Elenco dei prodotti per la marca Rubbettino

Rubbettino

Il corpo solitario. L'autoscatto...

Bonomi Giorgio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

40,00 €
Questo terzo volume de "Il corpo solitario" è il seguito di quelli usciti, con lo stesso titolo, nel 2011 e nel 2017, sempre per le Edizioni Rubbettino, e segna la conclusione della ricerca più che decennale dell'autore su questa tematica. I tre volumi risultano la rassegna, nel mondo, più completa ed esaustiva sull'autoritratto fotografico, con artisti di tutti i Paesi, compresi tra gli anni settanta e i nostri giorni, che sono maestri affermati o giovani agli inizi, comunque tutti "artisti", sebbene di differenti livelli. In questo studio poderoso vengono presi in considerazione solo autoscatti di artisti, escludendo l'odierno fenomeno del selfie che attiene alla sociologia e non all'estetica. Attraverso la ricerca della propria identità, con il travestimento, con la narrazione, la sperimentazione, la denuncia, gli artisti pongono problemi profondi che sono psicologici ed estetici, sociali e politici. Ogni autore è presente con alcune immagini e un breve commenti critico. Il corpo viene definito "solitario" proprio perché l'opera è realizzata in solitudine: l'artista si autoscatto da solo al massimo con l'ausilio di un amico che preme il pulsante della macchina fotografica. Il corpo "solitario", inoltre, si impone nella società massificata come testimonianza di malessere ma anche come possibilità di liberazione e di salvezza.

Mondo nuovo

Miceli Jeffries Giovanna
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Le storie che intessono questo romanzo autobiografico esplorano ed elaborano l'esperienza migratoria della seconda metà del secolo scorso, dalla prospettiva adolescenziale e di donna, che si rapporta a una migrazione non scelta ma subita. L'esperienza pre-migratoria è il laboratorio in cui la narratrice bambina e poi adolescente sperimenta gli effetti dell'emigrazione nella propria casa e nella comunità e ne percepisce e subisce la precarietà, la perdita, la paura e la vergogna. Sono storie autentiche d'innocenza spezzata, di crescita, di presa di coscienza e di tenacia: il percorso del faticoso e costoso American Dream che evolve caparbiamente in un ibrido Italian Dream, costruito con sogni italiani, il lavoro in fabbrica, gli studi e la carriera accademica in America. Prefazione di Alfonso Campisi.

Giudici precari. Il lavoro senza...

Fontana Giorgio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Fra le tante questioni che scorrono nelle cronache politiche e giudiziarie, quella dei magistrati onorari è sicuramente fra le più complesse e singolari. Sono considerati funzionari "onorari", né autonomi né subordinati, impegnati in un servizio che da sempre, secondo la legge e le Corti nazionali, è ritenuto estraneo al lavoro propriamente detto. Respinta dalla Corte di giustizia europea e dal Comitato europeo dei diritti sociali, il custode della Carta Sociale Europea, questa posizione è stata considerata anche dalla Commissione europea in contrasto con l'ordinamento europeo, tanto da aprire una procedura di infrazione nei confronti del nostro paese. È?dunque un "caso giuridico" unico ma anche una vicenda emblematica della precarietà del lavoro nel settore pubblico e delle anomalie presenti nel nostro ordinamento, che il volume ricostruisce criticamente fino agli interventi più recenti e discussi. La posta in gioco, va ricordato, è entrare o rimanere fuori dal perimetro del lavoro protetto.

Mafie transmediali. Forme e generi...

Bertone M.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
I testi raccolti in questo libro, nutriti dai dibattiti che ne hanno preceduto e accompagnato la concezione, nascono dall'intento di esplorare l'attuale ecosistema transmediale per dare spazio all'analisi delle modalità di creazione, produzione, diffusione e ricezione in svariati media di opere di finzione basate sulla rappresentazione della criminalità organizzata di stampo mafioso. Senza evitare di affrontare questioni di ordine generale sui nuovi usi transmediali della narrazione, sul significato stesso di "narrazione transmediale", che hanno alimentato vivacissimi scambi e prese di posizione nello scorso decennio, l'obiettivo principale del libro è di saggiare le recenti acquisizioni critico-teoriche per far progredire la riflessione e l'interpretazione in vivo.

Giunto è il tempo della luce. Una...

