Stili artistici: Pop art

Filtri attivi

Contact Warhol. Fotografia senza...

Phelan Peggy
Jaca Book 2019

Disponibile in 3 giorni  
FOTOGRAFIA

50,00 €
Un'antologia fotografica accompagnata da approfondimenti critici, una raccolta di scatti di Andy Warhol. Il nucleo del libro è costituito da foto e immagini selezionate da 3.600 provini (contact sheets), una sorta di memoria analogica che precede l'era digitale. Un «dietro le quinte» del processo fotografico seguito dal massimo esponente della Pop Art, che testimonia come la sua passione per la fotografia fosse già arte. Immagini scattate da Warhol a celebrità come Liza Minnelli, Bianca Jagger e Debbie Harry sono rese pubbliche. «Una foto significa che so dove sono stato ogni minuto. Ecco perché fotografo», disse una volta Warhol. Gli scatti coprono gli undici anni precedenti la sua morte, avvenuta nel 1987, e ritraggono sia la folgorante mondanità della sua cerchia sociale, sia i protagonisti della sua sfera intima e privata.

Roy Lichtenstein. Multiple visions....

Mercurio Gianni
24 Ore Cultura 2019

Disponibile in libreria  
MONOGRAFIE ARTE

32,00 €
L'opera di Roy Lichtenstein, artista statunitense tra i più celebri esponenti della Pop Art, sembra oggi più saggia e attuale che mai. C'è infatti una profonda radicalità nel suo progetto, più estrema dell'abbraccio inizialmente trasgressivo della cultura Pop. Nel riaffermare l'immagine prodotta in serie attraverso un processo pittorico fatto a mano, Lichtenstein ha scompaginato la nozione di ready made e ha cambiato per sempre la concezione di come un dipinto può essere realizzato, di come dovrebbe apparire e di come definiamo l'artista nella nostra società. La prima fase della carriera matura di Lichtenstein fu definita dalla modalità cartone animato: dopo il 1966 iniziò infatti ad applicare il suo stile "cartoon" a una vasta gamma di soggetti, compresi quelli ispirati all'"arte alta", usando retini di grandi dimensioni per dare l'idea di una comprensione del reale mediata dalla quantità di immagini diffuse nel mondo contemporaneo. La mostra e il catalogo offrono una visione innovativa dell'arte di Lichtenstein, delle sue sculture e delle stampe, rivelando la sua tipica, forte commistione tra pubblicità, unità compositiva e valori plastici.

Roy Lichtenstein. Una vita per...

24 Ore Cultura 2019

Disponibile in libreria  
MONOGRAFIE ARTE

9,90 €
Roy Lichtenstein è una figura chiave della rivoluzione pop che, partita negli anni Sessanta da New York, ha invaso il pianeta, stravolgendo per sempre il mondo dell'arte e della cultura. Con lui cambia l'arte e soprattutto cambia l'artista, non più figura isolata e solitaria, ma uomo immerso nel sistema della comunicazione, nel cuore della società dei consumi. Il mercato trionfa e le immagini, colorate, aggressive, comprensibili a tutti, ripetute a oltranza senza temere la banalità, nonostante i pregiudizi della critica tradizionale, parlano ora a un pubblico incomparabilmente più ampio. Marshall McLuhan, il filosofo più influente di questo passaggio epocale, ebbe a dire che "la pubblicità è la più grande forma d'arte del ventesimo secolo".

Bob Dylan. Poeta errante

Granata Paolo
Castel Negrino 2019

Disponibile in 3 giorni

14,90 €
Dylan, denudandosi delle proprie convinzioni ha rivelato mille facce di se stesso. Abbandonando il proprio Io - imbevuto di misticismo, intuizione, impulso - ha scovato un linguaggio crudo, greve, proveniente dalle viscere dell'anima, in un apparente balbettio, volutamente illetterato, capace di sillabare una poesia improvvisa, virulenta, rigurgitata tutta d'un fiato. Woody Guthrie, Jack Kerouac, Allen Ginsberg, Lawrence Ferlinghetti, Arthur Rimbaud, William Blake, Sant'Agostino e i libri profetici dell'Antico Testamento: le influenze letterarie che hanno fatto di Bob Dylan un cantautore da Nobel.

Andy Warhol. L'alchimista degli...

Silvana 2019

Disponibile in libreria  
MONOGRAFIE ARTE

34,00 €
Obiettivo sia del pittore sia dell'alchimista è trasformare la realtà nella sua espressione più alta. Per tale motivo, Andy Warhol può essere considerato un moderno alchimista, in grado con la sua arte di trasformare la materia in forma che incontra il colore e la superficie, per poi unirsi alla luce, alla bellezza suprema. Il volume presenta 140 opere del padre della Pop Art, che ripercorrono il suo universo creativo attraverso le icone più riconoscibili della sua arte: dalle serie dedicate a Jackie e John Kennedy a quelle consacrate al mito di Marilyn Monroe, dall'osservazione critica della società contemporanea -attraverso la riproduzione seriale di oggetti di consumo - all'analisi di altri aspetti della realtà quotidiana, come la musica o la rivoluzione sessuale. "Andy Warhol è uno di quegli artisti eletti nati per fare e rimanere nella storia, modificando gli equilibri culturali di un luogo in un determinato momento storico. Un artista dentro che, nel suo vivere lucidamente il caos di una vita talvolta estrema e dissoluta, ha pianificato la sua ascesa sfruttando le occasioni che solo l'America degli anni Sessanta poteva offrire" (Maurizio Vanni). Testi di: Maurizio Vanni, Vladimir Luxuria, Nomadi, Pietro Folena, Francesco Gallo Mazzeo.

