Economia politica

Active filters

Le cose che non ci diciamo (fino in...

De Bortoli Ferruccio
GARZANTI

Disponibile in libreria

16,00 €
Nel dibattito pubblico italiano sembra sempre mancare un pezzo di verit pur di raggranellare qualche briciola di consenso e soddisfare gli appetiti di lobby e gruppi di potere, avanza inesorabile una narrazione di comodo che ci esenta da qualsiasi responsabilitpersonale e collettiva. Per questa ragione Ferruccio de Bortoli, con luciditimpietosa, sottolinea quelle storture e quei pericoli che troppo spesso in Italia vengono sottaciuti. Perchnon ci diciamo fino in fondo che spendiamo pidi quanto dovremmo, senza preoccuparci della crescita del debito pubblico; che non possiamo vivere di sussidi statali senza creare reddito; che illusorio voler difendere l'occupazione finanziando con i soldi dei contribuenti aziende senza futuro. La crescita del capitale umano viene spesso trascurata, la cultura scientifica poco diffusa, e dilaga un antieuropeismo populista privo di solide ragioni economiche. Ma solo recuperando lo spirito migliore che da nord a sud abbiamo dimostrato nelle dure settimane di autoreclusione che possiamo affrontare una volta per tutte le nostre lacune per tornare ad avere fiducia nel domani, autentico propellente per una forte ripresa nazionale.

Compendio di economia politica

Sarno Domenico
Edizioni Giuridiche Simone

Disponibile in libreria

22,00 €
Questo Compendio di Economia Politica nasce dall'esperienza di docente del suo Autore, ed indirizzato, in particolare, agli studenti universitari dei corsi di laurea triennale di Scienze Politiche, Giurisprudenza ed Economia Aziendale. Esso rappresenta un sussidio utile anche per quanti vogliono apprendere i principali argomenti di Microeconomia e di Macroeconomia per affrontare un concorso pubblico. Il testo stato realizzato avendo cura di selezionare i principali temi previsti nei corsi di Economia Politica, di cui proposta una trattazione essenziale, sfrondata ciodi quelle parti di approfondimento picomplesse che rendono difficile lo studio. I numerosi esempi sono sempre riferiti alla realtdei fatti, al fine di rendere piimmediata la comprensione delle teorie esposte. Il Compendio si avvale dell'uso sistematico di grafici, che consentono di dare all'argomento analizzato una rappresentazione pichiara e alle conclusioni un carattere pirigoroso. Inoltre, il libro propone, in coda a ogni capitolo, una sintesi degli argomenti trattati per un ripasso veloce, e una serie di domande tra le piricorrenti in sede di esame, allo scopo di valutare il grado di preparazione raggiunto.

L'invasione cinese

Selvatici Antonio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

10,00 €
Perch quasi vergognandosi, il primo della classe deve continuare a camminare a capo chino volgendo lo sguardo a terra? Orgoglio, nazionalismo e divenire un punto di riferimento da imitare sono la nuova postura della Cina: un atteggiamento altezzoso presente e futuro. Dobbiamo forse incominciare ad arrenderci: la Cina, vista con un'ottica cinese, ha vinto. Dobbiamo incominciare ad abituarci all'idea: l'Oriente ha superato l'Occidente. Mentre noi con affanno combattevamo per arginare gli effetti della crisi post Lehman Brothers, la Cina risorgeva. Se da una parte del mondo, con l'avida e cieca complicitdell'altra, veniva creata ricchezza, la societdei datori di lavoro dell'Ovest s'impoveriva. Un impietoso e inarrestabile travaso di ricchezza, posti di lavoro, tecnologia (spesso rubata) e sapere (assorbito nelle migliori Universitoccidentali) hanno formato la Cina (fascia costiera) ricca. Due decenni di politica orientata forzatamente all'export, assecondata dalla costruzione d'inflessibili barriere che hanno impedito reciproci scambi e investimenti che hanno permesso il vero e meno tragico "grande balzo in avanti".

Il PIL e le verità nascoste

Alvaro Giuseppe
Edda Edizioni

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,70 €
Non v'è giorno in cui in televisione, sui giornali, nei dibattiti politici non si parli di PIL, parola che ai più si presenta come un tortuoso labirinto pieno di misteri e di verità nascoste. Il libro si propone di illustrare, con parole ed esempi alla portata di tutti, quando il PIL è nato; la sua evoluzione nel tempo; le incoerenze e i vuoti conoscitivi generati dalle definizioni adottate per rilevarlo; i motivi della sua enorme importanza nella vita politica ed economica di un Paese; le cause per cui è scarsamente rappresentativo della realtà che ciascuno di noi produce attraverso la sua quotidiana attività lavorativa. Il libro si propone anche di presentare al dibattito la via da percorrere per andare oltre l'attuale modello di calcolo del PIL, modello di calcolo che, come è noto, conduce alla valutazione dei soli fenomeni economici che avvengono nel mercato.

