Antichità e collezioni: libri, manoscritti, opuscoli, materiale a stampa

Filtri attivi

L'arte in tasca

Lanzilotta G. (cur.)
Franco Cosimo Panini - 2019

Disponibilità Immediata

25,00 €

Ordinare il mondo. Diagrammi e simboli nelle...

Leonardi T. (cur.); Rainini M. (cur.)
Vita e Pensiero - 2019

Disponibilità Immediata

35,00 €
La ricerca storica degli ultimi decenni ha scorto in modo sempre più nitido l'importanza e la diffusione, durante il Medioevo, di schemi simbolici e di rappresentazioni diagrammatiche. Un caso emblematico è costituito dalla raccolta di diagrammi conservati nei rotuli di pergamena dell'Archivio Capitolare di Vercelli. Questo volume li rende oggetto di studio, ampliando lo sguardo dalla semplice spiegazione di essi alla ricerca dei modelli, degli autori e delle circostanze storiche della produzione. Ben oltre la loro funzione di schemi utili alla memorizzazione di dati, queste figurae rivelano finalità più elevate. Secondo le modalità simboliche proprie di quel tempo, le rappresentazioni diagrammatico-figurative mirano a illustrare l'ordine della creazione, del mondo e della storia: per comprenderlo, meditarlo e delineare alla luce di esso percorsi possibili di crescita spirituale e morale e disegni ecclesiastici, sociali e politici volti al futuro.

Gaius noster. Nei segni del Veronese

Milazzo F. (cur.)
CEDAM - 2019

Disponibilità Immediata

32,00 €
L'edizione (Firenze 2012), curata da Filippo Briguglio, di una riproduzione fotografica del celeberrimo Gai Codex Rescriptus in bibliotheca capitulari ecclesiae cathedralis Veronensis, effettuata con avanzatissime tecniche di ripresa digitale ed interamente finanziata dalla Facoltà di Giurisprudenza di Catanzaro, ha rappresentato lo sfondo dell'edizione 2012, la XV, del convegno di Copanello. "Nei segni del Veronese", importanti specialisti hanno ancora una volta interrogato luoghi salienti delle Istituzioni gaiane e mantenuto vivo il filo rosso che da secoli lega gli studiosi alle fondamentali pagine veronesi.

Le cinquecentine della Biblioteca del Convento...

Razzolini C. (cur.); Cauzzi C. (cur.)
Olschki - 2019

Disponibilità Immediata

58,00 €
Il catalogo descrive e documenta le cinquecentine conservate presso il Convento della Verna. L'imponente collezione, legata a una dei luoghi più sacri della cristianità, è censita e tracciata nel catalogo tramite schede che descrivono le edizioni, ma anche la storia di ogni singolo libro posseduto attraverso la scrupolosa rilevazione delle note di possesso e di provenienza presenti sugli oltre mille libri volumi. Accompagna il catalogo una nota di lettura di Carlo Ossola, perseverante sostenitore del progetto.

La magia del manoscritto. Collezione Pedro...

Nelson Christine; Corrêa do Lago Pedro; Wiedemann Julius
Taschen - 2019

Disponibilità Immediata

30,00 €
I documenti scritti a mano sono magici: ci trasportano indietro nel tempo rivelandoci scorci di storia, arte e vita quotidiana e consentono un contatto diretto con i loro autori. Per circa cinquant'anni, l'autore e editore brasiliano Pedro Corrêa do Lago ha assortito una delle collezioni di autografi più complete del nostro tempo, raccogliendo migliaia di lettere scritte a mano, manoscritti e composizioni musicali, nonché fotografie con dedica, documenti e disegni. Da una pergamena del 1153 recante le firme di quattro papi medievali fino a un'impronta digitale del fisico Stephen Hawking del 2006, i pezzi di questa collezione abbracciano quasi novecento anni, e lungo la strada ci connettono intimamente con scrittori, artisti, compositori, politici, performer, esploratori, scienziati, filosofi e ribelli resi celebri dalle loro azioni e creazioni. Invece di focalizzarsi su un'epoca o un ambito in particolare, Corrêa do Lago fece l'ambiziosa scelta di cercare autografi illustri in otto vasti settori dell'agire umano: arte, storia, letteratura, scienza, musica, filosofia, esplorazione e intrattenimento. I 140 straordinari autografi selezionati e riuniti in questo libro - recentemente esposti per la prima volta in una grande mostra presso la Morgan Library and Museum di New York - includono lettere di Lucrezia Borgia, Vincent van Gogh ed Emily Dickinson, schizzi firmati da Michelangelo, Jean Cocteau e Charlie Chaplin, nonché manoscritti di Giacomo Puccini, Jorge Luis Borges e Marcel Proust. La scrittura a mano è uno dei mezzi più viscerali di cui disponiamo per lasciare una traccia della nostra esistenza. In un'epoca in cui gran parte delle nostre comunicazioni sono diventate completamente immateriali, questa collezione rivela il potere della penna di raccontare l'energia, la passione, la vulnerabilità e la fantasia dell'umanità attraverso i secoli.

I manoscritti di Leonardo da Vinci dal punto di...

Calvi Gerolamo
Zanichelli - 2019

Disponibilità Immediata

49,00 €
"I manoscritti di Leonardo da Vinci" mantiene tuttora intatta la sua solida affidabilità di punto di riferimento per chiunque voglia approfondire gli aspetti di Leonardo artista, scrittore, scienziato. In forza di una lunga familiarità con i codici leonardeschi, Gerolamo Calvi ne ricostruisce con mano sicura la stratigrafia cronologica, tracciando l'evoluzione della grafia vinciana all'incrocio fra considerazioni paleografiche, dati esterni (date, eventi, personaggi) e concentrarsi o rarefarsi degli interessi scientifici di Leonardo lungo l'arco della sua esperienza biografica. La struttura eterogenea e composita del Codice Atlantico concede all'occhio attento dello studioso di avvertire la distanza o la vicinanza di tempi e il perpetuarsi o il mutare degli interessi del grande artista; le indicazioni offerte con il massimo grado di evidenza dal codice oggi all'Ambrosiana valgono di volta in volta da orientamento cronologico per la restante documentazione autografa. Con un contributo di Lucia Bertolini.

Dante visualizzato. Carte ridenti. Vol. 2: XV...