Alario Leonardo R.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

60,00 €
L'opera è un'utile lettura interdisciplinare (demo-antropologica, teologica, storica) del ciclo natalizio, dall'Immacolata all'Epifania, con particolare riferimento alla grande tradizione rituale, alimentare, magica delle comunità della Calabria. I riti descritti sono letti alla luce della grande tradizione mediterranea, in cui, nel tempo sono venuti a contatto, influenzandosi notevolmente, per transculturazione, antichi riti orientali, africani, greci, latini, germanici con un processo ininterrotto di contaminazioni e di arricchimento delle singole tradizioni dei vari popoli dall'estremo Nord d'Europa all'Egitto, alle popolazioni mesopotamiche. Sono citati brani delle opere dei Padri della Chiesa, in cui si tratta del mistero del Natale, si condannano le commistioni rituali pagano-cristiane, e si contestano le diverse teorie, sorte sin dagli albori del Cristianesimo, con cui si denigrava la nuova religione. La lettura demo-antropologica tratta l'intero, variegato universo culturale, in cui è germinata la tradizione natalizia, differenziandosi, con i particolari miti, riti, credenze, azione magica, racconti, canti, ossia con quegli adattamenti alla propria realtà, attivati, nel tempo, dalle diverse comunità, della festività natalizia, diffusa dai missionari e incoraggiata dal clero, dando vita a locali tradizioni, da cui è testimoniata la visione del mondo e della vita maturata nei determinati contesti geo-antropici. Ad arricchire la già abbondante messe di testimonianze sono il CD musicale, in cui sono racchiusi 23 brani vocali e strumentali, registrati in diversi luoghi della Calabria, e il ricco corredo fotografico riguardante i riti magici, l'alimentazione, l'arte presepiale, le opere d'arte dedicate al Natale, i santini, le cartoline augurali, le letterine.

Il riscatto nella poetica di...

Autiero Carlo
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Nel racconto inserito da Jappelli nei propri giardini, le modalità con cui viene raggiunto il bene di valore ricercato grazie ai principi estetici romantici applicati, sono descritte in un terzo momento del racconto, successivo ai temi della grotta e della torre. Questa seconda parte del tema della torre ha lo scopo di far comprendere al soggetto della narrazione ed alla società intera l'esigenza del riscatto dalla crisi provata per la mancanza della libertà. La conclusione del racconto presente a Villa Torlonia fornisce la prova documentale della conoscenza dell'estetica di Solger da parte dell'architetto veneziano, che ha riflessi nei giardini jappelliani veneti. Di qui l'importanza della Villa nella storia del giardino italiano; Villa Torlonia, d'altro canto, rappresenta già di per sé, un unicum tra i giardini storici per l'ampiezza dei riferimenti letterari ad episodi e luoghi dell'Orlando furioso e per la felice, straordinaria interazione costruita da Jappelli tra poesia ed estetica. L'importanza delle modalità con cui si conclude il suddetto racconto, in cui i valori dell'infinito e del finito compaiono nel rapporto gerarchico ribaltato ed in quello corretto (rispettivamente nella villa romana e nei giardini veneti), nonché la presenza di implicazioni culturali insite nell'estetica di Solger, hanno portato l'autore a ritenere che la conoscenza dei giardini dell'architetto veneziano possa essere funzionale allo sviluppo delle capacità critiche e creative degli studenti con itinerari didattici ed all'interesse del pubblico con gite culturali. Potranno così essere apprezzate le emozioni dello stupore dell'arte, in cui si avvertono, grazie all'estetica di Solger, le premesse della nascente modernità. Il progetto di valorizzazione ipotizzato - che richiede in termini imprescindibili il completamento delle opere di restauro di Villa Torlonia per l'esigenza dei lavori indicati - non esaurisce pertanto la propria portata nel complesso museale romano in quanto gli obiettivi di valorizzazione riguardano anche tutte le altre ville storiche considerate. Prefazione di Claudio Strinati.

Filosofia salvavita. Eterno tempo e...

Girard Giorgio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,00 €
«Tendo a pensare che una "filosofia salvifica" passi largamente da un et et conciliativo degli opposti in una sorta di "rimedio al centro", rispetto a un Due dell'aut aut il quale segnala in sé stesso l'imperfezione e il limite del nostro vivere nel tempo... Un et et che ci tiene in qualche misura ancora accosto a quell'eterno che il tempo del Due, del prima e del dopo, del "così oppure cosà" dell'aut aut, ci renderà incomprensibile... Un et et salvifico perché, se non altro, dà l'illusione di mirare a quel punto centrale delle cose in cui si compendia il vero e che può essere pur solo traguardo inconseguibile nel tempo, forse nell'eterno.» Queste parole citate da quest'ultimo libro di Giorgio Girard (Cap. 3, parte II), da lui considerato un testamento spirituale, evocano la tensione di tutta una vita verso la riflessione e la conoscenza. La filosofia e la psicologia sono qui intese come antidoto al "ludibrio del vivere" e all'incertezza del tempo in cui viviamo.

Next generation Italia. Un nuovo...

De Vincenti C.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
L'istituzione della Cassa per il Mezzogiorno nel 1950 fu un fatto senza precedenti, che ha segnato le vicende dell'Italia e, in particolare, le modalità dell'intervento pubblico per la ripresa produttiva e la crescita economica, mirando alla modernizzazione dell'agricoltura, delle infrastrutture e dell'industria meridionali. Allora, si realizzò una convergenza inedita di tre scenari di riduzione dei divari economici e sociali: quello tra l'Europa e gli Stati Uniti, quello tra l'Italia e i Paesi più avanzati dell'Europa e quello tra il Sud e il Nord. Oggi, nell'attuazione del PNRR e pur in un contesto diverso, torna utile la lezione principale di quell'esperienza: l'importanza di unificare e coordinare gli interventi attraverso una cabina di regia nazionale e un sistema di governance efficace per la loro attuazione. L'obiettivo deve essere quello di un cambiamento "straordinario" e duraturo dell'Italia e del suo Mezzogiorno. Il volume è il frutto dell'elaborazione e del confronto avviati con il Convegno organizzato nel dicembre 2020 dall'Associazione Merita - Meridione Italia e dal Dipartimento di Economia dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli in occasione della ricorrenza dei 70 anni della Cassa per il Mezzogiorno.

