Conservatorismo e ideologie democratiche di destra

Filtri attivi

Ultradestra. Radicali ed estremisti...

Mudde Cas
Luiss University Press 2020

Disp. in libreria

19,00 €
L'estrema destra, anche quando esplicitamente vicina a posizioni xenofobe, antisemite, fasciste e naziste non piuna questione limitata a sparute minoranze di collocazione prevalentemente extraparlamentare. In meno di un secolo dalla fine del secondo conflitto mondiale, movimenti, partiti, leader e idee dell'ultradestra sono entrati a far parte della cultura di massa, hanno permeato le campagne e le agende dei partiti tradizionali, influenzando il contenuto del dibattito pubblico e arrivando al governo di alcune tra le pigrandi democrazie al mondo. Ultradestra dimostra come l'emergere di forze un tempo considerate eversive sia tutt'altro che una tendenza episodica e destinata a esaurirsi nel breve periodo, ma il momento culminante di un processo lungo anni che ha portato allo sdoganamento di stili, linguaggi e politiche un tempo ritenuti pericolosi e di minoranza. La prepotente marcia dell'ultradestra descritta da Cas Mudde in queste pagine ha stravolto nel volgere di pochi anni la percezione di temi come immigrazione, diversit sicurezza, Europa e globalizzazione, e sarricordata, indipendentemente dalle traiettorie politiche che seguiranno le nostre societfuture, come una stagione di profonda messa in discussione dei principi fondamentali della democrazia liberale.

Il ballo di S. Stefano. La nascita...

Iacona Marco
Algra 2020

In libreria in 10 giorni

9,00 €
Partito imperfetto nato da prassi imperfetta: la voce "neofascista scontento" dovrebbe impreziosire qualunque dizionario di politica. Gli che la convergenza di picomponenti "agevola", per cosdire, la costituzione del Movimento Sociale Italiano. Componenti, tutte - o quasi tutte - intervenute al "gran ballo" del giorno di S. Stefano del 1946, in occasione del quale il partito bussa alla porta dell'ufficialitdella storia. Un disordinatissimo ballo che stuzzica l'ingegno. Prefazione di Giorgio Galli

Il cuore oltre gli ostacoli. La mia...

Biancofiore Michaela
Mondadori 2014

In libreria in 10 giorni

18,00 €
Definita dalla stampa "la Pasionaria altoatesina di Forza Italia" e da Silvio Berlusconi "Sturm und Drang", Michaela Biancofiore è senza dubbio una delle parlamentari che ha fatto maggiormente parlare di sé per l'irriducibile determinazione nel sostenere il proprio partito e per l'incondizionata fedeltà al suo leader. Qui, per la prima volta, la "Valchiria azzurra" o, come lei preferisce, la "Cenerentola della politica", racconta la sua vita, senza remore né censure, e con la schiettezza che la contraddistingue: dall'infanzia difficile, segnata dalla separazione dei genitori, al rapporto conflittuale con la madre e alla prematura scomparsa del padre, ai primi amori, fino alla faticosa ascesa nella produzione cinematografica, la sua grande passione. La vera svolta nella sua vita, però, è l'incontro con Silvio Berlusconi, il quale le offre l'opportunità di realizzare un sogno, coltivare l'altra sua grande passione, la politica ("fare qualcosa per gli altri"). Ma dietro la ben nota immagine della politica battagliera e indomita, che anche qui non rinuncia a togliersi qualche sassolino dalla scarpa rendendo pubblici inediti retroscena di eventi che hanno avuto larga eco nei media, in ogni pagina fa capolino una tenera e dolce figura di donna, che non rimpiange di aver amato uomini misteriosi e sbagliati che l'hanno fatta soffrire e che ora attende con incrollabile fiducia il Principe azzurro con cui coronare il sogno di un amore vero.

Storia delle destre nell'Italia...

Orsina G. (cur.)
Rubbettino 2014

In libreria in 10 giorni

18,00 €
Per molti decenni il settore destro del sistema politico repubblicano è stato sostanzialmente ignorato dagli storici. Sia perché non è facile da studiare, sia perché gli studiosi erano più interessati ad analizzare quegli sforzi progressisti di trasformazione del paese rispetto ai quali la destra rappresentava soprattutto un elemento di freno, un ostacolo da superare. Anche per questo gli studi sulla vicenda politica repubblicana hanno in genere trattato la destra come un unico soggetto, un insieme indifferenziato le cui articolazioni interne erano o inesistenti o irrilevanti. Negli ultimi due decenni, pure sulla spinta delle trasformazioni politiche avviatesi in Italia all'inizio degli anni Novanta, questo quadro è mutato in profondità. La galassia delle destre nell'Italia repubblicana è stata esaminata in maniera più approfondita e si è rivelata molto più articolata di quanto non si pensasse, tanto da rendere impossibile parlare di "destra" - "destre" piuttosto, al plurale, molto differenti l'una dall'altra e anzi spesso duramente contrapposte l'una all'altra. Questo libro raccoglie saggi di alcuni fra i principali esponenti della nuova stagione di studi e ha l'ambizione di dar pienamente conto, con scritti agili e interpretativi accompagnati da un apparato bibliografico essenziale, di come fossero formate e di come siano evolute nel tempo le destre italiane dal 1945 a oggi.

Destra e sinistra. Ragioni e...

Bobbio Norberto
Donzelli 2014

In libreria in 10 giorni

19,50 €
Parole chiave del nostro linguaggio politico, "destra" e "sinistra" sperimentano una strana fortuna: i più si mostrano scettici circa l'utilità politica di questi due concetti, e molti anzi apertamente li contestano; e tuttavia tutti li adoperano, mentre n

Discorsi per la libertà

Berlusconi Silvio
Mondadori 2013

In libreria in 10 giorni

15,00 €
"L'Italia è il Paese che amo... Qui ho appreso la passione per la libertà." È con queste parole che Silvio Berlusconi è "sceso in campo" nel 1994, presentandosi agli italiani e dichiarando da subito il suo credo profondo. Il tema della libertà è diventato poi, nel corso della lunga carriera politica, argomento fondante del suo operare, con la devozione dovuta a qualcosa di prezioso e inviolabile, tanto da fargli affermare: "La libertà va custodita come una religione. È la nostra religione laica". In queste pagine sono stati raccolti alcuni fra i discorsi più significativi tenuti da Silvio Berlusconi nel corso degli anni, riguardanti la politica interna e internazionale, il cui leitmotiv fosse, appunto, quello della libertà. Tante sono le occasioni in cui ha espresso il proprio pensiero, diversi i pubblici a cui si è rivolto e le sedi in cui ha pronunciato questi discorsi - dalle aule parlamentari al Congresso degli Stati Uniti, dalla Knesset di Gerusalemme ai paesi dell'Abruzzo terremotato - ma in tutti la difesa della libertà è propugnata come "la missione più alta e più nobile, la più entusiasmante che ci sia". Sono parole sentite, pronunciate con tono vibrante, che aiutano a delineare la figura politica di Silvio Berlusconi uomo, imprenditore, politico e statista. "La libertà è come l'aria: soltanto quando manca comprendiamo veramente quanto sia indispensabile. È come la salute: a cui non pensiamo quando stiamo bene, quando ci sentiamo forti e sani.

