Storia della Marina

Filtri attivi

Navigatori scalzi. Per i mari senza...

Dell'Oro Paolo
Il Frangente

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Non si pensa mai, né si vede scritto, che i grandi marinai come Colombo, Vespucci, da Gama e molti altri erano navigatori scalzi, ossia andavano verso l'ignoto servendosi di una strumentazione primitiva. L'argomento di questo libro, prende in considerazione questo aspetto fondamentale dell'andar per mare non solo dei grandi navigatori dei secoli XV e XVI, ma anche di coloro che li avevano preceduti pur non essendo passati alla storia. Chi navigava per la prima volta in acque sconosciute, non possedeva carte nautiche, essendo del tutto inesistenti, ed i mezzi di cui poteva disporre per sapere la propria posizione erano quanto mai primitivi: l'osservazione di qualche stella, il volo degli uccelli, il colore del mare. Le cognizioni dei navigatori scalzi andarono via via arricchendosi nel corso dei millenni, in particolare la cartografia e la strumentazione, rendendoli così sempre meno scalzi.

Quando guidavano le stelle. Viaggio...

Vanoli Alessandro
Il Mulino 2019

Disponibile in libreria  
MANUALI STORIA

13,00 €
Sentimentale ma molto reale: in quattro navigazioni il viaggio si snoda dall'Egeo dei tempi di Ulisse alle coste romane di Ostia, da Costantinopoli all'Andalusia, da Ragusa a Cipro, e infine da Alessandria d'Egitto a Ravenna. Di porto in porto, di tappa in tappa, ci ritroviamo in epoche diverse, nella Atene del V secolo a.C., a Cartagine alla vigilia della terza guerra punica, nella Valencia del Cid Campeador, nella Genova medievale, a Istanbul, e a Napoli all'inizio del Novecento. Ogni approdo racconta un pezzo di storia del Mediterraneo, attraverso il ricordo di grandi eventi o la riscoperta di personaggi ormai dimenticati, ma sempre parlando anche di noi e di quel mare che non smette di suscitare speranze.

I colori della marineria veneziana....

Munerotto Gianfranco
Cierre Edizioni 2019

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Nel corso della storia l'uomo ha sempre sentito l'esigenza di colorare in vario modo, a seconda delle diverse culture, le imbarcazioni su cui navigava: per farsi notare in lontananza da amici e nemici, per ragioni scaramantiche e, infine, per ragioni estetiche o di rappresentanza. Anche Venezia e i suoi marinai non sono sfuggiti a questa tendenza quasi "naturale": navi e barche nate in laguna hanno sempre sfoggiato, in modo più o meno vistoso, colori o decorazioni particolari. Raramente, però, gli studi di storia navale pongono l'attenzione sulla colorazione, che pure rappresentava (e ancor oggi rappresenta) il primo impatto visivo di un natante e, quindi, motivo di memoria visiva. Nel mondo millenario della marineria veneziana, studiato da secoli nei più diversi aspetti tecnici o storici, mancava fino ad oggi una ricerca specifica sulla colorazione sia delle navi, sia delle semplici barche pescherecce o lagunari, con riferimenti alle vele, così importanti nella marineria adriatica, e alle bandiere. Questo volume, basato sull'esame rigoroso e accurato di documenti, materiali e iconografia storica coevi alle epoche trattate, intende contribuire a colmare tale lacuna.

Kursk. La storia nascosta di una...

Moore Robert
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2019

Disponibile in 3 giorni  
ROMANZO STORICO

18,00 €
Il 12 agosto 2000, nel corso di un'esercitazione, il sommergibile nucleare Kursk, vanto della Marina russa e ritenuto inaffondabile, si inabissò nelle acque dell'Artico a causa di due esplosioni dovute a un siluro difettoso, che devastarono il gigantesco doppio scafo d'acciaio. Dei centodiciotto membri dell'equipaggio, ventitré sopravvissero dietro la barriera protettiva dei reattori, nella parte posteriore del Kursk, sotto il comando del tenente di vascello Dmitrij Kolesnikov, giovane ufficiale di ventisette anni. Questa è la loro storia, scritta da chi era presente in quei giorni frenetici. In questo libro Robert Moore ha denunciato le responsabilità di questa disgrazia: la sua penna ci consegna un pezzo di storia rimasto sommerso, e ci svela le numerose falle di un sistema militare imperfetto e gli errori del governo russo. Dal ritardo con cui venne rilevato il disastro al fallimento delle missioni di soccorso, fino alla fatale decisione di non accettare in tempo gli aiuti internazionali, la tragedia del Kursk apre uno squarcio sui meccanismi di gestione del potere della nuova Russia, portando alla luce i numerosi insabbiamenti voluti dal Cremlino: per il giovane Vladimir Putin infatti, eletto da pochi mesi alla presidenza, l'affondamento di questo poderoso sottomarino è stato la prima grave crisi da affrontare, ma anche l'occasione per provarsi nel ridurre al silenzio e all'obbedienza le voci dissidenti e la stampa indipendente del Paese. Nella vicenda del Kursk e delle sue vittime si intrecciano dunque i drammi personali delle famiglie che hanno combattuto per ottenere verità e giustizia, ma anche le storture di un sistema politico e burocratico indifferente. Una tragedia nascosta che riemerge in questa inchiesta, diventata anche un film interpretato da Colin Firth, Léa Seydoux e Matthias Schoenaerts.

Il naufragio della Querina....

Querini Pietro
Nutrimenti 2019

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
La Querina, nave mercantile veneziana, parte nel 1431 da Creta, al comando di Pietro Querini, con sessantotto uomini di equipaggio. È diretta nelle Fiandre, ma a destinazione non arriverà mai. Doppiato Capo Finisterre, viene spinta a nord dai venti contrari. Poi la tempesta comincia la sua opera di distruzione. Spezza il timone, strappa le vele. La nave si frantuma sotto gli attacchi del mare. Finché si comincia a morire. Pochi resistono a tutto e approdano, nove mesi dopo la partenza, su un isolotto delle Lofoten, in Norvegia. Qui restano per un mese, fin quando, ridotti a undici, vengono miracolosamente salvati da alcuni pescatori. Al ritorno a Venezia, Pietro Querini, Nicolò de Michiele e Cristofalo Fioravante consegnano ai posteri il racconto della loro avventura: la sorte avversa, le sofferenze, ma anche lo stupore di fronte a uno stile di vita, quello degli abitanti delle Lofoten, lontano dalle corruzioni della civiltà. E poi la scoperta dello stoccafisso, una specialità che sarà proprio Querini - così vuole la tradizione - a consegnare alla gastronomia veneta. Una cronaca che conserva intatto il fascino originale e, grazie a un prezioso lavoro di riscrittura, ripropone ai lettori di oggi una grande storia di mare.

Le rotte della paura. Corsari,...

