Tecnica bancaria

Active filters

Alle origini del capitalismo italiano

Polsi Alessandro
Einaudi

Non disponibile

18,08 €
Il fine di questo lavoro è quello di capire cosa ha significato fondare banche nei primi decenni unitari, partendo dalla constatazione che proprio le nuove banche hanno rappresentato in quei precisi anni il principale campo di investimenti della borghesia italiana in termini di capitale azionario.

Storia di una banca. La Banca...

Castronovo Valerio
Einaudi

Disponibile in libreria in 10 giorni

30,00 €
Le vicende della Banca Nazionale del Lavoro sono strettamente intrecciate alla storia d'Italia del Novecento. Valerio Castronovo ripercorre il complesso itinerario della Banca Nazionale del Lavoro dal decollo industriale in età liberale all'interventismo autartico durante il regime mussoliniano, dal "miracolo economico" alle esperienze riformiste negli anni della prima Repubblica, dal processo d'integrazione nella Comunità europea alla svolta delle liberalizzazioni e del mercato globale.

Trasparenza dei prodotti bancari....

Dolmetta Aldo A.
Zanichelli

Non disponibile

43,40 €
Il libro raccoglie le principali regole di "trasparenza" che governano i rapporti negoziali tra banche e clienti: dalla buona fede alla causa seria o utile, all'equilibrio, all'adeguatezza, ecc. E si propone, in questa prospettiva, come una rilettura articolata della parte generale dei contratti bancari, appunto "a monte" delle diverse - e nell'oggi tante - attività che la professione di banca viene ad alloggiare. Oltre che con i partners abituali di sistema (legge, vigilanza, giurisprudenza, dottrina), il lavoro si confronta in specie con le decisioni e orientamenti espressi dall'Arbitro bancario finanziario, organo di recente istituito sulla base dell'art. 128-bis TUB.

ABF e supervisione bancaria

Capriglione F.
CEDAM

Non disponibile

23,00 €
Negli ultimi decenni si è registrato nel nostro Paese un incremento della litigiosità a fronte del quale non sono state disposte adeguate modifiche del diritto processuale in grado di alleggerire l'onere di un contenzioso in continua espansione.

Le BBC banche di territorio. Il...

Baccarani C.
CEDAM

Non disponibile

35,00 €
Questo volume presenta i risultati di un percorso di ricerca realizzato nell'ambito del Centro Studi "Don Luigi Cerutti", istituito per l'approfondimento del ruolo delle Banche di Credito Cooperativo (BCC) sul territorio.

La contrattazione bancaria tra...

De Poli Matteo
CEDAM

Non disponibile

24,00 €
Questo lavoro analizza il percorso evolutivo del rapporto tra legislatore e materia contrattuale bancaria, muovendo da un'analisi storica sui codici abrogati, transitando per la disciplina codicistica dei contratti bancari, giungendo, e soffermandosi, sull'attuale legislazione speciale. Obiettivo principale dello stesso è l'analisi delle tecniche di controllo legale sulla contrattazione bancaria - "contrattazione" che ha sostituito il "contratto" nel ruolo di fattispecie - e la comprensione delle linee di politica legislativa che stanno alle spalle di quelle scelte tecniche. Sopra ogni altro, decisivo ci è sembrato lo sforzo di comprendere se il legislatore creda che la prevenzione e il controllo degli squilibri contrattuali possano essere ottenuti limitandosi a governare la fase precontrattuale - e, dunque, puntando a irrobustire la libertà e la consapevolezza della scelta negoziale (nello stesso tempo, però, conservando la valenza del principio di autoresponsabilità del contraente per la scelta liberamente e consapevolmente compiuta) -; o, per contro, se ritenga invece necessario spingersi ad apprestare forme d'intervento dirette a colpire l'assetto d'interessi prescelto dalle parti.

La riforma delle banche popolari

Capiriglione F.
CEDAM

Non disponibile

24,00 €
Il 18 febbraio u.s., all'indomani dell'emanazione del d.l. n. 3 del 24 gennaio 2015, in un seminario - organizzato dall'Università Luiss G. Carli e dalla Fondazione G. Capriglione Onlus - un panel di oratori, costituito da studiosi ed esperti esponenti del settore bancario, ha commentato i contenuti del provvedimento normativo in parola. Sono stati messi a fuoco i variegati profili disciplinari dell'importante innovazione della regolazione creditizia disposta dal Governo. La modifica del modello organizzativo delle 'banche popolari' - ora circoscritto alle sole società cooperative con un attivo contenuto nel limite di otto miliardi di euro - incide, infatti, in modo significativo sulla morfologia del settore del credito. Essa riflette esigenze molteplici: in primo luogo quella di conformare la qualificazione di cooperativa, attribuita a taluni soggetti abilitati, alla presenza nei medesimi delle caratteristiche di 'tipo' che connotano le società in parola. Da qui la necessità, avvertita dal legislatore, di far chiarezza sulle reali ragioni che, fino ad oggi, hanno indotto molti enti della categoria a restare sotto l'egida della cooperazione.