Stili artistici: Neoclassicismo

Filtri attivi

Piranesi Roma Basilico. Ediz....

Basilico
Contrasto 2019

Disponibile in 3 giorni

55,00 €
Questo catalogo, che presenta una selezione di 67 fotografie di Gabriele Basilico, affiancate da altrettante vedute di Piranesi della collezione Fondazione Cini.

Pensieri di Antonio Canova sulle...

Abscondita 2019

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Questi "Pensieri sulle arti" apparvero col titolo "Pensieri di Antonio Canova su le Belle Arti", a cura dell'abate Melchior Missirini dietro sollecitazione di Leopoldo Cicognara, a Milano presso Niccolò Bettoni, nel 1834. In quello stesso anno usciva, dello stesso Missirini, "Della vita di Antonio Canova" a Prato presso i fratelli Giochetti e l'anno successivo uscirà nuovamente a Milano presso Niccolò Bettoni. Di quest'opera i "Pensieri" sono un materiale raccolto direttamente dalla voce dell'artista, morto due anni prima dell'uscita della biografia. «Quanto il Canova era ardente promotore delle arti, tanto doleasi vedere una immensa turba di giovani consacrarsi quotidianamente alle medesime, e dicea: non può fare che questi non siano poveri ed infelici: or che l'Italia e il mondo è pieno a sazietà di opere delle arti, che faranno mai tanti alunni? il peggio è, che terranno alimentata la brutta mediocrità, ché l'eccellenza non fu mai il retaggio di molti, e per la sola eccellenza oggimai operar si vorrebbe: onde le accademie dovrebbero tutti accettare per vedere il genio di ciascuno, ma poi scoverto che uno non abbia attitudine straordinaria all'arte, inviarlo a casa, perché si applicasse a mestieri all'ordine civile più utili: perché io temo, che l'abbondanza, se incomincerà ad inchinare per torta strada, colla sua prepotenza si strascini seco gli ottimi; e ove siasi incominciato a far male si correrà ad ogni sconciezza, ché le arti volte per la mala via più non hanno ritegno, finché non precipitano alla totale ruina».

Antonio Canova. Atelier. Ediz....

Marsilio 2019

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
"Atelier Canova" è il nome del progetto che studia l'applicazione delle più sofisticate tecnologie digitali ai fini della conservazione e valorizzazione del patrimonio canoviano di Bassano del Grappa. In collaborazione con Factum Arte e Foundation, fautori del lavoro di restituzione delle Nozze di Cana di Paolo Veronese al refettorio benedettino di San Giorgio Maggiore, i Musei Civici di Bassano del Grappa hanno iniziato un lavoro di registrazione e rielaborazione digitale delle opere di Canova. Dall'esigenza iniziale di ricostruire il "Cavallo colossale" dai frammenti di Palazzo Bonaguro, si è passati all'intero corpus di opere canoviane, come la collezione dei circa duemila disegni dell'artista, per dare la possibilità ai visitatori del museo di fruire di queste meravigliose opere promuovendo un'esperienza diretta e non solo iconografica. Il volume racconta l'avvincente storia della distruzione e ricostruzione digitale del "Cavallo colossale", grazie anche alla pubblicazione inedita di un dossier di documenti originali del periodo. Dopo un saggio introduttivo della curatrice, interventi di studiosi internazionali e di Adam Lowe, il fondatore di Factum Arte, presentano una visione nuova e rivoluzionaria di famosi soggetti quali le "Tre Grazie" e la "Maddalena Penitente". Nella narrazione illustrata da più di cento immagini e render, gli "artigiani digitali" incontrano gli storici dell'arte.

Disegni di Giacomo Quarenghi....

Perissa Torrini A.
Lineadacqua 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Il Gabinetto dei disegni e delle stampe delle Gallerie dell'Accademia di Venezia conserva una parte consistente e preziosa dei disegni di Giacomo Quarenghi. Il lavoro di catalogazione sistematica del fondo giunge con questo volume al suo quattordicesimo numero. La pubblicazione esce con una rinnovata veste grafica che permette di apprezzare i disegni nel dettaglio ed esalta la ricchezza dei contenuti scientifici. Dopo l'ottavo volume, dedicato alle vedute e capricci di Giacomo Quarenghi, quest'ultimo contiene la schedatura completa di tutti i fogli architettonici dello stesso autore, molti dei quali completamente inediti e in taluni casi riferibili a progetti sconosciuti o poco noti al grande pubblico. Oltre alle schede, sono presenti degli apparati relativi all'ingente opera di restauro effettuata su parte del fondo quarenghiano.