Stagni Giulio
Incontri Nautici 2019

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

20,00 €
Nella seconda metà del XVIII secolo con lo scoppio della Guerra d'Indipendenza americana, gli oceani divennero teatro di feroci battaglie. I corsari assoldati da entrambe le fazioni attaccavano le navi commerciali e militari a bordo di veloci brigantini in cambio di premi in denaro, mentre i pirati, che dai primi si distinguevano per non avere un'autorizzazione governativa ufficiale (la cosiddetta lettera di corsa), erano semplici malviventi, ma abilissimi marinai, che facevano razzie lungo le coste dei Caraibi. Quando poi, nel 1808 fu abolito il commercio di schiavi, si sviluppò un'altra forma di crimine legata al trasporto illegale di uomini, donne e bambini prelevati lungo le coste dell'Africa. Per tutte queste attività erano necessarie navi veloci, dal basso pescaggio e manovriere così da essere facilmente gestite anche da equipaggi ridotti. Alcuni comandanti divennero eroi, altri terrori dei mari. "Le rotte della paura" è il risultato di una meticolosa opera di documentazione che ha riportato alla luce il profilo di usi, costumi, uomini e navi che, nel bene o nel male, hanno contraddistinto un'epoca. Un'opera visuale dove l'arte del disegno si sposa alla meticolosità del testo.

Guerre corsare nel Mediterraneo....

Bono Salvatore
Il Mulino 2019

Disponibile in libreria  
STORIA MODERNA

24,00 €
Nelle acque e lungo le coste del Mediterraneo, soprattutto fra la sponda cristiana e quella musulmana, dal Cinque al Settecento imperversarono i corsari: non pirati né predoni, ma guerriglieri del mare che agivano con patenti statali. Erano in gran parte maghrebini insediati ad Algeri, Tunisi e Tripoli, ma anche l'impero ottomano aveva i suoi corsari. Le città da cui muovevano, le navi con cui operavano, le regole, le pratiche, i rituali, come veniva spartito il bottino, come era organizzato il commercio delle prede e degli schiavi: il libro descrive gli usi della guerra corsara e ne ripercorre le vicende principali, con uno sguardo alla poco conosciuta attività dei corsari europei (italiani, francesi, maltesi, spagnoli) contro gli stessi europei.

Artiglio il relitto ritrovato. La...

Vitale Fabio
La Mandragora Editrice 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Maggio 1983, un gruppo di subacquei francesi individua il relitto di una nave, la cercano da tempo nella Baia di Quiberon situata sulla costa meridionale del Morbihanin, in Bretagna. Dopo le prime immersioni e i primi recuperi di reperti si ha la certezza che si tratti dell'Artiglio, una delle più famose navi recuperi subacquei italiane che ha operato dal 1926 in Mediterraneo e in Atlantico. Si rende protagonista del ritrovamento di uno dei più ricchi relitti affondati in quel tratto di Oceano Atlantico orientale tra Francia e Gran Bretagna ma poi, a causa di un incredibile incidente, affonda il 7 dicembre del 1930 trascinando con sé i più famosi palombari dell'epoca. In queste pagine, guidati per la prima volta dalle immagini di alcuni dei reperti recuperati dal suo relitto, si ripercorre la storia degli uomini che in quegli anni resero famosa l'Italia nel mondo grazie al loro coraggio e al loro ingegno.

La nave fantasma. Un equipaggio...

Jullian Marcel
Res Gestae 2019

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

18,00 €
La vera storia dell'HMS Fidelity e del suo equipaggio, scomparsi misteriosamente una notte di San Silvestro della Seconda guerra mondiale. Prima di essere riconvertita a uso bellico, la nave si chiamava Rhône ed era un mercantile battente bandiera francese. Dopo l'occupazione nazista della Francia, salpò alla volta del Galles per essere consegnata alla Royal Navy. Divenuta un'imbarcazione destinata al servizio speciale, la Fidelity operò al largo delle coste francesi sotto la direzione dello Special Operations Executive, camuffandosi da mercantile spagnolo o portoghese. Nel dicembre del 1942, unitasi a un convoglio che venne attaccato da U-Boot nazisti e lasciata indietro per problemi al motore, sparì senza lasciare traccia. Presentazione di George Archibald.

Viva san Marco! Storia di una...

Ercole Guido
Gruppo Modellistico Trentino 2019

Disponibile in 3 giorni

40,00 €
Libro intitolato con il grido di battaglia dei marinai della Serenissima che racconta la storia di Venezia da un punto di vista molto particolare: quello della sua Marina. Un'avventura di indipendenza durata oltre mille e trecento anni da quando, il 25 marzo del 421, venne fondata la chiesa di San Giacometto vicino ad un canale profondo, in latino "rivus altus", fino al 23 agosto 1797 quando alcuni valorosi marinai veneziani sottrassero alle mire dei Francesi, che avevano invaso con l'inganno Venezia e i suoi territori, lo storico "gonfalone da battaglia" della flotta portandolo al loro paese, a Perasto nelle Bocche di Cattaro, e qui lo seppellirono in un luogo sconosciuto "per impedire che cada in mani indegne". È quindi la storia organica, documentata e aggiornata alle ultime scoperte, non solo delle varie categorie di navi di tutti i tipi e dimensioni che si sono avvicendate nel corso dei secoli ma anche del suggestivo ambiente della Marineria Veneta e di quanto ruotava intorno ad essa.

La battaglia dell'atlantico. Le...

Cernigoi Enrico
Itinera Progetti 2019

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

22,00 €
La Battaglia dell'Atlantico, termine coniato da Winston Churchill nel 1941, fu la campagna militare che si protrasse più a lungo di tutta la Seconda Guerra Mondiale. Entrambi gli schieramenti erano consci che dalle sorti di questa scontro dipendeva l'esito della guerra in Europa. Il volume propone una chiave di lettura innovativa del conflitto, approfondendo non solo gli episodi bellici, come il controverso caso del Regio sommergibile Barbarigo, ma mettendo in relazione questi ultimi con l'attività politica e di spionaggio delle forze dell'Asse in Sud America. Ne risulta un quadro degli eventi quanto mai articolato e inedito, nel quale episodi apparentemente scollegati fra loro trovano una chiara spiegazione nella mortale "partita a scacchi" giocata sulle acque dell'Atlantico.

Nave Vespucci. Diario di bordo...

Lorusso Eleonora
Ugo Mursia Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Salire sul Vespucci è un'esperienza che ogni italiano dovrebbe provare. La prima volta si sale in silenzio. Lo stesso rispettoso silenzio che si deve al mare. Un appassionato diario di bordo, con la storia, i segreti, le foto, gli aneddoti di Nave Vespucci. I ricordi di chi ha navigato tra i ghiacci del Circolo polare artico, di chi si è imbarcato in Australia per il giro del mondo della nave scuola della Marina Militare. Uomini e donne, marinai e ufficiali si raccontano e raccontano dettagli di vita quotidiana. Dove si dorme? Come si vive a bordo? Curiosità, riti scaramantici e storie di eroi (e amori) passati dalle onde del mare a quelle dell'etere sulle frequenze di RTL 102.5, radio ufficiale delle campagne di istruzione. Uomini di mare o semplici cittadini saliti a bordo per poche ore raccontano l'emozione di aver incontrato «la nave più bella del mondo», un patrimonio della marineria che appartiene a tutti noi.