Conservatorismo: sogno e realtà

Nisbet Robert
Rubbettino 2012

In libreria in 10 giorni

12,00 €
Che cos'è il conservatorismo? Che cosa significa essere conservatore? Chi sono i conservatori più rappresentativi nella storia del pensiero politico occidentale? A queste domande Nisbet risponde attraverso una ricerca sul campo che illustra le origini, la dogmatica e le prospettive del movimento politico e culturale conservatore. Nisbet individua le basi filosofiche e dottrinarie del conservatorismo, per troppo tempo considerato come mera inclinazione caratteriale che spinge a rifuggire dal cambiamento e dall'innovazione a ogni costo, e lo eleva al rango di una delle tre più importanti ideologie della storia occidentale, essendo le altre due il liberalismo e il socialismo. Nato in contrapposizione alla Rivoluzione francese, che si è resa responsabile della confisca delle autorità e delle lealtà tradizionali al fine di legittimare uno Stato onnipotente e provvidenziale, il conservatorismo si è imposto come corpus organico di idee morali, economiche, sociali e culturali in cui si sono identificate generazioni di intellettuali e uomini politici tra i più influenti e carismatici degli ultimi due secoli, come Burke, Bonald, Maistre, Tocqueville, Coleridge, Disraeli, Hegel, Kirk, Spengler, Voegelin, Savigny, Churchill, Eliot, Oakeshott. Nella sua analisi Nisbet pone in risalto le principali proposizioni dei conservatori contro il radicalismo, l'egalitarismo, il progressismo, il relativismo, il razionalismo, con riferimento anche ai fenomeni sociopolitici di fine Novecento.

Soldi di famiglia

Mondani Paolo
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2011

In libreria in 10 giorni

11,00 €
Arner Bank, una piccola banca svizzera i cui interessi spaziano dalla Sicilia delle speculazioni criminali alle grandi speculazioni milanesi, e da lì fino ai più inviolabili paradisi fiscali, come l'isola di Antigua. Una banca sconosciuta che annovera tuttavia tra i suoi correntisti personaggi come Ennio Doris, Stefano Previti e, soprattutto, Silvio Berlusconi, titolare del conto numero uno. Attraverso questo conto, Berlusconi gestisce una gran parte del patrimonio personale e della sua famiglia, e da questo stesso conto muove milioni di euro secondo traiettorie misteriose, e tuttavia interessanti per le procure di Milano e Palermo. In questa inchiesta, nata da un servizio di Report che ha generato grande scandalo, Paolo Mondani con l'aiuto di Paola Di Fraia segue per la prima volta, rivelando particolari assolutamente inediti, il flusso di denaro del nostro premier, in un viaggio che tra infinite società di comodo, prestanome di lusso, e pericolosi soci in affari, getta una luce inquietante sul modo in cui Berlusconi gestisce il proprio capitale lontano dagli occhi di tutti, anche da quelli delle autorità.

«L'amore vince sempre sull'invidia...

Berlusconi Silvio
Mondadori 2010

In libreria in 10 giorni

15,00 €
"Da un male si deve far nascere un bene ancora più grande. Questa filosofia, con la sua semplicità e con il suo ottimismo di fondo, mi ha sempre accompagnato in tutte le vicende della vita, e così è stato anche dopo l'aggressione che ho subito in piazza Duomo il 13 dicembre. Il dolore, non solo fisico, è stato grande. Il rischio che ho corso, anche. Come ho detto scherzando qualche giorno dopo essere uscito dall'ospedale, penso di essere stato fortunato, perché avrei potuto passare Natale sottoterra: con la neve e il gelo che c'erano a Milano in quei giorni non sarebbe stato certo piacevole. Tuttavia da quel male è nato un bene. Lo dico per me, e spero che possa valere per tutti. Da quella sera sono stato fatto oggetto di un'attenzione e di un affetto che hanno dell'incredibile. Basti pensare che nei primi due giorni dopo l'aggressione ho ricevuto più di 50.000 messaggi via internet, centinaia di fax e di mazzi di fiori. Mi hanno telefonato tutti i leader dei Paesi amici. E c'è stato un pellegrinaggio continuo prima in ospedale e poi ad Arcore: familiari, amici ma anche tante persone che volevano manifestarmi vicinanza e affetto. Nelle occasioni di incontro pubblico che ho avuto da alora, mi sono sempre sentito circondato da un grande affetto. Come segno di riconoscenza, ho deciso di raccogliere in questo libro una selezione dei tanti messaggi di sostegno e di incoraggiamento che mi sono giunti." (S. Berlusconi)

Icone della falsa destra

Vassallo Piero
Solfanelli 2010

In libreria in 10 giorni

10,00 €
Un nuovo, graffiante saggio di Piero Vassallo sugli errori in circolazione nell'avventurosa e tormentata politica dell'abbaglio trasversale e bipolare e della furente tarantella messa in scena dalle elucubrazioni intellettuali neodestre, ma anche sulle possibilità per uscire dalla depressione scavata, nel cuore del Msi e di An, dal conformismo e dall'inconsulta smania di novità normalizzanti. Il saggio si raccomanda quale strumento indispensabile alla ricognizione delle metastasi neognostiche che stanno devastando il corpo senescente delle ideologie di matrice illuministica. Infatti "nel nuovo e imprevisto scenario allestito dagli ultramoderni, l'insignificanza si è trasferita dal pensiero tradizionale alla elucubrazione radical chic", ossia dai testimoni della metafisica classica agli interpreti del relativismo a sfondo nichilistico.