Canova. Ediz. italiana e inglese

Zonta Fabio
Biblioteca dei Leoni 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
L'esposizione a New York delle immagini fotografiche dei 'gessi' di Antonio Canova, promossa dalla Fondazione Canova di Possagno, è l'occasione per la pubblicazione di questo splendido catalogo fotografico. La fotografia ha svolto un ruolo determinante nel promuovere la conoscenza dell'opera del grande scultore nel mondo e le invenzioni plastiche del Canova hanno da sempre costituito un tema molto ricercato da parte dei fotografi da oltre un secolo. Ora si cimenta in questo compito Fabio Zonta, un ben noto professionista della fotografia d'arte, che, tramite l'obiettivo, riesce a catturare ombre e luci che esaltano la "vitalità" delle opere di Antonio Canova. Una visione nuova, emozionante e, allo stesso tempo, storica.

Luigi Basiletti (1780-1859). Scene...

Boifava P.
Scripta 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Con la loro grazia neoclassica i ritratti in pendant della famiglia del Conte Tommaso Balucanti, podestà della Brescia napolenica, costituiscono due degli apici qualitativi tra le "scene di conversazione", un genere pittorico ampiamente diffuso nella società elegante del primo Ottocento. Il volume illustra le opere presenti presso il Museo Lechi di Montichiari.

Piranesi. Catalogo completo delle...

Ficacci Luigi
Taschen 2016

Disponibile in 3 giorni  
MONOGRAFIE ARTE

15,00 €
L'incisore su rame più famoso del XVIII secolo, Giovanni Battista Piranesi (1720-1778) si è affermato grazie alla realizzazione di tavole dedicate all'antica Roma. Le sue sorprendenti immagini a chiaroscuro immergevano le rovine archeologiche della città in un'atmosfera suggestiva e romantica e divennero uno dei souvenir preferiti dai viaggiatori che compivano il Grand Tour attraverso l'Italia alla ricerca di cultura e educazione classiche. Oggi Piranesi è rinomato non solo per aver dato forma all'immaginario europeo su Roma, ma anche per la sua elaborata serie di Carceri d'invenzione, che da allora hanno influenzato generazioni di creativi, dai Surrealisti a Samuel Taylor Coleridge, da Edgar Allen Poe e Jorge Luis Borges a Franz Kafka. Vagamente ispirate dai set teatrali coevi piuttosto che dalle reali, misere prigioni dell'epoca, queste immagini intricate sfidano la realtà architettonica per giocare con prospettiva, illuminazione e proporzioni. Le scale esistono su due piani contemporaneamente; vasti soffitti a volta si sollevano fino al cielo; le distinzioni tra interno ed esterno collassano. Con un punto di osservazione dal basso e piccole e fragili figure umane, le immagini delle carceri diventano mostruose megalopoli dell'incarcerazione, celebrate al giorno d'oggi come capolavori di dramma esistenziale.

Le isole incantate. Vedute dei...

Morandotti A.
Scalpendi 2015

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Il titolo dell'esposizione prende spunto da una lapidaria definizione di uno dei primi viaggiatori di passaggio all'Isola Bella, nel 1686, mentre ancora i lavori fervevano. "When all is finished, this place will look like an Inchanted Island " scrive allora Gilbert Burnet, inaugurando idealmente la stagione delle immancabili tappe sul Lago Maggiore dei gentiluomini europei durante il proprio Grand Tour. Come avviene nel resto d'Italia, alle testimonianze di viaggio corrisponde un'immediata fortuna visiva degli stessi luoghi, subito al centro degli interessi del moderno vedutismo, una seconda faccia della medaglia per seguire il gradimento del paesaggio italiano. L'esposizione e il relativo catalogo cercano di restituire questo doppio registro della fortuna delle Isole Borromee, mettendo a confronto documenti figurativi e testimonianze letterarie e archivistiche tra la fine del XVII e l'inizio del XX secolo circa. Si arricchiscono così le nostre conoscenze su un capitolo della storia dell'arte in Italia settentrionale ancora molto trascurato dagli studi e dalle occasioni espositive.

Storia dell'arte. Vol. 2: Dal...

Martinelli Cecilia
Alpha Test 2014

Disponibile in libreria  
SINTESI

9,60 €
Un volume utile per lo studio della Storia dell'Arte, dal Duecento al Settecento, adatto per prepararsi a interrogazioni, test e per svolgere approfondimenti. Di tutti gli artisti, le correnti e i periodi vengono offerte utili e chiare sintesi. Numerosi test di verifica e appositi "itinerari" consentono allo studente di affinare le proprie conoscenze e completare lo studio della materia. Argomenti trattati: Gotico, Rinascimento, Manierismo, Barocco e arte del Seicento, Rococò, arte del Settecento, Neoclassicismo.

Canova. Il segno della gloria....

Ericani G.
Palombi Editori 2012

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Dall'ispirazione all'opera. È un percorso sulle tracce dell'idea quello della mostra dedicata ad Antonio Canova. Viaggio nell'intuizione estetica del genio e nella sua realizzazione, ma anche nella percezione che di quelle stesse concretizzazioni ha poi il genio stesso, a lavoro finito. Questione di studio prima, di documentazione poi. Nel mezzo, l'emozione dell'opera. L'esposizione capitolina dunque punta l'attenzione sulla "costruzione" delle opere da parte di Canova, attraverso disegni, modelletti in terracotta, calchi e modelli originali in gesso, dipinti, marmi e acqueforti, selezione d'eccellenza nella ricchissima raccolta di disegni - circa 1800 - che tra il 1849 e il 1857 fu oggetto di una donazione da parte del fratellastro dell'artista, Giovan Battista Sartori Canova.

