Installazioni

Filtri attivi

Maurizio Cattelan. Riga 39

Quodlibet 2019

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Maurizio Cattelan è l'artista italiano più noto nel mondo, in assoluto uno dei più famosi. Le sue opere sono battute all'asta a colpi di milioni di dollari; gli è stata dedicata una personale al Guggenheim di New York e anche il grande pubblico conosce installazioni come Papa Wojtyla colpito dal meteorite, il dito medio eretto davanti all'edificio della Borsa di Milano, i bambini impiccati all'albero, Hitler inginocchiato. Questo volume, curato da Elio Grazioli e Bianca Trevisan, è uno strumento essenziale per conoscere l'arte di Maurizio Cattelan, capire da dove nasca, che cosa significhi e quali siano le ragioni del suo successo. All'interno scritti di alcuni tra i maggiori studiosi della sua opera, italiani e stranieri; un'ampia scelta di immagini, conversazioni, testi dell'artista e interviste, di cui una inedita, realizzata da Marco Belpoliti, Elio Grazioli e Bianca Trevisan.

Alfredo Pirri. Passi. Catalogo...

Mondadori Electa 2019

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Il catalogo documenta l'opera "Passi". Palazzo Altemps. 20 settembre 2018 di Alfredo Pirri (1957), installata nella sede del Museo Nazionale Romano di Palazzo Altemps dal 21 settembre 2018 al 6 gennaio 2019. L'installazione è un esempio interessante di dialogo con lo spazio espositivo, che si esplicita nell'attribuzione, volta per volta, un nuovo punto di vista, per un effetto spettacolare capace di richiamare la partecipazione attiva del pubblico. L'allestimento nella loggia d'ingresso del palazzo ha creato un suggestivo effetto di riflessione tra la volta, il cortile e il cielo, una visione frammentata in grado di generare una vertigine dello sguardo, un effetto caleidoscopio ma anche una sensazione di precarietà e un'esortazione ad affrontare l'arte senza rilassarsi troppo. Sull'opera è stata posizionata una statua della collezione Boncompagni Ludovisi, segno di contaminazione con la raccolta del Museo di Palazzo Altemps.

Il giardino «incantato» di Palazzo...

Arte'm 2019

Disponibile in 3 giorni

5,00 €
"Il titolo si spiega e si motiva con la riscoperta del romantico giardino pensile ottocentesco di Palazzo Reale. Il dialogo tra arte, natura e architettura offerto dalla 'waterfront area' con la vista sul golfo di Napoli è stato ridisegnato dall'artista giapponese Uemon Ikeda: un filo rosso di lana e seta ha unito interno ed esterno, passato e presente, stabilità e impermanenza, forma e vuoto tra Oriente e Occidente. Aggrappato alle stabili architetture preesistenti chiedendo ancoraggio e sostegno, l'intervento di Ikeda viene come svuotato di contenuti visibili e di peso librandosi per avvolgere il palazzo grazie a uno shock sottile che alimenta campi di energia mentale fresca e reattiva." (Dalla presentazione di Anna Imponente)

Marco Nereo Rotelli. Poetry: a...

Donà Massimo
Sillabe 2019

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Poetry: a Glass Garden è il nuovo progetto che l'artista veneziano Marco Nereo Rotelli ha realizzato per Ca' Sagredo Hotel insieme alla fornace di Massimiliano Schiavon, con il contributo di quattro scrittori di livello internazionale provenienti dai diversi continenti, i poeti Adonis (Siria), Yang Lian (Cina), Víctor Rodríguez Núñez (Cuba) e il romanziere Mark Axelrod (Stati Uniti). L'iniziativa gode del Patrocinio del Comune di Venezia. L'esposizione inizierà con quattro installazioni in Campo Santa Sofia e una sul Canal Grande, alte più di cinque metri l'una, e proseguirà all'interno di Palazzo Sagredo. Le basi delle installazioni saranno dei grandi treppiedi formati da briccole recuperate nella Laguna di Venezia, dove galleggiavano alla deriva perché spezzate dall'azione congiunta dell'acqua salmastra, delle onde e delle teredini. Rotelli non si è voluto arrendere al destino di questi pali, che hanno accompagnato un tratto della storia della città, e ha voluto inglobarli in un gesto artistico che avesse un valore non solo estetico ma anche etico, in cui il rispetto dell'ambiente si coniugasse alla ritrovata dignità di un manufatto storico. I tronchi secolari, salvati dal macero, sono stati ripuliti, dorati e nobilitati dai segni tracciati dalla mano dell'artista. Grazie all'intervento della fornace di Massimiliano Schiavon, dal loro antico legno sono fioriti centinaia di steli in vetro soffiato, da cui spuntano lettere e parole che si librano nel cielo. Questa volontà poetica, che ha riportato a nuova vita delle briccole condannate dal tempo, è capace di restituire a Venezia, come scrive Massimo Donà nel catalogo della mostra edito da Sillabe, sponsor tecnico, "una 'trasparenza' che, per quanto abbia incantato i suoi più illustri visitatori, i detriti della storia stanno sempre più pericolosamente rischiando di offuscare". La mostra proseguirà all'interno dell'antica dimora dei Sagredo, dove la passione per la cultura della famiglia veneziana sarà ricordata dai libri di vetro, realizzati dagli scrittori chiamati da Rotelli nella fornace di Massimiliano Schiavon a donare parole diverse a una Venezia che rinasce. In questi volumi, belli e fragili, ognuno di loro ha voluto solidificare il suono di un verso, la forma di una idea, la brillantezza di una tonalità. Saranno esposti libri con i colori che nella poetica di Yang Lian rivestono il ruolo di vere e proprie figure di pensiero, dotate di vastissimi significati; le composizioni di colore di Adonis, fuse nel vetro riciclato; il volume aperto che reca la citazione scelta da Axelrod; la copertina con il simbolo dell'amata Cuba, l'ananas, per Núñez. Sempre all'interno del Palazzo, la sala Amigoni sarà dedicata alla nuova serie di opere visive dipinte proprio a Ca' Sagredo dal siriano Adonis: sono lavori molto differenti dai collagegià esposti a Roma, in cui la scrittura si nasconde nel colore e dominano la luce della notte e il mistero. Lo scalone monumentale del Palazzo e la grande Sala del Portego ospiteranno le Porte d'Oro,un'opera centrale nella ricerca di Marco Nereo Rotelli. Anch'esse oggetti in disuso, anch'esse riportate a nuova vita e trasformate in icone grazie al trattamento a foglia d'oro, cercano di proteggere dal fluire del tempo i versi dei poeti con cui ha collaborato l'artista e di salvare ciò che non può essere perduto. Per rispondere all'appello lanciato da Emanuele Severino e citato nel catalogo della mostra. "Quando la verità e il bene tramontano, che ne è della bellezza?". Completa l'esposizione F-Lux, una scultura luminosa che trasforma in segno grafico il "lampadario fluido" creato dalla "Signoretto Lampadari" insieme all'Accademia di Belle Arti di Venezia: i moduli di vetro del lampadario veneziano danno vita a un elemento morbido e sinuoso, che diffonde la luce dall'interno.

