Struttura e processi politici

Active filters

Sparare a una colomba

Grossman David
Mondadori

Disponibile in libreria in 5 giorni

17,00 €
Da sempre la presenza di David Grossman sulla scena internazionale va oltre i suoi romanzi: i suoi saggi e interventi su politica, società e letteratura sono ormai diventati un punto di riferimento ineludibile per tantissimi lettori ai quattro angoli del mondo. "La situazione è troppo disperata per lasciarla ai disperati" sostiene. La dimensione personale che è al centro della sua narrativa è indissolubilmente legata a quella politica. Ed è per questo motivo che, nei saggi e nei discorsi che compongono questo libro, Grossman non si limita ad analizzare la situazione di Israele cinquant'anni dopo la Guerra dei Sei Giorni, a descrivere le conseguenze dell'impasse politica in Medio Oriente o dell'abbandono della letteratura nell'era post-fattuale, o a parlare di Covid, ma finisce sempre per raccontarci qualcosa della sua esperienza personale. Questa appassionata e lucida difesa dei valori della libertà e dell'individualità, la strenua opposizione a disfattismo e disimpegno prendono corpo in questi testi, che faranno certamente breccia nelle menti e nei cuori dei suoi lettori.

I bambini sono sempre gli ultimi....

Novara Daniele
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Sono almeno vent'anni che genitori e professionisti dell'educazione assistono al progressivo abbandono dell'infanzia da parte delle istituzioni, ma mai come durante la recente emergenza legata al Covid-19 la realtdei fatti stata sotto gli occhi di tutti. Il momento per interrogarsi davvero sulla situazione dei bambini nel nostro Paese, quindi, non pupiessere rimandato, ed necessario cominciare dalle domande fondamentali: quando abbiamo smesso di occuparci di infanzia? Chi sono stati i principali agenti di questo disastro e, soprattutto, esiste un modo per rimettere i pipiccoli al centro delle preoccupazioni istituzionali? A queste domande risponde Daniele Novara, esperto di riferimento italiano sui temi della pedagogia e dell'educazione, e che per primo ha lanciato l'allarme sulla scuola durante la pandemia, dando voce al dissenso delle famiglie e dei professionisti dell'educazione verso uno Stato indifferente, con una riflessione ad ampio raggio sulla considerazione di cui (non) godono i pigiovani nel nostro Paese e su cosa dovrebbero fare genitori, educatori e politici per rimettere infanzia e educazione al centro del dibattito. Perchi bambini sono, pidi ogni altra cosa, il nostro futuro. E ogni giorno ce ne dimentichiamo un po' di pi

Sotto cieli rossi. Diario di una...

Kan Karoline
Bollati Boringhieri

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,50 €
Nata in un piccolo paese vicino Tianjin tre mesi prima del massacro di piazza Tienanmen del 4 giugno 1989, Karoline Kan ci racconta la sua storia, e la storia della sua generazione, stretta tra la politica autoritaria cinese, il boom economico e il rapidissimo sviluppo tecnologico. Karoline, trent'anni, rientra a pieno diritto nella generazione dei millennial, e da quel punto di vista ci rivela ciche lei e tre generazioni della sua famiglia hanno vissuto sulla propria pelle. A partire dalla politica del figlio unico, in vigore fino al 2015 e che ebbe come risultato la scomparsa di un numero di bambine compreso tra i trenta e i sessanta milioni: Karoline una secondogenita, per di pifemmina, nata per estrema determinazione della madre che ha dovuto mettere in atto mille sotterfugi per sfuggire agli aborti imposti dal regime, rischiando di non farle ottenere il certificato di esistenza in vita e di condannarla tra le file degli invisibili. Karoline cerca di capire fino in fondo i diversi cambiamenti radicali cui la Cina va incontro negli anni successivi, dalla messa al bando del Falun Gong, innocua disciplina spirituale basata sulla meditazione, con decine di migliaia di praticanti sottoposti ad arresti e torture, alle indagini sugli studenti liceali condotte dalla polizia per scongiurare loro eventuali complicitcon movimenti politici contrari al Partito Comunista, fino allo sviluppo tecnologico che ha mutato le prospettive, e la connessione con il resto del mondo, dei giovani cinesi. "Sotto cieli rossi" svela molte cose che al lettore medio occidentale sono ignote, o note solo parzialmente. Come dice Karoline stessa: In quanto esponente dei millennial cinesi voglio mostrare le emozioni, le scelte e i compromessi, il coraggio e la speranza che condividiamo con i nostri coetanei di tutto il mondo.

Ottimismo (malgrado tutto)....

Chomsky Noam
Ponte alle Grazie

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,90 €
Come se la passa la nostra specie alla fine degli anni Dieci? Chomsky affida a questo libro, frutto pirecente della sua riflessione, le proprie idee sui temi piscottanti dell'attualitglobale: la crisi dei rifugiati, l'amministrazione Trump, il terrorismo islamico e la guerra all'ISIS, le crepe nell'Unione Europea, le prospettive di una pace giusta fra Israele e Palestina, la crisi climatica, la serissima minaccia nucleare. Il quadro tracciato dal maggiore intellettuale vivente non certo roseo: il capitalismo neoliberale impera, trova sempre minore resistenza nei governi nazionali e negli organismi internazionali, e si fa sempre meno scrupoli. Che fare? Non si pucerto star fermi. Occorre organizzare le lotte e portarle avanti con la massima decisione possibile; mantenere, nonostante tutto, lo slancio di un inscalfibile ottimismo della volont Per questo, il libro del novantenne Chomsky un libro pieno di futuro: guai a non incoraggiare l'azione politica e a non approfondire le prospettive di un cambiamento radicale! Oggi piche mai ne va della sopravvivenza stessa di Homo sapiens.