La missione segreta che ha cambiato...

Geroux
Newton Compton 2019

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

12,90 €
Nell'estate del 1942 la vittoria degli alleati era tutt'altro che scontata. Così Roosevelt e Churchill organizzarono dei convogli artici, scortati dalle unità alleate, per rifornire la Russia, allo stremo. I convogli erano composti da marinai che avevano lavorato su navi mercantili, uomini inadatti al servizio militare, peraltro a bordo di vecchie imbarcazioni minacciate da iceberg, bombardieri e sottomarini.  Il 17° convoglio (PQ-17) aveva appena iniziato ad attraversare l'Atlantico del Nord, quando Hitler minacciò di schierare la temibile corazzata Tirpitz per annientarlo. Temendo la perdita di insostituibili navi da guerra, l'ammiragliato britannico ordinò alla flotta militare di disperdersi e lasciare il convoglio senza difesa. Churchill lo definì "l'episodio più triste di tutta la guerra", ma quando i tedeschi iniziarono a dare la caccia alle navi del convoglio via mare e via cielo, quattro di esse riuscirono a salvarsi, mimetizzandosi nel ghiaccio grazie a vernice bianca e lenzuoli. Nascondendosi alla vista del nemico, proseguirono verso il porto sovietico di Arcangelo, riuscendo così a far pervenire gli indispensabili approvvigionamenti alla Russia.

Nella terra della morte bianca. Una...

Albanov Valerian
Bibliotheka Edizioni 2019

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Uno dei viaggi più incredibili nella storia dell'esplorazione artica: l'odissea di un uomo alla ricerca della salvezza. Il Sant'Anna, un veliero russo diretto a Valdivostok, dopo aver percorso circa 11.000 km attraverso le acque più pericolose della terra, resta intrappolato nel ghiaccio, andando alla deriva. Con scarsi rifornimenti e senza speranza di soccorso, l'ufficiale di navigazione della nave, Valerian Albanov, decide di abbandonare l'imbarcazione alla ricerca di una improbabile salvezza, attuando una terribile marcia nelle ostili terre di Francesco Giuseppe. Nella terra della morte bianca è la cronistoria sofferta, dolente e avventurosa della lotta di un uomo contro gli elementi ostili di una natura selvaggia e incontaminata, bellissima e feroce.

Pirati in Oriente 811-1639

Turnbull Stephen
LEG Edizioni 2019

Disponibile in libreria  
STORIA MEDIEVALE

14,00 €
Temuti in tutto l'estremo Oriente, i pirati erano noti come "demoni neri" o "dragoni dell'inondazione". Per secoli, i rapporti tra il Giappone, la Corea e la Cina si svolsero sul triplice piano della guerra, del commercio e della pirateria. Quest'ultimo elemento combinava le caratteristiche degli altri due e, con le sue implicazioni violente ma allo stesso tempo politiche e militari, costituisce il soggetto di questo originale volume. Stephen Turnbull ricostruisce il mondo e la vita quotidiana dei pirati, dalle loro attività pacifiche nel settore della pesca alle incursioni, spesso condotte a grande distanza e con un consistente impiego di mezzi. Il libro fa rivivere le basi, i castelli e le navi dei pirati attraverso relazioni dell'epoca che, abbinate a un notevole apparato iconografico, riportano il lettore a un periodo brutale ma affascinante.

I grandi transatlantici della...

Caterino Aldo
Il Portolano 2019

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
L'Italia - Società di Navigazione (nota anche come Italia Società Anonima di Navigazione, Italia S.p.A.N., Italia di Navigazione S.p.A. ma popolarmente conosciuta anche più semplicemente come Società Italia, o solamente come Italia Navigazione). Nell'ambito dello shipping internazionale era nota sotto l'inconfondibile denominazione di "Italian Line". Per un settantennio è stata la compagnia di navigazione di bandiera italiana, leader nel trasporto di passeggeri e merci e, da ultimo, nello scenario internazionale del trasporto intermodale di contenitori via mare. Come tale ha rappresentato il meglio (ma a volte anche il peggio) delle capacità industriali del nostro paese nel comparto marittimo, assurgendo a simbolo di un'epoca, quella dei grandi transatlantici, che durò dagli anni Venti agli anni Sessanta del Novecento, sino all'avvento dei jet di linea. Nei periodi di massima espansione, la compagnia ebbe al suo servizio circa 12.000 tra marittimi, amministrativi, tecnici, personale sedi e servizi all'estero. Il suo slogan internazionale era: "A great tradition at Your service!", che indicava tutto l'orgoglio di appartenere a un paese di antica e gloriosa civiltà come il nostro.

Il picasass sopravvissuto al...

Bossi Claudio
Macchione Editore 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
"Il picasass sopravvissuto al Titanic" e la lunga storia della vita di Emilio Portaluppi, scultore e architetto, nato ad Arcisate, americano d'adozione. Una biografia che e quasi un romanzo storico, con molta attenzione ai dettagli. Una storia che va ben oltre le avventure del protagonista e comprende le ampie vicende dell'emigrazione, del lavoro e della società tra Ottocento e Novecento. Una vicenda avvincente e struggente che trasmette emozioni.

L'ammutinamento della corazzata...

Hough Richard
Iduna 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
La storia della corazzata Potemkin e dell'ammutinamento dei suoi marinai, immortalata da uno dei più noti film di Eisenstein, è in realtà molto più complessa e interessante di quanto illustrato nella pellicola. Molti dei marinai implicati nell'ammutinamento ebbero dei ruoli significativi nelle successive rivolte antizariste in Russia, fino alla Rivoluzione Sovietica e oltre. La nave stessa partecipò alla Prima guerra mondiale e si unì poi alle forze bolsceviche. Fu irreparabilmente danneggiata dalle forze controrivoluzionarie e smantellata nel 1925, proprio alla vigilia dell'uscita del film che l'avrebbe resa celebre in tutto il mondo.

Regia Nave Antonio Da Noli....

Gerini Ugo
Luglio (Trieste) 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Bocche di Bonifacio, pomeriggio del 9 settembre 1943. Si sta compiendo il dramma della Flotta italiana da Battaglia attaccata dai tedeschi poche ore dopo l'annuncio dell'armistizio: all'affondamento dell'ammiraglia corazzata Roma, nel Golfo dell'Asinara, fa seguito quello del cacciatorpediniere Antonio Da Noli che salta su un campo minato nel tentativo di disimpegnarsi dal fuoco tedesco proveniente dalle batterie della Corsica. Anche il gemello Vivaldi rimane danneggiato ma riesce solo ad allontanarsi per naufragare nelle prime ore del giorno successivo mentre tentava di dirigersi a occidente della Sardegna. I subacquei del GUE, guidati dal triestino Mario Arena e dal friulano Luca Palezza, ci restituiscono il relitto del cacciatorpediniere Antonio Da Noli che, dopo aver superato tre difficilissimi anni di guerra, ci racconta dal fondo del mare il suo tragico destino.

