Battaglie e campagne

Filtri attivi

  • Disponibilità: Non disponibile

Memoria

Nachtwey James
Contrasto

Non disponibile

65,00 €

Napoleone in Italia. I luoghi delle...

Bussoni Mario
Mattioli 1885 2019

Non disponibile

17,50 €
La seconda edizione riveduta e aggiornata della guida "Napoleone in Italia" ripercorre tutti i luoghi toccati, nel nostro Paese, sia dalla prima che dalla seconda campagna militare condotte dal Grande Corso. L'itinerario si snoda dalla Val d'Aosta, per poi scendere in Piemonte e Liguria e percorrere infine dalla Lombardia al Veneto sino al Friuli. Dopo la cronologia della vita dell'uomo che, nella sua epoca e pur con luci e ombre, ha cambiato significativamente la storia del Vecchio Continente, ecco ripercorsi nel dettaglio tutti i luoghi delle battaglie. Completano la guida alcuni itinerari prettamente turistici, che hanno lo scopo di abbinare alla visione (attuale) dei luoghi storici, turismo, relax e gastronomia.

D-Day. La battaglia che salvò l'Europa

Beevor Antony
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli

Non disponibile

12,50 €
"Il giorno più lungo", come lo definì Rommel, sta per iniziare. Sono le ore 0.00 del 6 giugno 1944 e le truppe vengono allertate: è il D-Day, gli Alleati stanno per sbarcare in Normandia. L'obiettivo è la resa incondizionata della Germania nazista. Il cont

War Hawks. Gli Stati Uniti e la...

Sioli Marco
Franco Angeli

Non disponibile

25,00 €
Nel giugno 1812 gli Stati Uniti, sotto la guida del presidente James Madison, stupirono il mondo dichiarando guerra alla Gran Bretagna. Quali che fossero i motivi che portarono a questa difficile decisione, considerata l'impreparazione di una nazione ancora sprovvista di un effettivo esercito permanente, apparve palese che nella politica americana erano emersi dei falchi della guerra - War Hawks - in grado di orientare l'opinione pubblica e le scelte dell'amministrazione. Qual è stato il ruolo degli War Hawks nell'influenzare la dichiarazione di guerra? Quale fu il ruolo della stampa, che già appare in questi anni come quarto potere? Quali furono gli scenari geopolitici e gli interessi espansionistici della giovane repubblica? Quali nuovi politici emersero con la guerra? Quale fu il ruolo di coloro che si impegnarono per risolvere pacificamente il conflitto che si concluse con il trattato di Gand nel dicembre 1814? Su queste e altre questioni si interrogano dieci studiosi americani e italiani, esperti affermati e giovani ricercatori. Il loro lavoro riporta l'attenzione su una guerra che viene ricordata nei libri di storia con difficoltà e solo come scontro per la difesa degli interessi marittimi, laddove, invece, si presentavano già in nuce espressioni intense di patriottismo e la spinta espansionistica che, di lì a qualche decennio, avrebbe portato gli Stati Uniti a conquistare i territori messicani. Contributi di: Luigi Marco Bassani, Deborah Besseghini, Matteo Casiraghi, Paul Finkelman, Giandomenico Iachini, Ginevra Paparoni, Marco Sioli, Andrew Spannaus, Scott Manning Stevens e Alan Taylor.

Saturday night soldiers. I...

Acerbi Enrico
Soldiershop 2019

Non disponibile

29,00 €
Durante la Grande Guerra sul fronte italiano, i due avversari, Italia ed Austria-Ungheria, si avvalsero spesso del supporto dei propri alleati. Nel 1918 tutte le truppe germaniche furono ritirate a scaglioni dal fronte italiane, mentre inglesi e francesi rimasero in linea, spostandosi in primavera ed estate sull'altopiano di Asiago, nella zona di Cesuna (inglesi) e di cima Echar (francesi). Nell'occasione tali truppe furono determinanti nel fronteggiare l'ultimo violento attacco austriaco del giugno 1918. In autunno parte del contingente fu spostato sul Piave (Grave di Papadopoli) concorrendo allo sfondamento decisivo conosciuto come battaglia di Vittorio Veneto.

Da Villafranca a Custoza. La...

Bressanelli Angelo
Autopubblicato 2019

Non disponibile

16,00 €
Periodo risorgimentale che parte dall'Armistizio di Villafranca per arrivare alla cessione del Veneto all'Italia. Vengono presi in esame i due eserciti, quello italiano e quello austriaco con i rispettivi armamenti. Si descrivono le fortificazioni presenti nel Quadrilatero. Si riportano impressioni della battaglia del 1866 descritte da soldati italiani e austriaci.

Le grandi battaglie della storia....

