Violenza nella società

Active filters

Insultare gli altri

Domaneschi Filippo
Einaudi

Disponibile in libreria

12,00 €
Il linguaggio verbale dispone di un vasto repertorio di espressioni deputate a svolgere una specifica funzione: insultare gli altri. Quasi tutte le lingue possiedono un arsenale di insulti che variano per quantit contenuti e grado di volgarit Illustrando i meccanismi psicologici e linguistici alla base della violenza verbale, questo libro analizza le ragioni che fanno dell'insulto e del linguaggio d'odio un fenomeno virale nelle conversazioni quotidiane, nel conflitto politico e, non in ultimo, nei social media. Gli insulti rappresentano il lato oscuro del linguaggio, un fenomeno deplorevole e maleodorante. La lingua parlata, tuttavia, merita attenzione in tutte le sue forme. Chi si occupa di linguaggio deve indagare tutte le possibilitespressive del linguaggio umano. Esaminare gli insulti puaiutarci a capire qualcosa di pidel modo in cui concepiamo il mondo e le persone che ci circondano.

Contro le violenze

Patalano Claudio
Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

13,00 €
Il tema della violenza, affrontato nelle vicende tanto diffuse quanto dolorose delle molestie e aggressioni sulle Donne, del Bullismo, dell'uso-abuso ambientale e degli "omicidi di impresa", viene approfondito in questo volume, attraverso lo sguardo di economisti, psicologi, pedagogisti e imprenditori, con l'obiettivo principe di richiamare alla riflessione sulla violenza come allarme umano, univoco e, allo stesso tempo, eclettico. Gli approfondimenti raccolti hanno costituito momento di riflessione nel Convegno "Contro le violenze", organizzato dall'Associazione NO O.D.I. e tenutosi a Roma il 25 Novembre 2019 presso l'Istituto San Leone Magno di Roma.

Per una critica della violenza

Benjamin Walter
Asterios

Disponibile in libreria in 3 giorni

4,90 €
Si pucircoscrivere il compito della critica della violenza esponendo il rapporto tra violenza da una parte e giustizia e diritto dall'altra. Infatti, una causa effettiva diventa sempre violenta, nel senso pregnante della parola, solo quando incide sui rapporti morali. La sfera di questi rapporti data dai concetti di diritto e giustizia. Per quanto riguarda il diritto chiaro in primo luogo che ogni ordinamento giuridico si fonda sul rapporto pielementare tra fini e mezzi. In secondo luogo altrettanto chiaro che la violenza putrovarsi solo nell'bito dei mezzi e non dei fini. Giqueste constatazioni rappresentano per la critica della violenza qualcosa di pie di diverso di quanto non sembri a prima vista. Infatti, ammesso che la violenza sia un mezzo, sembrerebbe che il criterio della sua critica sia gidato. Si pone il problema se in determinati casi la violenza sia sempre mezzo per fini giusti o ingiusti. In un sistema di fini giusti la sua critica sarebbe data implicitamente. Ma non cos Infatti, anche ammettendo che sia al riparo da ogni dubbio, tale sistema conterrebbe non tanto un criterio della violenza stessa come principio quanto un criterio per i casi di applicazione. rimarrebbe aperto il problema se in generale e in linea di principio sia morale la violenza in scome mezzo per realizzare fini giusti. Per decidere la questione occorre un criterio pistringente, una differenziazione all'interno della sfera dei mezzi, indipendentemente dai fini cui servono.

Montagne di sangue. Faide, violenza...

Toffolon Andrea
QuiEdit

Disponibile in libreria in 3 giorni

11,00 €
Omicidi, aggressioni, stupri, angherie. Faide interminabili tra famiglie aristocratiche. Le pratiche messe in atto da alcuni nobili per imporre il proprio dominio sul territorio. Il tentativo dei rappresentanti della Repubblica di Venezia di gestire queste situazioni attraverso gli strumenti del diritto. E ancora: sacerdoti lontani dagli ideali tridentini; giochi folli e brutali... Da una ricerca condotta su molteplici fonti, emerge la quotidianità della violenza nella vita di una città della Terraferma veneta.

