Cibo e società

Filtri attivi

L'olio in Sardegna. Storia, tradizione e...

Ilisso - 2013

Disponibile in 3 giorni

68,00 €
Il volume affronta il legame tra il ruolo storico e culturale dell'olivo e dell'olio e le trasformazioni del paesaggio e del sistema produttivo. Accademici, ricercatori e specialisti, attraverso un approccio multidisciplinare, analizzano l'importante produzione dell'olio in Sardegna a partire dalla preistoria fino all'epoca attuale. Un viaggio nella natura, nella scienza, nell'antropologia e nella millenaria cultura dell'olivo in Sardegna; una lettura affascinante che si apre su un modo sconfinato di notizie per appassionati, cultori e curiosi dell'argomento. Un racconto per immagini attraverso il contributo di autorevoli studiosi.

Le confessioni di un italiano goloso. Cibo e...

Tiveron Elisabetta
Il Leone Verde - 2013

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Una grande e fumosa cucina, ventre materno, cuore della casa, palcoscenico. Orti, campi, bivacchi, locande, mense signorili e popolari, di città e dicampagna. Personaggi ascetici e voraci, spirituali e gaudenti. Sentimenti che nutrono e inebriano. Un lingu

Affamato come una tigre. A tavola con Sandokan

Perin Andrea
Il Leone Verde - 2013

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Non è vero che gli eroi vivono di sola avventura! Sandokan e Yanez, appena possono, lasciano carabina e kriss e mangiano con appetito quello che la jungla e i cuochi improvvisati riescono a preparare: babirussa arrosto, riso e fagiuoli secchi, anitra brami

Fuoco nemico

Salvago Raggi Camilla
Il Canneto - 2013

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
Il titolo non tragga in inganno: non siamo in guerra, e nemmeno è scoppiato un incendio: il fuoco è quello dei fornelli... luogo di pena per me". Camilla Salvago Raggi non è certo una cuoca provetta (lei stessa lo ammette: ai fornelli non è in grado di far nulla e niente al mondo l'annoia di più!), ma l'arte culinaria la attrae in modo irresistibile: vecchie rubriche di cucina su riviste polverose, antichi ricettari di celebrati chef, trasmissioni televisive moderne... Il rapporto complicato e divertente tra la scrittrice e i fornelli diventa occasione in "Fuoco nemico" per rievocare cibi, menu, libri di cucina ed eventi conviviali, ma soprattutto memorie private e familiari.

Il cibo dell'anima

Natoli Salvatore
AlboVersorio - 2013

Disponibile in 3 giorni

6,90 €
"Nel mangiare da soli si nasce, nel mangiare insieme si conversa e il cibo materiale diventa l'occasione per nutrirsi delle parole degli altri". (Salvatore Natoli)

Piscispada. Sulla cultura del prescespada nello...

Pungitopo - 2013

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Un secondo rientro a Messina, dopo quello destinato al Piscistoccu. Anche se questo ritorno, stavolta, va spartito in due, divide il bene della sua bellezza in quello Scill'e Cariddi, mirabile scenario tra muntantara e scinnìntula, spartito tra Calabria e Sicilia.

Tutti a tavola! La cucina tra storia tradizione

Siena Carla
Edizioni Morrone - 2013

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
L'arte della cucina dagli antichi Greci ai nostri giorni, passando per Medioevo e Rinascimento, fino alle tradizioni siciliane, con il banchetto di nozze e il pranzo di Natale. Un capitolo a sé riguarda il comportamento etico nella scelta dei cibi.

La grande cucina ottomana. Una storia di gusto...

Pedani Maria Pia
Il Mulino - 2012

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Questo libro racconta cosa e come si mangiava a Istanbul ai tempi dell'Impero ottomano: quali furono gli ingredienti e i piatti tipici, come si formò e come mutò nel tempo una cucina posta all'incrocio di molteplici civiltà e marcata fra Medioevo ed età moderna dal passaggio "rivoluzionario" dal salato al dolce. E ancora, il significato sociale del cibo sulle tavole dei ricchi e su quelle dei poveri, l'etichetta, il rapporto tra cibo e religione, come si operava nelle cucine del palazzo del sultano e come si mangiava nelle feste imperiali e in quelle religiose. Un viaggio inconsueto nella cultura gastronomica ottomana, che fu più raffinata di quanto si è soliti pensare, arricchito da un'appendice di ricette base che introducono a questo mondo ancora poco conosciuto.

A tavola nel Medioevo. Con 150 ricette dalla...

Redon Odile; Sabban Françoise; Serventi Silvano
Laterza - 2012

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Quest'opera, allo stesso tempo lezione di storia e corso di cucina, è il frutto di ricerche in biblioteca e di sperimentazione ai fornelli: 150 delle migliori ricette trovate nei manoscritti dal XIV e XV secolo sono qui tradotte e commentate, con tutte le indicazioni per la loro realizzazione pratica. Il lettore viene guidato con scrupolo nella scelta degli ingredienti necessari e nella preparazione, precisando quantità e tempi di cottura, senza disdegnare anche l'uso di quanto (per esempio, freezer e frullatore) la tecnica mette oggi a disposizione. Al tempo stesso, ogni ricetta è anche l'occasione per entrare nella vita quotidiana medievale, conoscendone le abitudini, i riti, i colori e i sapori.

