Carte e atlanti storici

Filtri attivi

Atlante storico

Libreria Geografica 2019

Disp. in libreria

12,90 €
La storia, come la geografia, è una materia ritenuta complementare nei cicli di studi odierni, volti a valorizzare i pur importanti temi tecnici e scientifici. Invece, saperla padroneggiare è uno dei segreti per comprendere il mondo in cui viviamo. Questo maneggevole ma esauriente volume vuole fornire uno strumento in grado di aiutare chi legge ad analizzare la storia dell'umanità, dai primordi all'epoca contemporanea, grazie a testi che colgono l'essenza di ogni argomento e oltre 200 mappe appositamente redatte. Grazie ad esse, alla serie finale di quadri cronologici che riassumono per date i principali eventi e all'accesso alle Linee del Tempo consultabili in rete, il lettore imparerà dal passato come funziona il presente e cosa ci si può attendere dal futuro. Testi, illustrazioni e oltre 200 mappe ripercorrono la storia dell'umanità 46 pagine dedicate alla Preistoria e all'Età Antica. 36 pagine relative al Medioevo. 28 pagine illustrano l'Età Moderna. 32 pagine analizzino la transizione al Mondo Contemporaneo. 42 pagine riservate al XX secolo: i temi del Novecento, le guerre mondiali e la modernizzazione. 24 pagine affrontano e interpretano il XXI secolo con le sue contraddizioni e le sfide del nuovo millennio. 17 pagine di tavole cronologiche.

Theatro delle città d'Italia. Con...

Bertelli Francesco
Congedo 2019

In libreria in 10 giorni

49,95 €
"Questo volume è un capolavoro del suo genere che l'editore Congedo pubblica in anastatica dall'originale del 1629 di Francesco Bertelli che ne è l'autore e lo stampatore. Si tratta di un'opera di compilazione che sostanzialmente descrive 65 città italiane, sia grandi che piccole, illustrate con bellissime carte appositamente realizzate che le rappresentano a volo di uccello. Di ogni città viene data per sommi capi la storia delle origini di solito basata sulle fonti antiche sommariamente riassunte e tuttavia interessanti dal punto di vista dell'esercitazione erudita..."(dall'introduzione di Velrio Massimo Manfredi)

Carta murale storica. L'Alto...

Libreria Geografica 2019

In libreria in 10 giorni

34,90 €
Fa parte della collana di mappe murali per lo studio delle materie scientifiche, precise e aggiornate nei contenuti, proposte in formato murale 140 x 100 cm. Ideali per le aule scolastiche, di scienze e per gli studi professionali. Particolarmente robusto e affidabile il sistema di montaggio, grazie al quale la carta è agganciata saldamente alle aste di supporto in modo da impedirne lo scivolamento. La plastificatura opaca e antiriflesso su entrambi i lati, consente una comoda consultazione da qualunque angolo di visuale. I colori hanno elevata inalterabilità e le superfici sono lavabili e idrorepellenti. Il titolo è dedicato al periodo medievale, dalla caduta dell'Impero Romano d'Occidente, alla Pace di Lodi in Italia del 1454.

Atlante storico

Libreria Geografica 2016

In libreria in 10 giorni

12,90 €
Nuovo atlante di piccolo formato dedicato all'affascinante trama della storia, dalle origini della civiltà fino ai nostri giorni. Un'opera che segue il cammino dell'uomo attraverso numerose illustrazioni e quadri cronologici per efficaci visioni sintetiche. Le carte tematiche permettono di focalizzare gli avvenimenti nei loro contesti politici, economici e sociali. L'atlante è suddiviso in diverse sezioni, dalla preistoria al XXI secolo, aggiornato con gli ultimi fatti salienti di attualità e con i temi globali relativi alla crisi economica internazionale.

