Anselmo Daniele

Anselmo Daniele

Regine. Ritratti di nobildonne...

Anselmo Daniele
Torri del Vento

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
"Regine. Ritratti di nobildonne siciliane" raccoglie gli articoli dedicati alle nobildonne siciliane, che la rivista "Regina" pubblicò tra il 1905 e il 1914. Donna Franca Florio, Donna Anna Florio di Montereale, le Principesse di Trabia, di Ganci, di Cerami e di Paternò, le Marchese Capizzi e De Seta, la Baronessa Zappalà-Grimaldi, la Contessa Trigona di Sant'Elia, la Duchessa dell'Arenella sono solo alcune delle nobildonne palermitane e catanesi cui la rivista dedicò le sue prime pagine esaltandone il fascino, la bellezza, l'intelligenza e i modi aristocratici. Nata da un'idea di Daniele Anselmo e Giovanni Purpura, la raccolta vuole dare un contributo di documento storico al già vasto panorama di pubblicazioni sulla belle époque, facendo parlare, nel loro linguaggio colto e seducente, i cronisti di allora.

Colloqui sulla dignità umana

Argiroffi Alessandro
Aracne

Non disponibile

17,00 €
Atti del Convegno internazionale (Palermo, ottobre 2007). Contributi di Daniele Anselmo, Alessandro Argiroffi, Luisa Avitabile, Gianpaolo Bartoli, Paolo Becchi, Daniele Cananzi, Antonio Cognata, Luigi Di Santo, Pio Marconi, Sergio Mirabelli, Andrés Ollero, Luciana Pepi, Pier Paolo Portinaro, Paolo Ricca, Bruno Romano, Eberhard Schokenhoff, Francesco Viola. Il tema della dignità umana è ormai da alcuni anni al centro di un dibattito internazionale che coinvolge molteplici discipline (filosofiche, teologiche, giuridiche, morali e sociologiche) e autori provenienti dalle più diverse, oltreché spesso eterogenee, aree culturali. In Italia invece una discussione in proposito rimane ancora a uno stadio iniziale, rispetto a quello molto più avanzato che riguarda la teoria e la pratica dei diritti umani. Quello che però rimane a uno stadio del tutto inesplorato è una riflessione sui presupposti filosofici e teologici, indispensabile per affrontare il tema con un più ampio respiro e problematizzare l'ethos da cui hanno scaturigine le variegate prospettive sui diritti umani stessi.

Shari'a e diritti umani

Anselmo Daniele
Giappichelli

Non disponibile

32,00 €
I diritti umani sono stati definiti una sorta di "esperanto" dell'umanità, una lingua franca cui affidare il difficile compito di far dialogare mondi e culture che, troppo spesso, vengono rappresentati in perenne conflitto tra loro. Essi però non trovano una definizione unanime nelle diverse culture e perciò si prestano a travisamenti e strumentalizzazioni che non fanno altro che allontanarli dal loro scopo. È necessario, dunque, esplorare il frastagliato universo dei diritti umani alla ricerca di un significato che possa effettivamente dirsi comune, prima di utilizzarli come tavolo degli attrezzi per un "dialogo tra i popoli". II presente lavoro, limitando il campo d'indagine ad una sola cultura, si propone di esplorare le concezioni dei diritti umani all'interno di quella vasta porzione di mondo che viene definito "islamico". In questa indagine un posto di preminenza è attribuito alla Shari'a (la Legge) che, se per molti rappresenta il maggiore ostacolo alla tutela degli standard internazionali dei diritti umani, per altri può trasformarsi, se supportata da una interpretazione "evolutiva", in uno strumento di modernizzazione e progresso sociale e legittimare una visione dei diritti umani che ha molti punti di contatto con quella cd. "occidentale".