Becoming. La mia storia

Obama Michelle
GARZANTI

Non disponibile

12,00 €
Quando era solo una bambina, per Michelle Robinson l'intero mondo era racchiuso nel South Side di Chicago, dove lei e il fratello Craig condividevano una cameretta nel piccolo appartamento di famiglia e giocavano a rincorrersi al parco. È stato qui che i suoi genitori, Fraser e Marian Robinson, le hanno insegnato a parlare con schiettezza e a non avere paura. Ma ben presto la vita l'ha portata molto lontano, dalle aule di Princeton, dove ha imparato per la prima volta cosa si prova a essere l'unica donna nera in una stanza, fino al grattacielo in cui ha lavorato come potente avvocato d'affari e dove, la mattina di un giorno d'estate, uno studente di giurisprudenza di nome Barack Obama è entrato nel suo ufficio sconvolgendole tutti i piani. In questo libro, per la prima volta, Michelle Obama descrive gli inizi del matrimonio, le difficoltà nel trovare un equilibrio tra la carriera, la famiglia e la rapida ascesa politica del marito. Ci confida le loro discussioni sull'opportunità di correre per la presidenza degli Stati Uniti, e racconta della popolarità vissuta - e delle critiche ricevute - durante la campagna elettorale. Con grazia, senso dell'umorismo e una sincerità non comune, Michelle Obama ci offre il vivido dietro le quinte di una famiglia balzata all'improvviso sotto i riflettori di tutto il mondo e degli otto anni decisivi trascorsi alla Casa Bianca, durante i quali lei ha conosciuto meglio il suo Paese, e il suo Paese ha conosciuto meglio lei. "Becoming" ci conduce in un viaggio dalle modeste cucine dell'Iowa alle sale da ballo di Buckingham Palace, tra momenti di indicibile dolore e prove di tenace resilienza, e ci svela l'animo di una donna unica e rivoluzionaria che lotta per vivere con autenticità, capace di mettere la sua forza e la sua voce al servizio di alti ideali. Nel raccontare con onestà e coraggio la sua storia, Michelle Obama lancia una sfida a tutti noi: chi siamo davvero e chi vogliamo diventare?

Shake-up America

Pellegrini-Bettoli Gaja
Castelvecchi

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,50 €
Non è possibile prevedere con certezza quale candidato uscirà vincente dalle elezioni statunitensi del 2020, rese ancora più incerte dalla pandemia virale e dalle forti contestazioni dei movimenti per i diritti egalitari che hanno scosso la società civile nell'ultimo anno. Ciò che si può invece fare è comprendere i meccanismi del voto americano e il modo in cui i cittadini interagiscono, intervengono e guidano la politica nel momento delicato e determinante delle elezioni. Gaja Pellegrini-Bettoli spiega in maniera semplice e chiara come avvenga l'elezione del Presidente degli Stati Uniti. Un dietro le quinte del sistema elettorale che offre descrizioni storiche e costituzionali, analisi della società americana, vista e raccontata dal suo interno, con le sue contraddizioni e complessità. Shake-up America include anche interviste a giornalisti, analisti e collaboratori dei gabinetti presidenziali per illustrare dal di dentro il funzionamento della macchina elettorale più influente sulla politica globale. Prefazione di Andrea Marinelli.

Sullo Stato. Corso al Collège de...

Bourdieu Pierre
Feltrinelli

Disponibile in libreria in 5 giorni

35,00 €
Definire lo Stato richiede, secondo Pierre Bourdieu, il coraggio di sfidare un'impresa folle e smisurata. Ma tentare l'impossibile è il mestiere e l'ambizione del sociologo. Da un'immensa quantità di dati si tratta di costruire un modello, cioè un insieme di proposizioni sistematicamente connesse e verificabili che spieghi un insieme di fatti storici il più ampio possibile. Solo allora si potrà dire cosa sia lo Stato. I corsi che Bourdieu tenne al Collège de France tra il 1989 e il 1992, di cui questo volume raccoglie la seconda parte, mettono in scena questa formidabile impresa. "Bisogna rompere con le grandi teorie, come si deve rompere con il senso comune e diffidare della comprensione immediata." Così facendo, sarà possibile "riappropriarsi delle categorie del pensiero di Stato che lo Stato ha prodotto e inculcato in ciascuno di noi". Lo Stato inteso come autorità sovrana esercitata su un certo popolo e territorio è un enorme feticcio, una vera e propria "banca del capitale simbolico". Ogni istituzione, spiega Bourdieu, per avere successo deve esistere "nelle cose e nei cervelli", grazie a regole riconosciute e condivise, dunque deve avere consenso. E, soprattutto, deve promuovere l'oblio della propria genesi. Queste lezioni ci invitano a non dare per scontato quello che il nostro senso comune considera naturale e necessario. Con un'analisi genetica della nascita dello Stato Bourdieu dimostra che l'invenzione più duratura della modernità, dotata di autorità e del potere di garantire l'ordine pubblico attraverso l'esercizio della violenza legittima, fisica e anche simbolica, è una potentissima illusione.