Melania Trump. La biografia

Bennett Kate
Piemme 2020

In libreria in 3 giorni

19,50 €
Bella e ammaliante e allo stesso tempo misteriosa e indecifrabile. Ammirata e invidiata, ma anche derisa e duramente criticata. Che tipo di donna e first lady Melania Trump? Molti osservatori e commentatori si chiedono: felice? Perchnon sorride quasi mai? Cosa si cela dietro quella sua algida freddezza? Secondo Kate Bennett, volto della CNN e giornalista con accesso a lei e alla sua famiglia, Melania un grande enigma. Il libro racconta il dietro le quinte della first lady piinsolita della storia degli Stati Uniti e ripercorre le tappe fondamentali della sua vita e della sua relazione con Donald Trump. Dall'infanzia comunista in Slovenia, al mestiere di modella, prima a Milano e Parigi poi a New York, fino all'incontro galeotto con l'attuale presidente americano. E poi gli anni alla Casa Bianca e i suoi rapporti con Ivanka, figlia prediletta di Trump, e con lo staff presidenziale. Per scoprire che forse la first lady non cosininfluente, come molti credono, sulle scelte del celebre marito. Un racconto popolare che mescola scandali e retroscena, ambizioni e fragilitdel personaggio (Non compatitemi. Posso affrontare qualsiasi cosa), scelte di vestiario oramai iconiche e discorsi divenuti celebri (nel bene e nel male). Nell'anno delle elezioni, a novembre 2020, il focus su Donald Trump e sulle sue strategie elettorali sarmassimo. Tutti punteranno il dito sul presidente. Tutti guarderanno a come si muoverMelania. E chissche quello che diro farnei prossimi mesi non risulti determinante per la vittoria o la sconfitta del candidato repubblicano... Prefazione di Marianna Aprile.

Gradisca, presidente. Tutta la...

D'Addario Patrizia; Tulanti Maddalena
Aliberti 2020

In libreria in 3 giorni

17,90 €
Patrizia D'Addano non ha bisogno di presentazioni. Suo malgrado, in questo momento la donna italiana pifamosa al mondo. Crediamo, o ci hanno fatto credere, di sapere tutto di lei. Il suo mestiere. La sua vita. Il suo passato. La sua moralit E quella notte con il presidente, di cui tutto il mondo ha parlato e continua a parlare, tra il divertito, lo scandalizzato e stupito. Stavolta, per ha deciso di parlare lei. Di raccontare la veritdal suo punto di vista. Che poi l'unico in grado di farci capire davvero come sono andate le cose. Perchil punto di vista, la voce di una donna su cui gistato detto di tutto e di pi e che, perci non ha nulla da perdere. Patrizia D'Addario non una escort. molto di pi Una ragazzina del Sud di straordinaria bellezza, che ben presto conosce il dolore e le tragedie familiari. Il suicidio del padre, solo l'ultimo dei drammi che segnano la sua giovent suo corpo che diventa per lei colpa e riscatto: modella, poi accompagnatrice e infine escort. Fino all'incontro che le cambierla vita. Il mecenate, il principe azzurro, il sultano: Silvio Berlusconi. Il cuore di questo libro-veritla relazione con il premier, che per la prima volta la D'Addario racconta dal suo punto di vista di donna, svelando le emozioni, le ansie e le speranze nate dall'incontro con l'uomo pipotente d'Italia.

Saggio sul pensiero reazionario. A...

Cioran Emil M.
Medusa Edizioni 2020

In libreria in 3 giorni

13,00 €
Fin dal titolo, "Saggio sul pensiero reazionario", questo libro affronta uno stile di pensiero sul quale stato gettato troppo facilmente, e senza tanti complimenti, l'anatema politico-culturale. A rappresentarlo degnamente convocato Joseph de Maistre (1753-1821), pensatore savoiardo campione di ogni reazione, controrivoluzionario professo e militante, e insieme lucido descrittore delle contraddizioni della Rivoluzione. Cioran ne esplora la logica e i risvolti teorico-politici, con lo sguardo di chi si sente lontano dalle sue prospettive ma nello stesso tempo ne riconosce la forza e l'attrattiva in un mondo nel quale le parti della Reazione e della Rivoluzione spesso si intrecciano e si rovesciano dando vita a una dialettica nei cui nodi inestricabili forse siamo ancora coinvolti e dai quali stentiamo a uscire. Come anche il dibattito sociale e politico dei nostri giorni impegnato continuamente a dimostrare.

La balena bianca e la caduta...

De Santi Claudio; Muti Giovanni
Phasar Edizioni 2020

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Un racconto che sembra un romanzo ma che invece la vera storia di un imprenditore impegnato in politica e diventato sindaco di un paesino di poco pidi mille anime, da sempre appartenuto politicamente alla sinistra. Una storia simbolica, perchavvenuta all'interno di quella che i toscani di estrazione politica di sinistra chiamano da sempre "la Balena Bianca", ovvero l'Isola d'Elba, per via delle convinzioni politiche prima democristiane e poi vicine alla destra moderata dei suoi abitanti. Una storia da prendere ad esempio, alla vigilia dei grandi appuntamenti elettorali che caratterizzeranno gli anni '20 del XXI secolo, con un protagonista che ha saputo resistere ai marosi della politica tracciando un percorso ben netto, con due punti di riferimento importanti: l'isola d'Elba e Firenze. Prefazione di Stefano Mugnai.

Fenomeno Salvini. Chi è, come...

Diamanti G. (cur.); Pregliasco L. (cur.)
Castelvecchi 2019

In libreria in 3 giorni

17,50 €
Matteo Salvini ha reinventato la Lega, portandola dal 3 al 30% in pochi anni. La sua ascesa, da consigliere comunale a figura di punta del governo e dell'area sovranista europea, ha a che fare con diversi fattori. La personalità e lo stile di comunicazione diretto e disintermediato; una strategia mediatica costruita con cura, che tiene insieme social network, televisione e presenza sul territorio; l'insistenza su pochi temi-chiave molto sentiti dagli elettori italiani al tempo del populismo, come immigrazione, Europa, pensioni. Ma chi è, davvero, Matteo Salvini? Come funziona la sua macchina della comunicazione? Qual è il profilo del "nuovo elettore" leghista?

Dieci anni in azione

Pesato Vittorio; Chiesa P. (cur.)
Eclettica 2019

In libreria in 3 giorni

16,00 €
"Dieci anni di politica, militanza, cultura, vittorie, radicamento sul territorio e goliardia. Un decennio, quello di Azione Universitaria Pavia, che Vittorio Pesato racconta nei minimi particolari".

Dove va la Germania? La sfida della...