Atlante storico della Bibbia

Galbiati Enrico
Jaca Book 2015

In libreria in 10 giorni

90,00 €
La religione biblica è una Rivelazione di tipo storico. È un seme deposto nel terreno del nostro mondo e della nostra storia, è una parola affidata a persone e a eventi situati entro le nostre coordinate spazio-temporali; è poi, col cristianesimo, Verbo divino che si fa carne in un uomo concreto, Gesù di Nazaret. Per questo, la Bibbia si svolge nella storia, s'interessa di scienza, riflette usi e costumi, adotta lingue e stili. Eppure non è un manuale di storiografia, né una cronaca, né un testo di scienza o di pura e semplice letteratura. In essa s'intrecciano, infatti, in modo compatto storia ed eterno, spazio e infinito, carnalità e spiritualità, fisica e mistica, immanenza e trascendenza, uomo e Dio. In queste pagine si cerca di raccogliere e verificare criticamente i dati storici e geografici che la Bibbia presenta, confrontandoli con i documenti e con i reperti storici a noi pervenuti. Un viaggio in sessanta tappe, partendo da un ambito spaziale delimitato com'è quello della Mezzaluna Fertile, l'area del Vicino Oriente nel cui grembo anche le guide, i re, i profeti, i sapienti ebrei, Gesù e i suoi discepoli vissero e operarono. Certo, Gerusalemme sarà il centro vitale, ma l'orizzonte spesso s'allargherà, fino a raggiungere Roma e persino "gli estremi confini della terra". (At, 1,8)

L'Italia nelle vedute e carte...

Cremonini Dante
Franco Cosimo Panini 2013

In libreria in 10 giorni

40,00 €
Catalogo di una collezione straordinaria, il volume indicizza circa 140 pubblicazioni a stampa che contengono vedute e carte geografiche del territorio italiano. Costituisce, insieme al primo volume ancora disponibile, la più completa catalogazione di questo tipo. Di ogni titolo è riportata la completa dicitura comprensiva di sottotitoli, occhielli, frontespizi, incisi, anteporte, oltre all'elenco completo delle vedute e carte geografiche contenute all'interno. Il volume è decorato dalle riproduzioni di oltre 80 frontespizi illustrati e tipografici e contiene gli indici sia del secondo volume sia dell'opera complessiva.

Primavera 1945 sul fronte italiano....

Belogi Marco
Mattioli 1885 2011

In libreria in 10 giorni

58,00 €
Questo atlante storico presenta 60 carte topografiche a tutta pagina, appositamente realizzate, che mostrano giorno per giorno i movimenti delle unità militari coinvolte nella battaglia finale in Italia al termine del secondo conflitto mondiale. I dettagli

Artemidoro. Un papiro dal I secolo...

Settis Salvatore
Einaudi 2008

In libreria in 10 giorni

26,00 €
Dalle sabbie dell'Egitto è emerso un sorprendente rotolo di papiro, che contiene una porzione della perduta "Geografia" di Artemidoro di Efeso (II seeolo a.C.), una carta geografica non finita e due serie di disegni, di animali e di figure umane. Quando e come si può datare il reperto? In che rapporto fra loro stanno testo, mappa, primo e secondo gruppo di disegni? Perché le foto all'infrarosso mostrano numerose impronte speculari del testo e dei disegni? Che base hanno i dubbi che qualcuno ha sollevato sulla sua autenticità? Con quali strumenti si affronta, tra archeologia, papirologia, filologia e storia dell'arte antica, un documento così inatteso? Questo libro ripropone, in breve e con linguaggio accessibile, la storia del Papiro di Artemidoro dalla scoperta all'acquisto da parte della Compagnia di San Paolo di Torino, alle analisi fisico-chimiche, paleografiche, bibliologiche e contestuali che consentono di datarlo entro il I secolo d.C., alle nuove conoscenze che esso apporta agli studi classici. Emergono il recupero di un testo perduto ma di autore identificabile, una mappa che è a oggi la più antica che sia giunta dal mondo greco-romano, e infine le due serie di disegni che ripropongono con forza il tema delle pratiche di bottega degli artisti antichi, fra vari generi del disegno: di repertorio, di progetto e di esercizio. I disegni del Papiro di Artemidoro aprono così una nuova stagione di studi, una nuova provincia delle ricerche sulla storia dell'arte antica.

Atlante storico

Libreria Geografica 2020

In libreria in 3 giorni

25,00 €
Oltre alla successione degli eventi storici, ai mutamenti territoriali, vengono trattati i personaggi e le battaglie, le evoluzioni economiche, i conflitti sociali ed etnici e gli aspetti religiosi e culturali. Passo dopo passo la storia dell'uomo, dalla sua comparsa sulla Terra fino agli ultimi eventi dei nostri tempi, presentate attraverso centinaia di carte, testi divulgativi di approfondimento e illustrazioni.

Atlante storico del ciclismo in...