Gloris Thierry
Editoriale Cosmo 2018

Non disponibile

8,00 €
Leggendo il capitolo dedicato alla contesa di Castillon potrete rivivere lo scontro che ha insanguinato l'Aquitania durante i regni di Enrico VI d'Inghilterra e Carlo VII di Francia. Sfogliando quello dedicato alla battaglia di Valmy potrete entusiasmarvi per la prima mischia affrontata dalla Francia Rivoluzionaria. Godendovi quello dedicato alla disfatta de La Beresina, infine, potrete assistere alla fine della Campagna di Russia che portò, di fatto, alla conclusione dell'espansione napoleonica.

Cronaca di una gloriosa disfatta....

Parisi Salvatore
Zetacidue 2018

Non disponibile

20,00 €
Il 26 luglio del 1941, nelle calde e storiche acque della rada della città di Valletta, a Malta, nella luce mattutina falsata dalle tenebre diradanti e dalla tremula foschia dell'alba, si compiva una delle più grandi tragedie umane provocata, come sempre, dagli egoismi, dagli interessi e dalle discordie internazionali.

Le vittorie del Piave. Dalle...

Stato Maggiore dell'Esercito 2018

Non disponibile

20,00 €
Il volume raccoglie una serie di opuscoli dell'Ufficio Operazioni del Comando Supremo sulla guerra italiana nel 1918 editi nei mesi immediatamente successivi alla fine delle operazioni allo scopo di valorizzare sul piano propagandistico il contributo dell'Italia alla vittoria dell'Intesa nell'ultimo anno di conflitto. Sono riportati anche uno studio dell'Ufficio Storico pubblicato nel 1923 sull'Armistizio di Villa Giusti ed una traduzione in inglese della relazione sulla battaglia di Vittorio Veneto. L'opera è corredata di una appendice fotografica e di una documentaria relative alle fasi finali delle operazioni in Italia ed al testo armistiziale del 3 novembre. Tali riproduzioni di materiale edito, difficilmente reperibile in fondi bibliotecari, sono accompagnate da un capitolo introduttivo in cui viene sottolineato come le battaglie del Solstizio del giugno 1918 e di Vittorio Veneto dell'ottobre-novembre successivi siano tutt'oggi sottostimate e sminuite dalla storiografia internazionale, non solo europea, che continua ad alimentare giudizi approssimativi sulla guerra al fronte italiano, coniugati ad una sostanziale ignoranza della storia nazionale.

Le vittorie del Piave. Dalle...

Stato Maggiore dell'Esercito 2018

Non disponibile

20,00 €
Il volume raccoglie una serie di opuscoli dell'Ufficio Operazioni del Comando Supremo sulla guerra italiana nel 1918 editi nei mesi immediatamente successivi alla fine delle operazioni allo scopo di valorizzare sul piano propagandistico il contributo dell'Italia alla vittoria dell'Intesa nell'ultimo anno di conflitto. Sono riportati anche uno studio dell'Ufficio Storico pubblicato nel 1923 sull'Armistizio di Villa Giusti ed una traduzione in inglese della relazione sulla battaglia di Vittorio Veneto. L'opera è corredata di una appendice fotografica e di una documentaria relative alle fasi finali delle operazioni in Italia ed al testo armistiziale del 3 novembre. Tali riproduzioni di materiale edito, difficilmente reperibile in fondi bibliotecari, sono accompagnate da un capitolo introduttivo in cui viene sottolineato come le battaglie del Solstizio del giugno 1918 e di Vittorio Veneto dell'ottobre-novembre successivi siano tutt'oggi sottostimate e sminuite dalla storiografia internazionale, non solo europea, che continua ad alimentare giudizi approssimativi sulla guerra al fronte italiano, coniugati ad una sostanziale ignoranza della storia nazionale.

Nove giorni. Cronaca della...

Sanzovo Pierluigi
Autopubblicato 2018

Non disponibile

10,00 €
Nel giugno del 1918 la terra rossa del Montello si è mischiata con il sangue dei soldati dell'Ottava Armata del Regio Esercito italiano. Decine di migliaia di uomini che per nove giorni hanno disperatamente conteso la collina agli austroungarici che altrettanto disperati, gliela volevano strappare. Questa è la storia di quei giorni, terribili e gloriosi. Contiene l'albo d'oro dei caduti e dispersi italiani nella battaglia del solstizio sul Montello.

