Arte dei popoli indigeni

Filtri attivi

Le belle arti e i selvaggi. La...

Verde Simone
Marsilio 2019

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
In Italia, il patrimonio viene per lo più riferito dalla critica alla celebrazione e al culto dell'identità. Le prime misure di protezione, cioè, stimolate dalla ricchezza del passato, scaturirebbero dall'orgoglio civico per le vestigia della tradizione classica. In questo libro l'autore propone una lettura inedita dei documenti e ribalta la tesi. Se fino al XV secolo vennero salvaguardati beni in cui si manifestava il divino, la storia moderna dell'arte e della tutela sarebbero nate dall'incontro con l'altro. Quando Keplero annunciò le sue scoperte sulle rotte del cielo, in effetti, si comparò a Cristoforo Colombo e a Magellano. Francis Bacon, per significare l'ampiezza della sua riforma, fece incidere sul frontespizio dell'Instauratio Magna l'immagine di una caravella in procinto di doppiare le Colonne d'Ercole, rappresentate da due fusti all'antica, estremo saluto all'unitarietà dell'estetica classica. L'apertura su un universo sconosciuto che insidiava i principi di quello noto prese spesso a prestito il viaggio verso le Americhe ma, come ha scritto Jacob Burckhardt, «il vero scopritore non è colui che sbarca per caso su una terra sconosciuta, ma colui che, dopo averla cercata, la trova». Gli esploratori che per primi avvistarono le terre del nuovo continente compirono così una mutazione antropologica in corso da qualche secolo, provocando l'apparizione progressiva delle scienze dell'uomo, la nascita della moderna storia dell'arte e delle prime forme di protezione patrimoniale. Prefazione di Tomaso Montanari e Postfazione di Fabio Dei.

Ex Africa. Storie e identità di...

Bassani Ezio
Skira 2019

Disponibile in 3 giorni

39,00 €
"Dall'Africa sempre qualche sorpresa", lo segnalava già Plinio il Vecchio scrivendo "ex Africa semper aliquid novi". Qui, il titolo "Ex Africa" allude anche a qualcosa d'altro, a un mondo che ormai non esiste più, definitivamente mutato nell'impatto con la modernità e con il modello culturale occidentale. Il sottotitolo, Storie e identità di un'arte universale, è la chiave interpretativa del racconto, fatto di storie d'arte e non solo; quindi anche storie di uomini e di incontri, di passato e di presente, a testimonianza del carattere contemporaneo di queste tematiche. Il volume, con oltre duecentocinquanta opere, raffinate testimonianze di grandi culture, traccia un viaggio nel tempo e nei luoghi tra l'XI e il XXI secolo, documentando, in nove sezioni, le, storie delle esplorazioni portoghesi del XV e XVI secolo e quelle dei grandi regni africani, l'eredità stilistica che le avanguardie storiche e la cultura europea hanno rielaborato nel secolo scorso e le dirompenti proposte di un'arte africana contemporanea.

Katonimana. Contemporary artists...

Antiga Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Oltre 140 opere per raccontare passato e futuro dell'arte di un arcipelago straordinario - più di 330 isole nell'area compresa tra l'Australia e le Hawaii -, crogiuolo di genti dalle diverse culture, tradizioni, identità, idiomi. Arte tradizionale e arte più contemporanea che sanno affrontare temi e problemi locali e globali: l'eterna bellezza della natura insieme agli sconvolgimenti del cambiamento climatico; il fascino di antiche cerimonie che si perdono nella notte dei tempi insieme alla prorompente coscienza sociale delle nuove generazioni. Un grande repertorio di materiali, oltre che di stili, bellezze e ispirazioni che testimonia la creatività e la fantasia di questi artisti isolani che, malgrado differenze e distanze, continuano a rimanere legati dal comune oceano che li tiene insieme come una grande comunità.

Dissoi logoi, Edizione criticamente...