Bozzuto P. (cur.); Di Genova I. (cur.)
Maggioli Editore 2017

In libreria in 3 giorni

29,00 €
In Italia esiste una vasta pubblicistica sul ciclismo e i suoi protagonisti, prodotta da cronisti e biografi, ma anche da letterati che, a vario titolo, nel corso dell'ultimo secolo, si sono occupati dello sport del pedale. Esiste anche un'interessante letteratura disciplinare, prodotta nel campo della storiografia moderna e contemporanea, tesa a rileggere le vicende del Novecento attraverso la peculiare cronologia definita e scandita dalle principali competizioni ciclistiche. Il ciclismo e la sua storia, quindi, possono essere considerati un vero "patrimonio culturale" italiano. Ciò che oggi sembra ancora mancare, soprattutto nel campo degli studi urbani, è una riflessione capace di prendere in esame le valenze e le referenze territoriali di questo patrimonio. Tale mancanza risulta ancora più evidente osservando un contesto come la Lombardia, non solo in riferimento all'eredità delle grandi corse nate a Milano nei primi anni del XX secolo (Giro di Lombardia, Milano- Sanremo, Giro d'Italia), ma anche - e soprattutto - in relazione alle straordinarie potenzialità promozionali che il perdurare di queste storiche competizioni conferisce oggi al territorio lombardo: una condizione di assoluta eccellenza mondiale. Il grande ciclismo, le sue competizioni attuali e la sua storia possono essere assunti come fattori sinergici per una forma virtuosa di heritage-based development per la Lombardia, uno sviluppo futuro fondato su di un patrimonio culturale peculiare, capace di fungere da volano per settori che, a uno sguardo poco attento, potrebbero apparire disgiunti dallo sport del pedale: il turismo e la ricettività (con particolare riferimento alle nuove forme di turismo lento); la mobilità sostenibile (con particolare riferimento alla mobilità ciclistica e alla propensione all'uso quotidiano della bicicletta da parte dei cittadini); la produzione di beni e servizi (rivolti alla vasta platea globale di appassionati di bicicletta, nelle sue molteplici forme e declinazioni). Contribuire alla costruzione di questa possibile occasione di sviluppo è stato l'obiettivo primario della ricerca "Atlante storico del ciclismo in Lombardia", i cui esiti principali sono raccolti in questo volume. Ideata e condotta da un gruppo di ricercatori del Politecnico di Milano, Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (DAStU), finanziata da Regione Lombardia e svolta in partnership con la "Fondazione Museo del Ciclismo Madonna del Ghisallo" e con il "Segretariato regionale per la Lombardia del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT)", la ricerca ha mirato a mappare, rappresentare, schedare e mettere in relazione i principali elementi costitutivi della cultura e della tradizione del grande ciclismo agonistico in Lombardia: strade, paesaggi, velodromi, aziende, attività artigianali, collezioni museali, testi letterari, persone, narrazioni, memorie. "Atlante storico del ciclismo in Lombardia" costituisce il primo passo di un percorso, aperto a futuri sviluppi, capace di interpretare lo sport del pedale come fenomeno multidimensionale (agonistico, sociale, economico e imprenditoriale) in grado di coniugare, dalla fine del XIX secolo a oggi, la dimensione del territorio lombardo e delle sue pratiche d'uso con la memoria storica condivisa, l'immaginario collettivo e le prospettive di crescita.

Atlante delle guerre e dei...