Cesati - 2019

Disponibilità Immediata

50,00 €
Questo volume, secondo della serie Dante visualizzato - Carte ridenti 2 , accoglie gli Atti del Convegno internazionale svoltosi a Firenze (18-20 aprile 2016). Studiosi di tutto il mondo hanno impegnato le loro letture e prospezioni interpretative alla tradizione figurata della Commedia della prima metà del secolo XV. Ed è proprio entro lo sviluppo di una fortuna critica particolarmente estesa per quel che riguarda la tradizione iconizzata della Commedia che la fase primo-quattrocentesca rappresenta un momento di assai articolata evoluzione. Si tratta di una tradizione secolare che sarà analizzata e approfondita tentando di sceverare i sensi, le caratteristiche, i mezzi e le funzioni attraverso l'importante tradizione di manoscritti, di stampe e di altre forme artistiche come affreschi, pitture, sculture, ecc. che si ispirano alla volontà di riprodurre iconograficamente la poesia dantesca. Si ripercorre in queste pagine la traccia dei testimoni dal punto di vista materiale, storico, filologico e artistico. Ormai la complementarità tra testo e iconografia nelle lettere e nelle arti del Medioevo non ha più bisogno di essere dimostrata. E certamente l'opera dantesca offre spunti di studio e approfondimenti ricchissimi sia per i letterati che per gli storici dell'arte.

Il copista come autore

Canfora Luciano
Sellerio Editore Palermo - 2019

Disponibilità Immediata

12,00 €
Questo del filologo e storico (ed elegante scrittore) Luciano Canfora è un libro sui libri che stimola la riflessione: quali, quanti e in che modo si sono «conservati» i testi degli scrittori antichi? E che cosa è in realtà un «originale» e che significa dire che esso sia «esistito»? In questa nuova edizione Canfora ha aggiunto un capitolo: «L'inesausta ricerca di testi antichi suscita da sempre la tentazione di creare ciò che è andato perduto, e che vorremmo resuscitare. Anche in questo campo l'attività di copia è lo strumento. Perciò nel riproporre queste pagine, abbiamo ritenuto necessario aggiungere un nuovo capitolo: Il falsario come autore. E abbiamo scelto di parlare di uno di loro: grandissimo e temutissimo».

Pirandello mai visto. Dalle collezioni della...

Andreoli A. (cur.); De Pasquale A. (cur.)
De Luca Editori d'Arte - 2019

Disponibilità Immediata

25,00 €
Conosciuta in ogni parte del mondo, la vastissima opera di Luigi Pirandello ha dato voce a una folla di personaggi narrativi e drammatici che interpretano la crisi sulla quale si affaccia il Novecento. È l'immane malattia del nuovo secolo privo di certezze, che lo scrittore esplora e denuncia con gli strumenti della scienza psicologica ormai addentrata nei territori dell'inconscio e delle nevrosi. Nel corso degli ultimi mesi, donazioni e lasciti all'Istituto di Studi Pirandelliani e sul Teatro Contemporaneo hanno arricchito di nuovi testimoni l'opera e la vicenda umana di Luigi Pirandello. Finora sconosciuti, possiamo oggi contare su manoscritti di opere narrative, teatrali e saggistiche insieme con un numero considerevole di documenti privati, a cominciare dal carteggio con Marta Abba, attrice amatissima, al fianco del grande scrittore durante un decennio decisivo per la carriera di entrambi. Luigi Pirandello è uno dei protagonisti del museo letterario Spazi900 della Biblioteca nazionale centrale di Roma. Allo scrittore siciliano è dedicata una sezione all'interno della prima Galleria degli scrittori, dove è possibile vedere il taccuino segreto, senza dubbio il più prezioso documento pirandelliano conservato dall'Istituto, il manoscritto delle "Elegie renane" e le prime edizioni delle sue opere più note. Tuttavia tra le collezioni letterarie della Biblioteca sono presenti altri rilevanti documenti pirandelliani "mai visti" in un percorso espositivo. È infatti relativamente recente l'acquisizione della Raccolta pirandelliana, entrata a far parte del patrimonio della Biblioteca nel 2011 e costituita da autografi, lettere, fotografie e opere a stampa.

Il codex e il disco aureo perduto

Esposito Isidoro
Ferrari Editore - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
Il volume ricostruisce la consistenza e la composizione del Codex Purpureus Rossanensis, manoscritto miniato nel V-VI secolo d.C. su pergamena tinta di porpora, incluso nell'elenco dei patrimoni dell'umanità. Percorrendo le secolari vicissitudini che ne hanno accompagnato la realizzazione, Isidoro Esposito getta una luce sul prezioso documento, offrendo nuovi spunti di approfondimento su un capitolo della storia dell'arte ancora avvolto dal mistero. Nell'indagine condotta, l'autore espone un'ipotesi per una nuova lettura della copertina che chiudeva e decorava uno dei libri illustrati più antichi del mondo. I suoi studi iconografici svelano, infatti, una probabile associazione con la lamina bratteata altomedievale, conservata nel Museo Archeologico di Siracusa, recuperata nel 1927 dall'archeologo Paolo Orsi attraverso un antiquario romano che a sua volta l'aveva acquistata da un orafo di Rossano, la città che custodisce il Codex.

Incunaboli a Ragusa

Catalano P. (cur.)
Viella - 2019

Disponibilità Immediata

40,00 €
Questo volume contiene la descrizione di 73 incunaboli conservati in biblioteche pubbliche o aperte al pubblico e in una privata dei comuni di Ispica, Modica, Ragusa e Scicli, molti dei quali - non compresi nello Incunabula Short Title Catalogue - erano ignoti ai ricercatori. Come già per i volumi dedicati agli incunaboli di Siracusa (2015) e alla provincia di Catania (2018), gli esemplari sono descritti con particolare attenzione a tutti i dettagli che accompagnano il testo stampato e ne fanno dei testimoni unici dell'uso, della circolazione e del commercio del libro antico. Una serie di immagini accompagna la registrazione dei nomi degli individui e delle istituzioni, soprattutto religiose, che hanno posseduto nel tempo gli esemplari, di ciascuno dei quali si precisa con grande accuratezza lo stato di conservazione.

Figurine mondiali. Coppa Rimet 1930-1970

Angius Sandro; Crocco Gabriele; Rovati Franco
Geo Edizioni - 2018

Disponibilità Immediata

29,90 €
Prefazione di Claudio Gregori. Con un'intervista a Sandro Mazzola.

Il manoscritto Voynich. Il codice più...

