Petrillo F.

Petrillo F.

Dialoghi tra diritto, letteratura e...

Petrillo F.
Solfanelli 2017

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Il convegno "Dialoghi tra Diritto, Letteratura e Politica: Le sfide della globalizzazione e la crisi del costituzionalismo", di cui vengono pubblicati gli atti affronta il complicato tema del rapporto tra analisi del testo letterario e analisi del testo giuridico, alla ricerca di ulteriori praticabili strade da percorrere per la narrazione - la costruzione, de-costruzione e ricostruzione della trama nell'ordito - giuridica e letteraria, al fine di porre in evidenza problemi socio-politico-giuridici della complessità, emergenti tanto dagli atti dei processi giudiziari, quanto da romanzi non solo legati al filone legal-criminale, ma anche alla storiografia. Nei racconti di processi, storia, politica, psicologia, vicende economiche, sono presenti spaccati reali e spesso irrisolti delle società contemporanee, comprensibili e percepibili fino in fondo, in tutte le loro più variegate sfaccettature, soltanto attraverso l'umiltà del ricercatore che non si accontenta più di antiquati paradigmi, linguaggi già formalizzati, tranquilli sentieri già percorsi dalla ricerca scientifica mono-disciplinare.

Opere politiche. Discorso politico...

Sammarco Ottavio
Club di Autori Indipendenti 2018

Non disponibile

15,00 €
"Ottavio Sammarco fu il più grande apologeta politico delle Spagne, fu colui che dimostrò i benefici che il re di Napoli, re delle Spagne tutte, arrecò all'Italia intera. È l'esatto contrario del pessimismo a infervorare il suo libro: una cieca fiducia nel destino delle Spagne, la certezza del prestigio che onorava il Regno restando parte integrante della confederazione delle Spagne; quella fede in Napoli che fu vero e proprio patrimonio dell'autentica Napoli, è stata convertita dalla schiavitù del provincialismo attuale in un triste complesso d'inferiorità. Per un errore di lettura Tommaso Persico non fu in grado di distinguere il nobile spirito degli uomini della Napoli spagnola dalla povertà intellettuale della Napoli conquistata dal Piemonte. Solo ed esclusivamente per questo motivo non capì Ottavio Sammarco, napoletano vero".