Le nostre fragilit?

Sozio Paola
Gruppo Albatros Il Filo

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,90 €
Sempre pila societcolpita da ingiustizie che coinvolgono gli adulti ma soprattutto i bambini, vittime innocenti di violenze e soprusi, spesso abbandonati a loro stessi in un vortice negativo che li conduce frequentemente ad una vita di stenti, se non peggio. compito di tutti cercare il pipossibile di contribuire ad un miglioramento della qualitdella vita di ogni abitante di questo pianeta, non solo dal punto di vista umanitario, ma anche sociale, legislativo, affettivo e sanitario.

La violenza e il timore nel...

Salami Francesca
Thedotcompany

Non disponibile

14,90 €
Dimostrando audacia e maestria, con la tempra dello studioso rigoroso e del giurista appassionato, Dossetti ha saputo esporre i risultati della sua ricerca storica e giuridica sul tema della nullitdel matrimonio derivante da un consenso estorto con violenza e minacce, rivedendo cosi fondamenti giuridici del sistema dei vizi della volont"nuziale" in diritto canonico. L'opera qui analizzata (1943) ha costituito, almeno fino alla promulgazione del codice di diritto canonico (1983) e - ci sia concesso dirlo - decenni prima dell'avvento del movimento femminista Me Too (2017), un punto di riferimento e di discussione per tutti coloro che si sono occupati della delicata materia.

Contro la violenza

Belpassi Rita Arianna
Gruppo Albatros Il Filo

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,50 €
Bastano poche, semplici parole per comunicare un mondo di valori e introdurre, nei lettori più piccoli e sensibili, il seme della misura, della mitezza e della giustizia, che nel tempo porterà i suoi frutti. Questi brevi racconti nascono dalla necessità di fare riflettere bambini e adulti sulla violenza che dilaga nel mondo, in un orizzonte molto meno vasto di quanto ci si aspetti; bullismo, razzismo, emarginazione, fino ai più drammatici episodi di femminicidio, sono realtà esistenti di cui è bene informare, perché solo chi conosce può armarsi, difendere, difendersi e combattere. Cani e gatti, qui raffigurati da straordinari, giovanissimi artisti, ci introducono in un mondo fantastico, che tanto fantastico non è; specchio della nostra società, le dinamiche che si accendono tra gli animali ci invitano a guardare dentro e fuori di noi, al fine di costruire rapporti più autentici, tutelare i deboli ed erigere un argine contro la paura, l'insicurezza e la stoltezza.

«Qui si piantano querce». Modelli e...

Currenti Calamo

Disponibile in libreria in 5 giorni

24,00 €
"Qui si piantano querce". Modelli e strumenti operativi per contrasta bullismo e cyberbullismo è una pubblicazione che può essere considerata la rendicontazione sociale degli esiti del progetto di formazione regionale realizzato nell'anno scolastico 2018/2019 per iniziativa del Miur, attraverso l'Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia e la scuola Polo individuata a tal fine, il Liceo Linguistico Ninni Cassarà di Palermo.

Mai pi? paura. Il bullismo spiegato...

Vergani Chiara
Euno Edizioni

Disponibile in libreria

15,00 €
L'autrice riesce in questo libro a contemperare, amalgamare e rendere fruttuose le sue sensibilitculturali, professionali, scientifiche. Tale amalgama mette a disposizione del lettore una varietdi fatti, ricerche e sperimentazioni attuali che lo rendono di sicuro ampio, approfondito e stimolante, ma soprattutto utile. Chiara Vergani deve la sua efficacia di scrittrice e di divulgatrice, anche televisiva, a una lunga militanza di insegnante che le ha permesso di toccare con mano, analizzare, vivere e partecipare, con finalitdi prevenzione e contenimento, a molti casi di bullismo, agendo a sostegno di bambini, genitori e insegnanti. Una grande pratica, quindi, che si fa teoria. L'autrice ha nel suo bagaglio una robusta formazione psicopedagogica universitaria, questo le ha consentito di interpretare, capire e spiegare con serenited efficacia molti di questi esempi visti e vissuti. Non si fermata peralla sola, se pur poderosa, esperienza, ma ha corredato il suo tessuto divulgativo con un ordito di riferimenti scientifici, di esperienze nazionali e internazionali che rendono il suo prodotto intellettuale unico e concreto. Ottenendo in tal modo un risultato molto ricercato tra i cultori delle scienze sociali: sostenere una buona pratica con una brillante e ben documentata teoria. Prof. Giuseppe Favretto.