Pop art

Sorin Raphaël
Abscondita 2019

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
"Siamo nel 1968 e il critico Raphael Sorin intervista quattro fra i maggiori fautori della pop art: Roy Lichtenstein, James Rosenquist, Robert Rauschenberg, Robert Morris. Il 1968 è per tutti loro un anno particolare: ormai famosi e celebrati in tutto il mondo, si sentono alla mercé della notorietà più appiattente, quella del cliché, dell'identificazione di ognuno in uno solo degli aspetti della sua opera: Lichtenstein è quello dei fumetti, Rosenquist quello del cacciabombardiere f-111, Rauschenberg è quello che mette ritagli di riviste e oggetti sui quadri, Morris quello delle strutture primarie; e in parte se la sono voluta avendo sposato intenzionalmente il metodo pubblicitario che premia la riconoscibilità e la ripetizione, l'insistenza e l'anafora. Ora, in quel 1968, tutti e quattro gli intervistati sono in una fase di cambiamento e cominciano, pazientemente ma con decisione, a introdurre dei distinguo e a rivendicare un'evoluzione e una maggiore complessità. Fatto che rende le quattro interviste di Sorin curiose oltre che piacevoli, e di grande importanza a livello storico." (Il curatore)

Andy Warhol. Profano come sacro....

Mazzoleni
Skira 2019

Disponibile in libreria  
MONOGRAFIE ARTE

25,00 €
Il volume propone sessanta opere del maestro americano che raccontano le sue vicende artistiche e personali: opere grafiche, firmate rigorosamente con il suo pennarello nero, da uno dei più grandi maestri dell'ultimo secolo, Andy Warhol, icona pop, disegnatore, grafico, pubblicista, fotografo, regista, produttore, impresario, artista del business. Un percorso completo che offre la possibilità di osservare i mille volti di Andy Warhol, di cogliere i significati più profondi della sua produzione artistica e che consente di ammirare i capolavori che hanno fatto la storia della Pop Art americana. Warhol uomo e Warhol artista sono qui perfettamente rappresentati da sessanta capolavori conosciuti in tutto il mondo e che lo hanno reso uno degli gli artisti più importanti e rivoluzionari dell'arte del Novecento.

Desiderio

Vettese Angela
Il Mulino 2019

Disponibile in libreria  
MONOGRAFIE ARTE

12,00 €
Se dovessimo raffigurare qualcosa di sfuggente ma violento come può esserlo il desiderio, che immagine sceglieremmo? Forse quella che più di tutte ci parla dell'ambivalenza erotica, la Marilyn di Warhol: un volto statico e mobile, popolare e raffinato, tenero e provocante, angelico e carnale, in cui trova espressione quell'impulso verso l'oggetto che sempre è doppiato dall'impossibilità di raggiungerlo. Con le sue palpebre abbassate è noi che chiama, ci vuole ma sembra dire «non mi avrai», come quegli amori che credevamo di avere ma non abbiamo avuto, farfalle che entrano nel retino per uscirne un secondo dopo.

Willow

Arnaldi V.
Ultra 2018

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Fumetti, illustrazioni, statuine, lavori 3d, agli esordi. Poi, l'esplosione di un universo pittorico di forme e colori su tele, muri, superfici varie, tra moda e design, inclusi veicoli, per vestire la realtà di nuovi e inusitati stimoli alla ricerca di sollecitazioni e orizzonti fantastici. Classe 1978, Filippo Bruno, in arte Willow, è una delle firme neopop italiane più interessanti del momento. I suoi segni si fanno alfabeto di un immaginario grafico ben definito ma mai finito, dove ogni creazione, nel vero senso del termine, si anima e trova il suo spazio per essere e comunicare. Nel cosmo visionario di Willow la vita si manifesta attraverso microorganismi organizzati in un ordine sociale, non di rado contestato, in cui la moltitudine non soffoca il singolo ma anzi gli conferisce la forza per esprimere al meglio il suo messaggio fino a fondersi con esso. In questo contesto il segno diventa codice, la forma si fa essenza, la composizione è comunità e orizzonte. Un viaggio alla scoperta dell'artista, dagli albori fino a oggi, seguendone sfide e ispirazioni, più ancora filosofia, per imparare a conoscere i segreti del suo lavoro. E del suo successo.

Decades. 5 artisti, 5 decadi, 50...