Associazione culturale 46° Parallelo (cur.)
Terra Nuova Edizioni 2016

In libreria in 3 giorni

20,00 €
"Questa che avete visto è la Carta di Peters. Chi non la conosce, l'avrà trovata bizzarra. In un Atlante tutti, da sempre, siamo abituati a vedere una carta più tradizionale, la cosiddetta "carta di Mercatore", realizzata appunto con quella proiezione. Lo avete notato: è completamente diversa. Perché? Cerchiamo di spiegarlo, per chi non lo sa, facendo capire così la ragione per cui il nostro Atlante sceglie di usare anche la "proiezione di Peters". Rapidamente. Nel 1569 Gerardus Mercator, un famoso cartografo fiammingo, disegnò la carta che prese il suo nome. Tenete presente che era un uomo in fuga, inquisito per vari motivi. La sua carta non divenne subito popolare, anzi all'inizio non era accettata. Dopo 30 anni di incertezze, venne accolta e usata da tutti, soprattutto dai navigatori del 1600, dato che tracciò delle linee orizzontali e verticali, creando nuovi punti di riferimento e favorendo, così chi navigava e tracciava una rotta. In realtà, la sua proiezione deforma le aree, cioè le superfici dei Paesi, a causa della curvatura terrestre. Più ci avvicinavamo ai poli, più la superficie aumenta, creando problemi di comprensione della realtà. Convenzionalmente, però, nei secoli è diventata la nostra visione del mondo, anche se il pianeta non è così. Uno storico ha provato a disegnare una carta che rispetti le reali superfici dei continenti e degli Stati. È il tedesco Arno Peters che vi è riuscito nel 1973. Lo fece, ovvio, anche per ragioni ideali. Peters aveva scritto libri interessanti. Nel 1952 ne aveva pubblicato uno dal titolo: Storia del mondo otticamente sincronica. Quello che lui voleva era recuperare, anche attraverso il rispetto delle dimensioni di ogni singolo Paese, la dignità di ogni popolo, la sua dimensione. Era, insomma, una logica anticoloniale, che dava al Sud del mondo la stessa importanza del Nord. Sapendo che ogni proiezione della sfera sul piano impone delle deformazioni, Peters si rese conto che l'esatta proporzione delle superfici andava a scapito dell'esattezza delle distanze. I continenti assumevano così una forma allungata. Lui, comunque, propose la sua visione, che ha queste caratteristiche: Fedeltà alla superficie: ogni area (Paese, continente, mare) è rappresentata secondo le sue reali dimensioni. Fedeltà alla posizione: tutte le linee Est-Ovest sono parallele e orizzontali. Il rapporto di qualsiasi punto della carta con la sua distanza dall'equatore è subito identificabile. Fedeltà all'asse: tutte le linee Nord-Sud sono verticali. La posizione di ciascun punto è immediatamente verificabile in termini di meridiano o fuso orario. Totalità: la terra è completamente rappresentata, senza "tagli" o doppie rappresentazioni Regolarità nella distribuzione degli errori: non sono concentrati tutti nelle aree più lontane dall'Europa. Colori base per ogni continente: tradizionalmente, le colonie avevano lo stesso colore degli Stati colonizzatori. Peters sceglie un colore base per ogni continente e assegna ai singoli Paesi delle varianti, per evidenziarne le affinità e le radici comuni. Ecco, questa è la carta che avete visto e che diventa fondamentale nel nostro Atlante. Lo è perché crediamo che questa sia la corretta visione del mondo, con i suoi problemi e le sue contraddizioni. L'abbiamo adottata per dare coerenza al nostro lavoro, che è anche geografico. Vi accorgerete che nelle singole schede Paese le carte usate sono tradizionali: c'è una logica. Ogni Stato, fotografato dal satellite è identico a come lo abbiamo sempre visto sulla carta, non subisce deformazioni. Inutile cambiare, in questo caso."

Coste del mondo nella cartografia...

Presciuttini Paola
Priuli & Verlucca 2005

In libreria in 3 giorni

45,00 €
Il volume offre una panoramica sulla cartografia e le vedute di costa che, fino ad anni recenti, comparivano sulle carte nautiche per aiutare il navigante a stimare il punto-nave riconoscendo la costa a vista. La carta nautica è stata un documento segreto, gelosamente custodito e quindi conteso per secoli dalle potenze marinare: l'Ammiragliato britannico, di lì a poco imitato dagli enti cartografici del resto d'Europa, solo nel 1823 ne liberalizzò la vendita al navigante privato. La rassegna qui presentata, di oltre 200 profili di coste del mondo dal 1500 all'avvento della fotografia, illustra l'evoluzione di un prodotto che, dai primi esemplari rudimentali, ha migliorato continuamente le proprie caratteristiche grafiche e artistiche.

Atlante della Bibbia

Ohler Annemarie
Queriniana 2020

In libreria in 5 giorni

39,00 €
La Bibbia ha segnato la nostra cultura ed è rimasta, attraverso i secoli, un bestseller in tutto il mondo, ma è diventata, sempre di più, anche un libro chiuso con sette sigilli. Essa fa parte della nostra eredità spirituale ed è il fondamento di diversi orientamenti di fede. Questo Atlante biblico intende servire da introduzione al libro dei libri, così enigmatico ed estraneo per tanti lettori e lettrici di oggi. Esso vuole facilitare la riscoperta del testo, offrendo una informazione seria e completa, basata sulle ricerche più recenti, circa origine, struttura e significati dei libri biblici. Formulate in modo comprensibile a tutti, le schede grafiche informative a colori e i testi di approfondimento forniscono una panoramica sulla storia della formazione, sui contesti e sui contenuti, ma anche sugli sfondi storici e religiosi dell'Antico e del Nuovo Testamento. Un Indice completo di persone e passi biblici facilita la consultazione.