Rusconi Gian Enrico
Il Mulino 2019

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Il successo elettorale di Alternative für Deutschland, partito populista di destra, ha messo in difficoltà il sistema politico tedesco, considerato fra i più stabili d'Europa. Ha scompaginato i tradizionali partiti popolari, ha colpito al cuore la strategia e il prestigio politico personale di Angela Merkel, sta spingendo i partiti democristiani verso un nuovo conservatorismo. Mentre permane la fatica della sinistra nel contrastare tale offensiva, si fanno avanti i Verdi. Nell'interrogarsi sui destini politici della Germania, Rusconi esamina i tratti salienti di questa «nuova destra», rintracciando nella sua vocazione «illiberale» un filo comune con fenomeni populisti in ascesa in altri paesi europei e a livello internazionale.

Lo specchio nero. I sovranismi...

Dikotomiko
Dots 2019

In libreria in 3 giorni

15,00 €
A volte ritornano. A guardar bene, forse non stanno tornando, perché non erano mai andati via. Solo che oggi vanno di gran moda: parlano, seducono, governano. Sono neofascisti, sono neonazisti, ma si fanno chiamare identitari, sovranisti, mentre rievocano un passato nero, nerissimo. E sul nero degli schermi aumentano le storie che parlano di loro: documentari, commedie, action movie, instant movie; rappresentazioni nostrane e internazionali dell'esistenza di gruppi neonazisti e neofascisti, che mescolano nuovi linguaggi e nostalgia. Dikotomiko ha selezionato narrazioni audiovisive italiane e straniere in cui il passato getta la sua ombra sul presente; un racconto della contemporaneità organizzato per schede, un montaggio di storie e visioni da cui emerge il lato più oscuro di un presente che sembra un brutto film, purtroppo già visto.

Una vita in Avanguardia Nazionale

Ferrario Ippolito Edmondo
Ritter 2019

In libreria in 3 giorni

20,00 €
La vicenda di Domenico "Mimmo" Magnetta si lega indissolubilmente a quella di Avanguatdi Nazionale, una delle principali e più articolate formazioni dell'estrema destra extraparlamentare sorte in Italia nel dopoguerra. La storia di Mimmo si inserisce nel contesto specifico di Avanguardia Nazionale a Milano, in un periodo, i primi anni Settanta, in cui la repressione giudiziaria e la gogna mediatica si abbattono sui neofascisti come una scure. Ciò che emerge prepotente dal suo racconto è la certezza di una generazione intera, salita su opposte barricate, che si potesse cambiare lo stato delle cose senza scendere a compromessi, attraverso la strada della lotta armata. Sogni, speranze, illusioni furono la benzina dei cosiddetti "Anni di Piombo". Questo libro è la testimonianza diretta, senza falsi moralismi, di chi allora aderì in modo totale a un progetto umano e politico e vi credette fino in fondo, assumendosi le proprie responsabilità.

Io sono Matteo Salvini. Intervista...

Giannini Chiara; Penna B. (cur.); Sortino V. (cur.)
Altaforte Edizioni 2019

In libreria in 3 giorni

17,00 €
Cento domande all'uomo più discusso d'Europa. Perché l'Italia non è la Polonia, l'Ungheria o la Repubblica Ceca. L'Italia è uno dei paesi fondatori della Unione Europea e il suo terzo contribuente. Cento risposte per raccontare quanto di sé stesso informa la propria azione di governo. Cento risposte a chi lo ama, a chi lo critica, a chi ripone fiducia in lui e a chi lo vorrebbe vedere "penzolare a testa in giù". E poi tante testimonianze; quelle della gente della strada, di chi vive la propria vita e di chi si è trovato a difenderla, dei politici amici e di quelli nemici, degli animatori dei salotti televisivi e della carta stampata. Un confronto a distanza che, ancora una volta, traccia il solco, sempre più invalicabile, tra popolo e classe dirigente. Prefazione di Maurizio Belpietro.

Nuvole nere

Ruju Pasquale; Cavalletto Andrea; Piccioni Rossano
Feltrinelli 2019

In libreria in 3 giorni

16,00 €
Una favola bucolica si trasforma in tragedia e, ispirandosi a fatti reali, getta luce sul fenomeno inquietante della deriva neonazista che oggi minaccia l'Europa. I Garver vivono a Wolkendorf, piccolo paese immerso nella campagna tedesca. Bernhard, vedovo, si è rifatto una vita con Nadia, pittrice di origini algerine. Insieme, cercano di crescere in armonia i rispettivi figli, Dennis e Jasmine, entrambi adolescenti. La serenità della famiglia comincia a incrinarsi quando alcune case del paese vengono acquistate da simpatizzanti di un nuovo movimento econazista, i Völkischen. L'ombra di una nube minacciosa incombe su Wolkendorf e sui Garver. Un assedio progressivo, un contagio che mina anche il fragile equilibrio interno della famiglia. Man mano che i vecchi residenti abbandonano il villaggio, l'inquietudine dei Garver si tramuta in paura. Sono rimasti ormai soli. Solo loro e i Völkischen. Berhnard non vuole lasciare il paese a cui è legato, vuole proteggere la sua terra e la sua famiglia, ma la sua ostinazione potrebbe portare a drammatiche conseguenze.

Lettera a un neonazista

Mantegazza Raffaele
Castelvecchi 2019

In libreria in 3 giorni

9,00 €
«Caro ragazzo neonazista, tu ci chiederai adesso: "Va bene, ma voi cosa fate con e per me?". E qui devo darti in parte ragione. Perché se i neofascisti e neonazisti hanno conquistato la tua anima qualche responsabilità l'abbiamo anche noi; se queste formazioni riempiono un vuoto di senso e di significato è perché quel vuoto non siamo stati capaci di riempirlo e forse, senza volerlo, abbiamo contribuito a crearlo. E francamente quando un ragazzino di quindici anni si fa tatuare sul petto una svastica io non riesco a dire che è colpa degli altri, perché questo modo di de-responsabilizzarsi è proprio il tipico modo di pensare che apre al nazismo». Prefazione di Giannino Piana.

Dalla parte di Jekyll. Manifesto...