Il relitto della corazzata Regina...

Ruberti Fabio
Addictions-Magenes Editoriale 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
"Nel riportare alla luce un tragico e controverso fatto storico della Prima guerra mondiale, l'affondamento in acque albanesi della Regia Nave Regina Margherita, questo libro narra la vicenda della ricerca e del ritrovamento del relitto nel 2005, nella quale, in veste di Console Generale d'Italia a Valona, mi ritrovai coinvolto anch'io. La perdita e il ritrovamento della Regina Margherita costituiscono il tema principale e, al contempo, la tela di fondo di un libro avvincente e affascinante, sulla quale l'autore dipinge, con tratto preciso, il quadro storico dell'epoca e annota, con perizia, interessanti considerazioni di esplorazione subacquea, frutto della sua lunga e consolidata esperienza nel settore. Pagina dopo pagina, Fabio Ruberti fa luce sull'intera vicenda attraverso il racconto degli esiti di due spedizioni IANTD successive a quella da me assistita: quella sul relitto del presunto affondatore, il sommergibile tedesco UC 14, e un'altra, ancora una volta sul relitto della nostra nave da battaglia, effettuata nel 2016 sia per tornare a commemorare i nostri caduti in occasione del centenario, sia per svolgere un rilevante e forse decisivo supplemento di indagini." (Lorenzo Tomassoni, Consigliere d'Ambasciata)

Storia dei tesori sommersi

Roden Hans
Odoya 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Questo libro ci racconta dei tesori che, attraverso i secoli e in parti diverse del mondo, si sono inabissati con le navi che li trasportavano o sono stati predati sui mari e poi sepolti su isole deserte o in misteriosi nascondigli. Per rispondere alle mille domande e dubbi sui tesori sommersi, Hans Roden ha raccolto, studiato e selezionato un vasto materiale informativo, senza trascurare, accanto alla testimonianza e al documento inconfutabile, la traccia di verità che si può scorgere nelle leggende e nella tradizione popolare. La parte più romanzesca riguarda i tesori dei pirati, quelli del capitano Kidd, di Störtebeker, del corsaro Edward Davis, di Benito Bonito, avidamente ma spesso vanamente cercati. Le ricchezze che giacciono sul fondo del mare costituiscono invece una realtà documentata. Si tratta di oro, argento, pietre preziose, per valori ingenti, che sembrano aspettare soltanto che qualcuno vada a recuperarli. Le monete che erano a bordo delle navi dell'Invincibile Armada naufragate sulla costa scozzese, l'oro dei galeoni di Vigo, le ricchezze della "flotta dell'argento" dispersa nel 1715 tra Florida e Cuba, il prezioso "trono del pavone" che dovrebbe trovarsi nel relitto della Grosvenor presso la costa del Sudafrica, rappresentano un richiamo irresistibile. Dalle casse dei pirati che giacciono in fondo al mare a quelle dei nazisti, questo libro ci ricorda che la caccia al tesoro è sempre aperta!

Sotto il naso del nemico. La guerra...

Lanino Luigi
Addictions-Magenes Editoriale 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Rendere silenzioso il motore di un motoscafo; salvare il cannone di un pontone armato; riportare a galla un rimorchiatore semiaffondato; progettare pinze idrauliche per tagliare le reti protettive del porto nemico... anche questi sono i compiti che è chiamato a svolgere il maggiore del Genio navale Luigi Barberis. Notti interminabili trascorse a lavorare con le gambe immerse nelle acque della laguna veneta, sotto l'incessante bombardamento del nemico. Senso del dovere e amore per la patria e la famiglia sono le motivazioni che inducono Luigi a combattere con tenacia e coraggio la sua grande guerra. Una guerra "asimmetrica" nella quale le potenti corazzate, progettate e costruite nella "belle époque" per vincere la grande battaglia navale risolutiva, rimangono ferme nei porti e cedono la scena ad azioni di "guerriglia" marina. Le memorie e le lettere di Luigi Barberis ci offrono una testimonianza diretta, ricca di particolari inediti, di un periodo della nostra storia non ancora del tutto conosciuto.

1300 bare d'acciaio. La guerra...

De Risio Carlo
IBN 2018

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

15,00 €
Non è molto noto che le Marine belligeranti fra il 1939 ed il 1945 perdettero più di 1300 sommergibili, quasi sempre con l'intero equipaggio. La quota più consistente di unità subacquee non tornate alla base spetta alla Germania, con 784 U-Boote affondati, su 1162 entrati in servizio: pesante pedaggio pagato agli attacchi ai convogli degli Alleati, i quali impiegarono apparati di ricerca e mezzi di distruzione sempre più progrediti e micidiali. Seguono: Giappone (129 unità perdute); Unione Sovietica (108); Italia (98); Gran Bretagna (74); Francia (62); Stati Uniti (50). Se si aggiungono le perdite di Olanda, Grecia, Jugoslavia e Finlandia, il "tetto" degli affondamenti sale ancora, senza considerare i 221 U-Boote autoaffondatisi all'annuncio della capitolazione della Germania.

Storia dei sommergibili. La guerra...

Hezlet Arthur R.
Odoya 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il testo di riferimento del viceammiraglio Hezlet la storia dell'attività dei sommergibili nella Prima e nella Seconda guerra mondiale, occupandosi di politica navale e di strategia, illustrando con quali finalità furono e sono costruiti sommergibili e analizzando i loro problemi, i loro successi e insuccessi e le loro possibilità. Tramite la narrazione delle azioni belliche nei teatri marittimi dell'Atlantico, del Mediterraneo e del Pacifico ci avviciniamo alla vicenda di centinaia di uomini che hanno vissuto anni della loro vita nella pancia di una balena d'acciaio, vivendo spesso in situazioni caotiche, in un non-luogo dove ogni spazio è ridotto ai minimi termini. Dai giovani eroi degli U-Boote, capitani coraggiosi poco più che ventenni, ai grandi ammiragli sovietici al comando di potenti e vetuste macchine atomiche. Lo spettacolare progresso tecnico subentrato dopo la fine della Seconda guerra mondiale ha aperto una nuova fase nella storia della guerra subacquea. Il sommergibile di un tempo, trasformato in sottomarino dotato di autonomia e velocità, capace di immergersi a profondità impensate, armato con missili a testata nucleare, si è fatto elemento fondamentale della guerra globale. Arricchisce e aggiorna il volume un saggio di Mirko Molteni sul ruolo del sottomarino nella Guerra Fredda e sui più gravi incidenti che hanno avuto come protagonisti, negli ultimi cinquant'anni, sottomarini nucleari della stregua del Kursk.