Storia del dessert. La più dolce delle invenzioni

Krondl Michael
Odoya - 2012

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Nonostante i dolci non siano necessari alla sopravvivenza, la loro produzione e la ricerca di ricette sempre nuove hanno influenzato il corso della storia. Dal fudge sacro servito agli dèi in India e dai pasticcieri persiani che crearono le prime ciambelle fritte ai baklava negli harem di Istanbul, dalle torreggianti sculture di zucchero dell'Italia rinascimentale ai profumati macarons della Parigi del XXI secolo, le arti della pasticceria mondiale non sono state soltanto lo specchio di rivoluzioni politiche, sociali e tecnologiche, ma anche la loro avanguardia. Lettura curiosa e godibile per ogni amante di zucchero, burro e crema, "Storia del dessert" abbraccia i piaceri della pasticceria svelandone gli usi profani, metafisici e perfino sessuali che le diverse società gli hanno riservato. Perché la creazione di dolci non è soltanto un piacere, ma riflette in un certo senso anche l'impulso tutto umano di raggiungere ciò che è sublime, spettacolare e inimitabile. "Storia del dessert" cattura le curiose vite dei creatori di dolci passati e presenti, dall'India al Medio Oriente, dall'Italia alla Francia, da Vienna agli Stati Uniti. L'autore incontra i migliori pasticcieri del mondo, assaporando i dessert-icona di ogni tradizione e illustrando influenze tra popoli distanti tra loro che hanno infuso nelle loro dolci creazioni una parte fondamentale della propria cultura. Prefazione di Gino Fabbri.

Piccole donne in cucina. Scene di vita...

Chicco Vitzizzai Elisabetta
Il Leone Verde - 2012

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Nella vita domestica della famiglia March, ritratta nel capolavoro di Louisa May Alcott, "Piccole donne", e nel suo seguito "Piccole donne crescono", non mancano pagine esilaranti sugli esperimenti ai fornelli, volonterosi e problematici, di Jo e di Meg come sugli inviti a pranzo, in grande stile ma sfortunati, della piccola "lady" Amy, mentre solo la timida Beth sembra trovare soddisfazione nell'attività casalinga, tanto da meritare dalle sorelle l'appellativo di "angelo del focolare". La vita in casa March offre però un'immagine alquanto idealizzata di quella che fu la vita della Alcott e dei suoi famigliari, travagliata dalla povertà e messa spesso a repentaglio dall'esagerato idealismo del padre. Quell'Amos Bronson radicalmente vegetariano, maniaco di uno stile di vita ispirato ai canoni della "purezza" di anima e corpo e tutto preso dalla necessità di propagandare le sue convinzioni filosofiche in giro per il mondo, a costo di trascurare il benessere di moglie e figlie. Ripercorrendo i punti salienti del duplice romanzo e della vita della sua autrice, il tema del cibo affiora in questo libro nella sua quotidianità e viene indagato nella sua specificità storica, con il recupero di molte ricette in uso nella cucina statunitense dell'Ottocento (rese tuttavia di facile attuazione anche oggi) e in particolare di quella tradizionale del New England, dove visse la famiglia Alcott e dove sono ambientate le vicende delle quattro sorelle March.

I dieci cocktail che sconvolsero il mondo....

Collins Tom
La Linea (Bologna) - 2012

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
La passione per un buon cocktail ha accomunato Ernest Hemingway e il conte Camillo Negroni, Humphrey Bogart e Marylin Monroe, Winston Churchill e James Bond. Del resto sono in tanti ad aver ordinato almeno una volta nella vita un Martini o un Cuba Libre, un Bloody Mary o un Mojito, un Manhattan o un Margarita. A questi e ad altri "miscugli" alcolici eccellenti, ai loro inventori ed estimatori è dedicato il libro. Per rivivere atmosfere, momenti, personaggi, luoghi e miti del secolo appena trascorso, e per il piacere di assaporare e condividere storie vere o verosimili, ma comunque sempre ad alta gradazione.

La filosofia in cucina. Piccola critica della...

Rigotti Francesca
Il Mulino - 2012

Disponibile in 3 giorni

11,00 €
Filosofare e cucinare sono attività rimaste spesso estranee l'una all'altra anche per la differenza di genere fra coloro che le svolgono: cuoche le donne, filosofi gli uomini. Ma conoscere e mangiare sono fatti della stessa pasta, come ci rivelano innumerevoli metafore: divorare un libro, digerire un concetto, masticare un po' di latino, aver sete di sapere. Preparare cibi o pensieri: vale l'abilità di contrapporre, separare e congiungere elementi in un universo ordinato secondo leggi, logiche, rituali precisi. Proviamo dunque ad entrare in una cucina filosofica, dove questi due mondi si riuniscono: mangiando olive e fichi secchi con Platone, seduti alla tavola di Kant, a merenda con Kierkegaard, nei ristoranti della Rive gauche con Sartre.

I forzati della strada hanno fame!...

