Elenco dei prodotti per la marca Rubbettino

Rubbettino

Staur?s. Rivista storico-artistica...

Rubbettino

Non disponibile

24,00 €
Numero speciale. Nuovi apporti e rilettura delle fonti tra Reggio e Squillace dal VI al XII secolo. Atti XIV Incontro di Studi Bizantini.

Sopravvivere a Rosarno. Una ricerca...

Rubbettino

Non disponibile

10,00 €
Questo libro nasce con l'obiettivo di analizzare e approfondire i lineamenti della presenza straniera nel territorio del comune di Rosarno: malgrado il tema dell'insediamento dei migranti nella Piana di Gioia Tauro sia al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica ormai da diversi anni, manca quasi del tutto una analisi socioterritoriale in grado di definire in modo rigoroso e scientifico un quadro d'insieme del fenomeno. Attraverso un approccio quali-quantitativo gli autori hanno svolto nel corso del 2019 una ricerca sul campo con lo scopo di fornire alle istituzioni e agli enti locali un approfondimento conoscitivo e superare l'approccio emergenzialistico che ha caratterizzato fino ad ora le politiche locali di inserimento sociale dei migranti sul territorio.

Sanit?, fare l'Unit? d'Italia. La...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Il Servizio Sanitario Nazionale sta reggendo con grande fatica alla pandemia da covid-19, grazie soprattutto all'impegno eroico del personale sanitario. Questa imprevedibile emergenza ha messo in evidenza problemi da sempre irrisolti che richiedono interventi straordinari per formare medici specialisti e per aumentare il fondo sanitario nazionale. Tutto cinon deve cadere nell'oblio: la sanitdeve continuare a essere al centro dell'agenda politica. Questo libro un contributo per la ripresa del dibattito finalizzato al potenziamento del SSN entrando nel merito delle questioni irrisolte e indica soluzioni gida tempo definite ma ancora non attuate. Alcune di queste possono liberare risorse da reinvestire nella sanit riduzione del prezzo e dello spreco dei farmaci, riduzione del consumo farmaceutico, abolizione degli aiuti fiscali concessi al sistema assicurativo che fa concorrenza al SSN con soldi pubblici. L'autore inoltre motiva la contrarietall'autonomia differenziata richiesta dalle regioni in quanto aumenterebbe il divario tra Nord e Sud: per la sanitancora pinecessario fare l'Unitd'Italia. Prefazione di Sergio Chiamparino.

La strage dei pettinai

Rubbettino

Non disponibile

12,00 €
L'anno 1848 il giorno 26 del mese di maggio, nel Comune di San Giorgio, ad un'ora di notte... siamo stati avvertiti dal clamore pubblico essere stati in quest'abitato scoperti tre forestieri portatori di sostanze venefiche e che abbiano dati indizi di volerne far uso a danno della popolazione, la quale, insorta contro di loro li ha spenti. Cosinizia il rapporto del supplente giudiziario Nicola Masci su un agghiacciante episodio di quella plurisecolare strategia del colera che seminil terrore anche in Calabria. Ma i tre poveri venditori ambulanti di pettini erano davvero degli untori? E chi mise in giro quella voce, con quali effettivi propositi? Il sospetto e l'esasperazione, quando non sian frenati dalla ragione e dalla carit hanno la trista virtdi far prendere per colpevoli degli sventurati, sui pivani indizi e sulle piavventate affermazioni, aveva ammonito Manzoni. Ma gli atti giudiziari di questa storia sconosciuta confermano altri sospetti e sollecitano altre riflessioni. L'eccidio fu infatti un episodio di una lunga strategia della tensione, i cui veri colpevoli furono condannati solo dieci anni dopo, in un processo che solo in parte sveli misteri di un'istruttoria che volutamente aveva cercato di insabbiare la verit Un episodio che in questa sottile e densa ricostruzione narrativa si rivela come un'eloquente storia d'oggi.

Le fonti di prova nel ragionamento...

Rubbettino

Non disponibile

10,00 €
Nel giudizio maturato nel processo e reso dall'organo giudicante converge una molteplicitdi saperi. L'atto principe del giudizio la sentenza che risolve un grado del processo. La sentenza, in quanto documento cosa ed in quanto atto si compone strutturalmente di una questione di diritto e di una questione di fatto. Quanto alla prima questione confluisce il sapere giuridico che il giudice e gli altri soggetti essenziali del processo conoscono per presupposizione, ferma restando la difficoltdi comprendere il reale significato e la portata di una disposizione normativa. In ordine alla seconda il fatto costituente oggetto del giudizio e descritto nel capo d'imputazione all'opposto, ignoto a tutti (tranne che al giudicabile il quale invece sa quel che ha combinato nel bene e nel male, ma che tutelato dal sacrosanto diritto al silenzio e, se parla, non gravato del dovere di dire il vero). Il procedimento probatorio altamente complesso e serve per conoscere il fatto nel merito; esso richiede la convergenza di saperi molteplici. In ogni caso il risultato, per essere giusto, deve ricostruire il fatto accaduto, perchil processo giusto non solo nella sua logicite nel rispetto delle sue forme procedurali ma anche quando perviene al un risultato di certezza e di verit si intende "oltre ogni ragionevole dubbio". Non si tratta, e non si deve trattare, di un valore illusorio: lo impone l'epistemologia e, di recente, lo stesso legislatore. Che si condanni chi realmente ha commesso il reato.

Ferrovia e dintorni. Un passaggio...

Rubbettino

Non disponibile

49,00 €
Si pupensare ad uno sviluppo alternativo di un pezzettino di Calabria partendo da un antico tracciato ferroviario dismesso? Questa la prima domanda che ci siamo posti. Senza lasciarci prendere da facili entusiasmi abbiamo seguito, per entrare nel cuore di questo tracciato, il metodo della Tartaruga con gli occhiali all'insegna della lentezza, e abbiamo scoperto il grande patrimonio antropologico, ecologico, storico che ruota intorno a questa sperduta strada di sassi. E con essa, le relazioni umane che si sono intrecciate durante i sopralluoghi o le interviste, nelle quali abbiamo voluto cogliere oltre agli aspetti tecnici, anche la passione manifesta per le cose vissute o per quelle studiate. Una linea reale ma anche immaginaria che unisce piccoli borghi, culture, lingue, bellezze, che emoziona e suggestiona. Un viaggio a tutto tondo, guidati dai narratori del Grand Tour alla scoperta del paesaggio storico, per giungere a quello attuale, tra antiche abitazioni rurali e signorili, storici opifici, antichi luoghi di culto, sorgenti: incrociando il volo di un torcicollo e di un cervo volante, la corsa di uno scoiattolo; inebriandoci col profumo della ginestra e del mandorlo in fiore o, tutt'al pi assaporando frutti spontanei o scrutando l'universo variopinto di orchidee spontanee e di fiori, i "fiori dei pigri". Ma il nostro viaggio non solo narrazione. innanzitutto un'analisi approfondita del contesto territoriale passando dall'analisi socio-economica a quella storica e legislativa, a quella paesaggistica e naturalistica, corredata da cartografie tematiche e tantissime foto. Informazioni di base indispensabili per valutare qualsiasi proposta di sviluppo, per le quali abbiamo provato a dare una nostra interpretazione supportandola da una moltitudine di interconnessioni, punti di forza e criticite da semplici proposte d'intervento. Un percorso di mobilitdolce, che unifica picomuni e dove l'itineranza, l'amore per la natura, la passione per la scoperta e la bellezza del paesaggio si muovono contemporaneamente sullo stesso asse, o per meglio dire, sullo stesso "binario".

