Bernardini David

Bernardini David

La Repubblica di Weimar. Lotta di...

Bernardini David
DIARKOS

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
La Repubblica di Weimar, la prima tormentata democrazia tedesca, costituì un innovativo e conflittuale laboratorio dove si intrecciarono e si scontrarono le grandi correnti politiche del Novecento. A più di un secolo dalla sua fondazione, il libro si propone di ripensare quest'inedita esperienza attraverso il prisma della violenza politica che contraddistinse quel "tempo di idee combattenti", riprendendo un importante filone internazionale di studi che in Italia ha avuto ancora scarsa eco. La narrazione si addentrerà nei grandi conflitti sociali che segnarono gli anni Venti e Trenta e nella vita quotidiana dei I militanti politici, protagonisti di una vicenda che sa di sangue, di selciato, dei muri ammuffiti delle birrerie e dei caseggiati dove si combatté una lotta senza quartiere contro l'ascesa di Adolf Hitler, in un caleidoscopio di esperienze che parla la lingua di oggi. In un presente, infatti, dove l'estrema destra, forte dei successi dei partiti cosiddetti populisti, ambisce nuovamente a conquistare le periferie, Weimar risulta ancora quanto mai attuale.

Nazionalbolscevismo. Piccola storia...

Bernardini David
ShaKe

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Chemnitz, l'enorme statua del volto di Karl Marx troneggia in una strada nel centro dell'ex Karl-Marx Stadt. È il luogo dove da alcuni anni migliaia di neonazisti si danno appuntamento, per poi minacciare e aggredire immigrati e militanti di sinistra. La scena è per certi versi surreale: l'icona del socialismo diventa il muto testimone della nuova arroganza neonazista, in una confusa miscela di simboli di destra e sinistra, che gli osservatori definiscono da alcuni anni "rosso-brunismo". Dietro a questa parola c'è però una lunga storia carsica di movimenti, circoli, gruppi e giornali, che affonda le proprie radici nei due eventi che hanno plasmato il Novecento: la Prima guerra mondiale e la Rivoluzione russa. Questo libro ripercorre la storia e il pensiero politico del nazionalbolscevismo dalla prima democrazia tedesca (la Repubblica di Weimar) ai nazimaoisti degli anni Sessanta/Settanta, dall'ecologismo razzista degli anni Ottanta al nazionalcomunismo teorizzato nel decennio successivo come alternativa al cosiddetto "villaggio globale". Si tratta di vicende poco note che però ribollono tra le pieghe degli eventi, nelle interazioni tra la classe e la nazione, tra il socialismo e il nazionalismo, nel tentativo sempre fallito ma sempre rinnovato di andare oltre le definizioni di destra e sinistra, verso una nuova sintesi autoritaria per un'Eurasia unita. A lungo patrimonio pressoché esclusivo di un pulviscolo ideologico a destra del fascismo, queste idee ora sono uno dei tanti filoni che nutrono quel fenomeno nazio-nalpopulista che sta trasformando la vita di tutti noi.

Il barometro segna tempesta. Le...

Bernardini David
La Fiaccola

Non disponibile

5,00 €
La Schiera Nera era un'organizzazione antifascista che si riconosceva nel sindacalismo rivoluzionario tedesco (FAUD e SAJD), verso il quale si poneva come una formazione di difesa contro il nazismo e i nemici dell'anarcosindacalismo, agendo con la propaganda e l'azione. La sua organizzazione era di tipo federale basata su piccoli gruppi di base. Sono state attive dal 1929 al 1933.