Edifici religiosi

Filtri attivi

L'autoritratto della Chiesa. Arte,...

Rupnik Marko I.
EDB 2020

Disponibilità immediata

5,50 €
Le pareti degli edifici religiosi sono sempre stati il telo sul quale la Chiesa ha dipinto il suo autoritratto. Tuttavia, oggi non è affatto scontato il rapporto tra l'arte, progressivamente sganciata dal concetto di bellezza, e la spiritualità, sempre più intesa in modo svincolato dallo Spirito Santo. Se il presbiterio - osserva Rupnik - "è praticamente l'unica cosa religiosa che ci è rimasta", la possibilità che si delinea è aprirlo agli artisti perché diventi non un generico luogo di espressione, ma lo spazio di un'arte purificata per una Chiesa capace di non escludere nessuno.

La chiesa madre di Mussomeli e il...

Canalella Giuseppe
Lussografica 2020

Disponibilità immediata

18,00 €
Questo libro vuole tracciare la storia della chiesa madre di Mussomeli e del suo territorio. Essa viene raccontata avendo come riferimento i fatti storici che hanno caratterizzato la Sicilia ed il Mediterraneo, attraverso l'evoluzione e il susseguirsi di culti e tradizioni. La suggestiva architettura della chiesa, che trova ampia visibilità anche da lontano suscitando ammirazione e curiosità, e l'impianto urbanistico della "Terravecchia" seguono i dettami delle varie epoche storiche sin dal periodo greco. La documentazione fotografica rende più interessante ed esplicita la narrazione. L'opera è frutto di indagini, studi e lunghe ricerche effettuate presso diversi archivi storici e in particolare presso l'Archivio Diocesano di Agrigento da cui dipendeva la Chiesa Madre di Mussomeli fino alla metà del XIX secolo.

Cattedrali e basiliche

Ciagà Graziella Leyla
White Star 2020

Disponibilità immediata

24,90 €
Straordinari documenti di pietra della cristianità, le basiliche e le cattedrali hanno raccontato nel corso dei secoli la progressiva e inarrestabile affermazione della religione rivelata da Gesù Cristo, diventando così uno dei simboli più tangibili della civiltà occidentale. Molti tra questi luoghi sacri, realizzati dai primi anonimi costruttori paleocristiani piuttosto che dai più importanti architetti del Rinascimento e della nostra contemporaneità, sono stati dichiarati dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità. In quest'opera di ampio respiro l'evoluzione dei tipi della basilica e della cattedrale è analizzata attraverso una selezione di trentasei edifici costruiti nell'arco di oltre quindici secoli, dal VI al XXI, in dodici Paesi di tre continenti: Europa, Asia e America. Il volume ripercorre la storia di questi celebri monumenti della fede, descrivendoli nella loro continua trasformazione dal punto di vista dei sistemi costruttivi, delle esigenze liturgiche, del linguaggio architettonico e degli apparati decorativi, per offrire ai lettori una suggestiva panoramica della cristianità.

Passione San Lorenzo. Artisti,...

De Salvia Rosella; Galluzzi Rolando
Ponte Sisto 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
In quello che fu, nella Roma post unitaria, il primo quartiere operaio e artigiano per antonomasia, si è affermata, dagli anni settanta ai nostri giorni, una nuova componente sociale: quella degli intellettuali. Pittori, Scultori, Scrittori, Poeti, Cineasti, Architetti e Creativi hanno trovato a San Lorenzo il luogo ideale di ispirazione professionale e, per molti di loro, di residenza. Non un quartiere di tendenza modaiola, come Trastevere o Pigneto, ma un luogo vero, che non fa sconti per questioni di censo, dove l'intellettuale si incontra o si scontra in tempo reale con le contraddizioni in un rapporto non mediato e senza filtri con il reale. Un'enclave nell'orrida metropoli dove l'artista trova "protezione" e energia per le sue creazioni e visioni. In questo primo volume - un secondo ne seguirà a breve con altre professionalità intellettuali - oltre cinquanta artisti visivi, architetti e creativi raccontano il quartiere e hanno offerto una loro testimonianza. Un'opera unica nella narrazione dei quartieri romani che siamo lieti di offrire ai nostri affezionati lettori.

Le chiese di Montefollonico. Arte e...

Neri Lusanna E. (cur.)
Olschki 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
Il volume si articola in saggi specialistici che tracciano con affondo critico le vicende civiche, religiose e artistiche di un paese 'qualsiasi' della Toscana attraverso la storia delle sue chiese in un arco temporale che va dal XII al XVIII secolo. Montefollonico, castello senese in una terra di frontiera, diviene così un case study per affrontare metodologicamente la conoscenza e la tutela del nostro patrimonio culturale strettamente legato al territorio nella sua essenza di museo diffuso.

Architettura liturgica. Un...