Rivista di politica (2019). Vol. 4:...

Rubbettino

Non disponibile

10,00 €
Quarant'anni dopo: quel che resta del sogno europeo Paolo Pombeni. Contro lo Stato: il liberalismo "eccentrico" di Anthony de Jasay Alberto Mingardi. Roma e il suo mito infranto: il peso della storia, la debolezza della politica Giovanni Belardelli. L'ideologia del "socialismo nazionale": origine e fortuna di una formula politica Alessandro Campi. Il referendum sull'Europa del maggio 2019: come si riusciti a frenare l'euroscetticismo Edoardo Bressanelli, Margherita de Candia Dopo Angela Merkel: il voto in Germania nello specchio dell'Europa Silvia Bolgherini. La profezia politologica di Samuel Huntington: la politica dell'identite i conflitti post-moderni Cristina Baldassini.

Sindacalismo. Rivista di studi...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Editoriale Giulio Pastore, rappresentanza sociale e democrazia partecipata. Ricerche e interventi Leda Guidi Collaborazione, partecipazione, coprogettazione: politiche e pratiche per una cittadinanza digitale, inclusiva e competente. Paolo Venturi, Domenico Sturabotti Imprese coesive. Relazioni e territorio come leve della competitivit Paula Benevene La creazione di conoscenza, il capitale intellettuale e la centralitdelle persone nelle organizzazioni. Carlo De Masi Un nuovo ruolo partecipativo delle Associazioni Consumatori. Andrea Salini La partecipazione dei lavoratori allo sviluppo: l'orientamento della Cisl nelle conferenze stampa annuali degli anni Sessanta Notes e documenti Giulio Pastore L'impostazione economica fatta dalla Cisl valida per la liberte il benessere del mondo, Conquiste del lavoro, 24 giugno 1951. Convenzione tra Istituto Nazionale della Previdenza Sociale, Ispettorato Nazionale del Lavoro, Confindustria, Cgil, Cisl, Uil Per l'attivitdi raccolta, elaborazione e comunicazione del dato associativo, nonchper l'attivitdi raccolta del dato elettorale e per la sua ponderazione con il dato associativo.

The red swing. ?Keyline? and the...

Rubbettino

Non disponibile

14,00 €
Estate 1965. "Mariacristina! Ma da quanto tempo che stai lsull'altalena?". "Mamma, lo sai che mi piace tanto...". una domenica d'estate, pomeriggio. Mamma impegnata in cucina e ogni tanto lancia uno sguardo verso di me che, nel giardino della nostra casa, continuo a dondolarmi. Sarpassata almeno un'ora. La mia altalena bellissima. rossa. Quando mi dondolo vedo tutto il mondo alzarsi e abbassarsi intorno a me. Trentasette anni dopo. Massimo, mio marito, ha dato le dimissioni dalla sua azienda. Un giorno della scorsa primavera arrivato a casa e mi ha detto, con l'emozione nella voce: "Mi hanno parlato di una piccola impresa che produce chiavi. Pare che stiano per venderla. Provo?". "Massimo, non perdiamo l'occasione". Qualche giorno dopo siamo dal notaio: "Dottor Bianchi, firmi qui: da questo momento la Keyline sua". L'abbiamo portata sotto il controllo di Bianchi 1770, il brand della piantica societitaliana nel settore delle chiavi fondata da un avo di Massimo. Dopo aver fatto cin-cin con del prosecco, mio marito mi ha chiesto: "E se cominciassi tu a fare l'amministratore unico di Keyline?".

Etica pubblica. Studi su legalit? e...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Indice Etica Pubblica: l'inizio di una nuova avventura Paolo Mancini Saggi Le lobbies in trasparenza Introduzione Enrico Carloni, Marco Mazzoni L'attivitdi lobbying in un contesto politico in trasformazione: il caso italiano tra vincoli ed opportunitAndrea Pritoni Bandersnatch - Piattaforme digitali, algoritmi predittivi e attivitdi pressione Gianluca Sgueo Anticorruzione e regolazione del lobbying: cinque intersezioni Enrico Carloni, Francesco Merloni Expertise e guerra dei frames: il ruolo dei think tank Mattia Diletti, Marco Mazzoni Letti e riletti Luigi Curini Corruption, Ideology and Populism. The Rise of Valence Political Campaign di Luigi Di Gregorio Raffaele Cantone, Enrico Carloni Corruzione e anticorruzione. Dieci lezioni di Fabio Giglioni Note e commenti Il nuovo Registro della Trasparenza dell'Unione europea: il difficile rapporto tra cittadini, funzionari europei e lobbisti Fabio Raspadori Lobbies legali e rapporti illegali Piercamillo Davigo Il lobbying in Italia: vantaggi e rischi della regolamentazione Giuseppe Fornari Il lato oscuro delle lobbies Claudio Fava.

Abitare il futuro. I granai della...

Rubbettino

Non disponibile

12,00 €
La Fondazione Di Vagno, "pietra d'inciampo" della cultura politica di sinistra, ha l'ambizione di rappresentare un riferimento per la Memoria del Socialismo non solo pugliese: luogo di approfondimento laico e plurale delle idee, isola di passione politica e perdurante auspicio per il ritorno al Socialismo come uno dei pensieri pialti della storia recente. Nel libro si racconta in particolare della sua Biblioteca e Archivio storico, assieme al Premio di ricerca concepito come il vero Monumento a Giuseppe Di Vagno, ucciso dai fascisti nel 1921 a Mola di Bari, e le vicissitudini gia partire dal 1922. Anche se per la Fondazione [...] non sono state rose e fiori, come nel libro si narra: giacchtutto [...] parla di scommesse sentimentali e ideali, progetti di cambiamento e di rigenerazione etico-politica [...] della fatica di trovare le strade della speranza [...] in un mondo migliore nella tessitura quotidiana delle questioni amministrative, dei rapporti interpersonali, delle piccole beghe locali.

Res publica (2019). Vol. 24:...

Rubbettino

Non disponibile

12,00 €
Paolo Armellini Ecclesiologia e laicitnella teologia della storia di Rosmini Tommaso Valentini Il "personalismo liberale" di Antonio Rosmini: interpretazioni e motivi di attualitVincenzo Parisi La libertin Rosmini nel suo aspetto antropologico Giovanni Franchi Rosmini filosofo europeo nella lettura di Alois Dempf Markus Krienke Mercato e giustizia sociale Rosmini e l'economia sociale di mercato Giovanni DessHerbert Croly: realismo, visione, democrazia Odoardo Visioli La 'dualitassiale': dalla 'storia dei concetti'; a 'concetto della storia' Valerio Mori Nomos, utile del piforte e bene altrui: sul "Trasimaco" di Platone.