Cionfoli Mario
Marcianum Press - 2011

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Come mangiavano i pionieri del ciclismo, i "forzati della strada"? Cento anni fa non si parlava di alimentazione ma di come togliersi la fame, di come riuscire a sopportare il tormento di ore e ore in bicicletta, di come trovare per strada qualcosa da mettere sotto i denti. Di esperienza in esperienza, di aneddoto in aneddoto, di certezza scientifica.

A tavola nel paese che non c'è

Pracca Pierpaolo
Il Leone Verde - 2011

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Il cibo ha un legame di profonda complicità con l'utopia ed è spesso uno dei motivi che la caratterizza. Cibo e alimentazione sono elementi fondamentali nella descrizione di una società immaginaria e, a seconda delle epoche storiche, possono essere segno distintivo di mondi fantastici dove prevale l'idea della frugalità quaresimale oppure dell'abbondanza. Questo libro ne racconta la storia e il significato, dai miti dell'età dell'oro alle ideologie novecentesche. Un viaggio dantesco sospeso tra "inferni" e "paradisi", da Platone ad Huxley, da Esiodo a Orwell, dal rito del cibo al conformismo di quello industrializzato.

Perché sono vegetariana

Hack Margherita
Edizioni dell'Altana - 2011

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Margherita Hack tratta qui un tema di grandissima attualità accompagnandolo da esperienze personali e citazioni di grandi vegetariani della storia, della letteratura e dell'arte; da Plutarco ad Einstein, così come lo stesso Leonardo da Vinci. L'autrice, vegetariana dalla nascita, spiega perché uccidere gli animali per nutrirsi non è solo una barbarie ma un danno irreversibile per la salute e l'ambiente

Sorsi di passione. Caffè, tè, cioccolata. Gli...

MCM - Maria Cristina de Montemayor - 2011

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il volume raccoglie storia, curiosità, caratteristiche delle bevande più famose e diffuse del mondo. Il libro, suddiviso in tre saggi, ciascuno realizzato da uno studioso e storico del settore, ripercorre le vicende di questi prodotti che, giunti in Europa dalle Americhe e dall'Oriente, hanno cambiato gusti e abitudini, creando nuove mode e stili di vita, stimolando ricerche e nuove attività. Il ricco corredo iconografico illustra, attraverso dipinti, antichi manoscritti, stampe, collezioni di porcellane, l'uso e l'abuso del tè, del caffè e della cioccolata, le antiche ricette, la nascita di una passione, un tempo contestata dalla chiesa e dai dottori della medicina, ma alla fine vincente. Le corti europee accolsero con grande enfasi questi nettari esotici che invasero i salotti dell'aristocrazia e poi della borghesia, i ritrovi dei rivoluzionari, i caffè e i bar di tutte le città, fino a diventare una consuetudine domestica e un piacere quotidiano, portatore di benefici per la salute.

Il riposo della polpetta e altre storie intorno...

Montanari Massimo
Laterza - 2011

Disponibile in 3 giorni

11,00 €
Perché il pane è un simbolo di civiltà? Cosa può insegnarci la pasta sul rapporto tra forma e sostanza? Che cosa significa dividere le carni, e non poter dividere la minestra? Ricercare la ricetta perfetta è ideologicamente corretto? Le ricette di cucina hanno qualcosa in comune con le ricette del medico? Perché al barbecue cucinano sempre i maschi? I piccoli gesti della vita quotidiana hanno un senso quasi mai banale. Aiutano a riflettere su quello che accade ogni giorno intorno a noi, sul nostro rapporto col mondo, con gli altri, con noi stessi. "Un'idea a cui sono particolarmente affezionato", scrive Montanari, "è che le pratiche di cucina non solo costituiscono un decisivo tassello del patrimonio culturale di una società, ma in molti casi rivelano meccanismi fondamentali del nostro agire materiale e intellettuale. La cucina può così essere assunta come metafora della vita, a meno che non ammettiamo che la vita stessa sia metafora della cucina".

Storia delle abitudini alimentari. Dalla...

Signore Giancarlo
Tecniche Nuove - 2010

Disponibile in 3 giorni

29,90 €
Il libro è frutto di un lungo lavoro di ricerca storica e di approfondimento sul tema dell'alimentazione umana nel corso del tempo, dalle prime esperienze dell'homo erectus, per arrivare, attraverso l'epoca greco-romana, medievale e rinascimentale, fino ai giorni nostri. Il testo vuole cogliere l'evoluzione politica e sociale dell'uomo e il conseguente costume alimentare e stimolare il lettore a riflettere su ciò che mangia in relazione alla società in cui viviamo, introducendo, ad esempio, degli elementi di approfondimento sul vegetarianesimo (inteso non solo come regime dietetico ma come atteggiamento globale nei confronti della vita) o, più avanti, descrivendo l'epidemia di obesità (globesity) che affligge il mondo occidentale. Vengono anche affrontati temi diversi come la dieta afrodisiaca, il ruolo delle libagioni nelle relazioni sociali ecc. L'ultima parte, dedicata al Novecento, descrive i cambiamenti della dieta italiana dopo gli anni del boom economico fino al fenomeno del fast food.

Mangiando s'impara. Cucinare con i bambini al...