Bompiani - 2018

Disponibilità Immediata

40,00 €
Quando Umberto Eco visitò la Beinecke Library dell'Università di Yale, l'unico manoscritto della collezione che chiese di sfogliare fu il "Voynich". Dal 1912, anno in cui Wilfrid Voynich, un mercante di libri rari di origini polacche, lo acquistò dai gesuiti di Villa Mondragone, vicino a Frascati, schiere di studiosi, linguisti, filologi e criptologi - persino esperti della Nasa e un software di intelligenza artificiale - hanno cercato di risolvere l'arcano di questo codice impenetrabile risalente alla prima metà del XV secolo. Questa edizione, che è una riproduzione fotografica facsimilare, realizzata per ricreare l'esperienza di sfogliare l'originale "Manoscritto Voynich", invita i lettori a lasciarsi catturare dai caratteri indecifrabili e dalle bizzarre illustrazioni di piante, astri, figure femminili enigmatiche e diagrammi cosmologici. Il commento che chiude il volume racconta l'incredibile viaggio di questa singolare opera attraverso la storia e le chiavi interpretative a oggi proposte per illuminare il fitto mistero che la avvolge.

Per libri e per scritture. Contributi alla...

Inserra S. (cur.)
Ledizioni - 2018

Disponibilità Immediata

24,00 €
Il volume raccoglie sette saggi legati tra loro da un doppio filo conduttore, identificabile nella tipologia dei materiali oggetto di indagine, libri e scritture, e nella collocazione storico-geografica, l'Italia meridionale tra XVI e XVIII secolo. I contributi abbracciano temi legati alla descrizione e catalogazione di manoscritti e libri antichi, alla storia del libro e delle biblioteche, alla storia dell'editoria, raccolti con l'intento di approfondire quanto già noto o di far luce per la prima volta su alcuni aspetti della circolazione e dell'uso dei libri nei tre secoli indicati e nell'area geografica individuata.

Gli Statuta dell'Università di Oppido Lucano in...

Di Tolla Margherita
Artemide - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
Gli "Statuta" fanno parte di un patrimonio storico-culturale e linguistico della comunità in cui sono stati redatti e possono esserne considerati lo specchio. Sono una forma di rivendicazione di autonomia amministrativa, espressione di vivaci forze locali che avevano tutto l'interesse a frapporre un argine al potere monarchico e a quello feudale, e scaturiscono dalla volontà del popolo di definire regole di condotta comuni sia in campo civile sia penale. La presente monografia mette in luce i risultati ottenuti dalla documentazione e dallo studio di linguistica del volgare meridionale attestato nella cancelleria di corte con varianti locali accolte dal notaio nel documento statutario. La trattazione è stata articolata partendo da un rapido quadro storico della Basilicata e in particolare di Oppido Lucano nel corso del XVI sec., dalla descrizione e da una breve analisi filologica degli "Statuta"di Oppido, dal loro contenuto, dalla storia recente del documento, dalla nozione stessa di "Statuta" in ambito meridionale, concludendo infine con la questione della lingua adoperata nei capitula dei Comuni e delle università per arrivare all'analisi linguistica del documento. Gli "Statuta" di Oppido rappresentano un esempio di un filone linguistico, storico e giuridico che ha permeato la realtà meridionale con una preponderanza ignota almeno fino allo scorso secolo e la loro analisi storico-linguistica è solo un primo contributo in un campo di ricerca di una tematica ancora giovane e che ha bisogno di ulteriori approfondimenti. Prefazione di Francesco Saverio Lioi.

L'erbario dell'abbazia di Montevergine

Arte'm - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
Di competenza del monaco era non solo la raccolta delle erbe sulla montagna del partenio, ma anche la gestione e la cura di un'area all'interno delle mura del convento, il cosiddetto hortus simplicium o orto dei semplici, dove si coltivavano erbe officinali semplici e composte, dopo un'accurata selezione delle sementi. La medicina monastica è stata da sempre considerata parte del dovere religioso: la preparazione di tinture, tisane, unguenti, sciroppi ma anche bevande e liquori a scopo degustativo ancora oggi molto conosciuti. Con circa 700 specie, l'erbario benedettino - già richiamato nell'opera del 1592 "Phytobasanos siue plantarum aliquot historia" del fine osservatore botanico Fabio Colonna - rappresenta una testimonianza unica di grande valore culturale.

Collezionare biglietti d'ingresso

Mazzanti Patrizio
Edizioni Artestampa - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
Questo volume è il frutto della passione di Patrizio Mazzanti che da sempre ama viaggiare e conservare biglietti di ingresso a musei, mostre e luoghi visitabili in genere. Per questa pubblicazione ha selezionato alcuni biglietti cui è particolarmente legato; la collezione contiene ormai 40.000 pezzi.

Bibliomania. Possedere e leggere libri

Marcacci Giacomo
Pendragon - 2018

Disponibilità Immediata

12,00 €
"Io sono un bibliomane. Presento cioè un comprovato disturbo che mi lega indissolubilmente ai libri e al loro accumulo. Sono invero un bibliomane virtuoso, nel senso che i libri che mi procuro compulsivamente, poi li leggo. Ci tengo a distinguermi dai bibliomani non virtuosi, conosciuti anche come bibliomani ignoranti o vani, povere anime affette da un morbo che li costringe a circondarsi di oggetti che non utilizzano, o utilizzano solo di contorno, magari stipati frettolosamente in una libreria o abbandonati su improvvisati ripiani, quasi a suggello di una delusione ricevuta, o impilati a terra - torri vacue e vacillanti, simboli vuoti, tristi monumenti dedicati alla Babele che inesorabilmente li attanaglia e li imprigiona." In questo volume, l'autore tratteggia un colto e divertente excursus dei "malati di libri" e delle loro manie. Una storia sull'amore per i libri e sul loro accumulo che, come un morbo, nel tempo ha visto protagonisti i personaggi più vari - da Bacone a Borges, da Hesse a Leopardi, forse il più fulgido esempio di bibliomane mai esistito.

Catalogo degli incunaboli della biblioteca...

Viazzi Federica
Edizioni dell'Orso - 2018

Disponibilità Immediata

16,00 €
'Il volume consiste nel catalogo del fondo incunaboli conservato presso la Biblioteca Civica Francesca Calvo di Alessandria. Un'introduzione dedicata alla storia del libro a cura del professor Ugo Rozzo, una breve storia del fondo bibliografico e un'introduzione metodologica precedono le schede bibliografiche dei 72 incunaboli.'