Drago (Roma) 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Decades è il catalogo dell'omonima mostra tenutasi allo spazio Guido Reni District di Roma. Cinque famosi Street Artist romani (Solo, Diamond, Riccardo Beetroot e Louis Gomez) cinque decenni di cultura pop! Gli artisti hanno reinterpretato la seconda metà del XX secolo, ciascuno secondo i loro stili e punti di vista: ognuno ha rappresentato un decennio, passando attraverso i costumi e gli eventi significativi di quel mezzo periodo. Riccardo Beetroot, ha contribuito dando la sua visione delle periferie romane negli anni '50; il duetto Solo e Diamond ha riassunto il ventennio '60 e '70. Il decennio seguente è rappresentato dalle rigide tecniche incisore di Lucamaleonte, mentre Louis Gomez conclude il volume interpretando i chiaroscuri degli anni '90 attraverso suggestioni musicali che hanno caratterizzato la sua adolescenza. Decades raccoglie anche le biografie degli artisti e un excursus sui loro lavori più conosciuti.

Camera pop. La fotografia nella pop...

Guadagnini W.
Silvana 2018

Disponibile in 3 giorni  
FOTOGRAFIA

34,00 €
La Pop Art è stata un fenomeno mondiale, esploso negli anni Sessanta negli Stati Uniti e in Europa - e diffusosi rapidamente anche nel resto del mondo - che ha rivoluzionato il rapporto tra creazione artistica e società, registrando l'attualità in modo neutro, fotografico, adottando gli stessi modelli della comunicazione di massa per la realizzazione di opere d'arte. In questo senso, la fotografia è stata, per gli artisti Pop, non solo una fonte di ispirazione, ma un vero e proprio strumento di lavoro, una parte essenziale della loro ricerca. A partire dallo storico collage fotografico di Richard Hamilton "Just what is it that makes today's homes so different, so appealing?" del 1956, unanimemente considerata come la prima opera compiutamente Pop, passando per le celeberrime Marilyn di Andy Warhol, tratte da una fotografia, il volume - curato da Walter Guadagnini - racconta la storia di questo rapporto attraverso circa 180 opere tra quadri, fotografie, collage, grafiche, che evidenziano la varietà e la straordinaria vivacità di questa vicenda. Tra gli autori in catalogo, oltre a quelli già ricordati, anche Robert Rauschenberg, Jim Dine, Ed Ruscha, Joe Goode, Peter Blake, Allen Jones, Joe Tilson, Sigmar Polke, Wolf Vostell, Mimmo Rotella, Mario Schifano, Franco Angeli, Michelangelo Pistoletto e tanti altri. Tra i fotografi presenti, si citano Ugo Mulas - con le storiche serie dedicate alla Biennale di Venezia del 1964 e ad Andy Warhol - l'americano Ken Heyman, autore dei primi scatti iconici della Pop newyorchese, e l'inglese Tony Evans, fotografo dei protagonisti della Swinging London dei primissimi anni Sessanta.

Andy Warhol

Warhol Andy
Postmedia Books 2018

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Questa raccolta di saggi sul lavoro di Andy Warhol (1928-1987) è un manuale critico su una figura leggendaria del mondo dell'arte, che ha lavorato come artista, regista, fotografo, collezionista, editore e designer, conquistando così un posto unico nella storia della cultura visiva non grazie alla padronanza di un singolo medium, ma alla messa in atto di molteplici media e ruoli. Warhol ha rappresentato una figura importante nel colmare il divario tra arte alta e bassa, e la produzione nel famoso studio noto come "The Factory" implicava il riconoscimento dell'arte come una forma di impresa non dissimile dalle altre. La natura radicale di tale impresa ha assicurato lo status iconico della sua arte e della sua persona. Questa popolare antologia contiene i saggi di Benjamin H. D. Buchloh, Thomas Crow, Hal Foster, Rosalind Krauss, Annette Michelson, oltre a un'intervista inedita e un ampio saggio introduttivo di Carla Subrizi.

Lichtenstein

Hendrickson Janis
Taschen 2018

Disponibile in 3 giorni  
MONOGRAFIE ARTE

10,00 €
L'artista Roy Lichtenstein (1923-1997) spalancò le porte a una nuova epoca dell'arte americana, irrompendo sulla scena nei tardi anni Cinquanta in una New York dominata dall'espressionismo astratto. Aggiornò il vocabolario dell'arte con le voci di una nuova era. Grazie allo stile pionieristico che mescolava tecniche di produzione industriale e immagini frivole, legate al quotidiano, come i fumetti e le pubblicità, Lichtenstein si unì alla schiera di artisti contemporanei, tra cui Andy Warhol e James Rosenquist, che rappresentavano e satirizzavano la cultura mediatica e consumistica americana. In diverse opere, come «Look, Mickey!» (1961), «Drowning Girl» (1963) e «Whaam!» (1963), l'artista si servì delle tecniche di produzione di massa, in particolare del metodo di stampa a puntini Ben-Day, per creare un effetto esplosivo e lo stile pixellato che lo contraddistinguono. Questa fedele introduzione ripercorre la vita e le opere di Lichtenstein, dalle prime affermazioni pop fino alle "pennellate" in risposta all'espressionismo astratto e le reinterpretazioni di capolavori contemporanei, tipici delle ultime fasi della sua carriera. Il volume mette in luce il ruolo fondamentale che Lichtenstein ricoprì nel modernismo di metà secolo e le modalità con cui riuscì a criticare e, al contempo, documentare l'America del Novecento tramite le sue opere.