Formiche (2022). Vol. 176: La...

Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

8,00 €
Formiche è un progetto culturale ed editoriale fondato da Paolo Messa nel 2004 ed animato da un gruppo di trentenni con passione civile e curiosità per tutto ciò che è politica, economia, geografia, ambiente e cultura. Nato come rivista cartacea, oggi l'iniziativa Formiche è articolata attraverso il mensile (disponibile anche in versione elettronica), la testata quotidiana on-line formiche.net, un sito di informazione europea in lingua inglese anthill.eu, una collana di libri, un programma di seminari a porte chiuse Landscapes ed una Fondazione onlus.

Storia del monastero e della chiesa...

Bove Francesco
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Lo studio tratta della vicenda di lungo periodo di uno dei più importanti monasteri benedettini del Mezzogiorno. Fondato dai duchi longobardi di Benevento nel sec. VIII e dedicato alla "Divina Sapienza", fu dotato di notevoli possedimenti fondiari distribuiti in un'area molto vasta che andava dalla Campania, alla Puglia, alla Basilicata fino al Molise. Esercitò notevole influenza sia sul piano culturale (nel suo scriptorium furono redatti diversi codici in scrittura beneventana), sia sul piano politico-economico contribuendo, in particolare, allo sviluppo della città in cui era situato. Nonostante l'origine longobarda il suo periodo di maggior fulgore si ebbe tra XI e XIII secolo, fase in cui Benevento raggiunse, caso unico nel regno meridionale, un sorprendente grado di autonomia. In tale periodo il monastero si arricchì di opere d'arte. Il libro ripercorre l'intero processo di crescita e di decadenza di S. Sofia evidenziandone i rapporti con le trasformazioni urbane e territoriali.

Francesco Amantea. Lo sviluppo...

Palmer A.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

32,00 €
Un privato cittadino capace di immaginare strategie di sano sviluppo per il territorio in cui vive e di cui comprende grandi potenzialità, di fronte a politici, dirigenti di istituzioni ed enti economici che finalizzano le scelte e la spesa pubblica alla durata dei propri mandati e al consenso elettorale di breve termine. La vita di Francesco Amantea, calabrese di Rossano, fra l'incrollabile fede ambientalista, la lotta senza resa contro la costruzione della centrale elettrica, l'amarezza dagli eventi contrari, l'arte fotografica per immortalare luoghi e natura meritevoli di diversi destini.

Alle origini delle scienze sociali

Infantino Lorenzo
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Quella che viene spesso chiamata «epoca della società» è stata un periodo in cui alcuni straordinari pensatori si sono dati il compito di affrancarci dalla credenza, dominante nella storia dell'umanità, secondo cui gli eventi sociali sono la conseguenza diretta della volontà di un qualche attore: un convincimento che porta ad attribuire all'intervento di altre entità quel che non è possibile imputare alla nostra azione. I fenomeni che non sono il risultato immediato dell'intenzionalità degli esseri umani (e che tuttavia sono determinati dal loro agire) vengono in tal modo trasformati nel prodotto voluto da una popolazione di forze invisibili che, evocate o di loro spontanea iniziativa, prendono parte, nel bene e nel male, alle vicende della quotidianità. Il vuoto lasciato all'abbattimento di tale credenza è stato preso dal rapporto intersoggettivo. Si è compreso che, a causa dell'interazione sociale, l'azione umana genera, accanto o in sostituzione di esiti intenzionalmente perseguiti, una sequenza di esiti non programmati. È questa la maniera in cui sono nate norme e costellazioni di norme come il linguaggio, la famiglia, lo Stato, la moneta, il diritto, il mercato. Ciò impone lo studio delle conseguenze inintenzionali prodotte dalle nostre azioni; conseguenze che possono essere di carattere negativo e positivo. Per correggere i nostri errori, è necessario individuare le condizioni che danno origine alle prime; per avvantaggiare lo svolgimento della vita sociale, è necessario individuare le condizioni che danno origine alle altre. L'analisi di queste ultime, oltre a gettare luce sul processo che ha portato alla nascita delle più importanti istituzioni sociali, ha reso possibile la «scoperta» di un modo radicalmente nuovo di rendere compatibili le azioni umane: quello in cui la scelta individuale prende il posto della prescrizione di una singola mente ordinatrice. L'autore rivisita in particolare le opere di Pierre Bayle, Bernard de Mandeville, David Hume, Charles-Louis de Montesquieu, Adam Smith; e mostra al lettore il percorso da cui sono nate le scienze sociali.