Atlante storico della città di...

Eugeni Fausto
Ricerche&Redazioni 2020

In libreria in 5 giorni

60,00 €
Il Volume dell'Atlante Storico raccoglie immagini storiche raffiguranti la città di Teramo, dalla veduta dipinta agli inizi del '400 da Jacobello del Fiore fino alle prime foto aeree scattate nell'autunno del 1926. Si tratta di una sequenza, cronologicamente ordinata, dei più significativi documenti visivi conosciuti, immagini dalle tipologie molto differenziate, realizzate nel corso dei secoli per gli scopi più diversi: per devozione religiosa, per usi militari, per fini giuridico-amministrativi, per studio e documentazione o, semplicemente, per amore della propria città. Ciascuna immagine è corredata da una schedatura completa, con lettura approfondita delle immagini e bibliografia di riferimento.

Atlante storico

Libreria Geografica 2018

In libreria in 5 giorni

12,90 €
La storia, come la geografia, è una materia ritenuta complementare nei cicli di studi odierni, volti a valorizzare i pur importanti temi tecnici e scientifici. Invece, saperla padroneggiare è uno dei segreti per comprendere il mondo in cui viviamo. Questo maneggevole ma esauriente volume vuole fornire uno strumento in grado di aiutare chi legge ad analizzare la storia dell'umanità, dai primordi all'epoca contemporanea, grazie a testi che colgono l'essenza di ogni argomento e oltre 200 mappe appositamente redatte. Grazie ad esse, alla serie finale di quadri cronologici che riassumono per date i principali eventi e all'accesso alle Linee del Tempo consultabili in rete, il lettore imparerà dal passato come funziona il presente e cosa ci si può attendere dal futuro. Testi, illustrazioni e oltre 200 mappe ripercorrono la storia dell'umanità 46 pagine dedicate alla Preistoria e all'Età Antica. 36 pagine relative al Medioevo. 28 pagine illustrano l'Età Moderna. 32 pagine analizzino la transizione al Mondo Contemporaneo. 42 pagine riservate al XX secolo: i temi del Novecento, le guerre mondiali e la modernizzazione. 24 pagine affrontano e interpretano il XXI secolo con le sue contraddizioni e le sfide del nuovo millennio. 17 pagine di tavole cronologiche.

Atlante delle guerre e dei...