Jorge Eielson. Matter, sign, space....

Pola Francesca
Skira 2019

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Jorge Eielson è artista globale, che ha inteso operare senza frontiere geografiche, culturali, disciplinari. Poeta, scrittore e artista, è figura fondamentale della seconda metà del XX secolo, che ha vissuto tra il Perù, suo luogo di nascita e orizzonte poetico, e l'Italia, dove si è trasferito a partire dagli anni cinquanta (prima a Roma e poi a Milano), sviluppando un dialogo fecondo con i protagonisti della scena artistica del secondo dopoguerra, risiedendo per un certo periodo anche a Parigi e New York. La dimensione sperimentale e radicale del suo lavoro lo ha portato a condensare i differenti aspetti della sua creatività in opere artistiche essenziali, connotate tuttavia da una dimensione narrativa e simbolica che le sostanzia di contenuti poetici profondamente umani. L'arte è per Eielson chiave di lettura del mondo, attraverso un'appropriazione continua che ne traduce materie, oggetti, tensioni in indici, segni, spazi. Del 1963 è il suo primo Quipus, elemento che diviene da questa data fattore distintivo del suo linguaggio: la torsione e tensione del tessuto, articolato in nodi ispirati appunto al quipus, antico linguaggio degli inca precolombiani del Perù, ma nel quale Eielson concentra molteplici significati, scientifici e culturali insieme, declinandolo anche in numerose performance e installazioni e facendone un segno di comunicazione transculturale e globale.

Lucio Fontana. Terra e oro. Ediz....

Silvana 2019

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Lucio Fontana, maestro indiscusso nel panorama artistico del Novecento, ha intrapreso nel suo percorso creativo numerose strade, dedicandosi a tecniche e materiali diversi. Il volume indaga un argomento peculiare della sua produzione, ovvero i Concetti spaziali in oro e le Crocifissioni in ceramica, attraverso circa cinquanta opere realizzate principalmente nel decennio tra il 1958 e il 1968. Le opere presentate svelano l'attualità di un problema costantemente avvertito dall'artista, ma cruciale nella ricerca pittorica di ogni tempo: il rapporto con lo spazio, la sua definizione, l'ansiosa ricerca del suo superamento. L'apice inventivo di Fontana è individuato proprio nell'utilizzo dell'oro, inteso non come colore bensì come componente spaziale, estrema sintesi di luce e spazio sin dall'antichità classica. Alle tele in cui domina l'oro, metallo puro e originario, è accostata una raccolta di sculture in ceramica, plasmate anch'esse in un materia primigenia e primordiale: scelte nel tema predominante delle Crocifissioni, queste "terre-cotte" offrono un contrappunto alla riflessione, lasciando trapelare un fremito scomposto di origine ancora barocca. Il volume accoglie un testo introduttivo di Anna Coliva e un saggio critico di Germano Celant.

Ettore Favini. Nouvelles flâneries....

Rossi V.
Silvana

Disponibile in 5 giorni

12,00 €
Il libro raccoglie una serie d'interventi volti a indagare alcuni nodi critici che il progetto "Nouvelles flâneries", realizzato a Parma dall'artista Ettore Favini e curato da Valentina Rossi, ha fatto emergere, quali una rigenerata idea di monumento e di arte pubblica, una rilettura dell'oggetto scultoreo, la pratica del camminare e del viaggio come progettualità artistica, la mappatura come esito della ricerca e della necessità di definire gli spazi, il tema dell'archivio e della memoria. Gli autori inclusi nel volume sono, oltre a Ettore Favini e Valentina Rossi, Cristina Casero, Luca Cerizza, Fabiola Naldi, Enrico Rotelli, Carlo Gandolfi, Davide Papotti, Anna Zinelli, Marco Scotti, Anna Musini, Franca Zuccoli, Alessandra Scarazzato, Alessandra De Nicola. Il volume presenta un progetto fotografico realizzato da Antonio Rovaldi.

Marco Bagnoli. Ediz. a colori

Celant G.
Skira 2018

Disponibile in 3 giorni

90,00 €
La pubblicazione analizza e documenta, attraverso un testo critico e una dettagliata cronologia, il percorso artistico di Marco Bagnoli dagli anni settanta a oggi. Dallo studio e dalla ricerca sul suo contributo emerge la consapevolezza di essere e di muoversi nell'arte, come in una realtà "altra". È la testimonianza di un attraversamento di tempi e spazi, con la capacità di collocarsi dove il linguaggio non può essere parlato e compreso, così che lo spirituale possa manifestarsi quale naturale completamento della materia. Rivela la scoperta di un procedere che trova ispirazione in un "altrove" per creare momenti di vibrazione, dove gli opposti si fondono e producono un superamento delle tendenze lineari e univoche che hanno segnato la Minimal e la Conceptual Art. A contare, nelle sue proposte, è il dialogo, che fa risuonare tra loro, mediante il ricorso a colori e oggetti, a luci e ombre, il fisico e il mentale, l'emotivo e il logico. Un'inedita rifondazione poetico-scientifica del fare arte, che professa l'unità delle culture, al fine di sopprimere ogni confine e ogni distanza, e ridare all'indagine estetica una presenza simultanea di tutte le polarità del sentire e del percepire.

