VALENTINA PASSALACQUA

VALENTINA PASSALACQUA

BRUTAL CALCARIUS nero di troia igp BIO

VALENTINA PASSALACQUA

Disponibile in libreria

26,00 €

 

Cantina

VALENTINA PASSALACQUA

Regione

PUGLIA

Categoria

VINO ROSSO

Denominazione

NERO DI TROIA IGP BIO

Vitigni

NERO DI TROIA 100%

Formato

0,75CL

Alcool

11,5% vol

Ubicazione

APRICENA (FG)

Temperatura di servizio

16-18 °

Indicazioni di degustazione

Un rosso con un tocco rustico e facile da bere. Al palato è pieno e persistente, con un finale intenso di frutta rossa matura. Un vino dinamico e senza compromessi.

Abbinamenti consigliati

Salumi e formaggi stagionati. Primi piatti a base di carne, Risotto ai funghi e ai formaggi.

Voto di Liberrima

 

Lo consigliamo perchè

 

La cantina

Valentina Passalacqua prosegue la tradizione familiare di agricoltori tra la piana del Tavoliere e i monti del Gargano. Immersa in questo scenario segue i principi naturali rispettando i cicli biologici della vite e dei suoi frutti. Colori e femminilità accompagnano i suoi vini, frutto di lunghe macerazioni, basso tenore alcolico, freschezza ed etichette originali. Alle uve di origine territoriale come il nero di Troia, bombino bianco e primitivo si aggiungono le più sperimentali pinot grigio e montepulciano.


 

HELLEN ORANGE greco igp BIO

VALENTINA PASSALACQUA

Disponibile in libreria

15,00 €

 

Cantina

VALENTINA PASSALACQUA

Regione

PUGLIA

Categoria

VINO ORANGE

Denominazione

Puglia IGT

Vitigni

Greco 100%

Formato

0,75 lt

Alcool

12 % vol

Ubicazione

Posta NUova, Apricena, Foggia.

Temperatura di servizio

10-12°

Indicazioni di degustazione

Paglierino. Al naso si esprime con sentori di scorza di limone e cedro, note di fiori di sambuco e cenni di gesso. Al palato si rivela fresco, sapido ed equilibrato.

Abbinamenti consigliati

Ottimo in abbinamento al pesce, si sposa bene sia con i primi che con i secondi.

Voto di Liberrima

 

Lo consigliamo perchè

 

La cantina

Valentina Passalacqua prosegue la tradizione familiare di agricoltori tra la piana del Tavoliere e i monti del Gargano. Immersa in questo scenario segue i principi naturali rispettando i cicli biologici della vite e dei suoi frutti. Colori e femminilità accompagnano i suoi vini, frutto di lunghe macerazioni, basso tenore alcolico, freschezza ed etichette originali. Alle uve di origine territoriale come il nero di Troia, bombino bianco e primitivo si aggiungono le più sperimentali pinot grigio e montepulciano.