Biografie: artisti e personalità dello spettacolo

Filtri attivi

A me la mossa

Rugani Antonio
A.CAR. 2019

Disponibilità immediata

14,00 €

Monet

Rubio Salva; Efa
Mondadori Comics 2019

Disponibilità immediata

12,99 €
La vita del grande pittore dell'Impressionismo, Monet, raccontata attraverso le tavole di un fumetto. "Monet avrebbe voluto essere nato cieco poi, dopo aver recuperato la vista, cominciare a dipingere ignorando tutti gli oggetti che aveva davanti. Il primo sguardo verso il modello, affermava, è sempre il più vero, il più fedele." - Lilla Cabot Perry

Furono baci e furono sorrisi. Dieci...

Frezza Fulvio
Florestano 2019

Disponibilità immediata

12,00 €
Questo libro è il racconto di una rinascita, quella che ha permesso a un giovane cantautore dalla vita sregolata e anarchica di affermarsi definitivamente nel frenetico mondo musicale degli anni sessanta. È anche il racconto di uno smisurato amore e di un disperato bisogno di armonia, sia pure vivendo, come sempre, in direzione ostinata e contraria. I primi anni di carriera sono costellati di canzoni in cui l'amore è al centro della sua poetica: dall'amore libero di "Bocca di Rosa" a quello ferito di "Marinella", da "Canzone dell'amore perduto" e "Amore che vieni, amore che vai" a quello primitivo per la parte più nascosta e degradata della sua Genova di Città Vecchia e Via del Campo. La misericordia con cui volge il suo sguardo agli ultimi, a quelli che sono rimasti indietro, è la stessa che gli serve per rinascere ogni volta, fino a quando non imparerà che per trovare pace deve perdonarsi, prima ancora di perdonare. Fino all'ultimo inverno di venti anni fa, arrivato troppo presto, quando aveva ancora tanto da dire a sé stesso, prima ancora che a noi.

Luigi Crespi storiografo, mercante...

Perini Folesani Giovanna
Olschki 2019

Disponibilità immediata

55,00 €
Il volume presenta la prima ricostruzione dell'attività di un importante esponente della letteratura artistica italiana del Settecento quale Luigi Crespi, nonché un'innovativa panoramica della fitta rete di rapporti personali, politici, storiografici, commerciali, e artistici che animarono il mondo culturale italiano tra il 1740 e il 1780. La produzione artistica di Crespi viene inoltre ricostruita attraverso un elenco ragionato delle opere a lui attribuite e di quelle, perdute, ricordate dalle fonti.

Brunelleschi e Leonardo

Corazzi Roberto
Pontecorboli Editore 2019

Disponibilità immediata

14,80 €
Leonardo da Vinci fu affascinato dal genio del Brunelleschi quando nel 1469 arrivò a Firenze per fare le sue prime esperienze artistiche, e vedendo la Cupola del Duomo di Santa Maria del Fiore ne volle studiare le macchine che Filippo Brunelleschi aveva usato per la sua costruzione. Quando nel 1436 Leon Battista Alberti scriveva, 'in lingua toscana', la seconda edizione del suo trattato sulla pittura, dedicandolo a Filippo Brunelleschi, riconosceva il luogo e il principale sostenitore di quella che già si chiamava 'rinascenza'. Brunelleschi, Donatello e Masaccio furono gli iniziatori del Rinascimento, che rappresentava l'espressione di un nuovo modo di concepire l'uomo e la natura. L'uomo veniva messo al centro del mondo. Si ebbe l'esigenza di osservare, definire e rappresentare, secondo principi obiettivi ed empirico-scientifici, la realtà visibile e figurabile. L'uomo 'nuovo' del Rinascimento si poneva in un confronto costante con il tempo, la vita e la morte. L'artista era intento all'applicazione della prospettiva per rappresentare su un piano bidimensionale un soggetto tridimensionale, all'osservazione attenta e indagatrice della natura.

«Con amichevole confidenza...»...

Madesani Angela; Colombo Nicoletta
Nomos Edizioni 2019

Disponibilità immediata

19,90 €
Un "modo di fare franco, spiccio e pratico": così Leonardo Dudreville descriveva in una sua lettera dell'ottobre 1945 il carattere di Quinto Gregotti, cui due anni prima l'aveva legato un preciso contratto artista-committente. Una figura, quella dell'imprenditore tessile nato a Mortara nel 1896, che emerge con evidenza nelle sue lettere conservate nell'Archivio Gregotti e che trova indiretta conferma nella invece corposa raccolta di missive e comunicazioni inviate dai numerosi soggetti che con Gregotti intrattennero rapporti, a volte sporadici, altre più duraturi, tra gli anni Quaranta e i primi anni Sessanta. Sono testimonianze attraverso le quali è possibile ricostruire la storia personale di un collezionista - esponente di quella borghesia innamorata dell'arte che nel Novecento ha dato vita a preziose raccolte private - che volle coltivare il proprio gusto concentrando il suo interesse sull'arte italiana a lui contemporanea, con una propensione per il genere figurativo: opere di pittura soprattutto, scultura e di grafica. Molto attento all'arte astratta degli anni '50 (Movimento Arte Concreta), avviò esperienze innovative nel campo del disegno tessile nell'azienda di famiglia.

Mimmo Bucci. Cercami nel cuore...

Tarantino M. (cur.)
Wip Edizioni 2019

Disponibilità immediata

13,00 €
Il libro racconta tantissime storie vissute dai protagonisti in modo da permettere al lettore di percepire e conoscere i sentimenti, le storie, gli aspetti positivi e negativi e, soprattutto, la vita di Mimmo Bucci, non solo come cantante, ma come un semplice ragazzo con tanti sogni, pregi e difetti. Un'anima che ha lasciato una traccia indelebile nella vita di tutti, oggi finalmente resa nota anche a chi non l'ha conosciuto. Un libro scritto da tutti coloro i quali hanno avuto la fortuna di conoscerlo, apprezzarlo e ascoltarlo.

Bruno Zevi intellettuale di...

Bello F. (cur.)
Viella 2019

Disponibilità immediata

26,00 €
Architetto, urbanista, storico e critico di architettura, membro del movimento clandestino Giustizia e Libertà, del Partito d'Azione, di Unità popolare, infine del Partito radicale, docente universitario: la ricca biografia intellettuale e professionale di Bruno Zevi (1918-2000) si snoda lungo tutto il Novecento con un'impronta netta e originale, e un preciso punto di partenza, il 1938. A seguito delle leggi razziali, infatti, Zevi si trasferisce a Londra e, dal 1940, negli Stati Uniti, dove dirige i «Quaderni Italiani » - continuazione dei «Quaderni di Giustizia e Libertà» diretti a Parigi da Carlo Rosselli - e si laurea alla Harvard University. La sua attività prende dunque le mosse all'interno della comunità degli esuli italiani e delle organizzazioni antifasciste negli Usa, in stretta relazione con la diplomazia culturale americana. Nuove domande storiografiche e recenti acquisizioni archivistiche ci consentono, attraverso le vicende di uno dei suoi protagonisti, di mettere in luce aspetti finora sconosciuti dell'emigrazione intellettuale italiana in Usa e dell'avvio della guerra fredda culturale.