Le radici culturali della violenza....

Lubrina-LEB

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Questo testo vuole essere memoria e presenza di quel "dire e fare con arte" che abbiamo messo in scena per realizzare il progetto di Public Engagement dell'Università di Bergamo, dal titolo "Le radici culturali della violenza. Per una comunità di adulti responsabili". Perché tutti e tutte possiamo essere adulti responsabili occorre innanzitutto consapevolezza dei processi complessi che si muovono negli attuali contesti; occorre interrogarci sulle radici di un fenomeno, andando in profondità oltre l'appagamento di una pur accurata descrizione. Siamo in un contesto socio-culturale nel quale i fenomeni si presentano con non semplificabile interdipendenza e la violenza sulle donne - così come la violenza in generale - è questione complessa, che non possiamo affrontare attraverso luoghi comuni o soluzioni semplificanti. Autrici, autori, artisti/e: Alessandro Adami, Pietro Barbetta, Sara Bonfanti, Elena Bougleux, Luigia Calcaterra, Paolo Cazzaniga, Mauro Danesi, Sergio Gandi, Alessandra Ghimenti, Carlo Gorio, Sophie Hames, Ivo Lizzola, Vanni Maggioni, Maria Carolina Marchesi, Cristiana Ottaviano, Alberto Zatti, Stefano Zeni.

Il «trauma storico» dei Nativi...

Maviglia Marcello
Ist. Italiano Cultura Napoli

Disponibile in libreria in 10 giorni

25,00 €
L'autore, Marcello Maviglia (psichiatra e storiografo; professore presso il Dipartimento di medicina di base dell'Università del Nuovo Messico, USA, e consulente scientifico per il Centro per la Salute dei Nativi Americani), è uno dei maggiori esperti al mondo della drammatica e tragica questione indiana negli Stati Uniti. La radice di ogni indagine storiografica non conformistica, che non sia scritta sotto dettatura dei vincitori, non può che sempre risalire a Walter Benjamin ed alle sue tesi sul concetto di storia: «I momenti distruttivi: demolizione della storia universale, eliminazione dell'elemento epico, nessuna immedesimazione con il vincitore. La storia dev'essere spazzolata contropelo. La storia della cultura come tale viene a cadere: dev'essere integrata nella storia delle lotte di classe». Prefazione di Roberto Pasanisi.

La sapienza contro le cattive...

Galati Giordano Romina
AV Editoria

Disponibile in libreria in 3 giorni

13,00 €
La storia vera di una ragazza bellissima, preda dei falsi miti del nostro tempo, dispersa tra sesso, droga, alcol e maltrattamenti di un uomo senza ideali, violento e fannullone che la conduce sull'orlo della morte, nonostante la nuova vita che la donna ha in grembo. Sarà la fede in Dio a salvarla da se stessa e dal mondo nel quale s'era ingabbiata senza possibilità di uscita.