Atti della 9° Giornata amaduzziana

Delbianco P.
Il Ponte Vecchio 2012

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Giulia Cantarutti riflette sulla presenza tra le carte di Amaduzzi (ms. Am. 16) di una lettera scritta pochi giorni prima di morire da Anton Raphael Mengs (1728-1779), il massimo pittore e teorico della pittura del Neoclassicismo, e indirizzata al medico b

Il neoclassicismo nell'arte del...

Pinelli Antonio
Carocci 2005

Disponibile in 3 giorni

16,20 €
Verso la metà del Settecento, alimentato dalle sensazionali scoperte archeologiche nell'area vesuviana, s'instaura in Europa un vero e proprio culto per l'antichità classica, che dà luogo ad un programmatico e vistoso fenomeno d'imitazione dell'Antico in ogni settore della produzione artistica. Il libro cerca di offrire una visione d'insieme di tale fenomeno artistico, illustrandone le premesse, le caratteristiche principali e le diverse fasi di sviluppo, senza trascurare di mettere a fuoco la personalità dei suoi maggiori protagonisti: Winckelmann, il cui opuscoletto "I pensieri sull'imitazione dell'arte greca nella pittura e nella scultura" può essere considerato a giusto titolo il manifesto teorico del nuovo gusto neoclassico.

Napoleone e le arti. Ediz. illustrata

Apolloni Marco F.
Giunti Editore 2004

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
Un dossier dedicato a Napoleone e le arti. In sommario: "Lo stile Impero e la Francia"; "Canova e l'Italia". Come tutte le monografie della collana "Dossier d'art", una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un utilissimo quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

Gusto neoclassico

Praz Mario
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2003

Disponibile in 3 giorni

13,50 € 18,00 € -25%
Mario Praz ebbe tra gli altri meriti quello di restituire la dignità d'arte a un periodo, quello neoclassico, che era stato trascurato nell'Ottocento e condannato da critici come il Longhi e il Venturi. Nelle pagine di questo libro Praz ricostruisce un mondo, quello che va dalla metà del Settecento ai primi anni dell'Ottocento, in tutte le sue sfaccettature artistiche, individuandone i pregi e l'originalità.

Canova e Roma

Zanella Andrea
Palombi Editori 1991

Disponibile in 3 giorni

6,20 €

Canova e l'antico. Catalogo della...

Mondadori Electa 2019

Non disponibile

40,00 €
Pubblicato in occasione della mostra "Canova e l'Antico" (MANN - Museo Archeologico Nazionale di Napoli, 28 marzo - 30 giugno 2019), il volume, a cura di Giuseppe Pavanello, tra i massimi studiosi dell'artista, mette in luce il rapporto continuo, intenso e fecondo che legò Canova al mondo classico e che lo rese, agli occhi dei suoi contemporanei, un "novello Fidia", ma anche un artista capace di scardinare e rinnovare l'Antico guardando alla natura. Proprio il dialogo - quasi un contrappunto - per analogia e opposizione fra opere di Canova e opere classiche, trattato in maniera approfondita nel catalogo grazie alla presenza di schede e raffronti tra i diversi capolavori, costituisce il nucleo e la novità della mostra, che evidenzia un rapporto unico tra un artista moderno e l'arte antica. Canova si rifiutò sempre di realizzare copie di sculture antiche, reputandolo lavoro indegno di un artista creatore. Il suo colloquio con il mondo classico era invece profondo, generato dalla volontà di far rinascere l'Antico nel Moderno e di plasmare il Moderno attraverso il filtro dell'Antico: per Canova, una profonda istanza creativa, nel senso pieno del termine.

Giacomo Quarenghi. I disegni...

Marsilio 2019

Non disponibile

39,00 €
Perché pubblicare oggi il catalogo scientifico dei più di duecento disegni di Giacomo Quarenghi (Capiatone di Rota d'Imagna, Bergamo, 1744 - San Pietroburgo 1817) conservati dall'Accademia Carrara di Bergamo da centocinquant'anni? Perché Quarenghi è personalità tra le più importanti espresse dalla cultura della città e dei suoi territori, di statura internazionale per aver operato fuori d'Italia con continuità ed eccezionale qualità di risultati, in un periodo in cui la scena europea imprimeva un decisivo cambio di passo, nel segno della modernizzazione, perseguita con autorevolezza. Il privilegio di aver lavorato per la corte russa, in grande sintonia con Caterina II, per proseguire con Paolo I, figlio della colta e geniale imperatrice, e poi con il nipote Alessandro I, ne fanno una delle figure di spicco dell'architettura in Europa tra Settecento e Ottocento. L'impresa della catalogazione scientifica dei disegni del capace architetto bergamasco custoditi dalla Carrara nasce da un'idea di Piervaleriano Angelini, presidente dell'Osservatorio Quarenghi e acuto studioso dell'architetto ed è a cura dello stesso Angelini, di Irene Giustina, di M. Cristina Rodeschini, con la collaborazione di Maria Chiara Pesenti.