Maso Stefano
Storia e Letteratura 2018

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
È ora a disposizione la prima edizione monografica italiana dedicata alla celebre anonima raccolta di nove dispute, pervenutaci insieme agli scritti di Sesto Empirico. Valorizzata a suo tempo nell'edizione dei Frammenti dei Presocratici di Hermann Diels (1903), ne sono ora ridiscusse le caratteristiche formali e strutturali. In particolare è proposta un'inconsueta collocazione temporale: seguendo e integrando l'ipotesi di Santo Mazzarino, non si tratterebbe di un tardo scritto di scuola sofistica, ma piuttosto di uno dei primi tentativi in assoluto di argomentazione secondo quella che, intorno alla metà del V secolo a.C., si viene affermando come un'efficace tecnica sofistica.

Africarte. Tradizione ed estetica

Editrice La Grafica 2018

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
La pubblicazione raccoglie una rigorosa selezione di manufatti dell'arte Sub-sahariana dalla collezione Pistorelli-Benedetti. Un percorso culturale iniziato una decina d'anni fa che, negli ultimi anni, si è concretizzato con l'acquisizione di maschere e caschi cerimoniali, statue raffiguranti maternità, feticci e figure di potere, oggetti d'uso quotidiano. La scultura africana ha ormai acquisito, a pieno diritto, una consacrazione ufficiale nel mondo come testimonianza di tradizione e di espressione artistica.

Aztechi, Maya, Inca e le culture...

Silvana 2018

Disponibile in 3 giorni  
MONOGRAFIE ARTE

34,00 €
Il volume, a cura di Antonio Aimi e Antonio Guarnotta, offre una lettura nuova e aggiornata delle più importanti culture della Mesoamerica e dell'area peruviana, attraverso magnifici reperti del MIC, Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, e di vari musei italiani. Alla luce delle più recenti ricerche archeologiche ed etnostoriche, vengono analizzate le culture degli Aztechi, dei Maya, degli Inca e delle altre popolazioni dell'antica America e approfondite tematiche di grande interesse: la conquista dell'America vista dalla parte dei vinti, la condizione della donna, i sistemi di calcolo dell'antico Perù e l'arte precolombiana presentata come arte e non solo come archeologia. Presentazione di Eugenio Maria Emiliani e Claudia Casali.

Mama Africa. La maternità nell'arte...

Albertino Bruno
Neos Edizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

27,00 €
Un viaggio estetico e antropologico nell'arte africana, alla scoperta della maternità, concetto ispiratore di opere scultoree di grande originalità.

Il serpente e il fuoco sacro. Il...

Slifer Dennis
Terra di Mezzo 2015

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
"Per l'uomo primitivo la terra era tutto, la fonte di ogni sostentamento. Era la madre di ogni cosa creata, e nel suo grembo dimoravano gli spiriti ancestrali. La Madre Terra era l'origine delle credenze religiose, secondo le quali tutte le cose erano animate e avevano una forza spirituale."

Kokopelli. La magia, l'allegria e...

Slifer Dennis
Terra di Mezzo 2014

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
"Quale che fosse la sua funzione, è chiaro che gli elementi dell'arte rupestre sono simboli complessi e potenti anziché semplicemente decorativi. Fare arte rupestre significava soprattutto entrare in relazione con ambiti soprannaturali e spirituali, con luoghi selezionati perché considerati divini o abitati da spiriti."

L'avanguardia primitiva. La...

Scalpendi 2014

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Il volume cerca di delineare il profilo di Alessandro Passaré collezionista sullo sfondo della Milano del secondo dopoguerra. È in quel contesto, infatti, che il medico milanese si innamora prima dell'arte dei suoi contemporanei, con aperture verso l'arte

