Cinema, film

Filtri attivi

Forte respiro rapido. La mia vita...

Risi Marco
Mondadori 2020

Disponibilità immediata

18,00 €
Un figlio, un padre, un redde rationem. Il figlio torna sui suoi passi, lungo il percorso in cui è diventato figlio, lungo le svolte che l'hanno liberato dal padre, e infine al sentiero solitario in cui è tornato al padre. Non siamo di fronte a un padre qualunque, e neanche a un figlio qualunque. Dino Risi è il regista che ha arricchito di storie, di emozioni, di immagini la cosiddetta "commedia all'italiana". Marco Risi è il giovane che ha sfidato il padre sul suo stesso terreno e si è aperto una strada sua. Si può essere figlio e sentire il padre anche come un maestro? Va da sé che il racconto finisce per accendere le luci in sala. Torna il cinema. Torna il grande cinema. Le relazioni, le battute fulminanti, becere e folgoranti, le amicizie, le conversazioni, Mastroianni, Fellini, e le donne, tante donne, leggendarie, un eros ossessivo che si snoda per tutta la ricognizione narrativa come una luce, come una magia, anche minacciosa. Dolente doppio del padre, si muove fra queste pagine un Vittorio Gassman inedito, sofferente e piegato su di sé. Ne esce una storia che sta fra l'epica (del cinema) e la commedia: si coglie presto come la vitalità del cinema fra gli anni Cinquanta e gli anni Sessanta dipendesse da un clima di intesa, di coesione, magari anche di conflitto, ma tutti - tutti - erano sullo stesso palcoscenico. E in mezzo a questo sciamare di personaggi, di episodi memorabili, in mezzo a un'Italia che non c'è più, ecco lo spirito guida: il rapporto padre-figlio, e il venir meno dei padri, il morire, l'assenza. Qui c'è un padre che talora lascia la frase incisa nell'aria ("Non farlo, quel film"). E con la frase si incide un personaggio indimenticabile, severo e infedele, disincantato ed elegante. Un principe mordace. E nel rifluire di vicende, complici il caos della memoria e una straordinaria pulizia di affetti, emerge la semplice verità dell'essere vivi, o dell'esserlo stati.

Indovina il film 2. Una scena,...

Burchielli Roberto
Book Time 2020

Disponibilità immediata

10,00 €
"Come promesso nella pagina finale del primo volume di Indovina il film, vi ho lanciato un'altra sfida. Ho preparato duecentosette nuovi quesiti, sono scene descritte nel dettaglio, divise in undici capitoli o livelli. Per chi è nuovo a questo gioco e non ha letto il volume uno: più si va avanti e più diventa difficile indovinare il film a cui appartengono. Si parte da un primo gruppo dove ci sono le pellicole che hanno avuto molta popolarità tra il pubblico e i classici del cinema di tutti i tempi, per arrivare all'ultimo, con i film più recenti e quelli detti "di nicchia" o per cinefili. Usate questo libro come meglio vi piace: come gioco (ogni scena indovinata vale un punteggio a seconda della sua difficoltà), per mettere alla prova la vostra memoria visiva e il vostro amore per lasettima arte, oppure per passare delle piacevoli serate tra amici. Chi invece non ama il gioco, ma ama il cinema, si serva di questo libro per evocare i piacevoli momenti che ha trascorso davanti al grande schermo e ritrovare, per un attimo, le emozioni provate nella buia sala di un cinematografo. Come sempre le soluzioni le trovate in fondo al libro in ordine alfabetico. A tutti, buon divertimento!" (Roberto Burchielli)

Semiotica del cinema e lineamenti...

Lotman Jurij Mihajlovic; Ponzio L. (cur.)
Mimesis 2020

Disponibilità immediata

18,00 €
L'opera filmica, in quanto opera artistica, richiede che ci si discosti dal "cronotopo quotidiano", in favore del "cronotopo letterario", stabilendo un nuovo ordine di concatenazione e un nuovo sistema di rapporti, per conferire alla passiva e statica realtà una drammatica e dinamica efficacia capace di esprimere una particolare concezione del mondo. Lotman, nella sua descrizione del testo cinematografico, fa frequentemente uso del termine musicale "polifonia" e dell'aggettivo "polifonico", impiegato anche da Bachtin, in riferimento alla scrittura letteraria e in particolare al "romanzo polifonico" di Dostoevskij. "Polifonia" è anche un concetto centrale nella ricerca teorica e creativa di Ejzenstejn. Polifonia drammaturgica, separazione e rottura dei nessi passivi e realistici, congiungimento di cose solitamente separate e distinte: tutto questo è collegato con ciò che Ejzenstejn chiama Ex-stasis, per indicare, nel film, un modello dinamico e temporale di passaggi e commutazioni da un registro espressivo a un altro (dall'immagine alla musica al colore).

Storia del cinema

Di Giammatteo Fernaldo
Marsilio 2019

Disponibilità immediata

13,00 €
Dalle imprese dei Lumière, della nascita in America del film western, del comico e del melodramma fino alle rivoluzioni tecniche e di mercato. Dagli inizi degli anni cinquanta con le nuove sperimentazioni, la nouvelle vague, l'allargamento delle tematiche fino all'affermazione dell'elettronica. I momenti salienti che hanno contraddistinto le cinematografie nazionali, la nascita dei generi, delle scuole e delle tecniche e la ricostruzione, grazie all'analisi delle opere e ai ritratti dei grandi protagonisti, di tutto il cinema del Novecento.

8 ½ di Federico Fellini. Nelle...

Maraldi A. (cur.)
Il Ponte Vecchio 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
Paul Ronald:«Un giorno mi telefona Nello Meniconi, il direttore di produzione di Fellini: "Aspetta ti passo Federico". E Fellini scherzando mi dice: "Cosa devo fare? Devo venire con gli Oscar in mano per chiederti di fare il mio film?". "Vengo subito". L'ho raggiunto nei suoi uffici, in via della Croce. Ho firmato il contratto davanti a lui e al suo direttore di produzione senza voler neanche sapere la cifra che mi avrebbero dato. Economicamente non sono stato trattato poi male. Così mi sono ritrovato coinvolto nell'avventura di 8 ½ 1».