Destinazione Tina Pica

Marinelli Gioconda
Giovane Holden Edizioni 2019

Disponibilità immediata

9,00 €
Tina Pica (1888-1968), figlia d'arte, suo padre Giuseppe è il famoso don Anselmo Tartaglia, debutta a sette anni nella Compagnia di Federico Stella al teatro San Ferdinando di Napoli in un dramma di Eduardo Menichini. Nata attrice drammatica, passa per tutti i generi: sceneggiata, varietà, rivista, prosa, cinema. Capocomica e commediografa, negli anni d'oro della rivista lavora con Vincenzo Scarpetta, Agostino Salvietti, Enzo Turco e partecipa ad alcuni spettacoli di Michele Galdieri. Ha le sue grandi affermazioni con Eduardo, Titina e Peppino De Filippo in Filumena Marturano, Napoli milionaria, Palummella zompa e vola, e in gran parte del repertorio eduardiano. Esordisce nel cinema nel periodo del muto e, con l'avvento del sonoro, tra i primi film interpreta Il cappello a tre punte nel 1934 con Eduardo e Peppino e Fermo con le mani nel 1937 con Totò. Raggiunge la notorietà e il successo a tarda età conquistando il pubblico cinematografico come irresistibile caratterista dei film della commedia all'italiana degli anni Cinquanta. Disegna con tratti indimenticabili la famosa Caramella nella serie "Pane, amore e..." con Vittorio De Sica, Gina Lollobrigida e Sophia Loren. In particolare, "Pane, amore e gelosia" le vale il Nastro d'argento nel 1955 per la migliore attrice non protagonista. Questo libro la ricorda attraverso le testimonianze di parenti, amici, compagni di lavoro, giornalisti e critici.

Interviste sull'arte

Storr Robert; Pietropaolo F. (cur.)
Il Saggiatore 2019

Disponibilità immediata

38,00 €
L'arte di un grande intervistatore è fatta di ricerca, ascolto e sintonia; ha in comune con la pittura l'importanza dello studio preparatorio e la necessità di cogliere dal vivo una repentina sfumatura. Richiede la capacità di instaurare un rapporto con il proprio interlocutore e l'intimità che può accendersi solo grazie alla condivisione di esperienze essenziali. Se gli artisti che prestano la loro voce a "Interviste sull'arte" finiscono per aprire le porte dei loro atelier a Robert Storr, confidandogli visioni e ricordi, è perché il loro ospite non è solo uno dei critici e curatori contemporanei più noti e influenti, ma è a sua volta un artista: conosce la sensazione della pittura sulle mani, l'intrecciarsi dell'arte con il tempo e le sollecitazioni più sottili del colore, dello spazio e della luce. Ecco allora che dalle sue domande nascono indimenticabili risposte e fulminanti memorie. Dallo sguardo d'infinita tristezza di Ezra Pound che cade in fondo al cuore di Letizia Battaglia alla lotta e successiva riconciliazione di Louise Bourgeois con i materiali della scultura; da Félix González-Torres che mette in opera la scomparsa del proprio compagno a Richard Serra che cattura nelle sue installazioni la metamorfosi delle forme. Questo volume di interviste, completate da un ricco inserto di immagini, è una mappa dell'arte contemporanea disegnata da un cartografo d'eccezione. I nomi che vi compaiono sono quelli di alcuni fra i maggiori artisti della nostra epoca, che raccontandosi a Robert Storr finiscono per regalarci ventisei autoritratti magistrali in forma di dialogo.

Liszt allo specchio: dal «De...

Garzillo Pier Carmine
PM edizioni 2019

Disponibilità immediata

12,00 €
Vita e musica, in Liszt, sono legate da un filo invisibile. La musica, "arte insieme divina e satanica che più di ogni altra induce in tentazione", è vista come missione e aspirazione ultima dell'uomo, eterna ricerca e sperimentazione volte allo svelamento del mistero della divinità e come atto d'amore e di fede. Il compositore stesso fu, durante tutta la vita, alla ricerca della sua pura essenza e il suo gigantesco lascito musicale contiene, di conseguenza, «una ricchezza, una trasformazione e una coerenza impressionanti». Un interessante tracciato di composizioni affini, con tutte le loro differenti versioni, è quello del De Profundis/Totentanz, che ricopre ben due terzi della sua esistenza. Tramite l'analisi di queste opere, accompagnata da concetti fondamentali relativi alle esperienze di Liszt e dagli avvenimenti del mondo circostante, si cerca di ricostruire la mentalità del compositore e la sua stessa percezione del mondo.

L'ultimo Beethoven. Musica,...

Solomon Maynard
Carocci 2019

Disponibilità immediata

19,00 €
Quali sono le scaturigini letterarie e filosofiche della Nona Sinfonia? Quali letture accompagnarono gli ultimi quindici anni di vita di Beethoven? In sostanza: quale fu il clima culturale ed emotivo in cui visse e operò il compositore tedesco nell'ultima fase della sua esistenza? Attraverso l'epistolario, i diari e i quaderni di conversazione del maestro di Bonn, Maynard Solomon ci guida alla scoperta di uno dei momenti più intensi ed enigmatici della produzione beethoveniana. Quello - per intenderci - delle Variazioni Diabelli e delle ultime cinque sonate per pianoforte, degli ultimi sei quartetti, delle ultime tre sinfonie e della Missa solemnis. E delinea così un mondo interiore in cui si mescolano filosofia romantica ed esoterismo, mitologia pagana e massoneria, estetica classica e religioni orientali. L'ultimo Beethoven rappresenta un contributo decisivo alla conoscenza di quello straordinario "sviluppo spirituale" che rese possibili alcune fra le opere immortali del grande musicista tedesco.

Sostakovic compositore d'avanguardia

Vincenzi Fernando
Orthotes 2019

Disponibilità immediata

40,00 €
"Sostakovi? compositore d'avanguardia" è un saggio musicologico - ricchissimo di esempi e riferimenti inediti - ma anche una profonda riflessione sull'arte. Allontanandosi dal solito e connotato immaginario che vede nel compositore russo un vecchio amareggiato, piegato dagli orrori della storia, circondato da falci e martelli o dai soldati in marcia, Fernando Vincenzi restituisce alla figura di Sostakovi? i suoi naturali tratti vitali: il profondo legame con la gioventù e con l'infanzia, la capacità di indagare ciò che si annida tra le pieghe della realtà, la temeraria sperimentazione. Quel che emerge dalla poetica e dall'etica di Sostakovi? è un mondo enigmatico ma infinitamente affascinante, estraneo alla norma dell'omologazione, che abbraccia l'insondato.

Emanuele Taglietti. Ediz. italiana,...

Mencaroni Luca
Mencaroni 2019

Disponibilità immediata

60,00 €
Figlio d'arte, Emanuele Taglietti è un artista poliedrico che ha saputo nel corso degli anni reinventarsi e rimettersi continuamente in gioco. Cresciuto, dall'età prescolare, nei cantieri dove il padre esegue decorazioni e abbellimenti artistici d'interni, a soli sedici anni è proiettato nel mondo del cinema diventando aiuto scenografo. Dopo il diploma di maestro d'arte e il conseguente passaggio al Centro Sperimentale di Cinematografia, per oltre dieci anni collabora con i migliori cineasti nostrani, da Fellini a Scola, da Risi a Montaldo. Nella seconda metà degli anni Settanta lascia Cinecittà per ritornare alla sua amata Ferrara trasformandosi in uno degli illustratori di cover erotiche della Edifumetto di Renzo Barbieri. Nel contempo, al mattino, insegna disegno all'istituto d'arte della sua città. Dopo essere stato, per circa quindici anni, uno dei copertinisti di punta della casa editrice milanese, ritorna al mondo della decorazione che alterna con l'insegnamento di pittura murale presso il Centro Europeo per i Mestieri della Conservazione del Patrimonio Architettonico di Venezia. Una vita dedicata all'arte e alle passioni che lo animano.

Leonardo da Vinci a Roma. Alla...

