Abbruzzese S.

Abbruzzese S.

Cattolicesimo l'impossibile rinuncia

Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Se l'indebolimento delle «identità religiose» delle nazioni europee e le reazioni alla «neutralità» della società secolare segnano il dibattito contemporaneo, la questione di Dio continua a rivelare le dinamiche che scuotono la modernità tardiva. Gli europei non sanno come affrontare la paradossale permanenza di quella questione. Faticano a distinguere le dimensioni religiose della vita comune. La proposta cristiana che ha informato la loro storia ha spesso l'apparenza di uno spettro che si aggira, come un segno quasi svanito o un simbolo ormai muto, tra i popoli del Vecchio continente. La rinuncia al cristianesimo sembra tuttavia rendere l'Europa irriconoscibile a se stessa, anche perché tende ora a coincidere con una rinuncia alle responsabilità dell'azione politica, all'esperienza in cui si determinano la libertà e la giustizia degli uomini. Pierre Manent si sforza di esplicitare le fonti e l'impossibilità di quella duplice rinuncia. Articolando politica, filosofia e religione, offre una riflessione sulla dinamica occidentale che non si confonde con la razionalizzazione strumentale, con l'antagonismo delle classi o con la promozione dei diritti individuali. Quella dinamica è ripensata nella sua opera seguendo le «metamorfosi della città» che continuano a sovrapporsi al problema teologico-politico. Questo libro raccoglie una serie di importanti riflessioni di Manent, tratte da conferenze italiane e francesi. È completato da alcuni tentativi di approfondire gli argomenti di un filosofo che medita il rapporto tra cristianesimo e Europa come un orizzonte attivo d'avvenire, come una questione fondamentale e persistente.

Bullismo e percezione della...

Abbruzzese S.
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

25,00 €
Il termine bullismo, dall'inglese bullying, è usato per etichettare gli atteggiamenti di prepotenze e angherie ripetuti in ambito scolastico, di cui sono vittime i ragazzi più deboli. Il fenomeno del bullismo è sempre esistito, pur se ignorato o sottostimato, ma da qualche tempo se ne parla molto, forse perché è stato scoperto dai mass media e di conseguenza ha avuto una nuova "visibilità". Si ha così l'impressione, non verificabile a causa della mancanza di dati riferiti al passato, di un aumento dei casi. Ormai tutti riconoscono i danni dei comportamenti bullistici sulla salute mentale non solo delle vittime, ma anche sugli stessi bulli, i cui comportamenti di prepotenza sfociano sempre più frequentemente in gravi reati contro la persona. È doveroso perciò che la società si interroghi sulle ragioni di queste violenze. Qual è il ruolo degli adulti coinvolti nel problema? Genitori, educatori, servizi e giudici sono preparati e attenti ad arginare il fenomeno in famiglia, a scuola, nel contesto delle comunità e, se necessario, nei tribunali? Il dibattito su questi temi sta diventando articolato ed appassionante, coinvolgendo giudici, insegnanti, medici, psicologi, ricercatori e sociologi. Questo libro avvincente mette a confronto ad ampio raggio gli approcci, le analisi e le proposte dei maggiori studiosi che se ne sono occupati in Italia.

La società civile in Italia: casi...

Abbruzzese S.
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Il volume riunisce una serie di studi su realtà associative nel Nord-Est che rientrano nella categoria della "società civile". In questa dimensione della vita associata si affermano forme di azione collettiva che vanno descritte e interpretate. Tali forme si manifestano infatti sia come perseguimento di un obiettivo di bene collettivo, sia come esperienza di legame solidale. Il metodo seguito è quello della comparazione tra casi empirici sulla scorta di un'indagine quantitativa nazionale. Se in queste pagine il Nord-Est si rivela come lo snodo significativo e qualificante dello sviluppo della società italiana, la realtà associativa che lo struttura ne costituisce il motore principale.

Minori e violenze. Dalla denuncia...

Abbruzzese S.
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

46,50 €
"Il minore vittima ed autore di reati sessuali è al centro dell'interesse di questo volume, che cerca di fare il punto sullo stato dell'arte e sull'avanzamento dei lavori in tema di violenza sui minori e dei minori. Sono stati fatti dei passi avanti sul cammino dello svelamento della violenza, ma c'è ancora molto da fare. Il sommerso, il silenzio, l'invisibile continuano a predominare. Questo libro illumina la strada maestra verso la denuncia e il trattamento della violenza, considerandoli i due binari su cui fondare la cultura dell'antiviolenza. Troverete citate tante ricerche sull'epidemiologia del fenomeno, che faranno riflettere non solo sulla impressionante diffusione ma anche sulla disarmante scarsità di denunce e sulla sconfortante esiguità delle condanne. Stiamo incominciando ad accettare il fatto che le denunce sono necessarie per rompere il muro del silenzio e che il trattamento garantisce la migliore forma di prevenzione, ma purtroppo manca ancora la connessione fra i due interventi. Interesse della giustizia è scoprire la verità, l'interesse del minore consiste nel tutelarlo. Non sempre questi due interessi sono compatibili. In questo libro gli operatori dell'antiviolenza troveranno indicazioni su come rendere questi due interessi il più possibile compatibili. Ponendoci un obiettivo finale: non dobbiamo porci il problema se i minori siano o non siano attendibili e capaci di testimoniare, ma come renderli attendibili e capaci". Saverio Abbruzzese

Percorsi del credere: convinzioni...

Abbruzzese S.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Questo testo presenta alcuni risultati di un'analisi delle ragioni soggettive dell'adesione alla credenza religiosa in tre Paesi europei tradizionalmente ancorché non essenzialmente cattolici, a partire dalla raccolta di interviste qualitative centrate sull'esperienza religiosa fra individui non cattolici. Grazie alla costruzione di un adeguato strumento di indagine, l'intervista cognitivo-narrativa, si è guardato all'esistenza, a livello individuale, della formulazione di "ragioni forti" che giustificassero agli occhi dei soggetti stessi, ma anche a quelli dei loro interlocutori, l'adesione alla credenza. La finalità più ampia dell'indagine è stata quella di intercettare i "valori" che le credenze religiose sostengono nei soggetti, intendendo come tali i principi di orientamento dell'agire e quindi le fonti del giudizio normativo.

Breve apologia per un momento...

Marion Jean-Luc
Morcelliana

Non disponibile

13,00 €
Un'analisi delle opportunità che l'esperienza e le virtù cristiane possono offrire a una società secolare e a una laicità scosse nelle loro fondamenta. Il testo è, al tempo stesso, una riflessione per recuperare, valorizzandoli, i principi religiosi alla base dello stesso universo democratico laico, ma anche una ripresentazione del cattolicesimo rivolta ai tanti che ne hanno dimenticato la logica che lo struttura e le ragioni che lo alimentano.