Orizzonti economici sfuocati

Rocco Giuseppe
Aracne

Non disponibile

14,00 €
L'incapacità di gestire il flusso della globalizzazione costituisce un punto debole nel comparto economico-finanziario, sovvertendo le due dimensioni in cui il contesto finanziario diventa ceppo principale, alterando così il processo sociale e l'armonia fra progresso e civiltà. L'esodo delle popolazioni risvegliato dal progresso, che regala continue informazioni da cui si evince un benessere agognato, finisce col creare uno scontro di tradizioni e di culture senza nessuna forma di integrazione. Soltanto prendendo coscienza dei fenomeni storici e semantici bisognosi di accorgimenti in linea coi tempi si può avere qualche speranza.

Principi di economia politica....

Acemoglu Daron
Pearson

Disponibile in libreria in 3 giorni

49,00 €
L'attivitdidattica e di apprendimento del corso proposta all'interno di un ambiente digitale per lo studio, che ha l'obiettivo di completare il libro offrendo risorse didattiche fruibili in modo autonomo o per assegnazione del docente. Il codice presente sulla copertina di questo libro consente l'accesso per 18 mesi a MyLab, una piattaforma digitale interattiva specificamente pensata per accompagnare e verificare i progressi durante lo studio. MyLab offre la possibilitdi accedere al manuale online: l'edizione digitale del testo dotata di funzionalitche permettono di personalizzarne la fruizione, attivare la lettura audio digitalizzata, inserire segnalibri anche su tablet e smartphone. Le attivitformative e valutative sono dettagliate nella pagina di catalogo dedicata al libro, consultabile all'indirizzo link.pearson.it/80888566 o tramite QR code.

Delle lezioni di commercio

Genovesi Antonio
Ist. Italiano Studi Filosofici

Disponibile in libreria in 3 giorni

70,00 €
Gli "Elementi del commercio" costituiscono il testo delle dispense universitarie che raccolgono le lezioni del secondo corso biennale di economia, tenuto da Genovesi negli anni 1757-58. A distanza di sei anni videro la luce le "Lezioni di commercio o sia d'economia civile", per i tipi dei fratelli Simone, con data 1765-1767. Il testo presentato è quello della seconda edizione napoletana, in due volumi, recanti rispettivamente la data 1768 e 1770.

Italia. Un possibile laboratorio...

Massardo Andrea
Il Convivio

Disponibile in libreria in 3 giorni

11,00 €
La pesante crisi economica del 2008 e la crisi dei debiti sovrani del 2011 nell'Unione Europea hanno esposto l'intero sistema socio-economico al rischio di una implosione. Tale avvento ha ridotto notevolmente la forza dei mercati, anche se i PIL nazionali oggi sono nel complesso migliorati. Ma è possibile che la politica gestisca il sistema economico in maniera diversa per superare definitivamente tale crisi e tutti i cittadini possano vivere in condizioni migliori? L'autore propone diverse soluzioni nel corso del saggio, tra cui flat tax, eliminazione della moneta in senso tradizionale e istituzione di un reddito universale. La realizzazione di tali operazioni economiche, intese in senso completamente diverso da come lo è stato finora, permette dei vantaggi non solo per i cittadini e per le medie e piccole imprese, ma anche per il ritorno a operare in Italia delle grandi realtà imprenditoriali.

Investimenti, innovazione e nuove...

EGEA

Disponibile in libreria in 5 giorni

32,00 €
Il gruppo di discussione "Crescita, investimenti e territorio" è un think-tank composto da più di 50 noti economisti, sia del mondo accademico sia di altre istituzioni, e in questo libro propone le linee guida di una "nuova politica industriale e regionale", che mira alla ripresa dell'economia europea e italiana. La ripresa dell'economia è insoddisfacente ed è urgente cambiare le politiche economiche seguite dai governi e dalle istituzioni europee, che hanno fatto perdere tempo e risorse con l'obiettivo dell'austerity "ordo-liberista" e delle riforme strutturali "neo-liberiste". Il rilancio dell'economia deve essere promosso da un grande programma di investimenti sia pubblici che delle imprese private. Il "mercato" da solo non è in grado di dare risposte al problema della crescita e della disoccupazione. L'obiettivo della piena occupazione richiede la creazione di nuove produzioni e nuove imprese, che mirino a rispondere ai nuovi bisogni dei cittadini nel territorio. Nuovi investimenti materiali e immateriali sono necessari per innalzare la produttività e i salari e far crescere così la domanda interna per consumi. Gli investimenti devono focalizzarsi sulle aree urbane, che rappresentano i nodi geografici, economici e culturali dell'economia europea e possono essere un grande laboratorio per lo sviluppo di nuovi prodotti, servizi e occupazione. La "nuova politica industriale e regionale" deve stimolare la creazione di nuova conoscenza, la fiducia nel futuro, la volontà di intraprendere delle imprese. La proposta di politica economica, industriale e regionale del Gruppo di Discussione "Crescita, Investimenti e Territorio" mira a promuovere lo sviluppo delle reti di innovazione e di conoscenza, la collaborazione tra i diversi attori nei sistemi di innovazione nazionali, regionali e locali, e il sostegno all'innovazione e all'investimento da parte delle università, delle banche, dei lavoratori, del sindacato, delle amministrazioni pubbliche e delle associazioni dei cittadini e consumatori. Risulta necessario potenziare le istituzioni intermedie, adottare moderne forme di governance multilivello, assicurare un maggiore decentramento delle decisioni di politica, e rafforzare le capacità progettuali delle istituzioni pubbliche locali e la loro capacità nella fornitura di nuovi servizi pubblici, di migliore qualità e più efficienti. La ripresa dell'economia europea e italiana e la fiducia nel futuro di una più solida integrazione europea devono iniziare da una "nuova politica industriale e regionale" centrata su un grande programma europeo di investimenti innovativi, che parta dal territorio e si concentri sulla rete delle centinaia di città e regioni europee delle diverse dimensioni, ove operano le imprese e vivono i cittadini. Sinossi media:

