Economia politica

Filtri attivi

Economia dell'unione monetaria

De Grauwe Paul
Il Mulino 2019

Disp. in libreria

35,00 €
Nella nuova edizione di questo testo è stato introdotto un nuovo capitolo su "Decostruire l'Eurozona", che esplora le possibili implicazioni di Brexit: l'impatto sia sul paese uscente sia sulla stessa Eurozona. Troviamo anche l'analisi delle iniziative per rafforzare la sostenibilità della zona euro (ad esempio Unione bancaria, Assicurazione di disoccupazione) e un'ampia discussione sul quantitative easing da parte della BCE e i suoi effetti.

Il macigno. Perché il debito...

Cottarelli Carlo
Feltrinelli 2018

Disp. in libreria

9,00 €
Sono decenni che gli italiani lo sanno: il debito pubblico è un problema spaventosamente grande, tanto che sembra troppo enorme per essere affrontato. Solo Carlo Cottarelli può riuscire a raccontare in termini chiari e trasparenti come stanno davvero le cose, spiegando i concetti fondamentali senza tecnicismi e utilizzando una miriade di esempi che nascono dalla sua esperienza di dirigente al Fondo monetario internazionale e di commissario per la Revisione della spesa. Dopo il successo conseguito con «La lista della spesa», Cottarelli torna quindi a illuminare i conti pubblici italiani, puntando l'attenzione sul debito: come si forma? Perché è così difficile ridurlo? Come mai è così importante per l'economia delle nazioni? Ci si può convivere, e in che modo? Cottarelli ha avuto esperienza diretta di molte crisi generate dal debito pubblico, come quella italiana che portò alla caduta dell'ultimo governo Berlusconi e quella greca degli ultimi anni, e può quindi illustrare rischi e opportunità delle varie, possibili soluzioni del problema: da quella più combattiva (non ti pago!) a quella più ortodossa (l'austerità), fino al cauto ottimismo di una possibile via di buon senso, fatta di credibilità, crescita e attenzione al lungo periodo.

Nuovi lineamenti di economia politica

Corsi Marcella; Roncaglia Alessandro
Laterza 2017

Disp. in libreria

28,00 €
Un libro per tutti coloro che vogliono avvicinarsi per la prima volta all'economia politica: dalle principali teorie e questioni dell'economia contemporanea al funzionamento istituzionale del nostro sistema economico.

Elementi di economia politica....

De Rosa C. (cur.); Milano G. (cur.)
Edizioni Giuridiche Simone 2016

Disp. in libreria

10,00 €
Con gli Elementi bastano pochi giorni per prepararsi a esami e concorsi. Gli Elementi sono testi avanzati e aggiornati, dal taglio semplice e sistematico, concepiti per uno studio rapido ed efficace e si caratterizzano per: due livelli di lettura: il primo (in carattere più grande) per fissare le nozioni essenziali; il secondo (in corpo più piccolo) per rifinire la preparazione; box di approfondimento sugli aspetti più significativi e controversi della materia potenzialmente oggetto di domanda d'esame; esempi chiarificativi; linguaggio chiaro e d'immediata comprensione; uso del corsivo e del neretto per individuare rapidamente percorsi di lettura e concetti fondamentali.

Il neo feudalesimo economico ai...

Cunego Marco
Emia Edizioni 2020

In libreria in 10 giorni

15,00 €
Oggi i figli stanno peggio dei padri. Inutile nasconderci la verit si sta davvero peggio di "prima"! E non certo solo per il Covid-19. La situazione economica e sociale del nostro Paese, e non solo, peggiorata a cominciare dagli anni Novanta. Capire le ragioni fondamentali di questa constatazione pupermetterci di tornare all'unica politica economica realmente espansiva - il keynesismo - consentendoci cosdi contrastare quel gigantesco sistema di accentramento della ricchezza in poche mani che va sotto il nome di "neo feudalesimo economico". Un vero e proprio Leviatano, esiziale e spietato, che proprio come un letale virus sta portando alla progressiva distruzione del ceto medio. In gioco non c'solo lo sviluppo, ma anche e soprattutto la nostra democrazia.

Scambio, valore e capitale. Scritti...

