Ruggiero Elena

Ruggiero Elena

Domus occulta. Un'avvocatessa in...

Ruggiero Elena
Guida 2018

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
È il 19 settembre, mani a raccogliere le prime foglie in caduta, altre giunte, in attesa della liquefazione del sangue di San Gennaro, mentre io, nel mio studio, di ritorno da una vacanza in quel di Itaca, mi troverò a dover ricevere una cliente inaspettata, una étoile, di nome Letizia, che mi denuncerà un'aggressione di cui, stranamente, non ricorda nulla, né è in grado di riconoscere il suo carnefice. In un primo momento, quasi a voler prendere le distanze dall'oscura vicenda, ascolterò il racconto della giovane, dall'alto di un (décolleté) tacco dodici, appena comperato, quale premio che solitamente mi attribuisco ad ogni definizione giudiziaria. Ma un particolare mi incuriosirà; l'inaspettata cliente farà rotolare sulla scrivania un oggetto, una coccinella, che un impalpabile ed inquietante sconosciuto, che definirà "il Bogart", le avrebbe regalato nel corso di inspiegabili visite dietro la vetrata della sala da ballo, in cui si soffermava tutti i giorni a scrutarla, sino a scomparire al termine della lezione. Non sarà l'unico indiziato. Io sui miei irrinunciabili tacchi, e "Tetti", così la chiamerò, sulle sue punte, alla ricerca del "demone", inseguiremo personaggi avvolti da quella nebbiolina partenopea, che talvolta dona intensità e calore ai brillanti scenari della baia, ma nei vicoli bui e sordi si insinua nelle pieghe dei volti, sino ad offuscarne la visuale. Solo lontani echi del passato, ed il lento e curioso avanzare dei nostri passi, sull'umido ed insidioso selciato, saranno in grado di scioglierla.