I maestri della luce. Conversazioni

Schaefer D. (cur.); Salvato L. (cur.)
Minimum Fax 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
Che cosa sarebbe stato "Il padrino" senza i chiaroscuri e le luci notturne di Gordon Willis? Che cosa sarebbe stato "Apocalypse Now" senza le esplosioni di luci e fiamme orchestrate da Vittorio Storaro? Che cosa sarebbe stato l'inferno del "Cacciatore" di Cimino senza la maestosa concertazione di colori di Vilmos Zsigmond? Che cosa sarebbe stato "Toro scatenato" senza il superbo bianco e nero di Michael Chapman? Si potrebbe procedere all'infinito: i quindici direttori della fotografia che si raccontano in questo libro hanno infatti determinato come pochi altri l'immaginario filmico di un'autentica età dell'oro, nella quale il cinema d'autore si è imposto a Hollywood e nel mondo intero. Ognuno degli intervistati racconta il proprio mestiere, i mille modi con i quali conferire a ciascun film un aspetto visivo inconfondibile, le loro imprese più difficili, tecnicamente e non solo, i rapporti con i grandi registi con cui hanno lavorato. E ricostruiscono così una delle fasi più creative nella storia del cinema, muovendosi tra la Nouvelle Vague francese e il film d'autore italiano; tra la nuova Hollywood degli Scorsese e dei Coppola e i maestri del cinema di genere.

La luna nell'immaginario, Storia,...

Maelström (cur.); Tetro M. (cur.)
Odoya 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
Per Giacomo Leopardi la Luna è una presenza misteriosa ed enigmatica, che rispecchia il cammino dell'uomo nonostante a lui procuri angoscia. Leopardi si chiede cosa ci faccia in cielo, così silenziosa. Più coraggiosi, molti altri sognatori hanno invece immaginato di poterla avvicinare: ci hanno volato intorno, l'hanno raggiunta, vi sono atterrati, ne hanno conosciuto gli abitanti "lunatici" o seleniti. In tanti hanno immaginato viaggi sul nostro satellite, basti pensare all'ariostesco Astolfo che sulla Luna recupera il senno di Orlando e, ancora prima, a Luciano di Samosata nella sua Storia vera. Alla fine il sogno di tanti poeti, pensatori, scrittori si è avverato: l'uomo sulla Luna ci è arrivato davvero, ci ha mandato razzi, macchine semoventi che l'hanno studiata, ci ha posato i propri - piccoli ma grandi - passi. Nel cinquantenario del primo sbarco sulla Luna, questo libro fa un excursus sull'immaginario generato nell'ambito della narrativa e del cinema, ma anche nel fumetto, nell'arte e nell'illustrazione, nella pubblicità, nella musica e in televisione. Ripercorreremo le pagine scritte da Jules Verne e da Herbert G. Wells fino a grandi scrittori di fantascienza quali Arthur Clarke e Robert Heinlein, i film di grandi registi a partire dal Viaggio nella Luna di Georges Méliès del 1902 e proseguendo con Fritz Lang, Robert Altman e Stanley Kubrick fino al recente biopic su Neil Armstrong. Poi i fumetti di Tintin, serie televisive come UFO e Spazio: 1999, il rock spaziale di David Bowie e vari altri gruppi, le illustrazioni di Chesley Bonestell e Karel Thole... Non mancherà l'aspetto scientifico, con un riepilogo della storia delle missioni spaziali e ipotesi sul futuro della colonizzazione lunare, e il ricordo emozionante di quella notte del 20 luglio 1969.

Filmatrix discovery. Una nuova...

De Maio Virginio
Uno Editori 2019

Disponibilità immediata

14,90 €
Questo libro insegna ad amarsi e lo fa grazie a uno strumento molto potente: il cinema. Dopo la pubblicazione di "Filmatrix. Cambia la tua vita grazie al potere nascosto nei film", l'autore porta alla luce le correlazioni tra film e coerenza cardiaca. Grazie a strumenti di biofeedback, si è potuto osservare un netto miglioramento della variabilità cardiaca durante la visione di alcune scene. Descrivibile come l'atteggiamento del cuore dinnanzi alle sfide della vita, la coerenza è un presupposto indispensabile per migliorare la nostra saggezza e capacità di discernimento, permettendo al corpo, al cuore e alla mente di produrre quella chimica dell'amore da cui dipende la nostra felicità.

Dizionario dei film brutti a...

La Rosa Davide; Di Nicola Fabrizio
Shockdom 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Non è bello ciò che è bello, figuriamoci i film brutti. Questo vecchio adagio (modificato leggermente) descrive ciò che state per leggere. Dopo il successo del primo dizionario dei film brutti ecco che gli autori, Davide La Rosa e Fabrizio Pluc Di Nicola, hanno deciso di tornare a inondarci gli occhi di schifezza su celluloide. Un libro che lancia il lettore in un abisso fatto di film senza trama, attori incapaci e registi che credono troppo in loro stessi. Prefazione dei fratelli Lumière.

La nebbia non c'è più. Passeggiata...