Menger Carl
IBL Libri 2019

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Questa raccolta comprende le parti dei "Principî di economia politica", delle "Ricerche sul metodo delle scienze sociali" e gli altri scritti nei quali si sviluppa il confronto di Carl Menger con Adam Smith. Menger riteneva che gli errori di Smith fossero pari alla sua grandezza e, elaborando un "teoria generale dell'azione umana", dello scambio, del capitale e della nascita ed evoluzione delle istituzioni sociali fondata sulla teoria dei bisogni e dei valori soggettivi, si proponeva di trarre la scienza economica e la filosofia delle scienze sociali dall'impasse nella quale, a suo avviso, era finita. Si tratta di una critica radicale, che giunge fino al punto di fare di Smith un involontario precursore del socialismo e che vale la pena di ripensare, anche perché con essa Menger prende le distanze tanto dal "laissez-faire", quanto dalla teoria della "invisible hand", ponendo le premesse per quel distacco dall'economia politica classica che sarà sviluppato dai successivi esponenti della Scuola Austriaca in una nuova e influente filosofia politica liberale.

Il macro-mangement per le aree...

Sciarelli Fabiana; Rinaldi Azzurra
Franco Angeli 2018

In libreria in 10 giorni

42,00 €
Un manuale che offre un punto di vista innovativo sul management applicato allo sviluppo delle aree deboli del mondo e, per la prima volta, propone una visione macro del management, lasciando spazio ad una dimensione di programmazione e gestione dei processi di sviluppo che intervengono per trasportare le aree deboli del mondo fuori dalle nuove forme di colonialismo internazionale verso l'autosviluppo. Dopo aver offerto una panoramica dei principali indicatori di sviluppo utilizzati e degli indici elaborati a livello internazionale, il testo affronta più specificamente il tema delle aree meno favorite. Vengono, infatti, individuati gli attori impegnati nello sviluppo e studiati i principali piani strategici ed operativi di tre paesi africani e tre asiatici. Viene quindi proposto un modello tradizionale di programmazione che introduce il project management dello sviluppo, ossia il macromanagement delle aree deboli del mondo. Un manuale di riferimento non solo per studenti dei corsi di studio di management e di economia, ma anche per manager, quadri e professionisti coinvolti nei programmi di sviluppo delle aree deboli italiane e straniere.

Compendio di economia politica

Spaziani Stefania
Primiceri Editore 2017

In libreria in 10 giorni

20,00 €
Il testo è rivolto agli studenti dei corsi di laurea di Economia, Giurisprudenza, Scienze politiche, Sociologia che devono superare l'esame di Economia politica. Utile supporto al manuale istituzionale, ma anche alla preparazione di concorsi pubblici. È strutturato in modo tale che ogni capitolo sia corredato da un questionario e da una mappa concettuale; è consigliato per il ripasso della Microeconomia e della Macroeconomia.

B-evolution. Il bottom-up...

Andorlini C. (cur.); Capelli A. (cur.); Fontana E. (cur.)
Pacini Editore 2017

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Imprese che fanno della responsabilità sociale un nuovo processo di sviluppo coeso e teso al miglioramento della comunità, giovani che stanno inventando nuovi modelli economici e che mettono al primo posto la relazione fra le persone, esperienze che arrivano dalla finanza etica, dal commercio equo, dall'agricoltura biologica e dalle nuove società benefit che tengono insieme ambiente, rispetto per le persone e visione condivisa sullo sviluppo delle nostre società. Tutto questo in un unico libro e in un unico pensiero che racconta di movimenti e di processi che si spostano e che convergono in un'area comune fatta soprattutto di scelte economiche basate su un rinnovato senso comune e un rigenerato senso di comunità. Sensi questi, non teorizzati ma agiti. Prefazione di Giuliano Pisapia.

La politica non serve a niente....

Feltri Stefano
Rizzoli 2015

In libreria in 10 giorni

17,00 €
È la prima volta che i cambiamenti della società sfuggono completamente al controllo della politica. L'innovazione si sviluppa lontano dai Parlamenti, i nuovi protagonisti sono troppo potenti e globali per essere affrontati da piccoli Stati. Uber liberaliz

Eserciziario di macroeconomia e...