Arnaldi Valeria
Olmata 2019

Disponibilità immediata

11,50 €
«Laus Deo 1500, 20 marzo». È un breve appunto custodito nel Codice Atlantico, insieme a note concrete sul cambio di denaro, a documentare il soggiorno di Leonardo da Vinci a Tivoli e Roma, il primo secondo gli studi attuali. Vi tornerà, infatti, dieci anni dopo. Roma, agli occhi di Leonardo, è terra dell'antico, scrigno della storia ma non solo. La città vive un periodo di grande fermento. Qui lavorano i talenti del momento, come Michelangelo. Qui, poi, trionferà anche Raffaello. Al secondo periodo romano di Leonardo, secondo alcuni studiosi, sarebbe legato anche un segreto della sua opera più nota, Monna Lisa. Seguendo le tappe del soggiorno di Leonardo nell'Urbe, dai luoghi nei quali ha vissuto alle opere che ha avuto modo di ammirare e che potrebbero averne influenzato visione e stile, un'indagine sugli "effetti" del soggiorno romano sulla produzione e le ricerche di Leonardo.

Michael Jackson. La storia e...

Izzo Luca; Iossa Michelangelo
Arcana 2019

Disponibilità immediata

19,50 €
Tra gli artisti più amati della storia, il più grande showman di tutti i tempi, performer impareggiabile e songwriter capace di dar vita a canzoni indimenticabili che hanno appassionato il pubblico di ogni età e di ogni luogo, Michael Jackson è morto, diventando immortale, esattamente dieci anni fa. Nella musica, nel canto, della danza, nella coreografia e nella video-musica, Michael Jackson è stato pioniere e innovatore, icona-simbolo della cultura pop dagli anni Settanta in poi. In questo ampio volume, Luca Izzo e Michelangelo Iossa ripercorrono l'incredibile carriera di questo "artista dei record", puntando a individuare l'eredità che Jackson ha lasciato nella cultura contemporanea, dalla musica alla danza, dallo spettacolo alla video-culture fino alla moda e allo stile. La sua arte è arrivata ovunque, riuscendo a ispirare milioni di persone e di artisti, come i valori della sua persona, improntati alla solidarietà e al sostegno al prossimo, che ispirano migliaia di associazioni benefiche ancora oggi attive.

Bauhaus. Vita e arte di sei maestri...

Fox Weber Nicholas
Il Saggiatore 2019

Disponibilità immediata

42,00 €
Esiste un modo estremamente semplice e altrettanto efficace per comprendere l'impatto del Bauhaus sulla pittura, l'architettura e il design del Novecento: basta osservare una foto di gruppo degli artisti che ne hanno fatto parte. Tra i loro volti, si riconoscono facilmente quelli di Walter Gropius e Paul Klee, di Vasilij Kandinskij e Ludwig Mies van der Rohe, di Joseph e Anni Albers. Il loro incontro tra Weimar, Berlino e Dessau fu un evento senza precedenti, probabilmente ineguagliabile, dettato dall'utopia estetica e sociale di armonizzare arte e industria, razionalità e bellezza; una parentesi radiosa in una Germania che stava già precipitando nel buio. Questo volume è la storia collettiva di quei sei grandi maestri. Sei artisti cruciali che vissero l'uno a fianco all'altro, insegnarono nelle stesse aule e finirono per influenzare reciprocamente i loro destini. Mentre nei laboratori del Bauhaus nasceva un nuovo design, destinato a ridefinire i valori della produzione seriale, le serate a Weimar e Dessau erano animate da balli in maschera e accalorate discussioni. Camminando nella fresca pineta, tra le case dei maestri, era possibile trovare due dei maggiori pittori dell'epoca, Paul Klee e Vasilij Kandinskij, che discutevano di colore ed energia; o imbattersi in Walter Gropius, rapito dalle volubili traiettorie di Alma, un'autentica femme fatale che lo incontrava all'insaputa del marito, Gustav Mahler. Se queste immagini si susseguono ora in Bauhaus è perché il suo autore, Nicholas Fox Weber, non è soltanto uno dei maggiori studiosi del movimento, ma è stato amico e confidente di Josef e Anni Albers. In lunghe conversazioni e intensi dialoghi, ha raccolto dalla viva voce degli ultimi Bauhausler le riflessioni, gli aneddoti e le memorie di un'epoca d'eccezione. L'epoca in cui l'avanguardia provò a ricucire la frattura che separava arte e società: l'ultimo grande sogno umanista del Novecento.

Roy Lichtenstein. Una vita per...

Beatrice L. (cur.)
24 Ore Cultura 2019

Disponibilità immediata

9,90 €
Roy Lichtenstein è una figura chiave della rivoluzione pop che, partita negli anni Sessanta da New York, ha invaso il pianeta, stravolgendo per sempre il mondo dell'arte e della cultura. Con lui cambia l'arte e soprattutto cambia l'artista, non più figura isolata e solitaria, ma uomo immerso nel sistema della comunicazione, nel cuore della società dei consumi. Il mercato trionfa e le immagini, colorate, aggressive, comprensibili a tutti, ripetute a oltranza senza temere la banalità, nonostante i pregiudizi della critica tradizionale, parlano ora a un pubblico incomparabilmente più ampio. Marshall McLuhan, il filosofo più influente di questo passaggio epocale, ebbe a dire che "la pubblicità è la più grande forma d'arte del ventesimo secolo".

Antonio Ligabue. Gli anni della...

Martinoni Renato
Marsilio 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
La vita e la carriera di Antonio Ligabue (1899-1965) vengono fatte coincidere con i luoghi, le pianure emiliane, dove l'artista ha vissuto dai vent'anni in poi. In realtà il pittore, figlio di un'operaia emigrata, è nato a Zurigo ed è cresciuto in Svizzera. Viene affidato a una famiglia del luogo, che fa di tutto per dargli un'esistenza dignitosa. Ma il ragazzo è problematico: prima è ospite di un istituto speciale, poi è ricoverato in una clinica psichiatrica. Nel 1919 viene espulso dalle autorità elvetiche perché giudicato «un individuo mentalmente minorato e socialmente pericoloso». Arriva così in Italia senza conoscere una sola parola di italiano. Vive nella miseria, deriso, abbandonato al proprio destino. Eppure Ligabue (il suo vero nome, ereditato dal patrigno, è Laccabue), il «tedesco», il «matto», è un uomo tutt'altro che privo di educazione e di cultura. Negli anni dell'adolescenza e della giovinezza ha frequentato, pur tra mille difficoltà, le scuole elvetiche. È là che i metodi di insegnamento e i progressi della pedagogia curativa hanno lasciato in lui un terreno fertile, insieme ai semi di una operosità creativa che presto faranno germinare opere indimenticabili che recano, profonde, le impronte nostalgiche del paese che il «van Gogh svizzero», fra molte sofferenze e contro la propria volontà, ha dovuto abbandonare.

Roberto Nicolosi. Un grande maestro...

Ceccarelli Paolo
Zona 2019

Disponibilità immediata

17,00 €
La storia e la carriera di Roberto Nicolosi (Genova 1914 - Roma 1989), grande maestro del jazz, che dal 1956 al 1972 ha regalato al nostro cinema formidabili colonne sonore, la cui fama ha valicato i confini nazionali per approdare negli Stati Uniti. A trent'anni dalla scomparsa, la prima monografia dedicata alla sua multiforme vita artistica. Dopo un breve excursus sulle origini familiari, il lavoro si sviluppa su tre direttrici principali che corrispondono ai tre principali momenti della vita di Nicolosi, legati ad altrettante città: Genova, dove passa l'infanzia e l'adolescenza e coltiva la prima passione per il jazz; Milano, dove emerge come musicista, critico, arrangiatore e compositore; Roma, dove inizia l'attività di compositore di colonne sonore e trascorre il resto della vita.