Moneta, sviluppo e democrazia....

Rubbettino

Non disponibile

20,00 €
Questa antologia presenta al lettore italiano alcuni dei testi fondamentali dell'Ordoliberalismo e dell'Economia sociale di mercato, pubblicati tra gli anni Venti e gli anni Cinquanta del Novecento e un'appendice che giunge ai nostri giorni, che riguardano la concezione della costituzione economica e monetaria. Essi dimostrano che la teoria politica ed economica e quelle monetarie e fiscali dell'Ordoliberalismo contrastano radicalmente con le tesi fortemente critiche di questa tradizione di pensiero. Dai saggi risulta evidente come il pensiero ordoliberale si sia venuto strutturando secondo due livelli: il primo, dovuto soprattutto a Wilhelm Rke, che integra le teorie di Walter Eucken con la teoria della persona umana, e il secondo, a cui ha contribuito principalmente Alfred Mler-Armack, che ha approfondito la riflessione sugli aspetti pipropriamente sociali. I testi di Eucken confutano la tesi secondo la quale le regole costituzionali economiche e monetarie dell'Ordoliberalismo sarebbero una sorta di gabbia di ferro.

Una popolazione a strati. Modelli...

Rubbettino

Non disponibile

18,00 €
Il libro descrive e vuol mettere in condivisione, in un'ottica di knowledge sharing (condivisione delle conoscenze), l'esperienza della stratificazione della popolazione realizzata in una delle regioni tra le pipiccole d'Italia, il Molise, che per le sue peculiarite caratteristiche purappresentare un laboratorio di sperimentazione di strumenti innovativi. Il Sistema Sanitario Nazionale e tutte le organizzazioni regionali si trovano in questo momento storico a confrontarsi con variabili come la gestione della complessitclinica dei pazienti, l'invecchiamento della popolazione e la conseguente sostenibilitdell'intero sistema. Gli operatori della sanitmoderna devono governare un mutato scenario, complesso e dinamico, determinato dall'esplosione di patologie che fino a qualche decennio fa non avevano percorsi predefiniti precisi. Il libro, anche attraverso i contributi di autorevoli firme (Andrea Urbani, Giacomo Bazzoni, Mario Morlacco, Luca Brunese, Antonio Gaudioso, Maria Teresa Bressi, Francesco Colavita, Giuseppe Massaro e Antonio Lucchetti) utili ad inquadrare il contesto da diversi punti di vista, descrive temi che stanno variando il modello di risposta che i Sistemi sanitari e le ASL devono adottare per garantire l'appropriatezza, l'efficacia e l'efficienza delle prestazioni attraverso la governance, la continuite l'integrazione dei servizi, la centralitdelle persone e del personale sanitario. La disponibilitdi flussi informativi che accompagnano il paziente e ne descrivono il percorso all'interno dei sistemi sanitari, purappresentare un'importante chiave di volta per la sanititaliana. I dati sono oggi la leva essenziale per una necessaria digital trasformation dell'intero SSN e, se ben organizzati, possono supportare la governance, a tutti i livelli, nel raggiungimento di obiettivi di riduzione della variabilitdelle cure consentendo, quindi, d'investire nel miglioramento trasversale dei processi. Lo studio osservazionale descritto anche nei risultati ottenuti, si basa sulla metodologia del Population Health Management (PHM) e sulla sua applicazione trasversale per le policy aziendali, regionali e nazionali. Abbinato alla stratificazione, il PHM consente d'identificare la popolazione di riferimento (in questo caso il Molise) in base al bisogno di salute e alla gravitdella condizione, permettendo un'attenta valutazione degli outcome di salute per definire strategie ed interventi specifici per le classi di pazienti. L'obiettivo di reingegnerizzare attraverso le evidenze i processi dell'assistenza sia a livello regionale che di ASL, rimodulando l'assistenza della persona, nel pieno principio della patient center care. Rispondere in modo piefficace alle sfide poste dalle malattie non trasmissibili (non communicable diseases, NCD) consentirdi ridurre le disuguaglianze, ponendo un accento particolare sulle popolazioni vulnerabili, stimolando una rafforzata risposta dei sistemi sanitari, piinclusiva e mirata con una piconsapevole partecipazione dei cittadini ai processi di tutela della loro salute.

L'altro Alvaro (tra letteratura e...

Rubbettino

Non disponibile

18,00 €
L'altro Alvaro quello impegnato nello sforzo di conciliare il richiamo quasi genetico (ambientale e familiare) dell'idillismo paesano con i progetti di chi vuole vivere la modernitraccontandola senza compromettere i principi fondativi del proprio umanesimo. Convinto che i tempi potessero classificarsi alla stregua di un "rimbarbarito Seicento", Alvaro ripropone un progetto di letteratura che si collochi "all'apice della cultura", come in Italia non stava piavvenendo, se non in alcune postazioni particolari (Pirandello e Bontempelli, su tutti) o in aggiornamenti di canoni gisaldamente insediati (Boccaccio e Verga) su tracciati, al presente, di un realismo ideologizzato. A questo lo scrittore amava sostituire il "magico" novecentista o dell'utopia, con almeno un dato empirico come strumento memoriale in funzione storiografica, anche di tipo inventivo. Ma non trovava la conclusione cercata: quell'Eden conciliante dell'idillio paesano che ne significasse la veritromanzesca, filtrata nella pratica narrativa quale frutto sperimentale di poetica in atto, o quell'isola felice solo ipotizzata per l'incompiuto Belmoro.

Tra controllo del territorio e...

Rubbettino

Non disponibile

16,00 €
La storia delle polizie condizionata dal carattere eminentemente pratico che caratterizza saperi e azione di queste istituzioni. La difesa del territorio e la lotta alla criminalitsono esigenze proprie di qualsiasi epoca e di qualsiasi societ Si tratta dunque di un tema che trova nel lungo periodo insostituibili chiavi di lettura, per riconoscere al meglio le molte continuite le inevitabili cesure. Il volume si propone pertanto di riflettere su quanto negli ultimi anni stato scritto in materia di storia delle polizie dall'etmedioevale a quella contemporanea, e su quali possano essere i nuovi indirizzi da percorrere per la ricerca. Il tutto facendo centro, in particolare, sulle storiografie italiana e francese.

Formiche (2020). Vol. 156: Politica...

Rubbettino

Non disponibile

8,00 €
"Formiche" un progetto culturale ed editoriale fondato da Paolo Messa nel 2004 e animato da un gruppo di trentenni con passione civile e curiositper tutto ciche politica, economia, geografia, ambiente e cultura. Nato come rivista cartacea, oggi l'iniziativa Formiche articolata attraverso il mensile (disponibile anche in versione elettronica), la testata quotidiana on-line, un sito di informazione europea in lingua inglese, una collana di libri, un programma di seminari a porte chiuse Landscapes e una fondazione onlus.