La campagna del 1867 nell'Agro romano

Calci Carmelo
Dunp Edizioni 2018

Non disponibile

67,00 €
Quella sostenuta contro l'esercito pontificio nell'Agro romano nell'autunno del 1867 fu l'ultima delle campagne garibaldine combattute per l'unificazione italiana. Gli eventi, i protagonisti e i luoghi di quel breve, ma intenso, scorcio di storia patria rivivono in una particolareggiata trattazione corredata da un imponente apparato iconografico, composto da ben 548 immagini. Alla minuziosa narrazione storica sono abbinati dettagliati apparati di approfondimento, concernenti le relazioni militari, gli eserciti belligeranti, i feriti, i caduti e i prigionieri, nonché le decorazioni concesse dalle autorità pontificie, italiane, francesi e dai sovrani degli Stati preunitari della penisola e le medaglie commemorative coniate in memoria degli episodi cruciali e dei principali protagonisti.

I grandi generali e condottieri...

Iacopini Roberto
Newton Compton

Non disponibile

9,90 €
Questo libro racconta le abilità e le debolezze dimostrate sui campi di battaglia da 33 protagonisti della seconda guerra mondiale. Muovendo dal presupposto che il condottiero perfetto non esiste, tutti ebbero i loro limiti, molti riuscirono a correggerli e alcuni soprattutto tra gli italiani non si rivelarono particolarmente brillanti. Ci furono grandi innovatori nell'arte bellica e chi comprese che la guerra, più che una questione di comando, si era trasformata in una questione di amministrazione delle forze, diventando più manager che comandanti. Attraverso le vite e strategie dei generali più famosi - da George Patton ad Andrew Browne Cunningham, da Erwin Rommel a Georgij Zukov, fino a Pietro Badoglio e Rodolfo Graziani, ripercorreremo le fasi salienti della seconda guerra mondiale e i combattimenti per terra, mare e cielo, analizzando i diversi teatri operativi in cui si svolse e le nuove tecnologie militari utilizzate nel conflitto. I grandi generali e condottieri della seconda guerra mondiale ci offre una panoramica esaustiva e documentata sugli uomini che hanno cambiato il modo di combattere e il corso della storia nel Novecento.

La battaglia che decise la seconda...

Scagnetti Gianluca
Newton Compton

Non disponibile

9,90 €
Quella nota in codice come "Overlord" è stata la più grande e rischiosa operazione anfibia della storia. Con lo sbarco sulle coste della Normandia, nel giugno del 1944, gli anglo-americani hanno aperto un secondo fronte con il nemico tedesco, a sua volta duramente impegnato a Oriente contro l'Armata rossa. Lo scopo era di crearsi un varco da nord nell'Europa continentale e iniziare un'avanzata verso Parigi e poi fino in Germania, dove sarebbe avvenuto il congiungimento con le truppe sovietiche e, di conseguenza, la sconfitta di Hitler. Per farlo, però, gli Alleati hanno dovuto superare enormi difficoltà sia di natura tecnica che logistica. E non sono mancate le divergenze sul piano strategico fra i vari comandi. Nel libro vengono analizzate le fasi preparatorie del D-Day, con le attività dei servizi segreti dei Paesi coinvolti. Ampio spazio è dedicato poi alle operazioni vere e proprie, con la serie di sbarchi sulle diverse spiagge e il contrasto da parte tedesca. Infine vengono presentati i profili dei maggiori protagonisti (comandanti militari sul campo e leader politici), le armi in uso e le loro filosofie d'impiego.

L'esercito prussiano di Federico il...

Cristini Luca Stefano
Soldiershop 2017

Non disponibile

25,00 €
"La corona è soltanto un cappello che lascia passare la pioggia". Il cupo tuono dei cannoni risuonò nella piana spoglia che circondava il villaggio di Rossbach intorno alle 15.00. L'attacco colse di sorpresa l'esercito austro-francese, i cui generali, Soubise e Hildburghausen, non si sarebbero mai aspettati un'offensiva del nemico nelle condizioni in cui versava: le forze del regno di Prussia consistevano in appena 22.000 uomini, poco più della metà di quelle avversarie. Eppure quel folle re prussiano, Federico II, che chiamavano il Grande, si muoveva con la sicurezza di chi aveva la certezza di vincere. Dopo solo un quarto d'ora, uno sciame di cavalieri stava per piombare sulle truppe austro-francesi a tutta velocità. Era il 5 novembre 1757, il giorno in cui l'aquila nera di Prussia volò più alto che mai. Qui si parla di Federico II e del suo mirabile, invidiato ma sopratutto temuto esercito. I soldati prussiani, le tattiche e le strategie, gli armamenti e le uniformi... il tutto accompagnato da un apparato iconografico di 31 rare tavole di Adolph Menzel.

I ragazzi della Julia sul fronte...