Tesori negli abissi

Rieseberg Harry E.
Odoya 2017

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Sterminate ricchezze giacciono nel fondo degli oceani: ogni anno colano a picco nei mari di tutto il mondo più di duemila navi e, a partire dal Cinquecento, un ottavo dell'oro e dell'argento estratti da tutte le miniere della terra è andato perduto in seguito a naufragi. Ma queste ricchezze non sono alla portata di tutti: occorrono uomini capaci di sfidare i pericoli delle immersioni in acque profonde, le impetuose correnti subacquee e gli spaventosi mostri del mare. Harry E. Rieseberg è uno di questi uomini; la passione per il recupero di tesori sommersi lo ha dominato fin dalla giovinezza, inducendolo a frugare negli archivi per rintracciare la storia di battaglie e tempeste durante le quali ingenti tesori si inabissarono nel mare. L'ansia della ricerca lo ha condotto da un capo all'altro della terra, dalle Antille all'Australia, dall'Atlantico al Pacifico, e gli ha dato la forza d'animo di lottare contro ogni ostacolo umano e contro le energie scatenate dalla natura: furibonde tempeste e formidabili pressioni a profondità mai raggiunte prima. Una biografia umana e vera, un fantastico affresco nel quale si mescolano avventure del passato e del presente, sullo sfondo di uno sconfinato panorama: il mar dei Caraibi, l'isola Cocos, Port Royal, Haiti, la Giamaica, le Molucche, Bali... E poi un altro panorama: quello indescrivibile degli abissi marini, con le foreste di alghe e i duomi di corallo, con i multicolori e dorati sciami di squali e di murene e con i glauchi, smorti occhi delle piovre.

Scia di morte. L'ultimo viaggio...

Larson Erik
BEAT 2017

Disponibile in 3 giorni

10,50 €
È una splendida giornata di maggio del 1915, quando il Lusitania, il più grande transatlantico dell'epoca naviga al largo delle coste meridionali irlandesi. La nave, diretta a Liverpool, è salpata da New York a carico pieno, con duemila "anime" a bordo, incluso un numero inaspettato di bambini, e merci, bagagli e vettovaglie varie. Le acque del mare d'Irlanda sono state dichiarate "zona di guerra" dalla Germania, ma a bordo del Lusitania i passeggeri e il comandante William Thomas Turner si curano poco della dichiarazione e dell'avviso, pubblicato sui giornali newyorchesi dall'ambasciata tedesca a Washington, in cui si rammenta agli equipaggi che le navi dirette in quelle acque, battenti bandiera britannica o di uno qualsiasi dei paesi suoi alleati, sono "passibili di affondamento". Sono circa le due e dieci quando, a sedici ore di navigazione da Liverpool, Leslie "Gertie" Mortori, marinaio di diciotto anni, scorge a dritta sull'acqua un grosso spruzzo di spuma, una specie di gigantesca bolla che erutta in superficie. Qualche istante dopo lo spruzzo diventa una scia che rimane a galla, come un lunga cicatrice pallida. Sepolta sotto i dettagli ingarbugliati, Erik Larson scopre "una gran bella storia" e la narra con ritmo romanzesco, basandosi però rigorosamente su memorie, lettere, telegrammi e altri documenti storici.

Il naufragio della baleniera Essex...

Mariotti Annamaria Lilla
Addictions-Magenes Editoriale 2017

Disponibile in 3 giorni  
STORIA CONTEMPORANEA

16,00 €
Nel mese di luglio del 1819 la baleniera Essex si dondolava attraccata a uno dei moli del porto di Nantucket, con i suoi tre alberi che svettavano verso il cielo e il bompresso a prua come un ago che sembrava indicare la via. Erano state eseguite molte riparazioni, ormai era quasi pronta per partire e tra poco più di un mese avrebbe ospitato ventuno uomini per un viaggio che doveva durare due anni e mezzo. Ai moli si trovavano solo una ventina di baleniere, qualcuna era già tornata, molte altre si erano allontanate per la loro lunga caccia estiva e le ultime sarebbero partite nei prossimi mesi.

Navi d'amianto

Lava Lino
Oltre Edizioni 2017

Disponibile in 3 giorni

16,00 €

Storia della pirateria. Ediz....

Gosse Philip
Odoya 2017

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Un grande classico sulla storia dei pirati, dai Vichinghi del Nord Europa ai corsari inglesi, dai bucanieri ai predoni del Nord America, una lunga carrellata di eventi e protagonisti che ci porta dalle coste africane all'arcipelago malese; una lettura avventurosa che si lancia all'inseguimento e alla scoperta di questi criminali ed esploratori dallo spirito libero. Un libro che racconta la nascita della pirateria, ne traccia le fasi di sviluppo e di declino, le sue forme e le sue alterne fortune; descrive i suoi suggestivi e crudeli protagonisti, racconta come le nazioni abbiano cercato ripetutamente di debellare questa piaga dei mari.

Galee veneziane per Capo da Mar....

Giro Luciano
Gruppo Modellistico Trentino 2017

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
Un libro di storia e di modellismo, scritto a quattro mani. Dopo una breve presentazione storica sulle costruzioni navali seicentesche dell'arsenale di Venezia scritta da Guido Ercole, troviamo un trattato su come costruire un modello di "Galea Capitana" della flotta della Serenissima della metà del XVII secolo scritto da Luciano Giro. Le due parti del volume si integrano e si completano a vicenda, arrivando a farci capire come queste imbarcazioni venivano costruite nell'arsenale veneziano, con quali tecniche e in base a quali conoscenze nautiche, matematiche e scientifiche dell'epoca in questione.

Storia dei filibustieri

Sternbeck Alfred
Odoya 2017

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
La Filibusta, associazione di corsari e pirati venuti da Francia, Inghilterra e Paesi Bassi e rifugiatisi sull'isola Tortuga - a nord di Haiti - per allearsi contro gli spagnoli, operò nel golfo del Messico nella seconda metà del Seicento, devastando insieme ai bucanieri che operavano nell'entroterra le coste del mar dei Caraibi. Wagner, nel Vascello fantasma, riproduce il canto del mare: il canto di un'epoca in cui gli uomini consideravano estremamente avventuroso solcare, con una chiglia solitaria, gli oceani sterminati, territorio di dominio di balene e squali. La sinfonia ha il fascino che ci trasmette questo libro: l'ira e l'assalto furioso dei venti e delle onde, la lotta con gli abissi gorgoglianti, il crescendo della tempesta, l'agitarsi delle acque e il furore dell'uragano. Ma anche la placida serenità del mare che si dilata all'orizzonte verso spazi infiniti. Sternbeck ci fa rivivere il vagabondaggio inquieto di uomini straordinari, gli alti e bassi delle loro avventure. Nel gioco delle onde si sentono i desideri, l'aspirazione alla libertà, i giuramenti, le delusioni, le speranze; e nella collera dei venti e dei marosi si intuiscono nuove cadute. Un racconto in chiaroscuro dove si mischiano angosciose chiamate di marinai, tonanti ordini dei comandanti, acute strida di gabbiani!. Storie di pirati eccellenti, uomini d'arme e d'avventura - da Francesco Nau detto l'Olonese a Henry Morgan e Capitano Kidd - che liberano al vento il Jolly Roger e impavidi sfidano la morte.

