Performance art

Filtri attivi

Attraversare i muri. Un'autobiografia

Abramovic Marina; Kaplan James
Bompiani 2018

Disponibilità immediata

13,00 €
Nel 2010, in occasione della retrospettiva che il MoMA dedicò a Marina Abramovic, più di 750mila persone aspettarono in fila fuori dal museo per avere la possibilità di sedersi di fronte all'artista e di comunicare con lei senza dire una parola, in una performance senza precedenti durata più di settecento ore. Una celebrazione di quasi cinquant'anni di performance art rivoluzionaria. Figlia di genitori comunisti, eroi di guerra sotto il regime di Tito nella Jugoslavia postbellica, Marina Abramovic fu cresciuta secondo una ferrea etica del lavoro. Agli esordi della sua carriera artistica internazionale viveva ancora con la madre e sotto il suo totale controllo, obbedendo a un rigido coprifuoco che la costringeva a rincasare entro le dieci di sera. Ma nulla poté placare la sua insaziabile curiosità, il suo desiderio di entrare in contatto con la gente e il suo senso dell'umorismo. Tutto ciò che ancora oggi la contraddistingue e dà forma alla sua vita. Al cuore di «Attraversare i muri» c'è la storia d'amore con il collega perfomance artist Ulay: una relazione sentimentale e professionale durata dodici anni, molti dei quali passati a bordo di un furgone viaggiando attraverso l'Europa, senza un soldo. Un legame che arrivò al drammatico epilogo sulla Grande Muraglia cinese. La storia di Marina Abramovic, commovente, epica e ironica, parla di un'incomparabile carriera artistica che spinge il corpo oltre i limiti della paura, del dolore, dello sfinimento e del pericolo, in una ricerca assoluta della trasformazione emotiva e spirituale. Esso stesso performance, «Attraversare i muri» è la rappresentazione vivida e potente della vita di un'artista eccezionale.

Franco Simongini. L'atto poetico di...

Simongini G. (cur.); Simongini R. (cur.)
Maretti Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Franco Simongini (Roma 1932-1994), poeta, scrittore e regista, ha inventato un nuovo genere di documentario d'arte che coinvolge gli spettatori nell'assistere alla nascita di un'opera d'arte, come se fosse un evento di cronaca o sportivo raccontato in diretta. Simongini ha saputo collegare il linguaggio cinematografico, fondato sul montaggio, con quello del piccolo schermo, basato sulla diretta televisiva. Ciò che però univa la sua attività poetica alla documentaristica d'arte era la ferma convinzione che l'occhio del poeta e quello del regista coincidono, col fine di svelare gli aspetti inattesi e spesso straordinari di una realtà che si presenta priva di schemi preordinati o di pregiudizi, come suggerivano nel secondo dopoguerra le pellicole di De Sica, Zavattini e Rossellini. [...] Simongini aveva compreso che non solo la realtà ma anche l'arte doveva essere colta direttamente, secondo la specificità del medium televisivo, senza intervenire con eccessive modificazioni del montaggio o particolari angolazioni di ripresa.

Franco Simongini. L'atto poetico di...

Simongini G. (cur.); Simongini R. (cur.)
Maretti Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Franco Simongini (Roma 1932-1994), poeta, scrittore e regista, ha inventato un nuovo genere di documentario d'arte che coinvolge gli spettatori nell'assistere alla nascita di un'opera d'arte, come se fosse un evento di cronaca o sportivo raccontato in diretta. Simongini ha saputo collegare il linguaggio cinematografico, fondato sul montaggio, con quello del piccolo schermo, basato sulla diretta televisiva. Ciò che però univa la sua attività poetica alla documentaristica d'arte era la ferma convinzione che l'occhio del poeta e quello del regista coincidono, col fine di svelare gli aspetti inattesi e spesso straordinari di una realtà che si presenta priva di schemi preordinati o di pregiudizi, come suggerivano nel secondo dopoguerra le pellicole di De Sica, Zavattini e Rossellini. [...] Simongini aveva compreso che non solo la realtà ma anche l'arte doveva essere colta direttamente, secondo la specificità del medium televisivo, senza intervenire con eccessive modificazioni del montaggio o particolari angolazioni di ripresa.

Sonic arts. Tra esperienza...