Grisi Tino
LetteraVentidue 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Se l'architettura per il culto trova legittimazione nel veritiero rapporto con la liturgia, ha pur bisogno di una propria, efficace argomentazione fondante. Questo nuovo dizionario, dal contenuto discontinuo, scritto e disegnato, rappresenta uno strumento adeguato capace di svelare la condizione architettonica della chiesa.

San Miniato al Monte 1018-1207....

Manetti Renzo
Mauro Pagliai Editore 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Non tutta l'architettura a carattere religioso è architettura sacra; il mondo moderno ha perso la dimensione del sacro e con essa la capacità di costruire edifici sacri. L'architettura sacra è compenetrata nel Mistero: essa racchiude in sé le misure dell'universo ed i suoi ritmi. Un edificio sacro è un Tempio, cioè uno spazio ritualmente circoscritto all'interno del quale il tempo perde il suo potere, soggiogato dall'irruzione dell'eternità. Costruito secondo regole sacre, il Tempio diventa una Porta del Cielo. Nel Millenario della rifondazione della basilica di San Miniato al Monte a Firenze, che il vescovo Ildebrando volle nel 1018, il simbolismo impresso in questo straordinario monumento ci dimostra cosa sia un'architettura sacra, quale potenza arcana se ne sprigioni, quali effetti sia capace di indurre sulla mente e sulla psiche, indirizzandoci consciamente o inconsciamente verso una dimensione di assoluta quiete ed armonia. Nell'edificio sacro ogni passione si placa e l'anima si nutre del respiro che l'ha generata. La basilica di San Miniato al Monte è il prototipo di un'architettura sacra.

Le chiese di Rieti

Sacchetti Sassetti Angelo
Mondadori Electa 2019

Disponibilità immediata

37,00 €

San Nazaro e Celso

Brugnoli Pierpaolo; Brugnoli Andrea
Editrice La Grafica 2019

Disponibilità immediata

12,00 €

Per manufacere li claustri. Studio...

Mursia Antonio
Edizioni Efesto 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
"Occorre essere grati all'autore, per avere affrontato il duro lavoro di archivio necessario a ricomporre, con competenza, la storia dell'insediamento di alcuni dei maggiori ordini religiosi nella Adrano di età moderna. Il risultato è un libro di saggi tematicamente ben organizzati, con un filo rosso che guarda alla propagazione della famiglia francescana attraverso la ricostruzione della fitta rete di attori sociali che parteciparono all'impresa complessiva. Il libro non propone, però, solamente un'originale rilettura dello spazio urbano e dell'intreccio di questioni derivanti dall'investimento materiale compiuto da alcune famiglie dell'élite cittadina per realizzare la loro devozione, ma guarda piuttosto ai progetti politici che ne furono alla base, mantenendo alta l'attenzione tra gli indubbi vantaggi derivanti da un maggior controllo sociale della popolazione e il prestigio derivante dal ruolo di protettori di ordini religiosi, in una società determinata dalle possibilità offerte dal «controllo del sacro». Ma quel che va qui segnalato, è che il libro sottrae quelle vicende all'oblio cui spesso l'età moderna è costretta dall'attenzione verso l'antichità." (dalla postfazione di Lina Scalisi)

Il duomo parlante. Una lettura...

Castellucci Erio
Edizioni Artestampa 2019

Disponibilità immediata

9,00 €
A Modena il Duomo e la città sono un tutt'uno: la Cattedrale "parla" del mistero di Dio e insieme del mistero della Chiesa e dell'uomo. La cattedrale di Modena vive di tre spazi, ai quali corrispondono altrettanti tempi. Lo spazio della cripta, in origine luogo del culto delle reliquie e più tardi anche dell'adorazione eucaristica, è lo spazio della preghiera personale, del rapporto intimo con il Signore. La cripta custodisce il tempo della storia e del mistero: la storia locale, rappresentata dalle reliquie del santo, e il mistero della spiritualità personale. L'aula è lo spazio della liturgia e della celebrazione, quando l'assemblea convocata si nutre della parola, dei sacramenti e specialmente dell'eucaristia: è lo spazio della comunione, nel quale la comunità cristiana rinsalda i propri legami. E custodisce il tempo liturgico-escatologico. Infine lo spazio del sagrato e della piazza, aperto verso la città: è lo spazio della missione, l'incontro con il quotidiano, il richiamo all'annuncio e alla testimonianza. E custodisce il tempo dell'uomo, con i suoi ritmi di lavoro e di riposo, le fatiche e le gioie.

Superga. La storia, la basilica, la...