Nous sommes ici. Ediz. illustrata

David Gandolfo Gabriele
Glifo 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"Nous sommes ici" indaga la condizione multiculturale aprendosi a riflessioni sull'ospitalità, l'identità e la mobilità internazionale. Il volume raccoglie, inoltre, i contributi di diversi autori che indagano il tema secolare dell'ospite. I testi sono in tre lingue: italiano, francese e inglese, a monito dell'universalità dell'io che incontra l'altro. Il progetto "Nous sommes ici" di Gandolfo Gabriele David pone l'accento sulle dinamiche dell'accoglienza e dell'integrazione attraverso la urban, land o public art. Esso comprende: un'installazione realizzata con bandiere innalzate sulla terrazza della Torre di Roi René di Marsiglia (visibili sia dalla terra che dal mare), diversi workshop con comunità di migranti e un happening finale nella piazza d'Armi del Museo delle Civiltà dell'Europa e del Mediterraneo (Mucem) di Marsiglia. Il progetto ideato dall'artista siciliano si colloca all'interno di un'importante cooperazione istituzionale fra il Mucem, il Polo Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Palermo e della Regione Siciliana, Museo Riso e l'Istituto italiano di Cultura di Marsiglia. Il forte colore della copertina ricorda i gilet salvagente visibili nelle cronache televisive che documentano la tragedia dello sbarco dei migranti.

Sissi. Ediz. italiana e inglese

Grulli A.
Mondadori Electa 2018

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Il volume raccoglie una selezione di opere realizzate da Sissi tra il 1999 e il 2017. Sono anni in cui l'artista italiana riesce a imporsi sulla scena nazionale e internazionale, grazie a mostre personali e collettive - in città come New York, Miami, Tokyo, Londra, Amsterdam - e alla partecipazione a importanti manifestazioni, quali La Biennale di Venezia del 2009, all'interno del Padiglione Italia. Il suo lavoro spazia dalla performance alla scultura, dal disegno alla pittura, dall'installazione alla fotografia e al video, ma i vari linguaggi sono tenuti assieme dalla particolare cifra stilistica che l'artista è riuscita a sviluppare negli anni. Le tematiche predilette sono quelle del corpo e dello studio anatomico, che si fondono con elementi ambientali e naturali, in un continuo processo di scambio e sovrapposizione. Ma alla base rimane sempre una ricerca di tipo esistenziale, declinata anche attraverso l'utilizzo del linguaggio poetico e della parola. La pubblicazione è curata dal critico Antonio Grulli, di cui viene presentato un testo che ripercorre le tappe del lavoro di Sìssi, dai suoi inizi a oggi.

Giulio Paolini. Teoria delle...

Madesani A.
Scalpendi 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La mostra "Teoria delle apparenze" dedicata a Giulio Paolini, a cura di Angela Madesani e Annamaria Maggi, tenutasi negli spazi della Galleria Fumagalli a Milano nel 2018, nasce dal desiderio di celebrare la poetica di uno dei più grandi maestri dell'Arte Contemporanea Italiana ed Internazionale. L'esposizione, che questo libro documenta, riunisce una selezione di opere che abbracciano il periodo che va dal 1969 al 2015. Pretendere di ricostruire un cammino lungo cinquantasette anni sarebbe stato presuntuoso, quanto eccessivo, qui la volontà è quella di offrire alcuni spunti di riflessione e di mettere in rilievo alcuni dei temi maggiormente trattati dall'artista nella sua ricerca, per tracciarne un percorso. Il libro testimonia, attraverso i testi delle curatrici e le immagini della mostra, l'impulso e l'interesse che hanno stimolato questo progetto dedicato a un grande anticipatore dell'Arte Concettuale; dai primi lavori sul disegno geometrico alle creazioni più recenti, l'opera di Giulio Paolini si rivela come uno studio sulla genesi di una pluralità di forme e immagini, una ricerca e una pratica continue del "celare" e dello "svelare".

Luminita Taranu. La spirale....

Palombi Editori 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
In occasione della ricorrenza dei millenovecento anni dalla morte dell'imperatore Traiano, l'artista Luminita ?aranu, romena di nascita e italiana di adozione, ha realizzato una grande installazione appositamente per gli spazi espositivi dei Mercati Traianei, ispirandosi liberamente alla colonna eretta in suo onore nel 113 d.C. nel Foro che porta il suo nome, per celebrare le vittorie dei Romani sui Daci, l'attuale popolo romeno. Il potere imperiale romano non reggeva solo sulla forza delle sue legioni, ma anche sulla capacità di comunicare se stesso in maniera convincente e persuasiva. La Colonna Traiana, il capolavoro marmoreo ideato e progettato da Apollodoro di Damasco, ne è forse l'esempio più brillante raccontando la conquista dell'antica Dacia, la più ardua impresa di Traianus Optimus Augustus Fortissimus Princeps Germanicus Dacicus Parthicus, in breve l'imperatore Traiano. Il catalogo illustra le diverse fasi di lavorazione dell'opera e poi le successive fasi di posizionamento all'interno dei Musei dei Mercati di Traiano.

Marco Lodola, Giovanna Fra....

Beatrice L.
Skira 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Unione tra passato e contemporaneo, Tempus-time è un voluto riferimento al trait d'union che Marco Lodola e Giovanna Fra, grazie alle loro opere, creano fra il tempus, la dimensione temporale legata all'antichità, al classico, alla storica sede espositiva e il time, sintesi del mondo contemporaneo. Le monumentali sculture luminose di Marco Lodola rappresentano alcuni dei suoi soggetti tipici, uomini e donne, ballerini, danzatrici, animali, figure reali e immaginari che partecipano ad una festa di corte, almeno in senso metaforico. La luce che questi lavori emanano genera dinamismo, vitalità potenza, qualità che vengono trasmesse anche all'ambiente circostante. Le tele di Giovanna Fra sono caratterizzate da un forte cromatismo e incarnano quell'arte contemporanea in cui la contaminazione di tecniche e la sperimentazione sono elementi imprescindibili.

Carlo Dell'Amico 1985-1990. No pure...

Silvana 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Il lavoro di Carlo Dell'Amico (Perugia 1954) non si collega a un ambito che contempla il concetto di storia intesa come evoluzione, ma semmai come riappropriazione di livelli ciclici di conoscenza. Egli trova interesse nell'eterna immutabilità del tutto indagando proprio alcuni di quegli anelli intermedi che saldano la storia alla trascendenza e che periodicamente si manifestano con maggiore evidenza. Dell'Amico seleziona frammenti del passato facendoli rivivere in contesti attuali, sapienze che riemergono con nuovo vigore e sotto luci diverse, rompendo dunque la narrazione lineare evolutiva per approdare a un concetto circolare e quindi eterno e immutabile della storia. L'artista incarna la ragione scientifica e la conoscenza magica esoterica, diviene il narratore di verità invisibili alla ragione, scrutatore di icone e simboli archetipici, ma prima ancora, e soprattutto a partire dagli anni ottanta, è un cercatore di ritualità silenziose e spesso nascoste dal ventre materno della terra.

