Diritti umani

Active filters

Il crimine del Congo

Doyle Arthur Conan
Bordeaux

Disponibile in libreria

14,00 €
Con questo volume del 1909, tradotto in italiano per la prima volta, Sir Arthur Conan Doyle - creatore del celeberrimo Sherlock Holmes - denuncisenza giri di parole le atrocitcommesse ai danni della popolazione del Congo belga da parte del regime coloniale di Re Leopoldo II. Le sue tesi a sostegno della Congo Reform Association, organizzazione fondata pochi anni prima da Edmund Dene Morel contro i crimini europei nel paese africano, ci hanno lasciato una preziosa testimonianza su uno dei genocidi dimenticati del XIX secolo. L'autore di "Uno studio in rosso" e del "Segno dei quattro", capisaldi del genere poliziesco, affronta qui questioni di ordine politico e umanitario entrando di diritto fra quanti misero il loro nome al servizio di una giusta causa, come ile Zola con il suo J'Accuse.

Non c'? fede che tenga. Manifesto...

Sciuto Cinzia
Feltrinelli

Disponibile in libreria

10,00 €
Oggi in Europa viviamo in societsempre pidisomogenee. Le tensioni e i conflitti etnici, religiosi e culturali che attraversano centri e periferie impongono la ricerca di nuove forme di convivenza. Secondo Cinzia Sciuto, la strada da percorrere per una societcapace di tenere insieme disomogeneitculturale e diritti delle persone quella di una visione etica e politica radicalmente laica. Ma che cosa significa essere laici? La laicitl'insieme delle condizioni che permettono alle diverse espressioni religiose, e piin generale alle diverse visioni del mondo, di coesistere in una societpluralistica. Condizioni che garantiscono la libertdi religione ma allo stesso tempo stabiliscono princi ai quali non si puderogare in nome di nessun Dio. La laicitdunque non il polo di una simmetria, ma la condizione prepolitica della convivenza civile in una societdisomogenea. Un saggio che smaschera le pretese velleitarie del multiculturalismo: nel reclamare riconoscimento e rispetto delle identitdelle diverse componenti etniche, religiose e culturali di una societ il rischio perdere di vista che il soggetto titolare di diritti solo ed esclusivamente il singolo individuo e non i gruppi. Sciuto capovolge l'ordine di priorit l'individuo a essere portatore di identite appartenenze, non l'appartenenza a definire l'individuo.

Expériences juridiques sur les...

L'Harmattan Italia

Non disponibile

28,00 €
Un contributo collettaneo al dibattito sui diritti umani alla luce delle teorie e della metodologia proprie della sociologia giuridica (saggi in lingua francese di P. Lo Bue Oddo, D. Rancati, L. Cogliati, C. Crocetta, E. Damiani di Vergada Franzetti).

Betina sin aparecer. La storia...

Tarnopolsky Daniel
Qudulibri

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Daniel aveva solo 18 anni quando i militari irruppero nella sua casa a Buenos Aires e portarono via i genitori. Poi sequestrarono sua sorella di 15 anni e sua cognata. Suo fratello Sergio stava facendo il servizio militare nella ESMA e non riapparve più. In una notte, quella del 15 giugno 1976, Daniel Tarnopolsky perse tutta la sua famiglia e si ritrovò solo. Riesce a scampare all'appuntamento con la morte perché non è in casa. In questo libro egli affianca alla sua voce, e a quella della nonna, la voce poeticadi sua sorella Betina, in un'ossessiva e commovente ricerca di colei che immagina in un limbo di oblio, non morta ma uccisa nell'animo dal suo torturatore. Nel 2004 la sua battaglia processuale lo condusse a una vittoria senza precedenti nei confronti dell'ammiraglio Massera, con la conseguente donazione di quanto ottenuto per risarcimento alle Abuelas de Plaza de Mayo.

Islam e diritti umani: un (falso?)...

Diabasis

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Islam e diritti umani sembrano oggi inconciliabili. Dalle violenze terroristiche fino all'imposizione alle donne di veli più o meno integrali, si snoda una lunga serie di fatti che sembrano indicare l'incompatibilità dell'Islam con i diritti umani. Sennonché, da quello che appare come il fronte opposto di uno scontro di civiltà, vengono mosse accuse altrettanto radicali: che i diritti umani sono una invenzione dell'Occidente che pretende di imporli al resto del mondo, che è colpevole di usare due pesi e due misure... ma è davvero impossibile una conciliazione? Il libro vuole fornire un'alternativa plausibile a questo nodo che sembra insolubile.