Sophia Loren

Gatta Alessandro
New Books 2019

Disponibilità immediata

8,90 €
Uno sguardo magnetico e un corpo sensuale possono far sognare milioni di uomini in tutto il mondo, ma non sarebbero mai bastati a creare la magica alchimia che è alla base del mito "Sophia Loren". Questo libro, proposto ora in edizione economica, indaga la vita e la carriera della splendida attrice soffermandosi non solo su passerelle sfavillanti e celebri set, ma anche sugli aspetti più reconditi - talvolta dolorosi, o conflittuali - della sua lunga esistenza. Dall'infanzia affamata sotto le bombe e le macerie (con il peso ulteriore di un padre assente) a Miss Italia: da Pozzuoli a Los Angeles: dall'amore nascosto e negato per Cary Grant al pilastro affettivo della sua vita Carlo Ponti; dalla maternità finalmente conquistata in Svizzera all'esperienza della reclusione in carcere per una presunta evasione fiscale poi pienamente sconfessata. Una famiglia affiatata, un successo intercontinentale che la vede regina del jet set, ma con il sapore mai dimenticato di una buona pizza napoletana o di un ragù preparato nello stile di nonna Luisa... Tra queste pagine, accanto alla diva Sophia si affaccia la donna Sofia, volitiva e sognatrice, capace di coltivare il desiderio della felicità senza mai rinnegare il ricordo del passato.

Leonardo da Vinci da Roma ad...

Mastroianni Carmine
Edizioni Efesto 2019

Disponibilità immediata

27,00 €
Il 2 maggio 1519 Leonardo moriva ad Amboise, nella valle della Loira, legando così il suo nome non soltanto all'Italia ma anche alla Francia. Fiumi d'inchiostro sono stati versati per descrivere le opere d'arte che ci ha lasciato, infinite pagine per interpretare i suoi manoscritti e ricostruire le vicissitudini non sempre chiare o chiarite della sua esistenza errabonda. All'età di sessantaquattr'anni Leonardo decise di "fuggire" dalla Roma di papa Leone X e di rifugiarsi ad Amboise sotto l'ala protettrice del re Francesco I; nella Turenna scoprì un mondo dove tutto era fortemente permeato dalla cultura del Rinascimento e in cui pullulavano artisti, condottieri, uomini politici e di Chiesa provenienti da ogni parte d'Italia. In questo libro il lettore non troverà, pertanto, le già note vicende sul sorriso della Gioconda o gli intrighi alla Codice da Vinci, ma scoprirà personaggi ed episodi storici che resero unici gli ultimi anni di vita di un artista straordinario, di un visionario che, tra i suoi ultimi progetti, aveva elaborato persino quello di unire l'Italia con la Francia tramite un canale navigabile che doveva congiungere i fiumi Loira e Rodano, le città di Amboise e Lione.

La leggenda di Kingdom hearts. Vol....

Grouard Georges
Multiplayer Edizioni 2019

Disponibilità immediata

24,90 €
Tetsuya Nomura deve la sua popolarità ai personaggi che ha disegnato per la serie di Final Fantasy. Tuttavia, è molto più di un semplice character designer. Il suo coinvolgimento e la sua influenza sono tangibili nel cuore di Square Enix e persino nell'intera industria giapponese dei videogiochi. Con il tempo è riuscito, e non senza malizia, a convincere il più grande impero dell'intrattenimento mondiale, ovvero Disney, a piegarsi al suo genio per dare vita a una delle opere più significative del nostro tempo. Era davvero impossibile concentrare tutto in un unico libro e ignorare ogni minimo dettaglio della genesi di Kingdom Hearts. Il volume I vi racconterà tutto quello che c'è da sapere sull'origine di questa serie, unica nel suo genere.

Federico Fellini. Cent'anni: film,...

Moscati Italo
Castelvecchi 2019

Disponibilità immediata

17,50 €
È un amore carico di equivoci quello che circonda il grande regista, nella vita privata e nell'arte: Fellini incontra, assorbe e sfida i piani alti della storia del cinema, dove abita Chaplin (che Fellini aveva amato e poi detestato), dove vive il maestro Rossellini, e dove entrò Pasolini, amico-nemico di Fellini, personalità con cui confrontarsi e rivale. Italo Moscati si inoltra in un racconto che comprende le luci e le ombre che hanno avvolto il celebre regista: i rapporti con la famiglia, la sua Rimini, poi Roma, l'ambiente cinematografico, la giostra dei produttori e dei politici. Una "festa" spettacolare che si è estinta con "La dolce vita" e con "8 ½": due marmi che hanno accompagnato il fellinismo in un poetico, esausto, corteo funebre dal sapore di un'unica commedia italiana.

Siamo tutti compagni di scuola....

Cherubini G. (cur.)
Bibliotheka Edizioni 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
Una villa sull'Appia Antica, una rimpatriata organizzata dalla bella di classe, un gruppo di quarantenni che si ritrova nello spazio di una serata a rivivere sentimenti, emozioni e rancori nati lontano, persi in un passato che rimanda ai banchi liceali. "Compagni di scuola" è l'emblema della summa poetica di Carlo Verdone, il film che rispecchia al meglio la malinconia velata di rimpianto, l'umorismo crepuscolare, la risata liberatoria bagnata dalle lacrime di un autore che con quest'opera abbandonò il fregolismo degli esordi, per approdare verso i lidi della maturità artistica. Attraverso le parole del regista e di chi calcò il set di questo formidabile grande freddo all'italiana, il lettore potrà entrare nel cuore di tutti quei personaggi che, nello spazio della durata filmica, sono diventati anche i suoi compagni di scuola. Prefazione di Fabio Traversa. Introduzione di Andrea Scanzi.

La scuola di pizze in faccia del...

Zerocalcare
Bao Publishing 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
Questa nuova raccolta di storie di Zerocalcare, precedentemente apparse sul suo blog, su Wired, su Best Movie, su Repubblica, l'Espresso e altrove, è la più corposa della sua produzione editoriale. Corredata da un preciso sommario cronologico, è impreziosita anche da una nuova storia inedita in tre parti, per un totale di venticinque pagine, in cui l'autore di Rebibbia riflette sul necessario equilibrio tra il suo narrare più impegnato e quello più dégagé.

Wart Arslan

Visioli
Officina Libraria 2019

Disponibilità immediata

35,00 €

Love and emotion. Una storia di...

Zambellini Mauro
Pacini Editore 2018

Disponibilità immediata

16,00 €
Il cinismo dell'industria musicale non l'ha inventato Willy DeVille, ma lui ha pagato sulla sua pelle l'indifferenza e l'ignoranza di un sistema che non tollerava il suo anticonformismo negando il suo talento solo perché le sue cattive abitudini mettevanoa disagio un'iaea di morale convenzionalmente dominante. Willy DeVille inadeguato lo è stato fin da quando, in anni a cavallo tra il punk e il grunge, si ergeva nel buio della notte newyorchese a cantare di amore ed emozione evocando i grandi soulmen degli anni cinquanta e sessanta. Controcorrente, sia nella musica sia nella vita, fino alla sua prematura scomparsa nel 2009 all'età di 59 anni. Difficile afferrarlo con quel viso spigoloso, quei modi da giocatore d'azzardo, quello sguardo malizioso e penetrante, quella battuta sferzante. C'era qualcosa in Willy DeVille che il rock'n'roll non ha più, un senso di romanticismo, di storia, di fascino. Sapeva cogliere con semplici versi il sorriso di una venere della strada, le pulsioni della gente del ghetto, la pericolosità di uno stiletto che brilla nella notte, una torbida storia di droga, l'amore di chi si pavoneggia per qualche traccia di rossetto esibita sul collo. "Love and Emotion" racconta la sua ballata con taglio romanzato, facendo parlare direttamente i personaggi e tracciando il primo dettagliato percorso storico e biografico esistente al mondo della sua avventura artistica.

Born on the Bayou. La storia dei...