Rossi Filippo
Marsilio 2019

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Autorevole ma non autoritaria, in grado di dare risposte concrete senza semplificare la realtà in italiani e stranieri, «onesti» e corrotti, quella che Filippo Rossi definisce «la buona destra» è una delle culture politiche che ha contribuito a fare dell'Italia un paese moderno. Eppure, come il rispettabile dottor Jekyll porta sempre con sé il fantasma del temibile Mister Hyde, ancora oggi chi si ispira a un pensiero liberale e conservatore non può non evocare allo stesso tempo immagini di sopraffazione dei più deboli, razzismo e altre barbarie del secolo scorso. All'alter ego capace di ogni nefandezza aizzato da chi sta al governo, e che esprime l'istinto di un paese in disarmo, livido e spaventato, l'autore contrappone nella sua analisi il racconto di una cultura di destra orgogliosa della propria differenza e della propria tradizione, ma che rischia di finire, come il protagonista del romanzo di Stevenson, vittima della sua stessa ombra. In un j'accuse tanto contro xenofobi e populisti quanto contro la sinistra anemica dei nostri tempi, Rossi propone un viaggio alla riscoperta di una politica che accetti la sfida del nuovo e faccia del cambiamento uno stile di vita, lanciando allo stesso tempo un appello a tutti coloro che si sentono viandanti culturali, migranti politici e che rifiutano la retorica delle radici e la tirannia degli album di famiglia.

Lamezia Terme. Un fallimento o una...

Viola Riccardo
Grafichéditore 2019

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Per dare un giudizio complessivo del lavoro di Riccardo Viola, voglio riportare il pensiero dell'Autore sulla differenza tra il modo in cui parlava Almirante nei comizi e il modo in cui parlava Gianfranco Fini. È un giudizio che coglie sottilmente la diversità di fondo tra il MSI del segretario Almirante e Alleanza Nazionale del segretario Fini. Almirante infiammava le folle con la sua oratoria apprezzata anche dagli avversari politici, era un oratore, dice Viola. Fini era un sottile argomentatore, era un maestro del 'politicamente corretto', quello che ci voleva per un partito di destra che ormai faceva parte dell'area di governo.

Femonazionalismo. Il razzismo nel...

Farris Sara R.
Edizioni Alegre 2019

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Il concetto di femonazionalismo, coniato da Sara R. Farris in questo libro, è già diventato una categoria analitica di riferimento per molte pubblicazioni e dibattiti femministi. Una cornice teorica per leggere un fenomeno inaspettato dell'epoca contemporanea: l'uso da parte dei partiti di estrema destra della rivendicazione dell'uguaglianza di genere per portare avanti politiche islamofobe e razziste. Oggetto di indagine sono le strategie comunicative della Lega di Matteo Salvini, del Front National francese di Marine Le Pen e del Pvv di Geert Wilders nei Paesi Bassi. Le loro retoriche insistono sull'idea che gli uomini migranti siano un pericolo per le società occidentali dato il loro atteggiamento oppressivo verso le donne. Una narrazione di cui troviamo ricorrenze storiche nelle politiche coloniali impegnate a rappresentare gli uomini Altri come minacce sessuali e le donne Altre come proprietà dei "salvatori" bianchi. Ma il femonazionalismo è una ideologia che scaturisce da un'inedita intersezione tra nazionalisti, politici neoliberisti e alcune associazioni femministe e donne delle istituzioni. Una convergenza che nasce dalla volontà di mantenere la catena materiale della produzione e della riproduzione sociale. Nascondendo le disuguaglianze strutturali dietro conflitti culturali il femonazionalismo contribuisce alla riorganizzazione neoliberista del welfare. Se gli uomini migranti sono accusati di "rubare il lavoro" o essere dei "parassiti del welfare", le donne migranti invece permettono agli europei e alle europee di lavorare nella sfera pubblica garantendo quel lavoro di cura che le ristrutturazioni neoliberiste hanno mercificato: lavori domestici, baby sitting e assistenza per anziani e disabili. Ne viene fuori una contraddizione di fondo: si sostiene di voler emancipare le donne non occidentali relegandole in quella sfera lavorativa da cui i movimenti femministi hanno storicamente cercato di liberare le donne. E riducendo il tema dei diritti di genere a uno scontro di civiltà si legittimano le molteplici forme di oppressione che ancora colpiscono le donne.

Destra e libertà. I giovani e il...

Ellero Enrico; Rossi Nicola
Historica Edizioni 2019

In libreria in 3 giorni

13,00 €
"Destra e libertà" è un insieme di saggi diviso in due sezioni. La prima parte del testo offre uno sguardo d'insieme alla geografia politica che definisce il nostro presente: si parte da un innegabile fatto storico, ovvero il mancato trionfo della liberaldemocrazia profetizzato da Fukuyama, e ci si muove in avanti, cercando di trattare priorità planetarie alla luce dei nuovi equilibri globali. Nella seconda parte l'Italia è al centro della lente d'ingrandimento: il Belpaese ha un futuro davanti a sé? La domanda si estende a più ambiti e per rispondere gli autori formulano nuove proposte politiche. Temi come la demografia, la tecnologia, l'ambiente, l'identità e l'educazione sono centrali in una nuova, giovane destra.

Retorica della transigenza. Giano...

Gambescia Carlo
Ass. Culturale Il Foglio 2018

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Nell'imminenza del decennale della scomparsa di Giano Accame, Carlo Gambescia dedica un libro allo scrittore, giornalista, intellettuale più importante della rive droite italiana. La retorica della transigenza, cui si accenna nel titolo, riflette una forma argomentativa aperta, imperniata sulla tolleranza, che si oppone alla retorica della intransigenza, forma chiusa, innervata dalla rigidezza ideologica. Di regola, gli intellettuali di destra sono considerati dogmatici. La ricostruzione di Carlo Gambescia, quanto meno a proposito di Giano Accame, sembra provare il contrario.

Se la politica non cambia la vita...

Mallegni Massimo
Compagnia Editoriale Aliberti 2018

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Mestieranti della politica da una parte e incompetenti dall'altra. Oggi il panorama politico italiano sembra dividersi in maniera desolante tra queste due categorie, e l'orizzonte delle elezioni alle porte pare non presentare alternative. Nella società italiana, invece, queste alternative ci sono. Vanno trovate in chi può vantare un percorso importante di vita professionale e insieme di esperienze amministrative al servizio dei cittadini. Massimo Mallegni, sindaco di Pietrasanta per tre mandati, ha coniugato esperienza, concretezza e buona pratica di governo della sua città. Le vuole raccontare in questo libro, insieme ai suoi progetti e alle sue idee per dare un contributo alla vita politica di questo Paese. Dalla famiglia alla sicurezza, dalle tasse al sociale, ecco alcune regole semplici per iniziare una nuova strada di rinascita civile. "Perché se la politica non migliora la vita dei cittadini, non serve a niente".