Il buongoverno

Cassese Sabino
Mondadori

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Come è possibile, si chiedeva Paul Klee a proposito degli italiani, che una «marmaglia miserabile» sia stata l'artefice del Rinascimento? Ancora oggi l'Italia è piena di paradossi. Le regioni del Nord hanno un grado di sviluppo paragonabile a quello delle nazioni europee più avanzate, mentre il Mezzogiorno non riesce a stare al passo. Gli italiani, malgrado un'allarmante disaffezione nei confronti della politica, garantiscono sempre un'alta percentuale di votanti a ogni elezione. Pur vivendo una sostanziale «pace sociale», l'Italia è percorsa dalla paura. Contraddizioni che affondano le radici nella storia, e che nella perdurante crisi delle istituzioni sembrano trovare la linfa per perpetuarsi. Sabino Cassese scrive che sono proprio le istituzioni a dettare le regole del gioco, ed è dal loro stato di salute che dipende la corretta gestione della Repubblica, vale a dire il buongoverno. Il nostro attuale assetto istituzionale soffre di alcuni difetti - l'indebolimento dei partiti come organizzazioni sociali, il deperimento del Parlamento, il corto respiro della politica - che hanno rimodellato non solo l'architettura dello Stato, la sua amministrazione e la sua burocrazia, ma anche la politica, l'economia, il costume e la morale pubblica. Il Paese è attraversato da correnti populistiche e da pulsioni autoritarie, insofferente nei confronti delle élite, illuso dalla democrazia digitale, vittima di paure imposte più dalla narrazione dei fatti che dai fatti stessi, rancoroso e scoraggiato, intimorito dalla globalizzazione. Eppure - ricorda Cassese - alle ombre si accompagnano le luci: l'essere parte dell'Unione europea, il civismo e il volontariato sempre più diffusi, le innumerevoli iniziative sociali, la sensibilità nei riguardi delle comunità, l'attenzione - sia pure passiva - per la politica, la Costituzione con la sua ricchezza ancora inespressa. Contraddizioni di un Paese attraversato da un profondo malessere, ma che nei momenti più difficili ha trovato l'energia e la vitalità necessarie per aprirsi alla speranza.

Come cambia l'Italia. Discontinuit?...

De Rita Giuseppe
E/O

Disponibile in libreria in 5 giorni

8,00 €
Durante la sua lunga militanza di osservatore della societitaliana, come fondatore e presidente del Censis, Giuseppe De Rita ha spesso fatto ricorso alle categorie del continuismo e della discontinuitper interpretare le diverse fasi che hanno contrassegnato l'evoluzione della storia del nostro paese. Questo libro raccoglie un saggio magistrale per leggere gli eventi recenti alla luce del passato, preceduto dal "consolato guelfo", un'ipotesi di governo per il futuro per coniugare le spinte individuali e insieme collettive della societitaliana.

I mostri e come sconfiggerli

Calenda Carlo
Feltrinelli

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Perchsiamo insoddisfatti della politica? Da dove viene il vuoto di fiducia che ha allontanato i cittadini dalle istituzioni? Di quale Europa siamo tanto diffidenti? Nel pieno della peggiore crisi dal Dopoguerra, l'economia italiana rischia di fermarsi. E allora come mai perdiamo tempo a combattere uno scontro ideologico vuoto e posticcio? Secondo Carlo Calenda, negli ultimi decenni gli italiani si sono assuefatti a un modo di guardare alla politica che li affascina e poi li pietrifica, come se subissero lo sguardo di Medusa, incapaci di tagliare la testa alla Gorgone che incarna i loro vizi. la politica che ha bisogno di nuovi eroi prepotenti e muscolari. E poi c'l'insofferenza profonda per le aspettative tradite: un sentimento bruto e cieco, capace della ferocia del Minotauro. D'altra parte, l'Italia il paese della grande bellezza: la classe dirigente e i media sono cinici e nichilisti come Narciso. Oltre alla propria immagine riflessa, tutto il resto brutto e sporco. E questo atteggiamento ha spinto il paese nel pantano della rassegnazione. La frattura tra lo Stato e i cittadini la stessa che separa il progresso dalla societ se il progresso avanza troppo velocemente rispetto alla capacitdella societdi comprenderlo e dirigerlo, i cittadini si sentono spossessati del loro destino. La paura, la chiusura e l'aggressivitsono reazioni inevitabili. Per costruire un percorso di cambiamento serve la fiducia. Calenda scrive un libro politico dedicato all'Italia e alle chimere che dobbiamo vincere.

La politica facile. Democrazia,...