Becoming Andy Warhol. Come tutto ha...

Bertozzi Nick
Gribaudo 2017

Disponibile in 3 giorni  
FUMETTI

14,90 €
Celebrato durante la sua vita tanto per la sua personalità quanto per i suoi dipinti, Andy Warhol (1928-1987) è il più famoso e influente degli esponenti della Pop art, che ha concorso a sviluppare la nozione di "15 minuti di fama" e l'idea che un artista possa essere noto quanto il suo lavoro e ciò che crea. Warhol è stato pittore, scultore, regista, produttore cinematogarafico, direttore della fotografia, attore, sceneggiatore e montatore... dimostrando che il talento può davvero contaminare diversi ambiti. La sua arte, che portava gli scaffali di un supermercato all'interno di un museo o di una mostra, era una provocazione nemmeno troppo velata: l'arte doveva essere "consumata" come un qualsiasi altro prodotto commerciale. Questa graphic novel biografica permette di comprendere il punto di svolta della carriera di Warhol e la creazione del murale "Thirteen Most Wanted Men" per il padiglione dello Stato di New York della Fiera del mondo, nel 1964, occasione in cui Warhol si scontrò con l'urbanista Robert Moses, l'architetto Philip Johnson e il governatore Nelson Rockefeller. Il murale fu coperto/ridipinto con vernice d'argento prima dell'apertura della fiera; ancora non è chiara la ragione di questa scelta. "Becoming Andy Warhol" mostra il momento in cui, con la forza ostinata della sua personalità e grazie al talento puro, Warhol emerse nel mondo dell'arte, scontrandosi con le istituzioni creative e non, fino a diventare uno degli artisti più significativi del XX secolo.

Dopo Warhol. Il pop, il...

Mecacci Andrea
Donzelli 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
La contemporaneità - ovvero l'epoca che viene «dopo Warhol» - ha conosciuto tre grandi processi di estetizzazione: il pop (dalla metà degli anni cinquanta agli inizi degli anni settanta), il postmoderno (dagli anni settanta alla fine degli anni ottanta) e l'estetica diffusa (dagli anni novanta fino a oggi). Questo studio individua alcuni momenti decisivi di questi passaggi in cui la realtà è stata concepita e vissuta essenzialmente come una costruzione estetica. La cultura pop, che trova in Warhol la sua figura paradigmatica, ha rappresentato la massima espressione estetica della tarda civiltà industriale dando una forma definitiva a ciò che oggi chiamiamo «secondo Novecento»: l'estetico inteso come consumo simbolico. Questo approdo estremo della modernità confluisce nella fase successiva del postmoderno, nel quale le pratiche più diverse rientrano in un'immensa strategia della simulazione e dell'ibridazione: kitsch, estetica del fake, citazionismo, culto dell'apparenza, finzione. Elaborando una continua erosione di ogni gerarchia culturale, il postmoderno ha aperto le porte a una fase post-storica dell'estetico, sempre meno rintracciabile nell'arte e sempre più presente nelle esperienze della quotidianità. Si giunge così al terzo momento, l'estetica diffusa o estetizzazione diffusa, che rappresenta la dimensione estetica della globalizzazione, dove estetizzazione significa fondamentalmente che anche il non estetico è pensato ed esperito come estetico. Quella che emerge è una radiografia di un passato prossimo che è la chiave per comprendere dinamiche ormai tanto autoevidenti da non essere più interrogate.

Factory Andy Warhol. Ediz. italiana

Shore Stephen
Phaidon 2016

Disponibile in 3 giorni

49,95 €
Erano in molti a essere attratti da Andy Warhol e dalla Factory. Per alcuni incarnavano la scena newyorkese degli anni '60. I personaggi immortalati da Shore - gente che figurava nei film di Warhol, lavorava insieme a lui e frequentava il suo secondo studio in East 47th Street - formano un cast molto variegato. Gerard Malanga, Billy Name, Ondine, Brigid Berlin, Paul Morrissey. E i Velvet Underground - scoperti e lanciati da Warhol nell'Exploding Plastic Inevitable che si tenne al Dom in St. Marks Place - John Cale, Sterling Morrison, Lou Reed, Maureen Tucker e la cantante Nico, figure leggendarie del loro tempo. L'altro gruppo della Factory - ma non un gruppo rock - si era formato a Cambridge/Harvard: Edie Sedgwick, Donald Lyons, Danny Fields, Gordon Baldwin, Dorothy Dean, Edmund Hennessy, Ed Hood, Chuck Wein. (Per quanto improbabile, forse in futuro saranno ricordate tre Cambridge del Novecento: quelle di Wittgenstein, di Blunt e della Factory). E poi Mary (Might) Woronov, Ultra Violet, Pat Hartley, Susan Bottomly/lnternational Velvet, Henry Geldzahler, Jonas Mekas e Sam Green.