Gianfranco Baruchello. Piccolo...

Maxxi
Manfredi Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Si può essere uno scultore della mente nell'epoca del digitale? Baruchello si muove sui confini, tra gli intrecci della natura e della storia, con il tocco del visionario. Il respiro internazionale della sua lunga ricerca, il confronto lucido con le ideologie, l'investimento creativo in ambiziosi progetti di sperimentazione sociale e produttiva, tutto conferisce al suo graditissimo ingresso nella collezione MAXXI Arte il valore di una traccia autobiografica collettiva, non solo la prova della forza di un singolo artista e di una delle sue installazioni più celebri.

Michelangelo Pistoletto. Il tempo...

Pratesi L.
ETS 2018

Disponibile in 3 giorni

5,00 €
"Installazione alla Chiesa della Spina di Pisa e nella Sala delle Baleari di Palazzo Gambacorti, 27 maggio-2 settembre 2018. La Chiesa della Spina ospita il quinto intervento di arte contemporanea, affidato questa volta ad uno dei più importanti artisti italiani, protagonista di primo piano della scena internazionale: Michelangelo Pistoletto. L'artista ha realizzato una nuova opera per l'occasione, con il coinvolgimento diretto della città di Pisa: un'installazione composta da circa 50 sedie, prestate dai cittadini, per rappresentare la forma del Terzo Paradiso, al quale Pistoletto ha dedicato la sua ricerca recente. Il simbolo del Terzo Paradiso è una riconfigurazione del segno matematico dell'infinito, composta da tre cerchi consecutivi. I due cerchi esterni rappresentano tutte le diversità e le antinomie, tra cui natura e artificio. Quello centrale è la compenetrazione fra i cerchi opposti e rappresenta il grembo generativo della nuova umanità, punto di partenza di un'epoca nuova. Il Terzo Paradiso è il mito che porta ognuno ad assumere una personale responsabilità nella visione globale, che si carica di un particolare significato simbolico all'interno della Spina, intesa come luogo di incontro e di riflessione sul presente. Una vocazione che caratterizza il secondo intervento dell'artista nella Sala delle Baleari a Palazzo Gambacorti, simbolo della vita politica cittadina, dove un recente intervento di restauro ha ripulito gli affreschi parietali, attribuiti a Giacomo Farelli e Pier Dandini (1693). Essi rappresentano le vittorie della Repubblica di Pisa: la conquista di Gerusalemme durante la Prima Crociata, la conquista della Sardegna e la presa delle isole Baleari, liberate dai Saraceni nel 1115. In dialogo con queste immagini storiche, e alla luce delle recenti polemiche seguite al voto contrario espresso dal Consiglio Comunale alla proposta di collocare un crocefisso nella sala delle Riunioni, Michelangelo Pistoletto presenta l'installazione 'Il Tempo del Giudizio' (2009): un tempio in cui le quattro grandi religioni - Cristianesimo, Buddismo, Islamismo, Ebraismo - sono indotte a riflettere su se stesse. Quest'opera è una costruzione a pianta quadrata e su ognuna delle quattro pareti si trova un grande specchio nel quale si riflette frontalmente un simbolo o uno strumento di culto. Il valore sociale e culturale del pensiero di Pistoletto ha reso possibile l'apertura all'arte contemporanea della Sala delle Baleari, luogo simbolico e identitario della città di Pisa, dove l'artista ci consegna un profondo messaggio di speranza, che ci porta a riflettere sull'essenza stessa del messaggio religioso." (Ludovico Pratesi)

Jacques Toussaint. Arte 1967-2017....

Antiga Edizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Cinquant'anni di creatività di Jacques Toussaint riassunti attraverso le immagini di un percorso che parte da piccole opere di pittura per arrivare, oggi, a grandi installazioni che letteralmente trasformano le atmosfere di spazi industriali piuttosto che di edifici religiosi e creano suggestioni di rara sensibilità, basate su un rigore costruttivo inusuale e sulla leggerezza di una narrazione che invita il fruitore ad immergersi e a lasciarsi contaminare dalla luce blu che tutto avvolge e trasfigura. Le parole che accompagnano la sua storia d'arte e che propongono letture diversificate del suo lavoro sono tese ad aiutare il lettore a confrontarsi direttamente con l'opera di questo artista la cui capacità espressiva riesce a richiamare l'attenzione anche di chi non frequenta abitualmente l'arte contemporanea.

The map is not the territory...

Ass. Cult. Viaindustriae 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"The map is not the territory (montedellarte)" è un libro (foglio piegato in busta di plastica trasparente. serigrafata) d'artista, un video e un'installazione che visualizza il risultato artistico e il processo di montedellarte. Le persone a volte confondono la rappresentazione della realtà con la realtà stessa. La mappatura di un territorio, quindi, non costituisce il territorio attuale. Nonostante i nostri migliori sforzi per controllare il mondo che ci circonda, spesso falliamo. La percezione non sempre coincide con la realtà. Il 1 ° ottobre 2017, l'artista belga Griet Dobbels ha prodotto l'happening artistico montedellarte sul Monte Cucco a Biella. Un gruppo di escursionisti ha tracciato una mappa fisica nel paesaggio camminando lungo una linea di contorno. Persone da tutto il mondo possono guardare e partecipare all'escursione tramite il sito web e l'app del progetto. Il libro dell'artista, prende la forma di una mappa geografica stratificata. Ogni livello sulla mappa corrisponde a un aspetto diverso del processo dietro il progetto ed è un tentativo di controllare il caos attraverso una mappatura intensiva. L'installazione consiste di due lightbox ed è concepita come una presentazione 3D del libro dell'artista.

Leonardo Nava. Radicamenti. Ediz. a...

Nava Leonardo
Mimesis 2018

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
"Caos vuol dire energia. Leonardo Nava traspone energia. Lotta con l'informe. Così l'informe diventa energia. L'energia diventa forma." (Flavio Caroli)

Christo and Jeanne-Claude....