Spaziani Stefania
Tangram Edizioni Scientifiche 2015

In libreria in 10 giorni

19,00 €
Il testo è rivolto agli studenti dei corsi di laurea di economia, scienze politiche e giurisprudenza che devono superare l'esame scritto di macroeconomia e/o di politica cconomica. Chiaro, semplice, sintetico, offre una breve trattazione teorica e spiega i

La mia utopia. La piena occupazione...

Brunetta Renato
Mondadori 2014

In libreria in 10 giorni

18,00 €
Herman Melville in Moby Dick immagina che nel Pequod, la baleniera comandata dal capitano Achab, viga un sistema che non discrimina, perché ciò che conta è il merito individuale, e che assegni a ciascun lavoratore-capitalista una "pertinenza", un salario, basato sulle competenze individuali e sui profitti, cosicché a tutti convenga che il capitale frutti il più possibile. È un sistema simile che in queste pagine Renato Brunetta propone anche per il nostro Paese per superare la crisi, "una grande occasione per ristrutturare, per soffermarsi a capire il mondo e le sue trasformazioni, e reinterpretare idee e teorie": una riforma radicale che preveda il passaggio da una società a retribuzione fissa verso sistemi di partecipazione dei lavoratori ai rischi d'impresa. Solo così, realizzando un "socialismo liberale" dove il salario non sarà più una variabile fissa e incomprimibile, si potrà compiere la transizione da un mondo di salariati in perenne bilico sul nulla della disoccupazione a un pianeta della piena occupazione. "Facciamo respirare la nostra società, i nostri giovani. Sviluppiamo. Investiamo. Facciamo manutenzione del nostro territorio, delle nostre case, del nostro patrimonio urbano. Restauriamo e ristrutturiamo. Modernizziamo, costruiamo le reti del nostro futuro. Togliamo la gente dalle scrivanie della pigrizia statale. Aggiusteremo la rotta in mare aperto. Questa è l'utopia positiva".

Lezioni di economia civile

Genovesi Antonio; Dal Degan F. (cur.)
Vita e Pensiero 2013

In libreria in 10 giorni

28,00 €
Antonio Genovesi può essere a ragione considerato uno dei fondatori della moderna scienza economica. L'eclettico pensatore napoletano cominciò a occuparsi quasi esclusivamente di economia, etica e antropologia solo negli ultimi quindici anni della sua vita. Primo in Europa a ricoprire una cattedra di Economia (istituita a Napoli nel 1754), poté diffondere il proprio magistero non solo in Italia ma in tutto il contesto illuminista. Le Lezioni di commercio o sia di economia civile costituiscono il corpus del corso universitario svolto da Genovesi, ma soprattutto racchiudono la summa della sua riflessione sui temi economici. Antonio Genovesi visse nella medesima epoca di Adam Smith, ne condivise la critica del mondo feudale e la convinzione che il mercato avrebbe contribuito alla costruzione di un mondo più egualitario e più libero. Ma mentre Smith aveva una visione pessimistica dell'uomo improntata all'individualismo degli interessi (il bene comune è affidato alla "mano invisibile" del mercato), Genovesi era convinto che la persona fosse l'equilibrio di due forze: quelle dell'interesse per sé e della solidarietà sociale; il soggetto gli appariva come una realtà relazionale fatta per la reciprocità. Di qui la sua idea di mercato come "mutua assistenza", una intuizione originale che oggi sta vivendo una nuova giovinezza. Le Lezioni genovesiane sono l'approdo moderno di una visione non riduttivista della scienza economica che, anche a costo di indebolire la propria incisività analitica, accetta di oltrepassare i propri confini all'interno di un più ampio discorso sulla vita civile e sul mercato, visto come espressione delle leggi che regolano la società e che non possono prescindere dalla considerazione delle virtù civili e del Bene comune. Non stupisce dunque che, nel pieno di una crisi devastante dell'economia neoliberista di mercato, il messaggio di Genovesi risulti oggi ancora più attuale che nel Settecento.

La politica economica...