Polattini Giovanna
la meridiana - 2010

Disponibile in 3 giorni

13,50 €
"Non toccare" ripetiamo continuamente. E, invece, i bambini toccano, sono curiosi di "sentire" come sia fatto tutto ciò che li circonda, nonostante siano frenati da noi adulti. Saper usare le mani vuol dire saper creare fisicamente qualcosa, "saper fare", l'abilità nelle dita si costruisce lentamente, ma deve essere stimolata e incentivata. I nostri nonni non erano tutti falegnami o muratori, ma la maggior parte di loro si è costruito casa e arredi da solo o con l'aiuto di familiari o vicini di casa. Ecco allora questo libro, per trasformare il cibo e la cucina in un gioco educativo in grado di stimolare lo sviluppo psico-fisico del bambino, la sua autonomia e la sua crescita. Non sarà poi difficile passare dall'impasto dei biscotti alla creazione di un orto. Ma attenti: per cogliere questi obiettivi educativi non necessariamente servono una cucina o un parco. Come suggeriscono queste pagine, che integrano percorsi articolati e ricette semplici, bastano la disposizione giusta con un pizzico di creatività. Il nido è un luogo di grandi sperimentazioni sia per gli adulti che per i bambini. Questo libro non è rivolto solo a chi lavora nel Nido o nella Scuola dell'Infanzia, ma a tutti coloro che si occupano di bambini: genitori, nonni, ma anche zii o baby sitter, perché non c'è attività proposta nei servizi per l'infanzia che non si possa sperimentare anche a casa e ad ogni età.

Il formaggio con le pere. La storia in un...

Montanari Massimo
Laterza - 2010

Disponibile in 3 giorni

9,50 €
L'idea di un libro dedicato a un proverbio può sembrare eccentrica. Ma l'occhio dello storico - un occhio attento a leggere ciò che non è più letto e ciò che è nascosto - ci dimostra quanto possa essere istruttivo e avvincente avventurarsi in una impresa c

Il pane e il miele. Tavola e cultura in Grecia

Tanga Maria Ivana
Diabasis - 2010

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Un affascinante viaggio tra storia, mito, religione, cultura alla scoperta di una civiltà gastronomica impastata di terra e di sole, ma anche, di miti e riti ancestrali, ossia quella cultura mediterranea che ha saputo trasformare il vissuto quotidiano in una grande, fulgida epopea. Così si scopre come pane, vino e olio, presso le genti mediterranee, siano divenuti sacri, e come il cibo, da mero sostentamento, sia divenuto poesia. Grazie a Omero, a Kazantzakis, a Platone, a Bachofen, a Teocrito, a Durrell, si scopre un'altra Grecia, quella vera, profondamente radicata alla sua identità mediterranea.

Si fa presto a dire cotto. Un antropologo in...

Niola Marino
Il Mulino - 2009

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Perché gli Italiani mangiano la pasta al dente? La "tempura" è davvero un'invenzione giapponese? Perché la pizza ha conquistato il mondo? E perché il sushi ha conquistato noi? E cosa c'entrano il baccalà con il Concilio di Trento e il caffè con la nascita delle compagnie di assicurazioni? Sono alcuni degli argomenti affrontati da questo libro. Tradizioni gastronomiche, modi di cuocere il cibo, maniere di comportarsi a tavola, passioni, repulsioni, valori estetici, tipicità, territori, sono altrettanti specchi del rapporto che gli uomini hanno con se stessi e con gli altri, con la propria terra, con la propria identità. L'espresso, il ragù, i tortellini, il pomodoro, la zucca, la mozzarella, il culatello, il baccalà, il parmigiano, la cassata sono molto più che semplici "gourmandises". Sono particolari decisivi di quel grande affresco che è la nostra storia vista attraverso gli usi e consumi dell'"homo edens".

Le ricette dell'integrazione

Licciardello Orazio
Bonanno - 2009

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Il cibo, emblematico, insieme, delle differenze e delle similarità che caratterizzano la storia del Mediterraneo, può costituire il punto di partenza di un percorso di conoscenza. I laboratori di cucina, nel quadro del presente progetto, costituiscono, insieme, un potenziale spazio condiviso, in cui si incontrano/confrontano tradizioni culturali ed identità sociali, per certi versi simili per altri anche molto distanti, ed una possibile via per la riduzione del pensare pregiudiziale; la verifica scientifica degli effetti di tale attività risulta necessaria per approfondire la conoscenza dei nodi problematici delle iniziative di "contatto" e finalizzare adeguatamente gli ulteriori interventi.

Con gusto. Storia degli italiani a tavola

Dickie John
Laterza - 2009

Disponibile in 3 giorni

11,00 €
"Il cibo italiano, quando è al suo meglio, ha il carisma che gli deriva da un rapporto quasi poetico con il luogo e con l'identità. La ragione principale per cui gli italiani in generale mangiano così bene è semplicemente che la cucina rafforza in loro il

Misticanze. Parole del gusto, linguaggi del cibo

Beccaria Gian Luigi
Garzanti - 2009

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La cucina ha scatenato da sempre invenzioni e fantasie, sorpresa e spettacolo. Il cibo è nomenclatura, varianti, ricchezze verbali. Contrassegna identità culturali, religiose, di classe, è prescrizione, divieto, comportamento. Intorno a questi temi Gian Luigi Beccaria, infaticabile esploratore della lingua e della letteratura (da Cervantes a Gadda, da Folengo a Joyce, da Belli a Calvino), mette in tavola gran messe di parole del cibo e intorno al cibo, attraverso un viaggio compiuto tra la selva dei nomi regionali e le mille varianti dialettali, tra i nomi del pane, le denominazioni locali dei dolci e i cibi di strada, tra i nomi dei frutti, delle carni, e i nomi di vini e vitigni, rari, recuperati, scomparsi... Il tutto ricomposto in saporite e imprevedibili "Misticanze", in pagine di festa, di colori, profumi, sapori, piaceri.