Galli Maurizio; Pedron Aldo
Arcana 2018

Disponibilità immediata

25,00 €
I Creedence Clearwater Revival rappresentano la quintessenza del rock'n'roll. Un rock essenziale e stringato che ha il marchio indelebile di quel piccolo genio di John Fogerty e dei suoi compagni di viaggio. Negli anni a cavallo fra i Sessanta e i Settanta, i Creedence hanno interpretato l'ala moderata del San Francisco sound e della California, un gruppo atipico sia musicalmente sia filosoficamente. Eppure sono stati la punta di diamante dell'industria discografica, abili come nessun altro a confezionare meravigliose canzoni senza tempo a 45 giri così come in Lp di straordinario impatto artistico, sonoro ed emotivo. La formula era semplice: pochi fronzoli, arrangiamenti secchi e precisi, la voce di gola ruvida e arrabbiata, una sezione ritmica pulsante e coinvolgente, un ritmo forsennato che si rigenera mescolandosi alle paludi della Louisiana, al blues del Mississippi, alle ballate epiche, al country del Sud e ai trip lisergici della baia. Il loro sound è un concentrato di emozioni epidermiche con ritornelli immortali come quelli di "Proud Mary" e "Born on the Bayou". Questo doveroso omaggio al gruppo californiano vuole essere un libro esaustivo e definitivo che, oltre a una lunga biografia e a una dettagliata discografia, contiene le schede dei dischi, le collaborazioni, le cover italiane e internazionali, un albero genealogico, la lista di tutti i concerti, i brani apparsi nei film e nelle colonne sonore, i più svariati piazzamenti nelle classifiche di vendita, fatti e antefatti, curiosità e aneddoti.

Filastrocche dell'addio. Sangue e...

Lucchi Nicola
Bakemono Lab 2018

Disponibilità immediata

14,00 €
Ventiquattro anni. Non sono molti, eppure sono sufficienti per far credere a Peg che la sua vita sia arrivata a un binario morto. Per lei non c'è più un futuro nella città degli angeli. La sua carriera di attrice sembra finita. Così prende la penna e scrive una nota : «Sono spaventata. Sono una codarda. Mi dispiace per tutto. Se avessi fatto questo molto tempo fa, avrei risparmiato tanto dolore. P. E.». Mette il bigliettino nella borsetta, si lascia alle spalle la casa al 2428 di Beachwood Drive e cammina verso la gigantesca scritta "Hollywoodland" che domina la città. La notte del 18 settembre, come ogni notte a Los Angeles, tracima di suoni, musica e voci. Sul monte Lee invece regna il silenzio. La giovane osserva il suo passato dall'alto, da una posizione privilegiata, meta di tutti i giovani artisti in cerca di fama, e quasi volesse toccare ancora una volta la gloria di un tempo si avvicina alla maestosa lettera H. Si toglie la giacca, la piega con cura, poggia la borsa a terra e poi alzando lo sguardo respira profondamente. Infine si getta nel vuoto. Il suo corpo, un mucchio di ossa rotte e sogni infranti, sarà ritrovato da un escursionista solo due giorni dopo.

Vittorio De Sica. Ladri di...

Moscati Italo
Castelvecchi 2018

Disponibilità immediata

16,50 €
Vittorio De Sica nacque sei anni dopo il cinema, nel 1901. Era un piccolo borghese e non lo nascondeva, uno straordinario Fregoli capace di trasformazioni geniali, colmo di sentimento e di tenero cinismo. Questo libro ne restituisce un profilo vivace, sottolineando la genialità di un regista magico, autore di Ladri di biciclette e di tanti altri capolavori, che ha vissuto nell'epoca dei "ladri di cinema" di varia origine e qualità. La figura che viene disegnata dalla penna di Moscati ci aiuta oggi, con la sua sincerità, a capire meglio il Paese in cui viviamo.

Yoko Ono. Dichiarazioni d'amore per...

Bianchi Matteo B.
ADD Editore 2018

Disponibilità immediata

13,00 €
"Dragon lady", "Strega", "La giapponese che ha diviso i Beatles". Sono solo alcuni degli appellativi che da sempre accompagnano Yoko Ono. Partendo da queste premesse, il libro che avete tra le mani si cimenta in un'impresa eroica: spiegarci perché, invece, Yoko Ono bisogna amarla. Artista concettuale, cantante, regista, pacifista e attivista, in questi 85 anni Ono ha condotto una vita straordinaria, passando da una lussuosa infanzia a Tokyo, a un'esistenza squattrinata nella New York underground degli anni Sessanta, sino al folgorante incontro con John Lennon. Oggi Yoko Ono gode di una nuova considerazione artistica, con importanti retrospettive nei maggior musei mondiali, un imprevedibile successo discografico in ambito dance e attestati di stima da parte di popstar come Lady Gaga e Moby e di guru della scena alternativa come i Sonic Youth. Queste "dichiarazioni d'amore alla donna più odiata del mondo" sono un ritratto appassionato, scritto da un fan che ci racconta perché quella di Yoko è una storia da conoscere, amare e da cui farsi felicemente sorprendere.

Cinque lire per un biglietto....

Sguotti Nicla
Apogeo Editore 2018

Disponibilità immediata

15,00 €
Il libro nasce dalla volontà di dare a Tullio Serafin un pubblico più ampio rispetto a quello dei testi specialistici scritti su di lui e dal desiderio di renderlo più familiare alle giovani generazioni, a chi desidera conoscere la sua storia personale intrecciata alle vicende più significative del Novecento e vissuta al servizio dell'arte musicale. I brevi episodi narrati, impreziositi dalle illustrazioni di Piero Sandano, seguono il fluire dei ricordi: i grandi personaggi con cui Serafin si trovò a collaborare fanno il loro ingresso in scena, vi rimangono per qualche istante e poi sfumano, lasciando al lettore la scelta di approfondire gli eventi narrati, magari attraverso i testi suggeriti nella bibliografia. Da Enrico Caruso a Luciano Pavarotti, tutti i grandi interpreti dei primi sessant'anni del Novecento hanno almeno una volta cantato con lui. Per Tullio Serafin la musica è stata un'inseparabile compagna di vita: entrata nel suo essere sin dalla prima infanzia, è diventata parte di lui accompagnandolo fino agli ultimi istanti.

Gavazzeni alla Scala. Ediz....

Skira Classica 2018

Disponibilità immediata

19,90 €
Direttore scaligero, titolo per molti. Pochi però seppero incarnarne il significato con la coerente pienezza spirituale, la curiosità intellettuale e la continuità artistica di Gianandrea Gavazzeni. Salì sul podio della Scala nel 1943 e vi discese tra gli applausi il 19 aprile 1995, dopo oltre seicento serate d'opera, comprese nove inaugurazioni: serate destinate a cambiare, con il gusto degli spettatori, la storia stessa della teatralità melodrammatica moderna. Introduzione di Angelo Foletto.

Il bravo Ettore. L'altro Toscanini,...

De Filippi Sebastiano; Varacalli Costas Daniel
Casa Musicale Eco 2018

Disponibilità immediata

25,00 €
"Héctor Panizza: un musicista che diede un enorme contributo alla vita musicale della sua natia Argentina, ma anche dell'Italia, da cui derivano le sue radici, degli Stati Uniti, dell'Inghilterra e di tutti i Paesi in cui si trovò a lavorare. Gli autori hanno steso un racconto dettagliato e affascinante della vita e delle opere dell'artista, non tralasciando di osservare la vita musicale in Argentina, prima e durante la vita di Panizza, e non trascurando neanche la sua attività di compositore: Héctor è conosciuto in Argentina per la sua 'Canzone della bandiera', composta su un testo italiano di Luigi Illica. Il saggio è un importante contributo alla storia della musica del secolo XX." (dalla prefazione di Harvey Sachs)

Jean-Luc Godard

Alovisio S. (cur.)
Marsilio 2018

Disponibilità immediata

12,50 €
Da «Fino all'ultimo respiro» a «Passion», da «Il disprezzo» alle «Histoire(s) du cinéma», da «Il bandito delle 11» a «Je vous salue Marie», per arrivare a «Adieu au langage»: il cinema di Godard attraversa oltre mezzo secolo di storia (dalla fine degli anni cinquanta a oggi). Questo affascinante itinerario creativo, plasmato da un confronto costante con la letteratura, le arti visive, la musica, la filosofia e la stessa storia del cinema, è sempre stato animato dalla necessità, anche etica, di interrogarsi sulle contraddizioni, le crisi e le utopie del nostro tempo. Godard ha saputo reinventare e insieme criticare, con una provocatoria genialità e una potente volontà innovativa, la funzione e la forma delle immagini.