Montalbano Pierluigi; Triulzi Umberto
UTET Università 2012

In libreria in 10 giorni

33,00 €
Perché un manuale di politica economica internazionale? L'obiettivo del testo è di fornire, in primo luogo, un utile supporto didattico per gli studenti dei corsi di politica economica che affrontano il tema delle politiche e dei modelli di coordinamento dei sistemi economici a livello internazionale. In secondo luogo, il volume rappresenta uno strumento di approfondimento per tutti coloro i quali, pur non essendo specialisti della materia, a partire dai giovani orientati alle carriere internazionalistiche, sono interessati a cogliere gli elementi essenziali del dibattito sui temi attinenti alla governance dell'economia internazionale. Questo nuovo manuale di politica economica internazionale nasce, a sei anni di distanza dal precedente volume, in un contesto economico internazionale profondamente mutato a causa degli effetti derivanti da quella che è stata definita la più grave crisi economica degli ultimi anni. Gli autori hanno raccolto la sfida proponendo un manuale che affianca ai tradizionali temi delle politiche commerciali e monetarie internazionali quelli relativi alla finanza internazionale, ai flussi migratori ed ai beni pubblici globali. Essi rendono, inoltre, conto delle profonde modifiche intervenute nella riflessione degli studiosi circa l'analisi dei fenomeni macroeconomici e dei modelli di coordinamento delle politiche economiche internazionali post-crisi.

Forza, Italia. Come ripartire dopo...

Emmott Bill
Rizzoli 2010

In libreria in 10 giorni

19,50 €
Dopo aver definito Berlusconi "inadatto a guidare l'Italia" si è sentito accusare di essere "anti-italiano". E per provare il contrario, ha viaggiato per un anno intero su e giù per la penisola. Dal Politecnico di Torino alla Fiera Addiopizzo di Palermo, da una chiacchierata con Nichi Vendola a un'udienza con Giorgio Napolitano, dai capitalisti toscani agli inventori pugliesi, Bill Emmott, giornalista inglese innamorato dell'Italia, ha visto cose che molti italiani non possono nemmeno immaginare. In questo libro, racconta il suo viaggio in una nazione molto più sfaccettata, colorata e ricca di creatività e voglia di fare di quella "ufficiale". Perché giudici efficienti come il torinese Mario Barbuto ottengono risultati, ma solo lottando contro una gestione della giustizia straordinariamente lenta e farraginosa. Imprese all'avanguardia come la napoletana Tecnam crescono, ma intralciate dalle pastoie di una legge sul lavoro troppo garantista. L'analisi di Emmott non fa sconti: non sarà con il voto di simpatia che l'Italia si risolleverà dalle ultime posizioni nelle classifiche mondiali. Perché l'intera storia del Paese è quella di una lotta continua tra Buona Italia e Mala Italia e quest'ultima, al momento, sta vincendo. Ma non deve per forza essere sempre così, e dalla riforma elettorale a quella della giustizia, dal rinascimento accademico a quello imprenditoriale, per una nazione che sappia ritrovare l'orgoglio e la buona volontà le vie da percorrere sono molte e sono aperte.

Maledetti economisti. Le idiozie di...

Ricossa Sergio
Rubbettino 2010

In libreria in 10 giorni

14,00 €
Con questo libro, Sergio Ricossa fa un prezioso dono al vasto pubblico. Mette al servizio dei "non addetti ai lavori" il suo esteso sapere e la sua inesauribile ironia. E ne viene fuori un testo che con mano lieve trascina il lettore in un affascinante e d

L'Europa dei divari. Il difficile...

Boccella Nicola
UTET Università 2008

In libreria in 10 giorni

11,50 €
Il primo gennaio 2007 l'Unione Europea, con l'adesione di Bulgaria e Romania, ha completato il quinto allargamento. Con i suoi 27 stati membri, l'Unione costituisce attualmente la più vasta area integrata del mondo industrializzato, sia dal punto di vista geografico, dall'Atlantico agli Urali, sia in termini di potenzialità economica. A distanza di oltre tre anni dall'avvio di questo processo è oggi possibile tentare un primo bilancio. Il quinto allargamento rappresenta uno dei progetti più ambiziosi mai intrapresi dall'UE ma anche una delle sfide più difficili mai affrontate. L'ampliamento, infatti, ha determinato l'aggravamento di questioni preesistenti e l'emergere di problematiche nuove. L'Unione allargata continua a presentare divari economici che rischiano di determinare il formarsi di subaree a diverso sviluppo, compromettendo alla radice la realizzazione di una piena integrazione. Un'ulteriore sfida che l'Unione europea "allargata" si troverà ad affrontare concerne la gestione dei rapporti con i nuovi "vicini" e le relative questioni di sicurezza. Questo studio contribuisce ad arricchire il dibattito sugli effetti attuali di questo straordinario, quanto difficile, processo di allargamento dell'Unione attraverso una riflessione critica volta a metterne in luce costi e benefici. Per questo è un libro prezioso che aiuta a capire che cosa sta succedendo in Europa oggi e che cosa dobbiamo attenderci nel futuro prossimo.