Reviglio Mario
Susalibri 2019

Disponibilità immediata

9,90 €
Superga, un nome connesso a una lunga storia: la liberazione di Torino dall'assedio francese del 1706, l'erezione della grandiosa Basilica per onorare il voto del duca Vittorio Amedeo II in vista della battaglia liberatrice, l'arrivo a Torino di Filippo Juvarra. La costruzione della Basilica diede anche un grande impulso all'economia degli abitanti dell'area collinare che, attraverso il turismo domenicale, una pratica all'epoca quasi sconosciuta, videro accrescere le loro possibilità di lavoro e di guadagno. Dopo l'acquisizione del titolo regio, Vittorio Amedeo II pensò anche di fare di Superga il mausoleo di Casa Savoia: un luogo che raccogliesse tutte le salme degli appartenenti alla sua famiglia, come già avveniva in seno alle grandi dinastie europee. I successori dello Juvarra realizzarono un sacrario nel quale furono inseriti monumenti sepolcrali di raffinata bellezza. Superga è un nome legato anche alla tragedia che vide l'aereo che trasportava i giocatori del Grande Torino schiantarsi contro il terrapieno sul quale si erge la basilica. Fu un fatto terribile che non colpì solo il mondo dello sport ma tutta Italia pianse la perdita di una squadra che aveva fatto capire agli Italiani, usciti sconfitti e umiliati da un terribile guerra, che si poteva tornare a essere vincenti.

Insediamenti eremitici nella...

Favini Aldo
Press & Archeos 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
La Toscana è stata uno dei luoghi d'Europa in cui maggiormente, e forse con uno specifico successo, le regioni metafisiche dell'eremitismo dei Padri si sono fuse con l'ambiente reale, diocesano e comunale. Attraverso lo studio degli insediamenti eremitici del medioevo toscano, così raramente trattati nella loro integrale complessità, emerge la profondità delle discussioni che si animarono attorno ad assunti filosofici di portata universale e i modi in cui essi determinarono scelte architettoniche e insediative specifiche. Per approcciarsi ad una così vasta tematica, fertile di una quantità insospettabile di curiosità, Aldo Favini ha costituito un ampio archivio d'informazioni raccolte in molti anni di studio ed escursioni. Incrociati i dati e stabilite le tendenze, questo testo risulta la piattaforma ideale per qualsiasi futura interpretazione delle architetture eremitiche di Toscana.

Biografia di una Badia. Sviluppo...

Homes Bill
Libreria Piani 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
"Questo libro descrive lo sviluppo architettonico e la forma del complesso noto con il nome di Badia del Lavino. Quando l'ho visitata per la prima volta, sono stato colpito non solo dagli edifici ma anche dal loro contenuto: file interminabili di scaffali e cataste di volumi della Libreria Piani. Mi è parso quasi che tutti i pensieri e le idee di chi era mai capitato lì nel corso dei secoli si fossero cristallizzati in quei volumi e i muri fossero costruiti con i libri al posto delle pietre. Nella mia mente la Badia è diventata l'Edificio che ha avuto un ruolo così centrale e drammatico nello svolgersi della storia dell'Abbazia raccontata da Umberto Eco nel suo famoso romanzo Il nome della rosa. Poiché il romanzo si svolge in periodo medievale (1327) ed è geograficamente ambientato assai vicino alla Badia e poiché esso evoca così intensamente il modo di pensare medioevale e lo stile di vita di coloro che hanno ideato e commissionato il complesso, il lavoro di Eco mi ha aiutato a colmare l'enorme vuoto di conoscenza lasciato nella storia della Badia dalla scomparsa del suo archivio originale..."

La basilica di San Zeno

Coden Fabio; Franco Tiziana
Cierre Edizioni 2019

Disponibilità immediata

11,50 €
Il complesso di San Zeno rappresenta uno dei principali fulcri della vita culturale, religiosa e artistica di Verona. Le progressive fortune di questo insediamento, che accolse una delle realtà benedettine più rilevanti del Nord Italia, si riflettono nella straordinaria quantità di opere d'arte e nelle complicate stratificazioni architettoniche succedutesi in più di un millennio di vita. La fase di maggiore sviluppo dell'abbazia si colloca fra l'XI e il XII secolo, quando furono integralmente riedificati il campanile, il corpo della basilica e il chiostro, secondo i modi del romanico: di questo periodo sono anche le opere di una dei principali artisti del momento, lo scultore Nicolò. Significative modifiche furono portate alla fabbrica fra XII e XIII secolo, con l'inserimento del rosone, ruota della fortuna, in facciata e con la costruzione della grande cripta in onore del santo patrono. L'ultima campagna di lavori si ebbe all'inizio del Trecento con la ricostruzione del chiostro e quindi, alla fine del secolo, con l'erezione del nuovo catino absidale. Proprio al centro del nuovo presbiterio, nel 1459 fu collocata la pala che l'abate Gregorio Correr commissionò a Andrea Mantegna.

Il viaggio della vita. La chiesa di...