Quaderni di storia dell'Europa...

Rubbettino

Non disponibile

19,00 €
Sommario Sezione I Atti di Convegni Atti del Convegno nazionale nel 150 dell'Unitd'Italia (Roma, 5 maggio 2011) Antonello Biagini Introduzione al Convegno Angelo Sindoni Le cittitaliane (Nord, Sud, Centro) verso l'Unitdel Paese Marina Formica La citteterna nel lungo Ottocento Roma da capitale dello Stato della Chiesa a capitale d'Italia Ivo Biagianti Firenze da citt"dominante" del Granducato di Toscana a capitale del Regno d'Italia Giovanna Da Molin I centri urbani meridionali dall'ancien rime a cittdel nuovo Stato Mario Tosti Le cittdello Stato Pontificio e il processo di unificazione nazionale Tavola Rotonda Come studiare il processo di unificazione italiana. Storicite attualitSezione II Contributi per il 150 dell'UnitCristina Cenedella La classe borghese e la beneficenza a Milano dalla Restaurazione all'Unitattraverso le carte dei luoghi pii cittadini Angelo Sindoni I volontari siciliani, la battaglia di Milazzo e l'Unitd'Italia Sezione III Studi sull'emigrazione Daniele Tranchida Una mobilitparticolare verso il Nord Africa e il Levante durante il Settecento. Le caratteristiche di una emigrazione italiana misconosciuta Sebastiano Marco CicciGli Stati Uniti e la Sicilia: idee e uomini in viaggio sull'Atlantico Angelo Sindoni Luigi Sturzo, l'emigrazione italiana e il movimento cattolico Sezione IV Cinema e Storia Sebastiano Marco CicciImmagini senza sonoro: gli immigrati italiani nel cinema americano delle origini Angelo Sindoni Baar. La Sicilia di Tornatore e la Sicilia della storia Sezione V Varia Vincenzo Naymo Biblioteche private calabresi in Etmoderna nelle fonti notarili Rossana Corgiatini Giurisdizione politica e spirituale: il caso della diocesi di Pontremoli ai confini del Granducato di Toscana Maria Carmela Barca Diplomazia, mecenatismo e "religiosa magnificenza" a fine Settecento: Roma e la Sicilia

Alle origini della nuova...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
La Calabria del 1980 una regione dove succedono tante cose. C'una trasformazione della 'ndrangheta, una mutazione dei suoi caratteri originari che erano legati al mondo agricolo. Oramai la mafia calabrese ha molti interessi in citte nel campo dell'edilizia, partecipa al contrabbando delle sigarette estere, al traffico di droga, ai sequestri di persona. Adesso arrivato il tempo di avventurarsi nei marosi dell'economia e di affrontare in termini nuovi il rapporto con la politica. I mafiosi tentano di affrancarsi dal vassallaggio con la politica e candidano propri rappresentanti al Consiglio regionale e al Consiglio comunale di Reggio Calabria. Muta il rapporto con i partiti: il Pci entra nel mirino dei mafiosi che uccidono rappresentanti autorevoli di questo partito nel giro di una manciata di giorni: Peppe Valarioti a Rosarno e Giannino Losardo a Cetraro. Cos'la 'ndrangheta: frutto di arretratezza o di modernizzazione? Su questo interrogativo si scontrano il Pci e la corrente del Psi facente capo a Giacomo Mancini. un anno che vede emergere posizioni diverse dentro la magistratura dove c'uno scontro tra vecchio e nuovo, e dentro la Chiesa dove accanto al prete-padrone di Africo don Stilo c'la Chiesa di don Natale Bianchi e gli appelli di monsignore Agostino vescovo di Crotone e di monsignore Sorrentino vescovo di Reggio. Infine, c'tutta la questione sociale con il fallimento del pacchetto Colombo e le crisi industriali dal Quinto centro siderurgico a Gioia Tauro, alla Sir di Lamezia Terme, alla Liquichimica di Saline Joniche.

Filologia antica e moderna (2019)....

Rubbettino

Non disponibile

25,00 €
Articoli Menico Caroli Una nota di commento ad Aristofane, Acarnesi 33-6 Luigi De Cristofaro Il. 2.681-694: a revised short commentary. Some remarks on Thessalian components in the very early epic traditions and possible connections to Hurrian environments in Kizzuwatna Deborah De Rosa Linguisteria. Note sul significato tra Lacan e Jakobson Giulio Ferroni Dante e Maometto: nota su un libro recente Ornella Fuoco Venanzio Fortunato, carm. 6, 10: tra vita reale e riflessioni metapoetiche Roberto Gigliucci Tapeinosis. Prime inquisizioni Mario Lentano Un delitto da manuale. Svetonio, Vitellio e la declamazione Carla Riviello Enta geweorc: l'opera dei giganti nella poesia anglosassone Alessandro Turano Analisi dei personaggi e critica letteraria antica. Spunti di riflessioni alla luce di alcuni scolsofoclei all'Aiace Sabina Tuzzo Il mito della regina Didone: ricezione e memoria poetica di un mito tragico in Boccaccio Gise Vanhese La poie d'Anna de Noailles. Un parcours mythique Colloquia amicorum Maria Cristina Figorilli La canonizzazione di un poligrafo: i Marmi di Anton Francesco Doni in una nuova edizione critica Recensioni Enrico De Luca (G. D?Annunzio, Alcyone, edizione critica a cura di P. Gibellini, Venezia, Marsilio, 2018, pp. 925) Carmela Laudani (R.G. Edmonds III, Drawing Down the Moon. Magic in the Ancient Graeco-Roman World, Princeton-Oxford, Princeton University Press, 2019, pp. 474) Gioacchino Strano (The Archaeology of Byzantine Anatolia: From the End of Late Antiquity until the Coming of the Turks, by Philipp Niewner, Oxford, Oxford University Press, 2017, pp. xii + 470) Vincenzo Trombetta (Rosa Parlavecchia, Il Fondo Chigi. Descrizione catalografica e analisi bibliologica dei volumi conservati alla Biblioteca Alessandrina di Roma, Cargeghe, Editoriale Documenta, 2019 [Bibliographica, 15], pp. 733)

Prima che il Nord somigli al Sud....

Rubbettino

Non disponibile

25,00 €
Nel momento attuale i problemi causati dalla crisi economica non sono del tutto risolti; anzi, stiamo assistendo ad un continuo scivolamento in basso del nostro Paese nel quale, oltre alle crescenti incapacitdell'amministrazione statale, prevedibile che si assisterad un arretramento di alcune regioni che erano uscite dal sottosviluppo e di alcune regioni sviluppate che potrebbero passare al livello delle regioni in transizione. Il mezzogiorno si sta allungando e bisogna intervenire prima che il Nord somigli al Sud. Gli autori muovono da questa fotografia per analizzare l'esperienza istituzionale pregressa, caratterizzata da un forte centralismo paralizzante, che ha colpito nel tempo, tanto le Regioni a Statuto speciale, quanto quelle a Statuto ordinario, per poi indagare gli scenari aperti dalla differenziazione asimmetrica di cui all'art. 116, terzo comma, della Costituzione. La riflessione, che intreccia il contributo di giuristi ed economisti, coltiva la dimensione prospettica del divario territoriale per spiegare come la nuova domanda di autonomia possa costituire un vantaggio non solo per le Regioni del Nord, ma anche per quelle del Sud e per lo stesso Stato la cui riforma appare inevitabile anche per ricollocare la Repubblica nello scenario europeo e internazionale, dopo l'impasse creata dalla crisi.