L'economia del tempo e dell'ignoranza

O'Driscoll Gerald
Rubbettino 2002

In libreria in 10 giorni

25,00 €
Il testo di Gerald O'Driscoll e Mario J. Rizzo intende offrire al lettore la più sistematica e aggiornata riesposizione della teoria "austriaca". Il volume è stato pubblicato originariamente nel 1985.

Corso di istituzioni di economia....

Gioia Vitantonio
Manni 2002

In libreria in 10 giorni

16,00 €
Il volume si propone di presentare gli elementi di base della teoria economica avendo cura di spiegare tutti i passaggi del ragionamento economico nei vari argomenti trattati. La struttura modulare ne consente un utilizzo flessibile. L'approccio del testo collega l'esposizione delle teorie alle relative tematiche di storia del pensiero economico, in modo da suggerire al lettore un'attitudine critica nello studio. Una prima parte percorre la nascita della scienza economica dal mercantilismo all'economia classica, prima di affrontare gli argomenti standard della microeconomia di origine marginalista.

Oltre il Novecento. La politica, le...

Revelli Marco
Einaudi 2001

In libreria in 10 giorni

14,46 €
I "peccati capitali" del comunismo, la militanza politica, il Sessantotto, la globalizzazione, le nuove figure del lavoro: il testo di Marco Revelli si misura con i paradigmi politici del Novecento in una riflessione critica che ha al suo centro la crisi dello Stato-nazione come luogo sovrano dell'agire politico, mentre le forme tradizionali di organizzazione politica vanno dissolvendosi.

Il mondo ridotto a mercato

Latouche Serge
Edizioni Lavoro 2000

In libreria in 10 giorni

10,33 €
L'economia capitalistica è per sua natura mondiale. La transnazionalizzazione delle imprese e dei mercati, favorita anche dallo sviluppo dei mezzi di comunicazione, lo ha reso evidente rafforzando il processo di globalizzazione dell'economia. In questo volume Latouche prende in esame le conseguenze del processo di globalizzazione sulle istituzioni politiche, in particolare sullo Stato-nazione, sulla politica, sull'ambiente e sulla cultura, evidenziando le colpe della mondializzazione e del "pensiero unico", mostro generato dal liberalismo, nemico dell'illuminismo e del welfare.

Conoscenza, competizione e libertà

Hayek Friedrich A. von
Rubbettino 1998

In libreria in 10 giorni

12,91 €
Le idee liberali del pensatore austriaco in una esauriente e ricca antologia.

Autobiografia di un liberale. La...

Mises Ludwig von
Rubbettino 1996

In libreria in 10 giorni

11,36 €
In questa autobiografia Ludwig von Mises mette a nudo le radici anticapitalistiche del nazismo e del comunismo. Mercato e Stato di diritto, secondo l'autore, nascono e muoiono insieme. E, se ogni totalitarismo porta ineluttabilmente alla morte del mercato e della libertà, lo stesso interventismo è un cancro che progressivamente invade l'intero corpo sociale e produce inefficienza, distruzione delle risorse nazionali, corruzione e negazione di ogni diritto.

La ferita dell'altro. Economia e...