La psicologia a tavola

Conner Mark
Il Mulino - 2008

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Essenziale per la vita umana, il cibo svolge funzioni che vanno ben oltre il sostentamento. Sul cibo - barometro del nostro benessere fisico e psichico si concentra una sempre maggiore attenzione pubblica, come testimonia l'interesse per certi versi ossessivo che a questo argomento riservano i media. Tuttavia, se si esclude il contributo dell'antropologia, è solo negli ultimi venti anni che gli scienziati sociali ne hanno fatto un oggetto di studio. Questo volume illustra le principali ricerche della psicologia sociale nel campo dell'alimentazione. Sono esaminati l'influenza dei fattori sociali in relazione alle scelte alimentari, al controllo del peso, ai disturbi alimentari, ed è analizzato il rapporto tra stress e cibo, tra cibo e presentazione di sé.

Il dilemma dell'onnivoro

Pollan Michael
Adelphi - 2008

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Che cosa mangiamo, e perché? Sono domande che ci poniamo ogni giorno, convinti che per rispondere basti sfogliare la rubrica di un giornale, o ascoltare per qualche minuto l'ultimo imbonitore nutrizionista ospitato in tv. Ma se quelle domande le si guarda un po' più da vicino, come fa Michael Pollan in questo suo documentato saggio, forse il primo sull'argomento a non prendere alcun partito, se non quello dell'ironia e del buon senso, le risposte appaiono meno scontate. Che legga insieme a noi le strepitose biografie del defunto pollo "biologico" riportate sulla confezione di petti del medesimo, o attraversi le lande grigie e fangose del Midwest, dove milioni di bovini nutriti a mais e antibiotici vivono la loro breve esistenza fra immensi stagni di liquame, Pollan arriva immancabilmente a conclusioni di volta in volta raccapriccianti o paradossali.

A tavola con il contadino e il cacciatore. 100...

Pasqualetti Federica
Monte Università Parma - 2008

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
La cucina e la gastronomia dei contadini nascono tradizionalmente dalla "bassa corte", dall'aia delle case agricole, e da ciò che lì si poteva allevare: piccioni, galline, galli, capponi, oche, faraone e tacchini. Allevamenti, attestati già nel Seicento, r

Maccheroni acqua e farina. 90 ricette di una...

Girolomoni Gino
Jaca Book - 2007

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Questo volumetto di ricette, ma non solo, esprime in piena semplicità lo spirito della collana. "Terra Terra" vuole essere un incontro cordiale e conviviale tra amici che si interrogano sul ruolo attivo dell'uomo su questa terra. In questo caso si parla della possibilità di nutrirsi in maniera naturale, affrontando tra l'altro temi come gli OGM e gli allevamenti, la normativa nazionale ed europea e i grani antichi, la composizione dei cibi e il biologico come soluzione. Mettendo a confronto l'alimentazione delle campagne da cui proviene con il cibo industriale ripieno di conservanti, additivi, aromi artificiali che la legge consente di definire naturali, l'autore scrive in proposito: "Quando in campagna mangiavamo una fetta di pane e formaggio, era grano e latte di pecora stagionato; voi sulle vostre tavole imbandite, vi rendete conto di che cosa mangiate? E il controllo igienico-sanitario e sulla nostra salute, nelle mani di chi l'abbiamo messo?". Le ricette, una novantina, sono facili e hanno veramente il sapore della terra.

Storia dell'alimentazione. Vol. 1

Flandrin J. L. (cur.); Montanari M. (cur.)
Laterza - 2007

Disponibile in 3 giorni

54,00 €
Si dice che le paste alimentari siano nate in Cina e che Marco Polo le abbia portate a Venezia, da dove presero piede in tutta l'Italia e poi nei diversi paesi d'Europa; che il melone sia stato diffuso in Francia per opera di Carlo VIII, al ritorno dalla spedizione di Napoli, nel 1495; che i fondamenti della cucina francese si debbano ai cuochi italiani; che il paté di fegato grasso sia stato inventato nel 1788, a Strasburgo. In realtà, le paste italiane non sono venute dalla Cina, né sono arrivate da Venezia, ma si sono diffuse dal Mezzogiorno, dove erano conosciute molto prima del viaggio in Oriente di Marco Polo; i meloni erano già coltivati negli orti avignonesi dalla fine del XIV secolo; la cucina francese dell'età classica è più lontana dalla cucina italiana di quanto non lo sia quella del Medioevo; nel 1739 si trovano già, in "Les Dons de Comus", dei "piccoli patés di fegato grasso". Sfatando leggende e luoghi comuni, questo libro racconta la storia delle tradizioni alimentari, delle tecniche produttive, degli scambi commerciali, delle forme conviviali e degli usi quotidiani in Europa e non solo.

