; Willnauer F. (cur.)
Il Saggiatore 2017

Non disponibile

42,00 €
Prezioso epistolario a una voce, "Caro collega" custodisce le lettere che Gustav Mahler inviò, tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, a personalità come Bruckner, Dvorak, Strauss, Busoni, Schönberg, Walter, Bülow e Cosima Wagner. Sono lettere intense, che costantemente fondono vita e arte, preoccupazioni professionali e riflessioni estetiche, e che hanno il dono prodigioso di far rivivere al lettore la storia di uno dei musicisti che più hanno segnato la contemporaneità e di proiettarlo nell'articolata vita musicale della colta élite mitteleuropea di fine Ottocento. In questa corrispondenza, che si estende dagli anni dell'apprendistato fino al grande successo americano della Metropolitan Opera House, si sente vibrare la voce di Mahler: velata di timidezza ma pregna del più sincero entusiasmo nei primi anni di carriera, quando ventenne si presenta al mondo della musica, si fa di lettera in lettera sempre più sicura nel gestire i continui problemi e imprevisti che un affermato direttore d'orchestra deve affrontare: dalla scelta dei cantanti ai rapporti con i colleghi, dalla richiesta di consigli e informazioni alle relazioni con istituzioni, giornalisti e mecenati. Accompagnate da un rigoroso apparato critico che restituisce il substrato di uno dei periodi più fecondi della storia della musica, queste lettere avvincono per la forza con cui da ogni riga traspaiono, inconfondibili, il garbo dell'intellettuale, la passione del direttore d'orchestra, l'intraprendenza del direttore di teatro e soprattutto la grandezza poliedrica del compositore, che nemmeno di fronte alle pur pressanti esigenze economiche impostegli dal suo ruolo viene meno alla fedeltà all'arte e al genio dell'ispirazione che sempre lo contraddistinse.

En attendant Boris

Mascherpa Vittorio
Piccoli Giganti Edizioni 2017

Non disponibile

16,50 €
La lunga passione d'uno spettatore. Il suo rapporto con una delle opere musicali più ammirate, ma anche più problematiche per le complesse vicende della sua composizione e ricezione. Dramma storico per eccellenza, il "Boris Godunov" raggiunge l'ascoltatore con una ricreazione drammatico-musicale delle vicende narrate ben radicata nella temperie culturale degli anni in cui fu scritto e ricca d'intuizioni premonitrici, ma soprattutto lo conquista con "il carattere ossessivo proprio d'ogni grande opera d'arte".

Carteggi

Bellini Vincenzo; Seminara G. (cur.)
Olschki 2017

Non disponibile

76,00 €
La nuova edizione critica dei Carteggi di Vincenzo Bellini costituisce la prima ricostruzione integrale del corpus epistolare belliniano, poiché affianca alle lettere del musicista quelle dei suoi corrispondenti. Condotta sulla base di criteri scientificamente aggiornati, l'edizione fornisce informazioni preziose sulla rete di relazioni del compositore di Catania, sul suo percorso artistico e intellettuale e sul suo lavoro compositivo.

Il processo in musica. Nel...

Tedoldi Alberto
Pacini Editore 2017

Non disponibile

23,00 €
In principio era il rito e il rito rendeva giustizia; e il rito creava il diritto. Tutto in principio era nel rito: giustizia e diritto erano generati per mezzo del rito e, senza di questo, nulla sarebbe stato fatto di ciò che esiste nel campo dell'umana giustizia. Il genio wagneriano coglie intuitivamente questo mistero: scrive, musica.

Rossini: una vita sopra le righe

Toye Francis
Ghibli 2016

Non disponibile

18,00 €
Rossini, uomo dalle mille sfaccettature, è stato descritto dai biografi nei modi più svariati: umorale, ipocondriaco, depresso, ma anche gioviale, amante delle belle donne e della buona cucina. Spesso è stato dipinto come pigro e collerico, ma la sua produzione musicale resta insuperata. Francis Toye ci offre un ritratto indimenticabile di Rossini, frutto di puntigliose indagini, ma certamente anche di un profondo affetto per la musica e la personalità del compositore italiano. Emerge viva la figura di Rossini in tutta la sua umanità e, soprattutto, in tutto il suo genio musicale. Il libro è corredato dall'elenco delle composizioni, dall'argomento dei melodrammi, desunto dai primi libretti, e da una vasta bibliografia.

