Sale da concerto, arene, stadi, teatri

Filtri attivi

Andare per stadi

Allotti Pierluigi
Il Mulino 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Dallo Stadium, gigantesca arena inaugurata a Torino nel 1911, allo Juventus Stadium, aperto - sempre a Torino - nel 2011 : nell'arco di un secolo il nostro football ha vissuto momenti epici e tragici. Ricordiamo la vittoria dell'Italia ai mondiali del 1934, disputati in casa; i trionfi del Grande Torino; lo storico scudetto del Cagliari di Gigi Riva e quelli del Verona di Bagnoli e del Milan di Sacchi; ma anche la drammatica morte del tifoso laziale Vincenzo Paparelli in un derby Roma-Lazio del 1979, e il «Totonero», primo grande scandalo calcistico che nel 1980 portò in manette diversi giocatori. Teatri di queste vicende gloriose e meno gloriose sono i principali stadi d'Italia, che visiteremo in un tour insolito ma illuminante per capire quel rapporto totale che lega da sempre gli italiani al calcio.

Un sogno per tutti. Il Parenti e i...

Maraviglia Chiara
Skira 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Con i Bagni Misteriosi infatti non è stata restituita alla città solo una piscina, ma un intero quartiere di quindicimila metri quadri - compreso fra le vie Pier Lombardo, Botta e Vasari - nella sua unità originale. Gestita dalla Fondazione Pierlombardo (che ha in gestione anche l'attiguo teatro Franco Parenti) è un'opera collettiva che ha saputo unire istituzioni pubbliche e private, cittadini e imprese per ricomporre i pezzi di un luogo storico, smembrato e ferito. Un luogo unico. Un tuffo negli anni Trenta tra iniziative teatrali e bagni in piscina.

Milano. Il Teatro alla Scala. Ediz....

Morton H. V.
Minerva Edizioni (Bologna) 2018

Disponibile in 3 giorni

5,00 €
Descrizione del Teatro alla Scala, emblema culturale della città. Curiosi alla lettura si rivelano diversi riferimenti a famosi viaggiatori stranieri come Byron e Stendhal, al modo singolare in cui si usufruiva un tempo della celebre struttura teatrale e a come si assisteva alle rappresentazioni. Ne nascono dei bozzetti inediti. Una visita all'annesso museo offre all'autore l'occasione per tracciare un breve profilo storico del teatro e alla sua attività nel corso dell'Ottocento e del Novecento.

Le forme del museo. Ragionamenti ed...

Beccu Michele
Gangemi 2017

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Questo è un libro di ragionamenti architettonici, che come tutti quelli sull'insegnamento della progettazione/composizione, segna l''eterno ritorno dell'uguale' che costringe ogni generazione di docenti a misurarsi con l'infinità circolare del tempo per impadronirsi del tema e farlo proprio. La maniera specifica con cui Zattera, Beccu e Menghini hanno scelto di percorrere questo cammino, è stata quella di individuare esempi significativi di musei di diversi autori ed epoche, interpretandoli con le categorie proprie del progetto d'architettura, e costruendo con essi possibili itinerari tematici e formali.

Varese. I teatri mai nati. I teatri...

Zappalà Giovanni
Macchione Editore 2017

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Se a Varese i teatri fossero stati tutti realizzati e conservati, oggi ce ne sarebbero almeno 7, da quello Ducale del 1779 all'ultimo di piazza Repubblica, ancora da edificare. L'autore li presenta tutti con dovizia di documenti, scoprendo le cause della loro scomparsa o della loro mancata realizzazione. Con nostalgia e talvolta con arrabbiato rimpianto, mostra al lettore come la pigra volontà degli amministratori e spesso il disinteresse dei cittadini abbiano impedito alla città di dotarsi o di preservare monumenti teatrali di sicura rilevanza. Immagini e foto d'epoca completano il lavoro di ricerca.

Andare per teatri

Fano Nicola
Il Mulino 2016

Disponibile in 3 giorni  
VIAGGI

12,00 €
L'Italia è forse l'unico paese occidentale che ospiti teatri di ogni epoca: vederli equivale a ripercorrere l'intera storia del teatro. Mirabili teatri greci come quello di Siracusa e altrettanto ben conservati teatri romani, teatri rinascimentali come l'Olimpico di Vicenza e il teatro di Sabbioneta, teatri barocchi come La Pergola di Firenze, magnifiche sale settecentesche, dal Teatro Argentina a Roma alla Scala a Milano. Non mancano miriadi di teatrini di Palazzo e splendidi teatri novecenteschi, dal liberty puro dello Jovinelli di Roma ai numerosi teatri multifunzionali odierni. Fregi, piante delle sale, macchinari d'epoca, foyer e camerini recano traccia delle società che quei luoghi hanno frequentato condividendone l'immaginario.