Storia della pirateria

Cordingly David
Mondadori 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Come'erano fatte le navi pirata? Cosa indossavano i bucanieri? È vero che infliggevano tremende torture ai nemici catturati? A queste e a tante altre domande risponde questo volume, una storia della pirateria nella sua epoca d'oro, dal XVI al XVII secolo. Un libro ricco di aneddoti e atmosfera, corredato da numerose cartine, che racconta la vera storia di personaggi leggendari come Barbanera, Morgan o il capitano Kidd, comuni, e che ci sorprende svelando l'esistenza di coraggiose donne pirata o descrivendo minuziosamente lo stile e le severissime regole di vita di questi fuorilegge.

Nel Dodecaneso con la Regia Nave...

Azzalin Roberto
Macchione Editore 2017

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Egeo, 7 ottobre 1943 ore 6.30: nessuna pietà per il cacciasommergibili tedesco UJ.2111. Ovvero quello che fu in definitiva l'epilogo di un piccolo mistero finalmente chiarito della Regia Marina: l'affondamento nelle acque dell'isola di Astypalea dell'ex dragamine italiano Mario Sonzini in cui dieci anni prima era stato imbarcato l'allora allievo fochista Luigi Tardonato. "Credo sia improbabile poter credere che mio nonno Luigi venne a conoscenza che l'incredibile vicenda di quel bastimento, battente non più il tricolore con lo stemma sabaudo bensì la croce uncinata, si concluse tragicamente quel giorno, sotto i colpi dell'artiglieria della Royal Navy. Della Regia Nave Mario Sonzini egli non me ne parlo mai: ma il silenzio non giova, bisogna raccontare."

L'ultima tempesta. Il più grande...

Tougias Michael J.
Mondadori 2016

Disponibile in 3 giorni

18,50 €
18 febbraio 1952. Al largo di Cape Cod, istmo di terra non lontano da Boston sulla costa orientale degli Stati Uniti, la più furiosa delle tempeste strapazza il creato: mitragliate d'aria gelida e neve a 70 nodi violentano i cieli, onde alte come catene montuose sconvolgono il mare. Nel mezzo di quell'inferno, a poca distanza l'uno dall'altro, due spaventosi boati annunciano l'inizio di una tragedia. Due petroliere in navigazione, la Pendleton e la Fort Mercer, si sono spezzate a metà. I due giganti dell'oceano vagano mutilati in una deriva incontrollabile, al centro della clamorosa bufera. Dentro ciò che rimane degli scafi, gli equipaggi sopravvissuti toccano con mano il terrore più assoluto: sparire nelle spaventose fauci delle profondità marine. Per molti di loro sarà la fine. Per altri, nati sotto una migliore stella, l'inizio di un'avventura inimmaginabile, in cui terrore, morte, forza, coraggio, fortuna e abilità si mescolano incredibilmente. "L'ultima tempesta" la storia dell'impossibile salvataggio compiuto dagli uomini della Coast Guard statunitense. Gli autori ricostruiscono l'insieme di azioni ed emozioni vissute dai salvati alla fine saranno trentadue e dai salvatori, quattro giovani e incoscienti eroi che condussero gli undici metri della motonave d'ordinanza nel punto più pericoloso dell'oceano impazzito per adempiere al proprio dovere.

Gente di bordo. La vita quotidiana...

Lo Basso Luca
Carocci 2016

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Come viveva un marinaio del XVIII secolo? Quali erano i suoi problemi quotidiani a bordo delle navi e a terra? Come faceva carriera? Come poteva diventare padrone o capitano? Quali erano i contrasti che sorgevano fra la gente di mare? A quale autorità ci si poteva rivolgere per dirimere le liti? Il volume prova a risponde a queste domande, prendendo i marittimi liguri come caso paradigmatico di un mondo del lavoro duro, ma affascinante al tempo stesso, alla luce delle fonti giudiziarie prodotte dall'istituzione della Repubblica di Genova preposta alla tutela e al controllo della gente di mare: il Magistrato dei Conservatori del Mare. Attraverso una visione storiografica "dal basso", che si avvale di un'ampia documentazione rilasciata da analoghe istituzioni presenti nei più importanti porti del Mediterraneo (Marsiglia, Livorno, Napoli, Venezia, Palermo, Malta ecc.), nel testo si dà voce a quella moltitudine di "ignoti marinai" che con il loro lavoro hanno consentito il rapido sviluppo del capitalismo moderno. Ecco quindi che nel libro si susseguono frammenti di storie individuali, di conflitti, di guadagni e di sventure che potevano capitare nella vita lavorativa di un marittimo del XVIII secolo.

Moby Prince novemila giorni senza...

Arrighi Elisabetta
ETS 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Sono passati venticinque anni da quel tragico 10 aprile 1991. Un quarto di secolo in cerca di verità e giustizia per i 140 morti del traghetto Moby Prince che in quella sera entrò in collisione, appena fuori dal porto di Livorno, con la petroliera Agip Abruzzo che si trovava alla fonda carica di 82mila tonnellate di petrolio. Per le madri, i padri, le sorelle, i fratelli, gli amici delle vittime come sono passati questi 25 anni? Racconti di vite spezzate, di esistenze rimaste cristallizzate nel buio di quella sera di primavera. Novemila giorni dopo parlano i familiari delle vittime e altri protagonisti, testimoni, inquirenti, consulenti, avvocati, politici. Per cercare di dare una risposta ai misteri insoluti della più grave tragedia della marineria italiana in tempo di pace proprio nel momento in cui si dà il via alla commissione d'inchiesta al Senato della Repubblica Italiana.

Taranto 1940. La Pearl Harbor italiana

Konstam Angus
Libreria Editrice Goriziana 2016

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

20,00 €
L'attacco della Royal Navy alla base navale italiana di Taranto nel 1940 segnò l'inizio di una nuova era nella guerra sul mare. Fu un passaggio cruciale della lotta per la supremazia nel Mediterraneo, in cui le marine britannica e italiana si scontravano per mantenere aperte le rotte marittime attraverso le quali passavano i rifornimenti per i propri eserciti nell'Africa settentrionale. Mentre le enormi esigenze di un conflitto su scala globale cominciavano a farsi sentire, le navi da battaglia britanniche si trovavano in uno stato di inferiorità numerica nel confronti della possente Marina italiana, che aveva la propria base nel porto di Taranto. Per vincere lo scontro sui mari la Royal Navy doveva eliminare la minaccia rappresentata dalle corazzate della Regia Marina. Questo risultato fu conseguito per mezzo di uno stratagemma rivoluzionario e in buona parte mai messo in atto prima d'allora: un attacco sferrato da velivoli decollati da una portaerei. Questa è la storia di uno dei più devastanti raid della Seconda guerra mondiale, che racconta come un pugno di superati biplani Fairey Swordfish attaccò e affondò tre navi da battaglia italiane: la metà della squadra navale italiana. In un sol colpo, la Fleet Air Arm, l'aviazione navale britannica, ristabilì l'equilibrio delle forze in gioco nel Mediterraneo. L'attacco contro Taranto dimostrò quanto fosse diventato efficace il potere aeronavale: una lezione che l'anno seguente sarebbe stata compresa ancora meglio a Pearl Harbor.