Mazzocchi Antonio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
La degenerazione del sistema politico rischia di stravolgere il nostro intero ordinamento costituzionale. L'elettore si è convinto, in buona fede, che il sistema politico istituzionale non ha saputo essere al passo con i tempi. Non possiamo sottovalutare come la fase storica che stiamo attraversando metta a rischio i principi basilari su cui è stata fondata la nostra Repubblica parlamentare. Così come non si può non tener presente come, la crisi economica, divenuta oramai strutturale, abbia contribuito ad accelerare e rendere più evidenti le anomalie del sistema politico italiano. Una frantumazione interna dei partiti indebolisce la naturale vocazione a rappresentare i bisogni della Nazione dentro e fuori le istituzioni. Assistiamo alla logica dello svilimento dell'avversario che alimenta nell'elettorato quel senso di disamoramento e sfiducia nei confronti della classe politica. Le forze politiche non sono preoccupate di dover mantenere "l'ordine" costituzionale ma di vincere le campagne elettorali attraverso il cosiddetto "voto di pancia". Il campo di battaglia prediletto per il confronto politico è il mondo dei social e le trasmissioni di intrattenimento politico. Cambiando le regole del gioco i partiti hanno contribuito a modificare i poteri descritti dalla Carta Costituzionale alterando il vigente equilibrio secondo gli interessi del momento. Nel frattempo, il Parlamento continua a perdere incisività e la distanza fra partiti ed elettorato sta raggiungendo il punto di non ritorno. L'invito di queste pagine è rivolto a tutte le forze politiche e culturali affinché si ristabilisca un equilibrio nei rapporti tra Parlamento e Governo e tra i poteri dello Stato. È un'esigenza democratica impellente. La difesa della democrazia vale il nostro tempo e pensarla in modo diverso significa non meritarla. Prefazione di Alessandro Meluzzi.

I sistemi politici dell'Africa...

Zamponi Mario
Carocci

Disponibile in libreria in 5 giorni

20,00 €
Il volume ricostruisce le tappe salienti del complesso processo della costruzione e dello sviluppo dello Stato nell'Africa indipendente, della sua evoluzione, delle sue trasformazioni e delle sue crisi, presentando sia un'analisi delle ricerche e dei dibattiti sull'argomento sia alcuni studi di caso relativi a paesi o aree geopolitiche. Partendo dalle ereditdello Stato coloniale vengono esposte le dinamiche di formazione dello Stato-nazione a cominciare dagli anni Sessanta. Si esaminano le principali fasi e i passaggi storici pisignificativi dei sistemi politici degli Stati indipendenti, dal ruolo dello Stato sviluppista alla creazione di sistemi a partito unico. Vengono infine discusse le trasformazioni economiche legate ai programmi di aggiustamento strutturale degli anni Ottanta e quelle connesse all'avvio dei processi di democratizzazione dei primi anni Novanta, espressione di un'importante transizione, seppur caratterizzata da modelli e risultati estremamente diversificati.

Palloncini sgonfi e democrazia....

Labruna Luigi
Editoriale Scientifica

Non disponibile

20,00 €
Tutto si tiene in questa lucida e amara ricostruzione della crisi della nostra democrazia. Labruna ha la capacità di bucare i tanti palloni demagogici e boriosi che popolano la nostra vita politica e di contrapporre, al loro vuoto ideale, i valore della legalità e della ragione.

Le ragioni della nuova politica per...

Diabasis

Non disponibile

24,00 €
"Le ragioni della nuova politica un premio che mira ad esaltare quella politica che trascende il potere e mira al bene comune, che si esercita direttamente nella sfera pubblica ma anche in quella privata attraverso azioni determinanti compiute durante il proprio percorso umano e professionale. L'idea di realizzare un libro oggi, dunque, viene dalla consapevolezza che a distanza di oltre vent'anni non siamo ancora riusciti a ricreare una classe dirigente capace, con una visione e con un progetto lungimirante per il futuro dell'Italia; che la politica vera, quella che metteva l'uomo al centro, volta al bene comune, alla famiglia, al rispetto della Costituzione, non riuscita a rinascere, a riemergere, a riappropriarsi del primato che le spetta." Introduzione di Sara Iannone.

Come scrivere il curriculum per...

Paoletti Roberto
Gruppo Albatros Il Filo

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,90 €
Il libro la riflessione di un ingegnere che si ritiene esperto in diversi settori e che non riesce a trovare un adeguato riscontro nel panorama politico nazionale, che sembra favorire la comunicazione diretta di chi esalta l'emozione del momento piuttosto che l'analisi dei dati oggettivi. L'analisi condotta su alcune tematiche di attualitcompleta la visione dell'autore che rileva la necessitdi un approccio metodologico nell'individuazione delle problematiche e nella definizione delle relative soluzioni.

I governi Spadolini e la crisi del...