Campi immaginabili. Vol. 64-65

Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

50,00 €
Fondata ne 1990 e diretta da Rocco Mario Morano, la rivista «Campi Immaginabili» si è distinta per aver creato e consolidato proficue occasioni di confronto di idee e metodologie tra i nostri italianisti più qualificati operanti anche all'estero e quelli stranieri. Inclusa nei più importanti repertori bibliografici internazionali delle riviste di studi umanistici, si rivolge al pubblico degli specialisti di letteratura italiana e comparata, offrendo, allo stesso tempo, strumenti utili di consultazione e di aggiornamento ai docenti delle scuole secondarie e spunti e suggerimenti di lettura ai cultori più esigenti e raffinati delle lettere. Per l'apertura a tematiche vaste e complesse, l'indipendenza critica, la dimensione e il valore qualitativo dei contributi, è stata definita «lo spaccato migliore dell'Italia letteraria». Giorgio Bárberi Squarotti ha dichiarato: «La rivista "Campi Immaginabili", con i suoi saggi di carattere filologico e critico e il suo rigore scientifico - abbastanza raro oggi - è diretta in modo eccellente ed estremamente originale anche per scelta di argomenti e di autori di assoluto valore, talora addirittura mai studiati e ricondotti a una visione nuova e del tutto indipendente da qualsiasi scuola o moda o tendenza dominanti».

Sant'Umile di Bisignano

Rodari Paolo
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

10,00 €
Al secolo Luca Antonio Pirozzo (Bisignano, 26 agosto 1582 - Bisignano, 26 novembre 1637), è stato un religioso italiano dell'Ordine dei Frati Minori; beatificato il 29 gennaio 1882, è stato proclamato santo da papa Giovanni Paolo II il 19 maggio 2002. A Bisignano, piccolo centro alla porte di Cosenza, ha vissuto un uomo, Luca Antonio Pirozzo, che con la sua vita semplice è divenuto punto di riferimento per molti. Fu dotato di doni singolari. Sapeva leggere nei cuori, aveva il dono della profezia, faceva miracoli. Benché analfabeta, dava risposte sopra la Sacra Scrittura e sopra qualunque punto della dottrina cattolica tali da far meravigliare insigni teologi. Godette della fiducia dei Papi Gregorio XV e Urbano VIII, che lo chiamarono a Roma per avere i suoi consigli. Il suo segreto? In questo libro la risposta tanto sorprendente quanto semplice.

Istituzioni del federalismo....

Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

35,00 €
«La riforma dell'organizzazione pubblica, come delineata negli anni Novanta del secolo scorso e sintetizzata poi nel d.lgs. n. 165/2001, disegna un modello di amministrazione largamente tributario delle dottrine sul c.d. New Public Management. Il cardine della riforma è costituito dalla dirigenza pubblica, chiamata oramai ad esercitare poteri organizzativi comparabili a quelli dei datori di lavoro privati. La privatizzazione del rapporto di lavoro dei funzionari (e di parte dell'organizzazione) rappresenta il corollario naturale di questa premessa: attraverso questa nuova leva, si voleva consentire alla dirigenza di operare responsabilmente in funzione del conseguimento del "risultato". La presenza di una dirigenza responsabile costituisce, altresì, snodo essenziale per inverare anche un nuovo criterio di distribuzione delle competenze. Attraverso la valutazione del "risultato", inoltre, si sarebbe permesso alla politica di mantenere il controllo dell'amministrazione secondo modalità diverse dalla stretta gerarchia: da qui l'investimento del legislatore sul principio della c.d. distinzione funzionale tra politica e amministrazione, affidato al potere di indirizzo ministeriale e a successivi momenti di verifica. Le prassi successive hanno, tuttavia, segnalato debolezze, insufficienze, necessità di ripensamenti in relazione a ciascuna delle idee guida del modello originario. Volendo dedicare a questi temi un numero monografico celebrativo della ricorrenza del ventennale del d.lgs. n. 165/2001, il Comitato scientifico della Rivista ha chiesto ad alcuni studiosi riconosciuti di svolgere alcune riflessioni generali sulle riforme dell'organizzazione pubblica e sull'esperienza applicativa successiva. Nel contempo, ha deciso di indire una call for papers, rivolta a studiosi di generazioni ed estrazione diverse, per sollecitare l'emersione di ulteriori spunti di analisi su profili più specifici. L'iniziativa ha raccolto un grande successo, trovando una risposta quasi inaspettata da parte della comunità scientifica. Il numero monografico costituisce, dunque, il frutto di queste diverse iniziative. Il fascicolo si apre con tre diversi saggi, espressione di sensibilità e saperi diversi, che tracciano un quadro generale delle riforme, offrendo un bilancio complessivo delle stesse...» (Dalla Presentazione)

Expo Londra 1851. Il racconto in un...

Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

22,00 €
Il terzo volume della collana "I giornali di Minerva" è dedicato ad un giornale insolito perché stampato per un'occasione particolare. L'occasione è la grande Esposizione universale di Londra, che è anche il titolo del settimanale durato dal 24 maggio al 2 dicembre 1851. L'Inghilterra è nel pieno dell'epoca vittoriana e della rivoluzione industriale. È probabilmente la prima potenza in Europa e intende mostrare al mondo intero la sua forza. L'esposizione è la prima ad essere universale ed è una grande vetrina che può illustrare il successo raggiunto non solo sul piano economico ma anche su quello sociale. Nel regno di Sardegna Cavour segue con interesse quest'avvenimento e decide di partecipare; ma questo non gli basta. Vuole anche un organo di informazione che segua quasi quotidianamente ciò che succede a Londra e informi l'opinione pubblica. Nasce così il giornale che si potrà avvalere in gran parte di giornalisti francesi, ma anche di studiosi o letterati piemontesi. E il successo sarà enorme. Il giornale oltre tutto è arricchito di tante e belle illustrazioni che ancora adesso ci comunicano l'idea di un grande progetto. Già a partire dal luogo in cui l'Esposizione si svolge, un palazzo interamente di cristallo all'interno di Hyde Park, si vive un'atmosfera fatta di creativa operosità e di abbondanza. Gli articoli non sono soltanto descrittivi, anche se i prodotti innovativi sono veramente tanti; trovano posto anche approfondimenti sia in materia economica che di organizzazione sociale scritti da importanti intellettuali dell'epoca. È significativa anche la presenza di una rubrica dedicata interamente alle donne, che dimostra quanto il giornale voglia presentarsi come un foglio di informazione per tutta la famiglia. Un'ultima annotazione: la pubblicità. Siamo proprio agli inizi della pubblicità sulla stampa periodica. Gli annunci non hanno una posizione definita e spesso sono contigui e quasi confusi con gli articoli. La storia del giornalismo moderno è solo agli inizi.

Pulcherrima civitas Castriboni....

Cancila Orazio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

40,00 €
Frutto di mezzo secolo di ricerche in archivi italiani e stranieri, il volume ripercorre le vicende sino ai nostri giorni non solo dei castelbuonesi dalla fondazione nel 1317 del castello "buono" da cui il loro paese ha preso il nome, ma anche dei loro antenati che vissero a Ypsigro, come si chiamava il borgo di origine bizantina anteriormente agli anni Venti del Trecento, quando prevalse il toponimo Castelbuono. Nella carenza di fonti sui primi due secoli di vita del paese risaltano nel Trecento le figure del conte Francesco I Ventimiglia e nel Quattrocento del pronipote Giovanni I Ventimiglia, dal 1436 marchese di Geraci, il personaggio più prestigioso della lunga storia della famiglia e della storia castelbuonese. Con la seconda metà del Quattrocento il quadro si allarga e cominciano a scorrere via via in rapida successione i momenti cruciali del paese, i potenti signori feudali, le loro imprese e le continue crisi finanziarie, la loro plurisecolare munificenza alla quale Castelbuono deve non poche opere d'arte, l'aspro contenzioso con la popolazione prolungatosi da metà Settecento per quasi tutto l'Ottocento. E ancora i castelbuonesi con le loro attività economiche, religiose e artistiche e con i loro momenti di follia sfociati in violenti atti di sangue e saccheggi: ricchi e poveri, pastori, contadini, artigiani e commercianti forestieri spesso naturalizzati, religiosi, uomini di cultura, scienziati, amministratori pubblici e più tardi anche prestigiosi uomini politici. All'ombra del potere feudale sorgono tra Sei e Settecento i primi baroni e poi altri ancora nell'Ottocento. E si affermano nuove famiglie che dominano la scena sino a fine Ottocento. Né sono trascurate le donne: religiose, mogli, vedove, figlie di buona famiglia ribelli alla volontà dei padri. La crescita demografica del Cinque-Seicento favorisce uno sviluppo urbanistico impressionante, con la nascita di nuovi quartieri e la costruzione di parecchi conventi e chiese, tra cui la Nuova Matrice. In aggiunta alle attività tradizionali della pastorizia e dell'olivicoltura, si sviluppano nuove produzioni, quella della seta e poi quella della manna, un prodotto che ha dato ai castelbuonesi grandi gioie e grandi amarezze e di cui il volume ricostruisce l'intera vicenda. Sorgono di tanto in tanto diverse attività proto-industriali (lanifici, fonderie, vetrerie, cartiere e ancora fonderie) dalla vita breve e tormentata. Molto spazio infine è dedicato agli ultimi due secoli, sia perché la documentazione è assai più ampia, sia perché meno trattati dalla storiografia e quindi nel complesso scarsamente conosciuti: una conoscenza spesso affidata alla memoria familiare che il tempo scolora e talora stravolge.

Italia ed Europa: si riparte ma...