Repetto Saverio
Magonza 2017

Disponibile in 3 giorni  
MONOGRAFIE ARTE

24,00 €
"Le grandi e ambiziose opere di Christo e Jeanne-Claude, le loro installazioni, i loro progetti, in parte nati ispirandosi a quella geniale opera del 1920 di Man Ray, L'enigme d'Isidore Ducasse [...] ci insegnano soprattutto a re-imparare a vedere, ci esortano a ri-scoprire, ad avere nuovi occhi" (Paolo Repetto). Edito in occasione della mostra "Christo and Jeanne-Claude. Ri-velare" presso De Primi Fine Art a Lugano (16 settembre - 28 ottobre 2016), il catalogo ripercorre con una serie di schede, le installazioni e i progetti realizzati dal 1963 ad oggi (dalle "Show Cases" a "5.600 Cubicmeter Package" di Documenta IV, dai "Wrapped Trees" e "Monuments" alle opere ancora in corso di "The Mastaba" e "Over the River"). A fianco di testi esplicativi e vedute ambientate, ciascun progetto è affiancato da un apparato iconografico che ne riporta disegni e analisi, collage, opere su carta e bozzetti che hanno costituito di quelle installazioni una fase preliminare di studio e approfondimento.

Boltanski. Anime. Di luogo in...

Eccher D.
Silvana 2017

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
Il volume ripercorre i momenti e gli snodi più importanti della vita e della carriera di Christian Boltanski, che lo hanno portato a riflettere sugli esiti di alcuni eventi storici del Novecento e sulla necessità di ripensare appropriate modalità di rappresentazione. La storia, le storie e lo statuto dell'immagine sono i perni di una conversazione, qui proposta, che affronta in particolare alcuni tematiche fondamentali: la differenza tra memoria collettiva, ricordo e oblio; le relazioni tra il singolo e la moltitudine; l'entità dell'assenza intesa come attestazione di una presenze distrutta, ma anche come dispositivo per la riattivazione del ricordo; l'incidenza di uno sguardo isolato, quello dell'osservatore, sul cui primato la storia dell'arte occidentale ha costruito il suo fondamento.

Mario Dellavedova. Vampiri al...

Piccolo S.
A+MBookstore 2017

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
"Queste opere sono piccole boe indicatrici, a volte di salvataggio, lungo un percorso fluttuante che copre un lasso di tempo di una trentina d'anni. Un percorso all'insegna dello squilibrio stilistico, tra vari punti di vista e svariati punti di fuga; dove la forma sfiorita, sbocciata da germogli spaiati, anziché convogliata in concimate fronde, propone foglie e frutti diversamente percepiti. Riflessi di piccole idee, sulla condizione umana, sui rapporti sociali, su quelli storico artistici, su quelli tecnico pratici; con una netta avversione agli schemi di potere, soprattutto quelli celati nell'odierna spettacolarizzazione. Percorso dove la materia, sofisticata e non, assieme al pensiero elaborata, si scambia di ruolo da senso compiuto a decoro. E viceversa. Scombinando la frase fatta e quella carpita, la semplice annotazione e il registro complesso del flusso temporale. Per il resto, come si sa, c'è un po' di tutto."

Saminiatures. Contemporary Sami...

Antiga Edizioni 2017

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Centoquaranta opere per raccontare attraverso la creatività degli artisti Sami la cultura, lo spirito, lo stile, i costumi, le tradizioni un popolo millenario insieme alle sue sfide che, per questa comunità etnicamente compatta ma divisa tra Norvegia, Svezia, Finlandia, Russia e il Nord America, sono il cambiamento climatico e lo stare al passo con la modernità senza rinunciare alla propri valori. Una collezione che è la rappresentazione limpida di un mondo e di un paesaggio geografico e mentale: un invito a fermarci per riflettere seriamente su dove, e a che velocità, stiamo andando. Testi di Luciano Benetton, Marlene Wisuri e un'intervista con i curatori: Guja Mabellini, Marlene Wisuri, Lars Nordby, Tina Sovkina.

Christo and Jeanne-Claude. Water...

Celant Germano
Silvana 2016

Disponibile in 3 giorni

34,00 €
Christo e Jeanne-Claude. Water Projects presenta tutti i progetti su larga scala, realizzati e non, da Christo e Jeanne-Claude - coniugi americani uniti in un sodalizio di arte e di vita dalla fine degli anni cinquanta - dal 1961 al 2016. Oltre ai celebri monumenti impacchettati, dalla Kunsthalle di Berna (1967-1968) al Reichstag di Berlino (1971-1995), sono presenti gli sbarramenti realizzati con barili o tessuti, i grandi oggetti gonfiabili, i sentieri tracciati con tessuti o con porte. I sette Water Projects, ovvero le installazioni connesse all'elemento acqua, sono documentati nel volume con maggiore ampiezza. In tali progetti gli artisti hanno lavorato in stretta relazione con paesaggi naturali, suburbani e urbani caratterizzati dalla presenza di mare, oceano, laghi e fiumi. Tra questi ultimi merita di essere menzionato The Floating Piers, che sarà aperto al pubblico dal 18 giugno al 3 luglio 2016 e consentirà al pubblico di camminare sulle acque e sulle sponde del Lago d'Iseo per una lunghezza di 3 kilometri, attraverso un sistema di pontili modulari galleggianti ricoperti di scintillante tessuto giallo. Tutte le opere in catalogo sono introdotte da schede descrittive, corredate da immagini di disegni preparatori, collages, modelli in scala, seguiti da documenti fotografici sui processi di ideazione, di preparazione e di realizzazione. Il volume, oltre a un ricco apparato iconografico, presenta un testo introduttivo di Celant e un suo dialogo con Christo.

Claudia Rotta Loria. Superfici a...

Corganti Martina
Corraini 2016

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Artista dalle forti valenze ambientali-installative, fin dagli anni sessanta Claudio Rotta Loria conduce una ricerca che si articola in cicli di opere fra loro collegati e in costante divenire sperimentale, ricerca che mantiene nel tempo il carattere unitario di un progetto totale attraversato da un costante processo di sintesi e dallo sforzo di integrare tra loro i linguaggi dell'arte e della scienza. Due sono i poli dialettici intorno ai quali si concentra la sua attività sperimentale: la strutturalità visuale, programmata e cinetica e il valore poetico della geometria, suscitato da minimi di stimolazione percettiva e sensoriale.