Pop art. Una storia a colori

Sooke Alastair
Einaudi 2016

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Con tutta probabilità, la Pop Art è stato il movimento artistico piú rivoluzionario dal dopoguerra a oggi. Spostando l'attenzione dalla straordinarietà al quotidiano, la Pop Art ha demolito l'ideale di ogni forma di Modernismo, che trovava nell'interiorità tormentata la sua unica fonte d'ispirazione, rendendo cosí l'arte piú immediata, divertente, contemporanea e vicina alle masse: un'arte che ebbe come modelli lattine di Coca-Cola, star del cinema e fumetti. A partire dalle testimonianze dirette di alcuni grandi protagonisti, Alastair Sooke si sofferma non soltanto sulle celeberrime opere di Warhol, Lichtenstein e dei loro contemporanei, ma anche su quelle di autori che, se furono cruciali per il movimento, oggi sono per lo piú dimenticati: tra questi, Marisol Escobar, ai suoi tempi quasi più celebre di Warhol, e la ex wrestler professionista Rosalyn Drexler. Nella sorprendente prospettiva del critico inglese, la Pop Art non riguardò solo New York, ma anche Londra, la West Coast americana e l'Europa, e continua soprattutto a fecondare la produzione di alcuni dei piú importanti e discussi artisti di oggi.

Warhol. Ediz. illustrata

Dantini Michele
Giunti Editore 2016

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
Un dossier dedicato a Andy Warhol (Pittsburgh 1928 - New York 1987), il padrino della Pop Art. Come tutte le monografie della collana Dossier d'art, una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

Pop art. Pittura e soggettività...

Foster Hal
Postmedia Books 2016

Disponibile in 3 giorni

26,00 €
"Una delle ragioni alla base di questa pubblicazione era la necessità di scervellarsi sulla valenza politica della pop art, di chiedersi, soprattutto, se essa sia mai stata critica nei confronti della cultura popolare, o se invece ne sia sempre stata complice". Hal Foster compie un bellissimo viaggio a ritroso analizzando l'opera dei primi artisti che renderanno popolare il movimento della Pop art: tra questi due europei, Hamilton e Richter, e gli americani Warhol, Lichtenstein e Ruscha.

Lichtenstein

Serafini Giuliano
Giunti Editore 2016

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
Un dossier interamente dedicato a Roy Fox Lichtenstein (1923-1997). Nel sommario: "Una vendetta di nome pop"; "La sindrome di Benday"; "L'antiscultura"; "La striscia ritrovata"; "Primo: citare l'arte"; "Il museo riprodotto". Come tutte le monografie della collana "Dossier d'art", una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un utilissimo quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

Pop art. Colora e disegna la pop art

Edicart 2016

Disponibile in libreria  
CREATIVITA RAGAZZI

9,90 €
Sei un po' matto? Sei uno serio? Sei uno quadrato? Un album ispirato alla Pop Art tutto da colorare e disegnare...

Pop art

Honnef Klaus
Taschen 2015

Disponibile in 3 giorni  
MONOGRAFIE ARTE

10,00 €
Gli artisti pop degli anni '60, preannunciati dal grande Andy Warhol, esprimevano le loro opinioni su ogni cosa, dai mezzi di comunicazione di massa alla società dei consumi, dalla pubblicità al packaging del prodotto con opere colorate e spesso divertenti. La profonda influenza della Pop Art sull'arte e la cultura contemporanee è di grande importanza ancora oggi. Gli artisti: Tom Wesselmann, Andy Warhol, James Rosenquist, Allan Jones, Allan d'Arcangelo, Wayne Thiebaud, Peter Blake, Richard Hamilton, Claes Oldenburg, Peter Phillips, George Segal, Ed Ruscha, Robert Indiana, Jasper Johns, Robert Rauschenberg, Roy Lichtenstein, Mel Ramos, David Hockney, Jim Dine e Red Grooms.

Pop art

Boatto Alberto
Laterza 2015

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Sulla fine degli anni Cinquanta, i tubi di dentifricio di Oldenburg, i cartelloni pubblicitari di Rosenquist, i fumetti di Lichtenstein, le Coca-Cola di Warhol fanno irrompere sulla scena dell'arte figure e cose della vita quotidiana che raccontano in mani

Warhol e la pop art

24 Ore Cultura 2014

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Gli anni d'argento della Factory, dei Kennedy, della Pop Art, per rivìvere la carriera di un carismatico protagonista dell'arte contemporanea: osannato quanto la sua Marilyn, controverso al pari delle sue sedie elettriche, e universalmente celebre, come la Coca-Cola.

Andy Warhol superstar. Schermi e...