Gatti Mattia
SBC Edizioni

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
In questo suo primo lavoro Gatti ripercorre uno dei periodi più complessi della vita politica del secondo dopoguerra italiano. Una fase che indusse il Presidente della Repubblica Sandro Pertini ad affidare la guida dell'esecutivo a un uomo che, seppur appartenente a un piccolo partito quale era il Pri, avesse un alto senso delle istituzioni e un fortissimo rigore morale come, appunto, Giovanni Spadolini. Durante i suoi due governi (dal 28 giugno 1981 al 7 agosto 1982 il primo e dal 23 agosto al 13 novembre 1982 il secondo), che furono i primi non presieduti da un democristiano, vennero affrontate gravi emergenze come quella della moralizzazione politica e partitica dopo lo scandalo P2 e quella della profonda crisi economica che affliggeva da anni il paese. Le misure adottate dai due governi Spadolini si rivelarono degli strumenti fondamentali per il rilancio della programmazione economica e, per gli anni a seguire, al fine della risoluzione dell'emergenza terroristica. Ma soprattutto, attraverso i due esecutivi, Spadolini ridiede centralità e nuovo vigore alla Presidenza del Consiglio e alle istituzioni della Repubblica attraverso un ritorno ai dettami della Costituzione.

Futuro. Politiche per un diverso...

Carta Maurizio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

19,00 €
Il futuro deve tornare nel nostro lessico quotidiano, nel dibattito pubblico e nella nostra strumentazione di progettisti, non come parola vuota o mantra, ma nel senso etimologico del termine di coloro che "gettano in avanti". Dobbiamo reimpadronirci della capacitdi progettare futuro a partire dall'attivazione di un diverso presente dei luoghi che abitiamo. La costruzione del futuro come esito consapevole delle nostre azioni collettive capaci di modificare il presente che non ci piace poichprodurrebbe il futuro che non vogliamo. Questo un libro dedicato a chi non si accontenta di essere postumo e vuole costruire un futuro come genesi creativa e responsabile del presente possibile. Un futuro piconsapevole e lungimirante, pisensibile alla bellezza e ai diritti, piequo e sicuro, ma soprattutto piirresistibilmente seducente e attraente. In "Futuro" viene raccontata l'Italia mediana che non si arrende, un Sud che resiste e innova, cittsiciliane pregne di comunitresilienti, universitaperte che tornano a formare persone libere e arcipelaghi creativi che non accettano un presente in declino ma agiscono per aprire le porte all'adiacente possibile, una sorta di futuro ombra, piinteressante, pifelice, che aleggia ai margini o negli interstizi dello stato attuale delle cose.

La Federazione d'Italia. Vol. 1: La...

Boccaletti Alessandro
Youcanprint

Non disponibile

25,00 €
"La Federazione D'Italia è un progetto articolato composto in Cinque Carte Fondamentali dei Cittadini Italiani, per la Fondazione di una nuova forma etica di democrazia partecipativa diretta. In questo saggio, l'autore presenta l'elaborazione composta delle prime quattro carte fondamentali. Un'Italia indipendente, repubblicana, presidenziale e federalista, e composta di tre confederazioni, che accorpano diciotto Distretti Territoriali, comprensivi di centodieci Province e settemila novecento novantotto Comuni, vera espressione del Popolo, prende forma in un'esposizione lineare. La Repubblica Presidenziale della Federazione dei Distretti Territoriali D'Italia è una creazione originale, etica, e che valorizza i valori e le virtù del Popolo italiano. La morale etica si contrappone alla torbidezza morale".

La Federazione d'Italia. Vol. 2: V...

Boccaletti Alessandro
Youcanprint

Non disponibile

42,00 €
"Questo secondo saggio illustra la V Carta Fondamentale dei Cittadini Italiani. L'opera presenta un progetto elaborato in articoli per la Costituzione di una Federazione D'Italia, ossia di una Repubblica Presidenziale della Federazione dei Distretti Territoriali D'Italia. L'autore espone le sue idee strutturate in un insieme di norme, procedure e progetti che intendono regolamentare i poteri legislativi, esecutivi e giudiziari in un'organizzazione e forma di stato che possa veramente rappresentare la volontà del Popolo. La democratica partecipazione diretta del cittadino e l'attivazione di reati federali quali la torbidezza morale del rappresentante eletto valorizzano i principi di una democrazia del Popolo basata su etica morale, virtù e valori. La unicità della forma dello Stato preclude e limita la corruzione o ne limita gli effetti e previene la dittatura Parlamentare che spesso può instaurarsi con i sistemi costitutivi imperfetti che sottraggono il potere di governo e di autodeterminazione dei popoli. L'opera offre al lettore la possibilità di rendersi consapevole di un'alternativa democratica possibile e innovativa e che può rendere il Popolo unico e vero sovrano della sua Costituzione".

La politica economica italiana dal...

Rossi Salvatore
Laterza

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Uno spaccato illuminante dell'economia del nostro paese dal 1968 a oggi: la storia degli interventi pubblici nell'economia italiana ma anche la loro relazione con la trama dei principali eventi politici, istituzionali, internazionali e sociali di quegli anni. Ne emerge il racconto avvincente di una stagione di illusioni ed errori, culminata dieci anni fa in una crisi economica gravissima, da cui l'Italia stenta a riprendersi. Una guida utile per chi - anche se non addetto ai lavori nelle discipline economiche - voglia orientarsi nella storia recente della politica e dell'economia in Italia.

Independentista. I sentieri della...

