Blaseotto Fabrizio

Blaseotto Fabrizio

I sentieri delle portatrici. nella...

Cossa Luca
Aviani & Aviani editori

Non disponibile

18,00 €
La presente pubblicazione, realizzata con il fattivo contributo del Club Alpino Italiano si propone di illustrare alcuni dei sentieri percorsi ed in parte realizzati, dalle portatrici. Queste infaticabili e coraggiose donne fin dall'inizio del conflitto divennero ausiliarie del Regio Esercito e furono adibite a gravosi ed impegnativi compiti. La loro opera, affiancata a quella dei portatori, degli operai militarizzati e dei tecnici militarizzati al servizio dell'esercito, figure che a tutt'oggi sono poco ricordate dalla storiografia ufficiale, contribuin maniera determinante alla realizzazione di tutta una serie di infrastrutture logistiche e viarie che permisero alle truppe combattenti di sopravvivere e stazionare lungo la linea del fronte che, durante il primo conflitto mondiale, per gran parte della sua estensione, si sviluppava in territori orograficamente difficili. Libro corredato da 15 schede-sentiero con mappa tabacco e mappa tabacco grande dei settori alpini.

Gioventù spezzata. Storie di...

Blaseotto Fabrizio
Aviani & Aviani editori

Non disponibile

18,00 €
"Il romanzo è ambientato durante il periodo della Grande Guerra nel paese di Timau, incastonato a ridosso del Passo di Monte Croce Carnico e in quel di San Michele al Tagliamento, un paese della bassa pianura veneta, adagiato lungo la riva destra del fiume Tagliamento. Nessun resoconto di sanguinose battaglie, inutili spargimenti di sangue o quanti soldati furono impiegati durante il primo conflitto mondiale. Ho cercato di evidenziare la vita quotidiana, i progetti e i sogni di due ragazzi, Elena e Giacomo, che vennero 'spezzati' perché qualcun altro aveva già deciso il loro futuro." (L'autore)

Fratelli senza confini

Blaseotto Fabrizio
Aviani & Aviani editori

Non disponibile

12,00 €
In questo romanzo non troverete nessun resoconto di sanguinose battaglie o di quanti soldati furono schierati nei diversi fronti durante il primo conflitto mondiale. Nello scrivere, ho cercato di evidenziare gli stati d'animo, la vita quotidiana, i progetti degli uomini e delle donne che, loro malgrado, sono stati i protagonisti di quella immane tragedia. Ho voluto soprattutto rendere omaggio ai combattenti di entrambi gli schieramenti che, come si fa nella normalità, avevano già pianificato il loro avvenire e invece furono costretti a sacrificarsi per la propria patria, alcuni di essi senza nemmeno saperne il motivo... solo per puro senso del dovere.