Violenza e politica

Tomasello Federico
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

28,00 €
Il fenomeno della violenza è un fattore di particolare rilievo nell'esperienza umana, una costante storico-sociale le cui forme e i cui nomi sono soggetti a continui mutamenti. Anche per questo, la sua interpretazione - il modo in cui la violenza accade e viene nominata, definita, rappresentata - incarna una sfida complessa e sempre aperta per le scienze sociali e per quelle umane. Una sfida che diviene tanto più attuale dal momento che, rispetto agli ultimi decenni del secolo scorso, pare possibile inscrivere uno dei tratti salienti della nostra epoca in una rinnovata presenza della violenza nello scenario politico-sociale e nelle rappresentazioni del mondo contemporaneo. Questo volume presenta un dialogo programmaticamente interdisciplinare sul mutevole pluriverso della violenza, su alcune delle sue fattispecie più rilevanti, dei suoi significati più attuali, e sulle trasformazioni del suo rapporto con la politica innescate dalla fine del Secolo breve. Lo spettro delle fattispecie osservate spazia così dal genocidio alla tortura, dalla guerra al terrorismo, dalla violenza simbolica a quella rivoluzionaria, dalla criminalità organizzata alla violenza strutturale, dalle forme della coercizione sovrana alla violenza di genere fino al controllo delle migrazioni.

Tutti bulli. Perch? una societ?...

Barrilà Domenico
Feltrinelli

Disponibile in libreria

13,00 €
"Bullismo", di fatto, un semplice nome, eppure il primo di mille passi che daranno forma, scheletro, membra a una storia, a una trama non ancora scritta di cui saremo coautori, prima con i bambini e poi con i ragazzi. Andare oltre il nome necessario, per addentrarci nei fantasmi che si intravedono dietro i comportamenti violenti, sopportabili solo come eccezioni, perchse divenissero la norma non ci sarebbe npresente nfuturo, per nessuno, a cominciare da quella gioventche troppo spesso ci illudiamo di educare, ma che stiamo solo compiacendo o trascurando. Domenico Barril con la profonditdi sguardo che gli consueta, dimostra quanto sia necessario far crescere il "sentimento sociale", farlo divenire materia centrale di ogni percorso educativo, soffocando - questa sche una violenza buona - gli eccessi di quella "volontdi potenza" che induce troppi a credere che solo schiacciando l'altro potranno sentirsi elevati e che sminuendo il prossimo potranno accrescere la propria autostima. Barrilsollecita una "sterzata culturale" che contrasti tali illusioni, pericolose perch quando avremo annientato la personalitdel nostro simile, saremo solo pidisperati, non avendo generato nessun progresso reale, ma solo diminuito il grado di umanit

Topologia della violenza

Han Byung-Chul
Nottetempo

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
Il punto di partenza dell'analisi che Byung-Chul Han sviluppa in questo saggio la natura proteiforme della violenza: cambia aspetto, si adatta alla logica e alle modalitdel contesto sociopolitico in cui si sviluppa e, soprattutto, agisce anche laddove sembra essere sparita. L'esame parte dalla violenza nelle sue manifestazioni macrofisiche: quella del sangue e del sacrificio, della vendetta divina, del sovrano sul sottoposto, quella senza sangue delle camere a gas, quella del terrorismo, quella del linguaggio offensivo. In questo senso essa espressione di un "eccesso di negativit: infatti possibile esclusivamente dove c'antitesi, conflitto, tensione bipolare tra un Ego e un Alter, un Interno e un Esterno. Nell'epoca odierna, con la progressiva "positivizzazione della societ ? ovvero lo smantellamento della negativite della contrapposizione e l'appiattimento delle differenze ? anche la violenza sembra svanire, almeno nelle sue forme visibili, tangibili, corporee. Ma quello a cui assistiamo, sostiene il filosofo, in realtun suo trasferimento sul piano psichico, all'interno del soggetto. quella odierna, una violenza microfisica, sottocutanea, un pericoloso "eccesso di positivit che si manifesta "in termini di sovrapprestazione, sovrapproduzione e sovracomunicazione, iperattenzione e iperattivit, fondendosi e confondendosi con la sua controparte: la libert Nella societdella prestazione il soggetto, formalmente libero, vittima di se stesso e delle pulsioni che ha ormai introiettato. "La storia della violenza," conclude Han, "giunge a compimento in questa coincidenza tra carnefice e vittima, tra signore e servo, tra liberte violenza".

La Casa Rifugio a indirizzo...