Venezia

Rubbettino

Non disponibile

14,00 €

Il cinema tra le colonne. Storia,...

Rubbettino

Non disponibile

14,00 €
Da almeno un secolo, in Italia, coesistono esperienze eterogenee di critica cinematografica, che disegnano un percorso discontinuo tra passato e presente, tra stampa cartacea e Internet. Dopo un compendio di storia della critica, rivisitata dai pionieri sino ai giorni nostri, l'autore analizza metodi, forme e stili della recensione cinematografica prendendo in esame un ampio ventaglio di quotidiani, periodici, testate, blog e social network. In appendice presente una antologia di testi scelti, esemplari della vivacitdel dibattito italiano sul cinema dall'epoca del muto sino a oggi.

Men? devolution. La sorprendente...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
"Mendevolution". Una vera rivoluzione concettuale e pratica, destinata a lasciare il segno e a fare proseliti, questa dello chef calabrese di Guardavalle, Giuseppe Quaranta, che al suo ristorante "La Posta del poeta", in quel di Terranuova Bracciolini, Toscana - come racconta ai giornalisti Roberto Messina e Filippo Tronca - si imposto il totale superamento del concetto di mencon portate varie ed assortite, ma fisse, scelte dal cliente. E parallelamente a ci il decentramento, il passaggio, cio da uno stile di cucina astratto e apolide, ad uno che torna decisamente al territorio ed alla tradizione, pure se in una forte dialettica di rinnovamento. "Posso dire con orgoglio - spiega lo chef - che siamo riusciti ad elaborare una nuova filosofia di ristorazione che va oltre il piatto, riguardando anche l'economia aziendale, i tempi e modi di lavoro. Qualcosa che ho immaginato durante le mie esperienze precedenti, osservando, studiando, mettendomi anche a far di conto. Il bello, qui, che abbiamo messo in atto una scientifica operazione di semplificazione e snellimento, per offrire il massimo con il minimo sforzo, e al costo picontenuto possibile". In un posto unico e propriamente "cult" tra le delicate balze del Valdarno, questo originale, creativo e visionario guru della cucina, prepara e serve circa un centinaio di piatti che si alternano ed entrano in scena nel corso dell'anno. Ma nella quotidianit non sono pidi otto. Bisogna comunque scordarsi del tutto il rituale dello spulciare sulla carta le varie pietanze: nel davvero insolito men che non manca mai di sorprendere e al tempo stesso di soddisfare, infatti indicato solo il numero delle portate e relativo costo, davvero e volutamente accessibile a tutte le tasche... Prefazione di Federico Fazzuoli.

Riscoprire la bioetica. Capire,...

Rubbettino

Non disponibile

29,00 €
C'chi la delimita alla "clinica", chi la reputa "troppo accademica", chi la immagina "globale". Negli ultimi anni, la Bioetica sembra aver smarrito la sua identite la sua missione. Eppure, se per alcuni questa disciplina sembra caduta in disuso, a non perdere vigore e attualitsono gli attentati alla vita umana, quella nascente come quella morente, coscome gli attacchi alla procreazione e alla famiglia, fino a sfide sempre nuove e gicontroverse. L'idea di questo libro nasce dal desiderio di recuperare una delle piimportanti caratteristiche della Bioetica: un sapere di tipo pratico che educa alla realte, dunque, alla veritdell'essere umano. necessario oggi non solo dire no, ma capire perchuna certa scelta rispetta o meno il bene della persona umana e la legge morale impressa nella sua natura. La sfida riscoprire la Bioetica e la sua importanza per la "buona battaglia" in difesa della vita umana, che oggi come non mai ci obbliga a formarci. Per questo, il libro si rivolge soprattutto a chi in prima linea nell'ambito educativo o nel mondo pro-life; ma anche a chi semplicemente vuole capire pia fondo cosa si cela dietro ai fatti di attualitche toccano la vita umana e si susseguono attorno a lui. L'invito a una vera e propria "caccia al tesoro"; perchriscoprire la Bioetica significa riscoprire l'inalienabile valore della persona umana, creata a immagine di Dio, l'inviolabilitdella sua vita e l'intangibilitdel suo corpo, a scanso del riduzionismo relativista e del nichilismo di cui permeato il razionalismo moderno.

Formiche (2020). Vol. 155: Laudata...

Rubbettino

Non disponibile

8,00 €
Il nocciolo. La crisi pandemica della Cin. Storia di copertina. Capitalismo con le ali Vincenzo Paglia, Una moderna lezione francescana Stefano Zamagni, Come salvare l'ordine di mercato Oreste Bazzichi, La ricetta nelle due encicliche Marcelo Schez Sorondo, L'impegno contro moderne schiavitLeonardo Becchetti, L'economia degli scartati Samuele Sangalli, Verso una solidarietuniversale Alessandra Smerilli, Il posto della donna nella nuova oikonomia Dario E. Vigan Le responsabilitdell'uomo Luigino Bruni, Il grido della Terra Carlo Petrini, Cibo indigesto (per il pianeta) Marco Bentivogli, Un lavoro a umanitaumentata Paolo Benanti, Per uno sviluppo tecnologico gentile Giulio Dellavite, Vademecum del manager illuminato Flavio Felice, Dalle tesi francescane ad Adam Smith IDEE La questione giovanile Luciano Monti, Un muro da abbattere Tiziano Treu, I gap da colmare Mauro Pisu, Non siamo un Paese per giovani Adriano Giannola, Nel sud la faccenda si complica Giacomo D'Arrigo, Come arginare la fuga all'estero Leonardo Morlino, Il disagio tradotto in voto ESTERI Una ventata di energia sul Mediterraneo Davide Urso, La strategia europea sul tubo Fabio Tambone, Scenari energetici del Vecchio continente Francesco De Palo, Il gasdotto che viene da Israele e l'ira turca Chiara Proietti Silvestri, La soluzione russa alla disfatta del South Stream Antonello Folco Biagini Vincitori e vinti delle nuove rotte Theodoros Tsakiris Il tramonto del sogno turco della Patria blu Alessandro Politi Le mani di Ankara e Mosca sul Mare nostrum Lapo Pistelli Gli interessi in gioco Giampaolo Tarantino Alleanze nel segno degli idrocarburi Pejman Abdolmohammadi L'oro che passa per Hormuz Annalisa Perteghella South Pars avvicina Iran e Qatar Leonardo Bellodi La scelta dell'Italia Davide Tabarelli Navi o gasdotti? RUBRICHE Lo Specchio Mario Morcellini Themis Antonio Maria Leozappa Oeconomicus Giuseppe Pennisi Langolostorto Giovanni Lo Storto Mentori Enzo Argante Made in Italy Alessandra Palazzotti Ue! Antonio Villafranca In Scienza e Coscienza Luigi Ripamonti Schermaglie Fabio Benincasa Inchiostri Alessandra Micelli Benedette parole Benedetto Ippolito.