Arte africana. Ediz. illustrata

Bassani Ezio
Skira 2012

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Delle opere d'arte africana, certamente decontestualizzate quando sono esposte in un museo conosciamo spesso la "vita occidentale", i nomi dei raccoglitori e dei proprietari, ma ignoriamo quasi sempre le circostanze della loro creazione, le innovazioni formali introdotte dall'autore e addirittura l'esistenza di quest'ultimo, quasi che esso sia solo uno strumento. L'universo sterminato della scultura africana è il risultato di un processo evolutivo complesso e diversificato, un mosaico variegato prodotto da una storia ricca e molteplice di contaminazioni stilistiche determinate da contatti, migrazioni, guerre e alleanze. Obiettivo di quest'opera è presentare le arti figurative tradizionali dell'Africa Nera nel modo più esaustivo possibile ed esporre in forma sintetica le caratteristiche storiche, formali, simboliche e funzionali che le distinguono. L'aggettivo "tradizionale" definisce le opere non create per il mercato dell'arte ma in risposta ai bisogni religiosi, politici e anche estetici delle società africane del passato. La scultura è il mezzo prevalente con cui si sono espressi gli artisti africani del passato. La figura umana, evocativa di personaggi importanti della comunità, reali o simbolici, o di entità che facilitano il contatto con il soprannaturale, è il soggetto quasi esclusivo della loro creazione.

Powerfull headdresses. Africa-Asia

Van Cutsem Anne
5 Continents Editions 2010

Disponibile in 3 giorni

55,00 €
Il volume "Powerful Headdresses Africa-Asia" illustra gli oltre 100 copricapo della collezione Ira Brind. La natura circostante si è mostrata generosa con gli artigiani che, attraverso il loro genio creativo e le loro abilità manuali, hanno saputo sfruttare le risorse naturali con eccezionale destrezza. Fibre, grani, foglie e fiori sono presi in prestito dal mondo vegetale, mentre piume cangianti, conchiglie immacolate o iridescenti, denti, pellicce, provengono dal mondo animale; anche ferro rame, argento e oro contribuiscono ad arricchire di forza e splendore i copricapo che si presentano sotto forma di cappelli, nastri, parrucche, corone e fasce. Per secoli, le vie del commercio e di pellegrinaggio hanno agevolato la disponibilità di materiali rari e di manufatti nonché la diffusione di nuove tecniche di fabbricazione. Adolescenti iniziati e adulti, cacciatori e guerrieri, dignitari religiosi e guaritori, sovrani e notabili, figlie nubili, donne maritate e giovani madri, a ogni ruolo spettano copricapo specifici di cui l'autrice svela la ricchezza simbolica.

L'arte inca e le culture...

Aimi Antonio
Giunti Editore 2009

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
La presente pubblicazione è dedicata all'arte Inca e alle culture preispaniche del Perù, dal Periodo Formativo (2000-200 a.C.) all'Orizzonte Tardo (1438-1532). Una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un utilissimo quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

D'incanto in incanto. Storia del...

Ciminelli M. Luisa
CLUEB 2008

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Quel che oggi chiamiamo arte primitiva ha affascinato l'Occidente sin dal tempo delle grandi scoperte geografiche. Nel Rinascimento i manufatti esotici, provenienti dall'Africa fin dalla seconda metà del Quattrocento ed in seguito dalle Nuove Indie, suscitavano incanto e meraviglia: oggi si inaugurano nuovi musei ad essi dedicati, e le aste di arte primitiva registrano valori inusitati. Il libro ripercorre le tracce di questa storia, che è storia dell'appropriazione, della ricezione e della fruizione (in una parola, del consumo) degli artefatti esotici in Occidente. Al tempo stesso, illumina il tentativo di distanziare gli Altri da Noi, respingendoli in un esotico funzionale alla mercificazione non solo della loro arte e artigianato, ma delle loro stesse culture.

Costumi e tessuti dell'Africa. Dai...

Bouttiaux Anne-Marie
5 Continents Editions 2008

Disponibile in 3 giorni

59,00 €
Il libro presenta una notevole raccolta di costumi, tessuti e accessori usati per il vestiario quotidiano e per le cerimonie rituali, provenienti dalle diverse regioni dell'Africa. I saggi e le fotografie permettono di svelarne tutte le particolarità descrivendo la storia delle tecniche e del simbolismo di questa vera e propria forma di eredità culturale. I motivi figurativi stilizzati, che illustrano episodi storici o mitologici, e i disegni geometrici e astratti sono influenzati, infatti, dai significati più reconditi che l'artigiano ha voluto rappresentare. La scelta stessa del materiale utilizzato, come lana, cotone, rafia o corteccia, è una parte importante nel lavoro di creazione di queste coloratissime opere d'arte.