Baldassarri Mario
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Tra il 2000 ed il 2019, prima del Covid, l'Italia è stato l'unico Paese europeo che ha ridotto il proprio reddito reale per abitante: avevamo 27.327 euro nel 2000, abbiamo avuto 27.104 euro nel 2019. Nel 2022 anche l'Italia recupererà il pozzo del COVID 2020 ma, dopo il grande rimbalzo, avremo un Pil pro-capite di 27.433 euro che ci farà tornare al 2000. Venti anni fa però eravamo "sopra" la media europea del 20% e sopra la media dei Paesi Euro del 3%. Nel 2022 saremo "sotto" la media europea del 7% e "sotto" quella dei Paesi Euro del 15%. I fondi del PNRR sono determinanti per riprendere la crescita ma il loro effetto tenderà ad esaurirsi dopo il 2024. Con le Riforme Strutturali (riforma fiscale, pubblica amministrazione, giustizia e concorrenza) potremmo crescere attorno e sopra il 3%. Solo così potremmo tornare alla media europea nel 2032 ed a quella dei Paesi Euro, nel 2037. Abbiamo quindi tre anni di riforme da fare se vogliamo recuperare il ventennio Perduto. Nel mondo, da oltre venti anni, viviamo nella "globalizzazione" a fronte della quale non c'è un governo "globale". È urgente formulare, all'interno del G20, un "comitato esecutivo", un nuovo G8 che rappresenti e rispecchi la nuova mappa economica del mondo del XXI secolo. In questo contesto è necessaria ed urgente un'entità "politica" europea in grado di partecipare alla costruzione di un nuovo governo mondiale con le altre grandi aree del pianeta. Occorre allora pensare subito a rendere permanente il NGEU e a ridefinire i parametri di un nuovo Patto di Stabilità e Crescita.

GeoTrade. Rivista di geopolitica e...

Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
GeoTrade è un un progetto di AWOS - A World of Sanctions. AWOS è un'associazione che promuove il confronto tra imprese ed istituzioni sui temi delle sanzioni economiche e finanziarie internazionali, dell'export control e di tutte le restrizioni al commercio estero causate da rischi geopolitici. Mette a sistema know-how e professionalità per accrescere nelle imprese la cultura e la consapevolezza sulle restrizioni commerciali.

Oltre il rancore. Viaggio nel ceto...

Risso E.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Gli elementi caratterizzanti l'animus della middle class italiana, che la distinguono dagli altri segmenti sociali, possono essere descritti in un decalogo (vedi in particolare il sesto capitolo di Risso): una minor presa del senso del dovere; una maggiore valenza degli aspetti relazionali quali amicizia e equilibrio; una certa attenzione alla cultura; la ricerca di una vita dinamica e vitale; una maggiore valenza del tema sicurezza; il maggior peso del concetto di forza; una maggiore pulsione verso l'essere una persona aperta; una minore propensione alla leggerezza fine a se stessa; una non particolare propensione alla spiritualità e al credo; la ricerca del bello, dell'eleganza e dell'ammirazione. La middle class ha ampiamente abbandonato la volontà di realizzare nuovi futuri sociali, ma è concentrata sul dare valore alle cose che "costituiscono il tutto dell'esistenza", che generano senso narrativo per sentirsi su un gradino nella scala sociale più alto o particolare e differente. Gestire il tempo, dimostrare la distanza dagli altri, mangiare in modo ricercato, teatralizzare il proprio sapere e quello dei figli, mostrare il peso e il valore delle proprie relazioni sono i tratti complessivi del copione dell'esistenza che piace mettere in scena a una gran parte del ceto medio. Il quadro che esce dalla lettura di "Oltre il rancore" è a tinte fosche: il pessimismo ha preso il sopravvento, gli stati di conflitto sembrano nuvole all'orizzonte, l'infragilimento è complessivo. Eppure, abbiamo il dovere di leggere più in profondità i tentativi di risposta del ceto medio italiano. Occorre volgere lo sguardo anche alla sua resilienza, alla sua indomita costruzione di filiere produttive e di senso per il lavoro, al ripensamento nei gusti e nelle aspirazioni.

Ombre. 43 italiani dimenticati

Martino Claudio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Ombre si propone un fascio di luce su 43 illustri sconosciuti italiani, vissuti in varie epoche, meritevoli per qualche ragione di essere ricordati ma che, invece, hanno avuto la ventura di rimanere ignoti, di restare nella penombra o di entrare nel dimenticatoio non appena svanito il fugace momento di popolarità. Si parla qui, fra gli altri, del più grande mandolinista del mondo, della prima donna che vinse le Olimpiadi, dell'inventore dei coriandoli, di uno straordinario portiere di calcio condannato all'oblio da una sola partita, della Mata Hari d'Italia, dell'abate rivoluzionario che si fece poeta, del vero padre del telefono, dello scienziato che contribuì in modo determinante alla nascita dell'aspirina e della professoressa che introdusse la pallacanestro nel nostro Paese.

Cacciatore di sogni. Una vita...

Mattiroli Alfredo
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
La mia vita è stata la moda, il tessuto, i viaggi e lo sport. Ho passato sessanta anni vivendo il passaggio dai sarti all'Alta Moda, dalla confezione di massa al pret-à-porter, alla trasformazione dell'Italia da povera produttrice per conto terzi al primo paese nel mondo del lusso. Ho sempre sognato e realizzato quasi tutti i miei sogni, da qui il titolo del libro Cacciatore di sogni.