Storia del peperoncino. Un protagonista delle...

Teti Vito
Donzelli - 2007

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Cristoforo Colombo cercava le Indie e scoprì l'America. Cercava una nuova via delle spezie e trovò i luoghi del peperoncino. Per uno dei paradossi della storia le spezie dell'Asia e dell'Europa costituiranno uno degli apporti principali alla cucina del Nuovo Mondo, mentre il peperoncino (insieme a patata, pomodoro, mais) diventa l'emblema di una nuova economia, forse, il primo elemento globale. In tempi rapidi e in maniera inarrestabile, il peperoncino, che aveva un'antica storia nell'alimentazione e nella medicina dell'America precolombiana, si diffonde dalla Spagna alla Turchia, dai Paesi del Mediterraneo a quelli dell'Europa centrale, dal Nord Africa al Medio e all'Estremo Oriente. La sua fortuna è dovuta al fatto che pur essendo le sue qualità nutritive abbastanza secondarie si produce abbastanza facilmente, cresce in tutti i posti e si modifica con facilità in specie di varia forma e piccantezza. Teti ripercorre le vicende di questa spezia che da "straniera" è diventata l'emblema della cucina "locale", per dimostrare che l'identità anche quella culinaria - non è mai qualcosa di definito o chiuso ma è invece terreno di continue contaminazioni, non solo di sapori e aromi, ma soprattutto di culture.

La reinvenzione del cibo. Culture del gusto fra...

Grasseni Cristina
QuiEdit - 2007

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
In Italia e in Europa sono in atto da tempo una serie di strategie produttive, comunicative e amministrative, per la riscoperta di prodotti e ricette tradizionali come risorse per lo sviluppo locale. L'obiettivo è quello di rendere 'appetibili' al mercato globale saperi e sapori eminentemente locali, dando garanzie di igiene e qualità, e giocando una partita complessa tra standardizzazione del gusto e rivalutazione della tipicità. Nell'arco alpino questa 're-invenzione del cibo' ha importanti ricadute sull'economia del territorio, sugli assetti sociali e politici delle comunità, e sull'impatto ecologico delle pratiche produttive.

Vietato vietare. Tredici ricette per vari disgusti

Veronelli Luigi
Elèuthera - 2007

Disponibile in 3 giorni

9,00 €
Rivendicando anche per il suo ambito di attività quel famoso slogan del Sessantotto libertario, Veronelli si è divertito a raccogliere alcune ricette che, pur essendo considerate leccornie in altre culture, risultano invece più o meno disgustose per l'imma

Cibo per l'anima. Il significato delle...

Pavanello Deborah
Edizioni Mediterranee - 2006

Disponibile in 3 giorni

14,90 €
Può il cibo essere un mezzo utile alla meditazione? Possono al contrario alcuni alimenti ostacolare il progressivo avvicinarsi all'estasi mistica, all'illuminazione, alla santità? L'autrice, senza alcuna pretesa di aver trattato in modo esauriente un argom

La fame e l'abbondanza. Storia...

Montanari Massimo
Laterza - 2006

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Un libro di storia dall'impianto estremamente originale: il cibo e i comportamenti alimentari diventano la chiave di lettura per un approccio globale alla storia d'Europa dal III secolo d. C. sino ad oggi. Massimo Montanari insegna Storia medievale all'Università di Bologna. Fra i suoi lavori più importanti: "L'alimentazione contadina nell'alto Medioevo"; "L'azienda curtense in Italia"; "Campagne medievali".

Cibo d'Africa. Percorsi alimentari dal Sahara a...

Tibaldi Ettore
Slow Food - 2006

Disponibile in 3 giorni

13,50 €
Nell'immaginario degli abitanti del Nord del mondo, l'Africa - soprattutto quella subsahariana, la cosiddetta Africa nera - è il continente della fame. Chiunque la visiti in modo non frettoloso resta tuttavia colpito dalla quantità e varietà di alimenti e di ricette. Questo libro si propone di divulgare una serie di conoscenze sulla situazione alimentare dell'Africa subsahariana, ponendo l'accento sulla disponibilità delle risorse, sulla loro distribuzione, sulla loro qualità. Dalle polente del Sahel alle puree di tuberi delle zone equatoriali, dalle salse preparate con foglie di baobab ai condimenti a base di grani di palma, emerge una sorta di biogeografia del cibo in cui il contesto ambientale interagisce con la fitta rete di relazioni tra le comunità di agricoltori, allevatori nomadi, abitanti delle foreste. Una ricerca, questa di Ettore Tibaldi, profondo conoscitore del continente africano, inedita e senza pregiudizi che fa giustizia di molti luoghi comuni riguardo alla situazione alimentare dell'Africa: perché un intero continente è alla fame? Quali sono le cause e i possibili rimedi? Quali le responsabilità dell'occidente ricco?