Alle origini della rappresentanza...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Victor Considerant, discepolo e divulgatore delle teorie di Fourier, anche uno dei primi ad aver formulato in maniera articolata il principio della rappresentanza proporzionale. Per quanto non ignorato, questo suo contributo al dibattito sui sistemi elettorali non mai stato analizzato nella sua origine e nel suo sviluppo. Questo lavoro rintraccia la connessione che esiste tra la concezione fourierista del mondo e l'idea di rappresentanza propugnata da Considerant. L'ideale fourierista un credo di rigenerazione sociale all'interno del quale la politica non che una fase transeunte del ciclo dello sviluppo umano, che sarsuperata con l'avvento dell'era armonica. Anche l'idea della proporzionale scaturisce da questo rifiuto della politica come gioco imperfetto e dal desiderio di sostituire ad essa un ordine sociale non conflittuale.

Democrazia e corporazione in Léon...

Rubbettino

Non disponibile

16,00 €
l nome di Léon Harmel (1829-1915) si può certamente associare alla vicenda storica del cattolicesimo sociale francese dell'Ottocento. Imprenditore e riformatore sociale, Harmel ebbe un ruolo determinante nell'apertura della Chiesa alle problematiche della società moderna. Egli non fu un teorico in senso stretto, né un pensatore politico, bensì un "realizzatore". Eppure la sua figura e la sua opera meritano una specifica attenzione. Sia perché rappresentativo, sul piano della sua stessa biografia personale, di un'epoca di grande transizione intellettuale e sociale, sia perché fu il primo a realizzare nella sua fabbrica laniera in Val des Bois la corporazione cristiana. Sorretto da una sostanziale fiducia nel popolo, Harmel crede che la ricostruzione di una nuova solidarietà di vita può venire solo dal basso; per questo si rivolge direttamente agli operai e al popolo. Fu sempre convinto della necessità di un forte movimento operaio cristiano che acquistasse influsso sulla legislazione e sull'amministrazione, che costruisse dal basso in alto una vita solidale sulla base professionale e che non avesse semplicemente di mira gli interessi economici, ma si proponesse di raggiungere l'autonomia della classe operaia, ricostruita con le sue stesse forze. Questa idea fu perseguita per tutta la vita e portata avanti con l'organizzazione dei consigli di fabbrica, dei circoli cristiani di studi sociali, dei congressi operai e del movimento democratico cristiano.

Tumulti. Stragi contadina in...

Rubbettino

Non disponibile

14,00 €
Storie di stragi contadine dimenticate, di gente semplice e sconosciuta uccisa perchha improvvisamente vinto i propri timori smettendo di avere paura. Storie di tante donne calabresi e del loro protagonismo negli accadimenti politici e sociali della Calabria dei primi del '900 fino all'avvento del fascismo. Un'altra storia della Calabria, quella che offre il proprio sangue per la dignite la democrazia. "Sono storie vere e il lettore non pumettersi in salvo rifugiandosi nella convinzione che siano racconti, che siano romanzi, che siano vicende leggendarie." (dalla prefazione di Isabella Bossi Fredigotti)

Quale futuro? Voci fuori dal coro...

Rubbettino

Non disponibile

12,00 €
Quale futuro? Su questa domanda si sono interrogati i ragazzi e le ragazze le cui voci compongono questo libro. Molti di loro, lo scorso agosto 2019, con speranza e determinazione hanno partecipato alla scuola di politica Meritare l'Italia. E mentre nel Paese si apriva una nuova crisi di governo, accompagnata da recriminazioni e brutalitverbali, a Barga, giovani tra i 16 e i 30 anni erano protagonisti di un dibattito pacato e razionale sul futuro dell'Italia. Ad accomunarli, una medesima visione: il recupero del significato originale della politica come gestione della polis, dello spazio comune; un insieme di voci che si esprimono non all'unisono, ma in polifonia. Non c'una voce di parte: l'unica parte cui appartengono quella del buon senso. una voce politica nel senso di una naturale avversione all'indifferenza. Prefazione di Maria Elena Boschi.

Una storia di vita. La musica...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Giuseppe Ranieri, straordinaria figura di mastru ciarameddharu di Sant'Andrea Apostolo dello Jonio (CZ), racconta la sua esperienza nel docufilm allegato. Quella della famiglia Ranieri una vera e propria "dinastia" di suonatori e costruttori di zampogna, che procede dalla fine dell'Ottocento ma risale ancora piindietro nel tempo. Viaggiando tra storie, ricordi, mitologie e fatti di vita, viene ricostruito - grazie anche a straordinari materiali d'archivio - il mondo che ruotava intorno alla zampogna a chiave di cui Giuseppe Ranieri, insieme al fratello Saverio, stato certamente fino ai primi anni Duemila il pigrande esponente. Una storia che continua ancora oggi nelle generazioni successive, sia pure lontano dalla Calabria, nella nuova realtdelle Langhe (Piemonte) a causa dell'emigrazione.

Pratiche negoziali e reti di...

Rubbettino

Non disponibile

20,00 €
Il volume segue la carriera di Carmine Nicola Caracciolo, principe di Santobuono, intrecciando il percorso personale con il piampio quadro politico della Monarchia spagnola. La ricostruzione del suo cursus honorum - tra la penisola italiana, la Spagna e il Per- consente di affrontare alcune questioni di particolare rilievo in una fase di ridefinizione degli equilibri, come fu quella attraversata dalla Monarchia spagnola tra i regni di Carlo II d'Asburgo e di Filippo V di Borbone: il dilemma della fedeltdi fronte al cambio dinastico; le strategie familiari e fazionali per ottenere titoli onorifici; le pratiche negoziali di volta in volta messe in atto per costruire e rafforzare reti di potere capaci di sostenere ambizioni politiche. La vita e la carriera di Caracciolo, lungi dal seguire un tracciato lineare e privo di ombre, costituiscono un punto d'osservazione privilegiato per riflettere sulla mutevolezza degli equilibri di potere sia a livello locale sia in una dimensione internazionale.

L'ultima Ruffo. Una storia d'amore...

Rubbettino

Non disponibile

12,00 €
Un romanzo storico ambientato nel Marchesato di Crotone del 1440-1465, in quel lembo di terra a sinistra e a destra del fiume Neto, che ha per protagonisti la Marchesa Enrichetta Ruffo, ultima discendente diretta della dinastia Ruffo di Calabria e Don Antonio Centelles, vicerdi Calabria. Dal ritrovamento del corpo della nobildonna e di un diario si ricostruiril loro meraviglioso matrimonio, contrastato, per per motivi politici, prima dal re di Napoli, Alfonso d'Aragona, poi da suo figlio illegittimo, Ferdinando. I due innamorati cercheranno in tutti i modi di realizzare il sogno di affrancare la Calabria dalla soggezione al Regno di Napoli e dalle angherie dei prepotenti Aragonesi Catalani. Andranno, tuttavia, incontro a una serie di disavventure e saranno costretti a continue peregrinazioni, che aggraveranno lo stato di salute giprecario di Enrichetta fino alla morte nel Castello di "Crepacore", presso Crotone.