Scoperta delle arti cosiddette...

Tzara Tristan
Abscondita 2007

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
"Aprendo nuove vie alla creazione artistica, la scoperta delle arti primitive esercitò un'influenza indubbia sul cammino delle idee. E il clima di favore creato dagli artisti all'inizio del ventesimo secolo ad aver reso possibile lo studio delle forme di s

La danza degli spiriti. Arte...

Alberghina Anna
Effatà 2019

Non disponibile

15,00 €
Attraverso la presenza di opere pittoriche di artisti africani contemporanei e una selezione di opere di arte tradizionale, rappresentative delle più interessanti tradizioni animiste di certi gruppi culturali di Otto-Novecento, Bruno e Anna, con la loro Collezione, danno voce a un percorso di osmosi culturale. Questa indagine, così interessante perché viene affrontata sia visivamente con la presenza delle opere, sia attraverso testi di approfondimento antropologico, che accompagnano il percorso espositivo, ci aiuta nel compito che guida il lavoro e gli obiettivi di sempre del Museo africano. Parlare di Afriche, di passato e presente, di tradizionale, ma anche di moderno... continuando ad aggiungere nuovi pezzi, come quelli che completano e compongono un puzzle e arrivare a far conoscere, apprezzare, indagare i tanti aspetti che riguardano questo continente e le sue persone.

Le civiltà e il Mediterraneo. Ediz....

Skira 2019

Non disponibile

29,00 €
Un complesso di oltre cinquecentocinquanta reperti dall'Età Neolitica alla Tarda Antichità è il fulcro di "Le Civiltà e il Mediterraneo", mostra internazionale presentata a Cagliari presso il Museo Archeologico e Palazzo di Città. Un invito a scoprire la centralità della Sardegna all'interno delle millenarie rotte e vie di scambio attraverso le quali, proprio sulle coste del Mar Mediterraneo, si sono diffusi idee, modelli culturali, tecniche e manufatti. I reperti provenienti dal Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, dal Museum für Vor und Frühgeschichte di Berlino, dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dal Musée National du Bardo di Tunisi, dal Museo Archeologico di Salonicco e dal Polo Museale della Sardegna, con i Musei Archeologici Nazionali di Cagliari, Sassari e Nuoro, danno vita a un racconto dove si intrecciano scoperte e territori, consonanze e singolarità tra culture diverse, che hanno popolato il bacino del Mediterraneo ma anche le regioni del Caucaso, con le quali, in mostra, si evidenziano possibili contatti o sviluppi paralleli. Una storia lunga e spettacolare che attraversa le epoche, un percorso tra manufatti di eccezionale valore e qualità che riportano alle origini dell'uomo e alla conoscenza della sua evoluzione.

Tiki Pop. Ediz. inglese, francese e...

Kirsten Sven
Taschen

Non disponibile

15,00 €
Una civiltà insulare e rifugi immersi tra le canne di bambù hanno dato il via a un fenomeno culturale pop senza eguali. Nell'America di metà secolo il fascino immaginifico del Tiki permeava la moda, la musica, il cibo, le bevande, e l'architettura. «Tiki Pop» traccia lo sviluppo del fenomeno Tiki come visione romantica e appropriazione culturale, dalle prime spedizioni di James Cook nelle isole del Pacifico fino ai dipinti esotici di Gauguin, alle fantasie giunglesche hollywoodiane e agli elaborati templi eretti per celebrare il dio creatore Tiki. Grazie a centinaia di immagini, la storia delle icone pop Tiki si dipana dagli albori fino alla spettacolare caduta, avvenuta in concomitanza con una crescente consapevolezza dei misfatti coloniali compiuti dalla civiltà occidentale...

Tiki Pop. Ediz. inglese, francese e...