Corbia Giorgio
Aviani & Aviani editori 2017

Non disponibile

20,00 €
I Ragazzi della Julia in Grecia ed in Albania, martoriati dalla fame, dal vento gelido che sferzava loro il viso, dalla pioggia, dal fango, dalla neve, dalla tormenta, stremati dalla dura guerra, benché temprati e rotti alle più dure fatiche e sacrifici, prima di partire all'assalto sulle rocce del Pindo e dello Smolika, sui monti Chiarista, nella valle della Vojussa, sul Golico, sullo Scindeli e sul Monte Beshishtit rivolgevano il pensiero alla loro famiglia ed invocavano la madre di Dio. Credo che un giorno dell'anno debba essere dedicato a questi eroi. Li commemorino le città che hanno dato i nomi ai loro battaglioni e gruppi, li commemorino le nostre sezioni ed i nostri gruppi. Lo impone il nostro cuore di alpini.

Fermarli! La battaglia della Lavia

Cromaz Gian Francesco
Aviani & Aviani editori 2017

Non disponibile

13,00 €
Prima Guerra Mondiale. Pasian Schiavonesco (Basiliano), 29 ottobre 1917. Basagliapenta, 29-30 ottobre 1917. Orgnano, 30 ottobre 1917. Dopo la rottura del fronte italiano a Caporetto, nell'Alta Valle dell'Isonzo, avvenuta il 24 e il 25 ottobre 1917, le divisioni della 14ª Armata austro-germanica, occupata Cividale il 27 e Udine il 28, dilagarono nella pianura friulana. Si cercava di apprestare anche una linea di resistenza sulla direttrice Mortegliano - Pasian Schiavonesco per fermare l'avanzata nemica. Per una scelta tattica venne deciso di non installarsi nel paese di Pasian Schiavonesco ma di prendere posizione sulla strada nazionale Pontebbana nel luogo in cui, all'undicesimo chilometro, essa interseca un torrentello, la "Lavia". La battaglia che qui si svolse nel pomeriggio del 29 ottobre prende appunto il nome di "Battaglia della Lavia".

Dizionario delle battaglie

Colonna Barbara
Rusconi Libri 2017

Non disponibile  
MANUALI STORIA

18,90 €
La storia dell'umanità si caratterizza, dalle origini fino ai giorni nostri, per l'ubiquitaria presenza della guerra: singoli uomini o intere comunità, stati o nazioni che si affrontano in battaglia, servendosi degli strumenti più o meno raffinati di cui la tecnica, in costante evoluzione, li ha dotati; uomini o gruppi di uomini che, attraverso uno spargimento di sangue più o meno legittimato dalle varie retoriche della guerra che il diritto ha provveduto a 'confezionare' nel corso dei secoli, si confrontano con la violenza per affermare la propria supremazia e garantirsi vantaggi di vario genere. In questo dizionario, il lettore potrà confrontarsi con un articolato resoconto delle battaglie che, in luoghi e tempi eterogenei, hanno segnato la storia.

Berlino 1945. WW2 the last battle...

Cristini Luca Stefano
Soldiershop 2017

Non disponibile

29,00 €
La battaglia di Berlino fu lo scontro finale del teatro europeo della seconda guerra mondiale. A partire dal 16 aprile 1945, l'Armata Rossa sferrò il grande attacco sulla linea dell'Oder per distruggere le forze tedesche poste a difesa del cuore della Germania e conquistare la capitale del Reich; dopo scontri molto aspri, dure perdite per entrambe le parti e alcuni disperati tentativi di resistenza delle raccogliticce e disomogenee forze tedesche, i sovietici, in netta superiorità numerica e di mezzi terrestri e aerei, riuscirono a portare a termine la loro missione, a distruggere o catturare il grosso delle forze nemiche e a circondare e conquistare Berlino (2 maggio 1945). Già il 30 aprile Adolf Hitler, che aveva deciso di rimanere nella capitale accerchiata per organizzare l'ultima resistenza, si era suicidato per non cadere in mano nemica. Il Terzo Reich si arrese ufficialmente l'8 maggio, 6 giorni dopo la fine della battaglia. With English captions to all images and plates!

1741: l'assedio di Cartagena de...

Borello Nicola
Soldiershop 2017

Non disponibile

25,00 €
Rimasto poco conosciuto fino ai nostri giorni, l'assedio di Cartagena de Indias rappresentò il punto apicale di scontro tra Spagna e Gran Bretagna durante la cosiddetta Guerra dell'Orecchio di Jenkins (1739-42) e si risolse nel peggior disastro navale della storia britannica. Questo episodio venne però presto dimenticato in entrambi i paesi. In Gran Bretagna la sconfitta subì un processo di rimozione. Archiviato come un episodio sfortunato, causato da un morbo tropicale, il fallimento della spedizione a Cartagena de Indias venne sminuito e nascosto agli occhi dell'opinione pubblica interna. Forse troppo impegnata in quel momento a combattere per celebrare le sue vittorie, e forse non avendo capito pienamente la portata storica dell'evento, anche la Spagna si dimenticò presto dell'impresa di Cartagena de Indias. O, forse, preferì lasciarsela alle spalle, quando, a partire dalla fine della guerra di successione austriaca, subentrò una nuova fase distensiva nelle relazioni con la Gran Bretagna.