Polo Luca
APEdizioni

Non disponibile

12,00 €
Storie di donne e uomini sui sentieri della libertà. Un viaggio nelle menti e nei cuori, in Veneto e in Europa, dentro il fenomeno politico e sociale continentale dell'indipendentismo moderno europeo. Un sentimento, prima che una ideologia, che attraversa e abbraccia l'Europa da Venezia a Barcellona, da Bilbao a Edimburgo, passando per Bolzano e Bruxelles. Il racconto di una trasformazione intima, individuale, di una conquistata consapevolezza, di un cambiamento irreversibile personale da cui scaturisce una visione della società e della nuova Europa dei popoli che vogliono costruire. A ogni costo.

Cile, il futuro gi??viene. Un...

Profumi Emanuele
Prospero Editore

Non disponibile

16,00 €
Ormai da diversi anni milioni di cileni stanno chiedendo a gran voce e in vari modi non un semplice cambiamento di governo ma una vera e propria trasformazione della societ Una sorta di rivoluzione gentile. Una pluralitdi movimenti sociali, da quello degli studenti del 2011 al recente movimento per un altro sistema pensionistico, chiede con forza di abbandonare la costituzione autoritaria voluta da Pinochet nel 1980, additata come la principale causa dell'impasse economica e politica che ha sofferto il Paese dalla fine della dittatura. Cosa sta succedendo davvero? Il Cile di oggi potrmai riscattare l'ereditdi Salvador Allende? Esiste un movimento costituente?

Il grattacielo e il formichiere....

Gambescia Carlo
Ass. Culturale Il Foglio

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Le figure del grattacielo proteso verso l'orizzonte e del formichiere chino sulla terra rinviano a una metafora di Eugenio Montale che scolpisce la natura proteiforme della realtà politica, segnata da slanci e cadute. Sotto questo aspetto il realismo politico, capace di affascinare gli intellettuali come di ispirare i politici, può essere la chiave giusta per prendere atto di questi inevitabili alti e bassi. Quale realismo politico, però? Ecco la domanda intorno alla quale ruota l'analisi sociologica di Carlo Gambescia. Da un lato si ha un realismo politico standard, abitudinario imperniato su un'antropologia negativa, chiusa, che talvolta sfocia nella celebrazione del conflitto, dell'inganno e dell'uso della forza. Mentre dall'altro si scorge la necessità di abbozzare un realismo contrario alla routine, basato su un'antropologia aperta, sociologicamente fondata, capace di non escludere in chiave metapolitica la leale collaborazione come il duro conflitto. Quest'ultimo, secondo l'autore, si potrebbe definire realismo politico consapevole, perché non ignaro di una realtà umana appunto sospesa tra il grattacielo e il formichiere.

La nazione democratica

Ocalan Abdullah
Tabor

Non disponibile

2,00 €
Il modello dello Stato-nazione rappresenta per le societinnanzitutto una trappola, una rete di oppressione e sfruttamento. Il modello della nazione democratica rappresenta il ribaltamento di tale definizione. La nazione democratica non vincolata da confini politici rigidi, da una sola lingua, cultura, religione o interpretazione della storia; al contrario essa significa pluralite coesistenza solidale di comunite di cittadini liberi ed eguali. La nazione democratica permette alle popolazioni di formare loro stesse delle nazioni, attraverso la loro politicizzazione, (...) costituendo istituzioni autonome in campo sociale, diplomatico, culturale, in economia, diritto e auto-difesa, senza dover diventare Stato o prendere il potere. La societdemocratica puessere realizzata solo attraverso questo modello di nazione. Alla societdello Stato-nazione preclusa, per sua natura, la democrazia.

Scritti sull'Albania

Langer Alexander
Alpha & Beta

Non disponibile

16,00 €
Che cosa legava Alessandro Leogrande, tra i più brillanti scrittori e reporter della sua generazione, ad Alexander Langer? Quale eredità ha saputo cogliere il giovane Leogrande nel pensiero critico e nell'impegno politico di uno dei più autorevoli esponenti del movimento ecologista e non violento? Questa raccolta di saggi e articoli dipana un filo comune - un modello di indagine sociale, ma soprattutto di relazione con l'Altro - a partire da un luogo speciale, l'Albania, al quale entrambi hanno dedicato diversi scritti, frutto di viaggi, incontri, esperienze personali. Un mosaico di storie e un quadro di analisi - lucide e appassionate al contempo - che compongono il ritratto di un paese in perenne bilico tra i fantasmi del passato e un presente segnato da sviluppo disordinato, velleità europeistiche e straordinarie risorse umane e culturali. Una significativa testimonianza che muovendo in particolare dall'emigrazione albanese in Italia degli anni novanta - paradigmatica e non priva di eventi tragici - offre un prezioso spunto di riflessione sulle paure e i pregiudizi che accompagnano gli attuali flussi migratori.

Il potere che sta conquistando il...