Zeroseiup

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Il libro si pone come obiettivi: - Comunicare che cosa è una Casa Rifugio, informare le donne che esiste un luogo protetto dove potersi rifugiare per essere aiutate, insieme ai loro bambini, ad uscire dalla spirale di violenza. - Spesso le donne temono, denunciando, di essere poi sole: la Casa Rifugio è uno spazio dove poter sperimentare un modo diverso di vivere che non deve più lasciare posto alla violenza. - Far capire a tutti che il rispetto è la base delle relazioni e che questo bisogna pretenderlo. - Far conoscere tutto il lavoro, l'impegno, le competenze che sostengono le attività del Centro e della Casa Rifugio e i risultati positivi ottenuti.

Du «larisme envahissant»... Au...

Kimbembe Nsaku
Youcanprint

Non disponibile

15,00 €
Dal periodo rivoluzionario (1963-1991), i successivi governanti del Congo Brazzaville hanno attuato una politica che ha messo a punto un discorso apertamente anti-Lari per isolarli e sterminarli. Il Pool (dipartimento del sud del Paese) è percepito dai politici del nord come un nido di controrivoluzione che deve essere controllato in modo permanente. I vari conflitti armati in Congo Brazzaville (1993, 1994, 1994, 1997, 2000, 2002) hanno tutti preso di mira il Lari. In ogni momento, erano vittime espiatorie e vittime dell'incompetenza e dell'incapacità degli uomini al potere. Così, elicotteri da combattimento, aerei da combattimento, gli organi di Stalin bombardato e bruciato distretti, interi villaggi e anche le foreste. Tutto questo si svolge nel silenzio della comunità internazionale, nella più totale impunità. Per illuminare il lettore, l'autore riporta fatti storici violenti contro il Lari che ha portato al genocidio in corso. Questo libro riporta solo alcuni atti di genocidio perpetrati tra l'ottobre 1997 e il dicembre 1999. Questo genocidio è continuato fino agli anni 2000.

Libera-mente Elena

Tedoldi Elena
La Compagnia della Stampa

Non disponibile

10,00 €
L'autrice in questo libro parla di bullismo, di femminicidio, dei comportamenti violenti, del fatto che queste aggressioni fisiche o verbali pregiudicano un ambiente sereno. Fa riflettere su alcune situazioni in cui ogni individuo potrebbe imbattersi nel corso della propria esistenza attraverso una studiata, ma veloce, analisi pedagogica, partendo dalle educazioni che abbiamo ricevuto fin da piccoli. Mettendosi direttamente in gioco, Elena Tedoldi cerca di dare qualche "chicca" per migliorare questo mondo che sembra stia perdendo i valori fondamentali del vivere.

Araldi del male. L'eredità tragica...

Mignacca Fabrizio
Ali Ribelli Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,99 €
Ci sono giorni in cui il corso della storia cambia. È il 20 aprile del 1999, siamo alla fine del millennio. Littleton, Colorado, Stati Uniti d'America. Due ragazzi vestiti di nero entrano nel loro liceo. Sono armati. Compiono una strage senza precedenti. A sangue freddo. Alla fine si suicidano. Nulla sarà più lo stesso. La paura entra nella normalità della vita di tutti. Sono araldi del male. Il loro gesto annuncia il millennio delle stragi, del terrorismo, del contagio sociale. Fabrizio Mignacca, psicologo-psicoterapeuta, attraverso la ricostruzione dei fatti e delle cause, prova a illustrare le radici della paura del terzo millennio, scoprendone totem e tabù alla ricerca di un senso a questi ultimi 20 anni.

Volti contro la violenza

Benetti Andrea
Qudulibri

Non disponibile

15,00 €
Andrea Benetti per l'occasione di questa mostra ha usato lo stesso simbolo, gli occhi, per avvicinarsi a una tematica inconsueta per il suo percorso artistico: la pittura scarna e sintetica è sostituita da fotografie realisticamente documentative che senza nessuna mediazione digitale si aprono a fornirci uno spaccato di espressioni e situazioni femminili di ogni età e ci forniscono un panorama di sguardi volti, o per meglio dire rivolti, sulla realtà dell'essere donna oggi.

