Stili artistici (non classificati per data)

Active filters

Venezia e Moby Dick

De Seta Cesare
BEAT

Disponibile in libreria

9,00 €
Ciascuno di noi ha in cuor suo un'idea di Venezia, proprio perché di questa straordinaria città non esiste e non può esistere una definizione esaustiva. Venezia è sgusciante e imprendibile, come un animale misterioso. L'idea di Cesare de Seta è che essa sia come Moby Dick, la balena bianca con cui Ahab mette in gioco il suo destino: un'inafferrabile città-destino, immersa nel Mediterraneo con i suoi tentacoli-isole. Animato da quest'idea, de Seta si è mosso alla ricerca degli infiniti tesori che giacciono nel corpo di questo misterioso Leviatano: le opere che hanno segnato la storia dell'arte e sulle quali incombe una tale bibliografia da far tremare i solai di una biblioteca. Durante il viaggio, compaiono le gigantesche figure dell'arte che sono Venezia, anche quando non la dipingono: Tiziano che, come Michelangelo, era nella leggenda già da vivo, e il cui colore è all'origine del mito della pittura veneziana in Europa; Tintoretto che con il suo «schioppettio cromatico» prese assai rapidamente il posto di Tiziano; i vedutisti Canaletto, Guardi e Bellotto, che resero sublime l'uso della camera oscura, e appaiono qui come protagonisti di una singolare pièce teatrale, in dialogo con i loro e i nostri contemporanei che di loro si sono occupati.

I simboli dell'arte. Ediz. illustrata

Wilson Matthew
24 Ore Cultura

Disponibile in libreria

14,90 €
Il libro è una guida nell'affascinante mondo dei simboli nella storia dell'arte, per permetterci di scoprire che significato hanno in un dipinto la raffigurazione di un cane oppure di una scimmia, di un fiore di garofano o di una palma; o ancora cosa rappresentino elementi come l'acqua o il fuoco, oppure gli astri o le costellazioni, o ancora l'impronta di un piede o la raffigurazione di uno scheletro umano. E inoltre, il significato di un gatto nell'arte dell'antico Egitto è lo stesso che assume in un dipinto fiammingo del Rinascimento? E la rappresentazione di un drago in un disegno cinese al tempo della dinastia Yang ha qualcosa in comune con il drago che San Giorgio uccide nell'arte italiana o fiamminga? Una caratteristica preziosa del volume, in armonia con l'impostazione della collana Art Essentials, è di offrire uno sguardo a 360° sull'arte, sia dal punto di vista cronologico, spaziando dalle antiche civiltà del bacino mediterraneo e dell'Oriente (Egitto, Babilonia) fino ad artisti dei nostri giorni come Olafur Eliasson e Bill Viola, sia da quello geografico. A questo proposito il volume si lascia decisamente alle spalle il vecchio paradigma eurocentrico, che ha dominato per tanti anni anche gli studi di storia dell'arte, mostrandoci le varie metamorfosi dei simboli dalle miniature persiane alla grafica giapponese di Hokusai, dalla pittura sacra spagnola del '600 di El Greco e Velázquez ai rilievi e monili aztechi, dai Buddha dell'antica Cambogia o della civiltà pachistana del Gandhara fino alle opere surrealiste di Max Ernst.

Colazioni d'artista. Capolavori in...

Arnaldi Valeria
Ultra

Disponibile in libreria

17,50 €
Le sperimentazioni di Leonardo da Vinci e le sue "macchine" consacrate al gusto. I pasti frugali di Michelangelo. Le cene di Caravaggio, finite in rissa. Le preparazioni puntigliose di Claude Monet. Le tavole imbandite di Pablo Picasso, appassionato e vorace consumatore di cibo, sempre alla ricerca del nuovo. I piatti concepiti come opere d'arte, per sorprendere occhi e palato, di Salvador Dalí. Tra opere e documenti, la storia dell'arte ci consegna anche una sorta di storia della cucina, o perlomeno di storia della gola, seguendo le tante passioni e ricette di grandi artisti di diverse epoche. La fantasia, come elemento chiave di ogni piatto, è l'ingrediente che si fa trait d'union tra visioni differenti, anche molto distanti tra loro, in un viaggio nel tempo, fatto rigorosamente a tavola. Per scoprire le abitudini di Renoir, i "vizi" di Toulouse-Lautrec, i sapori speziati ed esotici di Paul Gauguin, regalandosi il piacere e la fantasia, appunto, di mangiare insieme ai grandi maestri dell'arte. O quantomeno di saper preparare alcuni dei loro "capolavori".