La memoria vegetale e altri scritti di bibliofilia

Eco Umberto
La nave di Teseo - 2018

Disponibilità Immediata

16,00 €
"Abbiamo una memoria organica, registrata, custodita ed elaborata dal nostro cervello, e sin dalle origini l'uomo si è affidato a una memoria minerale, incidendo pietre o tavolette d'argilla - sino alla memoria di silicio dei nostri computer attuali. Accanto a queste due memorie si è sviluppata una memoria vegetale, dai papiri sino alla carta di stracci e alla carta tratta dal legno che si usa ai giorni nostri. Ed esempio principe di memoria vegetale è il libro, l'amore del quale si chiama bibliofilia. Che cosa vuole dire collezionare libri, antichi o in ogni caso di pregio? Il bibliofilo vive un piacere solitario perché, se raccogliesse porcellane cinesi, le terrebbe nel soggiorno e i visitatori ne rimarrebbero estasiati, mentre non sa mai per chi tirar fuori da scaffali segreti i propri esemplari più preziosi. I non bibliofili non capiscono perché un libercolo secentesco in dodicesimo, dai fogli arrossati, possa rappresentare l'orgoglio di chi è l'unico ad averne l'ultima copia ancora in circolazione. E se apprezzano un incunabolo dalle pagine ancora bianche e crocchianti, splendidamente miniato o rubricato, ne sfogliano alcune pagine ma non sono sensibili alla storia che quel libro narra, talora attraverso i suoi pochi segni di usura o le annotazioni manoscritte a margine, di pari antichità. Gli scritti di questo libro sono usciti in varie occasioni e dedicati ai bibliofili. Ma, tranne forse il saggio sulla Hanau 1609 (ormai entrato in tutte le bibliografie specializzate, e la cui lettura richiede gusto antiquario, passione filologica e profondo amore per il libro antico), gli altri sono stati scritti anche per sedurre, o almeno liberare da tanti complessi, anche i non bibliofili, o i bibliofili futuri, o i bibliofili che s'ignorano. I quali saranno trascinati dalle visitazioni di classici come Kircher, dagli elenchi di bibliofili folli, di ladri compulsivi di libri o di biblioclasti (coloro che i libri li distruggono, li bruciano, li censurano), da una serie di variazioni fantascientifiche sui libri di ieri e di domani, e da tante altre esplorazioni vagabonde di sterminate biblioteche vere o immaginarie." (Umberto Eco)

Natura meravigliosa. Le pergamene pregiate del...

Heurtel P. (cur.); Lenoir M. (cur.)
Mondadori Electa - 2018

Disponibilità Immediata

299,00 €
Pubblicato in collaborazione con il Museo di storia naturale di Parigi, "Natura meravigliosa" è un volume a tiratura limitata che raccoglie una selezione di 800 "velini" conservati presso il museo. La collezione di velini - quasi 7000 guazzi e acquerelli raffiguranti fiori, piante rare e animali - è un patrimonio di grande valore artistico e scientifico. La creazione della raccolta risale al XVII secolo, epoca in cui l'osservazione e la descrizione costituivano le basi delle scienze naturali, e si deve al duca Gastone di Orléans, appassionato botanico. Alla fine del secolo seguente la produzione dei velini da parte di disegnatori specializzati, che non era mai cessata, continuò nell'ambito delle attività del neonato Museo di storia naturale di Parigi (fondato nel 1793) fino al 1905, anno in cui fu definitivamente soppiantata dalla fotografia. Natura meravigliosa è un libro unico e prezioso: i velini sono riprodotti in altissima qualità e sono accompagnati da testi critici dei maggiori esperti del settore, la confezione è un elegante cofanetto inserito in una scatola con maniglia. Prefazione di David Bruno.

Il «Sermone» di Pietro da Barsegapè. Indagini...

Bartoli Langeli Attilio; Frugoni Chiara; mangini Marta; Polimeni G. (cur.)
Artemide - 2018

Disponibilità Immediata

40,00 €
"Dopo le segnalazioni degli eruditi del Settecento e la pubblicazione integrale a opera di Bernardino Biondelli (I 856), tra Ottocento e Novecento intorno al codice braidense si sono avvicendati studiosi che hanno lavorato a un'indagine sistematica, sia nella direzione del dibattito orientato all'edizione critica, sia in quella della descrizione della lingua. Rimasto ai margini delle antologie e dei canoni, in tempi recenti il Sermone è stato oggetto di una più approfondita analisi, volta a mettere in evidenza fonti, richiami, interferenze, offrendosi a un prezioso studio "di ritorno" che ha potuto portare in luce anche la persistenza di tasselli e di moduli nelle pieghe della letteratura religiosa a venire. Acquisiti i risultati messi a punto nel corso della storia della ricerca e i rilievi più recenti, la generosità di tre studiosi del Medioevo (Attilio Bartoli Langeli, Chiara Frugoni, Marta Mangini) rimette oggi al centro del dibattito il Sermone di Pietro, per un momento strappandolo alla piega di luce in cui si era, forse non del tutto involontariamente, adagiato. [...] Se il testo del Sermone è stato nella tradizione oggetto privilegiato della ricerca di chi si è occupato del manoscritto braidense, il volume che oggi si presenta vuole porsi, si crede per la prima volta nell'indagine su Pietro da Barsegapè, come studio complessivo di un codice: in questa prospettiva l'opera in versi, fulcro di tutta la discussione, dialoga con le miniature, con la materialità del manoscritto e, in filigrana, con il contesto storico e documentario". Il volume, curato da Giuseppe Polimeni, riproduce integralmente, in facsimile a colori, il Sermone di Pietro da Barsegapè (codice AD XIII 48) e riporta la classica "edizione" del 1891 di Carlo Salvioni.

Santa Maria delle Grazie di Bergamo. Il...

Pantarotto Martina
Ass. Centro Studi Antoniani - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
Il convento di Santa Maria delle Grazie venne fondato nel 1422 da san Bernardino in visita a Bergamo. L'istituzione permeò fortemente la vita morale, politica e culturale della città, integrandosi ben presto nel tessuto urbano, aprendo una scuola per i frati e per i fanciulli, fino alla data della sua Soppressione, avvenuta nel 1810. I pochi dati presenti in alcuni manoscritti hanno permesso all'autrice di ricostruire, parzialmente, una biblioteca ora dispersa e rifratta in diversi luoghi e sedi. Il contributo presenta le schede descrittive dei 97 volumi rintracciati, tra cui 16 manoscritti e 39 incunaboli.

Pergamene del XIII secolo del monastero di...