Bruni Luigino
Marietti 2020

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Le nostre societstanno naufragando verso una condizione umana senza gioia, all'origine della quale anche la grande illusione che il mercato, o l'impresa burocratica e gerarchica, ci potesse regalare una buona convivenza senza dolore, ci facesse incontrare un altro che non ci ferisse, che non combattesse ma semplicemente scambiasse innocuamente con noi. Le tante esperienze di economia sociale, civile, di comunione, di ieri e di oggi, ci dicono questo: il mercato pudiventare luogo di vero incontro con l'altro purchsi apra alla gratuit purchnon fugga dalla ferita dell'altro. Ci sono un'immagine e un'intuizione all'origine di questo testo: l'immagine e il combattimento di Giacobbe con l'angelo narrato dal libro della Genesi, e l'intuizione correlata l'indissolubile legame presente in ogni autentico rapporto umano tra "ferita" e "benedizione" Un tentativo autorevole e originale per comprendere qualche dinamica meno visibile delle cause della crisi epocale che stiamo attraversando - che una crisi essenzialmente delle relazioni umane - e aprire un coraggioso e appassionante discorso di futuro.

Fondamenti di politica economica

Acocella Nicola
Carocci 2020

In libreria in 3 giorni

59,00 €
Nel libro - giunto alla sua quinta edizione, pubblicato in inglese (Cambridge University Press), cinese, polacco e croato - si discutono anzitutto le ragioni per le quali la "mano invisibile" del mercato debba essere guidata dalla "mano visibile" dello Stato. L'analisi sia dell'impostazione razionale dell'attivitpubblica (programmazione) sia del concreto processo di formazione ed esecuzione delle decisioni pubbliche consente poi di affrontare numerose questioni concrete di politica economica interna ed internazionale. Le principali modifiche introdotte in questa edizione riguardano una generale revisione del contenuto, l'aggiornamento dei riferimenti bibliografici alla luce delle nuove tendenze dottrinarie, una diffusa applicazione ai problemi posti dalla recente crisi finanziaria ed economica dei concetti contenuti nel testo, la presentazione delle numerose innovazioni nelle politiche dell'Unione europea e di altri organismi internazionali.

Per un'Europa pi? competitiva,...

Letta Enrico
Ecra 2020

In libreria in 3 giorni

5,00 €
Nel volume l'intervento tenuto a Roma il 22 novembre 2019 in occasione della "lectio cooperativa" in occasione dell'Assemblea annuale di Federcasse (Federazione italiana delle Banche di Credito Cooperativo - Casse Rurali). Una riflessione sullo "stato di salute" dell'Europa, sugli scenari economici e finanziari, sul cambiamento tecnologico, geografico e demografico che stiamo vivendo negli ultimi anni. Ma anche una riflessione sull'Europa ancora da costruire, picompetitiva, inclusiva e cooperativa, dove l'Italia potr e dovr svolgere un ruolo da protagonista.

Jacopo Mazzei. Il dovere della...

Moioli Angelo; Pagliai L. (cur.)
Studium 2020

In libreria in 3 giorni

39,00 €
Gran parte dei saggi raccolti in questo volume, incentrato sulla figura di Jacopo Mazzei (1892-1947), docente di Politica economica internazionale e presidente delle principali istituzioni culturali fiorentine, sono la formalizzazione degli esiti di una ricerca che si avvalsa dell'inedita documentazione conservata nel suo archivio privato e della sua biblioteca professionale. In esso sono confluiti i punti di vista di pidiscipline scientifiche per analizzare vari aspetti e temi della sua formazione, dell'impegno come cattolico e dell'attivitaccademica svoltasi interamente negli anni cruciali del fascismo, prima presso l'UniversitCattolica di padre Gemelli, poi presso l'Istituto Superiore di Scienze economiche e commerciali di Firenze. Sebbene, i frutti di questa ricerca non vogliano delineare un quadro di riferimento definitivo su Jacopo Mazzei, essi perpossono mettere alcuni punti fermi su alcuni aspetti nevralgici del tempo, porre interrogativi su altri soltanto approssimati, ed essere premessa per ulteriori ricerche. Con i contributi di: Francesco Bertini, Lorenzo Bini Smaghi, Pietro Cafaro e Giovanni Gregorini, Giovanna Carocci, Giampaolo Malgeri, Filippo Mazzei, Lapo Mazzei, Maria Grazia Melchionni, Luca Michelini, Angelo Moioli, Mauro Moretti, Letizia Pagliai, Valentina Sommella.

La controversia sul metodo...