Mazzini Nazzareno
Mimesis 2015

Disponibilità immediata

11,00 €
Nel cinema Milano c'è tutta: la Milano delle fabbriche, quella delle periferie imprecise, quella dei grandi uffici e dei lavori in corso, quella della Stazione Centrale e dei Navigli, c'è la Milano innevata, brumosa e sporca, la Milano delle fontanelle (le vedove verdi di ghisa col becco a gargolla) e dei giardinetti spelacchiati (un non-luogo molto meneghino), la Milano del traffico stupido e impazzito, dei negozi scintillanti ("com'è bella la città, com'è grande la città..." cantava Gaber), la Milano degli immortali tram cigolanti, la Milano fatta a macchia e a bersaglio, Milano vicina all'Europa ("che banche, che cambi..." e così Dalla), dove buongiorno non vuol dire buongiorno, Milano vecchia e bassa, a ringhiera, Milano ora sempre più verticale, unica Gotham City d'Italia, sempre un po' diversa, perennemente concentrica, ma spesso confusa e slabbrata. Milano con la nebbia, quella che si tagliava con il coltello e che adesso non c'è più o, meglio, comincia dopo il grande cerchio delle tangenziali. Che nostalgia la nebbia di una volta, quella che ti avvolgeva usciti dal cinema, la sera, perché tu conservassi i ricordi del film e li portassi a casa, senza distrarti guardando le stupide luci della città. La nebbia non c'è più. Da "Gli uomini che mascalzoni" del 1932 ai giorni nostri, tra ricordi e approfondimenti, i film di Milano.

L'arte di formarsi come attori e di...

Batson Susan
Audino 2014

Disponibilità immediata

19,00 €
"L'industria nel suo assetto attuale ha pochissimo tempo da dedicare al lavoratore, in particolare l'industria cinematografica. Non c'è tempo per le prove, non c'è tempo per una preparazione vera e propria con il regista, così gli attori più responsabili chiedono aiuto a un coach", dice Susan Batson. Per questo con il suo libro - sulle orme di Lee Strasberg e di Uta Hagen, dei quali è stata allieva - si propone di indicare agli attori come prepararsi e quali chiavi utilizzare per creare la vita di un personaggio, pienamente umana, di straordinaria grandezza espressiva e all'insegna della parola d'ordine "verità". Batson, "scienziata dello spirito", conduce infatti ad aprirsi alle proprie "forze" interiori, a impossessarsene e farne arte. La propria intimità - e tutto ciò che essa contiene: desiderio, urgenza, passione, sogno, lacerazione, perdita e quant'altro - è connessa con l'universalità della natura umana. E per questo, secondo il metodo della coach americana, l'intimità, incarnandosi nelle tre dimensioni di "Persona pubblica", "Bisogno" ed "Errore tragico" (Public Persona, Need e Tragic Flow), viene resa lo strumento attivo che innesca il processo con cui ogni attore può trasformarsi in un personaggio magnifico. Prefazione di Nicole Kidman.

La sostanza. Storia dell'LSD. DVD....

Witz Martin
Feltrinelli 2013

Disponibilità immediata

16,90 €
"Sdraiato a occhi chiusi, vedevo una processione infinita di immagini fantastiche e straordinariamente vivide, accompagnate da una girandola di colori tipo caleidoscopio. Dopo circa due ore tornai normale" così il chimico svizzero Albert Hofmann descriveva il suo primo incontro con l'LSD, scoperta per caso un giorno d'aprile del 1943. "La sostanza" è la storia del tormentato rapporto tra l'umanità e l'LSD, da farmaco psichiatrico a inspiegabile e sconvolgente bomba atomica della mente, esperienza radicale e trauma solitario per tanti figli del boom economico. Per cambiare il mondo, a volte basta percepirlo in un altro modo.

Vivere e morire di lavoro. 2 DVD....

Segre Daniele
Feltrinelli 2012

Disponibilità immediata

19,90 €
"Fondata sul lavoro," dice dell'Italia il primo articolo della Costituzione Repubblicana, un pilastro di progresso e civiltà che da troppo ormai l'acqua cattiva della barbarie corrode alla base, nell'indifferenza di un tempo in cui i diritti si trasformano in chimere. Tra i volti e le voci dei lavoratori che sono la carne e il sangue del cinema di Daniele Segre, tra Dinamite e Sic Fiat Italia, passando per Asuba de su serbatoiu e Morire di lavoro, scorre un ventennio di controrivoluzione dei diritti in Italia, un tempo senza pietà per i vinti in cui una lotta di classe alla rovescia ha scatenato un'offensiva senza precedenti contro molto di ciò che i nostri padri avevano conquistato. Una Spoon River che ritroviamo, lucida e diretta, in tante storie di soprusi e diritti negati fino al prezzo della dignità e della vita. Perché, forse, tornare indietro è ancora possibile. Il libro: "Un cinema sul lavoro un cinema del lavoro" di Peppino Ortoleva con una nota di Tullio Masoni, le schede dei film e la biofilmografia del regista. Daniele Segre ha costruito negli anni con rigore e coerenza un cinema che non solo documenta il lavoro come terreno del conflitto sociale ma ci aiuta a comprenderne la complessa realtà personale e collettiva. I suoi film sono fatti di uomini e di donne, e anche di cose e paesaggi, che ci si svelano nella loro drammaticità e anche nella loro inattesa, e intensa, bellezza.

Questa storia qua. DVD. Con libro

Righetti Sybille
Feltrinelli 2012

Disponibilità immediata

15,90 €
"Portatemi Dio, lo voglio vedere," cantava molti anni fa Vasco Rossi con la sfrontatezza che ne fece subito un mito, capace di far breccia con amore e rabbia nel cuore di un paese perennemente in bilico tra audacia e perbenismo. "Questa storia qua" è il racconto di come tutto ebbe inizio, del piccolo mondo antico della profonda provincia anni sessanta capace di generare l'unica, vera rockstar che l'Italia abbia mai avuto. L'unica che abbia saputo trascinare tre generazioni di italiani negli stadi e nei palasport, gli occhi fissi sul palco e le stesse parole a fior di labbra, le stesse canzoni che significano qualcosa di profondo per noi, per i nostri genitori e per i nostri figli. Vasco Rossi come non l'avevamo mai visto né sentito, la malinconia nella voce e lo splendore di un repertorio finora gelosamente custodito dalla famiglia. Perché una Vita spericolata spesso nasconde un'Anima fragile. Il libro "Antologia delle belle pianure" a cura di Marco Denti è un viaggio con gli scrittori emiliani -Ermanno Cavazzoni, Daniele Benati, Paolo Nori, Grazia Verasani tra gli altri- alla scoperta delle terre "lunatiche" attorno a Zocca. Con tre racconti di Gianni Celati, Pier Vittorio Tondelli, Martino Gozzi. Un'intervista esclusiva ai registi che ci raccontano come è nato il film, chi è il Vasco che Sibylle Righetti conosce sin da bambina e che Alessandro Paris ha scoperto lungo il percorso. I testi di I soliti e La noia. Una selezione delle più belle foto del suo album di famiglia.