Bianco-Valente. Il libro delle parole

Sinigaglia Caterina
Postmedia Books 2015

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il percorso della coppia di artisti Bianco-Valente viene analizzato da Caterina Sinigaglia affrontando i problemi più stimolanti dell'arte contemporanea: l'interesse per la tecnologia; la disinvoltura nell'uso di mezzi espressivi diversi; il dialogo contin

Memoria

De Pietro Antonio
Palombi Editori 2013

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Catene, sedie, ciotole, chiavi, lettere d'amore. Materiali essenziali, cibi poveri. é la memoria di un quotidiano senza tempo la protagonista del percorso espositivo di Antonio De Pietro, viaggio che, attraverso ferro, legno, bitume, sabbia ma anche pane, riso, acqua, racconta la sofferenza del ricordo. La memoria diventa qui unico appiglio per tutelare vite ed atmosfere altrimenti perdute. Ed è una memoria faticosa, fatta di lavoro, attese, sudore e sale, tra le lacrime e cicatrici. Così i Mercati di Traiano si trasformano nel monumentale e condiviso contenitore di un'esperienza umana, apparentemente remota, che di fatto, però, nella sua essenza, torna a ripetersi emotivamente uguale a se stessa.

Francesco Vaccaro. Scrivere: 4...

Pirani F.
Palombi Editori 2013

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Nell'ambito della mostra "Legami e corrispondenze. Immagine e parole attraverso il '900 romano" - dal 28 febbraio al 29 settembre 2013 presso la Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale - sarà ospitata l'installazione di Francesco Vaccaro "Dalla finestra ti vedo", a cura di Federica Pirani, Gloria Raimondi, Claudio Libero Pisano, con la collaborazione di Nour Melehi. "Dalla finestra ti vedo" è il titolo del lavoro che Francesco Vaccaro ha dedicato ad uno degli autori italiani più noti e letti nel mondo: Alberto Moravia. L'artista è partito da Casa Moravia (dimora romana dello scrittore visitabile dal pubblico) per cogliere alcune tracce della vita quotidiana dell'autore de "Gli Indifferenti", ricostruendo la memoria del suo passaggio, quasi immedesimandosi in lui. Attraverso una serie di video, riprendendo le cose che erano e sono visibili dalle sue finestre, Vaccaro cerca infatti di restituirci lo sguardo dello scrittore.

Arte Povera. Ediz. illustrata

Celant Germano
Giunti Editore 2012

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
La presente pubblicazione è dedicata all'Arte Povera. In sommario: I territori dell'Arte Povera; 1967; Arte Povera. Appunti per una guerriglia; 1968; Cercando di uscire dalle allucinazioni della storia; 1969; 1970; 1971; Senza titolo. Come tutte le monografie della collana Dossier d'art, una pubblicazione agile, ricca di belle riproduzioni a colori, completa di un quadro cronologico e di una ricca bibliografia.

L'arte negli anni '50. Ediz....

Poli F.
Mondadori Electa

Non disponibile

19,00 €
A cura di Francesco Poli, il volume parte dai profondi cambiamenti avvenuti nelle arti figurative in seguito alle tragiche vicende degli anni trenta a quaranta. Il clima culturale che determina tutto il decennio degli anni '50 e le ricerche artistiche informali, che da esso si sviluppano, è quello di un presente che si impone e dell'uomo che sperimenta i propri limiti vitali. Dall'informale all'espressionismo astratto della scuola america, dallo spazialismo di Fontana ai New Dada, il decennio si conclude con una nuova immagine dell'uomo, la cui forza esploderà dirompente negli anni '60.

L'arte negli anni '80. Ediz....

Del Drago E.
Mondadori Electa

Non disponibile

19,00 €
Racchiuso tra la dimensione politica degli anni Settanta e quella intimistica dei Novanta, il decennio degli Ottanta cerca soprattutto di dimenticare e di vivere l'attimo, senza riuscirci fino in fondo. Un momento storico particolare in cui, esaurita ogni fede in ideologie forti ed esperienze collettive, si torna a credere soltanto nell'individuo e nelle sue specifiche possibilità. Dalla Transavangurdia di Cucchi, Chia e Paladino agli artisti americani parte di un vero star system (a New York è sempre caccia al nuovo talento da trasformare in ricchezza), fino ai nuovi scenari della fotografia: un decennio straordinariamente ricco.

Benito Ligotti. Social control....

Zanoletti M.
Ledizioni

Non disponibile

35,00 €
Uscendo dai soliti luoghi dedicati all'arte d'elite, l'installazione di Benito Ligotti al centro Sarca di Sesto San Giovanni segna la quarta tappa di un progetto artistico itinerante di condivisione interattiva, che ha visto la partecipazione attiva della cittadinanza alla costruzione di una grande opera d'arte condivisa. Il titolo, "Social control", fa riferimento al progetto nato nel 2013 dall'esigenza da parte dell'artista di chiedersi come le informazioni che ci scambiamo attraverso Internet, in particolare sui social network, siano usate per perseguire finalità di cui non abbiamo piena coscienza. Spiega Benito Ligotti: "ospitare un progetto artistico come social control in un centro commerciale significa offrire la possibilità all'arte di entrare nel quotidiano di tanti individui, e nello stesso tempo offrir loro l'occasione di costituire concretamente un'opera d'arte, incontrando l'artista e lasciando la traccia di questo incontro."

E la luce fu. Premio Artivisive San...

Silvana

Non disponibile

20,00 €
Quale luce è possibile oggi? Quale luce sarà in grado di illuminare il dramma della condizione umana, le strade incerte dell'uomo contemporaneo? Su questi temi hanno riflettuto i giovani artisti del premio San Fedele, che nella maggior parte dei casi, partendo dalle proprie esperienze, hanno cercato di tradurle in modo che il soggetto diventasse luogo di riflessione, d'interrogazione, di meditazione, utilizzando i più diversi media espressivi, dal video alla scultura, dalla pittura alla fotografia. Una dialettica tra vita e morte di grande potenza espressiva è così messa in scena, per ricordarci le dimensioni più profonde della vita. Artisti: Samuele Albani, Angelica Consoli, Irene Fenara, Adi Haxhiaj, Silvia Infranco, Giulia Maiorano, Carlo Miele, Stefan Milosavljevic, Maria Teresa Ortoleva, Luca Pianella, Matteo Pizzolante, Thomas Scalco. Testi di: Daniele Astrologo Abadal, Ilaria Bignotti, Chiara Canali, Stefano Castelli, Andrea Dall'Asta SJ, Matteo Galbiati, Chiara Gatti, Massimo Marchetti, Kevin McManus, Gabriele Salvaterra.