Leser Emanuel; Menger Carl; Dietzel Heinrick; Grillo E. (cur.)
Rubbettino 2020

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Sono qui tradotti tre scritti "inediti" che vanno considerati come i certificati di nascita autentici della celebre controversia metodologica del secolo XIX nota come "Methodenstreit". Essi portano la firma di Emanuel Leser, autorevole esponente della Scuola storica degli economisti tedeschi che per primo contestnel 1883, in una delle piprestigiose riviste economiche dell'epoca, le tesi basilari delle Ricerche sul metodo delle scienze sociali e dell'economia politica in particolare di Carl Menger, capostipite della Scuola marginalista austriaca; dello stesso Menger, che le difese in una dura replica indirizzata alla stessa rivista; e di Heinrich Dietzel, solo recentemente riconosciuto come un "classico" del pensiero economico tedesco, che la pubblicall'interno del proprio lungo saggio di radicale revisione analitica dell'intera controversia alla luce di princi "neoricardiani" integrativi del marginalismo. Sta di fatto che all'anagrafe di una straripante esegesi storiografica piche secolare, tali documenti fondamentali risultavano virtualmente smarriti, fino a che Enzo Grillo non li ha sottratti alla damnatio memoriae.

Lavoro e salari

Stirati Antonella
L'Asino d'Oro 2020

In libreria in 3 giorni

18,00 €

Principi di economia politica....

Acemoglu Daron; Laibson David; List John A.; Macchi M. (cur.); Ricchiuti G. (cur.)
Pearson 2020

In libreria in 3 giorni

49,00 €
L'attivitdidattica e di apprendimento del corso proposta all'interno di un ambiente digitale per lo studio, che ha l'obiettivo di completare il libro offrendo risorse didattiche fruibili in modo autonomo o per assegnazione del docente. Il codice presente sulla copertina di questo libro consente l'accesso per 18 mesi a MyLab, una piattaforma digitale interattiva specificamente pensata per accompagnare e verificare i progressi durante lo studio. MyLab offre la possibilitdi accedere al manuale online: l'edizione digitale del testo dotata di funzionalitche permettono di personalizzarne la fruizione, attivare la lettura audio digitalizzata, inserire segnalibri anche su tablet e smartphone. Le attivitformative e valutative sono dettagliate nella pagina di catalogo dedicata al libro, consultabile all'indirizzo link.pearson.it/80888566 o tramite QR code.

Il mondo dopo il Pil. Economia e...

Fioramonti Lorenzo
Edizioni Ambiente 2020

In libreria in 3 giorni

20,00 €
Basato su un approccio multisciplinare che attinge alle ultime scoperte dell'economia ecologica ed evoluzionistica, oltre che delle scienze della complessite della sociobiologia, "Il mondo dopo il Pil" comincia raccontando la storia di questo indicatore, che da pidi settant'anni definisce e orienta le scelte di tutti gli attori dell'economia globale. A causa perdell'intensificarsi delle manifestazioni del riscaldamento globale e dell'aggravarsi della crisi economico-finaziaria, le critiche rivolte a questo sistema di misura sono diventate sempre piforti. Il Pil non considera infatti le esternalitambientali, restituendo cosuna visione distorta del progresso delle nazioni e delle attivitdelle aziende. Inoltre, non riconosce alcun valore nalle attivit"informali" come il volontariato, la cura delle persone e il lavoro nelle famiglie, che in realtsono la base dell'economia "formale", nai servizi ecosistemici che la natura fornisce gratuitamente alle societumane. Ancora una volta, una distorsione pesante, che induce politici ed economisti a prendere decisioni sbagliate. quindi sempre piurgente definire nuovi sistemi per misurare le performance delle economie. La proposta di Fioramonti, incentrata su un approccio istituzionalista all'azione collettiva, si basa sugli indicatori post-Pil e sulle nuove tecnologie per la raccolta dei dati, sempre pigranulari e dettagliate, per combinare riforme dall'alto e iniziative dal basso. Favorendo il passaggio da un'economia verticistica, basata sulla globalizzazione delle produzioni di massa e sull'obsolescenza, a una piorizzontale, pipersonalizzata e attenta ai bisogni delle persone e delle comunitlocali, questo approccio pucondurre alla piena occupazione e alla riduzione delle disuguaglianze, garantendo una prosperitdavvero sostenibile.

Smith Ricardo Marx Sraffa. Il...