La storia del cinema in 1000 parole

Cherchi Usai Paolo
Il Castoro 2012

Disponibilità immediata

15,50 €
Mille parole esatte, per raccontare vertiginosamente all'indietro l'intera storia del cinema, dal 3D fino al primo apparire di un fotogramma sullo schermo di fronte agli attoniti spettatori. Un libro che si può, e forse si dovrebbe, leggere molte volte, e ogni volta ritrovare tra le mille parole un pezzo della storia del cinema che ricordiamo o che avevamo dimenticato.

Così piangevano

Morreale Emiliano
Donzelli 2011

Disponibilità immediata

25,00 €
Nel cinema italiano non si è mai pianto così tanto come negli anni cinquanta. E mai si sono viste tante protagoniste femminili. Le platee del nostro paese sono conquistate dai mèlo di Raffaello Matarazzo, con Amedeo Nazzari e Yvonne Sanson, nei quali confl

Nouvelle vague. Forme, motivi,...

Venzi L. (cur.)
Fondazione Ente dello Spettacolo 2011

Disponibilità immediata

15,00 €
Fenomeno complesso, situato all'incrocio di congiunture multiple e differenti, la Nouvelle Vague è stato uno dei momenti più alti ed intensi della storia del cinema e in quella storia ha lasciato un segno profondo. Questo libro raccoglie ed integra gli atti del Convegno Internazionale 50 fois Nouvelle Vague, svoltosi a Roma, presso l'Ambasciata di Francia in Italia, il 17 e 18 febbraio 2009, nella ricorrenza dei cinquant.anni della cosiddetta nascita pubblica della Nouvelle Vague, a Cannes nel maggio del 1959. Il convegno ha costituito la seconda tappa di un più ampio ciclo di convegni internazionali promossi dalla Fondazione Ente dello Spettacolo e dedicati alle stagioni cruciali o più semplicemente esemplari di ciò che siamo soliti chiamare il cinema moderno. Sulla scorta del lavoro già effettuato nel convegno d'avvio, incentrato sul neorealismo italiano, ci si era prefissi il compito, a un tempo elementare e ambizioso, di promuovere un'indagine volta ad osservare per quali vie la Nouvelle Vague fosse ancora capace oggi di dar da pensare, di presentarsi come un territorio il cui attraversamento storico, critico, teorico, fuori da ogni mitologia e mitografia, fosse ancora produttivo e pregnante. I lavori di quell'inverno 2009 hanno così interrogato la Nouvelle Vague rileggendone forme, motivi, questioni a partire da percorsi diversi, approcci e metodologie dissimili, interpretazioni anche molto differenti.

Il piacere degli occhi

Truffaut François
Minimum Fax 2010

Disponibilità immediata

15,00 €
François Truffaut (1932-1984) è stato uno dei massimi esponenti della cinematografia francese. Oltre ad aver diretto capolavori come I 400 colpi, Gli anni in tasca, Jules e Jim, L'ultimo metrò, Finalmente domenica! e La signora della porta accanto si è distinto anche come critico cinematografico, sceneggiatore, produttore e attore. Il piacere degli occhi è il libro in cui Truffaut desiderava raccogliere una selezione di ciò che aveva scritto sul cinema in quasi un trentennio di carriera, prima in veste di critico e polemista per riviste celebri quali Arts e Cahiers du cinéma, poi come cineasta affermato. Dopo la sua scomparsa, Jean Narboni e Serge Toubiana hanno ripreso il progetto sulla falsariga tracciata dallo stesso Truffaut, restituendoci in questo volume una galleria di ritratti vividi e penetranti di registi (Chaplin, Hitchcock, Welles, Spielberg), scrittori (André Gide, François Mauriac) e attori (Fanny Ardant, Julie Christie, Catherine Deneuve, Charles Aznavour), oltre a un'analisi acuta e talvolta spietata sullo stato dell'arte cinematografica: una testimonianza importante di chi ha vissuto dall'interno un periodo tra i più fecondi del cinema francese e mondiale.

Cent'anni di cinema italiano. Vol....

Brunetta Gian Piero
Laterza 2006

Disponibilità immediata

13,00 €
Da 'Roma città aperta', attraverso 'Caro diario' e 'La vita è bella', fino alla 'Meglio gioventù': un panorama completo della nostra cinematografia che, dopo una lunga crisi, sembra aver ritrovato la sua anima e la sua identità. Gian Piero Brunetta è ordinario di Storia e critica del cinema all'Università di Padova. Ha scritto soggetti di programmi televisivi e di multivisione e collabora a riviste specializzate.

La voce di Pasolini. DVD. Con libro

Cerami M. (cur.); Sesti M. (cur.)
Feltrinelli 2006

Disponibilità immediata

16,90 €
I testi del poeta, regista e scrittore, letti da Toni Servillo e accompagnati da immagini d'archivio, ricostruiscono la storia d'Italia dal dopoguerra agli anni '70: l'amore per il popolo, l'odio per la borghesia, il difficile rapporto con la contestazione giovanile. Ma la voce di Pasolini, nel film, non racconta solo idee, ossessioni, folgoranti notazioni su società e individui ma anche una storia che non è mai diventata un film e sulla quale Pasolini stava già lavorando al momento della morte: "Porno Theo Kolossal". È una storia che non vide mai la luce, i cui protagonisti dovevano essere Eduardo De Filippo e Ninetto Davoli, e che viene evocata da disegni, animazione e soprattutto dalla vera voce di Pasolini. Il film, infatti, utilizza una registrazione di Pasolini che detta il soggetto e la narrazione del film, conservata da alcuni suoi collaboratori dell'epoca e ritrovata dagli autori. Ridare di nuovo voce a Pasolini: una voce così emotiva, lirica, polemica, carica di amore e di sdegno, la voce di un autore che a trent'anni dalla sua scomparsa, nessuno può ancora permettersi di archiviare o dimenticare. Il film è anche una ideale introduzione all'opera, al pensiero, alle idee e all'arte di Pasolini per chi non lo ha mai conosciuto, e alterna i suoi testi alle immagini di un Paese che, dagli anni '40 fino alla sua morte, ha sempre disperatamente amato o detestato.