La battaglia di Benevento

Dell'Aquila Giovanni Battista Maria
Realtà Sannita 2016

Non disponibile

12,00 €
Si rievoca la battaglia di Benevento del 1266 tra Manfredi di Svevia e Carlo d'Angiò che si concluse con la sconfitta e la morte del giovane figlio di Federico II. Si riportano le immagini dei luoghi dove si svolse quella cruenta battaglia.

L'aggressione militare al Regno...

Montalto Mario
Il Giglio 2015

Non disponibile

10,00 €
Il Regno delle Due Sicilie non cadde per "implosione", come vorrebbe una parte degli storici risorgimentali, ma per un'aggressione militare progettata dal Piemonte, con la collaborazione attiva dell'Inghilterra e la complicità della Francia. L'invasione armata fu preceduta da una campagna di denigrazione internazionale.

Le grandi battaglie della seconda...

Rasolo Giuseppe
Newton Compton 2014

Non disponibile

5,00 €
Il libro ripercorre tutta la guerra attraverso le battaglie che ne hanno determinato l'esito, dallo scontro in Polonia fino al suo epilogo a Berlino. Oltre trenta i combattimenti narrati: da quelli più famosi e conosciuti ad altri, magari meno noti, ma non meno importanti. Ogni battaglia viene presentata e descritta con uno stile incalzante che mette in evidenza non solo gli eventi, le strategie e le tattiche, ma anche i protagonisti, con schede biografiche, le armi, gli equipaggiamenti e i mezzi utilizzati. I teatri operativi vanno dalla Guerra Lampo (Bzura, Narvik, Dunkerque, Inghilterra, Creta) al Fronte Orientale (Kiev, Mosca, Stalingrado, Kursk), dalla Campagna d'Africa (Bardia, Tobruch, El Alamein, Kasserine) al Fronte Italiano (Sicilia, Salerno, Cassino), da quello Occidentale (Normandia, Arnheim, Ardenne) al Pacifico (Pearl Harbor, Mar dei Coralli, Midway, Guadalcanal, Betio, Saipan, Golfo di Leyte, Iwo Jima e Okinawa). E prima dell'epilogo a Berlino c'è anche spazio per le battaglie degli italiani (Grecia, Taranto, Capo Matapan, Amba Alagi, Nikolajewka). Un lavoro per chi vuole disporre di un compendio completo, ma anche un testo per chi si avvicina per la prima volta alla storia del nostro recente passato.

Le cento battaglie che hanno...

Davis Paul K.
Newton Compton 2014

Non disponibile

5,00 €
Cosa sarebbe successo se nel 546 a.C. Ciro non avesse sconfitto i Lidi a Sardi, dando vita all'impero persiano? Se nel 1066 a Hastings, nella battaglia che segnò l'inizio del regno normanno in Inghilterra, avessero invece vinto i Sassoni? Se nel 1532 gli s

La battaglia che cambiò la seconda...

Iacopini Roberto
Newton Compton 2013

Non disponibile

9,90 €
Dopo Pearl Harbor, tutto è cambiato. Fino all'attacco giapponese del 7 dicembre 1941, infatti, gli Stati Uniti non erano ancora scesi in campo, e solo con questa devastante azione bellica la seconda guerra mondiale sarebbe diventata davvero un conflitto globale. In questo libro, l'autore racconta non solo l'ideazione dell'attacco, la meticolosa organizzazione dei giapponesi e la storia dei suoi protagonisti (uomini, armi, mezzi aerei e navali), ma anche i retroscena che portarono alla disfatta americana. Dal ruolo giocato da diplomazia e intelligence d'oltreoceano all'impreparazione dell'apparato militare statunitense che sottovalutò fino all'ultimo, e nonostante vari indizi, la possibilità di un attacco nemico nelle Hawaii, fino alle "prove" addotte dai teorici del complotto del presidente Roosevelt e alla drammatica catena di errori e di circostanze fortuite che portarono gli usa in guerra. Ma la fama di Pearl Harbor deve molto al cinema che ha contribuito a fissare in maniera indelebile questa tragedia nella memoria comune. E anche se quella che chiamiamo seconda guerra mondiale è stata in realtà una lunga serie di conflitti cominciati in tempi e in luoghi diversi, non può essere trascurato il fatto che il continente asiatico fu teatro delle azioni belliche più tragiche e spettacolari, dove non a caso si compì l'apocalittico atto conclusivo di questo sanguinoso ed epico scontro.