Forchette e melodie. Musicisti in...

Vessia Gian Nicola
Corraini 2016

Non disponibile

11,00 €
Dopo "Satie: appunti e nostalgie" è uscito il secondo libro "musicale" dedicato a grandi compositori - da Bach a Vivaldi, da Puccini a Gershwin e al loro rapporto con la cucina. "Forchette e melodie. Musicisti in cucina" si sviluppa tra biografie molto particolari, aneddoti e ricette come Le sarde in Saor di Antonio Vivaldi, i Capezzoli di Venere di Antonio Salieri o il Queue de boeuf braisée di Leonard Bernstein. A chiudere una carta dei vini e il caffè. In più qualche piccolo consiglio sulla colonna sonora che potrebbe accompagnare la vostra cena.

Guida all'interpretazione della...

Gilardino A. (cur.)
Curci 2016

Non disponibile

23,00 €
Che cosa significa "suonare in stile"? È una questione di scelta dello strumento, della giusta edizione critica, di ricostruzione della prassi esecutiva? E come riconoscere un'esecuzione "storicamente informata"? A queste e molte altre domande rispondono le Guide all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica. Grazie alla collaborazione fra Edizioni Curci e l'Associated Board of the Royal Schools of Music (ABRSM) questi volumi sono disponibili in edizione italiana, riorganizzati per ambito strumentale. Guida all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica per strumenti a tastiera contiene: una sintesi chiara di forme, significati, stili di ciascun periodo; capitoli dedicati a collocazione storica, notazione e interpretazione, fonti ed edizioni; informazioni specifiche per strumentisti a tastiera: costruzione e caratteristiche degli strumenti d'epoca, prassi esecutive attestate e come realizzarle anche con strumenti moderni; esempi musicali e riproduzioni (facsimili) di fonti antiche; una selezione di ascolti autorevoli, disponibili in streaming anche tramite i QR Code presenti nel volume. Rigorosa nella ricerca e agile nell'esposizione, questa Guida offre allo studente e al docente un aiuto efficace per esibizioni stilisticamente accurate, e all'appassionato una lettura alla scoperta del suono autentico di ogni epoca.

Guida all'interpretazione della...

Gilardino A. (cur.)
Curci 2016

Non disponibile

23,00 €
Che cosa significa "suonare in stile"? È una questione di scelta dello strumento, della giusta edizione critica, di ricostruzione della prassi esecutiva? E come riconoscere un'esecuzione "storicamente informata"? A queste e molte altre domande rispondono le Guide all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica. Grazie alla collaborazione fra Edizioni Curci e l'Associated Board of the Royal Schools of Music (ABRSM) questi volumi sono disponibili in edizione italiana, riorganizzati per ambito strumentale. Guida all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica per strumenti ad arco e a corda contiene: una sintesi chiara di forme, significati, stili di ciascun periodo; capitoli dedicati a collocazione storica, notazione e interpretazione, fonti ed edizioni; informazioni specifiche per strumentisti ad arco e a corda: costruzione e caratteristiche degli strumenti d'epoca, prassi esecutive attestate e come realizzarle anche con strumenti moderni; esempi musicali e riproduzioni (facsimili) di fonti antiche; una selezione di ascolti autorevoli, disponibili in streaming anche tramite i QR Code presenti nel volume. Rigorosa nella ricerca e agile nell'esposizione, questa Guida offre allo studente e al docente un aiuto efficace per esibizioni stilisticamente accurate, e all'appassionato una lettura alla scoperta del suono autentico di ogni epoca.

Guida all'interpretazione della...