Il teatro di San Carlo Napoli

SAGEP 2016

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
Il San Carlo è il più antico teatro operante in Europa: costruito nel 1737, il tempio italiano della lirica sorge accanto a Piazza del Plebiscito, simbolo della città di Napoli, con una data di nascita che anticipa di 41 anni la Scala di Milano e di 51 la Fenice di Venezia. Riedificato in tempi record dopo l'incendio del 1816 e oggi restituito, con attenti lavori di restauro, allo splendore di un tempo non ha interrotto la sua attività nemmeno durante la seconda guerra mondiale. Il Lirico napoletano detiene anche un altro primato: la più antica Scuola di Ballo italiana, fondata nel 1812. Del 1816 è, invece, la sua Scuola di scenografia.

Tecnologie della finzione....

Fiore Vittorio
LetteraVentidue 2011

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Il novecento ha prodotto notevoli mutamenti dello spettacolo, con sperimentazioni e sconfinamenti nell'innovazione tecnologica. Si tratta di performance, arte anche senza opera, con artisti e spettatori-attori coinvolti in un progetto scenico comune con introduzione di nuovi linguaggi. Il teatro si contamina, si re-inventa. L'effimero esce dal teatro ed incontra la città e i suoi luoghi: l'architettura può interagire non solo ospitando le performance, ma influenzandone la nascita, con una gestazione site specific dove memoria e genius loci divengono le costanti immateriali fondamentali per il progetto. Le esperienze di progettazione, qui raccolte, sperimentano nuove forme di praticabilità in spazi urbani, instaurando un nuovo rapporto con i luoghi a partire da frammenti di teorie e di opere performative - seminari, incontri e spettacoli del corso Spazio Teatro 2009/10 - applicati alla progettazione per il teatro.

Il Teatro alla Scala. Restauro e...

Botta M.
Skira 2005

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Il volume presenta il racconto accurato di una complessa e ambiziosa opera di restauro e ristrutturazione di uno dei più importanti e celebrati teatri del mondo. La materia progettuale, il delicato rapporto con la città di Milano, i dettagli costruttivi, un esclusivo percorso fotografico di Pino Musi, le voci dei progettisti per comprendere a pieno un progetto che è innanzitutto l'incontro tra la nuova architettura di Mario Botta, il restauro attento di Elisabetta Fabbri e la macchina scenica di Franco Malgrande.

Manuale di progettazione. Edifici...

Panizza Mario
Mancosu Editore

Non disponibile

280,00 €
Il volume presenta gli esempi realizzati più significativi sul tema e li descrive attraverso immagini e disegni tecnici, per chiarirne l'assetto distributivo, il modello formale, l'impianto strutturale e l'inserimento urbano. L'intento è quello di fornire indicazioni di riferimento, capaci di sollevare il progettista dal lavoro di ricercare le prescrizioni normative e guidarlo verso configurazioni spaziali e ambientali ben calibrate. Completano il Manuale un'ampia trattazione sull'evoluzione storica delle sale da musica, un'intera sezione dedicata alla progettazione architettonica delle sale e tre capitoli a carattere tecnico-ingegneristico sull'acustica, l'illuminotecnica e la sicurezza antincendio.

Friendly stones: la nascita di...

Arroyo Salvador
Museo Del Paesaggio 2019

Non disponibile

3,00 €
L'esposizione "Friendly stones. La nascita di un'idea. Il Maggiore di Verbania nei disegni visionari di Salvador Arroyo" nasce dal legame che si è creato tra la città di Verbania e l'architetto Salvador Arroyo, che ha donato al Museo del Paesaggio tutti gli schizzi originali - oltre 200 - che l'hanno portato alla progettazione del teatro "Il Maggiore".

Il teatro di Sabbioneta. La...

Adami Andrea
Universitas Studiorum 2018

Non disponibile

38,00 €
Il Teatro di Sabbioneta (1588-1590), opera commissionata dal duca Vespasiano Gonzaga al celebre architetto Vincenzo Scamozzi e prezioso esempio del tardo Rinascimento italiano, ha contribuito affinché la città ideale di Sabbioneta diventasse dal 2008 Patrimonio dell'Umanità Unesco. Il presente volume racchiude anni di lavoro e ricerche sulla storia del Teatro Ducale e il rilievo laser scanner 3d dell'architettura riconosciuta come il primo teatro moderno. È stato davvero già detto tutto su quest'opera d'arte come comunemente si pensa? Numerose scoperte inedite, qui raccolte con rigore scientifico, gettano nuova luce sul Teatro di Sabbioneta ed offrono un'inedita lettura del processo ideativo che ha legato indissolubilmente le figure del Gonzaga e dello Scamozzi. Un viaggio dedicato a chi con curiosità ed entusiasmo non si ferma all'apparenza, ma va al di là, per fare un passo in più, oltre il limite ultimo e invalicabile.