Tomeo C. (cur.)
Castelvecchi 2019

Disponibile in 3 giorni

27,50 €
La scena artistica recente, dagli anni Sessanta a oggi, ha perseguito e privilegiato un approccio al suono di tipo materico, plastico e spaziale, dando vita a opere in cui è fondamentale l'esperienza percettiva e multisensoriale dello spettatore. Le produzioni contemporanee esplorano la relazione tra arte visiva e suono, e sono sempre più frequentemente oggetto di esibizioni in musei, gallerie e festival internazionali. Focalizzandosi su queste forme espressive, il libro ricostruisce la storia della Sound Art, dagli albori fino alle ultime tendenze legate ai nuovi linguaggi. Tratta, inoltre, questioni essenziali come la funzione sinestetica del suono, l'esperienza percettiva e multisensoriale, la manipolazione dei suoni digitali, le sculture sonore, le installazioni ambientali, le performance live.

Performance art. Traiettorie ed...

Mu C. (cur.); Martore P. (cur.)
Castelvecchi 2018

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Con il nome di Performance art si designa genericamente una vasta gamma di operazioni pratiche e concettuali che condividono l'aspirazione a superare il divario tra arte e vita. Nella performance, l'artista agisce con esiti immediati o differiti entro uno spazio non necessariamente deputato, spesso con la complicità di un pubblico che prende in qualche modo parte alla realizzazione dell'evento. Ciò ha ovviamente molte stimolanti implicazioni. Attraverso una serie di saggi, interviste e dichiarazioni di artisti e studiosi stranieri, questa antologia perlustra uno dei territori più complessi e affascinanti dell'odierno panorama artistico. Il volume raccoglie contributi di Philip Auslander, Christopher Bedford, Claire Bishop, Tania Bruguera, Graciela Carnevale, Franko B, Andrea Fraser, Gulliermo Gómez-Pena, Mona Hatoum, Adrian Heathfield, Amelia Jones, Miranda July, Allan Kaprow, Kubra Khademi, Mark McGowan, Bruce Nauman, Piotr Pavlenskij, Santiago Sierra, Koki Tanaka, Ulay, The Yes Men.

Basilisco o come correre...

Ariaudo Franco
Ass. Cult. Viaindustriae 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
"Basilisco" è un'indagine sulla capacità potenziale dell'essere umano di correre sull'acqua, sviluppata a Biryuchyi Island (Ucraina), Torino e Roma tra il 2017 e il 2019. Per raggiungere questo obiettivo apparentemente impossibile, il progetto ha affrontato una serie di prove e difficoltà, ognuna delle quali ha fornito risultati preziosi per ulteriori sviluppi, nel tentativo di eseguire un atto apparentemente impossibile.

Hermann Nitsch atlas

Nitsch Hermann; De Donno E. (cur.); Tomassoni I. (cur.); Morra G. (cur.)
Ass. Cult. Viaindustriae 2017

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Atlante dei testi teorici di Hermann Nitsch ed un regesto di tutta l'opera documentale e bibliografia dell'artista. Sono indicizzate tutte le azioni O.M. theater, le action painting e tutte le pubblicazioni e documenti connessi alla parte performativa (spartiti, posters, ephemera, manifesti, libri d'artista, dischi, stampe, fotografie). Il libro è riccamente illustrato per tutte le sezioni citate.

Sesso arte rock'n'roll

Fabbri Fabriano
Atlante 2006

Disponibile in 3 giorni

29,50 €
Cosa c'entrano Jim Morrison e Jimi Hendrix con le avanguardie artistiche degli anni Sessanta? Cosa c'entrano gli Who di Pete Townshend? E Janis Joplin? Passando in rassegna una serie di capolavori, l'autore esplora i segreti dell'arte contemporanea, in particolare quelli del readymade e della performance, attraverso i miti del rock. I temi del Futurismo e del Dadaismo, apparentemente eccentrici e incomprensibili, sono presenti in larga scala nei megaconcerti delle band musicali, ma anche nel cinema di massa, nella creatività dei videoclip e nella cultura mediatica in generale.

Happy Art. Entra nel mio mondo....

Tortoioli Massimiliano
Youcanprint 2019

Non disponibile

10,00 €
"In questa pubblicazione gli artisti di Happy Art - L'aperitivo che non c'è hanno regalato una pagina su come fermare il tempo con la loro arte. Uno staff di artisti (scrittori, pittori, musicisti, scultori, fotografi, ceramisti...) che nel tempo hanno preso parte a spettacoli dal vivo da me ideati. Il nuovo format Happy Art - L'aperitivo che non c'è è solo l'inizio del 'programma'. Musica, pittura dal vivo, moda, poesia e arti in genere, gli ospiti avranno modo di scrivere le loro poesie, emozioni e sensazioni in un taccuino: vedere artisti dipingere e cimentarsi con loro, creando intrecci di arte e poesia, a fine serata verranno 'strappate' le pagine scritte dagli ospiti e sarà creata una pubblicazione che sarà poi distribuita in tutta il mondo, raccontando di noi, dell'arte, e delle emozioni della serata. L'evento si ripeterà in location diverse, lo stesso staff creerà situazioni nuove e l'Happy sarà sempre un aperitivo che non c'è nuovo e diverso." (L'autore)

Forgive me, distant wars, for...