Scarlini Luca
Johan & Levi 2012

Disponibile in 3 giorni

8,90 €
"Andy Warhol superstar" ripercorre le tappe dell'attività "su schermo" di Andy Warhol, dai film, alla pubblicità fino alle apparizioni televisive. Un percorso che ne ha sancito lo status di divo acclamato dalle folle, preso ad esempio ma anche odiato a tal punto da attentare alla sua vita, un excursus attraverso le varie esperienze e le figure che lo hanno accompagnato e che sono diventate parte integrante dell'immaginario warholiano, prima tra tutte l'attrice e sua musa Edie Segwick. Con sguardo esperto sul mondo del teatro, Luca Scarlini scandaglia i mille volti di Warhol: fobie, contraddizioni e aspirazioni in relazione alla sua immagine e alla produzione di opere per il piccolo e grande schermo. Sullo sfondo del mondo pop e "camp", quello scenario degli anni sessanta e settanta in cui il kitsch regnava sovrano.

Pop film art

Della Casa S.
Edizioni Sabinae 2012

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Volume d'arte sul fenomeno artistico della pop art nel cinema a cura di Steve della Casa (presidente Film Commission Piemonte) e Dario Edoardo Viganò (presidente Ente dello Spettacolo), prefazione di Vittorio Sgarbi. Pop film art si occupa delle contaminaz

Andy Warhol music show. La prima...

Martinelli Bianca
Castelvecchi 2011

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Padre nobile del pop e autentica fabbrica di icone visive destinate a incidere con particolare efficacia sull'immaginario contemporaneo, Andy Warhol non fu soltanto un artista in grado di infiammare il pubblico delle gallerie, ma, grazie al suo personale e

Le due avanguardie. Dal futurismo...

Calvesi Maurizio
Laterza 2008

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
La prima messa a fuoco e la più organica sistemazione critica di molte vicende dell'avanguardia: la formazione simbolista di Boccioni, gli scambi tra futurismo, cubismo e orfismo, i rapporti fra futurismo Dada metafisica e surrealismo, la proiezione dell'avanguardia storica nei movimenti di oggi, Pollock e Burri, l'Informale, la Pop Art e i 'fumetti' di Lichtenstein, il filone del New Dada di Johns e Rauschenberg che introduce alla sconfinante fenomenologia dell'arte degli anni Sessanta.

Pop art

Skira 2008

Disponibile in 3 giorni

5,90 €

Warhol on Basquiat

Golden Reuel
Taschen 2019

Non disponibile

50,00 €
Il complesso rapporto tra Andy Warhol e Jean-Michel Basquiat ha sempre affascinato il mondo dell'arte. In un'epoca in cui Warhol era già famoso in tutto il mondo come icona della Pop Art e della turbolenta vita notturna newyorkese, Basquiat era un talento emergente che arrivava dalla street-art downtown. Insieme, i due artisti diedero vita a una sinergia personale e professionale elettrizzante. Prolifico documentatore del mondo che lo circondava, Warhol scrisse diffusamente e scattò molte immagini della sua amicizia con Basquiat sullo sfondo della New York degli anni Ottanta, un bagaglio di informazioni che rivela tutta la profondità emotiva del loro rapporto ma anche le tante ambiguità, le divergenze e le complessità. Realizzato in collaborazione con la Andy Warhol Foundation e la Jean-Michel Basquiat's estate, questo libro racconta il rapporto tra i due artisti attraverso centinaia di fotografie inedite che ritraggono Basquiat insieme a una dinamica cerchia di personaggi che includono Madonna, Grace Jones, Keith Haring e Fela Kuti. Gli scatti sono accompagnati da brani dei leggendari diari di Andy Warhol, opere d'arte eseguite in collaborazione e un gran numero di biglietti, cartoline e documenti dell'epoca. Toccante, intimo e a tratti sardonico, Warhol on Basquiat getta uno sguardo voyeuristico sulla vista di due delle più brillanti stelle del panorama dell'arte contemporanea.

Lichtenstein

Hendrickson Janis
Taschen

Non disponibile

9,99 €
Roy Lichtenstein (1923-97) è un artista la cui immagine risulta legata indissolubilmente al mondo dei fumetti. Forse anche per tale ragione è, tra gli esponenti della Pop Art, l'artista che più riesce a creare una cifra stilistica inconfondibile, restandovi fedele fino all'ultima produzione. Esponente della tipica famiglia medio borghese americana, Lichtenstein conduce una vita tranquilla, senza le eccentricità o i protagonismi di artisti come ad esempio Andy Warhol. Il suo è un modo nuovo di contaminare l'Arte, con la "a" maiuscola, con stili presi dalla cultura "bassa". In realtà, la grande tenuta formale dei quadri dipinti da Lichtenstein, rende le sue immagini mai banali. Sono fumetti, è vero, ma realizzati con la visione propria dell'artista. Nel corso degli anni la formula stilistica di Lichtenstein non cambia, ma inizia con l'arte del recente passato un confronto sempre più serrato e dagli esiti decisamente originali.

Andy Warhol, collage di un artista

Puglia Filippo
Youcanprint 2018

Non disponibile

12,00 €
Il libro "Andy Warhol, collage di un artista" descrive con chiarezza e semplicità i tratti fondamentali della figura di un grande artista del secolo scorso, raccontandone la vita e l'attività artistica: le sue opere pittoriche, le motivazioni da cui nascevano e le tecniche da egli usate per realizzarle, i suoi esperimenti cinematografici e la sua arte fotografica.