Il male agito. Prospettive dal lato...

Melodia Carlo
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 10 giorni

16,50 €
Viviamo in un mondo da cui ci arrivano continuamente notizie di un "male inaudito": rapimenti di volontari ONG, omicidi di adulti e bambini, pulizie etniche, esecuzioni sommarie, epidemie suicidarie e persecuzioni religiose. Ogni giorno siamo costretti a rivedere il bollettino delle vittime di atti distruttivi commessi sotto le mentite spoglie di atti di fede. Azioni violente simili a queste erano altrettanto frequenti, o anche più di oggi, nelle epoche che ci hanno preceduto. La video-diffusione globale però ce ne tiene informati in tempo reale e la popolazione, che raggiunge oramai i sette miliardi, rende i fenomeni apparentemente più frequenti. Il fatto positivo è che oggi questi dati vengono a nostra conoscenza prima che i mandanti, detentori del potere politico, li mascherino con la propaganda. Atti tanto crudeli ed efferati si consumano dietro il velo di un credo religioso o della tutela di culture e razze, trasformando in un male oggettivo la ricerca di Sé o il tentativo di realizzazione spirituale. In questo volume sono raccolti alcuni interventi di un convegno multidisciplinare focalizzato su questi temi: nonostante le differenze di vertici osservativi e di discipline di provenienza dei relatori (dalla etnoantropologia alla psicoanalisi) i loro contributi convergono più spesso di quanto i loro linguaggi o i metodi di ricerca possano divergere. Espandere la consapevolezza dei fattori umani e psicologici in gioco sembra essere la strada per evitare la naturale e pericolosa assuefazione a tali mostruosità che genera una violenza senza fine, invece della crescita spirituale. Considerazioni e approfondimenti sono qui pubblicati nella speranza che avviino ulteriori riflessioni ed elaborazioni che, incrementando la coscienza collettiva intorno alle radici del male, riescano sempre più a favorirne una trasformazione spirituale e a ridurre la frequenza delle azioni malate e la violenza che attraverso di esse si riproduce e amplifica.

Il MillantAmore. Quando l'amore...

Ciacco Rosa
Falco Editore

Non disponibile

13,00 €
C'è una forma di narcisismo "sano" presente in ognuno di noi, identificabile con quell'amore di sé necessario ed utile per condurre un'esistenza appagante e ricca di senso, ovvero "realizzare" pienamente se stessi. Ci sono, però, forme patologiche di narcisismo, che mettono in atto meccanismi manipolatori col fine di condizionare l'altro per soddisfare i propri bisogni, psico-emotivi o anche materiali. Nel perseguimento dei propri obiettivi, purtroppo, le personalità con questi disturbi finiscono per perpetrare forme di violenza psicologica, che risultano più o meno crudeli a seconda della capacità di azione e di reazione di entrambi gli attori della relazione, ma che comportano comunque delle conseguenze in termini di sofferenza per la vittima, che possono arrivare ad esiti devastanti, talvolta irreversibili e finanche letali.

Dalla (in)sicurezza dei luoghi alla...

FDE Institute Press

Non disponibile

15,00 €
La richiesta di "sicurezza" è diventata non solo una costante dell'ultimo decennio, al pari della richiesta di occupazione, ma ha addirittura assunto un ruolo e una forma crescente nelle sue rappresentazioni quotidiane nelle agende degli amministratori, nelle pagine dei quotidiani e nelle vite degli individui. Ma di quale sicurezza stiamo parlando? Quali sono le paure a cui i cittadini chiedono risposte? In questa raccolta, patrocinata dal Forum Italiano per la Sicurezza Urbana (FISU) si possono trovare alcuni tra i più significativi contributi in materia di politiche e pratiche per la sicurezza, tra gli autori M. Bardi, M. A. Cabiddu, F. Cristalli, C. Mantovan, U. Nicolini, G. G. Nobili, G. Sandri, P. A. Superti e M. C. Treu e una speciale introduzione del Presidente del Forum Paolo Dosi.