Associazione culturale 46° Parallelo (cur.)
Terra Nuova Edizioni 2018

In libreria in 5 giorni

20,00 €
La carta di Peters. Chi non la conosce, l'avrà trovata bizzarra. In un atlante tutti, da sempre, siamo abituati a vedere una carta più tradizionale, la cosiddetta "carta di Mercatore", realizzata appunto con quella proiezione. Lo avete notato: è completamente diversa. Perché? Cerchiamo di spiegarlo, per chi non lo sa, facendo capire così la ragione per cui il nostro atlante sceglie di usare anche la "proiezione di Peters". Rapidamente. Nel 1569 Gerardus Mercator, un famoso cartografo fiammingo, disegnò la carta che prese il suo nome. Tenete presente che era un uomo in fuga, inquisito per vari motivi. La sua carta non divenne subito popolare, anzi all'inizio non era accettata. Dopo 30 anni di incertezze, venne accolta e usata da tutti, soprattutto dai navigatori del 1600, dato che tracciò delle linee orizzontali e verticali, creando nuovi punti di riferimento e favorendo, così chi navigava e tracciava una rotta. In realtà, la sua proiezione deforma le aree, cioè le superfici dei Paesi, a causa della curvatura terrestre. Più ci avvicinavamo ai poli, più la superficie aumenta, creando problemi di comprensione della realtà. Convenzionalmente, però, nei secoli è diventata la nostra visione del mondo, anche se il pianeta non è così. Uno storico ha provato a disegnare una carta che rispetti le reali superfici dei continenti e degli Stati. È il tedesco Arno Peters che vi è riuscito nel 1973. Lo fece, ovvio, anche per ragioni ideali. Peters aveva scritto libri interessanti. Nel 1952 ne aveva pubblicato uno dal titolo: "Storia del mondo otticamente sincronica". Quello che lui voleva era recuperare, anche attraverso il rispetto delle dimensioni di ogni singolo Paese, la dignità di ogni popolo, la sua dimensione. Era, insomma, una logica anticoloniale, che dava al Sud del mondo la stessa importanza del Nord. Sapendo che ogni proiezione della sfera sul piano impone delle deformazioni, Peters si rese conto che l'esatta proporzione delle superfici andava a scapito dell'esattezza delle distanze. I continenti assumevano così una forma allungata. Lui, comunque, propose la sua visione, che ha queste caratteristiche: fedeltà alla superficie: ogni area (Paese, continente, mare) è rappresentata secondo le sue reali dimensioni; fedeltà alla posizione: tutte le linee est-ovest sono parallele e orizzontali. Il rapporto di qualsiasi punto della carta con la sua distanza dall'equatore è subito identificabile; fedeltà all'asse: tutte le linee nord-sud sono verticali. La posizione di ciascun punto è immediatamente verificabile in termini di meridiano o fuso orario; totalità: la Terra è completamente rappresentata, senza "tagli" o doppie rappresentazioni; regolarità nella distribuzione degli errori: non sono concentrati tutti nelle aree più lontane dall'Europa; colori base per ogni continente: tradizionalmente, le colonie avevano lo stesso colore degli Stati colonizzatori. Peters sceglie un colore base per ogni continente e assegna ai singoli Paesi delle varianti, per evidenziarne le affinità e le radici comuni. Ecco, questa è la carta che avete visto e che diventa fondamentale nel nostro Atlante. Lo è perché crediamo che questa sia la corretta visione del mondo, con i suoi problemi e le sue contraddizioni. L'abbiamo adottata per dare coerenza al nostro lavoro, che è anche geografico. Vi accorgerete che nelle singole schede Paese le carte usate sono tradizionali: c'è una logica. Ogni Stato, fotografato dal satellite è identico a come lo abbiamo sempre visto sulla carta, non subisce deformazioni. Inutile cambiare, in questo caso. Buona lettura.

Piante di Roma dal Rinascimento ai...

Bevilacqua M. (cur.); Fagiolo M. (cur.)
Artemide 2012

In libreria in 5 giorni

80,00 €
Nel corso della storia l'immagine cartografica della città eterna non conosce eclissi. Se nel basso Medioevo Roma viene raffigurata in modi schematici o ideogrammatici, con la cultura dell'umanesimo si afferma una nuova immagine della topografia di Roma antica e moderna. È Leonardo Bufalini, nel 1551, a realizzare il primo rilevamento cartografico, base per tutta la produzione successiva, straordinariamente ricca e influente nei secoli del Rinascimento maturo, del barocco, dell'illuminismo, aprendo la strada alla rigorosissima pianta di G. B. Nolli e ai nostri catasti. Vengono qui esposti i diversi e spesso suggestivi modi di costruzione cartografica, che includono restituzioni immaginarie, come quelle di Ligorio e Piranesi, e tecniche scientifiche come la bussola, il canocchiale, la tavola pretoriana e la camera ottica.

Atlante didattico della Bibbia

Perego Giacomo
San Paolo Edizioni 2007

In libreria in 5 giorni

3,00 €
Il più completo e sintetico Atlante di piccolo formato e di piccolo prezzo. In 32 pagine tutte a colori vengono presentate le mappe relative alle tappe fondamentali della Storia della Salvezza: l'epoca dei patriarchi, l'esilio e i profeti, la figura di Gesù, l'annuncio cristiano nel bacino del Mediterraneo. Brevi testi accompagnano le tavole in rilievo, corredati dai tracciati degli itinerari e dei viaggi dei vari personaggi biblici. Una breve tavola cronologica della storia della Palestina conclude il volume. Uno strumento utilissimo per un primo approccio alla Bibbia, per uso scolastico e didattico. Giacomo Perego è sacerdote della Società San Paolo. Dopo aver conseguito la Licenza in Scienze Bibliche presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma, ha conseguito il dottorato presso l'Ecole Biblique et Archeologique Française di Gerusalemme. Ha pubblicato Atlante Biblico Interdisciplinare (San Paolo, 1998).