Salemme Timothy
Vita e Pensiero - 2017

Disponibilità Immediata

40,00 €
Fondato agli inizi del Duecento, il monastero di Damianite di Sant'Apollinaredi Milano fu tra i centri nevralgici dell'irradiamento del Francescanesimo(e dei relativi ideali pauperistici) nella città ambrosiana e nel territorio daquesta dipendente. L'antico tabularium di Sant'Apollinare, oggi disperso invari fondi archivistici milanesi, costituisce una fonte di primaria importanzaper lo studio e la comprensione del ruolo di assoluto rilievo giocato nel XIIIsecolo dall'ente regolare sul piano religioso, sociale, economico e politiconella metropoli lombarda. Un mondo nel quale, proprio in quel frangente,cominciava gradualmente a consumarsi il passaggio dagli assetti tardocomunalia quelli delle prime esperienze proto-signorili. Timothy Salemmee Maria Cristina Piva in questo libro offrono al pubblico l'edizione critica di109 documenti provenienti dall'antico archivio di Sant'Apollinare, risalentitutti al periodo compreso tra il 1204 e il 1263 e attualmente conservatipresso l'Archivio di Stato di Milano.

Orologi da polso. Tutti gli esemplari che fanno...

De Vecchi Paolo; Uglietti Alberto
De Agostini - 2017

Disponibilità Immediata

39,00 €
La nuova edizione di un originale volume dedicato ai più prestigiosi e ricercati orologi da polso, scritto e curato da due esperti del settore. Dai Patek Philippe ai Rolex, dagli Omega ai Vacheron Constantin, dai Baume & Mercier ai TAG Heuer, tutti gli orologi che hanno rappresentato un'epoca e la tecnologia più avanzata: i pezzi migliori delle più prestigiose marche, i modelli che hanno segnato la storia dell'orologeria mondiale, gli esemplari più apprezzati nel mondo dei collezionisti e degli estimatori. Un'ampia introduzione dedicata alla misurazione del tempo nelle diverse epoche, dalle prime empiriche rilevazioni al trionfo della tecnica nell'orologeria moderna. Oltre cinquanta grandi case dell'orologeria mondiale, con la loro storia, lo stile inconfondibile, le caratteristiche tecniche e i pezzi migliori della loro produzione. Un grande volume illustrato per tutti gli appassionati di orologi, con tante notizie, curiosità, approfondimenti e un utile glossario per conoscere i termini tecnici.

Dante visualizzato. Carte ridenti. Vol. 1: XIV...

Cesati - 2017

Disponibilità Immediata

50,00 €
"Questo è il primo volume di una serie di cinque, tutta dedicata allo studio delle diverse visualizzazioni su supporto cartaceo della 'Commedia' di Dante, vale a dire all'indagine del rapporto esistente tra il testo e le immagini contenuti in manoscritti, in incunaboli ed in edizioni a stampa, in quanto cardine della ricezione dell'opera di Dante nei secoli XIV, XV e XVI. È nostra intenzione proporre un quadro il più possibile esatto e cronologico di questi manufatti. Ma oltre la volontà di censire il materiale, c'è anche la determinazione a ripercorrere programmaticamente e approfonditamente la storia delle illustrazioni della 'Commedia' lungo questi primi secoli della sua ricezione artistica, in relazione al contesto in cui sono state prodotte ma anche alle altre manifestazioni letterarie, artistiche, culturali, ideologiche, politiche e religiose con le quali possono essere collegate, mediante uno studio sia dell'aspetto formale che della tipologia di visualizzazione/illustrazione che volta per volta ci troveremo davanti. Il titolo generale 'Dante visualizzato' s'ispira ovviamente al notissimo 'Boccaccio visualizzato. Narrare per parole e per immagini fra Medioevo e Rinascimento', promosso da Vittore Branca (Branca 1999); il sottotitolo 'Carte ridenti' rimanda invece alla famosa frase con cui Oderisi da Gubbio, in Pg. XI, 82-83, fa riferimento alle miniature di Franco bolognese («più ridon le carte / che pennelleggia Franco bolognese; / l'onore è tutto or suo, e mio in parte»), ripresa poi da Millard Meiss (Brieger/Meiss/Singleton 1969: 31-80). Il numero latino che accompagna il sottotitolo indica la periodizzazione: I corrisponde a tutto il Trecento; II alla prima metà del Quattrocento; III alla seconda metà del Quattrocento; IV tratterà solo Botticelli; V corrisponde a tutto il Cinquecento." (Dalla Presentazione)

Fascino e mistero del Codex Purpureus Rossanensis

Renzo Luigi
Ferrari Editore - 2017

Disponibilità Immediata

18,00 €
Con questo libro lo storico e giornalista Luigi Renzo descrive e affronta uno dei più grandi capolavori dell'arte bizantina, inserito, nel 2015, nella lista dei Patrimoni dell'Umanità Unesco. Utilizzando fonti e riflessioni, l'autore scrive la storia del Codex Purpureus Rossanensis: un prezioso evangeliario greco, miniato in oro e argento, ritrovato nel 1879 ma risalente al V-VI secolo. Spaziando dall'analisi mistagogica agli interrogativi sulla provenienza ne illustra le diverse sfumature, tratteggiandone le caratteristiche principali, in un libro agile e snello che costituisce, però, la summa di un rigoroso studio dell'argomento condotto da decenni. Il volume è corredato da un inserto a colori.

Officiolo. Commentario all'edizione in...