Da Nicolantonio Brudaglio a...

Schena Editore 2018

Non disponibile

35,00 €
Benché gli scultori pugliesi continuino a formarsi nelle prestigiose botteghe napoletane è significativo che nella seconda metà del Settecento proprio una bottega pugliese, quella di Nicolantonio Brudaglio ad Andria, registri un considerevole numero di contratti per la realizzazione delle opere tra la Puglia e la Basilicata. Infatti la committenza lucana, da sempre legata alla capitale partenopea, come hanno dimostrato recenti indagini, comincia a rivolgersi in questi anni anche a Nicolantonio Brudaglio, e ai suoi allievi, per la commissione di sculture in legno policromo (Splendori del Barocco defilato. Arte in Basilicata e ai suoi confini da Luca Giordano al Settecento, a cura di E. Acanfora, Catalogo della mostra 2009). La bottega dei Brudaglio in Puglia ha rappresentato per due secoli un punto di riferimento per la produzione della scultura in legno e condizionerà parte della successiva produzione in legno policromo pugliese.

Canova

Rizzoli

Non disponibile

15,49 €

Vita di Antonio Canova

Missirini Melchiorre
Universitalia 2016

Non disponibile

30,00 €
Un uomo nato in umile fortuna, e in loco oscuro e riposto, e cresciuto fra semplici e innocenti costumi, il quale esce appena a far di se prova nel mondo, già si attrae l'ammirazione dei popoli: un ingegno poderoso che senza scorta di precettore e di esempio quasi per ispirazione vede la vera strada perché si giunge all'eccellenza di un'arte difficile e laboriosa, e quella segue poi contro il consentimento degli uomini viventi, e giunge a recar quell'arte in cima d'ogni perfezione: un animo devoto alla beneficienza e alla pratica d'ogni bell'opera, di che l'umana specie si onora, il quale non pur nel petto de' suoi cittadini, ma di chiunque fra gli strani intende virtù e cortesia, acquista tal benevolenza, che si fa venerare in vita, e piangere nella morte, come per pubblica calamità, è un fenomeno straordinario nella storia del genere umano.

Pompei e l'Europa. Pompei...

Mondadori Electa 2016

Non disponibile

30,00 €
Sin dalla loro fortuita scoperta nella prima metà del XVIII secolo, le città di Ercolano e Pompei hanno attratto artisti, intellettuali, studiosi e curiosi provenienti da tutto il mondo. Sigillati dalla lava e dai lapilli, i templi e le domus, con il ricco corredo di suppellettili e gli affreschi dagli inediti accordi cromatici, perfettamente conservati, restituivano con immediatezza il mondo che li aveva prodotti; le case sembravano rianimarsi e raccontare la quotidianità degli uomini che le avevano abitate, i loro miti, i loro eroi, il loro credo. Tutta una vita, brulicante, troncata dall'implacabile falce dell'eruzione e della morte, sotto l'ombra di uno scenario tanto familiare quanto terribile: il Vesuvio. Sedotti dal fascino esercitato dai reperti classici, i moderni osservatori si confrontano con la storia, traendone, ieri come oggi, un'irrinunciabile fonte d'ispirazione. L'arte e la moderna scienza archeologica trovano a Pompei la loro patria d'adozione. Qui, come in nessun altro luogo, l'evoluzione dell'estetica ha affiancato gli sviluppi delle tecniche di scavo, in un dialogo serrato con la coscienza individuale e collettiva.

Antonio Canova. L'arte violata...

Guderzo M.
Silvana 2015

Non disponibile

22,00 €
Nel dicembre 1917 un proiettile sfonda il tetto della Gipsoteca di Possagno: la granata si frammenta in migliaia di schegge mutilando i gessi di Antonio Canova. Quest'arte violata si è rivelata nel tempo una testimonianza di straordinaria intensità ed efficacia. Le opere ferite di Canova, che appaiono come veri e propri corpi martoriati, sembrano stare in luogo dei soldati vittime della Grande Guerra che vennero sistematicamente celati per opportunità o per pudore. Il catalogo presenta la suggestiva documentazione fotografica di queste opere, realizzata all'epoca da Stefano Serafin. A cento anni dall'evento, lo sguardo di due fotografi ritorna oggi su questi stessi lavori: Guido Guidi e Gian Luca Eulisse rileggono i gessi canoviani mutilati e frammentati dalle granate e ci propongono una serie di immagini che tornano a far parlare i corpi, che pur se corpi rappresentati, così offesi e menomati, ancora oggi non sanno tacere: testimoni senza tempo della più tragica e ingiustificabile delle esperienze umane, la guerra.