Testi e vicende del Trecento....

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Il libro nasce dal convincimento che non sia possibile proporre un'interpretazione plausibile di qualsivoglia testo, massime se si tratta di opere dei primi secoli, se non tramite un corpo a corpo con le sfide offerte dalla sua lettera, e con un esauriente chiarimento di essa. Cinon significa indugiare esclusivamente su tale aspetto (che pure, per un autore medioevale, primario); piuttosto quella premessa la sola che, implicando in ogni sua stazione argomentativa un quadro necessariamente piampio, permette a ognuno dei due movimenti di irrobustirsi vicendevolmente. I tre grandi protagonisti della letteratura trecentesca sono qui oggetto tanto di analisi ravvicinate, quanto di indagini di piampia portata, quanto infine di questioni di metodo (commento ai testi, problemi testuali).

Lo spionaggio aziendale

Rubbettino

Non disponibile

16,00 €
Cos'lo spionaggio aziendale? Quali sono gli attori generalmente responsabili di tali attivitillecite? Ed il ruolo degli stati in tali situazioni? Quali sono le strategie utilizzate per l'acquisizione illecita di informazioni sensibili a scapito di imprese o interi settori industriali? E quali sono le conseguenze della digitalizzazione delle attivitdi business sulla questione dello spionaggio industriale per piccole, medie e grandi aziende? Quali sono i rischi reali per le aziende italiane ed europee? Questo libro analizza tali problematiche attraverso l'esamina di materiale raccolto dall'autore, in oltre venti anni di attivitaccademica e professionale, che include report di investigazioni penali e civili, analisi condotte da importanti think tank specializzati in temi di sicurezza economico-finanziaria, documenti recentemente declassificati da organismi di intelligence europei e statunitensi, interviste a membri di servizi segreti o agenzie di intelligence privata, esperti di compliance aziendale e dirigenti di aziende, vittime di importanti, talvolta drammatiche e rocambolesche, operazioni di spionaggio. Prefazione di Mario Caligiuri.

Partigiane liberali....

Rubbettino

Non disponibile

16,00 €
Esiste una faccia ancora in gran parte nascosta della Resistenza italiana: quella costituita dalle donne appartenenti alle grandi famiglie dell'aristocrazia liberale. Colte, raffinate, ma anche dotate di notevoli capacitorganizzative, cresciute in salotti aperti ed anticonformisti prima e durante il ventennio fascista, dal 1943 esse furono animatrici di varie reti logistiche alla base della guerra partigiana. Il volume ricostruisce le vicende di alcune di loro, che svolsero ruoli rilevanti nell'organizzazione Franchi di Edgardo Sogno, come in altri nuclei resistenziali attivi in Italia settentrionale. Donne che, in gran parte, nel dopoguerra tornarono alla vita privata, nella generale crisi delle vecchie ites davanti all'avanzata dei partiti di massa.

Poetica dell'altrove. Nichita...

Rubbettino

Non disponibile

12,00 €
L'altrove rappresenta l'inesorabile destino dell'uomo, l'ineludibile presa di coscienza ai trovarsi proiettati in un luogo - intimo, sociale o cosmico - che trascende il proprio essere e impone di confrontarsi con una realtche travalica i confini definiti dell'esperienza individuale, un processo non sempre consapevole, ma in ogni caso necessario all'autoriconoscimento. Al centro del presente volume si colloca la riflessione sulle forme e i modi in cui tale processo si manifesta all'interno dell'opera di tre autori romeni - Nichita Danilov, Aglaja Veteranyi e A.E. Baconsky - in cui l'altrove si configura come sfuggente approdo di un'anima dispersa che ha bisogno di ridefinirsi nel quadro di un'esistenza dal perimetro incerto. Prefazione di Luciano Formisano.

M?langes en l'honneur de Mariella...

Rubbettino

Non disponibile

29,00 €
Questo volume vuole rendere omaggio a Mariella Di Maio attraverso i contributi degli amici e colleghi italiani e francesi che nel corso di quarant'anni di carriera ne hanno conosciuto e apprezzato il lavoro. Oltre che per l'autore che l'ha resa celebre, lo Stendhal dei Romanzi e racconti, della Chartreuse de Parme, della corrispondenza, delle monografie a lui dedicate, ricordata per i suoi studi su Balzac, Jules Verne, Joris-Karl Huysmans, Pierre Lous, Barthes. Dagli articoli sul patrimonio letterario italiano e francese, a quelli sull'origine del testo e l'intertestualit ogni contributo evidenzia l'originalitdegli scritti della studiosa e ne evoca la personalit le passioni, gli interessi. Ognuno di essi apporta uno spunto di ricerca nel campo della letteratura francese, italiana, inglese, del teatro, della storia, riflettendo la poliedricitdell'intellettuale e la capacitinnovativa della ricercatrice.

L'ostilit? verso l'immigrazione. La...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Il saggio dei tre giovani ricercatori indaga con approccio interdisciplinare le molteplici ragioni per cui si puessere ostili nei confronti dell'immigrazione. La lente d'osservazione del fenomeno il modo in cui i partiti politici e l'informazione affrontano il tema immigrazione, ossia il suo framing, e come questo influisce sulla percezione delle persone. Ne emerge un quadro sfaccettato, in cui, a fronte di una politica deresponsabilizzata che a oggi ha fallito l'obbiettivo dell'integrazione scolastica e lavorativa degli immigrati, acquista particolare rilevanza un frame "noi vs. loro" proposto dalle forze politiche anti-immigrazione, nutrito in gran parte dalla sfiducia verso i politici e verso l'Unione Europea e dal senso di insicurezza delle persone.

Addio rivoluzione. Requiem per gli...