So ballare il Bolero di Ravel....

Poletti Silvia
Edizioni Clichy 2018

Disponibilità immediata

22,00 €
Un libro dedicato alla figura di Marga Nativo, étoile del Maggio negli anni d'oro e direttrice artistica dell'Associazione Culturale Florence Dance Center e dell'omonimo festival, a cura della giornalista e critico di danza Silvia Poletti. A partire dall'esperienza al Maggio Musicale Fiorentino, attraverso le sue stesse parole e i suoi ricordi, ripercorriamo l'essenza culturale della danza e la storia del Maggio Musicale. In questo senso, il libro intende conservare la memoria storica di un periodo importantissimo per lo sviluppo dell'arte coreutica in Italia e promuoverne la conoscenza da parte delle nuove generazioni. L'idea di raccontare Marga Nativo si unisce così a quella di raccontare una Firenze, un'Italia della cultura straordinariamente piena di entusiasmi e promesse, ricca di ispirazione e di orgogliosa consapevolezza del primato storico che tutto il mondo le riconosceva. Un racconto fatto da una prospettiva particolare quella di un'artista che ha scelto di esprimersi con il suo corpo - che descrive anche l'evoluzione della danza e la sua affermazione nel nostro Paese, fino ai giorni nostri, in cui all'incertezza fa da controcanto la tenacia e la passione di quanti, come Marga, hanno letteralmente lottato per far sì che anche l'Italia entrasse a far parte della scena della danza. Prefazione di Luciano Alberti.

Purple life. Genio, funk, sesso ed...

Greenman Ben
EDT 2018

Disponibilità immediata

25,00 €
Il 21 aprile 2016 Ben Greenman sta mangiando in un fast food, quando riceve una mail da suo fratello, oggetto: «Prince», corpo del messaggio: «Noooo!». In quel momento la musica di Prince, che aveva accompagnato buona parte della sua vita e di cui tanto aveva scritto, gli appare tutta insieme, con tutti i pezzi che risuonano contemporaneamente, l'uno sull'altro, impossibile da tollerare: «una violenza perpetrata su alcune delle cose che avevo più amato». Da quell'istante di intensa e dolorosa presa di coscienza parte il percorso di Purple Life. Un po' omaggio di un appassionato e informatissimo fan, un po' saggio di critica musicale e letteraria, un po' auto-fiction, un po' biografia di un artista unico (al punto da divenire, per un certo periodo della sua carriera, The Artist), "Purple Life" ripercorre l'incredibile carriera di Prince dagli esordi al liceo di Minneapolis al successo mondiale di Purple Rain, dall'apparizione al Super Bowl nel 2007 agli aftershow privati, dalle bizzarrie dei vestiti alle bizzarrie contro internet. Affronta i temi del sesso e della razza, dell'Io e della famiglia, oltre che aiutarci a comprendere il suo bisogno di assoluto, le cause legali e gli amori, il lavoro solitario in studio e il rapporto con i musicisti. Greenman amministra la vastissima opera di Prince con la sensibilità e la sicurezza dell'autorevole osservatore della scena musicale americana e il tocco dello scrittore smaliziato, svelando connessioni nuove e inattese e immergendosi a fondo nella musica di uno dei personaggi più irripetibili della cultura pop.

Si chiamerà Angelo. Romanzo...

Inglese Angelo
Sillabe 2018

Disponibilità immediata

14,00 €
In questo romanzo i veri protagonisti sono sogni e linee di destino: la musica, il talento, il desiderio e l'ambizione strattonano, trattengono o prendono per mano eventi e persone lungo tutta la parabola della loro esistenza. Nella penna del nipote Angelo Inglese (1972) scorre la vita di Angelo Inglese (1918-1990), compositore fecondo, clarinettista, chitarrista, didatta e direttore di banda, nato e cresciuto tra due conflitti mondiali. Emigrato negli anni Cinquanta in Venezuela, Inglese sr. perpetua la sua missione di didatta creando due bande governative e compone musica per banda e canzoni, genere quest'ultimo in cui riconosce la sua più bella produzione musicale. Ritornato in Italia, negli anni Sessanta, svolge un ruolo importante sia nell'ambito della scuola musicale molfettese che in quello creativo. I ricordi di un ragazzo si mescolano così con quelli di suo nonno e generano quasi un unico essere umano che si addentra in luoghi dove solo l'anima può accedere: il remoto passato e il futuro. La realtà, com'è ovvio, supera la fantasia e sorprende: leggere questo racconto è un po' come riappropriarsi di qualcosa che è stato perduto. Si può ridere o piangere identificandosi nei personaggi e nelle loro storie; storie che generano nostalgia di un tempo che, forse, non tornerà più e si perderà "come la musica di una chitarra lanciata nell'oceano".

Cavalieri pallidi, cavalieri neri....

Gabutti Diego
Milieu 2018

Disponibilità immediata

16,90 €
Un viaggio nel moderno immaginario pop, non soltanto cinematografico, attraverso la carriera di Clint Eastwood, che riassume tutto il catalogo dell'intrattenimento (della politica, della musica, naturalmente anche del cinema, dello sport, dei fumetti, della letteratura fantastica, la fantascienza, il poliziesco, la spy story) che prende corpo nella seconda metà del secolo, quando si verifica una sorta di rivoluzione culturale (e formale insieme). Dopo Sergio Leone, per stare solo al cinema, Hollywood non sarà più la stessa, e così la percezione dell'eroe popolare, che muta e si trasforma in continuazione. Gli eroi, che fino a quel momento erano buoni, generosi, gentili e bene educati come gli sceriffi (e gli ex pugili irlandesi) di John Ford, da Per un pugno di dollari in avanti non hanno più niente di smanceroso o di troppo nobile. Escono di scena i personaggi interpretati per decenni da James Stewort e Gary Cooper. Entra Clint Eastwood. Gli eroi adesso sono sporchi, sarcastici e ambigui come lo straniero senza nome di Leone, oppure violenti, esaltati e nichilisti come i personaggi di Sam Peckinpah, i cui film vengono nella scia di Leone. Oltre che sporco e nichilista, il nuovo eroe popolare è anche politicamente scorretto, machista, conservatore, come l'Ispettore Callaghan, e come lo stesso Eastwood, che alla Clinton preferisce di gran lunga Trump. Più che una biografia su Eastwood è una biografia del nostro immaginario presente. Prima che un libro sul cinema, è un libro su questa rivoluzione, e sulle sarabande sociali (letterarie, politiche e antipolitiche, persino filosofiche) di cui questa rivoluzione è uno dei riflessi. Molto illustrato, le sue illustrazioni sono un percorso a spettro ampio attraverso il testo e intorno al testo. Qualche illustrazione è riferita al cinema, moltissime altre no, tutte fanno riferimento al ruolo dell'eroe nel contemporaneo e alla continua osmosi e ibridazione tra cinema, invenzione, realtà e immaginario.

Le coincidenze sospese. Enrique...