Haerizadeh Ramin; Haerizadeh Rokni; Rahmanian Hesam; Mirvali A. (cur.); Medina C. (cur.)
Corraini 2018

Non disponibile

25,00 €
Il volume "Forgive me, distant wars, for bringing flowers home" racconta la mostra, proponendo immagini dell'allestimento e degli artisti in azione, e ricalca a sua volta, nella struttura e nella grafica, lo stile eclettico del trio. Importanti spunti di approfondimento sono offerti dai contributi inediti presenti nel libro, tra cui spicca una lunga conversazione con i tre artisti, che condividono il "dietro le quinte" del processo creativo e la propria filosofia basata sull'inclusione degli altri. Il testo curatoriale firmato da Abaseh Mirvali e Constanza Medina esplora i due temi del lavoro collaborativo e del superamento dei confini, mentre l'analisi di Media Farzin si sofferma sul ruolo e l'interazione di "creature" e assemblage: nel loro insieme, i testi del volume tracciano così un percorso tra gli aspetti fondamentali dell'attività artistica di Ramin, Rokni e Hesam, dalle fonti di ispirazione alle modalità di lavoro.

Happy Art. L'aperitivo che non c'è....

Tortoioli Massimiliano
Youcanprint 2018

Non disponibile

12,00 €
"Happy Art: l'aperitivo 'che non c'è'. Uno staff di artisti prende parte a una serata diversa: pittura dal vivo, manualità, poesia, musica, degustazioni, libri e arte in genere, dove gli invitati hanno modo di scrivere le loro poesie, emozioni e sensazioni in un taccuino, vedere artisti dipingere e cimentarsi con loro, creando intrecci di arte e poesia. A fine serata vengono "strappate" le pagine scritte dagli ospiti e creata una pubblicazione, proprio questa, che sarà visibile sui canali letterari online di Italia; in più potrà essere distribuita per ricavare una donazione per una associazione che sceglieremo di volta in volta come da nostro solito fine. Le serate si ripeteranno con cadenza bimestrale, sugli sviluppi potremo anche inserire presentazioni, creazioni artigianali e tutto quello che man mano ci viene in mente e proposto dagli artisti di Happy Art. Le opere artigianali e pittoriche create nella serata resteranno in una galleria presso la location e in una virtuale con la pagina artista in www.emporiotortoioli.eu nella sezione ilborgoitaliano. Vi aspettiamo ogni due mesi per un 'qualcosa che non c'è'. Buona @rte."

Sportification eurovisions...

Ariaudo F. (cur.); De Donno E. (cur.); Pucci L. (cur.)
Ass. Cult. Viaindustriae 2017

Non disponibile

30,00 €
Sportification è uno stunt-book, una pubblicazione performativa composta di euro-testi, un archivio vivente di 400 performance artistiche, 250 playground, messi in scena dal 1965 al 1999 in diverse città europee durante la vita del famoso tv game show Jeux Sans Frontières. Gli autori con un approccio ludico-artistico hanno testato molti campi da gioco. Le tre sezioni di indagine, Eurovision, Performativity e Playgrounds, organizzano i contenuti e contributi di una ricerca a lungo termine. Questo epculiare sistema comparativo tra arte e gioco stabilisce una nuova definizione intermedia della performance art europea, dove azioni gioco artistiche, performance e happening interagiscono con il mondo sub-bob televisivo.

The towers. Lucca Hubris. Ediz....

Greenway Peter
Silvana 2014

Non disponibile

25,00 €
Nel tredicesimo secolo, Lucca era una città di numerose torri, che diedero origine a molte leggende apocrife e ampie mitologie a proposito di attacchi e difese, di avidità e avarizia, di disgrazia e vergogna e coraggio, di amore e lussuria e morte. Il regista inglese Peter Greenaway con i suoi collaboratori italiani, il coreografo Roberto Castello e il compositore Marco Robino, ha accolto con entusiasmo la richiesta trasformare questi miti in rappresentazioni narrative e cinematografiche, utilizzando i vocabolari digitali contemporanei per immagini e testi. Grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e a Change Performing Arts di Milano, quattordici di queste storie sono state proiettate sulla facciata appena ristrutturata della Chiesa di San Francesco.