Un miracolo non basta. Alle origini...

Silva
Donzelli

Non disponibile

23,00 €
È possibile trovare un'origine agli spinosi problemi economici che ci assillano? E, nel ripercorrerne la storia, possiamo trarre qualche suggerimento per superarli? Questo saggio racconta le vicende economiche e politiche dei quarant'anni che corrono dalla nascita della Repubblica alla caduta del Muro di Berlino, in cui allo slancio economico e sociale di un primo ventennio, il «miracolo», segue un decennio pieno di incertezze e conflitti e poi uno di illusioni e disattenzioni che consegnano al paese un pesante fardello. Il miracolo, propiziato da condizioni economiche e sociali favorevoli, deve fare i conti con la dottrina Truman, con le eredità fasciste e con i monopoli familiari delle grandi imprese. Le voci di chi ha meno beneficiato del miracolo o chiede più diritti e quindi rinnovamento e riforme non sono ascoltate; i conflitti dominano pertanto il paese dalla fine degli anni sessanta fino ai primi anni ottanta. La società si esprime in modo vitale, ma atomistico: l'ascesa delle piccole imprese ne è un'espressione importante. Il lascito di questi decenni - che esplode dopo il 1989, quando le regole del gioco mutano improvvisamente - è l'enorme debito pubblico, il sistema delle grandi imprese decotto, un'economia dualista, le questioni occupazionale e meridionale irrisolte, l'accentuarsi di malattie sociali come la corruzione, l'economia nera, la criminalità organizzata. Oggi, dopo la nuova Grande depressione, abbiamo sì un nuovo sistema di imprese, ma una politica e uno Stato vecchi. Il miracolo non è stato accompagnato da una parallela evoluzione delle istituzioni: sono proprio queste mancate riforme a gravare sul sistema Italia e a impedire di costruire un solido sviluppo. Solo sciogliendo finalmente i nodi che ci trasciniamo da decenni, solo curando la miopia della politica e l'inadeguatezza dello Stato si può pensare seriamente di affrontare i grandi problemi dell'occupazione e del Mezzogiorno e le grandi malattie sociali, e uscire così dal buco profondo in cui ci troviamo.

L'economia che serve

Colombatto Enrico
Giappichelli

Non disponibile

22,00 €
Questo volume, accessibile a un vasto pubblico, si propone come una guida rigorosa per coloro che desiderano familiarizzarsi velocemente con i concetti essenziali dell'economia, acquisendo gli elementi chiave in forma seria, sistematica e facilmente comprensibile. "L'economia che serve" costituisce l'introduzione ideale per gli studenti che si avvicinano all'economia provenendo da altre discipline: utilizza solo una limitata parte del gergo economico ed è costruito in modo che molti capitoli possano essere letti in modo indipendente dagli altri. Inoltre, queste pagine intendono incoraggiare il lettore a considerare alternative ad alcuni luoghi comuni, a riconoscere la necessità dei giudizi di valore, e ad adottare un modo di pensare innovativo.

Fondamenti di politica economica....

Acocella Nicola
Carocci

Non disponibile

40,60 €
Le prime parti del libro analizzano le ragioni per le quali la "mano invisibile" del mercato debba essere guidata dalla "mano visibile" dello Stato. Successivamente si esamina il modo per impostare razionalmente l'attività pubblica e il concreto processo di formazione ed esecuzione delle decisioni pubbliche. Il libro passa, poi, a trattare dei singoli obiettivi e strumenti dell'azione pubblica in ambito micro e macroeconomico. L'ultima parte ritorna sulle questioni di impostazione relazionale della politica economica, con l'analisi dei problemi della coerenza temporale delle decisioni e del coordinamento, interno e internazionale, dell'azione di separate autorità politiche.

Elementi di economia politica

Cozzi Terenzio
Il Mulino

Non disponibile

26,86 €
Il testo si caratterizza per il livello più introduttivo e per il taglio maggiormente discorsivo rispetto all'opera originaria di cui è una versione ridotta. Si è conservata la trattazione grafica e analitica solo dei modelli più importanti e la maggior parte delle dimostrazioni matematiche è stata sostituita dalla descrizione verbale dei concetti fondamentali. Inoltre gli argomenti ritenuti troppo specifici sono stati eliminati. Per la stessa ragione sono stati eliminati anche gli esercizi posti al termine dei capitoli.