Gilardino A. (cur.)
Curci 2016

Non disponibile

23,00 €
Che cosa significa "suonare in stile"? È una questione di scelta dello strumento, della giusta edizione critica, di ricostruzione della prassi esecutiva? E come riconoscere un'esecuzione "storicamente informata"? A queste e molte altre domande rispondono le Guide all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica. Grazie alla collaborazione fra Edizioni Curci e l'Associated Board of the Royal Schools of Music (ABRSM) questi volumi sono disponibili in edizione italiana, riorganizzati per ambito strumentale. Guida all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica per strumenti a fiato contiene: una sintesi chiara di forme, significati, stili di ciascun periodo; capitoli dedicati a collocazione storica, notazione e interpretazione, fonti ed edizioni; informazioni specifiche per strumentisti a fiato: costruzione e caratteristiche degli strumenti d'epoca, prassi esecutive attestate e come realizzarle anche con strumenti moderni; esempi musicali e riproduzioni (facsimili) di fonti antiche; una selezione di ascolti autorevoli, disponibili in streaming anche tramite i QR Code presenti nel volume. Rigorosa nella ricerca e agile nell'esposizione, questa Guida offre allo studente e al docente un aiuto efficace per esibizioni stilisticamente accurate, e all'appassionato una lettura alla scoperta del suono autentico di ogni epoca.

Guida all'interpretazione della...

Gilardino A. (cur.)
Curci 2016

Non disponibile

23,00 €
Che cosa significa "suonare in stile"? È una questione di scelta dello strumento, della giusta edizione critica, di ricostruzione della prassi esecutiva? E come riconoscere un'esecuzione "storicamente informata"? A queste e molte altre domande rispondono le Guide all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica. Grazie alla collaborazione fra Edizioni Curci e l'Associated Board of the Royal Schools of Music (ABRSM) questi volumi sono disponibili in edizione italiana, riorganizzati per ambito strumentale. Guida all'interpretazione della musica barocca, classica, romantica per canto contiene: una sintesi chiara di forme, significati, stili di ciascun periodo; capitoli dedicati a collocazione storica, notazione e interpretazione, fonti ed edizioni; informazioni specifiche per cantanti: evoluzione delle tecniche, interpreti celebri, prassi esecutive attestate e indicazioni pratiche su come riproporle correttamente; esempi musicali e riproduzioni (facsimili) di fonti antiche; una selezione di ascolti autorevoli, disponibili in streaming anche tramite i QR Code presenti nel volume. Rigorosa nella ricerca e agile nell'esposizione, questa Guida offre allo studente e al docente un aiuto efficace per esibizioni stilisticamente accurate, e all'appassionato una lettura alla scoperta del suono autentico di ogni epoca.

Carteggio Verdi-Ricordi 1892

Verdi Giuseppe
Ist. Nazionale Studi Verdiani 2016

Non disponibile

42,90 €
Il 1892 fu per Giuseppe Verdi un anno di grande importanza non tanto per la dimensione personale e privata che si svolse sostanzialmente in linea con il metabolismo esistenziale che contraddistingueva da sempre la vita del Maestro ma, soprattutto, per la dimensione artistica. In quell'anno infatti egli portò a compimento la composizione dell'ultimo dei suoi capolavori melodrammatici: il Falstaff. La documentazione afferente all'esperienza compositiva, direttamente e/o indirettamente, prevale all'interno di questo carteggio. Le esperienze quotidiane, le relazionalità e gli interessi culturali ed economici (la campagna, l'economia domestica, il divenire dei teatri, della musica e dell'impresariato) si presentano sostanzialmente come 'contrappunti' a un'esistenza proiettata verso l'atto creativo. L'editore Giulio Ricordi si ripresenta in queste lettere come uomo garbato ma al tempo stesso deciso quanto a finalità e obiettivi del proprio agire che seppe porsi con umiltà e fraterno affetto in atteggiamento empatico verso il compositore attraverso un dire e un dirsi articolato e puntuale di persona dotata di finezza psicologica, di uomo che vuol convincere con assunti e/o con silenzi. Compaiono con vario ruolo e rilevanza, altre figure che hanno avuto uno spazio significativo lungo tutta l'esistenza dei principali protagonisti: le rispettive consorti (Giuseppina Strepponi e Giuditta Brivio), il dipendente Eugenio Tornaghi, gli amici e/o collaboratori, Arrigo Boito, Giuseppe De Amici.