Francesco da Barberino; Bertelli S. (cur.)
Salerno - 2017

Disponibilità Immediata

70,00 €
Il manoscritto noto come l'"Officiolo" di Francesco da Barberino, di cui a lungo è stata rimpianta la temuta perdita, fino al fortunoso ritrovamento nella primavera-estate del 2003, non solo ha riportato di attualità un tema di eccezionale interesse - la figura e l'opera di uno straordinario intellettuale toscano vissuto tra il secondo Duecento e il primo Trecento, Francesco da Barberino, recuperate in collegamento con il suo lavoro più celebrato e più suggestivo -, ma ha schiuso orizzonti nuovi nel campo dell'alta cultura dell'Italia mediana, tosco-emiliano-veneta, tra la fine del XIII e gli albori del XIV secolo, focalizzata sui nomi illustri di Giotto per l'arte figurativa, di Dante sul piano linguistico e letterario (con tutto ciò che si muove intorno a loro). L'"Officiolo" di Francesco si distingue come il più antico "libro d'ore" italiano conosciuto a quella altezza cronologica (1304-1309): il primo libro di preghiere, costruito «nell'uso di Roma», cui viene aggiunto in fine un originale trattato allegorico sulla Speranza (ai ff. 165r-172v), che dà una connotazione del tutto inusuale a tale tipo di compilazioni. Si aggiunga che, nella prospettiva dell'alta cultura linguistica e letteraria italiana in formazione, mentre si va plasmando la nuova lingua volgare e Dante, operando la sua ardita, geniale opzione per il toscano contro il latino, fonda la letteratura italiana con quella che resterà la più complessa e fascinosa opera letteraria di tutti i tempi, la Commedia (poi la Divina Commedia); Francesco - già noto come il primo che ne abbia lasciato menzione (ante 1314), forse il primo che ne abbia avuto conoscenza diretta, almeno dell'"Inferno", quando ancora il poema era in corso di scrittura - si scopre ora autore di quell'"Officiolo" che si segnala come il probabile primo documento della suggestione esercitata dagli scenari infernali di Dante sull'immaginario dei suoi lettori contemporanei e postumi. Al tempo stesso, mentre nelle aree più avanzate dell'Italia mediana e settentrionale (ma non solo di queste) si sviluppa una vivace dialettica tra l'arte figurativa e la scrittura, mentre Giotto va elaborando nuove forme espressive che porteranno a un rivoluzionario rinnovamento della pittura italiana sullo scorcio del Medioevo, l'"Officiolo" di Francesco da Barberino offre la prima attestazione del fascino esercitato da Giotto, soprattutto l'affrescatore della Cappella degli Scrovegni, sull'arte pittorica contemporanea impiegata a illustrazione del discorso verbale. La riproduzione in facsimile dell'"Officialo", fedele all'originale, offre una preziosa documentazione, aperta alla fruizione del grande pubblico, della più spettacolare invenzione iconografica nell'arte della miniatura italiana fra Due e Trecento: il capolavoro, imprevedibile nella sua magnificenza, di uno straordinario intellettuale dell'autunno del medioevo. Questo "Commentario", affidato alle cure di studiosi tra i più esperti nei diversi settori di indagine, tenta di operare una prima focalizzazione storica del manoscritto, ormai definito come l'"Officiolo" di Francesco da Barberino, e dei suoi possibili o probabili rapporti con la più alta cultura letteraria e figurativa contemporanea.

L'antiquariato Hoepli. Una prima ricognizione...

Montagner Luca
EDUCatt Università Cattolica - 2017

Disponibilità Immediata

12,00 €
Fino a ora assai meno nota rispetto all'esperienza editoriale, la storia della Libreria Antiquaria Hoepli e dei suoi primi attori trova spazio nel volume L'antiquariato Hoepli, esito dello studio condotto da Luca Montagner, sotto la guida del professor Barbieri, per la tesi di laurea magistrale in Filologia moderna presso l'Università Cattolica di Milano. L'autore si sofferma sul caso del catalogo storico della collezione di romanzi cavallereschi appartenenti al Fondo Castiglioni e allestisce nell'ultimo capitolo un dettagliato censimento che fornisce una completa e affidabile bibliografia dei cataloghi della libreria Hoepli. Il volume offre così, come si legge nella presentazione di Giancarlo Petrella, «un limpido esempio della valenza storico-bibliografica dei cataloghi d'antiquariato per lungo tempo considerati, a torto, un prodotto editoriale la cui unica finalità commerciale-promozionale si esaurisce nel breve periodo e della necessità della loro conservazione e piena valorizzazione».

Mamerot. Les passages d'outremer. A chronicle...

Delcourt Thierry; Masanes Fabrice; Quéruel Danielle
Taschen - 2016

Disponibilità Immediata

15,00 €
Completato intorno al 1474, il manoscritto sontuosamente illustrato di Sébastien Mamerot è l'unico documento dell'epoca che descriva diversi secoli di Crociate francesi, quando una serie di regnanti successivi cercò di impadronirsi della Terra Santa. Jean Colombe, il miniatore medievale meglio noto per aver lavorato alle Très Riches Heures du Duc de Berry, è l'artista principale delle 66 raffinatissime miniature che lo compongono. Les Passages d'Outremer (Le spedizioni oltremare), attualmente conservato alla Bibliothèque Nationale de France, è composto da 277 fogli di pergamena illustrati da Colombe e alcuni tra i più eccellenti calligrafi del Medioevo. Questa nuova edizione cartonata include una traduzione completa del testo manoscritto, illustrata con 66 accurate miniature a colori realizzate da Jean Colombe, e corredata da testi esplicativi. Le battaglie, le sepolture, le incoronazioni e le processioni rappresentate prendono vita davanti ai nostri occhi andando a costituire una potente immagine e una lettura avvincente che immergerà il lettore in secoli di viaggi epici e campagne militari ardenti di fervore religioso.

À la chasse au bonheur. I libri ritrovati di...

Petrella Giancarlo
Olschki - 2016

Disponibilità Immediata

49,00 €
Renzo Bonfiglioli (1904-1963) realizzò una delle più prestigiose raccolte private del Novecento, formata da sceltissime edizioni a stampa dei secoli XV e XVI, fra le quali una collezione cavalleresca e ariostesca e la collezione di edizioni stampate dal tipografo di origini ferraresi Niccolò Zoppino che sfiorava le 200 unità. Di quella raccolta libraria, fatalmente dispersa, riemerge ora un sostanzioso nucleo presso la Beinecke Library dell'Università di Yale.

Le miniature della Fondazione Giorgio Cini....

Medica M. (cur.); Toniolo F. (cur.)
Silvana - 2016

Disponibilità Immediata

75,00 €
La Fondazione Giorgio Cini presenta in questo importante volume la collezione delle sue miniature, per la prima volta nella sua interezza. Un corpus di fogli staccati e iniziali ritagliate che, insieme a un pregevole nucleo di manoscritti, compone una delle più prestigiose e ricche raccolte di tale tipologia, frutto di un colto collezionismo antiquario. Le radici della raccolta, che si apparenta per rilevanza ad analoghe collezioni gemelle europee e americane, sono legate al mondo del mercato artistico di primo Novecento, attraverso figure di spicco quali John Edward Murray, figlio di Charles Fairfax Murray, librai, mercanti e bibliofili come Ulrico Hoepli, Carlo Bruscoli e Tammaro De Marinis. Una storia del gusto e del collezionismo tracciata da Federica Toniolo e Massimo Medica nei saggi introduttivi del volume. Splendide illustrazioni e schede scientifiche delle opere, a firma di studiosi e specialisti della disciplina, conducono il lettore a cogliere e apprezzare l'importanza raggiunta dall'arte dell'illustrazione libraria tra Medioevo e Rinascimento, quando la miniatura fiorì in tutta l'Europa, accompagnando e arricchendo i testi religiosi e profani, pazientemente e sapientemente scritti e dipinti da calligrafi e miniatori. Il volume è completato da bibliografia e indici.