Dall'Asta Andrea
Ancora 2019

Disponibilità immediata

29,00 €
Grazie all'analisi di una tra le più celebri architetture del tardo Rinascimento - la chiesa di San Fedele in Milano - il libro accompagna il visitatore in un viaggio, in cui due percorsi confluiscono verso una meravigliosa città-giardino: se il primo itinerario procede infatti da piazza San Fedele, per proseguire con la navata fino a raggiungere l'abside, spazio simbolico della Gerusalemme Celeste, il secondo, dalla semi-oscurità della cripta, si conclude con la luce intensa della cupola, simbolo del Parádeisos, del giardino ritrovato della comunione tra Dio e uomo. Il libro non intende tanto fornire un elenco di informazioni storico-artistiche, quanto piuttosto suscitare un'esperienza, provocando lo spettatore, interpellandolo, proponendogli un vero e proprio viaggio interiore. Si tratta di un testo che costituisce la traccia per una lettura teologica delle chiese a partire dalla Controriforma, il cui impianto resterà immutato fino alla riforma liturgica del Concilio Vaticano II. Non solo, il libro racconta l'inedito confronto tra arte antica e arte contemporanea, che convivono in San Fedele senza soluzione di continuità, per cui gli artisti di ieri dialogano con autori contemporanei come Jannis Kounellis, Mimmo Paladino, Nicola De Maria... Non possiamo infatti restare cristallizzati nel passato, ma siamo chiamati a percorrere, nella fiducia, un viaggio verso il nostro futuro.

La Gerusalemme di Toscana. Un...

Volpi Maurizio
Mauro Pagliai Editore 2019

Disponibilità immediata

13,00 €
Le cappelle del santuario di San Vivaldo in Valdelsa (Firenze), costruite nel XVI secolo, costituiscono una "piccola Gerusalemme", pensata per offrire alla popolazione la possibilità di fare un pellegrinaggio senza dover affrontare un viaggio in Terra Santa, in quel periodo sotto il dominio dei turchi. Nel volume, che illustra con linguaggio semplice ma competente le caratteristiche del complesso, la descrizione delle architetture e dei tesori artistici è accompagnata da meditazioni e riflessioni sul Vecchio Nuovo Testamento, così da accompagnare il lettore in un vero e proprio percorso spirituale attraverso le cappelle, dando particolare rilievo ai manufatti in terracotta in esse custoditi.

Le cattedrali in Emilia Romagna

Confortini Loreno
Grandi Carte 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Questo libro propone la raccolta completa di tutte le cattedrali dell'Emilia Romagna illustrate con disegni originali ed inediti. Le cattedrali da secoli richiamano l'attenzione degli studiosi e dei curiosi verso le memorie del passato con una ricchezza architettonica che a partire dal IV secolo ha caratterizzato la storia dell'arte e della cultura italiana. Il volume è corredato da oltre 100 disegni accurati e dettagliati dai quali emerge un patrimonio in parte poco noto che è sembrato opportuno portare all'attenzione dei lettori.

La chiesa di San Pietro in ottava e...

Pecoraro Ilaria; Chialà Francesco; Vinale Francesco
Grecale 2019

Disponibilità immediata

12,00 €
La chiesa di San Pietro in Ottava e il borgo di Speziale si trovano al centro dell'area del Parco delle Dune Costiere. Questo territorio per molti secoli è stato scarsamente abitato a causa del carattere insalubre e paludoso dei suoi terreni ma, grazie al lavoro secolare dei contadini, le sue campagne sono state progressivamente bonificate.Uliveti plurisecolari, allevamenti e vivai caratterizzano l'intera area; le sue masserie si sono trasformate in centri di eccellenza per l'ospitalità e la gastronomia, e la piccolezza del borgo è oggi particolarmente ricercata. Nel suo territorio è presente uno dei monumenti più importanti dell'area: la chiesa di San Pietro, sita nel complesso masserizio di Ottava Grande, costruita all'incrocio tra la via Appia Traiana medievale e la provinciale Montalbano-mare al confine tra la Terra di Bari e la Terra d'Otranto. Si tratta di una chiesa del secolo XII ad impianto basilicale, la cui esistenza è poco nota, e che è stata recentemente restaurata grazie all'impegno del GAL Alto Salento. Un esempio stupendo di costruzione medievale, la cui bellezza e la cui storia si incastonano mirabilmente nel paesaggio della piana olivetata. In questo Quaderno abbiamo voluto documentare la storia della chiesa, del borgo e della loro rinascita.

Le chiese ortonesi dall'antichità...

Giannetti Elio
Menabò 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
Una dettagliata ricostruzione storica degli edifici religiosi presenti in Ortona a Mare (CH) nel corso di 15 secoli a partire dalla prima testimonianza risalente all'anno 599. Per le distruzioni patite ad opera dei Normanni (1075) , dei Turchi (1566), del secondo conflitto mondiale, molte chiese andarono distrutte. Nella pubblicazione si evidenzia, con immagini fotografiche e disegni e stampe dei secoli scorsi, quanto fossero valide sotto il profilo artistico alcune chiese presenti nel territorio ortonese.