Un minuto d'arte. 60 capolavori per...

Collu Daniela
Vallardi A.

Disponibile in libreria

16,90 €
Se davanti a una tela di Jackson Pollock la tua reazione è «vabbè, con una latta da cinque litri nel garage di zio Franco questo lo facevo pure io», questo libro è per te. Perché tutti pensano che per apprezzare l'arte siano necessari paroloni incomprensibili o libri pallosissimi? Daniela Collu vuole dimostrarci che non è così. Storica dell'arte per formazione e conduttrice radiotelevisiva per professione, ci invita a una passeggiata tra 60 opere, artisti e monumenti fondamentali, facendoci scoprire che si può godere della bellezza senza soggezione e persino con divertimento e ironia. Partendo dalla sua rubrica instagram #1minutodarte, ci fa osservare l'arte imparando a porci delle domande, come se fosse un delitto irrisolto. Scopriremo che le risposte possono essere sorprendenti, acute, geniali, a volte di un'ironia e una libertà mai incontrate prima. E se l'arte contemporanea ci concede il lusso del rebus, ci stupiremo a ritrovare lo stesso gioco di significati nascosti, slittamenti e misteri nell'arte antica, nel Medioevo e nel Rinascimento, nelle pale d'altare e nei ritratti con le damine e il levriero afghano impeccabilmente in posa. Raccontando aneddoti scemi ed elargendo informazioni, "Un minuto d'arte" ci insegna a usare curiosità e senso critico, a costruirci i nostri strumenti per osservare il bello, regalandoci la granitica certezza che la creatività ci salverà tutti. Quando il MoMA è lontano ma la voglia di Les demoiselles d'Avignon prende il sopravvento, ecco un libro ricco di immagini e tutto da leggere, per guardare all'arte con occhi nuovi e ricordarci che la bellezza è un'esperienza che può cambiarci la vita. 

La grande corsa dell'arte europea....

Caroli Flavio
Mondadori

Disponibile in libreria in 3 giorni

34,00 €
Durante una memorabile lezione all'università, il grande maestro Roberto Longhi mise nel proiettore due diapositive, l'"Adamo ed Eva" di Van Eyck e l'"Adamo ed Eva" di Masaccio. Le mostrò un paio di volte agli studenti, poi sentenziò: «L'arte europea comincia così...», senza aggiungere altro. Contemporanee eppure diametralmente opposte, quelle due immagini rivelano la nascita del «pensiero in figura» nel Vecchio Continente nei suoi due ceppi, quello fiammingo, il cui destino è prima di tutto luce, e quello latino, votato alla corporeità e al peso della figura. Da questo ricordo personale, Flavio Caroli prende le mosse per raccontare i capisaldi dell'arte europea. Lo stile è quello di sempre, appassionato e poetico, e a parlare sono le opere stesse, che si inseguono e susseguono in un dialogo ininterrotto, o meglio in una corsa, dove le diverse nazioni sembrano contendersi il primato. Così, dopo aver tenuto saldamente la testa della corsa, grazie ad artisti come Bruegel, Rubens e Rembrandt, alle soglie del mondo moderno osserviamo fiamminghi e olandesi lasciare il passo alla grande ritrattistica inglese di Gainsborough e Hogarth. Mentre poi Goya corre fuori dagli schemi e inglesi e tedeschi si contendono il Romanticismo, ecco i francesi andare in fuga: dalla rappresentazione romantica dell'uomo-eroe che si staglia contro la natura nei quadri di Delacroix, fino al ciclone parigino e alla grande stagione impressionista e postimpressionista, pronta a sbaragliare le file artistiche europee con le «ombre colorate» di Monet, la «verità dello sguardo» di Degas o le tele di Cézanne. Ma già è tempo di una nuova sfida, tutta novecentesca, lungo il crinale che divide la figurazione dall'astrazione, con Kandinskij, e oltre. Tra sorpassi, grandi volate e leggendari fuoriclasse, il racconto prende vita attraverso opere straordinarie ospitate oggi nei musei e nelle collezioni di tutto il mondo. Un viaggio sorprendente che trova la sua conclusione perfetta ai giorni nostri, nell'opera di Kiefer, l'artista che più di altri raccoglie i tratti vincenti dell'arte europea: la potenza tedesca, il futurismo russo, l'eleganza francese, la sapienza italiana. In un'epoca di totale obsolescenza e precarietà, "La grande corsa dell'arte europea" ci ricorda il nostro dovere di gratitudine verso capolavori imprescindibili, che ci fanno sentire un po' eterni e che «a noi destinati a identificare il senso della vita con la poesia e con la bellezza» regalano gioia e appagamento durevoli.