Bere nel Medioevo. Bisogno, piacere o cura

Verdon Jean
Dedalo - 2005

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Bere è un bisogno, infatti l'uomo per vivere ha bisogno di mangiare, ma soprattutto di bere. Ma cosa beve l'uomo del Medioevo? Beve acqua, latte, cervogia, birra, sidro e soprattutto vino, la bevanda per eccellenza. L'acqua è accessibile a tutti e non costa niente, il latte rappresenta il nutrimento essenziale per il bambino. In mancanza di vino si beve la cervogia, una specie di birra fatta con orzo e avena fermentata. I monaci, che conoscono molto bene le erbe medicinali, introducono il luppolo, e si passa quindi alla birra vera e propria. A partire dal XV secolo, il sidro ha la meglio sulla birra. Il vino rimane però la bevanda preferita, anche perché poteva nascondere il sapore del veleno.

Tacuinum etrusco. Itinerario d'archeologia...

Tocci Augusto
Ali&No - 2004

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Un singolare percorso di "archeologia gastronomica" basato sulle poche indicazioni contenute nei reperti e nei testi classici. Molto è però concesso alla ricerca e alla creatività degli autori del libro che ci invitano a sederci a tavola con gli Etruschi e utilizzare le stesse materie prime, erbe, aromi, carni e cereali in una fantasia di preparazioni, dagli antipasti ai dolci, che è poi una riscoperta della cucina arcaica del centro Italia. Non vi sorprenda l'impiego di salse come il garum - per Varrone una specie di salamoia di pesce in agrodolce - in combinazioni audaci con primi, zuppe, pesce e cacciagione o la riscoperta di piatti antichissimi, come la Sbroscia e il Tegamaccio, la Tracta e le Ofellae, il Sanguinaccio e il Brustico: una danza di sapori e colori alle origini della tradizione gastronomica dell'Etruria di ieri e di oggi.

Storia d'Italia. Annali. Vol. 13: L'Alimentazione

Capatti A. (cur.); De Bernardi A. (cur.); Varni A. (cur.)
Einaudi - 1998

Disponibile in 3 giorni

72,30 €
L'attenzione della storiografia si è soffermata di rado su quel complesso di fatti che vanno sotto il nome di "cultura materiale". Il tredicesimo volume degli "Annali" giunge a colmare questa lacuna attraverso un'indagine capillare su uno degli aspetti più importanti del costume contemporaneo. A una tradizione alimentare ottocentesca, basata quasi esclusivamente sulla cultura agraria e sui bisogni di puro sostentamento, vediamo subentrare una articolazione dei consumi più "moderna". Ma il processo è lentissimo; il cibo, quasi liberato da connotazioni di necessità, diventa sempre più "simbolico". La dicotomia tra il peso di una tradizione agricola imponente e la voglia di modernizzare a tutti i costi rimane irrisolta.

Fisiologia del gusto

Brillat Savarin Jean-Anthelme
Sellerio Editore Palermo - 1998

Disponibile in 3 giorni

14,00 €

Per un vegetarianesimo cristiano

Trianni Paolo
EMP - 2017

Disponibile in 5 giorni

11,00 €
È possibile un vegetarianesimo cristiano? E su quali basi teologiche? Come sarà possibile costruire una teologia del vegetarianesimo, o degli animali se la Bibbia presenta evidenze contrarie sintetizzate dal comportamento alimentare dello stesso Gesù di Nazaret e degli apostoli? Inizia da queste premesse la riflessione filosofico-teologica del presente volume, che si propone di dimostrare, senza velare le contrarietà oggettive menzionate, che il cristianesimo può e deve farsi vegetariano.

Il gusto delle spezie nel Medioevo

Freedman Paul
Il Mulino - 2013

Disponibile in 5 giorni

14,00 €
Il Medioevo coltivò una intensa passione per le spezie, che si prestavano ad essere usate nei più vari ambiti, dalla gastronomia alla medicina ai cerimoniali religiosi. Una infatuazione che fu davvero un motore di prima importanza per lo sviluppo degli scambi commerciali, le conquiste, la crescita economica. Perché le spezie erano così richieste, e così costose? Come racconta questo libro, erano simboli di bellezza, di ricchezza, di raffinatezza, di grazia. E la domanda di cannella e pepe, di rare ed esotiche essenze aromatiche come l'ambra grigia e il muschio, stimolava i viaggi verso Oriente, le esplorazioni geografiche, commerci. Seguendo il gusto e la tirannia della moda, l'Europa medievale andava così alla conquista del mondo.

Banchetti letterari. Cibi, pietanze e ricette...

Anselmi G. M. (cur.); Ruozzi G. (cur.)
Carocci - 2011

Disponibile in 5 giorni

30,00 €
Dal pane di Dante e di Manzoni al risotto di Gadda, dalle salsicce del Decameron al timballo di maccheroni del Gattopardo, la presenza del cibo nella letteratura italiana non è certo casuale o sporadica. Proprio per questo - in un momento in cui fra l'altro si registra a tutti i livelli un rinnovato interesse per la cucina - Gian Mario Anselmi e Gino Ruozzi hanno scelto il cibo come fil rouge attraverso cui ripercorrere il nostro patrimonio letterario. Sarà un percorso inevitabilmente fatto di "assaggi", volti a stimolare più che a soddisfare la nostra fame di buone letture (e di buone pietanze), in cui si accosteranno cibi dietetici a cibi "infernali", la cucina kasher all'invero assai meno commestibile cucina futurista, la cioccolata ai biscotti o alle merendine, la piada ai tartufi. Un banchetto insomma, o un buffet, a cui siamo tutti invitati e che, nella ricorrenza del suo centenario, ci piace immaginare idealmente imbandito per noi da Pellegrino Artusi. Dunque, buona lettura e... buon appetito!