Kirsten Sven
Taschen

Prossima uscita

15,00 €
Una civiltà insulare e rifugi immersi tra le canne di bambù hanno dato il via a un fenomeno culturale pop senza eguali. Nell'America di metà secolo il fascino immaginifico del Tiki permeava la moda, la musica, il cibo, le bevande, e l'architettura. «Tiki Pop» traccia lo sviluppo del fenomeno Tiki come visione romantica e appropriazione culturale, dalle prime spedizioni di James Cook nelle isole del Pacifico fino ai dipinti esotici di Gauguin, alle fantasie giunglesche hollywoodiane e agli elaborati templi eretti per celebrare il dio creatore Tiki. Grazie a centinaia di immagini, la storia delle icone pop Tiki si dipana dagli albori fino alla spettacolare caduta, avvenuta in concomitanza con una crescente consapevolezza dei misfatti coloniali compiuti dalla civiltà occidentale...

Australia e i suoi...

Mattanza Alessandra
La Compagnia della Stampa 2018

Non disponibile

60,00 €
L'Australia è un altro pianeta, un'utopia, un sogno. È una terra giovane, magica e selvaggia, dalla natura ancora intatta e incontaminata, dai paesaggi infiniti e sterminati, custode di una delle culture più antiche al mondo, quella degli aborigeni, un popolo fiero e guerriero, che tende a scomparire travolto dall'avanzare del presente e del progresso. Adesso è però proprio l'arte aborigena a fare da ambasciatrice di questo meraviglioso Paese nel mondo, con la sua storia, tramandata di generazione in generazione, attraverso le tradizioni, gli usi e i costumi, con dipinti punteggiati che riproducono mappe del territorio meglio di una cartina, con la simbologia di figure di animali mitici che raccontano sogni e leggende, incisioni e dipinti sulla roccia, spiriti che occhieggiano inquietanti dalla superficie delle cortecce.

Artes africanae. Ediz. italiana e...

Carini Vittorio
Gaspari 2018

Non disponibile

20,00 €
I Quaderni di Artes Africanae, nome latino ripreso dal titolo di un volume del 1875 dell'esploratore e botanico Georg Schweinfurth, nascono dall'incontro di un gruppo di studiosi, appassionati e collezionisti italiani di sculture, maschere ed oggetti appartenenti alle diverse culture di cui l'Africa è da secoli generosa apportatrice. La sinergia di questi amici ha reso possibile la creazione di un sito Web, costola dell'omonimo forum on-line di discussione, in cui si svolgono esposizioni virtuali sui variegati aspetti sociali, religiosi, storici, ma soprattutto artistici di alcune di quelle numerose popolazioni che si estendono dal Golfo di Guinea fino al Centro Africa. Ogni Quaderno presenterà quindi due volte all'anno un'esposizione specifica sull'arte di una particolare popolazione o su diverse tematiche, sempre attinenti allo scibile artistico africano.

Baga. Ediz. inglese

Curtis Marie Yvonne
5 Continents Editions 2018

Non disponibile

35,00 €
Con i Nalu e i Landuma, i Baga sono piccole comunità risicole che vivono lungo la costa della Guinea, in Africa occidentale. I Baga sono diventati universalmente conosciuti dalla fine del XIX secolo grazie alle bellissime sculture scoperte dagli esploratori, dagli amministratori coloniali, dagli etnologi, dai collezionisti e dai mercanti d'arte. Oggi gli oggetti d'arte Baga vengono ammirati nelle collezioni pubbliche e private dei paesi occidentali. Si tratta perlopiù di maschere in legno di diverse tipologie, di statue, statuette, ma anche di stupendi strumenti a percussione, seggi per i capi e altri oggetti utilitari sapientemente scolpiti che gli stessi Baga ci presentano secondo le loro esperienze, perché un tempo quegli oggetti sacri erano concepiti e utilizzati secondo le loro antiche credenze religiose, basate sulla presentificazione delle entità divine, sui culti dedicati agli antenati, sui riti di passaggio, sull'esistenza di confraternite segrete e sull'organizzazione di cerimonie sociali importanti come i matrimoni, i funerali e i raccolti. Si tratta anche di nuove creazioni plastiche che gli scultori tradizionali si sono inventati con talento e abilità tecnica, influenzati dalla colonizzazione, da nuove religioni e attingendo ai miti e alle leggende della propria cultura. Basti ricordare i personaggi dei coloni in piedi, a cavallo o appollaiati su uccelli, le declinazioni di diversi busti di donna che ricordano la dea dei mari Mami Wata, le figure alate, i bestiari di racconti e leggende e la personificazione degli eroi fondatori dei loro villaggi. E oggi i giovani Baga perpetuano la lavorazione di alcuni oggetti commemorativi ed emblematici come la grande maschera D'mba e continuano a produrre altre sculture legate alla loro evoluzione storica e culturale. Tutti questi artefatti animano ancora le danze e le performance nei villaggi, fra i diversi villaggi e nelle città.