Far paura: ai limiti del visibile....

Franchi
Silvana

Disponibile in libreria in 3 giorni

34,00 €
Il volume è l'esito di un progetto di ricerca internazionale e pluridisciplinare dedicato ai "Paradigmi della creatività", che ha legato l'Università degli Studi di Bergamo e Sorbonne Université di Parigi. Il gruppo di ricerca ha posto in dialogo professori e ricercatori appartenenti all'ambito delle scienze umanistiche: lingue e letterature, la storia dell'arte e della cultura visuale, le discipline dello spettacolo, la storia, il cinema, la musicologia, il fumetto. Al centro dell'indagine sono posti gli "impliciti terrificanti": oggetti, persone, situazioni generatori di paura, non identificabili visivamente o fisicamente. L'attenzione è focalizzata in particolare sul sentimento della paura che germina dai vuoti, dai silenzi, dai cortocircuiti del linguaggio e della rappresentazione, tutti sintomi della sua presenza misteriosa e al contempo sempre carsicamente attiva. Interventi in lingua francese, italiana e inglese.

I fratelli Jerace. Artsti...

Valente Isabella
ArtstudioPaparo

Non disponibile

29,00 €
La casa/museo dei Jerace è stata inaugurata e aperta nel 2018, con la precisa volontà dell'Amministrazione Comunale di rendere eterna memoria alla famiglia di prodigi dell'arte polistenese che ha lasciato un segno indelebile nella storia della nostra comunità. Ciò è stato possibile grazie alla magistrale sensibilità della professoressa Isabella Valente che, da giovanissima, ha cominciato a svolgere un'opera di ricerca perpetua e di ricostruzione storica delle vicende legate gli artisti Jerace ed ai loro capolavori, molti dei quali sono patrimonio delle donazioni degli eredi che si possono ammirare nella casa/museo di Polistena e nella sala Carlo V di Castelnuovo a Napoli.

Letteratura e arte in Versilia

Nigi Alberto
Youcanprint

Non disponibile

32,00 €
Ecco un libro per tutti e non solo per gli "addetti ai lavori". Per chi ama spaziare nel pittoresco mondo della letteratura, della storia, del cinema e dell'arte figurativa proponiamo quest'opera condotta sul filo dell'indagine critica più serena e spassionata, un'opera ricca di interpretazioni spesso alternative alle classiche posizioni della cultura tradizionale. Storia, mito, cultura popolare s'intrecciano in un girotondo eterogeneo, dove chi sa ben osservare scopre aspetti spesso trascurati e talvolta neppure sospettati. Un chiaro esempio è la Versilia, crogiuolo di talenti troppo trascurati dalla critica ufficiale.

Una storia universale dell'arte....