Web performance today....

Egger H. (cur.); Tricoli A. (cur.)
Silvana 2014

Non disponibile

14,00 €
Il progetto artistico YOUTUBE - Performance today è dedicato alla performance art, nello specifico alle performance di alcuni dei più importanti artisti del XX secolo e degli inizi del XXI. I documenti video sono stati volutamente presentati nella versione

Laboratorio d'arte sul corpo....

Sieni Virgilio
Maschietto Editore 2014

Non disponibile

15,00 €
In occasione della grande mostra a Palazzo Strozzi, il coreografo Virgilio Sieni (Direttore della Biennale Danza di Venezia) realizza due eventi performativi all'interno del percorso espositivo. Da sempre fonte d'ispirazione per il suo lavoro sui linguaggi del corpo, i due maestri del Cinquecento diventano qui riferimenti assoluti per una ricerca sul gesto che crea una profonda relazione tra la tradizione e il contemporaneo.

La frontiera bagnata. Naufragio,...

Galli Angela
Persephone 2014

Non disponibile

10,00 €
Un lavoro fotografico, una performance, un interrogarsi su cosa voglia dire essere artisti contemporanei e vivere su un'isola, in questo caso l'isola d'Elba. La performance teatrale "la frontiera bagnata" sotto la regia di Francesca Ria si ispira a un testo di Lanfranco Caminiti "L'Olocausto del Mediderraneo" e vuole rappresentare la morte per acqua, la tragedia dell'immigrazione e per esteso tutte le derive sia fisiche che simboliche. Il lavoro dell'artista e fotografa Angela Galli si svolge su tre differenti livelli: la documentazione della performance, come un reportage, poi, la successiva elaborazione e scarnificazione delle immagini volta a far scivolare la fotografia verso una ibridazione di carattere pittorico. Quindi uno stesso evento viene proposto su livelli diversi di lettura e di rappresentazione.

Sculture sonore percussive

Lo Mele Rosanna
EP Editrice Parnaso 2013

Non disponibile

10,00 €
"L'opera d'arte non è intesa come un oggetto immobile, ma come un evento che si svolge in una fusione di elementi tratti dalla danza, dal teatro, dalla musica, dalla letteratura, dalla pittura e dalla scultura. Lo spettatore non ha più una funzione passiva, anzi viene coinvolto sia emotivamente sia fisicamente. Anche la scultura percussiva, descritta nella "parte II" di questa pubblicazione, è legata all'esperienza delle performance in quanto è progettata per essere interattiva".

Parole contro. Il tempo della...

Fiaschi L. (cur.)
Cambi 2009

Non disponibile

20,00 €
Catalogo dell'omonima mostra curata da Lucia Fiaschi e organizzata dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Montevarchi in collaborazione con l'Archivio Venturino Venturi (Cantieri la Ginestra, Montevarchi, dal 18 aprile al 21 giugno 2009). Un'indagine di taglio storico che ripercorre gli anni (1963-1968) della nascita e dell'affermazione di una corrente artistica "che voleva cambiare il mondo attraverso la poesia". I portatori di questa meravigliosa utopia sono giovani intellettuali che fondano nel 1963, a Firenze, il Gruppo 70. Niente sembrava allora adatto a quella modernità che stupiva e travolgeva. Non era sufficiente la pittura, non era sufficiente la letteratura, né soddisfaceva la musica tradizionale. La ricerca di nuove soluzioni "comunicative" era divenuta ineludibile. Immagini stravolte, tagliate, ricomposte a suggerire altri significati, ma allo stesso tempo così familiari, così nostre, pienamente riconoscibili per noi figli della comunicazione pubblicitaria, del linguaggio televisivo, della cultura per immagini. Parole forti, piene di senso, ironiche, che dallo slogan prendono la forma incisiva, lapidaria e dalle contraddizioni del loro tempo i contenuti. In esposizione 110 opere, per la maggior parte inedite, degli artisti del gruppo storico della Poesia Visiva: Ketty La Rocca, Roberto Malquori, Lucia Marcucci, Eugenio Miccini, Luciano Ori, Michele Perfetti e Lamberto Pignotti.

Memoria ex auditu. Ediz....