Calliope e oltre. Arte e...

Bruni Arnaldo
Aracne 2015

Non disponibile

18,00 €
I nove saggi qui riuniti intendono illustrare le stazioni più significative di quel vasto movimento di arte e di letteratura, rubricato sotto l'etichetta di Neoclassicismo, ormai liberato da ogni ipoteca conservatrice. Perché il lavoro di Parini, di Monti,

Giovanni Ferrari detto il Torretti,...

Fedeli F.
Terra Santa 2015

Non disponibile

16,00 €
Il volume esce in occasione del restauro del bassorilievo raffigurante Gesù in orazione conservato presso l'Orto del Getsemani a Gerusalemme, opera di Giovanni Ferrari detto il Torretti. A distanza di quasi un secolo dall'episodio che lo danneggiò, il Custode di Terra Santa ha autorizzato il recupero di questo capolavoro di arte neoclassica, affidando i lavori al noto laboratorio fiorentino diretto da Andrea e Tommaso Fedeli. Il restauro, unitamente alla pubblicazione del volume, è stata un'occasione per avviare uno studio su Giovanni Ferrari e sulla famiglia Torretto - Giuseppe Torretto (1661-1743), Giuseppe Bernardi detto il Torrettino (1694-1774) e Giovanni Ferrari detto il Torretti (1744-1826) -, oltre che per compiere un viaggio nel panorama artistico della Serenissima tra XVII e XIX secolo. Una stirpe di artisti veneti, quella dei Torretto, purtroppo fino ad ora non abbastanza valorizzati dagli studi storico-artistici, e ricordati prevalentemente per essere stati tra i maestri del celebre Antonio Canova più che per la loro attività professionale.

Canova. La belleza e la virtù....

Hapax 2015

Non disponibile

30,00 €
Questo volume costituisce il catalogo della Mostra "Canova. La Bellezza e la Virtù" allestita presso la Biblioteca Reale di Torino dal 16 maggio al 9 agosto 2015, volta a scoprire l'anima ed il pensiero di uno dei più grandi artisti italiani di tutti i tem

Charles Percier e Pierre Fontaine....

Frommel S.
Silvana 2014

Non disponibile

65,00 €
L'opera di Charles Percier e di Pierre François Léonard Fontaine costituisce uno dei legami più importanti che si vennero a creare fra Francia e Italia alla fine del Settecento e all'inizio dell'Ottocento. I due francesi - che come da tradizione avevano compiuto un viaggio di formazione a Roma sostenevano un classicismo addolcito, fondato su un processo di assimilazione, che conciliava il modello rinascimentale - in particolare quello dei palazzi e delle case del Cinquecento - con il genius loci, le risorse locali e le scelte del committente. Sono questi scambi incrociati, attorno agli studi e all'opera degli architetti di Napoleone, che sono al centro di questo volume, che riunisce i contributi di esperti dell'Italia e della Francia nel periodo fra il 1780 e gli anni Venti dell'Ottocento, accompagnati da saggi firmati da specialisti del Rinascimento e dedicati alla percezione del grande patrimonio architettonico del Cinquecento da parte dei due francesi. Inoltre, il libro mette a confronto numerosi documenti inediti che arricchiscono la nostra conoscenza del periodo e del percorso di Percier e Fontaine, aprendo nuove ipotesi di analisi che consentirebbero di rinnovarne l'approccio.

Elogio storico del cavaliere Anton...

Bianconi Giovanni L.
Universitalia 2014

Non disponibile

20,00 €
L'Elogio storico del cavaliere Anton Raffaele Mengs, già apparso in più puntate sui fascicoli dell'"Antologia romana" del 1780, pochi mesi dopo la morte del maestro, meritava di essere subito ripubblicato integralmente, corredato da un Catalogo delle opere da esso fatte. Così, entro la fine dello stesso anno, vide la luce per la prima volta a Milano, per i tipi di Giuseppe Galeazzi, questo volumetto che adesso proponiamo nella collana Fonti e Testi di Horti Hesperidum.

Cincinnato Baruzzi (1796-1878)

Mampieri Antonella
Bononia University Press 2014

Non disponibile

25,00 €
Allievo di Antonio Canova, alla cui morte sarà incaricato di dirigerne lo studio per un decennio, vive personalmente il passaggio dalla cultura neoclassica a quella purista, divenendo riferimento per molti scultori bolognesi della generazione successiva. La sua produzione fu rivolta a committenti italiani e ancor più al mercato internazionale, spaziando dalla Russia alla Francia, dall'Inghilterra al Sud America. A Bologna esegue alcuni monumenti per il cimitero della Certosa, la tomba dei principi Baciocchi-Bonaparte in San Petronio, le sculture divise tra varie raccolte pubbliche municipali.

La palazzina dei Servi a Firenze....