Warhol & friends. New York negli...

Arthemisia Books 2018

Non disponibile

37,00 €
La mostra e il catalogo raccontano i protagonisti del vivacissimo clima artistico di una sempre nuova New York negli anni '80 - tra storie di eccessi, trasgressione e mondanità. Con 150 opere suddivise in 11 sezioni, è raccontato il fermento irripetibile di un decennio che ha visto combinarsi arte, musica, cinema e letteratura - nel momento in cui gallerie e mercato internazionale decretano il clamoroso successo del ritorno alla pittura - a Bologna arrivano Andy Warhol, Jean-Michel Basquiat, Francesco Clemente, Keith Haring, Julian Schnabel insieme a Jeff Koons, Edo Bertoglio, Sandro Chia, David Salle e Robert Longo. Protagonista con 36 opere e 38 polaroid Andy Warhol che, dopo essere stato vittima nel 1968 di un terribile attentato, proprio all'inizio degli anni '80 torna al centro della vita artistica e sociale di New York realizzando alcuni tra i suoi cicli più interessanti presenti in mostra come Shoes, Hammer & Sickle, Camouflage, Lenin, Joseph Beuys, Vesuvius, Knives.

Warhol & friends. New York negli...

Arthemisia Books 2018

Non disponibile

37,00 €
La mostra e il catalogo raccontano i protagonisti del vivacissimo clima artistico di una sempre nuova New York negli anni '80 - tra storie di eccessi, trasgressione e mondanità. Con 150 opere suddivise in 11 sezioni, è raccontato il fermento irripetibile di un decennio che ha visto combinarsi arte, musica, cinema e letteratura - nel momento in cui gallerie e mercato internazionale decretano il clamoroso successo del ritorno alla pittura - a Bologna arrivano Andy Warhol, Jean-Michel Basquiat, Francesco Clemente, Keith Haring, Julian Schnabel insieme a Jeff Koons, Edo Bertoglio, Sandro Chia, David Salle e Robert Longo. Protagonista con 36 opere e 38 polaroid Andy Warhol che, dopo essere stato vittima nel 1968 di un terribile attentato, proprio all'inizio degli anni '80 torna al centro della vita artistica e sociale di New York realizzando alcuni tra i suoi cicli più interessanti presenti in mostra come Shoes, Hammer & Sickle, Camouflage, Lenin, Joseph Beuys, Vesuvius, Knives.

Andy Warhol. Catalogo della mostra...

Arthemisia Books 2018

Non disponibile

35,00 €
Con oltre 170 opere che tracciano la vita straordinaria di uno dei più acclamati artisti della storia, la mostra e il catalogo sono interamente dedicati al mito di Warhol, partendo dalle origini artistiche della Pop Art: nel 1962 il genio di Pittsburgh inizia a usare la serigrafia e crea la serie Campbell's Soup, minestre in scatola che Warhol prende dagli scaffali dei supermercati per consegnarli all'Olimpo dell'arte. Seguono le serie su Elvis, su Marilyn, sulla Coca-Cola. A colpire Warhol sono quegli oggetti che abbattono il divario tra ricchi e poveri: una Coca-Cola se la può permettere chiunque e, per quanto sia enorme il potere d'acquisto di un milionario, la sua Coca-Cola non sarà più buona di quella di chiunque altro. È in questi anni che comincia a dire che ognuno ha diritto a 15 minuti di celebrità, quella celebrità da cui è ossessionato da sempre e di cui nel percorso espositivo non mancano le testimonianze.

Andy Warhol. Catalogo della mostra...

Arthemisia Books 2018

Non disponibile

35,00 €
Con oltre 170 opere che tracciano la vita straordinaria di uno dei più acclamati artisti della storia, la mostra e il catalogo sono interamente dedicati al mito di Warhol, partendo dalle origini artistiche della Pop Art: nel 1962 il genio di Pittsburgh inizia a usare la serigrafia e crea la serie Campbell's Soup, minestre in scatola che Warhol prende dagli scaffali dei supermercati per consegnarli all'Olimpo dell'arte. Seguono le serie su Elvis, su Marilyn, sulla Coca-Cola. A colpire Warhol sono quegli oggetti che abbattono il divario tra ricchi e poveri: una Coca-Cola se la può permettere chiunque e, per quanto sia enorme il potere d'acquisto di un milionario, la sua Coca-Cola non sarà più buona di quella di chiunque altro. È in questi anni che comincia a dire che ognuno ha diritto a 15 minuti di celebrità, quella celebrità da cui è ossessionato da sempre e di cui nel percorso espositivo non mancano le testimonianze.

Andy Warhol superstar. Catalogo...