Pino Tosca. Un uomo della tradizione

Tosca M. (cur.)
Eclettica 2018

In libreria in 3 giorni

16,00 €
A 17 anni dalla sua scomparsa terrena, Pino Tosca ha lasciato un'eredità spirituale prima ancora che politica. Giovanissimo nella città di Torino, sceglie la scomoda militanza tra le fila del MSI. Sono gli anni '60 e poi la contestazione giovanile vista e vissuta da "destra", anni nei quali Pino Tosca entra in "Ordine Nuovo" e poi aderisce ad "Europa e Civiltà". È stato Pino Tosca che ha insegnato a un intero ambiente, quello della "destra radicale" o postfascista, le esperienze dei cosiddetti vinti della storia: i briganti del Regno delle due Sicilie, i cristeros Messicani, i vandeani francesi. Tutti accomunati da una medesima visione della vita e da un'identica e autentica fede in Cristo. Questo testo è, pertanto, un piccolo tesoro di rimembranze che contribuiranno a far conoscere Pino Tosca per chi non lo ha mai incontrato e a vivificarne il ricordo in quanti hanno avuto l'onore di incontrarlo sul proprio cammino.

#Antifa. Dizionario per fare a...

Catone S. (cur.)
Fandango Libri 2018

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Da "Buonista" a "Risorse Boldriniane", passando per "Invasione", "Lobby Gay" e "Complotto". Un piccolo manuale di sopravvivenza alla neolingua destrorsa e fascistoide che accompagna le nostre letture quotidiane. Questo è #Antifa, un dizionario antifascista, antifake e antifanatismo. Ogni lemma viene analizzato e "decostruito", riportandolo alle reali proporzioni, ai dati, ai fatti. L'operazione è culturale e radicale perché di fronte all'espansione del fenomeno non bisogna indietreggiare, ma fornire strumenti per fronteggiarlo. Introduzione di Ilaria Bonaccorsi.

26 gennaio 1994

Gibelli Antonio
Laterza 2018

In libreria in 3 giorni

18,00 €
Alle 17.30 del 26 gennaio 1994, Silvio Berlusconi fa la sua apparizione sugli schermi tv attraverso una delle tre grandi reti di sua proprietà. Esibendo un sorriso affabile, seduto dietro una scrivania, sullo sfondo una libreria con foto di famiglia, pronuncia un appello rivolto a tutti gli italiani. Il discorso dura circa 9 minuti e 30 secondi. Oltre 26 milioni di telespettatori sono raggiunti dal messaggio. È l'esordio di un terremoto politico. Di lì a poco l'imprenditore lombardo, proprietario di una mitica squadra di calcio e padrone di mezzo sistema televisivo, conquisterà la maggioranza parlamentare, divenendo capo del governo. Quella del 26 gennaio 1994 non è stata una battaglia campale, non la deposizione di un despota o una dichiarazione di guerra, un regicidio o il passaggio da una monarchia a una repubblica. Formalmente neppure un colpo di Stato. Nelle ore cruciali che qui ricostruiamo non si muovono truppe, non si decapitano condottieri, non si firmano patti: si definiscono gli sfondi di un set, i minuti e i secondi di un passaggio sugli schermi televisivi. Nondimeno, con quell'apparizione comincia una nuova era, che ha caratterizzato la storia dei sistemi politici. Una forma sfigurata e truccata di democrazia, che gli antichi chiamavano demagogia e taluni chiamano oggi populismo dell'audience: dominio di leader che pretendono di essere l'incarnazione del popolo e tendono all'esercizio di un potere affidato alla comunicazione semplificata e istantanea dei media di massa. Dalla tv ai social.

Abbattere gli idoli. Non moriremo...

Mora Martino
Edizioni Radio Spada 2018

In libreria in 3 giorni

14,90 €
Christianitas contro atlantismo. Fede contro ecumenismo. Patria contro Stato. Metafisica contro tecnica. Amore contro buonismo. Perché sovversione e capitale, alleandosi, hanno generato mostri.

Il rito ambrosiano. Per una...

Maroni Roberto
Rizzoli 2018

In libreria in 3 giorni

17,00 €
«La differenza tra Roma e Milano, tra rito romano e rito ambrosiano, sta tutta qua. Il primo è liturgia, lentezza, procedure. Il secondo concretezza, rapidità, efficienza.» È la lunga esperienza da ministro e da governatore della regione Lombardia a portare Roberto Maroni a questa conclusione. Ed è attraverso esempi di scelte improntate al pragmatismo e alla risoluzione di problemi reali che queste pagine tracciano l'elogio di un approccio alla politica privo di steccati ideologici, che non si pone come obiettivo una mera occupazione degli spazi del potere, capace di andare contro le rendite di posizione e le beghe di palazzo. Una netta distinzione, quella tra rito romano e rito ambrosiano, che si è evoluta nel tempo e che appare oggi, se possibile, ancora più accentuata: offuscata dal chiacchiericcio social, persa in un battibecco nevrastenico, la politica smarrisce la sua missione: migliorare la vita delle comunità che rappresenta, mossa solo da una passione innata e inderogabile. Superficialità, frettolosità e imprudenza non devono mettere a rischio la capacità di dialogo. Roberto Maroni punta il dito su cosa non ha funzionato nel nostro Paese e in Europa e su cosa oggi, nei primi mesi di governo giallo-verde, manca all'azione dell'esecutivo. E non risparmia consigli e suggerimenti ai due partiti di maggioranza.

Trump. Vita di un presidente contro...

Sangiuliano Gennaro
Mondadori 2017

In libreria in 3 giorni

22,00 €
La sua vittoria ha sorpreso un po' tutti. Mass media, esperti di sondaggi, intellettuali, politologi. Ha sorpreso, ancora di più, Hillary Clinton, la candidata democratica, che durante le primarie si diceva certa di poterlo sconfiggere. Sarebbe stata la prima donna della storia a diventare presidente degli Stati Uniti, ma non è andata così. L'America, lo sappiamo, è la terra delle opportunità. Forse è anche la nazione dove può accadere l'impensabile. Dal gennaio 2017, contro ogni previsione, alla Casa Bianca c'è Donald Trump. Per alcuni, l'american dream si è trasformato in un incubo. La sua presidenza, tra annunci choc, azzardi diplomatici e tweet al vetriolo, riserva sempre nuovi colpi di scena. Ma chi è davvero Donald Trump? Lo sprovveduto gaffeur poco avvezzo alle regole della politica o l'eccentrico miliardario che, nell'epoca della post-verità, dice finalmente le cose come stanno? Per poter dare una risposta, come ci suggerisce Sangiuliano in questo libro, occorre partire da lontano, dai momenti più significativi della sua biografia, a cominciare dalle origini della famiglia: nipote di un immigrato tedesco (il cognome, in principio, era Drumpf), figlio di un costruttore newyorkese che nei primi decenni del Novecento fece fortuna edificando palazzi nei quartieri popolari della Grande Mela, il giovane e irrequieto Donald frequenta prima l'accademia militare e poi l'esclusiva Wharton School, laureandosi in economia. Grazie allo straordinario fiuto per gli affari, l'ambizione smisurata e un'indubbia spregiudicatezza nel coltivare le relazioni che contano, riuscirà a creare un immenso impero immobiliare, diventando uno degli uomini più ricchi del mondo. In mezzo, ci sono gli scandali, i fallimenti, le copertine di «Time», i divorzi milionari, il successo in tv, il matrimonio con la giovane Melania... Nel raccontare la vicenda personale, imprenditoriale e politica di Donald Trump senza sconti e pregiudizi, Sangiuliano raggiunge un duplice obiettivo: mostrarci non solo le contraddizioni dell'America di oggi - sospesa tra neoisolazionismo, rigurgiti razzisti e lotta globale al terrorismo - ma anche la grave crisi di sovranità in cui sembrano precipitate le nostre democrazie.