De Benedictis C.
EDIFIR 2014

Non disponibile

25,00 €
Il volume illustra la storia, le funzioni ed il restauro del più pregevole edificio neoclassico fiorentino: la Palazzina dei Servi. Il complesso costituisce una delle rare testimonianze architettoniche della breve stagione del neoclassicismo a Firenze, progettato dal più francese degli architetti fiorentini: Luigi Cambray-Digny. Il difficile restauro, compiuto dall'Ateneo Fiorentino, sia architettonico che pittorico ha trasformato il complesso in un moderno Polo Universitario ed ha restituito alla città un bene che a tutti gli effetti può entrare a far parte di nuovi itinerari culturali.

William Blake

Chesterton Gilbert K.
Medusa Edizioni 2014

Non disponibile

14,00 €
Il più ortodosso degli scrittori e il più eterodosso degli artisti, ovvero il cattolico Gilbert Keith Chesterton e il visionario William Blake: un incontro apparentemente impossibile e che invece prende corpo in questo piccolo capolavoro dimenticato. Appar

Bernardino Bison a Gorizia. Un...

D'Anza D.
Marsilio 2013

Non disponibile

12,00 €
Nato a Palmanova nel 1762, Giuseppe Bernardino Bison si forma a Venezia, dove soggiorna per più di trent'anni. Fra le lagune si distingue soprattutto come abile collaboratore di più affermati pittori, attivi nelle decorazioni ad affresco. Poco dopo la caduta della Serenissima Repubblica, nel 1802, decide di trasferirsi a Trieste, il nuovo emporio commerciale sostenuto dalla casa d'Asburgo. Nella città giuliana, pur proseguendo la sua attività di decoratore, Bison s'impone soprattutto nell'esecuzione di piccole tempere vedute, paesaggi, e capricci - di stampo settecentesco, più affini al gusto borghese dei nuovi committenti. A guisa di ponte tra la decaduta civiltà veneziana e il "mondo novo", egli incarna nella Trieste neoclassica l'anima coloritrice del Settecento veneziano, proiettandovi gli ultimi bagliori di quell'irripetibile stagione artistica. Spinto forse dal desiderio di agevolare la carriera del figlio Giuseppe, anch'egli pittore, decide nel 1831, quasi settantenne, per il trasferimento a Milano, dove muore nel 1844.

Jodice Canova. Catalogo della...

Jodice M.
Marsilio 2013

Non disponibile

35,00 €
La scelta di rendere omaggio a Antonio Canova non poteva che muovere dall'incontro con chi già nel 1992, l'aveva capito e restituito in immagini che sono diventate, esse stesse, opere d'arte. Questo autore, questo artista contemporaneo, non poteva essere che Mimmo Jodice. Jodice non è solo un fotografo d'arte, ma è un uomo di sguardi e visoni, che si è voluto confrontare con lo scultore forse più complesso di tutti i tempi. Di fronte a Canova, Jodice ha scelto di misurarsi con amore e aristocrazia intellettuale e ora, attraverso una serie emozionante di inediti particolari, ci consegna una nuova visione contemporanea, concettualmente lucida, autorevole e avvincente di questo grande artista di tutti i tempi.

La Rotonda di Andrea Palladio

Golin Gianantonio
Marsilio 2013

Non disponibile

14,00 €
È lo stesso Palladio a introdurci alla Rotonda, nei suoi "Quattro libri". In essa pare concludersi la lunga evoluzione di un pensiero, la definizione di un'idea, tanto che la rotonda è per molti sorici e critici dell'opera palladiana la sintesi di tutte le sue realizzazioni. La novità del modello, in certo modo trasgressivo, superò qualsiasi riferimento all'antichità e di fatto essa divenne uno degli edifici più imitati della storia dell'architettura.

Canova, l'ultimo capolavoro. Le...

Ceriana M.
Silvana 2013

Non disponibile

18,00 €
Il volume è dedicato all'ultima impresa di Antonio Canova, ovvero la realizzazione delle trentadue metope per il fregio del Tempio che egli stesso aveva ideato per il suo paese d'origine, Possagno. Il recente restauro di sei bassorilievi in gesso conservat

Amore e Psiche. La favola dell'anima

Fontanella E.
Bompiani 2013

Non disponibile

39,00 €
La storia di Amore e Psiche, sospinta nel vento del Sahara, arriva fino alle porte di Cartagine, dove viveva nel II secolo d.C. Apuleio, colto e attento avvocato, che la incastona come un diamante prezioso tra le pagine della sua opera. Passando di respiro in respiro, raccontata sottovoce nelle notti più buie, la favola arriva fino a noi. Da allora i tanti risvolti simbolici e allegorici che compongono e intrecciano la vicenda, e la stessa forza semantica dei nomi dei protagonisti, ne hanno moltiplicato le trasposizioni artistiche, letterarie e filosofiche aumentando quel rapporto tra amore e anima che arriverà a configurarsi come una delle contraddizioni più forti e insolubili del nostro tempo. Profonda storia di amore, di morte e di vita. Il racconto di Apuleio sarà amato da molti artisti e letterati, diventando un modello del percorso evolutivo dell'anima e tessendo nei secoli una fitta rete di rimandi visivi e concettuali tra pittura, scultura, letteratura e poesia. Fino ad arrivare ancora intatta alla nostra sete di eternità. In questi sentieri dell'anima - da percorrere in silenzio per riuscire a percepire il respiro dell'infinito - vorremmo accompagnarvi per entrare nel cammino dei tanti cercatori d'anima e impararne la strada. Un viaggio per immagini che attraversa i secoli, dai capolavori della Magna Grecia all'arte romana, da Raffaello a Canova, fino all'arte contemporanea, raccontato da studiosi, scrittori e storici dell'arte.