La cattedrale

Qiqajon 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
"Dobbiamo chiederci che cosa deve essere oggi la cattedrale, in una chiesa non più 'reggente' la società; in una comunità cristiana che è in missione, che vuole raggiungere gli uomini e le donne là dove sono, non avendo più la possibilità di convocarli. E in una chiesa che si vuole sinodale, cosa significherà la cattedrale?" (Enzo Bianchi). Il modo più autentico per conservare il patrimonio artistico e architettonico è quello di abitarlo integralmente per renderlo sempre più vivo, facendo di esso il simbolo di una chiesa capace di stare nell'oggi della storia. Il XVI Convegno liturgico internazionale di Bose attraverso i contributi di storia, architettura, arte e liturgia espone le ragioni scientifiche, culturali e teologiche per comprendere il valore e il significato delle cattedrali, il loro compito e la loro missione oggi.

Il battistero di San Giovanni, un...

Degl'Innocenti Piero
Pontecorboli Editore 2019

Disponibilità immediata

9,80 €
Benché il battistero di San Giovanni sia stato ampiamente e autorevolmente studiato sotto ogni aspetto, le sue origini restano oscure, e anzi se ne discute da secoli con gli studiosi ancora oggi divisi tra chi lo crede antico e chi medievale. Così, non essendo stato possibile riferirlo con sicurezza a un preciso contesto storico, il "bel San Giovanni" tanto amato da Dante non ha trovato una collocazione certa nei testi di storia, e non è nemmeno chiaro quale ruolo abbia avuto nella formazione della civiltà artistica fiorentina. Questo libro cerca di dare una risposta all'annoso problema attraverso documenti, ricerche e l'interrogazione dell'architettura. Una sintetica analisi che offre una chiave per risolvere l'annoso enigma delle origini del Battistero fiorentino. Monumento romanico oppure paleocristiano, o magari bizantino o longobardo; forme pienamente classiche ma su strutture quasi gotiche; modello ideale di perfetta unità ma probabilmente trasformato nei secoli; principio del romanico toscano o forse sua conclusione; battistero, oppure, chissà, "Tempio di Marte"?

Tessere per un nuovo inizio. Il...

Croci Chiara
Arte'm 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Sorto in stretto legame con la prima cattedrale della città, la cui ossatura è ancora riconoscibile proprio entro santa restituta, il Battistero è il luogo in cui veniva amministrato il rituale che sanciva l'entrata del fedele nella comunità cristiana: la sua importanza per l'episcopio era quindi cruciale. Fondato con tutta probabilità sul crinale del quarto secolo, San Giovanni in Fonte è in questo stato di cose il primo Battistero d'occidente che si conservi con la sua decorazione originaria. I suoi mosaici offrono quindi uno scorcio unico sul problema dell'affermazione di un'imagerie cristiana su scala monumentale e si rivelano fondamentali per ricostruire la cultura artistica del periodo di svolta che dal tramonto dell'epoca tardoantica conduce agli albori del medioevo [dall'introduzione di Chiara Croci]

Santa Maria di Corte a Sindia....

Carta Valeria
Iskra 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Il lettore verrà guidato gradualmente alla conoscenza del mondo cistercense partendo dall'abbazia di Santa Maria di Corte in territorio di Sindia. Poi giungerà ai suggestivi resti dell'imponente Nostra Signora di Paulis, sita tra i paesi di Ittiri e Uri. Sarà accompagnato alla conoscenza di queste antiche strutture medievali volute da Bernardo di Clairvaux, edificate in Sardegna per volontà del giudice di Torres Gonnario II, che si fece egli stesso monaco. Prefazione di Andrea Pala.

Il Conservatorio di San Girolamo a...

Barcucci P. (cur.); Sigillo A. (cur.)
C&P Adver Effigi 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Il racconto lungo cinquecento anni delle vicende di un'Istituzione che ha avuto un significato importante nella storia della città di Montepulciano.

I maialini del priore. Storia del...

Bisio Roberto
Zona 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
Il monastero genovese di S. Antonio di Prè, con il suo ospedale, rappresenta un tipico esempio di storia sconosciuta o dimenticata, legata a un monumento scomparso, almeno nelle sue linee caratteristiche, vicenda comune ad altre emergenze locali. Questo testo vuole quindi colmare un piccolo vuoto, restituendo parola a forme architettoniche a vicende e uomini ormai sepolti tra le pieghe del tempo e della storia. Torna così a far parlare di sé un percorso lungo più di otto secoli, che ha visto avvicendarsi esperienze di vita molto distanti fra loro, accomunate da un "luogo" e da un "nome" che è rimasto sempre lo stesso, a dispetto di ogni cambiamento.

Sengu. La ricostruzione del...