Missione Libia 2011. Il contributo...

Rivista Aeronautica 2013

Non disponibile

29,00 €
Le operazioni condotte sul cielo della Libia dai velivoli dell'Aeronautica Militare e dagli altri caccia della coalizione internazionale e della NATO che sono intervenuti nell'ambito delle operazioni Odyssey Dawn e Unifield Protector. Una cronistoria precisa e puntuale di una delle più incisive campagne aeree condotte dalla caduta del muro di Berlino.

Le grandi battaglie della seconda...

Rasolo Giuseppe
Newton Compton 2013

Non disponibile

9,90 €
Il libro ripercorre tutta la guerra attraverso le battaglie che ne hanno determinato l'esito, dallo scontro in Polonia fino al suo epilogo a Berlino. Oltre trenta i combattimenti narrati: da quelli più famosi e conosciuti ad altri, magari meno noti, ma non

Obiettivo Siria. Come CIA, bande...

Cartalucci Tony
Arianna Editrice 2012

Non disponibile

11,50 €
Cosa succede realmente in Siria? Due ricercatori indipendenti, esperti di geopolitica, svelano, con una puntuale indagine giornalistica, la Grande Bugia nascosta dietro l'ennesimo conflitto "umanitario" che insanguina il Medio Oriente. La situazione è drammatica: il Paese si dibatte in un cruento scontro civile, oggetto di spietati attacchi da parte di nemici interni ed esterni. La cosiddetta "rivolta siriana" in realtà fa parte di una cinica strategia occidentale che si serve di provocatori, terroristi, fanatici fondamentalisti e ONG corrotte per mascherare il vero obiettivo: colpire uno Stato arabo indipendente. Stesso scenario della Libia, annientata in modo analogo. La strategia messa in atto prevede l'uso del terrorismo - tramite mercenari e criminali che fanno parte della "legione straniera" della CIA - per compiere attentati e stragi e poi addossare la responsabilità di queste violazioni dei diritti umani al governo del paese preso di mira, giustificando così l'intervento militare degli eserciti della NATO su mandato dell'ONU. I mezzi di informazione ci impongono questa Grande Bugia, per cui risulta difficile farsi un'opinione propria, libera e indipendente.

Fornovo 1495

Cimino Gianfranco
Chillemi 2012

Non disponibile

8,00 €

La battaglia di Maratona

Krentz Peter
Il Mulino 2011

Non disponibile

25,00 €
La battaglia di Maratona, una delle battaglie più famose della storia, fu combattuta e vinta nel settembre del 490 a.C. dagli ateniesi contro il potentissimo esercito persiano su una piana costiera a una quarantina di chilometri da Atene. L'episodio, riferito da Erodoto, è stato sempre un rompicapo per gli storici dell'antichità. Come è possibile che gli ateniesi uscissero vincitori da uno scontro così impari? Come è possibile, ad esempio, che essi andassero all'assalto dei persiani correndo, armati, per un chilometro e mezzo, come racconta Erodoto? Krentz ricostruisce pazientemente lo stato originario del luogo dello scontro, la dislocazione degli eserciti, gli armamenti (persino il loro peso), le tattiche, giungendo a quella che si può considerare la più documentata e dettagliata descrizione della battaglia che, ponendo fine all'invincibilità persiana, costituì un punto di svolta decisivo nella storia della Grecia e, alla lunga, dello stesso Occidente.

L'Italia ricorda il 23 marzo 1849....

Cirri P.
Interlinea 2011

Non disponibile

14,00 €
La battaglia del 23 marzo 1849 alla Bicocca, l'unica battaglia campale che Radetzky rischiò di perdere, ebbe conseguenze senz'altro determinanti per l'evoluzione del Risorgimento. La sconfitta fece apprendere lezioni fondamentali: l'esigenza di rinsaldare le istituzioni dello Stato, di rafforzarne lo sviluppo economico e le basi finanziarie, di ristrutturare e rianimare l'esercito, di stabilire solidi rapporti con le principali potenze europee. Possiamo definire a pieno titolo gli eventi del marzo 1849 come la svolta del Risorgimento nazionale. Autori contemporanei e testimoni diretti dei fatti storici ripercorrono qui le fasi e gli aspetti della battaglia. Una sezione iconografica a colori illustra poi documenti e cimeli esposti in mostra al Broletto di Novara in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