Dipinti tra Rococò e Neoclassicismo...

Petrucci F.
Gangemi 2013

Non disponibile

25,00 €
Il volume è il catalogo della mostra di Cavallino di Lecce (Palazzo Ducale dei Castromediano, 21 settembre - 15 dicembre 2013). La mostra è dedicata alla memoria di Fiammetta Luly Lemme (Ancona, 20 marzo 1937 - Roma, 29 marzo 2005), avvocato, collezionista e studiosa d'arte, moglie dell'avvocato Fabrizio Lemme, che con lei ha condiviso i medesimi interessi per l'arte e il collezionismo, che ancora coltiva. La collezione Lemme, formata con la consulenza di insigni studiosi quali Federico Zeri, Italo Faldi e Giuliano Briganti, fornisce un rilevante materiale di studio per la conoscenza della pittura barocca, rococò e proto-neoclassica, con particolare attenzione al Settecento romano.

Canova. La bellezza e la memoria

Ericani G.
Palombi Editori 2013

Non disponibile

22,00 €
Dopo Roma è la volta di Firenze che si avvale del privilegio di ospitare la sensibilità neoclassica del Maestro Antonio Canova in una mostra che vuole mettere l'attenzione oltre che sull'idea di Bello, Grazia e Sublime, anche sullo stretto rapporto che l'artista di Possagno aveva con la città di Firenze e tutte le sue bellezze. Firenze per Canova aveva pochi segreti. Iniziò a frequentarla ben presto, lasciandosi conquistare dai suoi capolavori artistici, dalla sua inesauribile capacità seduttiva, dalla sua atmosfera ricca di fermenti, dalla sua signorilità diffusa, al punto da annotare che: "non vidi mai contadine sì bene vestite come qui." Lo colpì il giardino di Boboli per il gran numero di statue cinquecentesche, le opere del Vasari, di Francesco Salviati, "il deposito di Michel'Angielo Buonaroti". Canova in terra toscana grazie alla proficua collaborazione tra il Museo Civico di Bassano del Grappa, proprietario del patrimonio canoviano in mostra, e Casa Buonarroti, padrona di casa negli spazi che ospitano una rassegna di opere e disegni non solo emblemi delle idee canoviane ma anche testimoni della bellezza frutto della memoria, secondo quella pratica che vedeva Firenze come exemplum irraggiungibile della soluzione salvifica della bellezza.

Amore e Psiche a Milano. Antonio...

Pomarède V.
Rubbettino 2012

Non disponibile

29,00 €
L'annuale mostra che il Comune di Milano organizza insieme a Eni e al Louvre, proponendo celebri capolavori d'arte, vede quest'anno l'esposizione di due grandiose rappresentazioni della leggenda di Amore e Psiche narrata nelle Metamorfosi di Apuleio, l'una rappresentata dal maestoso gruppo scultoreo di Antonio Canova e l'altra dal sensuale dipinto di François Gérard ispirato proprio all'opera dell'artista veneto. L'opera di Canova (di cui peraltro esistono altre due versioni, una delle quali conservata sempre al Louvre e l'altra all'Hermitage di San Pietroburgo) venne realizzata tra il 1788 e il 1793, su commissione del tenente colonnello Campbell che incontrò l'artista durante un suo soggiorno napoletano. Quando l'opera verrà terminata il Campbell non riuscirà però a tenere fede all'impegno e la scultura verrà acquistata da Gioacchino Murat e portata in Francia. Il gruppo scultoreo ottenne grande successo tra i contemporanei tanto da ispirare, tra l'altro, una celebre ode di Keats (Ode to Psyche) e l'opera di Gérard qui esposta. La mostra è accompagnata da un catalogo (ed. Rubbettino) che ha la peculiarità di presentarsi in forma interdisciplinare, accogliendo non solo saggi di storia e critica dell'arte ma anche di carattere filosofico (si segnala a tal riguardo, per esempio, l'interessante saggio di Giulio Giorello).

Cupid and Psyche in Milan. Canova,...