Amnesty international. Agenda...

Sonda

Non disponibile

6,20 €
Planning mensile e pagina quotidiana per appunti e appuntamenti. L'agenda accompagna nel corso dell'anno le attività di Amnesty e suggerisce possibilità concrete di collaborazione, adesione e sostegno.

Agenda 2000

Sonda

Non disponibile

7,23 €
L'Agenda accompagna nel corso dell'anno le attività di Amnesty International e si propone come strumento formativo-informativo. Il planning quotidiano riporta le principali ricorrenze legate alla violazione o al rispetto dei diritti umani attraverso i secoli nel mondo, mentre l'ampio inserto è dedicato alle sfide di Amnesty per il 2000, dalla lotta contro la pena di morte all'educazione ai diritti. Le pagine dell'Agenda che accompagnerà al nuovo millennio suggeriscono inoltre possibilità concrete di collaborazione, adesione e sostegno al movimento che da decenni si batte per il rispetto dei diritti umani in ogni angolo del pianeta. vivere la dimensione europea in quel momento storico.

Amnesty International. Agenda 1999

Sonda

Non disponibile

7,23 €
L'Agenda intende accompagnare nel corso dell'anno le attività di Amnesty International e si propone come strumento formativo/informativo, fornendo dati e tabelle aggiornati relativamente alle violazioni dei diritti umani nel mondo e suggerendo possibilità concrete di collaborazione, adesione e sostegno ad Amnesty. Un inserto dell'Agenda riproduce alcune opere dedicate ad Amnesty da: Altan, Angese, Bucchi, Cemak, Disegni, Ellekappa, Giuliano, Marmotti, Scalia, Staino, Vauro, Vincino.

Diritti umani. L'età della pretese

Possenti Vittorio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Dopo "l'età dei diritti" di cui diceva N. Bobbio nel 1990, è nata l'età delle pretese: squilibrio tra l'esplosione dei diritti e l'elusione dei doveri, e liquefazione dell'idea di obbligazione. Il diritto (vero o supposto), separato dalla responsabilità ad esso inerente, diventa fattore di disgregazione e un'arma puntata contro l'altro. È una vacua idea che la libertà soggettiva basti a tenere unita una società. Di fronte a questa dinamica travolgente occorre ridare significato e fondamento reale ai diritti, evitando tre passi falsi: l'individualismo libertario che fa dell'io un'isola; l'applicazione indiscriminata della tecnica nell'ambito della vita (Biopower); la riduzione dell'uomo a mero essere naturalistico. In proposito la tradizione del giuspersonalismo, ispirata all'idea di persona e di natura umana, offre un ingresso solido e moderno.

Pedagogia, intercultura, diritti umani

Silva Clara
Carocci

Non disponibile

11,70 €
Di fronte alle sfide della globalizzazione e del multiculturalismo occorre un modello dell'educare che riscatti l'umanità dalla crisi e dall'insicurezza che segnano la postmodernità. I diritti umani nella loro potenzialità emancipativa diventano il volano di tale modello, volto a formare l'uomo planetario. II volume pone in connessione la questione dei diritti umani con altre tematiche oggi urgenti come la cittadinanza e l'appartenenza. Tre sono le direzioni percorse: l'analisi dei problemi del mondo attuale, la riflessione sui presupposti di una cultura dei diritti umani e la ricerca di un profilo per il soggetto dei diritti, che coniughi l'universalità della condizione umana con la specificità del singolo. Attraverso una riflessione che risale alle radici filosofiche del concetto di individuo si delinea un'idea di soggettività in chiave esistenziale e narrativa, che trova nella nozione di persona il suo fulcro.

A casa loro

Cavalli
People

Disponibile in libreria

12,00 €
Il Mediterraneo è il cimitero liquido dei nostri scheletri ma lì intorno, nelle regioni che scendono per l'Africa, quelle sulla rotta balcanica e nella zona impigliata tra i fili spinati della Turchia, ci sono le persone. Persone, semplicemente, con il fardello delle loro storie che hanno l'odore di carne viva, senza valigie ma con quintali di paura, costrette al macabro destino di stare sulle pagine dei giornali o sulle bocche più feroci della politica e poi davvero non avere un posto dove stare. Il mare non uccide. Ad uccidere sono le persone, la povertà, le politiche sbagliate e le diseguaglianze. "A casa loro", partendo dalle coraggiose inchieste di un reporter internazionale, prova a raccontare quella parte del mondo che ci illudiamo di conoscere e di poter giudicare guardando le immagini dei profughi, mentre invece ci viene nascosta nel buio delle notizie non date.