Incursori oltre la leggenda. Un...

Bussoni Mario
Mattioli 1885 2016

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
Pochi reparti italiani possono vantare una storia ricca di episodi di eroismo (noti e meno noti), quale quella degli Arditi Incursori della marina militare italiana. Un'epopea lunga quasi un secolo, ricca di azioni animate tutte da attaccamento al dovere, spirito di sacrificio, addestramento e professionalità unici. Partendo dalle imprese dei siluri umani e dei MAS della prima guerra mondiale, questo volume racconta le vicende dell'unità, fino alle recenti operazioni che gli uomini del GOI hanno svolto e continuano a svolgere, in silenzio, in tutto il mondo, destando ovunque ammirazione e rispetto. Completano il volume una raccolta di foto scattate durante le esercitazioni e documenti forniti dal Comando del reparto in esclusiva per questo volume. Una ulteriore raccolta di foto e documenti è contenuta nel portfolio multimediale "Incursori: fotografie e documenti inediti" che può essere acquistata e scaricata in formato elettronico dal sito Mattioli 1885.

Venezia '800. Bufera in arsenale....

Ercole Guido
Gruppo Modellistico Trentino 2016

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Un libro che risponde ad una semplice domanda. Esistono documenti che permettono di ricostruire le vicende dell'Arsenale di Venezia e della Marina veneziana nel ventennio napoleonico (1796-1815)? Molti documenti esistono ancora. Solo che sono divisi tra gli archivi veneziani, viennesi e parigini, con una piccola appendice anche a Trieste, dove la Marina Austro-Ungarica ne portò una parte in gran premura nel 1866 quando dovette lasciare Venezia e il suo Arsenale. Inoltre, il fatto che molti testi siano scritti in francese o in tedesco non aiuta di certo a semplificare le ricerche. Questo studio cerca ora di mettere insieme tutti i dati che è stato possibile ritrovare, dando loro una classificazione temporale, in modo da poter raccontare il più compiutamente possibile la storia delle predette strutture, degli uomini che vi operarono e delle navi che vi furono costruite.

Heart of the sea. Le origini di...

Philbrick Nathaniel
Elliot 2016

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
Novembre 1820. Dopo aver doppiato Capo Horn, la baleniera Essex si spinge al largo del Pacifico. D'un tratto, la vedetta annuncia la vista di un branco di balene. Il capitano Pollard fa calare le lance e comincia l'inseguimento. Un gigantesco capodoglio passa al contrattacco e si scaglia contro la baleniera e la nave cola a picco. Per i sopravvissuti al naufragio è l'inizio di una terribile odissea: 78 giorni nelle acque dell'oceano segnati da fame, disidratazione, follia e cannibalismo. Il resoconto di uno degli otto superstiti, Owen Chase, sconvolse il pubblico ottocentesco, tra cui il grande romanziere Herman Melville che ne resterà influenzato nella creazione del suo capolavoro "Moby Dick". Per narrare questa straordinaria e terribile epopea, l'autore non ha utilizzato come fonte solo il diario di Chase, ma ha riportato alla luce altre testimonianze inedite e soprattutto ha dato vita a un'avvincente parabola sul destino umano quando viene messo a confronto con la potenza della natura.

Scia di morte. L'ultimo viaggio...

Larson Erik
Neri Pozza 2015

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
È una splendida giornata di maggio del 1915, quando il Lusitania, il più grande transatlantico dell'epoca naviga al largo delle coste meridionali irlandesi. La nave, diretta a Liverpool, è salpata da New York a carico pieno, con duemila "anime" a bordo, incluso un numero inaspettato di bambini, e merci, bagagli e vettovaglie varie. Le acque del mare d'Irlanda sono state dichiarate "zona di guerra" dalla Germania, ma a bordo del Lusitania i passeggeri e il comandante William Thomas Turner si curano poco della dichiarazione e dell'avviso, pubblicato sui giornali newyorchesi dall'ambasciata tedesca a Washington, in cui si rammenta agli equipaggi che le navi dirette in quelle acque, battenti bandiera britannica o di uno qualsiasi dei paesi suoi alleati, sono "passibili di affondamento". Sono circa le due e dieci quando, a sedici ore di navigazione da Liverpool, Leslie "Gertie" Mortori, marinaio di diciotto anni, scorge a dritta sull'acqua un grosso spruzzo di spuma, una specie di gigantesca bolla che erutta in superficie. Qualche istante dopo lo spruzzo diventa una scia che rimane a galla, come un lunga cicatrice pallida. Sepolta sotto i dettagli ingarbugliati, Erik Larson scopre "una gran bella storia" e la narra con ritmo romanzesco, basandosi però rigorosamente su memorie, lettere, telegrammi e altri documenti storici.

Guida al museo della marineria di...

Gnola Davide
Minerva Edizioni (Bologna) 2015

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Un museo? Chi vive del mare, lascia poche tracce. Le barche, quando smettono di essere usate, marciscono lentamente, abbandonate in secca; qualche volta affondano. Gli attrezzi si usurano e si dimenticano, o finiscono in fondo al mare. Pochi o nessun documento negli archivi, poche fotografie. E così, cosa resta di queste barche, degli uomini che le hanno portate, delle donne e dei bambini che li hanno aspettati? Allora, un museo serve per dire a noi stessi che tutto ciò non è andato perduto; che resta in noi la memoria di questi uomini e di queste donne, restano la dignità e i frutti del loro lavoro, quello duro e faticoso che manda avanti le famiglie e le città. Questo è il vero frutto di un museo: mantenere viva, dentro le ragioni e le necessità del presente, la memoria del passato, la sola che può dare alle nostre esistenze spessore, identità, e capacità di affrontare le sfide del futuro.

Le voci della Concordia. Le...

Cipriano Angela
Ass. Culturale Il Foglio 2015

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Da Gregorio De Falco e Franco Gabrielli ai naufraghi, dal sindaco e il parroco del Giglio ai soccorritori, fino ai parenti delle vittime, gli avvocati e i giornalisti: i protagonisti raccontano con interviste inedite il naufragio di venerdì 13 gennaio 2012, il raddrizzamento e la partenza della nave per Genova, il processo celebrato prima sui media e poi in aula al teatro Moderno di Grosseto. Prefazione di Antonio Valentini. Fotografie di Enzo Russo.

Recuperi navali in basso fondale

Andri Armando
Eidon 2015

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
Dal calesse al Concorde attraverso 4000 ore sott'acqua. Storia avventurosa di un grande ingegnere del '900. "Il recupero della Leonardo da Vinci affondata nel 1916, le schede tecniche ed i complessi progetti, il grande lavoro di squadra. E poi Il salvataggio della corazzata 'Duilio' nella seconda guerra mondiale, la storia del sommergibile Domenico Millelire (ex bettolina Pirelli), il recupero del pontone posa massi 'Cesare', ma anche l'opera nel porto di Genova 1955, Il problema dei recuperi navali nei suoi termini reali, Un nuovo sistema per il ricupero delle navi, Avventure subacquee durante la prima guerra mondiale, Palombari e sub nei futuri recuperi navali e in altre attività."