Mauri Fabio
Luca Sossella Editore 2007

Non disponibile

9,90 €
Attraversando la propria memoria e ricordando i fatti salienti (rarefatti in 70 minuti di voce dell'artista), si apre con quest'opera la comprensione dell'attività di uno dei più grandi (e copiati) artisti della nostra epoca. La ricostruzione di una serie di stanze dell'ascolto, entro cui vengono rievocati, come fossero progetti, i ricordi. La memoria viene qui enunciata esattamente come la prima opera da vedere con l'udito.

Inbetweeness Balcani: metafore di...

Denegri Dobrila; Pratesi Ludovico
Hopefulmonster 2007

Non disponibile

28,00 €
Il catalogo è pubblicato in occasione della mostra "Inbetweeness. Balcani: metafore di cambiamento" allestita presso le ex Carceri del Complesso di San Michele a Ripa (Roma) dal 22 maggio al 15 giugno 2007. La mostra nasce dalla volontà di presentare una campionatura della condizione vissuta dagli artisti delle ultime generazioni nell'area dei Balcani, definita con il termine inglese "Inbetweeness". Uno status che indica una condizione di perenne transito, un'identità indefinita in continua oscillazione tra luoghi, tempi e spazi differenti, e spesso contraddittori. Una situazione di perenne transitorietà vissuta dagli artisti sulla propria pelle, che li ha portati ad abbandonare tradizioni millenarie per abbracciare modalità espressive più attuali, come l'installazione, la fotografia, il video o il web, in grado di esprimere urgenze che non potevano più essere imprigionate nella condizione statica di un dipinto o di una scultura. Il libro raccoglie la documentazione fotografica di un'opera scelta da ciascun artista; i testi sono di Dobrila Denegri e Ludovico Pratesi.

Hallenbad book. Ediz. italiana e...

Cariello Letizia
Charta 2006

Non disponibile

42,00 €
"Hallenbad Book" tratta di una visione, di un percorso ossessivo generato nella cattività di una piscina. L'artista, vestita come un torero che si prepara alla corrida, o come un kamikaze che va incontro alla morte, o come un corpo che si offre al sacrificio, nuota per ore, con microfono e telecamera attaccati al suo corpo, registrando immagini e suoni, in una forma di sragionevolezza che costituisce una regola altra, una prospettiva differente e diversa sul mondo reale. Il libro è la testimonianza di una performance (in tre piscine: Milano, Pontresina, Sacca Fisola) che non ha altro scopo se non l'azione che si svolge, non c'è un posto da trovare, un obbiettivo da raggiungere, un primato da conquistare se non un luogo interno.

Harajuku influences. Catalogo dell...

Cagol Stefano
Charta 2006

Non disponibile

29,00 €
Partendo dalla trasformazione delle metropoli contemporanee il lavoro di Cagol affronta, servendosi di diversi linguaggi, la realtà politica e sociale, il cambiamento del punto di vista, il mutato sistema di valori, gli equilibri alterati della società attuale. Power Station, un veicolo bianco, viaggia e si ferma in diversi luoghi, emettendo a ogni fermata gli inni nazionali dei paesi "al potere" e di quelli "che aspirano al potere" mentre qualcuno distribuisce spille enuncianti Bomb Power, Money Power, Media Power. Questo è il progetto d'Arte Pubblica realizzato come unica presenza italiana alla Singapore Biennale 2006. È dalla riflessione sulle influenze contemporanee che scaturisce il progetto d'indagine di Stefano Cagol documentato nel libro. Sospeso tra negativo e positivo, tra significati familiari e più ampi dei termini "influenza" e "potere", il contatto diretto dell'artista con il pubblico evidenzia la complessità dell'idea stessa di autorità. Sono sintetizzate in questo testo le ultime esperienze di Cagol tra Berlino, Gent, Singapore e Tokyo.

Marina Abramovic. Performing body....

Denegri Dobrila
Charta 1998

Non disponibile

18,08 €
Questo libro documenta il ritorno dell'artista a Roma nel 1997 dopo vent'anni di assenza. Marina Abramovic, nata a Belgrado, ha insegnato alla Hochschule di Berlino e all'Accademia di Parigi, ha partecipato a Documenta di Kassel, alla Biennale di Venezia e a mostre ed eventi in musei di tutto il mondo. Attualmente vive tra Parigi e Amsterdam. Il perfetto dominio che ha su di sè l'ha portata a farsi vedere avvolta da pitoni e in cammino per mesi sulla Grande Muraglia cinese. Da questa grande forza interiore scaturisce uno dei messaggi di maggior integrità, crudezza ed insieme energia di trasformazione.