Baga. Ediz. francese

Curtis Marie Yvonne
5 Continents Editions 2018

Non disponibile

35,00 €
Con i Nalu e i Landuma, i Baga sono piccole comunità risicole che vivono lungo la costa della Guinea, in Africa occidentale. I Baga sono diventati universalmente conosciuti dalla fine del XIX secolo grazie alle bellissime sculture scoperte dagli esploratori, dagli amministratori coloniali, dagli etnologi, dai collezionisti e dai mercanti d'arte. Oggi gli oggetti d'arte Baga vengono ammirati nelle collezioni pubbliche e private dei paesi occidentali. Si tratta perlopiù di maschere in legno di diverse tipologie, di statue, statuette, ma anche di stupendi strumenti a percussione, seggi per i capi e altri oggetti utilitari sapientemente scolpiti che gli stessi Baga ci presentano secondo le loro esperienze, perché un tempo quegli oggetti sacri erano concepiti e utilizzati secondo le loro antiche credenze religiose, basate sulla presentificazione delle entità divine, sui culti dedicati agli antenati, sui riti di passaggio, sull'esistenza di confraternite segrete e sull'organizzazione di cerimonie sociali importanti come i matrimoni, i funerali e i raccolti. Si tratta anche di nuove creazioni plastiche che gli scultori tradizionali si sono inventati con talento e abilità tecnica, influenzati dalla colonizzazione, da nuove religioni e attingendo ai miti e alle leggende della propria cultura. Basti ricordare i personaggi dei coloni in piedi, a cavallo o appollaiati su uccelli, le declinazioni di diversi busti di donna che ricordano la dea dei mari Mami Wata, le figure alate, i bestiari di racconti e leggende e la personificazione degli eroi fondatori dei loro villaggi. E oggi i giovani Baga perpetuano la lavorazione di alcuni oggetti commemorativi ed emblematici come la grande maschera D'mba e continuano a produrre altre sculture legate alla loro evoluzione storica e culturale. Tutti questi artefatti animano ancora le danze e le performance nei villaggi, fra i diversi villaggi e nelle città.

Picasso primitivo. Ediz. illustrata

Le Fur Y.
Mondadori Electa 2017

Non disponibile

59,00 €
Il rapporto tra Picasso e le arti dell'Africa e dell'Oceania risale al 1907, quando egli acquista la prima opera della sua collezione, un Tiki delle isole Marchesi. In quell'anno Picasso visita per la prima volta il Museo etnografico del Trocadéro. Ne rimane colpito al punto da rimettere mano a Les Demoiselles d'Avignon e finire il quadro che rivoluzionerà la pittura del Novecento. Questo volume illustra come Picasso e gli artisti non occidentali si sono incontrati nell'espressione di arcaismi universali, come hanno esplorato il potere delle immagini e le forze dell'inconscio.

Australia. La collezione indigena...