I migliori album della nostra vita. Storie in...

Turrini L. (cur.); Basile P. (cur.); Gramolelli T. (cur.)
Franco Cosimo Panini - 2016

Disponibilità Immediata

25,00 €
I migliori album della nostra vita porta il lettore in uno dei mondi ai quali le figurine, soprattutto in Italia, sono più legate: quello dello sport. Se l'album dei calciatori del campionato in corso è da oltre cinquant'anni un rituale immancabile per gli italiani di ogni età, il calcio è solo uno dei mondi raccontati dalle figurine, che nella loro storia più che centenaria hanno immortalato gli eroi di decine di discipline sportive e che sono state anche, prima che la televisione arrivasse a cambiare le nostre vite, veicolo di diffusione degli sport, dei loro regolamenti e delle loro tecniche. E se la storia dello sport è una lunga serie di sfide e rivalità, alcune delle quali diventate leggendarie, ecco che è il racconto di decine di queste coppie di avversari, delle loro vite e delle loro imprese, ad accompagnare lo scorrere delle immagini di questo libro. Attraverso centinaia di figurine, dall'Ottocento fino ai giorni nostri, in queste pagine rivive la storia di due passioni popolari da sempre indissolubilmente intrecciate tra loro.

Porta Palazzo e il Balon nelle cartoline della...

Menietti Piergiuseppe
Il Punto PiemonteinBancarella - 2016

Disponibilità Immediata

20,00 €
Le cartoline raccolte in questo libro presentano la Porta Palazzo di un tempo, frequentata da umili contadini, madame eleganti e abili venditrici. Una piazza percorsa da carretti a mano, vecchi tram e fumose tranvie a vapore, a due passi dalle vie acciottolate del Borgo Dora con le bancarelle del Balon, il celebre mercato delle pulci di Torino. Sulla base delle antiche immagini, l'autore propone la riscoperta di questi luoghi attraverso due itinerari di visita ricchi di curiosità e aneddoti, integrati dai ritratti di personaggi famosi vissuti in queste zone.

Il libro miniato e il suo committente. Per la...

D'Urso T. (cur.); Perriccioli Saggese A. (cur.); Zanichelli G. Z. (cur.)
Il Poligrafo - 2016

Disponibilità Immediata

45,00 €
Nella storia della committenza libraria di età medievale il ruolo degli ordini religiosi e dei grandi ecclesiastici rappresenta uno dei temi più rilevanti, come da tempo hanno messo in evidenza le ricerche volte a ricostruire consistenza e composizione delle raccolte di manoscritti di importanti monasteri e comunità secolari e conventuali. Tra i secoli XI e XIV la penisola italiana è un grande laboratorio di produzione di manoscritti miniati: abbazie come quelle di Montecassino e Cava de' Tirreni, ma anche città come Milano, Padova, Trento e Firenze, insieme con la Roma dei papi, rappresentano alcune delle maggiori sedi di scriptoria e biblioteche ecclesiastiche. Stili e tecniche, rapporto testo-illustrazione, processi di ampliamento delle biblioteche, meccanismi di autolegittimazione messi in atto dai committenti sono alcuni dei temi intorno a cui si snoda l'indagine qui condotta. Un viaggio nell'arte della miniatura in tutte le sue declinazioni, un percorso tra gli scriptoria monastici e capitolari e le botteghe miniatorie, che si sofferma in particolare sulle scelte artistiche e iconografiche, sulle modalità di produzione e sui contesti di destinazione dei manoscritti, puntando a far emergere il ruolo cruciale ricoperto dagli ordini religiosi e dai grandi ecclesiastici nella storia della committenza libraria di età medievale.

La Bibbia dei Goti, Ravenna e Tedorico. Un...

Munkhammar Lars
Longo Angelo - 2016

Disponibilità Immediata

18,00 €
Il "Codex Argenteus" della Biblioteca Universitaria di Uppsala è forse il più completo manoscritto gotico ancora esistente. Il codice è quanto rimane di uno splendido evangeliario di lusso redatto nella Ravenna del re goto Teoderico il Grande (493-526), mentre il testo al suo interno contiene parte della prima traduzione della Bibbia dal greco al gotico, opera del vescovo ariano Wulfila nel IV secolo. La storia del manoscritto è avvolta nel mistero finché nel XVI secolo non fu scoperto nel monastero di Werden. Poi se ne persero nuovamente le tracce e ricomparve a Praga nel 1648, quando le truppe svedesi presero la città. Attraversò il Nord Europa e infine giunse all'Università di Uppsala nel 1669, prezioso dono del cancelliere Magnus Gabriel De la Gardie all'università più importante del regno. Questo libro ricostruisce la storia del Codex Argenteus, oggetto misterioso e affascinante che, da lussuoso codice purpureo, nei secoli diventò di volta in volta santa reliquia, volume dimenticato, bottino di guerra, brama di ladri o collezionisti e molto altro ancora.

Fare un libro nel Quattrocento. Problemi...

Hellinga Lotte
Forum Edizioni - 2016

Disponibilità Immediata

26,00 €
Il volume offre al pubblico degli studiosi, dei bibliotecari e degli studenti una selezione ragionata, tradotta per la prima volta in italiano, delle ricerche che Lotte Hellinga ha dedicato al mondo degli incunaboli. La raccolta dei saggi, costruita come se si trattasse di una vera monografia, intende guidare il lettore a una prima scoperta del libro del XV secolo, e si propone, nel contempo, di accompagnarlo nella conoscenza dell'opera complessiva dell'autrice.

Libro di lavorieri 1591. Riproduzione...

Passarotti A.
Nuova S1 - 2016

Disponibilità Immediata

20,00 €
Copia anastatica del libro scritto da A. Passarotti nel 1591 con introduzione e postfazione di Bianca Rosa Bellomo. Le 46 pagine centrali del libro riproducono anastaticamente l'originale conservato nella biblioteca Aurelio Saffi di Forlì. Le 46 pagine contengono disegni adatti al merletto e al ricamo. Molti di questi disegni ispirarono all'inizio del Novecento le merlettaie emiliane e furono riprodotti con ago e filo con la tecnica della Aemilia Ars.

Aura sectio librorum. Gli ex libris di Walter...