Galli Giorgio (prefazione)
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

16,00 €
Il vecchio ordine mondiale si sta rapidamente trasformando. Facendo seguito al fortunato volume Come si comanda il mondo in cui si dimostra la prevalenza dei leader della finanza su quelli della politica, gli autori analizzano il ruolo delle multinazionali cinesi, russe, brasiliane, indiane e islamiche. Vengono quindi approfonditi i rapporti con i fondi sovrani e la criminalità, i paradisi fiscali e la politica energetica. E fin qui, nulla di nuovo perché si replicano i modelli della democrazia liberale. Nel frattempo, però, la Cina sta diventando un gigante dell'intelligenza artificiale, egemonizzando l'Africa, il continente del futuro. In una situazione complessa più che il mercato è di nuovo lo Stato a essere protagonista nel XXI secolo, poiché queste multinazionali sono in gran parte subordinate ai governi nazionali. Il declinante Occidente riuscirà a individuare strategie per non soccombere nell'eterna lotta per il potere? È l'interrogativo fondamentale al quale cerca di rispondere questo libro.

Ladri di democrazia. La crisi di...

Becchi Paolo
Historica Edizioni

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
È ormai di comune dominio che in una repubblica parlamentare le maggioranze si formino in Parlamento a prescindere dal principio democratico, cioè indipendentemente dalla volontà degli elettori. Chi ragiona in questo modo parte dall'assunto che in una democrazia rappresentativa sovrano sia il Parlamento, ma non è così. Sovrano è il popolo; il Parlamento si limita ad esercitare la sovranità che appartiene, promana e risiede (sempre!) nel popolo, esattamente com'era nelle intenzioni dei Padri Costituenti. In questo libro Becchi e Palma offrono tutti gli strumenti per una corretta lettura e interpretazione di quanto è accaduto in questa caldissima estate italiana. La narrazione è suffragata e coadiuvata con approfondimenti rappresentati da articoli e interviste. Nella ricostruzione vengono portati alla luce alcuni retroscena molto importanti che ancora nessuno conosce. Secondo Becchi e Palma la crisi di governo agostana ha messo in ginocchio il principio democratico, rompendo il rapporto di fiducia tra Popolo e Istituzioni.

La ragione e il buonsenso

De Bortoli
Il Mulino

Disponibile in libreria in 5 giorni

15,00 €
Caro Salvatore... caro Ferruccio... Due «credenti nella ragione», testimoni d'eccezione dei grandi cambiamenti economici e politici degli ultimi decenni, impegnati in una riflessione fra personale e civile sui travagli del paese, sulle loro cause remote e recenti, sui modi per uscirne. Un dialogo per conoscere e capire, parlando di temi che vanno dal possibile declino dell'economia italiana al rapporto con l'Europa, madre o matrigna, dal concetto di austerità nelle pubbliche finanze agli antichi difetti italiani nel diritto, nell'istruzione, nella concorrenza, nella finanza, dallo sviluppo sostenibile agli elementi di forza che l'economia italiana comunque conserva, dalle convulsioni del nostro sistema politico al circolo vizioso dell'informazione. Modesti nella normalità, eccezionali nell'emergenza: l'Italia si salverà ma la strada ricca di futuro apparterrà a cittadini consapevoli, non a moltitudini vocianti.

I diritti in tasca

Scortichini Giacomo
Capponi Editore

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,00 €
Siamo un popolo che vissuto di promesse, spesso non mantenute, dando spazio alla nostra inclinazione verso "l'uomo dei miracoli"; cioa quella idea salvifica che connaturata con un pensiero semplificato che storicamente ci appartiene. Questo non vuol dire che siamo dei creduloni, siamo solo un popolo esausto, che a volte ama sentirsi raccontare cose rassicuranti, amene narrazioni. Allora da decenni passiamo da una speranza all'altra e, purtroppo, da una delusione all'altra; il sogno resta l'ultima frontiera per continuare a sperare e pensare che domani potressere un giorno migliore. Amo e comprendo questo popolo stanco, che ad una pessima realtha preferito la dimensione onirica. Amo la sua adattabilitideologica, il suo migrare con grande facilitdal rigore al permissivismo, dall'accoglienza all'autarchia, dal decisionismo alla ponderatezza. Non siamo degli sciocchi, tutt'altro; noi crediamo a tutto e tutti perchin realtnon crediamo a nulla e a nessuno. Ma stiamo al gioco, viviamo in questo mondo fantastico, in questa veritdi superficie, perchben conosciamo la differenza tra fantasia e realt Abbiamo quindi deciso di concederci un altro giro di giostra. Abbiamo scelto di vivere immersi in un infinito presente, dove l'esistenza perde di progettualite dove alle pessime veritsi preferiscono le seducenti menzogne. Questo disimpegno culturale la rappresentazione di una volontdi ricercare vane rassicurazioni al di fuori della nostra capacitdi auto-determinarci. Temo che non ci sia ben chiaro che la "crescita intellettuale" la sola condizione in grado di garantirci una esistenza dignitosa. (L'autore)

Uffa. Cartoline amare da un tempo...