La fiamma di Vicenza. Storia del...

Rauli Alberto; Scussolino Stefania
Eclettica 2017

In libreria in 3 giorni

25,00 €
Il 26 dicembre 1946 nasce, a Roma, il Movimento Sociale Italiano. Vicenza risponde presto all'appello e, nel marzo del '47, annuncia la costituzione della Federazione provinciale. Le prime campagne elettorali, i fischi, le minacce e le botte ai comizi, la goliardia. La vivacità dei suoi giovani, le battaglie per Trieste italiana, per l'Alto Adige contro il terrorismo di matrice filo-austriaca. I Volontari Nazionali. Gli scontri di piazza. Gli anni '70, gli stracci bagnati sotto la porta per evitare altri "roghi di Primavalle". Gli anni '80, la fine dell'antifascismo militante, le difficoltà in un mondo in fase di mutamento. Le speranze di vittoria dopo il crollo del comunismo e Tangentopoli. Fiuggi. Gli uomini simbolo del Msi vicentino: Franco Franchi, Onorevole per circa 30 anni e Gabriele Collese, promotore di battaglie di avanguardia. Tanti dirigenti e militanti senza i quali il Msi non sarebbe mai esistito.

Le «Front National» di Marine Le...

Sini Lorella
ETS 2017

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Con questo saggio ci proponiamo di decodificare le modalità verbali e iconografiche con le quali la propaganda del "nuovo" Front National è riuscita a mettere in atto la strategia di legittimazione del partito, la cosiddetta "dédiabolisation". Per un uditorio distratto, i riferimenti ideologici del FN possono apparire assolutamente conformi ai principi democratici. Si può indurre tuttavia l'intento spesso inconfessabile di chi parla in nome del partito, solo se osserviamo metodicamente l'ambiguità di alcuni vocaboli e formulazioni, di certe figure retoriche anfibologiche come le metafore, o di schemi argomentativi distorti come la fallacia. Il diniego e persino i silenzi sono rivelatori di una sorta di perversione o di "disordine del discorso" suscettibile di falsare il filo razionale dell'argomentazione. Sono queste caratteristiche discorsive paradossali che ci autorizzeranno a concludere che il discorso neofrontista conserva tutte le caratteristiche di un discorso totalitario e che, pertanto, il potere seduttivo delle parole espresse in questo contesto politico deve essere demitizzato.

Retoriche dell'intransigenza....

Hirschman Albert O.
Il Mulino 2017

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Dalla Dichiarazione dei diritti dell'uomo alle battaglie per l'allargamento del suffragio a fine Ottocento, alla creazione del welfare state, Hirschman rilegge due secoli di storia alla ricerca dei meccanismi retorici in atto nello scontro fra spinte riformatrici e controspinte reazionarie. Individua così tre tipi di argomentazioni usate dal pensiero conservatore: le tesi della perversità (il cambiamento genererebbe effetti perversi), della futilità (non avrebbe alcun effetto) e della messa a repentaglio (provocherebbe danni). Ma anche la retorica progressista non è immune da analoghi vizi retorici. Come sottrarsi a questa retorica dell'intransigenza che non consente il dialogo?

Perché vince Trump. La rivolta...

Spannaus Andrew
Mimesis 2016

In libreria in 3 giorni

10,00 €
Un analista americano che conosce bene anche l'Italia spiega le vere motivazioni dietro al successo di Donald Trump e l'opportunità offerta da questa rivolta degli elettori. L'atteggiamento dei media è stato superficiale, tant'è che nessuno credeva che Trump potesse davvero vincere la nomina. In questo libro si indaga sulle correnti profonde della società americana che hanno spinto il candidato repubblicano - e anche il "socialista" Bernie Sanders - a stravolgere la politica americana. È in atto un riallineamento dell'elettorato statunitense: la divisione sta andando da democratici-repubblicani a establishment-outsider. Dopo quest'anno l'America non sarà più la stessa: l'establishment dovrà tenere conto dei rischi di ignorare la fetta crescente della popolazione lasciata indietro dalla globalizzazione dell'economia. Si tratta di una grande opportunità per rivedere certi errori da entrambe le sponde dell'Atlantico, dalla deindustrializzazione alle guerre continue nel nome del "cambiamento di regime".

Matteo Le Pen. Che destra che fa

Allegranti David
Fandango Libri 2016

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Lo spazio della politica italiana è occupato da due Mattei. Uno fa il presidente del Consiglio, è segretario del Pd, fa Renzi di cognome. L'altro è Salvini, leader della Lega Nord, alle prese con l'identità del proprio partito in continua evoluzione. Prima c'è stata l'alleanza con CasaPound, i "fascisti del terzo millennio", poi in via Bellerio hanno scoperto che con le nuove camicie nere non si va troppo lontano. E dire che Umberto Bossi gliel'aveva detto: noi siamo antifascisti. C'è stato il tentativo di creare una Lega nazionale per pescare voti nel Mezzogiorno, alleanze con i populisti europei e benedizioni Oltralpe. Non mancano, poi, i problemi interni, come si evince dagli screzi fra il capo e Roberto Maroni. Salvini è in guerra. Una guerra da non sottovalutare, perché al netto dei tweet e degli aggiornamenti di status su Facebook che gli piacciono tanto, quello che dice riscontra consenso in una parte significativa dell'elettorato. A metà tra il reportage e l'analisi politologica della Lega di oggi, il libro di David Allegranti traccia, con stile schietto e ironico, un'immagine nitida dell'aspirante leader della Destra italiana che si candida a riunire tutte le forze conservatrici del Paese e a rappresentare la vera alternativa a Matteo Renzi.