I sommergibili del fascismo....

De Ninno Fabio
Unicopli 2014

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Alla vigilia della Seconda guerra mondiale, l'Italia fascista disponeva della flotta subacquea più grande al mondo. La Regia Marina italiana riteneva che i sommergibili avrebbero potuto rappresentare l'arma vincente nello svantaggioso confronto navale con le potenze occidentali che la politica del regime andava profilando all'orizzonte. Sulla base di un'ampia ricerca archivistica su documentazione inedita e nella scia della nuova storiografia navale internazionale, il volume ricostruisce le vicende politiche, militari ed economiche che portarono alla decisione di costruire una così imponente flotta di sommergibili. Attraverso le vicende della costruzione e della pianificazione dei sommergibili, la storia della Marina fra il 1919 e il 1940 viene raccontata e intrecciata con quella più generale del ventennio tra le due guerre. Il libro suggerisce di ridisegnare l'idea di una Regia Marina estranea al regime. Assieme al Paese, gettato più tardi in un conflitto mondiale che non avrebbe avuto i mezzi per vincere, ne avrebbero pagato le conseguenze gli uomini che, tra mille difficoltà, avrebbero condotto in guerra quei sommergibili dalle profondità del mare.

Breve storia dei fari. Da Omero a...

Boscolo Gianni
Ugo Mursia Editore 2014

Disponibile in 3 giorni

17,00 €
Opere di ingegneria umana, ammantate di miti e leggende, i fari sono parte della storia della navigazione. Dai bagliori dei primi fuochi accesi sulle torri di avvistamento fino ai recenti dibattiti sul futuro della rete dei fari, in queste pagine c'è tutto quello che è utile sapere sulle sentinelle del mare: storie, statistiche, aneddoti, costruttori, innovazioni tecnologiche, tipologie, misteri e curiosità. Un racconto che segue attraverso i secoli i lampi di luce dei primi fani, delle lanterne e delle lampade e arriva fino ai giorni nostri in cui, incalzati dai moderni strumenti digitali per la navigazione, gli antichi guardiani sembrano destinati a scomparire o a trasformarsi in resort per turisti. Eppure, sospesi fra terra e mare, i fari continuano a esercitare il loro fascino su naviganti e terricoli in ogni luogo del mondo. Una rete di segnali che da Saint-Mathieu alla torre fortificata di Belém, da Cap Fréhel alla Lacrima di Fastnet Rock, dal faro di Trieste alla Lanterna di Genova continua a trasmettere la memoria del mare.

Orione 1943. L'ultima missione...

Serra Roberto
Edizioni Artestampa 2014

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
"Roberto Serra, classe 1922, è forse l'ultimo uomo vivente ad aver pilotato, durante la seconda guerra mondiale, un Siluro a Lenta Corsa, cosiddetto maiale, il più celebre tra i mezzi d'assalto subacquei della Decima Flottiglia MAS. Un'esperienza estrema, costantemente in bilico tra la vita e la morte, in una continua sfida ai limiti del corpo e dell'anima. Eppure questa non vuole essere la storia di un eroe, e nemmeno di un avventuriero. è invece la storia di un ragazzo che l'8 settembre 1943 si è trovato di fronte a uno spettacolo umiliante e a un interrogativo doloroso e profondo: come continuare a servire il Paese? E quale Paese? Roberto, con lo slancio dei suoi vent'anni, decide di non abbandonare il suo posto e continuare a combattere, in Marina, agli ordini di Junio Valerio Borghese. Comincia così un'avventura piena di dubbi, di riflessioni, di coraggio, di ideali, di delusioni, di ingenuità. Questo libro è una cronaca fedele e dettagliata degli ultimi due anni di guerra di un pilota di maiali, è un racconto di giovinezza, d'amore, di amicizia. Mentre sullo sfondo si contrappongono gli schieramenti della Grande Storia, in primo piano emerge tutta la complessità di un'esistenza individuale: unica, irripetibile, vera."

Storia mondiale dei conflitti...

Warner Oliver
Res Gestae 2014

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
La storia moderna delle guerre riconosce un ruolo preponderante agli scontri navali. Chi riusciva a conquistare il dominio dei mari poteva costringere alla pace anche gli agguerriti eserciti che avevano combattuto sulla terra ferma. Da Lepanto ad Abukir, da Trafalgar a Tsuchima, senza dimenticare il naufragio della "invincibile Armada" di Filippo II, il libro ricostruisce le singole vicende e il loro contesto e traccia i profili di quei grandi protagonisti Don Giovanni d'Austria, gli inglesi Drake e Nelson, gli olandesi Tromp e de Ruyter, il francese Suffen e il giapponese Togo - che maggiormente hanno contribuito all'evoluzione tecnica della guerra sui mari.

Avventura nei sette mari. Storia...

Van Loon Hendrik Willem
Castelvecchi 2014

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
Hendrik van Loon, pioniere e maestro della divulgazione, racconta la storia di una delle più antiche arti del mondo, la navigazione, che ha permesso all'Uomo di spingersi negli angoli più remoti del pianeta. Dalle primitive zattere fino ai transatlantici, dalle repubbliche marinare alla scoperta delle Americhe, il vertiginoso racconto di van Loon prende il lettore per mano, spaziando tra geografia, mitologia, tattica navale, gastronomia e arte, soffermandosi anche sulla dura realtà della vita a bordo in ogni epoca, così distante dall'idea romantica di avventura e libertà che il viaggio per mare da sempre ispira. Perché la navigazione è anche una "follia", attraverso la quale gli uomini si sono sottoposti a sofferenze indicibili pur di sfidare se stessi e le leggi della Natura.

Corsari nel nostro mare

Gnola Davide
Minerva Edizioni (Bologna) 2014

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Anche il Mediterraneo ebbe i suoi corsari, meno famosi,ma non meno interessanti dei loro "colleghi" dei Caraibi; essi furono una presenza costante e pericolosa soprattutto tra la fine del sec. XVI e l'inizio del XIX, nel quadro di contrapposizione e di convivenza tra gli stati cristiani e l'Impero Ottomano. Una "guerra inferiore", che vide protagoniste le navi corsare che avevano le loro basi nelle "reggenze barbaresche" di Algeri, Tunisi, Tripoli, senza dimenticare la miriade di piccole "fuste" e "sciabecchi" che trovavano rifugio nei tantissimi anfratti delle coste del Mediterraneo. Una pratica, quella della guerra di corsa, legata a quella della schiavitù, che oltre ai marinai messi ai remi sulle galee coinvolgeva anche i pescatori e le popolazioni costiere, abituate per secoli a temere l'arrivo dei "Turchi" sulle spiagge, e che ha dato vita ad una ricca produzione artistica e folclorica. E dove spesso le distinzioni e le contrapposizioni si rivelano molto più sfumate e ambigue di quanto non appaia al primo sguardo.