I Mille. Ricordi del protagonista

Garibaldi Giuseppe
Bonanno 2011

Non disponibile

18,00 €
L'opera "I Mille", fu scritta da Giuseppe Garibaldi dieci anni dopo la sua famosa impresa, come del resto si rileva da una lettera che Garibaldi inviò a Riboli il 20 febbraio 1872, nella quale gli dà notizia che il manoscritto è pronto per la stampa. Rifiutato da vari editori per l'aspro contenuto, in certi casi fortemente irriverente, l'opera fu pubblicata nel 1874 in pochi esemplari, con i tipi di Camilla e Bertolero di Torino. Per quanto quindi fosse un'edizione privata per i soli sottoscrittori, ciononostante la sua uscita suscitò vivacissime e aspre polemiche. Un Garibaldi con l'animo amareggiato, sferzante, spesso irriverente, che insorge contro i preti, contro i conservatori, contro la monarchia, contro Mazzini, contro tutti e tutto, infine contro l'ordinamento sociale, ch'egli considera fondato sull'ingiustizia e sulla violenza.

Da Barbarossa a Stalingrado. La...

Molinari A.
Hobby & Work Publishing 2011

Non disponibile

7,90 €
L'impegno tedesco e italiano nella guerra contro l'Unione Sovietica costituì una parte non indifferente della strategia militare dell'Asse nella Seconda Guerra Mondiale. Anche le perdite e le sconfitte subite sul Fronte Orientale rappresentarono un grave colpo per le capacità militari italiane, tanto che la presenza degli "italiani in Russia", in particolare il ruolo svolto dall'ARMIR nell'offensiva tedesca dell'estate del 1942 e nel corso delle operazioni successive, rappresentarono due momenti fondamentali del conflitto. In questo volume sono state raccolte notizie e informazioni tattico-militari relative ai corpi impegnati nel conflitto, come si sono sviluppate le fasi più importanti della campagna di Russia e i mezzi che sono stati impegnati.

Cento grandi battaglie. Strategie,...

Lanning Michael L.
Hobby & Work Publishing 2011

Non disponibile

7,90 €
Da più di tremila anni le battaglie determinano il destino del mondo. Le "Cento grandi battaglie" elenca le più importanti battaglie della storia, dai tempi più remoti al giorno d'oggi, e le classifica in base all'influenza che esse hanno avuto sul mondo e sulla storia militare. Con uno stile drammatico e coinvolgente questa peculiare storia degli eventi bellici rievoca e descrive ciascun fatto d'armi commentando il destino di vincitori e di perdenti, il come e il perché dei fatti; l'opera propone inoltre una valutazione delle conseguenze che ogni battaglia ha proiettato sull'esito della guerra nel corso della quale è stata combattuta e sulla società contemporanea.

L'offensiva delle Ardenne 1944-1945

Herubel Michel
Albertelli 2011

Non disponibile

20,00 €
L'opera è incentrata sul periodo della seconda guerra mondiale. Descrive cronologicamente, con il supporto di numerose immagini fotografiche dell'epoca, questa offensiva tedesca che rischiò di compromettere la vittoria degli Alleati. La parte più interessante del libro è costituita da tavole fotografiche a colori che presentano le uniformi e gli equipaggiamenti degli eserciti coinvolti, con l'ausilio di materiale originale proveniente da collezioni pubbliche e private.

Le cento battaglie che hanno...

Davis Paul K.
Newton Compton 2011

Non disponibile

6,90 €
Cosa sarebbe successo se nel 546 a.C. Ciro non avesse sconfitto i Lidi a Sardi, dando vita all'impero persiano? Se nel 1066 a Hastings, nella battaglia che segnò l'inizio del regno normanno in Inghilterra, avessero invece vinto i Sassoni? Se nel 1532 gli s

D-Day. La battaglia che salvò l'Europa

Beevor Antony
Rizzoli 2010

Non disponibile

24,50 €
"Il giorno più lungo", come lo definì Rommel, sta per iniziare. Sono le ore 0.00 del 6 giugno 1944 e le truppe vengono allertate: è il D-Day, gli Alleati stanno per sbarcare in Normandia. L'obiettivo è la resa incondizionata della Germania nazista. Il contingente coinvolto è massiccio: 5000 navi e mezzi anfibi, 104 cacciatorpedinieri, 130.000 soldati che quella notte si avvicineranno via mare alla costa francese e 20.000 uomini paracadutati. Nonostante i dubbi di Churchill sull'invasione dell'Europa attraverso la Manica e l'arroganza del generale Montgomery, Eisenhower fuma nervoso mentre scrive, oltre all'annuncio della vittoria, una dichiarazione in cui si assume ogni responsabilità dell'operazione Overlord, che poteva rivelarsi un disastro. Cosa andò storto? Cosa rese la battaglia che salvò l'Europa un selvaggio spargimento di sangue? Lettere dal fronte, diari e memorie personali delle truppe alleate si intrecciano con la documentazione ufficiale della grande storia, in questo libro che è la ricostruzione della battaglia sulla spiaggia di Omaha: Antony Beevor sa dare spazio alle voci autorevoli della storiografia, ma anche all'orrore del soldato atterrato incolume che assiste allo schianto di 18 uomini lanciati dall'aereo a quota talmente bassa da impedire ai loro paracadute di aprirsi. E dalla carneficina del 6 giugno alle teorie neonaziste di un complotto contro Hitler, ripercorre la storia di una campagna sanguinosa, che dal D-Day culmina nella liberazione di Parigi.