Mughini Giampiero
Marsilio

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
Cinque minuti. Cinque minuti di ragionamenti da esseri umani. il tempo di lettura richiesto da ciascun brano in questa incursione di Giampiero Mughini nel nostro passato recente. Ma al ritmo breve della cronaca, a quindici anni dall'esperienza di commentatore quotidiano di fatti e misfatti nazionali per il Foglio, l'autore sovrappone il tempo pilungo e profondo della Storia, rileggendosi da par suo e riuscendo nell'impresa di raccontare la societe la politica italiana da una prospettiva spiazzante. Con l'essenzialitdi poche righe, consapevole che scrivere breve breve infinitamente piefficace, ma anche infinitamente pidifficile, mette in luce aspetti inediti di un periodo cruciale che va dalla guerra in Iraq alla prima elezione di Napolitano a presidente della Repubblica, da Calciopoli alla vittoria degli azzurri ai Campionati del mondo di Berlino, rivelando connessioni insospettabili e sorprendenti analogie. A emergere il ritratto di un Paese che oscilla tra l'orgoglio identitario urlato nei cori da stadio e l'ironia imbarazzata di fronte alle contraddizioni di un'Italietta fatta di soubrette, politici, calciatori e giornalisti, una galleria in cui talento e mostruosit grandioso e patetico sono indistinguibili. Senza pregiudizi e senza bandiere, Mughini ci regala una risata liberatoria mostrando il grottesco del nostro presente, e provocandoci con una domanda finale: chi siamo, e che Paese il nostro?

30 aprile 1993. Bettino Craxi, il...

Facci Filippo
Marsilio

Non disponibile

18,00 €
Si può individuare il momento esatto in cui l'Italia cessò di credere nella democrazia dei partiti e il linciaggio divenne un atto di estetica rivoluzionaria? Filippo Facci torna sul luogo in cui tutto ebbe inizio, a quelle ore fondamentali in un racconto, fotogramma per fotogramma, scandito dalle 48 ore in cui sembrò non succedere nulla e accade di tutto, in un crescendo teatrale di eventi puntuali che, riletti alla luce dei successivi 25 anni, possono essere colti come avvisaglie e tracce della rivoluzione che ha scosso la nostra democrazia. Filippo Facci rilegge da una prospettiva particolare un giorno evocato da più parti come il principale simbolo di un decennio, emblema del passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica.

Il partito dell'odio

Tobak M.
Serra Tarantola

Non disponibile

12,00 €
"È un personaggio quasi mitologico, a tratti parrebbe un hater dalla tastiera veloce, ma c'è molto, molto di più. Tobak esiste o è leggenda? In questo lungo stream of consciousness si raccolgono pensieri, ricordi, opinioni, concetti. A volte vengono urlati sulla carta, come accadeva una volta nei bar, come accade ora sui social. In queste pagine abbiamo ingabbiato la sua voce. Tobak parla della sua Italia, anche se è alla rovina, un'Italia dei partiti costruiti, un'Italia della Chiesa e del Vaticano. Dagli anni Settanta ad oggi, passando per la Berluscheide (l'era di Silvio), non abbiamo dato freno al suo pensiero. Tobak parla, Tobak pensa, Tobak urla."

Ti racconto la politica

Spotorno Giannantonio
Gruppo Albatros Il Filo

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,90 €
Questo libro è un atto di onestà. Si tratta di una sorta d'incursione nel mondo della politica, per svelarne trucchi e segreti. Racconta molti intrighi inediti che si consumano nei palazzi del potere politico e che vengono mascherati dietro le belle parole di una democrazia che, almeno qui da noi, si rivela ingannevole e squallida. Spiega e dimostra come la politica sia nel piatto in cui si mangia e nel letto in cui si dorme e, piaccia o no, anzi ti piaccia o no, modella ogni aspetto della nostra vita. Essa, purtroppo, fa di tutto perché non ci s'interessi a lei e, se riesce a creare dei cosiddetti "apolitici", allora è contenta. La politica s'infila ovunque, per esempio, stabilisce il prezzo dei carburanti, il prezzo di ciò che mangi e di ciò che indossi, sceglie i libri di testo che adottano le scuole in cui mandi i tuoi figli e non si fa scrupoli a rubare non solo i soldi dei cittadini, ma perfino il loro tempo libero. Angoscia in molti modi e, tra una preoccupazione e l'altra, riesce anche a procurare insonnia e a portare via la serenità. Istiga l'emotività per togliere spazio alla capacità di riflettere; una società emotiva non le crea preoccupazioni, dunque fa di tutto per renderla tale. La politica che oggi ci accerchia è ben lontana dall'essere una democrazia. Ormai, anche con una certa supponenza, tanti si disinteressano e si dichiarano apolitici perché delusi dall'impreparazione, dalla presunzione e dall'ingordigia di chi è ai vertici del potere; ma girare lo sguardo dall'altra parte non è una soluzione. L'autore cerca di aprire uno spiraglio nella nebbia da cui siamo avvolti e dobbiamo dirgli grazie se, leggendo il libro, non possiamo evitare di farci delle domande, nonché di fare appello alla nostra intelligenza per capire che siamo "liberi" di muoverci solo come il potere predispone. La democrazia vuole la partecipazione del popolo e un popolo che non sa partecipare non merita la democrazia... l'apolitico è intelligente come chi, aggredito in mare dagli squali, si definisce "asqualico". Non si deve fare di tutte le erbe un fascio ma, fin qui, certa ingenuità popolare ha dato troppo credito a certa politica dello starnazzo. L'augurio è che la lettura di quanto descritto nelle pagine del libro possa aiutare il cittadino a capire come ritornare giustamente a essere il protagonista principale della sua esistenza.