Studi sui generi: donne

Filtri attivi

  • Disponibilità: Disponibile in 5 giorni

Gli inganni di Pandora. L'origine...

Cantarella Eva
Feltrinelli

Disponibile in 5 giorni

14,00 €
Siamo abituati a pensare ai greci come alla culla della nostra civiltà: a loro dobbiamo l'idea di democrazia, la storiografia, la filosofia, la scienza e il teatro. Eppure di questa eredità fa parte anche il modo in cui consideriamo il rapporto tra i generi: un lascito che ha superato i secoli e i millenni con tracce che continuano a pesare sulle nostre vite come macigni. Nella nostra storia antica c'è stato un momento in cui la differenza tra il genere maschile e quello femminile si è trasformata nell'idea che le donne siano inferiori agli uomini e quindi in una serie di inevitabili, pesanti discriminazioni. Tutto comincia con un mito. Esiodo racconta la nascita della prima donna, mandata da Zeus sulla terra per punire gli umani della colpa commessa da Prometeo: rubare il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, riducendo così la distanza che li separava dagli immortali. Pandora è "un male così bello" da essere un "inganno al quale non si sfugge". Rappresenta un'alterità incomprensibile agli uomini, tanto misteriosa da essere paragonabile solo alla morte. Da lei, dice Esiodo, discende "il genere maledetto, la tribù delle donne". Eva Cantarella illumina alcuni momenti di una vicenda lunghissima, che dal mito giunge ai medici e ai filosofi che hanno fondato il pensiero occidentale. Attraverso le voci di Parmenide, Ippocrate, Platone e Aristotele vediamo come la differenza di genere viene costruita e codificata, fino a diventare un pilastro dell'ordine sociale e della cultura giuridica greca. Scopriamo l'origine delle convenzioni sociali, delle teorie filosofiche e delle pratiche giuridiche che oggi ripropongono visioni 'essenzialiste' delle diverse identità personali". Conosciamo una parte molto antica di noi stessi e facciamo esperienza di un passato da cui finalmente possiamo prendere le distanze per realizzare il nostro futuro.

Quale genere di conciliazione?...

Garofalo M. R.
Giappichelli 2016

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
La conciliazione dei tempi delle donne, tra lavoro e non lavoro, tra lavoro pagato e non pagato, tra tempo per sé e per le relazioni di prossimità, è al centro dei contributi di questo volume. Essa mostra un insieme di soluzioni di equilibrio, buone o cattive, che emergono, si diffondono e si modificano attraverso le scelte di allocazione del tempo che le donne attivano nel quotidiano e nel ciclo della vita. Scelte, risorse materiali e immateriali, desideri, bisogni vengono analizzati in differenti contesti di lavoro, nella famiglia e nell'ambito della policy, nonché attraverso le loro intersezioni. L'indagine è arricchita da un'analisi storica che inserisce la questione del work-life balance in un'ottica di lungo periodo che contribuisce a spiegare e valutare forme e fasi dei mutamenti o delle persistenze in relazione al benessere delle donne e allo sviluppo del contesto di riferimento. In un dialogo ideale, i contributi del volume presentano sguardi inediti sul tema e sulle esperienze di conciliazione che si riflettono reciprocamente nelle risultanze empiriche raccolte, anche in rapporto ai diversi frames teorici.

Donne, diritto, diritti....

Casadei T.
Giappichelli 2015

Disponibile in 5 giorni

27,00 €
La storia dei diritti, intesi quali pretese di cui è titolare un soggetto, ha inizio con l'età moderna. Nel mondo classico, greco e romano, e in quello medievale il termine "diritto" designava per lo più un'entità oggettiva, esterna all'uomo (natura o Dio), a parte alcune eccezioni rappresentate dagli Stoici, da Cicerone o da alcuni pensatori cristiani. Il processo che conduce alla formulazione teorica dei diritti individuali va di pari passo, da un lato, con il delinearsi di una concezione della persona come entità autonoma, come individuo faber fortunae suae, quale quello che viene sviluppandosi nell'Umanesimo e nel Rinascimento e culmina nell'Illuminismo e, dall'altro, con una serie di trasformazioni economiche e sociali che porteranno gradualmente, attraverso riforme o per via rivoluzionaria, al rovesciamento degli ancien régimes. Questo percorso non tocca però le donne: il potenziale titolare di diritti è inteso unicamente come essere umano di sesso maschile. A quest'ultimo si riferiscono le Dichiarazioni dei diritti di fine Settecento, prima quelle americane poi quella francese del 1789. Tali dichiarazioni sono tutte all'insegna di tre fondamentali ideologie - universalismo, razionalismo e individualismo -, ideologie che si integrano e si sorreggono a vicenda, nel senso che i diritti appartengono all'individuo, che li riconosce attraverso la ragione che appartiene a ciascuno per il solo fatto di essere uomo in ogni luogo e in ogni tempo.