Lo sbarco di Nettunia e la...

Cappellari Pietro
H.E.-Herald Editore 2010

Non disponibile

30,00 €
«Tempo di Storia, con la "S" maiuscola. Tempo di immancabile e doverosa rimessa in discussione degli innumerevoli miti e delle vanagloriose leggende di guerra dei soliti "liberatori". Tempo, in fine, di una oggettiva e salutare rivalutazione di tutti quegli Italiani che, per libera scelta e piena determinazione, rifiutando l'armistizio e il tradimento regio dell'8 settembre 1943, ebbero il coraggio di lanciare intrepidamente il loro cuore oltre l'ostacolo, e di contrastare valorosamente metro per metro, con il loro volontario ed esemplare sacrificio, il rullo compressore dell'incontenibile invasione militare angloamericana, fino dentro le mura di Roma. In una frase: tempo di ritorno alla realtà dei fatti. In particolare, in questo suo ultimo lavoro, Cappellari ci permette di penetrare negli anfratti nascosti e fino ad ora proibiti della genuina ricerca storica e di scoprire, meravigliati e sorpresi, una serie di fatti e di situazioni che smentiscono, in larga misura, la vulgata a proposito del celebre sbarco angloamericano di Nettunia.» (Alberto B. Mariantoni).

Fortezze e castelli. Strategia...

Rizza Alfredo
Marna 2010

Non disponibile

10,00 €
L'autore, studioso di storia e di poliorcetica (arte di assediare castelli e fortezze), racconta la sua ricerca appassionata sulla struttura di alcune di queste antiche dimore presenti in Sicilia, costruite in modo intelligente dagli uomini che le abitavano con lo scopo, per difendersi dai nemici, di renderle inespugnabili.

Seven rivers to Bologna. Le...

Swiecicki Marek
Angelini Photo Editore 2010

Non disponibile

12,00 €
Senio, Santerno, Sellustra, Sillaro, Gaiana, Idice e Savena. Lungo questi corsi d'acqua i Tedeschi avevano realizzato una serie di linee difensive che rappresentarono gli ultimi ostacoli sulla via per Bologna del II Corpo Polacco. In questo avvincente e pe

Il Corpo di spedizione italiano in...

Cecini Giovanni
Stato Maggiore dell'Esercito 2010

Non disponibile

25,00 €
Il libro ha il merito di affrontare l'argomento della presenza militare italiana in Anatolia fra il 1919 e il 1922, in maniera organica ed esaustiva. In un contesto politico via via sempre più delicato e difficile per il sorgere della nuova Turchia di Mustafa Kemal, l'Italia si trovò invischiata in una situazione ben diversa da quella inizialmente prevista.

PQ 17. Convoglio per l'inferno. Il...

Lund Paul
Ugo Mursia Editore 2009

Non disponibile

17,00 €
PQ17 è la sigla di uno dei convogli di mercantili alleati che durante la Seconda guerra mondiale trasportarono rifornimenti americani e britannici per le forze armate sovietiche. Salpato dall'Islanda il 27 giugno 1942 con 33 navi da trasporto e accompagnato nella navigazione da decine di unità di superficie per la protezione ravvicinata e lontana, il 4-5 luglio nelle acque del Mare di Barents, a nord-est dell'Isola degli Orsi e a ovest della Nuova Zemlja, fu sottoposto a violenti attacchi da parte di aerei e sommergibili tedeschi. Quando raggiunse il porto di Arcangelo, nella Russia settentrionale, erano state affondate 24 navi. Fu una catastrofe, abilmente sfruttata dalla propaganda tedesca, sulla quale le autorità inglesi mantennero però il massimo riserbo fin dopo la conclusione del conflitto, anche perché la Royal Navy fece gravi errori sul piano tattico e strategico. Finirono in fondo al mare anche 3.350 veicoli, 430 carri armati, 210 aerei e oltre 99.000 tonnellate di materiale.