Pagliaro Maria
Navarra Editore 2018

Disponibilità immediata

15,00 €
Un pianerottolo e un tubo dell'acqua che si rompe. Nasce così "Le coincidenze sospese", biografia di Enrique Vargas - fondatore del Teatro de los Sentidos, antropologo colombiano, costruttore di giochi, cacciatore di sogni - un libro che racconta e tace al tempo stesso, che respira attraverso le parole omesse. L'infanzia nella piantagione di caffè in Colombia, dove un bambino solitario inventava giochi nella foresta per sorprendere i cugini di città. Il debutto, da giovanissimo, in teatro. La notorietà e l'arresto, a causa della sua battaglia per i diritti dei portoricani di Harlem. E la vita in Europa, dove il regista si ferma, ancora una volta, per una coincidenza. "Le coincidenze sospese" è anche la storia dell'incontro tra il regista e l'autrice, Maria Pagliaro. Vite come fiumi che confluiscono e si riconoscono nella poetica della sincronicità. In queste pagine si possono incontrare risposte, ma soprattutto una domanda. E poi un'altra, e un'altra ancora. A Napoli, quando qualcuno è particolarmente felice, se prende un caffè al bar ne paga due, lasciandone uno "sospeso", per chi si affaccerà sulla soglia dopo di lui. Anche le coincidenze sono così: ci attendono dietro una porta. Tocca a noi bussare, entrare. O forse solo restare in ascolto, per comprendere che tutto è già qui anche se non si vede.

Jimmy Page & Robert Plant

Garrò Luca
Hoepli 2018

Disponibilità immediata

17,90 €
Ancora oggi, a cinquant'anni dalla fondazione, ogni notizia riguardante i Led Zeppelin è in grado di catalizzare l'attenzione degli amanti del rock più di qualsiasi altra. Quasi come se la band fondata da Jimmy Page si fosse sciolta solo dopo il leggendario concerto del dicembre 2007 all'O2 Arena di Londra e non nel lontano 1980. Nonostante sia chiaro a tutti che la loro forza dirompente dipendesse dal contributo di ognuno dei quattro elementi che la componevano, nell'immaginario comune i meriti maggiori vanno invece divisi tra i due maggiori compositori della band. Le dinamiche del rapporto tra Jimmy Page e Robert Plant assomigliano terribilmente a quelle di altre celeberrime coppie compositive che hanno fatto grande la storia del rock. Come Lennon e McCartney, Mick Jagger e Keith Richards o Roger Waters e David Gilmour, anche Page e Plant, per lungo tempo hanno vissuto quasi in simbiosi, ognuno spingendo l'altro a superare i propri limiti e giungendo spesso a scontri molto accesi. In particolare, quando le cose hanno iniziato a non funzionare più come agli esordi. Non a caso, per rispondere alle continue domande circa il suo rapporto con Plant, Page ha spesso parlato di un vero e proprio matrimonio. Forse perché, se dietro a un grande uomo c'è sempre una grande donna, dietro a un grande chitarrista deve per forza esserci un grande cantante.

Nel segno di Caravaggio. Ediz....

Zuffi Stefano
Skira 2018

Disponibilità immediata

45,00 €
Pittore e assassino sullo sfondo solenne della Roma del primo Seicento, Caravaggio (1571-1601) è uno degli artisti più appassionanti e potentemente espressivi: protagonista di una vera e propria Odissea mediterranea, ma insieme capace di rivoluzionare il corso della pittura europea. Il volume vuole avvicinarci a questo maestro dell'arte italiana da un punto di vista nuovo. Rinunciando per una volta alla consueta sequenza cronologica, le opere di Caravaggio sono qui considerate nel loro insieme, nei due decenni a cavallo dell'anno 1600. Di capitolo in capitolo, osserveremo aspetti particolari dell'arte del pittore milanese: la presenza di modelli ricorrenti, la passione per lame e pugnali, l'ossessione per le teste mozzate, l'eccezionale e pionieristica abilità nella natura morta, e così via. Fra le luci e le ombre di una pittura appassionata, Caravaggio ci chiama sulla scena, coinvolgendoci in un fatto che si sta compiendo hic et nunc, qui e adesso, sotto i nostri occhi. La sua pittura entra nella nostra vita.

Louis Armstrong. Satchmo: oltre il...

Zenni Stefano
Stampa Alternativa 2018

Disponibilità immediata

15,00 €
Attraverso la parabola esemplare di una vita che nasce dalla miseria di New Orleans e culmina nella fama universale, Satchmo ha lasciato un'immensa eredità musicale: la trasformazione stilistica della tromba, l'invenzione del solismo jazz, la radicale rivoluzione del canto. Ma dietro il consumato intrattenitore umoristico e geniale - che pure ha cambiato il corso della storia - c'è molto altro: ci sono l'attore di cinema, lo scrittore compulsivo, il cittadino sostenitore dei diritti civili, lo sperimentatore di tecnologie, il professionista accorto nel difficile mondo del jazz, il creativo che lavora sul linguaggio e sulle immagini. A più di vent'anni dalla prima edizione, questo libro celebra in una versione ampliata e aggiornata la musica, i retroscena, l'uomo, le azioni, le idee e le parole dell'artista afroamericano più influente del nostro tempo. Introduzione di Enrico Rava.

Genova è mia moglie. La città di...

Traverso Patrizia; Tettamanti Stefano
Rizzoli 2017

Disponibilità immediata

22,00 €
"Questo è il primo libro fotografico su Fabrizio De André in cui non c'è una sola immagine di Fabrizio De André. Ma ci piace pensare che in ciascuna delle fotografie che lo compongono, tutte scattate dopo quasi vent'anni dalla sua morte, si avverta il suo profumo, si senta l'eco della sua voce e della sua musica. Patrizia Traverso ha lavorato secondo un suo personale metodo ormai consolidato in diversi libri: ha lasciato che le parole di Fabrizio rimbalzassero nei suoi scatti e dialogassero con loro in un gioco di libere associazioni. Le foto non si limitano a descrivere il pensiero, la memoria, le parole di Fabrizio che le hanno ispirate ma li interpretano, li commentano, li ricreano e li trasformano in visioni a volte spiazzanti. Alla fine, in una sequenza che non è banalmente didascalica, formano un itinerario inedito in una Genova che non è più quella di De André ma potrebbe esserlo ancora. Dalla frizione cronologica, dallo scarto temporale (e a volte geografico) fra testo e foto scaturiscono i lampi del racconto di una città dai contorni inaspettati, l'immagine reagisce alla provocazione della parola, la lascia riverberare per coglierne gli echi più profondi, ne esplode il significato e restituisce suggestioni ed emozioni imprevedibili. Fabrizio De André ha vissuto ininterrottamente a Genova dal 1940 al 1975- Se si tolgono gli anni - fondamentali per la sua maturazione - di Revignano d'Asti, dove la sua famiglia era sfollata durante la guerra, a Genova ha trascorso oltre metà della sua vita. Trent'anni abbondanti, decisivi per la sua formazione di uomo e di artista. Nella sua vita genovese Fabrizio è andato a scuola, dall'asilo all'università, ha conosciuto i primi amici, si è innamorato, si è sposato e ha avuto un figlio, ha composto le prime canzoni, si è esibito per la prima volta in pubblico. Un numero di "prime cose" sufficientemente significativo per non ritenere azzardata l'idea alla base di questo libro: Genova non è soltanto la città anagrafica, il luogo di nascita di Fabrizio né semplicemente il posto delle sue radici. Genova è il suo luogo dell'anima, la sua città interiore. Genova compone e racchiude il paesaggio mentale di De André, sulla mappa di Genova, sulla sua cartografia intima, ha preso corpo e si è mossa tutta la vita poetica e intellettuale di Fabrizio. (Dall'Introduzione)

Josephine Baker. Tra palcoscenico e...