Donald Trump. Avidità, potere e denaro

Mayer Sabine
Edizioni Effedì 2016

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Quali aspetti di questo miliardario glamour, che ama sfoggiare la sua ricchezza, affascinano gli americani? Chi è questo Donald Trump che vuole diventare l'uomo più potente del pianeta? Dai singoli pezzi del puzzle è possibile costruire il ritratto di un uomo che vuole sempre di più: più potere, più denaro, più visibilità. Donald Trump vuole vincere. Una sorta di biografia non autorizzata del controverso candidato alla poltrona di Presidente USA.

Libertà è conservazione. Robert...

Pupo Spartaco
Idrovolante 2016

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Negli articoli e saggi pubblicati tra il 1970 e il 1993 sulle più importanti riviste americane di orientamento conservatore, rimasti sino ad oggi sconosciuti in Italia, Robert Nisbet ha offerto originali argomentazioni per la difesa della libertà e la critica al socialcomunismo, al liberalsocialismo e al potere "redentore" dell'ambientalismo e del pacifismo contemporanei. Memorabile è rimasto il suo attacco all'egualitarismo di John Rawls e ai principi ispiratori della rivoluzione studentesca del '68. Con la sua intensa attività pubblicistica, alla cui analisi è dedicato questo libro, Nisbet ha arricchito notevolmente il dibattito politico occidentale di fine '900, contribuendo all'affermazione di un conservatorismo attivo, intellettualmente dinamico e in grado di competere con le altre più influenti ideologie del suo tempo. "Alla luce degli eventi verificatisi a fine '900, tra cui la caduta del totalitarismo comunista, le impressioni di Nisbet sulla tenuta delle idee conservatrici rispetto al corso della storia e alla complessità della vita sociale si rivelano come delle autentiche profezie".

La secessione leggera. Dove nasce...

Rumiz Paolo
Feltrinelli 2016

In libreria in 3 giorni

8,50 €
Rumiz compie un viaggio attraverso le mentalità, le tradizioni e i simboli del Nord (i fiumi, i campanili, i ponti ...) per ritrovare il senso della parola perduta e l'origine del successo della Lega. Scopre che tra noi è cresciuta silenziosamente una nuova figura, quella dello "spaesato", dell'uomo uscito dalla cultura di paese ma non ancora entrato in quella "globale", dell'uomo che non chiede risposte razionali ma simboli per radicarsi in uno spazio vitale. A questa vaga domanda di identità ha cercato di dare risposta il movimento di Bossi, che occupa un luogo immaginario, mitico, metaforico e simbolico prima che politico.

Mutti. Angela Merkel spiegata agli...

Braun Michael
Laterza 2015

In libreria in 3 giorni

14,00 €
E dire che venticinque anni fa Angela non c'era, o quasi. Nell'autunno del 1989 il regime della DDR già vacilla. Decine di migliaia di persone scendono in strada e si formano gruppi organizzati di opposizione. Non ne fa parte la Merkel. Quando un milione d

Prati Uber Alles

Miozzi Vittorio
Eclettica 2015

In libreria in 3 giorni

16,00 €
Il racconto delle esperienze di militanti del Fronte della Gioventù della sezione Prati di Roma tra gli anni '80 ed i '90, tra sfida alle stelle e nuove sintesi ideologiche. Racconti di chi ha vissuto la militanza politica come scelta identitaria, stile di vita e anticonformismo, alla ricerca di una rivoluzione impossibile.

All'armi siam leghisti. Come e...

Rapisarda Antonio
Wingsbert House 2015

In libreria in 3 giorni

14,00 €
Sono sovranisti e identitari. Con una mano occupano gli spazi virtuali, agendo sui social media, e con l'altra preparano la colla per i manifesti. Il mito delle patrie, il risveglio dell'Europa e la riconquista della proprietà della moneta, gli elementi ce

Il Quarto Reich. Come la Germania...

Feltri Vittorio
Mondadori 2015

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Lettere riservate a capi di governo, telefonate segrete alle più alte cariche di Stati sovrani, pressioni esercitate in mille modi da poteri forti che si muovono al di fuori e al di sopra delle elementari regole democratiche. La storia del ruolo svolto in

La destra che vorrei

Nardone Alessandro
Youcanprint 2014

In libreria in 3 giorni

12,00 €
"Nardone ci regala un sogno per superare l'incubo che viviamo ogni giorno", scrive Francesco Storace nella sua prefazione, riferendosi all'incubo di una destra svanita nel nulla e che, secondo Nardone, va ricostruita ripartendo dai valori, innanzitutto, ma tenendo presente che, per far sì che si propaghino, dovrà essere in grado di liberarsi del passato, parlando un linguaggio nuovo e, soprattutto, trovando nuovi punti di riferimento in grado d'incarnare quei principi. I valori della destra in 5 canzoni, 5 film e 5 libri: da Jovanotti a Fabri Fibra, passando per Guccini, Saramago, Salinger, Orwell, per arrivare all'intervista immaginaria al protagonista di Fight Club: è il tentativo con il quale l'autore abbandona gli stereotipi che - dagli anni '70 ad oggi hanno composto l'iconografia della destra italiana, per mettersi alla ricerca di spunti nuovi attraverso i quali comporre il mosaico di una destra realmente figlia del nostro tempo, in grado di parlare alle nuove generazioni facendosi capire e, magari, tornando ad appassionarle.

Sull'inutilità della destra

Iannone Luigi
Solfanelli 2014

In libreria in 3 giorni

10,00 €
"La crisi contemporanea se da una parte indica l'esito storico di un processo planetario, dall'altra ci rivela l'inettitudine e la mediocrità delle classi dirigenti di Destra e di Sinistra. Entrambe arrese al monoteismo del mercato, quindi fintamente dicotomiche e perciò categorie inservibili. Ma se la Sinistra è totalmente ripiegata sulla difesa dei diritti civili, la Destra è riuscita a fare di peggio. Non solo ha messo definitivamente da parte l'idea che la competizione economica vada associata a forme istituzionalizzate di solidarietà (per esempio con l'economia sociale di mercato) e che la centralità della politica e la difesa della sovranità nazionale siano campi di azione irrinunciabili. Ma grazie ad un'orda di parvenu catapultati in ruoli e responsabilità molto più grandi delle loro reali capacità culturali e politiche, è stata in grado di bruciare in poche legislature entusiasmi e illusioni di varie generazioni di italiani. Questo è quanto accaduto nel recente passato ma è anche l'orizzonte che si sta dischiudendo davanti a noi."