Cent'anni di cinema italiano. Vol....

Brunetta Gian Piero
Laterza 2004

Disponibilità immediata

12,00 €
Roma, 20 settembre 1905: si proietta La presa di Roma di Alberini. Così comincia la storia del cinema italiano che dal primo ciak fino a Ossessione di Visconti seguirà i cambiamenti del gusto popolare, le modificazioni dei comportamenti collettivi alla ricerca di un'identità nazionale. Gian Piero Brunetta è ordinario di Storia e critica del cinema all'Università di Padova. Ha scritto soggetti di programmi televisivi e di multivisione e collabora a riviste specializzate.

Che cosa è il cinema? Il film come...

Bazin André
Garzanti 1999

Disponibilità immediata

16,00 €
Questo libro raccoglie gran parte degli articoli e dei saggi che Bazin ha dedicato al cinema, mettendo a fuoco alcuni nodi che ancora oggi - a quarant'anni di distanza - sono al centro della riflessione teorica. La prima parte del volume è dedicata al problema della rappresentazione, a spiegare il magico potere che ha il cinema di dare attraverso ombre e luci un "senso di realtà" ("ontologico" dice Bazin). Seguono una serie di scritti che approfondiscono i rapporti del cinema con le altre forme di espressione. Infine sono affrontati con ottica sociologica alcuni aspetti particolari, dall'infanzia all'erotismo, dalle figure di Bogart e Chaplin al western. Il libro si conclude con i saggi dedicati al neorealismo.

Inchiesta sul neorealismo

Bo Carlo
Medusa Edizioni 2020

Disponibile in 10 giorni

14,00 €
"L'inchiesta sul neorealismo condotta da Bo tra gli intellettuali italiani andò in onda sul 'Terzo programma' radiofonico della Rai tra l'ottobre del 1950 e il marzo del 1951, cinque anni dopo la liberazione, e già nel pieno di una restaurazione imposta in Italia dalla guerra fredda, dalla divisione del mondo nei due grandi blocchi d'influenza capitalista, quello a cui noi appartenevamo dopo Yalta e a cui si riferiva la Democrazia cristiana che con le elezioni del 1948 era il cardine del nuovo potere politico ("l'America"), e quello a cui si riferiva il maggior partito dell'opposizione, il Partito comunista ("la Russia"). In mezzo, un variegato arcipelago "laico", di sinistra, di centro, di destra. Di queste distinzioni Carlo Bo tiene il dovuto conto, non le esplicita ma sembra conoscere molto bene le propensioni, le simpatie di ciascuno degli intervistati. Cerca, nei limiti del possibile, di tenere il discorso lontano dalle loro opzioni politiche, e riconduce la questione nell'ambito di un discorso più stretto - le opere letterarie, il dibattito letterario - o di un discorso più vasto - la reazione alle passate strettoie, il bisogno di una nuova narrazione del paese e delle sue diversità e contraddizioni, i modi in cui gli scrittori hanno creduto di interpretare questa novità, un obbligo che è avvertito come anzitutto morale, a cui anche la letteratura è chiamata a rispondere..." (Dalla prefazione di Goffredo Fofi)

Il vampiro, il mostro, il folle....

Lago Paolo
Clinamen 2019

Disponibile in 10 giorni

11,80 €
Tanto in "Nosferatu", di Werner Herzog, quanto in "The Elephant Man", di David Lynch, e in "Nostalghia", di Andrej Tarkovskij, si mette in scena l'incontro con un Altro che è lo specchio non voluto di se stessi e dell'ambiente in cui si vive. Il vampiro, il mostro e il folle diventano figure emblematiche per riflettere sulla complessità delle dinamiche che l'incontro con il deviante, con il diverso, produce nelle contemporanee società omologate e massificate.

Introduzione al linguaggio del...

Ambrosini Maurizio; Cardone Lucia; Cuccu Lorenzo
Carocci 2019

Disponibile in 10 giorni

17,00 €
Il volume si propone quale punto d'inizio per lo studio del cinema e prende in esame tutte le componenti del linguaggio cinematografico, guardando sia alle definizioni teoriche sia alle forme storiche in cui sono state tradotte. Il percorso si snoda attraverso l'analisi dei fattori elementari - dall'inquadratura al montaggio, dalla dimensione visiva a quella sonora - per affrontare infine i problemi più complessi della narrazione e delle sue forme. Il libro - arricchito nella nuova edizione da materiali on line con una scelta di brani che dà conto delle figure di linguaggio affrontate nei vari capitoli - è calibrato sulle esigenze formative dei nuovi corsi di laurea e rappresenta un utile strumento per chi intenda avvicinarsi allo studio universitario del cinema.

Storia del cinema. Un'introduzione....