Rubbettino

Non disponibile

19,00 €
"Addio rivoluzione" racconta il lungo autunno caldo della Repubblica, dagli anni Sessanta agli anni Ottanta del secolo scorso e rende anche conto degli antecedenti storici, sociali e culturali che hanno portato a quel periodo. Seguendo l'autore - dalla Parigi degli anni Cinquanta, in una famiglia di comunisti italiani di professione, alla Bologna degli anni Sessanta e Settanta, vetrina del buon governo PCI - vengono ricostruiti il clima intellettuale e i percorsi politici di allora: la FGCI, i primi gruppi extraparlamentari, il Sessantotto, ma anche i riflessi del Movement americano, la Beat Generation, l'amore per la poesia. E poi Potere Operaio, l'Autonomia, Prima Linea, fino alla dissociazione politica, all'opzione per la democrazia e, a metdegli anni Ottanta, alla rottura radicale con il marxismo e l'idea di rivoluzione. Un saggio che si legge come un romanzo, una biografia che si snoda attorno ai momenti cardine di quel periodo, e che sa cogliere tutte le suggestioni di pensiero (filosofiche e politiche) che giustificarono ogni scelta, anche quella estrema. Una mappa che accompagna il lettore nei meandri di quegli anni: sia il lettore che li ha vissuti e poi, spesso, dimenticati; sia quello che ne ha sentito solo l'ormai sbiadita narrazione e non li ha mai realmente percepiti portando entrambi alle soglie di una scelta di campo. uno schietto mea culpa, una critica feroce dell'ideologia e del totalitarismo; soprattutto, un'ode ragionevole a ciche oggi inviso ai pi la politica e gli ideali della democrazia rappresentativa e del liberalismo. Un po' di pathos, parecchia ironia, nessuna compiacenza, molta piet Per tutti.

Il romanzo del casale

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
Un secolo circa di storia, dall'avvento del fascismo ai giorni nostri, rivive nelle vicende e nei volti di una borgata rurale della Calabria, formatasi nel tempo intorno a un antico palazzotto nobiliare. La pena del vivere quotidiano, il trapasso dalla civiltcontadina a nuove forme di vita e di cultura, il travaglio della nobiltterriera, l'emergere di nuove forze sociali e di nuovi soggetti della ricchezza e del potere ne sono l'ordito, che regge il tessuto di problemi vecchi e nuovi, guardati di volta in volta con un velo di amarezza, di malinconia, di indignazione, ma con un sentimento continuato della pietas, che governa allo stesso modo la lacrima e il sorriso. Quello che colpisce soprattutto il fatto che lo sguardo del narratore non cala dall'alto ma come poche altre volte, assolutamente interno al mondo rappresentato. Un filo unitario percorre, pur nella loro singolarit questi venti racconti, che possono essere considerati capitoli di un romanzo che eleva il casale a personaggio collettivo e corale. Prefazione di Marco Beck.

Virtual Humint. La nuova frontiera...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
La raccolta e l'analisi di notizie e dati rappresenta da sempre il core delle attivitdi intelligence. Tra le diverse pratiche di ricerca delle informazioni, la Human Intelligence (HUMINT), storicamente la piantica tecnica di raccolta di informazioni per mezzo di contatti interpersonali, rappresenta tuttora quella maggiormente in grado di produrre una "conoscenza" dettagliata ed attendibile. Attualmente la ricerca informativa non puprescindere dall'utilizzo delle tecnologie digitali e dalla inarrestabile produzione di informazioni per mezzo delle applicazioni fruibili nel Cyberspace. Queste ultime hanno completamente influenzato il modo dell'individuo di concepire la propria esistenza e di gestire i propri rapporti sociali. In tal senso, un particolare contributo stato reso dai social media, sempre piinterpretati dalle masse come strumenti di interazione con l'ambiente esterno e come mezzo per raggiungere un target audiences difficilmente accessibile in altro modo. La conduzione di attivitdi human intelligence in una global digital society impone una sostanziale rivisitazione delle tradizionali metodologie di interazione con le persone, l'adozione di nuovi schemi di approccio psicologico ottimizzate per la gestione di rapporti virtuali e l'utilizzo di tecniche di ricerca, estrazione ed elaborazione dei dati contenuti social media. La Virtual Human Intelligence (VHUMINT) nasce quindi dall'esigenza di trasferire la proverbiale e complessa tecnica di cognitive feats della Humint all'interno dei social media, nel tentativo di acquisire un prodotto di conoscenza di maggiore spessore qualitativo, anche in considerazione della propensione degli utenti all'attivazione, nell'ecosistema virtuale, di relazioni occasionali o poco durature che comportano un minore livello di impegno emotivo. La VHUMINT rappresenta quindi un potente ed efficace strumento per l'assimilazione di molteplici informazioni personali, utilizzabili per la creazione di un intelligence product del profilo selezionato di particolare pregio e spendibilit Prefazione di Gianfranco Linzi. Introduzione di Mario Caligiuri.

Per qualche gara in pi?. Il...

Rubbettino

Non disponibile

15,00 €
La crisi degli appalti pubblici un fenomeno che si manifesta con l'inerzia, con la complicazione, col fiorire di troppe gare anche per necessitbasilari delle amministrazioni, con un ginepraio di regole e di controlli che hanno come sbocco la difficoltdi "fare" della nostra amministrazione. Tante riforme nel corso degli anni non hanno migliorato la situazione. Anzi purtroppo peggiorata. Andare alla ricerca delle cause profonde non meno importante delle proposte per uscirne. In questo libro si cerca di dire delle prime senza rinunciare ad esporre le seconde, per non perdere la sfida della ripresa dopo l'emergenza sanitaria Covid-19. Si devono perfare i conti con alcuni punti fermi del circuito istituzionale amministrativo: il modo in cui stata declinata la tutela della concorrenza nei pubblici appalti; la prevenzione della corruzione; il mito della semplificazione amministrativa. Anche per questo si sceglie il metodo della conversazione che si snoda tra domande e risposte. Questo dspazio a dubbi sinora inespressi nel dibattito, senza perdimenticare le obiezioni a questi dubbi basate su quel che il "diritto vivente" in Italia. Tutela della concorrenza e prevenzione della corruzione non possono sacrificare l'interesse principale: quello di eseguire gli appalti. Il dialogo tra intervistato e intervistatore la tecnica che si utilizza per dare alle idee maggiore immediatezza. Il dialogo anche il modo per non rivolgersi solo ai giuristi e per spiegare ai non addetti ai lavori quel che accaduto, avvertendoli che la manutenzione delle opere pubbliche e l'efficienza dei servizi sono beni essenziali e irrinunciabili.

L'archivio storico dell'Universit?...

Rubbettino

Non disponibile

50,00 €
L'Archivio Storico dell'Universitdegli Studi di Salerno rappresenta la memoria dell'attivitpolitica, giuridica e amministrativa condotta dall'Istituto Superiore di Magistero a partire dalla sua nascita, il 9 marzo 1944, in un contesto assai fecondo sotto il profilo storico e intellettuale per la cittdi Salerno, divenuta capitale d'Italia nel febbraio precedente, fino alla trasformazione in Universitdegli Studi nel 1971 e, quindi, al trasferimento nella Valle dell'Irno. Lo studio delle carte consente anche di ripercorrere le complesse vicende che la nuova Istituzione dovette affrontare, pure in relazione alla concorrenza con Napoli, per consentire la frequenza a un ampio bacino di utenza proveniente sia dalla provincia di Salerno sia dai territori limitrofi. Sotto la guida di eminenti personalitcome il suo fondatore Giovanni Cuomo, e poi Gaetano Quagliariello e Gabriele De Rosa, che ne fu anche il primo Rettore, l'Istituto di Magistero si ricollegava a pieno titolo all'antica tradizione della Scuola Medica Salernitana di cui l'attuale Ateneo custodisce e tramanda idealmente la preziosa eredit