Boni Roberto

Boni Roberto

L'ultimo viaggio con mia madre

Boni Roberto
Venturaedizioni 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
"L'ultimo viaggio con mia madre". Sullo sfondo il ripetere ossessivo della stessa frase che accompagna le giornale e le notti. È l'Alzheimer. Le difficoltà che si presentano quando occorre affrontare questa degenerazione della mente sono innumerevoli, anche per me che assisto mia madre. Il racconto affronta questo aspetto. Non è un trattato medico, né un compendio di consigli su come gestire una situazione così complessa e non è neanche la narrazione della vicenda e del percorso di mia madre. È solo il racconto del viaggio che un figlio intraprende, a volte in compagnia e molto spesso in solitudine. Un viaggio che si snoda tra istituzioni lontane, ricordi che riaffiorano prepotentemente, problemi contingenti da risolvere e la rimodellazione di abitudini e stili di vita. Nella costante certezza di non essere capace di saper gestire la malattia. Perché l'Alzheimer non è come le altre malattie, e prima di accettarne le conseguenze dobbiamo accettare le "stravaganze" di chi ne è colpito, superando l'istinto di colpevolizzare il familiare malato ed il nostro rifiuto di accettare i cambiamenti profondi del carattere della persona che assistiamo.

20 81. Il condominio

Boni Roberto
Venturaedizioni 2019

Non disponibile

13,00 €
"L'idea di scrivere un romanzo sulle vicende di un condominio nasce dalla pratica quotidiana nella mia professione, ma molto prezioso è stato anche James Graham Ballard. La consapevolezza e la preoccupazione per un mondo sull'orlo di un baratro e del collasso energetico, ambientale e sociale, è stato il perno sul quale lo sviluppo della trama ha assunto aspetti terrificanti e forse catastrofici. L'epoca che viviamo richiederebbe una revisione dei nostri stili di vita, dovremmo uscire dal paradigma lavora - guadagna - consuma che genera dei "mostri" a livello individuale e disastri in ambito collettivo. I nomi dei protagonisti e dei comprimari sono estratti da alcune canzoni di Lou Reed. È un piccolo tributo all'artista americano che con la sua musica mi ha accompagnato durante la scrittura e nelle pause."