Come si fa l'avvocato

Giuriati Domenico
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Un fortunato classico della grande tradizione italiana dei galatei forensi. Come si fa l'avvocato, però, è molto di più di un manuale sul buon contegno professionale dell'avvocato. Il libro è un colpo di coda d'orgoglio, uno degli ultimi, dell'avvocatoeroe borghese ottocentesco, figura che al tempo di Giuriati aveva ormai imboccato la via del crepuscolo. L'autore, con uno stile arguto e frizzante, rivendica l'importanza dalla categoria, e ricorda tronfio come l'avvocato, armato della sola libera parola, è colui che solo è investito dell'altissimo ministero di poter correggere una ingiustizia con la forza della ragione. Nondimeno, il testo si apprezza anche per l'attualità dei temi trattati. Giuriati vede tutti i problemi dell'avvocatura e anticipa molte delle riflessioni che oggi popolano una nuova stagione di studi giusfilosofici sulla avvocatura, presentandosi ancora come una risorsa preziosa di spunti e suggestioni.

In punta di baionetta. 1860-1870:...

Gangemi Giuseppe
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
Sull'esistenza di vittime nascoste dall'esercito sabaudo sono in corso da più di dieci anni accese polemiche. Si contrappongono con toni molto duri quanti sostengono che niente è stato nascosto e quanti, invece, sostengono che migliaia di soldati sono stati sciolti nella calce per non rivelare la responsabilità dell'Esercito nella loro morte. Questo volume tenta di affrontare in termini rigorosamente scientifici questa polemica riportandola nel rigoroso ambito dell'analisi dei dati. Vengono analizzate, a questo proposito, 3.500 circa biografie di militari meridionali ricavate dai Ruoli Matricolari o da ruolini, tabelle e pubblicazioni ufficiali. Le biografie sono riferite a 1.300 prigionieri di guerra meridionali, oltre 700 soldati meridionali immatricolati nel 41° Reggimento considerato, da Alessandro Barbero, un campione rappresentativo dei 100 Reggimenti italiani, circa 1.000 soldati meridionali inviati ai Cacciatori Franchi tra il 1861 e il 1868 e 500 circa soldati meridionali trasferiti dai Cacciatori Franchi alle Compagnie di Disciplina tra il 1868 e il 1870.

Parlamento in chiaroscuro

Aloi Fortunato
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Il "tempio della democrazia" per eccellenza è stato da sempre il Parlamento. Il luogo dove i rappresentanti del popolo dovrebbero decidere in difesa di quest'ultimo. Non di rado, invece, ciò non accade. Tanti e tali sono i giuochi e gli interessi di parte che da questo Palazzo-Istituzione provengono provvedimenti poco in sintonia con i diritti ed i desiderata dei cittadini. Un altro aspetto, non secondario del tema "Parlamento", è costituito da una forma di scarsa conoscenza, quasi di mistero, che circonda ciò che avviene all'interno dello stesso. Il mistero attiene non all'attività ufficiale della Camera e del Senato ma alle varie vicende di piccoli intrighi e beghe che condizionano tante scelte e decisioni di non trascurabile rilevanza politica. Non sempre la vita nel Palazzo si svolge nel principio della chiarezza e trasparenza, anzi il "chiaro-scuro" è il frequente elemento cromatico. Da qui il titolo del libro che, attraverso la messa in evidenza di tanti "spaccati" in chiaro scuro, vuole offrire immagini e vicende di vita parlamentare frutto della trentennale presenza dell'autore nel Palazzo come parlamentare e come uomo di governo. Il tutto narrato con semplicità e ironia.

Giorgio La Pira. Diplomazia,...

Curcio G. G.
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Il volume approfondisce l'azione di Giorgio La Pira per la pace, la diplomazia e la politica del Mediterraneo. Nella prefazione Durand scrive quanto la mistica, la profezia e la politica abbiano caratterizzato il "santo sindaco di Firenze", determinando, secondo Sebastiani, una "diplomazia umanitaria" lontana dagli interessi economici e dalle troppe incrostazioni di presunte supremazie culturali. Una diplomazia atipica ma ben inserita tra le pieghe di quella ufficiale. In ambito nazionale quanto internazionale, La Pira ha praticato, secondo Bassetti, sempre la "politica dell'umano". Una politica che, come approfondisce Curcio, ricerca la pace, sul modello della lezione maritainiana, attraverso la spiritualità e l'azione. Una ricerca che con Certini diventa un realismo ancora attuale che si occupa della storia delle persone. Un realismo che si interseca, come è chiaro nel contributo di Chenaux, continuamente con il pensiero del filosofo e ambasciatore Jacques Maritain. Prefazione di Jean-Dominique Durand.