Passione nera. I volti della...

Ass. Culturale Il Foglio

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
"Passione nera: i volti della violenza nel cinema italiano d'autore" nasce come una sorta di scherzo dopo uno scambio di missive tra i due autori. Lo scopo di questo saggio è quello di avvicinare il lettore a due tipi di conoscenza: rispettivamente relativi al sé e alla modalità di rappresentare alcune parti umane ritenute inaccettabili trasformandole in arte.

Diritto e violenza. Un'analisi...

Fersini Maria Pina
Firenze University Press

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,90 €
Con l'avvento della modernità, il diritto entra in una contraddizione irriducibile. Deve, simultaneamente, porre argini alla forza di cui dispone lo Stato e usufruire della stessa per rendere le proprie decisioni vincolanti. Partendo da questa paradossalità, l'autrice ricerca, nei discorsi giuridici, filosofici e letterari della modernità, gli strumenti adeguati per assicurare al diritto una progressiva differenziazione dalla vis, superando tanto quella tradizione filosofico-giuridica che lo rappresenta come un Leviatano, quanto quella che lo vuole immune da ogni forma di violenza. In particolare, attraverso una lettura inedita delle narrazioni di Kafka e Melville, dimostra come i sistemi giuridici moderni, ancor prima di essere strumenti di controllo, siano sogni, fantasie di non violenza.

Strategie per contrastare l'odio....

Sidoti Beniamino
Feltrinelli

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
"Strategie per contrastare l'odio" è un metodo per una rivoluzione gentile e leggera, una rivoluzione fatta con il sorriso e con la voglia di condividere. La si compie nei gesti di tutti i giorni, che ci permettono di giocare la nostra partita contro l'odio, scegliendo di volta in volta lo strumento più adatto o sostenibile, quello che più ci appartiene. E sapendo che il superlativo di "buonisti" è "ottimisti". Come una sorta di atlante, con capitoli che alternano teoria ed esercizi, barzellette e poesia, film, quadri e pubblicità, "Strategie per contrastare l'odio" porta a costruire un ragionamento complessivo intorno all'odio e suggerisce come disintossicarsene, concretamente, irreversibilmente. Una singola battaglia d'odio può essere vinta con altro odio, con tattiche di contrasto colpo su colpo. Ma da una prospettiva strategica è un passo indietro, è una sconfitta - perché consentiamo all'odio di dilagare e proliferare. Contrastare l'odio non è essere buonisti o santi. È rifiutare una dialettica basata sulla sopraffazione. Per questo è qualcosa che si può imparare, e che si può migliorare: con azioni pratiche e condivise, cioè mediante delle strategie.

La santa violenza

Ravasi
Il Mulino

Disponibile in libreria

14,00 €
"Attorno ai fianchi, la verità; indosso, la corazza della giustizia; i piedi, calzati e pronti a propagare il vangelo della pace; afferrando lo scudo della fede col quale si possono spegnere tutte le frecce infuocate del Maligno, prendendo l'elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio" (Ef 6,14-17). A esplorare l'intreccio incandescente fra religione e violenza ci conduce in queste pagine una guida d'eccezione. Ecco le guerre di Dio, la violenza che reca il marchio sacrale: presente in molti luoghi dell'Antico Testamento, dal conflitto fra tribù alla guerra santa, quasi scompare nei Vangeli, alla luce del dirompente messaggio di Cristo. Poi è la volta del fondamentalismo, "la lettera che uccide", un fenomeno che oggi riguarda soprattutto l'islam, ma che si inscrive anche nella tradizione ebraico-cristiana. Infine, tocchiamo il tema, vivo e lacerante ai nostri giorni, del rapporto con lo straniero: un incontro che può generare esclusione e rigetto, come emerge in vari passi biblici nazionalistici o etnocentrici, ma che può diventare anche dialogo, aprendosi all'universalismo della salvezza e all'uguaglianza di tutti gli esseri umani.