Aigner K.
Edizioni Musei Vaticani 2017

Non disponibile

40,00 €
Terzo catalogo delle raccolte etnologiche dei Musei Vaticani dedicato alla collezione indigena australiana. Partendo dalle vicende storiche che fin dal 1847 hanno visto la formazione di questa collezione, il volume indaga la cultura dell'Australia sotto molteplici aspetti, grazie ai preziosi contributi di studiosi di diverse estrazioni culturali. Il volume è stato realizzato in stretto contatto con le comunità aborigene, seguendo la filosofia di riconnessione che caratterizza sia la storia recente dell'Australia sia la sezione dei Musei Vaticani che ospita le collezioni etnologiche: tutto è stato esaminato e approvato dai Custodi e dagli Anziani delle comunità. Una attenta ricerca preliminare ha permesso di ricostruire le vicende degli oggetti, oggi custoditi in Vaticano, e di ritrovare nel Paese i discendenti di coloro che li realizzarono, riconnettendo i contemporanei con la loro eredità materiale: i risultati delle visite alle comunità sono qui ben documentati. In chiusura, il catalogo degli oggetti propone una vasta selezione della collezione vaticana e un ricco apparato fotografico.

Australia. The Vatican Museums...

Aigner Katherine
Edizioni Musei Vaticani 2017

Non disponibile

40,00 €
Terzo catalogo della serie sulle raccolte etnologiche dei Musei Vaticani dedicato alla collezione indigena australiana. Partendo dalle vicende storiche che fin dal 1847 hanno visto la formazione di questa collezione, il volume, valorizzato da un ricco apparato fotografico, indaga la cultura dell'Australia, grazie ai preziosi contributi di studiosi di diverse estrazioni culturali. Il volume è stato realizzato in stretto contatto con le comunità aborigene, seguendo la filosofia di riconnessione che caratterizza sia la storia recente dell'Australia sia la sezione dei Musei Vaticani che ospita le collezioni etnologiche: una attenta ricerca preliminare ha permesso infatti di ricostruire le vicende degli oggetti, riconnettendo i contemporanei con la loro eredità materiale. In chiusura, il catalogo degli oggetti, che propone una vasta selezione della collezione vaticana.

Conversations intimes. Miniatures...

Geoffroy-Schneiter Bérénice
5 Continents Editions 2017

Non disponibile

65,00 €
È l'estetica il filo conduttore della nota collezione di Nicole e John Dintenfass, i cui pezzi sono stati pubblicati in tanti libri. I Dintenfass hanno collezionato con passione, diligenza, serietà e rigore, sculture monumentali e miniature in legno provenienti prevalentemente dalle regioni africane. Concentrandosi su pezzi di altissima qualità artistica, il volume adotta lo stesso punto di vista dei due collezionisti, raccogliendo e offrendo ai lettori aneddoti che offrono uno sguardo nuovo ai collezionisti di oggi e di domani nella loro ricerca sull'arte africana. Il collezionismo è una passione che spesso porta a stabilire conversazioni più intime o esperienze emozionali con gli stessi oggetti. Inoltre, tanti collezionisti condividono la loro esperienza unica di gioia e ammirazione nei confronti degli artisti del XX secolo che a loro volta hanno collezionato arte africana e hanno generosamente fornito consigli, suggestioni e sostegno nel rispondere all'entusiasmo del collezionista. Grazie alle tante, bellissime e attente fotografie di ciascun pezzo, il lettore potrà instaurare una conversazione intima con quei maestri scultori africani che hanno profondamente influenzato il realismo, il cubismo e l'espressionismo moderni.

Kulango figurines. Wild and...