Processo a Medjugorje

Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Tutti i verbali segreti ed inediti della Commissione pontificia guidata dal cardinale Camillo Ruini che ha indagato su Medjugorje. Documenti riservati, interrogatori, veline, dossier dei servizi segreti, sopralluoghi, perizie mediche, audiocassette ritrovate: tutto quello che non si sapeva sull'unico processo mai celebrato in Vaticano per capire se quello che accade nella piccola cittadina della Bosnia Erzegovina sia un autentico evento soprannaturale o una colossale montatura. Per la prima volta a disposizione di lettori e studiosi o di semplici appassionati il materiale "riservato" del Vaticano che tra colpi di scena e depistaggi tenta di far luce su uno dei fenomeni più controversi di questi ultimi decenni. Un fenomeno - quello di Medjugorje - che appassiona e divide. E che rischia di travolgere la Chiesa cattolica. E su cui si gioca una partita pericolosa: quella di uno scisma. Si tratta di documenti importantissimi e unici prodotti di fronte alla massima autorità ecclesiastica. Ma soprattutto sono la prova documentale di un nuovo modo di affrontare - per la Chiesa cattolica - fenomeni come questi. Si passa cioè da un modo antiquato di valutare apparizioni e veggenti - costruito molte volte sulla base di pregiudizi e senza competenze specifiche e allargate - a un metodo moderno che prevede gli strumenti tipici dell'inchiesta processuale. Con l'ausilio anche di esperti in psicologia e in altre discipline. Quello che accade a Medjugorje è un lungo giallo che si snoda per quarant'anni in un Paese dilaniato da guerre e violenze, tra frati disobbedienti, fede eroica, povertà e prigionia.

Cavour prima di Cavour. La...

Rubbettino

Disponibile in libreria

13,00 €
Il libro racconta i primi quarant'anni della vita di Camillo Benso, Conte di Cavour, la parte meno nota dell'esistenza del grande statista. E poco raccontata dagli storici che si sono concentrati soprattutto sugli anni della sua stagione politica. In realtà, Cavour in giovinezza fu imprenditore agricolo, viaggiò in Europa, amò diverse donne, già sposate, e una di queste, forse la più importante, la genovese Anna Giustiniani, arrivò al suicidio per lui. Cavour era figlio cadetto e, in quanto tale, non aveva diritto al patrimonio della sua ricchissima famiglia, destinato, secondo le usanze dell'epoca, al primogenito, il fratello Gustavo. Ma questa condizione di relativa indigenza - c'era comunque il sostegno economico del padre - fu determinante, lo spinse verso attività imprenditoriali in cui ebbe molto successo: l'amministrazione delle tenute di Grinzane (Cuneo) e di Leri (Vercelli), i concimi, le ferrovie. Modernizzò i metodi di produzione sia del vino che del riso.

Mani vuote

Strati Saverio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Mani vuote è un romanzo di formazione, che gira intorno ad un sistema oppressivo costante. Una lunga vessazione che dura una vita. La voce narrante matura, attraverso le sue faticose esperienze, un senso di resistenza, un sistema di rafforzamento che mano a mano diventa sempre più solido. Un destino che Emilio, il protagonista, andrà a cercare lontano, ma che gli ha fornito le condizioni e i principi di un saper resistere alla violenza del vivere. Dalla prefazione di Giuseppe Aloe.

Re e briganti. Monarchia borbonica,...

Sonetti Silvia
Rubbettino

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Il brigantaggio fu un fenomeno permanente in tutta la storia prima del Regno di Napoli, e poi delle Due Sicilie. Il banditismo rurale costituì un elemento endemico nel mezzogiorno borbonico il cui carattere criminale fu solo l'aspetto più evidente di una più generale mobilitazione politica che fece della violenza selettiva un ulteriore strumento di risoluzione nella competizione tra progetti politici, opportunismi individuali e programmi istituzionali locali e generali. Tra il 1799 e il 1870, in tutte le congiunture di crisi o nelle fasi rivoluzionarie, il brigantaggio riemerse sistematicamente nelle aree interne diventando un'importante, e in alcuni passaggi decisiva, arma della controrivoluzione. Attraverso le ricerche contenute nei saggi, il volume si propone di spiegare la relazione tra brigantaggio, potere politico e istituzioni nel Mezzogiorno pre e post unitario. Si tratta di una prospettiva inedita che, mettendo al centro la monarchia, declina in tutta la storia del Regno i caratteri della mobilitazione controrivoluzionaria, della politicizzazione del brigantaggio e della sua funzione in molti casi assegnatagli proprio dalla monarchia borbonica.

Lo spionaggio aziendale

Vaccaro Antonio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Cos'è lo spionaggio aziendale? Quali sono gli attori generalmente responsabili di tali attività illecite? Ed il ruolo degli stati in tali situazioni? Quali sono le strategie utilizzate per l'acquisizione illecita di informazioni sensibili a scapito di imprese o interi settori industriali? E quali sono le conseguenze della digitalizzazione delle attività di business sulla questione dello spionaggio industriale per piccole, medie e grandi aziende? Quali sono i rischi reali per le aziende italiane ed europee? Questo libro analizza tali problematiche attraverso l'esamina di materiale raccolto dall'autore, in oltre venti anni di attività accademica e professionale, che include report di investigazioni penali e civili, analisi condotte da importanti think tank specializzati in temi di sicurezza economico-finanziaria, documenti recentemente declassificati da organismi di intelligence europei e statunitensi, interviste a membri di servizi segreti o agenzie di intelligence privata, esperti di compliance aziendale e dirigenti di aziende, vittime di importanti, talvolta drammatiche e rocambolesche, operazioni di spionaggio. Prefazione di Mario Caligiuri.