Thompson Kristin; Bordwell David; Mosconi E. (cur.); Bruni D. (cur.)
McGraw-Hill Education 2018

Disponibile in 10 giorni

45,00 €
A quasi quindici anni di distanza dalla prima edizione della storia del cinema di Kristin Thompson e David Bordwell, occorre ribadire l'importanza di questa pubblicazione. A un livello immediato, perché la presenza di un apparato iconografico ricco ed eloquente ha rappresentato l'imprescindibile contributo alla conoscenza di una forma espressiva che trova nell'immagine una componente essenziale. Ma anche sul piano metodologico il volume di Thompson e Bordwell ha impresso un deciso cambiamento nel modo di scrivere e studiare la storia del cinema, suscitando tra gli addetti ai lavori un dibattito vivace. Come recita il titolo, il libro riveste un carattere introduttivo nei confronti di un'area di interessi sempre più vasta, offrendone un quadro esauriente ancorché necessariamente sintetico e tuttavia aperto a una pluralità di approcci e problemi. In questo senso, pur essendo una storia "generalista", indirizzata in modo particolare agli appassionati e agli studenti universitari che si avvicinano spesso per la prima volta alla conoscenza del cinema secondo una prospettiva diacronica, riesce a dialogare con testi di diversa natura. Da un lato rimanda a un panorama di ricerca e di studi internazionali, di cui gli autori sono attivi protagonisti; dall'altro rinvia a opere monumentali apparse in lingua italiana che, destinate a un lettore competente e alla ricerca di percorsi di approfondimento specifici, hanno arricchito con strumenti nuovi una disciplina "giovane" contribuendo a una significativa rinascita storiografica. Nella quinta edizione il numero dei box di approfondimento ha raggiunto le cinquanta unità: alcuni riguardano temi fondamentali della storia del cinema, come determinati aspetti del neorealismo che trovavano scarso spazio in un manuale redatto da studiosi americani. Altri box sono dedicati all'analisi di film e alla presentazione di autori cruciali della storia del cinema, dalle origini a oggi: in particolare sono state potenziate le schede relative ai film contemporanei e a certi autori della Nuova Hollywood, nell'intento di restituire un patrimonio analitico e di competenze che si va via via sedimentando. La quinta edizione vede inoltre alcune innovazioni di rilievo nella parte digitale, secondo le tecnologie più aggiornate a livello internazionale: la prima, Connect, offre un ambiente di apprendimento integrato rispetto alla lettura del libro, che facilita l'interazione tra docenti e studenti e consente a questi ultimi di disporre di strumenti di autovalutazione; la seconda, Smartbook, è una versione digitale interattiva del libro di testo in grado di personalizzare il contenuto in base alle esigenze individuali del lettore, disponibile su tutti i supporti digitali.

Un'archeologia del colore nel...

Pierotti Federico
ETS 2016

Disponibile in 10 giorni

18,00 €
Il colore mantiene sempre un certo grado di inafferrabilità. Nonostante i tentativi di definirlo, misurarlo, studiarne la fisiologia e la percezione, esso non cessa di apparire come un oggetto scientificamente e culturalmente sfuggente. Il colore sembra possedere una qualità prelogica e precosciente, sembra avere un impatto diretto sui nostri sensi e sul nostro corpo. È una grande questione che ha attraversato la modernità e continua ad attrarci, da Goethe a Wittgenstein, dalla cromoterapia al cognitivismo. Nell'ambito del cinema, delle arti applicate, del design, della pubblicità, il colore ha sempre interessato per il potere di catturare l'attenzione o di distrarla, di rendere più visibili gli oggetti e i segni ma anche di occultarli e mimetizzarli, di indurre, infine, stati emotivi e reazioni corporee. Questo libro ricostruisce la rete intricata dei rapporti tra tecnologie e culture del colore nel cinema italiano, tracciandone una storia archeologica a partire degli anni Trenta sino al caso paradigmatico de Il deserto rosso.

Manuale di effetti speciali di trucco

Mondani Donatella
BCM 2015

Disponibile in 10 giorni

42,00 €
Gli effetti speciali rappresentano l'evoluzione più attuale e affascinante del mondo di fare arte e spettacolo ed hanno avuto, già da svariati anni, un utilizzo sempre più ampio di successo. Questo libro è una guida competa per effetti speciali make-up: tu

The glam culture. Ediz. italiana

Mazzoni Carlo
Mondadori Electa 2013

Disponibile in 10 giorni

49,00 €
Una leggendaria collana di smeraldi di Bulgari è il fil rouge di questa storia del glam, una storia che brilla letteralmente in ogni pagina del volume. Indossando questo gioiello - forse uno dei più celebri del Novecento, leggendario quanto la corona del Re Sole e la collana di Maria Antonietta Elizabeth Taylor ha inventato il mondo del glam. Gioielli di sogno per star che alimentano i sogni. E nel volume ci sono proprio tutti: Alain Delon, Romy Schneider, Marilyn Monroe, Grace Kelly, Nicole Kidman, Jude Law, Catherine Deneuve, Keira Knightley e poi il jet-set di Guy e Maire-Hélène de Rothschild, Bianca Jagger, Andy Warhol, Liza Minnelli, Truman Capote, Diana Vreeland, Yves Saint Laurent, Paloma Picasso, Tom Ford, i duchi di Windsor, Maria Callas, Carla Bruni, Coco Chanel e Jackie Kennedy: un'infinita costellazione di stelle, ritratte in foto spettacolari e rari scatti rubati agli infiniti parties che la Glam Culture impone.

La soggettività cyborg. Filosofia e...

Ferrai Lucia
Tangram Edizioni Scientifiche 2013

Disponibile in 10 giorni

13,00 €
Action movies come Terminator e Robocop, l'affascinante Blade Runner, gli inquietanti body horror di Cronenberg o la famosa trilogia di Matrix (1999): questi film esprimono, tramite immagini, spunti filosofici sulla nostra epoca che si inciampa nei fili elettrici. Il libro analizza la cinematografia cyberpunk attraverso lo sguardo del filosofo, evidenziando quegli elementi che fungono da metafore per una critica della cosiddetta postmodernità. La sensibilità cyberpunk si nutre di tre geniali invenzioni artistiche interpretabili dal punto di vista filosofico: la particolare ambientazione, il cyborg e il cyberspazio. L'ambientazione in un futuro distopico popolato da cinici antieroi viene così correlata alle trattazioni di Fredric Jameson (Postmodernism, 1984) e Franco Berardi (Mutazione e Cyberpunk, 1994) che ne fanno metafora del disagio dell'individuo postmoderno. Il cyborg invece, ibrido fantascientifico fra macchina e uomo, pone quesiti ontologici sul rapporto fra corpo e mente, sulla possibilità dell'intelligenza artificiale, sulla percezione della corporeità e della sessualità nella nostra epoca e infine sulla nozione di soggettività nel postmoderno.