Matteo Negri. Navigator Roma....

Cherubini L.
Silvana

Non disponibile

18,00 €
L'operazione di Matteo Negri è tutta nell'interrogarsi sul senso della scultura nell'epoca della smaterializzazione digitale. La tensione è quella a trattenere reale e virtuale insieme. Nonostante la grande attenzione alle materie è forte l'aspetto mentale. La sperimentazione sui materiali appare imprescindibile.

After the tribes. Beverly Barkat....

Marsilio 2019

Non disponibile

25,00 €
In occasione delle celebrazioni per il 70esimo anno dalla Fondazione dello Stato di Israele, l'artista Beverly Barkat (1966) presenta un'opera site-specific che prende spunto dalla storia delle dodici tribù ebraiche dell'antico testamento. "After the tribes" è un'imponente torre metallica di quattro metri, scandita in dodici riquadri che rappresentano le dodici tribù d'Israele da cui discende il popolo ebraico. Ognuna delle dodici tribù si distingueva per una specifica trama cromatica, riproposta sugli stendardi e sulle pietre preziose che decoravano i pettorali dei Sacerdoti. Questi stessi colori sono stati ripresi dall'artista attraverso un complesso percorso di ricerca, raccolta, catalogazione e riutilizzo di materiali della propria terra. Conchiglie, pietre stratificate o semi-preziose, sabbia, roccia e argilla provenienti dalle caverne, dal deserto, dal mare e dalle montagne di Israele diventano i colori essenziali e concettuali dell'installazione di Barkat. I dodici dipinti circolari si offrono allo sguardo del visitatore su entrambi i lati. Il lato ruvido e materico è quello su cui ha lavorato direttamente l'artista, l'altro si scorge dalla trasparenza stessa del supporto in pvc che ne mostra gli strati di colore, i segni e la loro reale consistenza sotto una pellicola liscia e lucida. Riferimenti materici, cartografici, cabalistici e simbolici trasformano "After the tribes" in un viaggio che ci conduce attraverso una storia millenaria, per ritornare al contemporaneo, riflettendo sulle origini dei popoli e oltrepassando ogni contingenza politica.

Cai Guo-Qiang e Pompeii. Nel...

Silvana 2019

Non disponibile

50,00 €
L'arte "vulcanica" di Cai Guo-Qiang a Pompei e a Napoli ristabilisce il legame tra lo spirito degli antichi e la sensibilità contemporanea. In collaborazione con il curatore Jérôme Neutres, questo pioniere dell'arte dell'esplosione noto a livello internazionale dà vita a un nuovo dialogo con i capolavori del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, come la Venere Callipigia, l'Ercole Farnese e l'Atlante, ma anche gli affreschi e i mosaici. Con la consueta maestria, Cai Guo-Qiang crea un nuovo corpus di opere attraverso un affascinante "Explosive Studio" nell'anfiteatro di Pompei. Evocando la catastrofe del 79 d.C. che causò la distruzione della città ma anche la conservazione dei suoi tesori sotto le ceneri dell'eruzione, l'arte nasce - o meglio rinasce - dalle viscere magmatiche del Vesuvio. La distruzione dà luogo così a una nuova creazione e la storia diviene fonte d'ispirazione illimitata.

Cai Guo-Qiang e Pompeii. Nel...

Silvana 2019

Non disponibile

50,00 €
L'arte "vulcanica" di Cai Guo-Qiang a Pompei e a Napoli ristabilisce il legame tra lo spirito degli antichi e la sensibilità contemporanea. In collaborazione con il curatore Jérôme Neutres, questo pioniere dell'arte dell'esplosione noto a livello internazionale dà vita a un nuovo dialogo con i capolavori del Museo Archeologico Nazionale di Napoli, come la Venere Callipigia, l'Ercole Farnese e l'Atlante, ma anche gli affreschi e i mosaici. Con la consueta maestria, Cai Guo-Qiang crea un nuovo corpus di opere attraverso un affascinante "Explosive Studio" nell'anfiteatro di Pompei. Evocando la catastrofe del 79 d.C. che causò la distruzione della città ma anche la conservazione dei suoi tesori sotto le ceneri dell'eruzione, l'arte nasce - o meglio rinasce - dalle viscere magmatiche del Vesuvio. La distruzione dà luogo così a una nuova creazione e la storia diviene fonte d'ispirazione illimitata.

La bandiera del mondo. 1+1= 3....

Savarese Angelo
Autopubblicato 2019

Non disponibile

13,00 €
Ognuno degli stati del mondo è una parte dell'insieme senza il quale non sarebbe possibile l'esistenza del singolo.

Inclusion/Exclusion. Ediz. italiana...

Meneghetti Cèsar
Maretti Editore 2019

Non disponibile

22,00 €
"La mostra inclusion/exclusion invita il pubblico a riflettere, attraverso l'arte, su alcune questioni tra le più critiche del mondo contemporaneo, i processi di esclusione e di inclusione. Il concetto intrinseco della mostra ? e del mio vissuto operativo nell'opera-processo-relazione IO1 ? si concentra nell'opera ME/WE. Su due superfici a specchio, ognuna delle quali comprende le stesse lettere, la stessa misura, gli stessi colori, leggiamo ME (IO) da un lato, e WE (NOI) dall'altro. Queste due parole vengono investite da una luce direzionale che riflette sul pavimento e al rovescio la parola del lato opposto. La luce direzionale "dell'inclusione", in ME, riflette e diventa WE e in WE riflette e diventa ME. Gli specchi nei quali il visitatore vede narcisisticamente la propria immagine riflessa, allo stesso tempo lo guidano verso una 'riflessione' simbolica che porta a considerare gli altri come noi stessi. Questo messaggio così ovvio, così contro tendenza, è anche lo stesso messaggio che si ripete e si estende a tutta la mostra, in ogni lavoro, in ogni azione."

Wheter line. Lizzie Fitch, Ryan...

Progetto Prada Arte 2019

Non disponibile

65,00 €
Il volume approfondisce la ventennale collaborazione tra Fitch e Trecartin, iniziata nel 2000, e documenta il progetto "Whether line", attraverso il quale i due artisti indagano il concetto di "nuova" terra promessa e l'instabilità intrinseca all'appropriazione territoriale.

Alberto Garutti. Tre soglie a Ca'...