Segregazione di genere e...

D'Isanto Federica
Giappichelli 2013

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
L'imprenditorialità sociale nel nostro Paese è un'area in forte espansione se si guarda alla sua capacità di produrre sviluppo, coesione sociale e, soprattutto, occupazione. Se si osserva l'impatto occupazionale di tutto l'universo delle non profìt emerge un dato interessante ed eclatante: circa il 75% degli operatori è rappresentato da donne di età compresa tra i 25 e i 40 anni. Si tratta di una evidenza che merita di essere approfondita soprattutto oggi che la letteratura ha sottolineato l'impatto positivo dell'occupazione femminile sui processi di crescita economica e civile. Il libro interroga la ricca banca dati ICSI 2007 sui lavoratori delle cooperative sociali per affrontare a viso aperto un tema attuale e, in qualche modo scabroso, per organizzazioni che hanno la solidarietà e l'uguaglianza nel proprio DNA: l'esistenza di fenomeni di discriminazione e segregazione verticale delle lavoratrici nelle cooperative sociali.

Femminicidio

Garofano Luciano
Dike Giuridica Editrice 2013

Disponibile in 5 giorni

32,00 €
Il volume affronta sistematicamente le novità sostanziali e processuali introdotte dal decreto legge n. 93/2013, convertito nella legge n. 119/2013, in materia di pubblica sicurezza e violenza di genere. Oltre ad un commento dei plurimi ambiti d'intervento del Legislatore, l'opera si arricchisce di riflessioni interdisciplinari (psicologiche, sociologiche, criminologiche) a firma - fra l'altro - di Luciano Garofano, fra i massimi esperti di femminicidio e stalking. La diversa estrazione professionale degli autori (magistrati, avvocati, professori, operatori del settore) garantisce un inquadramento ad ampio respiro e ricco di spunti interpretativi, soprattutto alla luce delle numerose problematiche di diritto intertemporale scaturenti dall'utilizzo dello strumento della decretazione d'urgenza.

Il principio di pari opportunità di...

Deffenu Andrea
Giappichelli 2012

Disponibile in 5 giorni

23,00 €
Le revisioni del 2001 e del 2003 hanno introdotto in Costituzione il principio di pari opportunità di genere nelle istituzioni politiche che, lungi dal poter essere considerato un mero corollario del principio di eguaglianza sostanziale, si è lentamente inverato nella legislazione e nella giurisprudenza. Se il legislatore statale ha mostrato finora una certa resistenza nel concretizzare il principio di pari opportunità, il legislatore regionale, viceversa, ha manifestato un maggiore dinamismo, grazie all'approvazione di nuovi Statuti e leggi elettorali nei quali ha inserito principi e azioni positive di tenore ed efficacia eterogenei, ma comunque finalizzati a favorire una presenza più equilibrata di donne e uomini nelle istituzioni politiche. La giurisprudenza costituzionale e quella amministrativa, a loro volta, hanno offerto un contributo importante per la valorizzazione del principio di pari opportunità. Il percorso per giungere ad una piena affermazione delle pari opportunità di genere in politica non è ancora concluso e, in un'epoca di delegittimazione dei partiti, appare assolutamente necessario moltiplicare gli sforzi per consentire un innervamento del principio ancora più profondo e capillare.

Il difficile cammino della...

D'Amico Marilisa
Giappichelli 2011

Disponibile in 5 giorni

25,00 €
Con un'intervista ad Emma Bonino di Cristina Molinari.