Pomarède V.
Rubbettino 2012

Non disponibile

29,00 €
L'annuale mostra che il Comune di Milano organizza insieme a Eni e al Louvre, proponendo celebri capolavori d'arte, vede quest'anno l'esposizione di due grandiose rappresentazioni della leggenda di Amore e Psiche narrata nelle Metamorfosi di Apuleio, l'una rappresentata dal maestoso gruppo scultoreo di Antonio Canova e l'altra dal sensuale dipinto di François Gérard ispirato proprio all'opera dell'artista veneto. L'opera di Canova (di cui peraltro esistono altre due versioni, una delle quali conservata sempre al Louvre e l'altra all'Hermitage di San Pietroburgo) venne realizzata tra il 1788 e il 1793, su commissione del tenente colonnello Campbell che incontrò l'artista durante un suo soggiorno napoletano. Quando l'opera verrà terminata il Campbell non riuscirà però a tenere fede all'impegno e la scultura verrà acquistata da Gioacchino Murat e portata in Francia. Il gruppo scultoreo ottenne grande successo tra i contemporanei tanto da ispirare, tra l'altro, una celebre ode di Keats (Ode to Psyche) e l'opera di Gérard qui esposta. La mostra è accompagnata da un catalogo (ed. Rubbettino) che ha la peculiarità di presentarsi in forma interdisciplinare, accogliendo non solo saggi di storia e critica dell'arte ma anche di carattere filosofico (si segnala a tal riguardo, per esempio, l'interessante saggio di Giulio Giorello).

Amour et Psyche à Milan, Canova,...

Pomarède V.
Rubbettino 2012

Non disponibile

29,00 €
L'annuale mostra che il Comune di Milano organizza insieme a Eni e al Louvre, proponendo celebri capolavori d'arte, vede quest'anno l'esposizione di due grandiose rappresentazioni della leggenda di Amore e Psiche narrata nelle Metamorfosi di Apuleio, l'una rappresentata dal maestoso gruppo scultoreo di Antonio Canova e l'altra dal sensuale dipinto di François Gérard ispirato proprio all'opera dell'artista veneto. L'opera di Canova (di cui peraltro esistono altre due versioni, una delle quali conservata sempre al Louvre e l'altra all'Hermitage di San Pietroburgo) venne realizzata tra il 1788 e il 1793, su commissione del tenente colonnello Campbell che incontrò l'artista durante un suo soggiorno napoletano. Quando l'opera verrà terminata il Campbell non riuscirà però a tenere fede all'impegno e la scultura verrà acquistata da Gioacchino Murat e portata in Francia. Il gruppo scultoreo ottenne grande successo tra i contemporanei tanto da ispirare, tra l'altro, una celebre ode di Keats (Ode to Psyche) e l'opera di Gérard qui esposta. La mostra è accompagnata da un catalogo (ed. Rubbettino) che ha la peculiarità di presentarsi in forma interdisciplinare, accogliendo non solo saggi di storia e critica dell'arte ma anche di carattere filosofico (si segnala a tal riguardo, per esempio, l'interessante saggio di Giulio Giorello).

Antonio Canova e l'Accademia di San...

Cesareo Antonello
Morlacchi 2012

Non disponibile

18,00 €
"Tostochè il Canova seppe che il Santo Padre avvicinavasi a Roma, sempre più lieto che il sommo Gerarca potesse liberamente esercitare l'alto suo ministero in questa capitale del mondo cattolico, indipendentemente da ogni vincolo, come egli con la sua ingenuità avea esposto a Napoleone ne' suoi dialoghi; egli non capiva in sé per l'allegrezza: e per darne non dubbia prova, andò a incontrare il pontefice innanzi che giungesse in Roma e gli raccomandò l'Accademia di San Luca, implorando protezione alle arti ed agli artisti; e lo stesso poi fece col cardinale Consalvi: e le arti ottennero protezione ed incremento." (Antonio D'Este)

Canova e la danza. Catalogo della...

Guderzo M.
Terra Ferma Edizioni 2012

Non disponibile

37,00 €
Antonio Canova, il più grande interprete del neoclassicismo, amava il teatro e la musica. Per questo in molte sue sculture e in molti suoi dipinti egli traduce il dinamismo, la grazia e la leggerezza della danza e della musica. Il volume, riccamente illust

Palazzo Milzetti. Museo Nazionale...

Colombi Ferretti Anna
Longo Angelo 2012

Non disponibile

15,00 €
Palazzo Milzetti offre una testimonianza rara e preziosa dell'arte neoclassica: le architetture di Pistocchi e Antolini, gli stucchi del Trentanove e dei Ballanti Graziani e, soprattutto, le pitture di Giani hanno creato un luogo di grande fascino. E il tempo non ne ha alterato l'aspetto: i Milzetti non vi hanno mai veramente abitato e i proprietari successivi non ne hanno alterato la fisionomia. La facciata sobria non lascia indovinare quali meraviglie riveli l'interno: ambienti riccamente decorati, in cui scene mitologiche ed episodi di storia antica si intrecciano con magistrale eleganza a elementi naturalistici e fantastici. Lo Stato Italiano ha acquistato questo luogo straordinario e l'ha trasformato in Museo, rendendolo così accessibile al pubblico.