Garutti Alberto
Marsilio 2019

Non disponibile

28,00 €
La tenuta Ca' Corniani nel comune di Caorle (Venezia) è la più ampia delle venticinque di Genagricola - holding agroalimentare controllata da Generali Italia - con una storia plurisecolare, testimone di vicende legate alle bonifiche, alle mezzadrie, al valore sociale della trasformazione fondiaria e ora ai nuovi modelli di produttività agricola. Genagricola ha intrapreso un percorso di valorizzazione di questa tenuta seguendo il progetto paesaggistico di LAND, che associa agricoltura e arte. Esso punta a migliorare il paesaggio rurale introducendo forme innovative di integrazione ambientale per incrementare il benessere complessivo dell'intero territorio, attraverso una crescita intelligente e sostenibile. La realizzazione di un concorso artistico internazionale per le "Tre Soglie di Ca' Corniani" è stata curata da Eight Art Project, che ha invitato a partecipare Monica Bonvicini, Alberto Garutti, Carsten Höller, Tobias Rehberger e Remo Salvadori, un gruppo di artisti di provata esperienza a livello internazionale, la cui attività si contraddistingue per un'attenzione particolare verso lo spazio pubblico. La vittoria è andata al progetto "Tre storie di paesaggio" di Alberto Garutti, considerato perfettamente coerente con la storia e il territorio di Ca' Corniani: un grande tetto dorato per l'antico casale abbandonato, una scritta a led che si illumina a ogni fulmine che cade in Italia, delle sculture-ritratto dei cani e dei cavalli che vivono nel podere accoglieranno tutti coloro che entreranno a Ca' Corniani, varcando le Tre Soglie d'ingresso della storica tenuta di Genagricola.

Plessi a Caracalla. Il segreto del...

Mondadori Electa 2019

Non disponibile

35,00 €
Monografia pubblicata in occasione della mostra di Fabrizio Plessi alle Terme di Caracalla, Roma (18 giugno - 29 settembre 2019). Il nuovo progetto di Fabrizio Plessi, artista legato a Roma da precedenti esperienze di grande rilievo e successo a partire dalla mostra Mediterraneo ai Mercati di Traiano del 1991, prende spunto dal recente restauro e dall'apertura al pubblico dei sotterranei delle Terme di Caracalla, straordinario tesoro riaperto proprio in occasione di questa mostra. Nelle gallerie sottostanti l'esedra del Calidarium, un tempo cuore del sistema idraulico delle antiche Terme, si snoda, per oltre 200 metri, un percorso immersivo e spettacolare, che tocca elementi e temi da sempre al centro del lavoro di Plessi: Fuoco, Acqua, Vento, Mosaico, Colonna, Teste, Classico, Lava, Lampi, Otri, Fumo sono i soggetti delle videoinstallazioni che danno vita a un'esperienza sensoriale di notevole impatto e profonda suggestione. Qui, come scrive Plessi, "il fiume della storia non si ferma e attraversa impaziente altre storie". Il volume presenta, fotografate in loco e valorizzate dal grande formato, le videoinstallazioni di Plessi, completandone la presentazione attraverso importanti contributi testuali e una ricca documentazione iconografica (fotografie, progetti e disegni), che contestualizzano questo nuovo lavoro nell'ambito della ricerca, ormai pluriennale, di Plessi. Non semplicemente il catalogo di una mostra, dunque, ma una vera e propria monografia aggiornata su uno degli artisti più interessanti del panorama artistico contemporaneo.

Riccardo De Marchi. Àllai opaì...

A arte Invernizzi 2019

Non disponibile

30,00 €
La galleria A arte Invernizzi ha inaugurato una mostra personale di Riccardo De Marchi dal titolo "Àllai opaì (altri buchi)".In quest'occasione Riccardo De Marchi presenta le sue opere più recenti in un nuovo progetto espositivo ideato in relazione allo spazio della galleria. Il titolo della mostra, attraverso l'utilizzo del termine greco opé - che può essere tradotto come "buco" o "foro", ma anche come "vista" o "orbita oculare" - vuole evocare l'idea della visione "attraverso" il foro, o i fori. Il catalogo bilingue pubblicato in occasione della mostra contiene un saggio introduttivo di Francesca Pola, un testo di Riccardo De Marchi, la riproduzione delle opere esposte, una selezione di materiale iconografico che ripercorre il percorso artistico di Riccardo De Marchi e un aggiornato apparato bio-bibliografico.

Mike Nelson. L'atteso. Catalogo...

Corraini 2019

Non disponibile

18,00 €
"L'atteso", la prima mostra personale di Mike Nelson in una istituzione italiana, trasforma in un "luogo altro" le OGR-Officine Grandi Riparazioni di Torino grazie a un'installazione su larga scala che va ha occupato l'intera navata del Binario 1 con un poderoso intervento. Il volume non è solo una guida alla lettura dell'omonima mostra, ma funziona come testimonianza e materiale di studio sull'artista poiché in un gioco di rimandi con i temi stessi della mostra - la memoria e i lasciti -, costituisce una seconda tappa, un ulteriore visita all'istallazione, una esperienza immersiva in sé. Pensato come un blocco di appunti, il catalogo della mostra "L'atteso" di Mike Nelson fornisce una serie di materiali eterogenei, offrendo al lettore suggestioni e riferimenti per attivare possibili letture dell'installazione ambientale realizzata dall'artista inglese negli spazi delle OGR. La documentazione delle varie fasi allestitive si unisce a una ricca selezione di testi, che forniscono possibili chiavi di lettura del lavoro: spaziando dalla fantascienza a scritti di vari artisti, l'agglomerato di testi e riferimenti iconografici si accumula, imitando le stratificazioni di senso e materiali che caratterizzano il lavoro di Nelson.

Adrian Paci. Di queste luci si...

Silvana 2018

Non disponibile

25,00 €
Tra i protagonisti del panorama artistico internazionale, Adrian Paci indaga la condizione umana con una raffinata sintesi formale e una schiettezza priva di retorica. All'interno delle sue opere l'esperienza della migrazione, vissuta in prima persona, viene elevata a riflessione universale sull'indefinitezza dell'essere umano e sulla complessitaÌ delle dinamiche sociali, politiche e culturali proprie della contemporaneità. Il progetto "Di queste luci si servirà la notte" sottolinea la capacità di narrare il nostro tempo e di raccontare la condizione di continuo transito dell'uomo, assimilata al flusso incessante dell'acqua e al suo potere catartico.