La banalità del male. Eichmann a...

Arendt Hannah
Feltrinelli

Disponibile in libreria

12,00 €
Otto Adolf Eichmann, figlio di Karl Adolf e di Maria Schefferling, catturato in un sobborgo di Buenos Aires la sera dell'11 maggio 1960, trasportato in Israele nove giorni dopo e tradotto dinanzi al Tribunale distrettuale di Gerusalemme l'11 aprile 1961, doveva rispondere di 15 imputazioni. Aveva commesso, in concorso con altri, crimini contro il popolo ebraico e numerosi crimini di guerra sotto il regime nazista. L'autrice assiste al dibattimento in aula e negli articoli scritti per il "New Yorker", sviscera i problemi morali, politici e giuridici che stanno dietro il caso Eichmann. Il Male che Eichmann incarna appare nella Arendt "banale", e perciò tanto più terribile, perché i suoi servitori sono grigi burocrati.

Nulla è cambiato? Riflessioni sulla...

Bononia University Press

Non disponibile

40,00 €
Il volume raccoglie gli atti del Convegno internazionale di studi "Nulla è cambiato? Riflessioni sulla tortura", organizzato dall'Associazione "Franco Bricola" di Bologna e dal Dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Ferrara, svoltosi a Ferrara, presso l'Aula Magna del Dipartimento, nei giorni 9 e 10 marzo 2018.

Crescita economica, tutela dei...

eum

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Con un approccio interdisciplinare, la ricerca muove dalla convinzione che il ruolo delle istituzioni e l'attenzione alla tutela dei diritti siano fattori imprescindibili nel determinare la crescita economica. Questa, infatti, è possibile solo in presenza di mercati efficienti, istituzioni forti, trasparenza, buon governo e un contesto globale coeso. Particolarmente ricco di spunti di riflessione è anche il tema di indagine legato ai rapporti tra crescita economica e tutela dei diritti. La promozione dei diritti non è un "lusso" sacrificabile sull'altare dei conti pubblici; al contrario, essa rappresenta un fattore produttivo fondamentale che contribuisce alla stabilità politica e alla crescita economica.

La corte di Strasburgo

Key Editore

Non disponibile

150,00 €
La Corte europea dei diritti dell'uomo, la sua struttura, il suo funzionamento, la sua giurisprudenza nei confronti dei 47 Paesi membri del Consiglio d'Europa sono, per lo più, poco conosciuti sia dal grande pubblico che dalla comunità dei giuristi pratici. Fornire ai giuristi italiani e, in particolare, ai giuristi pratici uno strumento che consenta una conoscenza ampia, dal punto di vista tematico, e profonda, dal punto di vista contenutistico, è la ragione che ci ha spinto a riunire intorno a un'ideale tavola rotonda giudici europei e giudici nazionali, avvocati, professori, giuristi della Corte. Il risultato è una raccolta possente di 73 intensi contributi, attraverso i quali vengono soddisfatte sia una funzione divulgativa che una funzione di approfondimento e di analisi critica.

Diritti umani e diritti dei popoli....

Monina Giancarlo
Carocci

Non disponibile

21,00 €
Nella stagione più buia e drammatica della storia contemporanea latinoamericana, nel vivo dell'instaurazione e dell'azione repressiva dei regimi dittatoriali, il Tribunale Russell II per il Brasile, il Cile e l'America Latina denunciò al mondo le «violazioni gravi, sistematiche e ripetute dei diritti dell'uomo e dei diritti dei popoli» che si stavano commettendo. Operò come tribunale internazionale di opinione, attraverso attività di indagine, raccolta di prove, testimonianze, e sottopose la condotta dei regimi militari al giudizio di una giuria internazionale riunita in udienze pubbliche. Fu anche un grande movimento transnazionale che coinvolse e mobilitò una vasta e multiforme rete di gruppi e di attivisti in America Latina, in Nord America e in Europa: una delle prime espressioni delle nuove forme di protesta che segnarono la nascita della società civile globale nel contesto dei "lunghi anni Settanta". Ne fu promotore il leader socialista italiano Lelio Basso, al fianco di note e prestigiose personalità quali Gabriel García Márquez, Julio Cortázar, Jean-Paul Sartre, Simone de Beauvoir, Noam Chomsky, Hortensia Bussi de Allende e tante altre. Il libro propone, per la prima volta in modo compiuto, la storia del Tribunale Russell II ricostruita attraverso la ricca documentazione archivistica conservata presso la Fondazione Lelio e Lisli Basso.