A tavola con gli Appiani. Storia della famiglia...

Lupi Gordiano; Avella Patrice
Ass. Culturale Il Foglio - 2020

Non disponibile

16,00 €
Prepariamoci a compiere un viaggio a ritroso nel tempo verso un'epoca medievale e rinascimentale di sogni e innovazioni del pensiero e della gastronomia della Toscana e del Principiato Piombinese della Signoria di Piombino, il dominio degli Appiani, dopo oltre duecento anni di potere ininterrotto. Tante belle ricette toscane sono state create nel periodo del Rinascimento e tramandate fino ad oggi dalla tradizione culinaria piombinese. Ma in tanti sono rimasti e stati migliorati nel tempo per rimanere nella grande tradizione gastronomica nostrana come: l'antenata della zuppa delle cipolle, la carabaccia; l'antenata delle crèpes francese nate in Maremma, il ciaffagnone; l'antenato del cacciucco, la schibezia del tavernaro o sburrita; l'antenato dell'acquacotta, il pan lavato, fino all'antenato vino Chianti, il Sangiochetto.

A tavola con il tempo. Cronache, documenti e...

Gasparroni Alessandra; D'annunzio Luciana
Ricerche&Redazioni - 2020

Non disponibile

27,00 €
Il filo rosso dell'alimentazione nella storia è stato il motivo di questa ricerca rivolta, in particolare, a episodi e cronache abruzzesi che hanno declinato il cibo in varie forme. L'attenzione delle due autrici, l'antropologa Alessandra Gasparroni e l'archivista di Stato Luciana D'Annunzio, si è focalizzata su pranzi e banchetti celebrati nelle città e nei paesi come anche nei palazzi e nelle magioni di personaggi illustri in occasioni diverse. Celebrazioni istituzionali, banchetti di parata, pranzi nuziali, gare gastronomiche e tanti altri avvenimenti hanno permesso di guardare il divenire storico attraverso la lente del cibo. Una storia che parte da lontano, dal primo secolo dopo il Mille e arriva agli anni '50 del secolo scorso. L'attenta analisi storico-antropologica è stata condotta ad ampio spettro indagando su testi, articoli specialistici e attingendo a una documentazione d'archivio per lo più inedita particolarmente ampia e variegata mai messa insieme prima d'ora. Ricco anche l'apparato iconografico, con riproduzione di manoscritti, documenti, foto d'epoca. Volume sostenuto dal Gruppo Medico D'Archivio.

Del Panpepato narnese, della sua «esportazione»...

Bussetti Francesco
Il Formichiere - 2020

Non disponibile

5,00 €
Un eclettico erudito narnese dell'Ottocento, il marchese Giovanni Eroli, annota un elenco di ingredienti utilizzati dalle monache di San Bernardo per fare i panpepati. Solo una nota di ingredienti con le relative quantità senza far cenno alla procedura da seguire per ottenere i dolci. Tanto basta per disegnare una identità ed un percorso nel tempo del panpepato a Narni tessendo la trama di una storia che viaggia tra pratica del fare e abilità del saper fare un dolce natalizio preparato e consumato "casa per casa". In parallelo si apre una questione non risolta: c'è una relazione tra il panpepato narnese e quello di Ferrara? Dalle carte dell'Eroli emerge un vero giacimento di ricette e procedure gastronomiche e nel volume è pubblicata una buona parte di quelle che riguardano la pasticceria. Non mancano "curiosità & consigli". Viene infine riportato un interessante documento pubblico sul modo di fare il pane a Narni nell'anno 1725.

Sapori danteschi

Giangoia Rosa Elisa
Dante Alighieri - 2019

Non disponibile

8,00 €
La "Divina Commedia" è un'opera grandiosa dalle molteplici sfaccettature che ingloba in sé tutto il reale per quella sua interna tensione che dalla Terra fa salire il lettore fino al Paradiso. In questa complessa poliedricità anche gli aspetti gastronomici e culinari hanno una loro collocazione ed un loro rilievo, non solo in relazione alla severa condanna del vizio della gola, ma soprattutto per il fatto che nell'Inferno il trattamento riservato ai dannati è sovente suggerito alla fantasia creativa di Dante da preparazioni gastronomiche, di cui si può trovare attestazione e documentazione in coevi manuali di cucina. Leggere la Commedia seguendo questo insolito percorso è un'opportunità particolare, in quanto consente in qualche caso di penetrare in più sottili risvolti interpretativi, sovente di aprire spiragli nella vita quotidiana dell'autore, che talvolta, anche solo tramite un semplice accenno linguistico, un paragone o qualche altro debole indizio, ci fornisce inaspettate possibilità di gettare un'occhiata, attraverso la sua arte, nel modo di vivere suo e del suo tempo.