Pierconti Mauro J. K.
Mondadori Electa 2019

Disponibilità immediata

71,79 €
Il santuario di Ise si trova a sud di Tokyo, a poche ore di treno dalla capitale, ed è il tempio shintoista più venerato del Giappone. E quello simbolicamente più ricco per la cultura dell'intero Paese. Esso deriva la sua importanza non solo dalla sua antichità, che si perde nelle nebbie dei tempi, ma anche dal fatto che la divinità del Sole, che qui risiede, viene considerata l'antenata della casa regnante. È quindi nel segno e nell'autorità imperiale che il santuario viene interamente ricostruito ogni 20 anni. E questo fin dal 690 d.C. Lo scorso autunno l'intero processo di ricostruzione è stato portato a termine per la 62ª volta, accompagnato da una serie di cerimonie che ne ritualizzano la rinascita, secondo una tradizione che, appunto, si succede oramai da più di 1300 anni. Arte, cultura, religione si fondono insieme. Ma si fondono anche prassi e teoria. Qui ad Ise, infatti, possiamo toccare con mano il vero significato della parola "tradizione", non solo attraverso la devozione alla divinità, ma anche attraverso la pratica della ricostruzione, che la traduce in opere concrete e visibili, e offrendo al mondo esterno l'idea - valida in questo paese che fonda il concetto di conservazione innanzitutto sulla preservazione delle tecniche antiche - che è solo in una esistenza frammentaria che possiamo scorgere la scia dell'eternità.

San Giovanni in Laterano: tutta...

Cipollone Mario
MMC Edizioni 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
Una delle più note e al tempo stesso meno conosciute basiliche di Roma, che riunisce elementi di architettura paleocristiana, medioevale, rinascimentale e barocca, viene analizzata lungo mille e settecento anni di storia. Al termine si scoprirà quanto fu determinante per il suo destino l'orientamento che le fu dato all'inizio. Un saggio che si propone, con una scrittura a tratti ironica e romanzata, di suscitare nel lettore il desiderio di tornare a visitare la cattedrale di Roma per riscoprirla con nuovi occhi.

Oltre il Duomo

Fiorini B. (cur.)
C&P Adver Effigi 2019

Disponibilità immediata

25,00 €

Arte medievale. Le vie dello spazio...

Piva P. (cur.)
Jaca Book 2019

Disponibilità immediata

100,00 €
Funzioni e «segni» sono elementi interpretativi indispensabili per la lettura storico-artistica di un monumento. Leggendo l'arte medievale, in stretto rapporto con il contesto culturale che l'ha prodotta, questo libro interpreta al meglio la nuova stagione che la storia dell'arte sta vivendo. Senza la relazione con il contesto le chiese medievali, dal tardo-antico al Gotico, rischiano infatti di non essere colte nel loro pieno significato. Nel caso specifico questo contesto è costituito da spazi liturgici che ne svelano orientamento, percorsi, complessi scultorei e pittorici. La funzione più importante di una chiesa, sia questa una costruzione dedicata ad un martire o una grande cattedrale metropolitana, è infatti il culto. Prendendo le mosse dagli studi di De Blaauw sulle prime tre Basiliche Romane, si giunge con questo volume, sontuosamente illustrato da una campagna fotografica realizzata appositamente, cui hanno collaborato insigni studiosi della disciplina, a dare un quadro interpretativo a tutto tondo dell'arte medievale. Se l'orientamento della basilica paleocristiana è spesso quello in direzione dell'altare, come suggeriscono le figure musive di Sant'Apollinare a Ravenna, ancora prima i pavimenti delle aule teodoriane della cattedrale di Aquileia rimandano a direzioni diversificate e a diverse fruizioni degli spazi, che rendono così l'interpretazione complessa e multisfaccettata. Allo stesso modo, lo sguardo delle chiese-santuario non può prescindere dalla ricostruzione del percorso alla tomba del santo, itinerario che sarà gradualmente enfatizzato, attraverso il costruirsi delle cripte a corridoio, specificamente ideate per la visita alle reliquie, fino alla comparsa, in età romanica, delle cripte ad oratorio e dei grandi santuari monumentali. Da questo punto di vista assumono diverso significato anche gli apparati decorativi: dai mosaici, alle sequenze di pitture murali giunte fino a noi, alle sculture di epoca romanica, fino alle vetrate del Gotico. Lungi dall'essere esclusivamente dei messaggi rivolti ai fedeli laici, essi costituiscono il completamento iconografico della funzione liturgica per cui l'edificio è stato costruito. Così, ad esempio, i capitelli istoriati e figurati di epoca romanica, non sono più soltanto dei moniti per i fedeli laici ma, posti anche là dove l'accesso ai laici non era concesso, costituiscono un riferimento alla liturgia e agli atti rituali che vi venivano celebrati, uno specchio dunque de «le vie dello spazio liturgico».

La chiesa di San Pietro di Ponte e...

Perra Michela
Iskra 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Il lettore scoprirà una della chiese più rappresentative di Quartu Sant'Elena, la chiesa di San Pietro di Ponte, custodita all'interno del cimitero monumentale della città, luogo di culto per eccellenza dell'intera comunità e che necessita di essere riconsiderato e valorizzato, dal momento in cui racchiude in sé un racconto ricco di storia, eventi, ed interazioni culturali. Il lettore verrà così invitato a rivolgere uno sguardo diverso verso gli elementi presenti in un luogo di norma visitato per onorare i defunti.

Le chiese e la sinagoga di Modena....