Bellei Gianluigi
Editoriale Lombarda

Non disponibile

7,00 €
Questa storia universale dell'arte presenta una breve selezione soggettiva di opere di tutto il mondo in maniera cronologica; possibilmente senza dare uno spazio maggiore a un periodo o a un luogo rispetto ad altri ma offrendo una visione orizzontale e non di valore. Accanto a capolavori indiscussi, e facilmente riconoscibili, abbiamo proposto, quindi, lavori meno famosi per offrire uno spaccato dell'operato dell'uomo attraverso i millenni. Senza commenti, ma solo con la forza delle immagini.

Museo di San Marco. Capolavori e...

Tamassia Marilena
Sillabe

Disponibile in libreria in 5 giorni

9,00 €
Un ampio repertorio fotografico accompagna il pubblico in un percorso storico, artistico e spirituale all'interno del Museo di San Marco, luogo sacro in cui, in mezzo ai massimi capolavori del Beato Angelico, si snodano le vicende dei padri domenicani, di Savonarola, ma anche di Cosimo il Vecchio de' Medici e del grande Michelozzo.

Laboratorio. Attualità delle...

Scalpendi

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Il volume riunisce i contributi presentati all'Università di Pavia, il 30 giugno 2017, in occasione della giornata di studio dallo stesso titolo. Fin dall'inizio, l'iniziativa è stata pensata per realizzare due progetti, entrambi istituzionali: da un lato, rendere pubblici i risultati di studi inediti che facessero il punto su alcuni problemi di storia dell'arte pavese e individuassero nuove linee di indagine, aderendo così alla tradizione che lega parte delle attività accademiche al territorio dell'istituzione; dall'altro, dar voce ad alcune giovani leve della sezione di Storia dell'arte del Dipartimento di Studi Umanistici, che hanno dedicato a temi pavesi le loro ricerche elaborate nell'ambito delle cattedre di Arte medievale e di Arte moderna. Gli atti riuniscono così studenti freschi di laurea triennale, magistrale o di dottorato, qualche studioso dell'Università di Pavia approdato alla conservazione del patrimonio e alcuni colleghi accaniti indagatori di cose pavesi.

Tessere la speranza. Le vesti...

Gizzi Stefano
Gangemi

Disponibile in libreria in 5 giorni

24,00 €
Questa mostra intreccia due diverse storie che hanno come filo rosso il culto della Madonna di Loreto. 500 anni fa, a Lisbona, veniva fondata la Chiesa di Loreto, grazie all'intraprendenza di alcuni mercanti che vollero far costruire la chiesa della nazione italiana. Sono gli stessi anni in cui, in Italia, cominciano a comparire sugli altari le caratteristiche statue lignee della Madonna e del Bambino con i loro ricchi corredi di vesti e gioielli. Proprio al fenomeno artistico, religioso e antropologico delle Madonne vestite, ancora così sentito in Italia, le Soprintendenze del Lazio hanno dedicato una serie di mostre intitolate "Tessere la speranza". Anche in questa di Lisbona, vi compaiono abiti di straordinaria fattura, che mostrano la grande abilità di artigiani locali, se non delle stesse monache benedettine, dal XVIII al XXI secolo in un territorio molto circoscritto della provincia di Frosinone. Così riccamente ammantate le statue lignee sono pronte per essere venerate sui loro altari o - durante le loro feste - ad essere portate in processione per i loro paesi. Sono dunque opere d'arte e di devozione che portano con sé i sentimenti di un'intera comunità.

Arte veneta. Rivista di storia...

Mondadori Electa

Disponibile in libreria in 3 giorni

95,00 €
Il volume è il numero 75 di "Arte Veneta", la rivista dell'Istituto di Storia dell'Arte della Fondazione Giorgio Cini. E' edita da Electa, con un Comitato scientifico che annovera studiosi di varie discipline storico-artistiche di livello internazionale. Fondata nel 1947 - sotto la presidenza di Giuseppe Fiocco e la direzione scientifica di Rodolfo Pallucchini - é divenuta nel tempo tra le più importanti pubblicazioni specialistiche di storia dell'arte. Insieme all'altra rivista a cura dell'Istituto, "Saggi e Memorie", Arte Veneta è uno strumento e punto di riferimento imprescindibile per gli studi storico-artistici. La bibliografia, che si riferisce al numero precedente della rivista, è pubblicata solo in formato elettronico ed è scaricabile gratuitamente.