Ferro Daniela
Greco e Greco 2017

Disponibilità immediata

12,00 €
Ballerina, cantante e attrice, acclamata e celeberrima, Josephine Baker ha incantato le platee di mezzo mondo negli anni turbolenti tra le due guerre mondiali, continuando a esibirsi fino alla morte. Una vita sotto i riflettori, la sua, della quale però solo di recente è emerso un lato segreto, avventuroso e oscuro, legato all'attività di spionaggio svolta nel corso del secondo conflitto mondiale per conto della sua patria adottiva, la Francia, all'epoca sotto l'occupazione nazista. Meglio noti - ma non per questo meno sorprendenti - sono il suo assiduo impegno nella lotta contro il razzismo e l'intolleranza in ogni loro forma, e la turbolenta vita privata, trascorsa nel contrasto tra estreme ambizioni e difficoltà materiali, ma anche nella continua rincorsa a un appagamento di sé come amante e come madre, che la spinse a scelte tanto clamorose quanto discusse, allora quanto oggi. Questo libro ripercorre la vita della "Venere nera" dalle umilissime origini ai fasti del palcoscenico, senza trascurare nessuna delle tante ascese e cadute che hanno contribuito a fare di Josephine BaKer un mito della contemporaneità.

Io sono. Arte

Scuccato Emanuela
Edizioni del Gattaccio 2017

Disponibilità immediata

15,00 €
«Non è facile ricostruire il proprio percorso artistico, lo so, l'ho visto accadere tante volte in tante persone diverse. L'arte è quello che siamo stati, quello che siamo, quello che saremo. Quello che sogniamo di poter essere, costruire, vivere, ciascun individuo diverso dall'altro. Perciò in questo momento, nella luce chiarissima di questo studio mi sembra di cogliere la metafora di un'epifania. Coraggiosa ma anche dolorosa, perché detta, detta tutta insieme nero su bianco: ecco, io sono partita da qui, questo è l'inizio della mia storia». Elvezia Allari, Pietrina Atzori, Monica Gorza, Patrizia Polese, Francesca Porro: in altrettanti dialoghi intimi, il ritratto di cinque artiste allo specchio.

1927. Il ritorno in Italia....

Ricci S. (cur.); Sisi C. (cur.)
Skira 2017

Disponibilità immediata

60,00 €
Nel 2017 ricorrono novant'anni dal ritorno di Salvatore Ferragamo in Italia, nel 1927, dopo dodici anni trascorsi negli Stati Uniti. In occasione di questo anniversario, il Museo Salvatore Ferragamo ha ideato un progetto espositivo che si apre a una panoramica sull'Italia degli anni Venti, decennio al quale oggi guardiamo come una vera fucina di idee e di sperimentazioni condotte con mente aperta e scevra da pregiudizi o condizionamenti ideologici. Ferragamo scelse di stabilirsi a Firenze in virtù della sua riconosciuta centralità nella geografia del gusto e dello stile nazionali in un momento storico scandito da molti ritorni: ritorno all'ordine, al mestiere, alla grande tradizione nazionale. La mostra narra proprio di questo attraversamento nella cultura del tempo, sviluppandolo per capitoli come un romanzo di formazione. Fil rouge del percorso espositivo curato da Carlo Sisi è il viaggio in transatlantico che Ferragamo compie per tornare in Italia, inteso come metafora del suo itinerario mentale attraverso la cultura visiva dell'Italia degli anni Venti, da cui estrae le tematiche e le opere che influenzarono, in maniera diretta o indiretta, la sua officina poetica; senza trascurare nessuno degli aspetti culturali e sociali che contraddistinsero la rinascita civile del primo dopoguerra, alla vigilia dell'autoritaria affermazione del regime fascista.

Van Gogh. Il colore dell'anima

Crispino Enrica
Giunti Editore 2017

Disponibilità immediata

39,00 €
Un viaggio nel mondo di Vincent Van Gogh, la storia di un uomo che volle essere anzitutto artista: dai suoi primi incerti tentativi nella nativa Olanda fino all'esplosione di colori delle tele di Arles e Auvers, passando per la breve esperienza nella Parigi impressionista. Una vita e una personalità irripetibili; una serie di capolavori che testimonia un percorso assolutamente eccezionale e fuori da ogni schema, radice e nutrimento di molta avanguardia del primo Novecento.

Angelo Frondoni. Il Verdi...

Gusberti G. (cur.)
Diastema 2017

Disponibilità immediata

15,00 €
Due furono i nomi che vennero proposti a Joaquim Pedro Quintela giunto in Italia come impresario del Teatro de São Carlos di Lisbona nel 1838: Giuseppe Verdi e Angelo Frondoni. Per il secondo, ventiseienne compositore, era l'opportunità di una nuova vita e la scelta si rivelò fortunata, tanto che a breve Frondoni sarebbe divenuto tra i più celebri operisti portoghesi del suo tempo, tanto da essere considerato "il Verdi di Lisbona". Attraverso i tre saggi a firma di Mario Moreau (Angelo Frondoni, un italiano in Portogallo), Giuseppe Martini (Angelo Frondoni compositore) e Raffaella Nardella (Angelo Frondoni letterato e critico musicale) viene illustrata la poliedrica figura del musicista emiliano naturalizzato portoghese.

Art Blakey

Martorella Vincenzo
Arcana 2017

Disponibilità immediata

16,50 €
Sembra passato un secolo da quando Art Blakey se n'è andato, stroncato da un male incurabile, il 16 ottobre del 1990, all'età di settantuno anni. Perché la sua figura era certo ingombrante, come il suono profondo e poderoso dei suoi tamburi, come l'affetto che nutriva per i suoi giovani musicisti. E, oggi, tutto sembra un po' più vuoto senza la sua proverbiale serenità, senza quei 'press rolls' che incendiavano l'aria. Come ha scritto Wynton Marsalis: «Si deve anche a Blakey se il jazz è diffuso in tutto il mondo. Con la sua batteria Art era in grado di evocare lo spirito arcaico del tuono così come lo stupore che c'è nel pianto di un neonato. Blakey ha dimostrato che la batteria è il battito cardiaco, il motore e la forza vitale del jazz». Eppure, nonostante una carriera durata cinquant'anni, nel corso della quale ha registrato un migliaio di dischi (di questi, più di seicento a suo nome), Art Blakey resta un personaggio relativamente sconosciuto: scarse le informazioni certe sulla sua vita, confuse quelle relative alle innumerevoli incarnazioni dei Jazz Messengers. Questo non è soltanto il primo libro su un batterista mai pubblicato in Italia. È anche il primo libro che parla di un accompagnatore, un musicista cioè che a differenza del solista non gode del proscenio, o delle luci della ribalta, ma che svolge il suo insostituibile lavoro nell'ombra tessendo una solida e stimolante rete di protezione sulla quale i solisti possono librarsi senza paura di rovinose cadute. Perché Blakey, uno dei più importanti bandleader dell'intera storia del jazz, seppe essere un formidabile gregario, un eccezionale direttore d'orchestra seduto dietro i suoi tamburi, un inimitabile uomo di musica. Torna dunque in libreria un saggio che ha fatto scuola, con nuovi materiali e una nuova introduzione.

Groucho e i suoi fratelli. La vita...

Martello Luca
Castelvecchi 2017

Disponibilità immediata

22,00 €
La prima monografia italiana integralmente dedicata agli indimenticabili Marx Bros. Luca Martello ci guida attraverso la vita e l'arte di Chico, Harpo, Groucho, Gummo e Zeppo: il gruppo comico più celebre mai esistito. Si profila così, pagina dopo pagina, una storia intrigante come un romanzo, magnetica come un film. Dai primi, timidi passi sui palchi del vaudeville fino agli esordi nel cinema sonoro, senza trascurare gli anni del declino e la resurrezione televisiva. Disegnando un quadro delle vicende e dei migliori aneddoti che ne hanno accompagnato la carriera, "Groucho e i suoi fratelli" costituisce oggi il testo di riferimento per chiunque abbia amato questo formidabile gruppo di attori e, incuriosito dalla loro figura, voglia scoprirne i retroscena segreti e il percorso artistico.