Fè Elena Grazia; Fiorini Tomas; Montecchi Elisa; Lorenzini L. (cur.); Piccinini F. (cur.); Stefani C. (cur.)
Artioli 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Il volume vuole presentare in una chiave fresca e moderna le chiese del centro storico di Modena avvalendosi del contributo degli esperti del Museo Civico di Modena per quanto riguarda l'aspetto artistico e storiografico e punteggiando il libro con le foto emozionali di Beppe Zagaglia e dalle immagini messe a disposizione dal Museo. La scelta di fare una pubblicazione di facile fruizione e in bilingue, ha lo scopo di catturare anche il turista in città, diventerà infatti un bellissimo ricordo della visita e la cartina in allegato fornirà un itinerario tra le chiese del centro storico che potranno poi essere approfondite sul testo. Il volume è stato presentato anche alla Diocesi di Modena che sarà copromotrice della pubblicazione e ne curerà la premessa, oltre a mettere il volume in vendita nel bookshop dei Musei del Duomo.

Il Verano. L'arte e gli artisti....

Regni Bruno
Timía 2019

Disponibilità immediata

40,00 €
Tracciando un percorso storico-artistico e culturale di Roma, il Cimitero monumentale del Verano risulta tra i luoghi misconosciuti della città, malgrado la sua estensione e la ricchezza di elementi d'interesse. La pubblicistica - piuttosto scarsa - su questo luogo ne ha messo in evidenza il valore di "museo all'aperto", privilegiandone, tuttavia, la visione di un percorso di testimonianza di vite "illustri", principalmente di politici, letterati, uomini di cinema e teatro ecc. Quasi mai, invece, è stata annotata la "presenza" degli artisti-architetti, pittori e scultori, ma anche artigiani del marmo, del mosaico e del vetro che vi sono sepolti e, parimenti, è stata data raramente attenzione alle opere che gli artisti hanno lasciato al Verano valutandole come delle opere minori. Il presente lavoro intende riempire questo vuoto nella storia artistica di Roma, restituendo la giusta attenzione a opere di degna rilevanza e ai tanti artisti che le hanno realizzate, molto spesso caduti nell'oblio malgrado le loro espresse qualità, ma anche rilevare le realizzazioni di artisti altrimenti affermati, per i quali spesso tali opere, pur rappresentando un'impresa secondaria, sono state occasione di sperimentazione. Nonostante nel testo vengano riportate la localizzazione delle opere pittoriche, scultoree e architettoniche schedate, questo libro non deve essere considerato come una sorta di guida turistica di un luogo "alternativo". Esso è stato ideato come un progetto di ricerca all'interno di un ambito trascurato della storia dell'arte e della storia della città.

Il Sacro Cuore di Bellinzona. 80...

Casari Tarcisio
Salvioni 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Prendendo le mosse dall'arrivo dei frati in città, nella prima parte del volume si racconta dei quartieri di Prato Carasso e della "Geretta", della piccola chiesetta allora presente, della decisione dei frati di edificare una nuova chiesa e del progetto architettonico dello studio Tami. La parte centrale e più importante del libro è dedicata alla descrizione delle caratteristiche dell'edificio e delle numerose opere d'arte ivi presenti, a partire dalla Via Crucis di Guido Gonzato (ma sono diverse le opere di artisti, ticinesi e non presenti in chiesa). In queste pagine è tracciato anche il ritratto di alcuni frati che nel corso del tempo si sono avvicendati nel convento (molti bellinzonesi ricordano senz'altro ancora fra Giuvanin e padre Callisto) e sono illustrate brevemente la vita e le attività della comunità laica che ruota attorno alla chiesa e al convento dei frati.

Le cattedrali di Francia

Rodin Auguste; Martore P. (cur.)
Castelvecchi 2019

Disponibilità immediata

18,50 €
Per Auguste Rodin la cattedrale gotica rappresenta l'opera totale e corale, nella quale si coniugano armoniosamente valori plastici e pittorici, ideali civili e religiosi, tensioni erotiche e precetti morali. L'interesse per l'architettura medievale porta Rodin a compiere periodiche visite contemplative alle chiese francesi - Mantes, Nevers, Amiens, Laon, Reims, Chartres... - alla ricerca dei principi di un culto secolare della bellezza. Edito per la prima volta nel 1914, questo libro raccoglie pensieri, note sparse e disegni prodotti da Rodin in decenni di "pellegrinaggio" presso le cattedrali. Non è un trattato scientifico, ma il tributo passionale e a volte quasi mistico al fascino di monumenti che l'artista identifica come simboli del proprio Paese.

Le chiese distrutte a Venezia e...