Il giro del mondo in 35 mm. Un...

Lizzani Carlo
Rai Libri 2012

Disponibile in 10 giorni

10,00 €
"Perché rivisitare velocemente, con queste note quasi sempre essenziali, gli ultimi decenni da me vissuti? Necessità, a novant'anni, di un bilancio che oramai si profila definitivo? O forse obbedienza al suggerimento di un grande saggio, Jacques Derrida, che fece emergere da tutta la sua opera un invito: "Lasciare tracce?". Tracce a sfidare la sparizione, destino comune di ogni essere umano."

Set in Venice. Il cinema a Venezia...

Damiani L. (cur.)
Mondadori Electa 2009

Disponibile in 10 giorni

60,00 €
Set in Venice è un viaggio nel cinema alla scoperta dei film e dei set allestiti a Venezia, lungo un arco di tempo di oltre un secolo. Dalle riprese dei fratelli Lumière ad Orson Welles, da Michelangelo Antonioni a Steven Spielberg, da Luchino Visconti a Woody Allen, da Dino Risi a Lasse Hallström, il volume è un omaggio al grande cinema raccontato per immagini; una ricca galleria fotografica dei film più significativi girati e ambientati nella città lagunare e dei loro meravigliosi set. Introdotto dalla voce autorevole di Paolo Mereghetti, frutto di una scrupolosa ricerca iconografica, lo straordinario percorso per immagini è accompagnato da aneddoti, notizie, curiosità, citazioni critiche ma soprattutto racconti di registi, attori, produttori, direttori della fotografia, scenografi, costumisti, direttori di produzione, ecc. che hanno lavorato sui set veneziani e vissuto la città per raccontarla al mondo.

Morricone. Cinema e oltre­Cinema...

Lucci G. (cur.)
Mondadori Electa 2007

Disponibile in 10 giorni

69,00 €
Il volume ripercorre il percorso artistico di Ennio Morricone, il grande compositore di musica di casa nostra, consacrato nel 2007 con il Premio Oscar alla carriera. Il volume, curato da Gabriele Lucci e con testi inediti scritti dallo stesso Morricone, indaga la produzione nota e meno nota del maestro, a partire dagli esordi degli anni Sessanta fino a oggi. Impreziosito dalla prefazione di Giuseppe Tornatore e dalle fotografie firmate da Gianni Berengo Gardin, il volume si completa con un CD in allegato, contenente brani scelti dallo stesso Maestro tra le diverse tipologie di composizione: musica per film, per pianoforte, da camera e sinfonica, diretta dal maestro stesso. Completa infine il volume una ricca sezione di apparati, oltre alle significative testimonianze sull'opera del maestro e a una serie di disegni di pentagrammi prodotti per l'occasione da lui in persona.

Sergio Castellitto

Nicoli Laura
Mondadori Electa 2007

Disponibile in 10 giorni

25,00 €
Interprete istrionico, esilarante nelle parti grottesche, convincente nei ruoli drammatici, Castellitto ha vinto due Nastri d'Argento e un David di Donatello. Cuore del volume è una lunga intervista concessa dall'attore alla giornalista Lara Nicoli. In appendice la filmografia completa.

Massimo Troisi. Comico per amore

Hochkofler Matilde
Marsilio 2006

Disponibile in 10 giorni

8,00 €
"La Hochkofler riesce a farci sentire Massimo Troisi più vicino e, raccontando l'uomo, i suoi ideali, il suo senso profondo dell'amicizia, la sua malattia, ci fa conoscere più a fondo un artista innovativo e stimato da tutti." (Alessandra Casella)

Reperto RaiOt. Con DVD

Guzzanti Sabina
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2005

Disponibile in 10 giorni

10,00 €
La prima e unica puntata di RaiOt fu soppressa immediatamente per ragioni politiche e Sabina Guzzanti, dopo il ciclo di trasmissioni previste, avrebbe dovuto proseguire la tournée teatrale. Ha deciso invece di scrivere uno spettacolo nuovo che tenesse conto di quanto era accaduto. Così nasce Reperto RaiOt presentato al pubblico nell'aprile del 2004 e ora disponibile in DVD per tutti quelli che non sono riusciti a vederlo o che lo vogliono rivedere.

Lezioni di regia. Modelli e forme...

Tomasi Dario
UTET Università 2004

Disponibile in 10 giorni

27,00 €
Le tecniche, i "trucchi", lo stile e le scelte di regia dei grandi maestri del passato e del presente (da Lang a Godard, da Hitchcock a Tarantino, da Buñuel a Fellini, da Welles a Kubrick, da Ozu a Kitano): un filo che si snoda attraverso la storia del cinema a partire dalle situazioni drammatiche più ricorrenti (la conversazione, il bacio, la sparatoria, il sogno ecc.) per individuarne i modelli di rappresentazione dominanti e le loro forme alternative, nonché le principali funzioni e caratteristiche narrative.

Non vedo perché. La...

Gentile Abbattista I. (cur.); Lanati B. (cur.); Martini F. (cur.)
Editoriale Giorgio Mondadori 2003

Disponibile in 10 giorni

17,00 €
Dal 2000, la sezione torinese dell'Unione Italiana Ciechi, offre al pubblico un evento denominato 'Una Serata al Cinema", con l'intento di attirare l'attenzione degli spettatori su tematiche legate al mondo dei non vedenti. Da questa positiva esperienza è nato il progetto editoriale 'Non vedo perché" e, grazie alla collaborazione con il TorinoFilmFestival, il Laboratorio Audiovisivi D.A.M.S. e il Multilab 'Guido Quazza", si è concretizzato quest'anno un lavoro di ricerca sulle pellicole prodotte dal 1923 ai nostri giorni, che 'fotografa' in oltre 100 schede critiche uno spaccato della rappresentazione della cecità nella filmografia mondiale.