Bellofiore Riccardo
Rosenberg & Sellier 2020

In libreria in 3 giorni

24,00 €
Il volume propone un percorso di lettura sull'economiapolitica classica, e su Marx, che si prolunga sino all'opera di Sraffa. Un primo filo conduttore dato da una visione della teoria del valore che non la riduce a determinazione individuale dei prezzi, ma ne sottolinea l'aspetto macrosociale: in Smith (lavoro comandato) come giustificazione del capitalismo, in Ricardo (lavoro contenuto) come base contraddittoria della teoria della distribuzione, in Marx (lavoro vivo in quanto lavoro astratto in movimento) come indagine sulla costituzione del capitale nel rapporto sociale di produzione. Contrariamente alle interpretazioni pidiffuse, le carte inedite di Sraffa, secondo l'autore, consentono di individuare una forte continuitdell'economista italiano con questo Marx. Un secondo filo conduttore consiste nella riflessione circa il destino del lavoro nel capitalismo e oltre, che passa per la messa in questione dell'antropologia smithiana del lavoro sino alla liberazionedal lavoro intravista da Keynes, a cui si oppone la marxiana liberazione del lavoro. Ne emerge una visione apertamente contraria alla centralittotalitaria dell'economico, che nelle due appendici al volume si articola con la questione della natura e la questione di genere. La trasformazione sociale legata a doppio filo a un cambiamento strutturale della domanda come dell'offerta, e alla ripresa di un protagonismo conflittuale della classe lavoratrice a partire dai luoghi della produzione.

Un nuovo mondo

Sapelli Giulio
Guerini e Associati 2019

In libreria in 3 giorni

15,50 €

Delle lezioni di commercio

Genovesi Antonio; Perna M. L. (cur.)
Ist. Italiano Studi Filosofici 2019

In libreria in 3 giorni

70,00 €
Gli "Elementi del commercio" costituiscono il testo delle dispense universitarie che raccolgono le lezioni del secondo corso biennale di economia, tenuto da Genovesi negli anni 1757-58. A distanza di sei anni videro la luce le "Lezioni di commercio o sia d'economia civile", per i tipi dei fratelli Simone, con data 1765-1767. Il testo presentato è quello della seconda edizione napoletana, in due volumi, recanti rispettivamente la data 1768 e 1770.

Neoliberismo

Mingardi Alberto
Marsilio 2019

In libreria in 3 giorni

20,00 €
«Il mondo in cui viviamo si trova in una grave situazione, le idee che chiamiamo neoliberiste rischiano di portarci alla catastrofe, ovunque». Così si esprimeva il regista inglese Ken Loach, con toni apocalittici, ritirando la Palma d'oro vinta a Cannes nel 2016. Anche lui, come altri personaggi pubblici e non, utilizzava la parola magica per descrivere l'origine di tutte le storture del mondo: neoliberismo. Che si tratti della scomparsa del lavoro o del cambiamento climatico, ogni evento di cronaca è una buona scusa per puntare il dito contro gli effetti nefasti del libero mercato e della finanza globale. Sia a livello mediatico che politico, il pregiudizio verso questo presunto ordine mondiale lo dipinge come responsabile della distruzione di ogni garanzia sociale e di aver arricchito un ristretta cerchia di speculatori senza scrupoli, a scapito del novantanove percento del mondo. La soluzione per ovviare a queste tragedie sarebbe sempre la stessa: più leggi, più controlli e, quindi, più Stato. Alberto Mingardi ridimensiona il mito del mercato pervasivo e tirannico, e mostra come in realtà di politiche neoliberiste ce ne siano state meno di quanto si crede. Il che è paradossalmente un problema: è a quel poco di neoliberismo che dobbiamo crescita e prosperità.

Il sistema nazionale dell'economia...

List Friedrich; Ingravalle F. (cur.)
Oaks Editrice 2019

In libreria in 3 giorni

24,00 €
Il sistema nazionale dell'economia politica è il libro più importante dell'illustre economista tedesco, che demolisce il dogma del libero commercio tra nazioni, utile solo ad arricchire quelle più forti e potenti, a scapito di quelle meno sviluppate e più povere. L'economia di un Paese deve basarsi sulla natura delle cose, sugli insegnamenti della storia e sulle esigenze di ogni nazione invece che sulla teoria astratta e virtuale del cosmopolitismo universale.