Boyer Alain-Michel
5 Continents Editions 2017

Non disponibile

48,00 €
Il presente volume presenta le opere in miniatura create dai Kulango, nel nord-est della Costa d'Avorio, antichi vassalli dei due regni del paese (Bouna e Gayman). La loro arte, poco conosciuta, straordinariamente varia, incuriosisce e sconcerta al tempo stesso. Le loro creazioni, perlopiù in metallo, denotano una straordinaria libertà d'espressione, rompono con i canoni iconografici che caratterizzano le loro statuette in legno. Liberati dalla ieraticità, i corpi sembrano reinventare il movimento adattando a volte una gestualità quasi coreografica, una grazia aerea, delle linee sinuose. Oppure, in una fremente tensione, rivelano busti inattesi, inarcamenti provocanti, talvolta si allungano fino al parossismo, con virtuose scorciatoie, volumi stilizzati. Alcune opere sono ancora più strane, come i siamesi, un trio indissolubile, creature senza testa o con un'unica testa e due busti, una gamba sola o quattro gambe, piedi palmati, braccia pinnate, corpi anellati. Chi sono questi esseri enigmatici dagli occhi prominenti che scrutano nell'invisibile? Le scelte plastiche si limitano a questi pochi esempi? La rosa di stili è stupefacente, le forme più imprevedibili. Il volume presenta più di cento statuine, tutte al di sotto dei dieci centimentri di altezza: ciondoli, talismani, statuette divinatorie, pesi per l'oro. Introdotte nel nostro universo attraverso la metamorfosi fotografica, trasfigurate dall'illuminazione e dall'inquadratura, queste opere così resuscitate risorgono, come apparizioni da un altro mondo.

Les figurines des Kulango. Les...

Boyer Alain-Michel
5 Continents Editions 2017

Non disponibile

48,00 €
Il presente volume presenta le opere in miniatura create dai Kulango, nel nord-est della Costa d'Avorio, antichi vassalli dei due regni del paese (Bouna e Gayman). La loro arte, poco conosciuta, straordinariamente varia, incuriosisce e sconcerta al tempo stesso. Le loro creazioni, perlopiù in metallo, denotano una straordinaria libertà d'espressione, rompono con i canoni iconografici che caratterizzano le loro statuette in legno. Liberati dalla ieraticità, i corpi sembrano reinventare il movimento adattando a volte una gestualità quasi coreografica, una grazia aerea, delle linee sinuose. Oppure, in una fremente tensione, rivelano busti inattesi, inarcamenti provocanti, talvolta si allungano fino al parossismo, con virtuose scorciatoie, volumi stilizzati. Alcune opere sono ancora più strane, come i siamesi, un trio indissolubile, creature senza testa o con un'unica testa e due busti, una gamba sola o quattro gambe, piedi palmati, braccia pinnate, corpi anellati. Chi sono questi esseri enigmatici dagli occhi prominenti che scrutano nell'invisibile? Le scelte plastiche si limitano a questi pochi esempi? La rosa di stili è stupefacente, le forme più imprevedibili. Il volume presenta più di cento statuine, tutte al di sotto dei dieci centimentri di altezza: ciondoli, talismani, statuette divinatorie, pesi per l'oro. Introdotte nel nostro universo attraverso la metamorfosi fotografica, trasfigurate dall'illuminazione e dall'inquadratura, queste opere così resuscitate risorgono, come apparizioni da un altro mondo.

Etica e pratica della...

Pandozy S.
Edizioni Musei Vaticani 2017

Non disponibile

68,00 €
Frutto di esperienze e di importanti risultati professionali raccolti negli ultimi anni dal Laboratorio di Restauro Polimaterico dei Musei Vaticani, questo volume si presenta come un vero e proprio manuale di restauro del materiale etnografico, corredato da un ricco apparato fotografico a colori. Studiosi ed esperti di livello internazionale hanno confrontato sinergicamente le loro professionalità, messe al servizio della formazione interculturale di futuri restauratori e conservatori, condividendo riflessioni sull'etica del restauro e metodi di lavoro, tutti rivolti al rispetto e alla valorizzazione dei beni culturali. La prima parte affronta le questioni etiche, insieme a 16 casi studio del Laboratorio di Restauro Polimaterico vaticano che introducono alla pratica della conservazione. La seconda parte raccoglie i confronti tra diversi casi studio di alcuni tra i più prestigiosi laboratori di restauro nel mondo. La terza parte delinea la situazione della metodologia attuale, raccogliendo le best practices della conservazione e ipotizzando le prospettive future nel campo della tutela del patrimonio.