Arthemisia Books 2018

Non disponibile

32,00 €
La mostra e il catalogo, con 140 opere, raccontano tutto il percorso professionale di Warhol che si avvia negli anni Cinquanta, quando debutta nella commercial art e lavora come illustratore per riviste prestigiose (da Harper's Bazar al sofisticato New Yorker) e come disegnatore pubblicitario. Si vuole raccontare l'incredibile vita di un uomo, personaggio e artista, che ha cambiato i connotati del mondo dell'arte ma anche della musica, del cinema e della moda, che ha stravolto radicalmente qualunque definizione estetica precedente. Sia il catalogo che gli apparati di mostra iniziano questo racconto partendo dalla coloratissima Liz (1964), passando per i dipinti dei francobolli, come S&H Green Stamps (1965), fatti con stampini ripetuti e più e più volte sulla carta arrivando all'immancabile Marilyn - tra le quali in mostra quelle del 1967, del 1970 e del 1985. E ancora, cinque splendide Cow (dal 1966 al 1978) accanto ad altre super icone: le Brillo Box e i primi Flowers (1964), esposte a suo tempo nella prestigiosa galleria di Leo Castelli come se fossero sgargianti carte da parati.

Andy Warhol's tv. Dall'arte alla...

De Simone Anna Luigia
Mimesis 2017

Non disponibile

20,00 €
Eccentrico, famoso, influente, geniale, forse l'ultima celebrity dell'arte contemporanea. Quando, negli anni Sessanta, firma le prime serie di "Campbell's Soup", Andy Warhol inizia l'ascesa all'art system. Da allora, mostre, cataloghi, volumi e riviste hanno raccontato molti momenti del suo universo di repliche. Eppure, diversi aspetti sono stati trascurati. Per comprendere il senso profondo di tale straordinaria avventura attraverso i media, questo libro suggerisce un sentiero inconsueto, legando l'arte alla televisione. È stato delineato un percorso segnato da due categorie critiche -registrazione e derealizzazione - che connotano la poetica dell'artista e il suo rapporto con il reale. Si tratta di dispositivi di cui si serve la tv per mettere in immagini il mondo e fare del mondo immagine. Il padre della Pop Art li assimila, prima da telespettatore, poi da produttore di "Andy Warhol's TV". Emerge così un Warhol inedito. Che considera la tv non come un semplice divertissement ma come un linguaggio dotato di profonde valenze estetiche. Autore di un'opera che, nel suo insieme, appare "televisiva".

Factory Andy Warhol

Shore Stephen
Phaidon 2016

Non disponibile

49,95 €
Erano in molti a essere attratti da Andy Warhol e dalla Factory. Per alcuni incarnavano la scena newyorkese degli anni '60. I personaggi immortalati da Shore - gente che figurava nei film di Warhol, lavorava insieme a lui e frequentava il suo secondo studio in East 47th Street - formano un cast molto variegato. Gerard Malanga, Billy Name, Ondine, Brigid Berlin, Paul Morrissey. E i Velvet Underground - scoperti e lanciati da Warhol nell'Exploding Plastic Inevitable che si tenne al Dom in St. Marks Place - John Cale, Sterling Morrison, Lou Reed, Maureen Tucker e la cantante Nico, figure leggendarie del loro tempo. L'altro gruppo della Factory - ma non un gruppo rock - si era formato a Cambridge/Harvard: Edie Sedgwick, Donald Lyons, Danny Fields, Gordon Baldwin, Dorothy Dean, Edmund Hennessy, Ed Hood, Chuck Wein. (Per quanto improbabile, forse in futuro saranno ricordate tre Cambridge del Novecento: quelle di Wittgenstein, di Blunt e della Factory). E poi Mary (Might) Woronov, Ultra Violet, Pat Hartley, Susan Bottomly/lnternational Velvet, Henry Geldzahler, Jonas Mekas e Sam Green.

Manga art. Viaggio nell'iper-pop...

Arnaldi Valeria
Ultra 2015

Non disponibile

35,00 €
Comic, manga, anime. È al mondo del fumetto - e dell'animazione - tradizione americana e giapponese in testa, che l'arte internazionale guarda per le sue nuove icone "pop", in una sorta di evoluzione progressione del messaggio warholiano, che a caccia di "modelli" e modelle trascura le dive del cinema per eleggere regine le muse virtuali di china e colore. Sono sempre di più, infatti, gli artisti che per illustrare il loro idea di bellezza, anche profanata, o più semplicemente il loro sentimento dell'epoca che stiamo vivendo, scelgono i canoni estetici e concettuali proposti da strisce e graphic novel, regalando una patina di realismo alle "divine" bidimensionali. Così a fare bella mostra di sé in musei e gallerie di tutto il mondo, in un trionfo di forme ispirate all'universo manga, sono bambine bambola con grandi occhi e bocche accennate in un tratto, ma anche volti ormai noti, come Lupin, Sailor Moon, Candy Candy, fino ad arrivare alle principesse disneyane. "Nuovi" personaggi e nuove storie che compongono un alfabeto iconografico riconosciuto a livello mondiale, e che testimoniano la trasformazione del nostro bagaglio culturale e la rivoluzione dell'estetica. Accompagnato da un ricco corredo iconografico, il libro insegue l'ispirazione "a fumetti" attraverso le opere d'arte degli ultimi anni, dai nomi più noti che di questa tendenza sono stati padri e divenuti simboli, a quelli più interessanti della scena attuale.