Cinema e diritto. La comprensione...

Roselli O. (cur.)
Giappichelli 2020

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Le società contemporanee sono attraversate da epocali trasformazioni. Questo porta come conseguenza non solo il mutamento di categorie, principi e istituti giuridici tradizionali, ma degli stessi caratteri della dimensione giuridica. Il giurista deve pertanto ampliare il proprio strumentario per affinare la necessaria sensibilità e comprendere le trasformazioni in corso. E a tal fine, così come la letteratura, anche la cinematografia offre utili indicazioni. Studiosi di diverse discipline riflettono così sui grandi temi della società multiculturale, dei diritti umani, della bioetica, della giustizia internazionale, dei diritti degli animali ed altro ancora, attraverso le suggestioni della grande cinematografia. Il volume è corredato in appendice da un ampio apparato di riferimenti cinematografici.

Il clan dei cineasti. L'estetica...

Carando Valerio
Prospettiva Editrice 2020

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Il clan dei cineasti vuole offrire una introduzione critico-teorica allo studio di un genere che, per almeno tre decenni, ha generosamente nutrito l'universo iconografico del cinema europeo. Nell'avvicinarsi all'opera di Jean-Pierre Melville, José Giovanni

Tutto cinema

De Agostini 2020

Disponibile in 3 giorni

11,90 €
Una sintetica storia del cinema, dai primi passi dei fratelli Lumière fino alla rivoluzione digitale. Due le sezioni che compongono il volume. La prima sezione - la storia - ripercorre la grande avventura del cinema, raccontando tutte le principali tappe tecniche ed estetiche: l'epoca del muto, la nascita di Hollywood, l'avvento del sonoro, l'età d'oro degli anni '30, il neorealismo, il dopoguerra, le nuove tendenze internazionali, e via via fino a oggi; ogni capitolo di questa sezione si conclude con un chiaro e utile schema riassuntivo. La seconda sezione - la tecnica - dopo aver illustrato l'evoluzione storica e tecnica dei ruoli nel cinema, spiega i fondamenti di regia, sceneggiatura, fotografia, montaggio, scenografia, recitazione, suono e musica. Ricchissimo di informazioni, il volume è una vera "summa" della Settima Arte, utile non solo agli studenti o agli addetti ai lavori, ma anche a tutti gli appassionati che vogliono capire e sapere di più.

Bruce Lee

Thomas Bruce; Giffone M. M. (cur.)
Castelvecchi 2020

Disponibile in 3 giorni

19,50 €

Cinema

Deleuze Gilles
Mimesis 2020

Disponibile in 3 giorni

3,90 €
Il cinema è un linguaggio fondamentale del nostro tempo. Gilles Deleuze scopre e scandisce la bellezza del suo alfabeto. Il regista è un pensatore che pensa attraverso immagini-movimento e immagini-tempo. Uno dei più grandi filosofi del Novecento mette in

Cinema e società. Al di là della...

Rosati Riccardo
Tabula Fati 2020

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Un volume in cui si cerca di rintracciare l'essenza del più popolare medium artistico, portando avanti posizioni e chiavi di lettura del cinema talora anticonformiste, ma che, invece, sono verità, piccole e grandi, che la intellighenzia ufficiale rigetta aprioristicamente. Del resto, le recensioni e i saggi qui inclusi mirano per l'appunto a sviluppare quella dialettica culturale oggi considerata una scomoda e desueta prassi, sollecitando nello spettatore una visione più cosciente del cinema, per emanciparsi dalla necessità di seguire gli orientamenti à la page. Nel ripercorrere vari fondamentali decenni di storia della settima arte, occidentale e orientale, in questo libro si incoraggia nel dotarsi di un parere personale, nell'avere fiducia nei propri occhi e sensazioni, ignorando la opinione precostituita di certa critica paludata e irreggimentata che non di rado tende a raccontare il "proprio" film e non quello del regista.

Storia degli effetti speciali

Toro Giovanni
NPE 2020

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Che cosa sono gli effetti speciali? Qual è la loro funzione all'interno di una pellicola cinematografica? Un insieme di tecniche utilizzate nel cinema per simulare eventi altrimenti impossibili da rappresentare in maniera tradizionale, in quanto costosi, pericolosi o semplicemente contrari alle leggi della natura. Film come Lo Squalo, Ritorno al Futuro, Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo o 2001: Odissea nello Spazio sarebbero esistiti senza la nascita degli effetti speciali? Un viaggio nelle fondamenta della settima arte per conoscere da vicino uno degli elementi narrativi più coinvolgenti e appassionanti della storia del cinema.

Le douleur. DVD. Con Libro

Finkiel Emmanuel
Feltrinelli 2020

Disponibile in 3 giorni

14,90 €
"Nella Francia del 1944 occupata dai nazisti, Marguerite, una giovane scrittrice di talento, è un attivo membro della Resistenza insieme a suo marito, Robert Antelme. Quando Robert viene deportato dalla Gestapo, Marguerite intraprende una lotta disperata per salvarlo. Instaura una pericolosa relazione con Rabier, uno dei collaboratori locali del Governo di Vichy, e rischia la vita pur di liberare Robert, facendo imprevedibili incontri in tutta Parigi, come in una sorta di gioco al gatto e al topo. Lui vuole veramente aiutarla? O sta solo cercando di cavarle informazioni sul movimento clandestino antinazista? La fine della guerra e il ritorno dei deportati dai campi di concentramento segnano per lei un periodo straziante e danno inizio a una lunga attesa, nel caos generato dalla liberazione di Parigi. Nel booklet di 16 pagine: Note di regia e Adattare La Douleur di Emmanuel Finkiel.