Gaggiato Alessandro
Supernova 2019

Disponibilità immediata

30,00 €
In questo primo volume («Le Chiese distrutte a Venezia e nelle isole della Laguna. Catalogo ragionato») e nel secondo («Le chiese esistenti a Venezia e nelle isole della Laguna vòlte ad altro uso o chiuse. Catalogo ragionato»), Alessandro Gaggiato ci offre diversi itinerari tra innumerevoli luoghi d'arte e di storia «per riallacciare - scrive Camillo Tonin in premessa - nodi da tempo recisi e quasi imprevedibili e ricomporre il puzzle della civiltà artistica veneziana esploso negli ultimi due secoli in tanti frammenti disseminati nelle collezioni e nei musei pubblici e privati di tutto il mondo. Anni spesi in sopraluoghi a raccogliere notizie, ad approfondire studi, a ripassare le vecchie lastre fotografiche con immagini che testimoniano una Venezia che non c'è più, conservate nello storico archivio fotografico della Ditta Böhm, dove Gaggiato ha a lungo lavorato ed esercitato la sua passione per la storia e l'arte veneziana. A lui e a sua moglie Christiane, che in tutti questi anni l'ha seguito e sostenuto in questo imponente lavoro, il ringraziamento degli studiosi e dei cultori d'arte per avere ulteriormente solidificato la memoria e incrementato le conoscenze sul patrimonio artistico e architettonico di Venezia e, allo stesso tempo, anche esaltato la grandezza di questa civiltà con notizie di tante opere andate perse e il riconoscimento di altre che per scelta, per necessità o per costrizione questa Città ha seminato altrove.»

Vatican chapels. Ediz. inglese

Dal Co Francesco; Ravasi Gianfranco; Molteni Elisabetta
Mondadori Electa 2018

Disponibilità immediata

30,00 €
In occasione della prima partecipazione della Santa Sede alla Biennale Architettura, per la 16. Mostra internazionale di architettura della Biennale di Venezia (26 maggio - 25 novembre 2018), Electaarchitettura pubblica il catalogo del Padiglione della Santa Sede "Vatican chapels", allestito sull'isola di San Giorgio Maggiore. Il progetto, curato da Francesco Dal Co, si ispira alla Skogskapellet, la Cappella nel bosco che il celebre architetto Erik Gunnar Asplund costruì a partire dal 1918 nel Cimitero di Stoccolma. A questo piccolo ma eloquentissimo capolavoro è dedicato uno spazio espositivo in apertura del percorso dove sono esposti il plastico - realizzato per l'occasione - e le riproduzioni dei disegni originali. Il tema di una cappella come luogo di orientamento, incontro, mediazione e saluto - come la definì Gunnar Asplund - è stato proposto a dieci architetti, di diversa provenienza e portatori delle esperienze più differenti, invitati a ideare e costruire altrettante cappelle all'interno dell'area alberata all'estremità dell'isola veneziana di San Giorgio Maggiore. Come la Skogskapellet di Asplund, anche le cappelle che formano il Padiglione della Santa Sede sono isolate e accolte da un ambiente naturale del tutto astratto, connotato unicamente dal suo emergere dalla laguna e dal suo aprirsi sull'acqua, ulteriore metafora del peregrinare della vita. "Vatican Chapels" è dunque un padiglione composito e diffuso, percorribile a tappe in un percorso che è, insieme una sorta di pellegrinaggio spirituale non solo religioso ma anche laico. Il catalogo a cura di Francesco Dal Co, con testi di Gianfranco Ravasi, Francesco Dal Co e Elisabetta Molteni, documenta nel dettaglio l'intero iter di ideazione e realizzazione del padiglione della Santa Sede. Schizzi inediti, elaborati di progetto, fotografie dei cantieri e delle cappelle concluse, oltre che una campagna fotografica di Alessandra Chemollo e Ginevra Formentini, permettono di ripercorrere le tappe di questo ambizioso progetto. Edizione in lingua inglese.

Archeologia delle chiese. Dalle...

Chavarría Arnau Alexandra
Carocci 2018

Disponibilità immediata

26,00 €
La Chiesa, in quanto istituzione, ha rappresentato il legame più forte tra il mondo classico e quello medievale ed è stata garante della preservazione del carattere urbano della società medievale. Allo stesso tempo ha costituito l'elemento più innovativo dell'età di transizione e uno dei principali agenti del cambiamento. Studiate come documenti storici, le chiese sono potenziali fonti di informazione sulla società, l'economia e il contesto politico, spia preziosa di un'epoca nella quale altre forme architettoniche sono meno visibili. Il volume ne presenta gli aspetti principali attraverso fonti scritte e dati materiali: le prime ci parlano dei committenti, della ritualità e della liturgia in rapporto all'articolazione degli spazi; i secondi ci permettono di ricostruire le sequenze dei monumenti, le modalità di utilizzo e il contesto insediativo. In questa nuova edizione, oltre al necessario aggiornamento bibliografico e alla quasi completa sostituzione dell'apparato iconografico, sono stati approfonditi alcuni temi tra cui quello delle chiese costantinopolitane e della Terra Santa, il loro impatto sull'architettura occidentale e le conseguenze dell'arianesimo nella costruzione della topografia cristiana.