La lanterna di Genova

Roncallo Enrico
Youcanprint

Non disponibile

19,90 €
Oggi la città di Genova viene esclusa per diversi motivi dall'orizzonte delle città d'arte italiane, ma questa città ha sempre attirato per molti secoli l'interesse di paesaggisti e vedutisti forestieri che hanno lasciato attente testimonianze della sua immagine. Pur non essendo sempre precise nella loro rappresentazione dal punto di vista dei particolari, trattandosi a volte di interpretazioni artistiche e paesaggi reali, e dunque soggette a tutte le approssimazioni del caso, queste fonti iconografiche documentano la Lanterna in vari situazioni.

Antropologia dell'arte. Dalla...

Ronzon Francesco
Meltemi

Non disponibile

16,00 €
Che cos'è l'arte? Dalle ricerche etnografiche compiute a partire da metà Ottocento emerge chiaramente come le opere usualmente indicate con questa etichetta non costituiscano una classe speciale la cui ipotetica essenza trascenderebbe tempo e società. Gli

Genova. Santa Maria di Castello

Gilardi Costantino
SAGEP

Non disponibile

12,00 €
Il complesso conventuale di Santa Maria di Castello, a ridosso della zona portuale del Molo, affacciato sulla sottostante insenatura del Mandraccio, occupa la sommità di un'area collinare di antichissimo insediamento, zona residenza di famiglie particolarm

Gallerie d'Italia. Palazzo Leoni...

Marsilio

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Palazzo Leoni Montanari, dimora barocca ubicata nel cuore di Vicenza, è l'unica residenza in città di gusto dichiaratamente barocco, caratterizzata da un fastoso apparato decorativo a stucco e affresco. Nel 1999, dopo un adeguamento degli ambienti alle nuove esigenze espositive, Banca Intesa, oggi Intesa Sanpaolo, ha inaugurato le Gallerie di Palazzo Leoni Montanari. Le Gallerie di Vicenza rappresentano il primo progetto in ambito museale intrapreso dalla Banca. Si tratta di una visione della missione museale che le Gallerie vicentine condividono con gli altri poli culturali ed espositivi di Intesa Sanpaolo presenti nel territorio nazionale: le Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano a Napoli, attive dal 2007, e quelle di Piazza Scala a Milano, inaugurate nel 2011. Oggi Palazzo Leoni Montanari è custode di tre importanti collezioni di Intesa Sanpaolo, i vasi greci e magnogreci, la pittura veneta del Settecento, le icone russe, un insieme ricco e variegato di testimonianze d'arte, espressione di civiltà e tradizioni figurative molto diverse.

Capolavori dell'arte. Da...

Giunti Editore

Disponibile in libreria in 5 giorni

45,00 €
Questo libro accompagna il lettore attraverso le vette della creatività mondiale dalle epoche più remote fino a Van Gogh. Si configura come un percorso nello spazio e nel tempo accompagnato da immagini che illustrano le pietre miliari di tutti i tempi, dall'Europa all'Asia, dalle Americhe all'Africa, fino a toccare il continente australiano. La suggestiva maschera di Tutankhamon, splendente e ieratica, è l'inizio di questo viaggio, quasi una narrazione di eventi storici oppure personalissimi. Ma la "narrazione" è solo una delle infinite chiavi di lettura di questo libro e Cristina Acidini, che è stata Sovrintendente per il Polo Museale Fiorentino, nella sua introduzione ne suggerisce diverse, che ci permettono di mettere a fianco in vario modo le molteplici forme rappresentative che qui sono illustrate.