Una vita da eretico. Alfredo...

Carminati Diana
DeriveApprodi

Disponibile in libreria in 3 giorni

19,00 €
Un memoriale per Alfredo Tradardi. Un piccolo gesto tempestivo che ci ricordi chi è stato questo intellettuale «patafisico». Un libro capace di raccontare, in un mannello di pagine, la fisionomia complessa, sfaccettata di un «giusto», di un individuo coraggioso, estraneo a ogni forma di autocompiacimento, di egocentrismo, di esibizionismo, anche quando, da post-futurista, si metteva sulla scena, ma sempre nascondendosi dietro la causa che perorava. Le molte vite vissute da Alfredo - nell'ingegneria informatica, nel teatro e nell'organizzazione culturale, nell'amministrazione pubblica e nella privata ricerca della giustizia e della verità, nell'impegno politico - vengono qui dipanate, in una rapsodia a più voci, che restituisce, in prima approssimazione, l'uomo, il teorico, il militante, l'artista.

Cécile Kyenge. Intervista a cura di...

Kyenge Cécile
Leonida

Non disponibile

10,00 €
"Per Carlos Saavedra Weise, celebre aforista boliviano, «Quando sogna, l'uomo è un gigante che divora le stelle»; per lei, il nutrimento dei grandi sogni è fatto di ostinazione e fiducia. Come denominatore comune vi è quindi la grandezza, l'ampiezza del valore. La differenza sembrerebbe risiedere invece nel movimento compiuto da tale entità, nella direzione percorsa da questa forza positiva. Dal sogno all'uomo, o dall'uomo al sogno. Ma è presente davvero uno scarto, o vi è un unico moto circolare che compenetra, e alimenta incessantemente, uomo e sogni? Mi spiego meglio: si diventa giganti solo sognando? Sognano sul serio solo i giganti? Oppure la verità sta nel mezzo e uomini e sogni non possono vivere gli uni senza gli altri?..."

Il diritto ad avere diritti....

Lilli Marco
Morlacchi

Non disponibile

12,00 €
La Sociologia e il Diritto, due scienze che dovrebbero amalgamarsi per comprendere realmente di quali norme giuridiche deve dotarsi una società affinché le stesse siano giuste, attualizzate al momento storico ed uguali per tutti i cittadini, senza distinzione o discriminazione alcuna. Principio, quello dell'uguaglianza, caposaldo della Carta Costituzionale, ma spesso richiamato a piacimento di qualcuno e per qualcosa non necessariamente all'indirizzo dell'interesse collettivo. Credo quindi che la Sociologia è in grado di offrire al legislatore il principale strumento necessario per adottare le giuste decisioni; ma spesso adeguare le norme al maturato contesto sociale crea scompiglio proprio tra chi dovrebbe perseguire come primo e unico interesse il rispetto di ogni componente sociale, soprattutto la più debole. Questo libro cerca di mettere in risalto alcune criticità rispetto proprio a come è percepita la società e il diritto nel loro insieme, dove da una parte trovano posto le persone perbene vittime del crimine, dall'altra i criminali, e dove il contesto carcerario non è un qualcosa avulso rispetto alla società, bensì è un tutt'uno con essa.

Diritti umani e inclusione

Mascia Marco
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

27,00 €
I contesti sociali caratteristicI contesti sociali di questi ultimi tempi stanno stimolando numerose riflessioni sulla necessità di investire nella costruzione di contesti inclusivi e capaci di dare vita ai diritti umani. Per tutto questo è necessario l'apporto di discipline e saperi diversi, che aiutino a tracciare delle nuove e originali traiettorie al fine di garantire opportunità e una piena partecipazione all'interno dei nostri ambienti a tutte le persone. La sfida di questo volume è proprio quella di fornire una lettura multidimensionale dei contesti sociali attuali e un'analisi delle barriere all'inclusione, che vanno ben oltre quelle architettoniche, e si nascondono nel linguaggio, nelle abitudini, nei pregiudizi sociali, nelle scelte politiche; di declinare i contributi che diverse discipline possono fornire alla costruzione di contesti inclusivi, incentrati sui diritti umani e sul benessere delle comunità e di tutte le persone; di promuovere una mentalità e sensibilità inclusive e una visione interdisciplinare per avviare proficue collaborazioni anche di tipo professionale.