Stacchi Claudio; Bergomi Luigi
Biblohaus - 2016

Disponibilità Immediata

15,00 €
Ritroviamo le esatte misure del cielo, le calibrate geometrie astrali, dei pianeti che solcano gli spazi siderali dell'universo infinito, delle porte del tempo che da oriente a occidente delimitano il quadrante del nostro ultimo orizzonte emotivo. Il tutto respira dell'aurea proporzione rinascimentale, di quell'armonia, compostezza e grazia proprie delle forme "classiche" che, essendo "mentali", sono forme perfette, idealmente pure come il numero e la geometria delle forme prime, sempre rapprese nella misura di un idealismo estetico di matrice neoplatonica, che Valentini ha assimilato fin dalle sue giovanili frequentazioni urbinati. Ne risulta - e non poteva essere diversamente - un insieme composito, fatto di piccole poesie astratte di estrema bellezza, sempre preziose nella ricercata qualità estetica e tecnica, che posseggono il dono di non annoiare la nostra intelligenza critica, con una freschezza sempre viva, che si rinnova nel segno, nello spessore della mater ia incisa, nelle campiture cristalline del colore e che si rileva, ad ogni passo, nella memoria dello stesso piccolo formato, come uno dei tratti più caratteristici dello stile grafico di Walter Valentini.

«Un mestiere semplice». Ricordi di un librario...

Chiesa Carlo A.
Officina Libraria - 2016

Disponibilità Immediata

10,00 €
Libraio antiquario tra i più importanti del Novecento, Carlo Alberto Chiesa (1926-1998) è stato per molti anni un punto di riferimento non solo per bibliofili e collezionisti, ma anche per gli storici del libro e i filologi più illustri. Fu infatti Giuseppe Billanovich, che teneva la cattedra di filologia medievale e umanistica all'Università Cattolica di Milano, a invitare Chiesa - all'inizio degli anni Novanta - a parlare della sua vita di libraio: incontri intellettuali, acquisizioni di edizioni rare, aneddoti memorabili emergono vividi in questo racconto, che qui si pubblica per la prima volta.

Il libro delle bibbie. Ediz. illustrata

Füssel Stephan; Gastgeber Christian; Fingernagel Andreas
Taschen - 2015

Disponibilità Immediata

15,00 €
Questo nuovo volume della collana Bibliotheca Universalis riunisce alcuni dei manoscritti biblici più raffinati di epoca medievale provenienti dalla Biblioteca Nazionale Austriaca. Con esemplari di ogni epoca del Medioevo, questa collezione esplora le visualizzazioni della Bibbia in diversi contesti teologici e storici. Con riproduzioni di qualità, queste immagini possono essere apprezzate sia come tesori della storia dell'arte sia come importanti artefatti religiosi.

La «nuova filologia». Precursori e protagonisti

Ciociola C. (cur.)
ETS - 2015

Disponibilità Immediata

25,00 €
La Biblioteca e il Centro Archivistico della Scuola Normale Superiore custodiscono una ricca collezione di documenti appartenuti ad alcuni protagonisti degli studi di filologia italiana fra Otto e Novecento. Spiccano, tra gli altri, il carteggio di Alessandro D'Ancona; i libri, gli estratti, gli appunti di lavoro di Michele Barbi, con le missive a lui indirizzate e la Raccolta di canti popolari; le carte relative alla presenza, e all'allontanamento dalla Scuola in forza delle leggi razziali, di Paul Oskar Kristeller. Altri protagonisti delle vicende qui narrate sono: Gianfranco Contini, Benedetto Croce, Eugenio Garin, Giovanni Gentile, Giorgio Pasquali, Luigi Russo. I materiali descritti in questo volume sono stati selezionati ed esposti in occasione del Convegno della Società dei Filologi della Letteratura Italiana "La nuova filologia fra tecnica e interpretazione" (Pisa, Scuola Normale Superiore, 1-3 ottobre 2015).

«Alla via così!» L'accademia navale nelle...

Liberi Roberto
ETS - 2015

Disponibilità Immediata

25,00 €
Con il termine Mak pi greco 100 già prima dell'unità nazionale si indicava, nelle accademie e nelle scuole militari, l'evento con il quale gli allievi festeggiavano la fine dei corsi e l'inizio della loro carriera nella Forza Armata. Quando in Italia prende piede l'uso della cartolina illustrata, si diffonde presto in Accademia la consuetudine di stampare delle cartoline ricordo. In queste i giovani ufficiali raccontano le loro speranze, la loro gioia nella conquista del primo grado da ufficiale, le difficoltà che si incontrano in Accademia, scolastiche e disciplinari, ma sempre con spirito positivo ed il sorriso sulle labbra. La grafica, in particolare dagli anni venti all'inizio degli anni quaranta, è particolarmente curata e riflette le correnti artistiche del periodo. I disegnatori sono gli stessi allievi (c'è sempre nel corso qualcuno più dotato...) ma nei primi anni è probabile anche il ricorso a illustratori esterni. Questo libro, che si basa su una collezione privata fra le più complete del settore, si propone di far rivivere queste cartoline evidenziandone il significato: è un viaggio nella storia dell'istituto ma anche della Forza Armata perché attraverso i disegnatori e gli utilizzatori vengono rievocati episodi e fatti storici che fanno da sfondo alla vita degli allievi e ne costituiscono il futuro.

Lo scaffale infinito. Storie di uomini pazzi...

Kerbaker Andrea
TEA - 2015

Disponibilità Immediata

11,00 €
"Fondare biblioteche" diceva Marguerite Yourcenar "è ancora un po' come costruire granai pubblici: ammassare riserve contro l'inverno dello spirito". Da sempre, ogni biblioteca è un baluardo alla decadenza, un simbolo concreto con cui opporsi alla volgarit

Incunaboli a Siracusa

Viella - 2015

Disponibilità Immediata

40,00 €
Questo catalogo si propone di raggiungere due obiettivi principali: descrivere gli esemplari conservati in provincia di Siracusa di edizioni pubblicate entro l'anno 1500 e far conoscere a un pubblico di addetti ai lavori e di persone potenzialmente interessate una parte illustre del patrimonio librario antico del territorio più meridionale d'Italia. Siracusa e la sua provincia sono note soprattutto per altre e più antiche testimonianze del passato. La nostra speranza è tuttavia quella di aver richiamato l'attenzione su un bene culturale, il libro antico, la cui conoscenza richiede una preparazione particolare in chi lo studia e una disponibilità speciale in chi lo conserva e ha la responsabilità di valorizzarlo.