Cuneo al cinema

Dutto Roberto
Ass. Primalpe Costanzo Martini 2018

Non disponibile

24,00 €
Sviluppo delle sale cinematografiche dal 1897 a oggi.

Tornando all'opera. Progetto di...

Arieti Federico
WriteUp Site 2018

Non disponibile

40,00 €
"Tornando all'opera" è il racconto di un progetto "di architettura ma non solo" (prodotto nel 2011 e più volte pubblicato in forma parziale e integrale) che trae le fila dalla sostanziale "perdita di identità" del Teatro Comunale di Bologna, sorto 250 anni fa come cuore pulsante del quartiere della Cultura. Questa situazione aggrava gli effetti delle problematiche economiche comuni ai Teatri nel nostro Paese. Come restituire il Comunale al suo storico ruolo sociale? Si propone un intervento articolato in tre punti.

Cento anni di storia del teatro di...

Rossi Michele
Editrice Il Nuovo Diario Messaggero 2018

Non disponibile

20,00 €
Si tratta della ristampa anastatica del volumetto pubblicato nel 1916 dal dottor Michele Rossi, appassionato cultore di storie della città. Un volumetto che raccoglie gli scritti sulla storia del teatro lughese e sulle opere lì rappresentate. E non mancano notizie sulla biografia di Gioachino Rossini di cui non si può negare il legame con Lugo.

Legacy. L'occasione...

Attademo Anna
CLEAN 2018

Non disponibile

15,00 €
Il testo affronta il rapporto tra Grandi Eventi e dinamiche di rigenerazione urbana della città contemporanea in generale, con particolare riferimento ad alcuni casi studio inglesi di rilievo ed attraverso una trasversale comparazione con le recenti esperienze della città di Napoli. L'evento non è valutato solo in quanto catalizzatore del cambiamento, ma anche in quanto progetto di trasformazione integrata, che costituisca una strategia di condivisione e promozione di immaginari radicati e interconnessi, legati ai significati e alle potenzialità dei territori interessati. In particolar modo, attraverso i casi studio, il lavoro esamina l'approccio strategico alla gestione delle risorse culturali e alla rigenerazione urbana nel Regno Unito, influenzato dalle teorie del cultural planning, come metodo di intervento e inclusione. La cura e la valorizzazione del patrimonio della città come bene comune si rafforzano all'interno di un processo condiviso e complesso, che mette in gioco differenti attori e scenari di cambiamento, puntando alla costruzione preliminare di una soft legacy, come regime del possibile, entro il quale proporre una trasformazione più duratura, di cui l'effimero diviene allusione. Mettere inoltre al centro il caso di Napoli, significa registrarne criticamente le (in/e)voluzioni dopo la stagione positiva della Coppa America 2012, dalla "deflagrazione gestionale dell'evento" come nel caso del Forum delle Culture 2014 - alla difficoltosa e singhiozzante gestazione delle Universiadi 2019. Significa ricercare le ragioni di una sorta di coazione a ripetere.

Theatrum Marcelli

Ciancio Rossetto P.
Ist. Nazionale di Studi Romani 2017

Non disponibile

120,00 €

Lifting theatre. Ediz. illustrata

Greco V.
Mondadori Electa 2017

Non disponibile

34,00 €
Il progetto di messa in sicurezza del Teatro greco di Taormina in occasione del G7, che questo volume documenta, ha riguardato diversi aspetti multidisciplinari, affrontati contemporaneamente. Questa modalità di lavoro, innovativa e sperimentale, si è resa necessaria per via del poco tempo a disposizione. Più che un'esperienza, è stato un esperimento e, insieme, il punto di partenza, di un processo di valorizzazione di cui fa parte il nuovo allestimento museale. Il museo fornisce al visitatore le informazioni basilari sul monumento e sul Parco Archeologico di Naxos, di cui il teatro fa parte, assieme all'Isola Bella, all'Area archeologica e al Museo di Naxos, a Francavilla e a Villa Caronia.

Per la raccolta museale del Teatro...

Costanzo Cristina
Palermo University Press 2017

Non disponibile

20,00 €
Il volume prende in esame le vicende legate alla costituzione della raccolta museale del Teatro Massimo di Palermo, con particolare attenzione alle opere d'arte custodite all'interno del teatro in riferimento a un avvenimento storico degno di nota quale l'istituzione del Museo d'Arte Teatrale, inaugurato da Pietro Mascagni il primo maggio del 1940, dopo un lungo periodo dedicato a raccogliere testimonianze sulla storia del Teatro Massimo e dei principali teatri della Sicilia. Viene dunque indagata un'ampia selezione di lavori tra dipinti, sculture, disegni di architettura, archetipi, fotografie e stampe realizzati da esponenti importanti della cultura del tempo, tra cui Giovan Battista Filippo Basile, Ernesto Basile, Giuseppe Sciuti, Antonio Ugo, Mario Rutelli, la cui analisi viene strettamente connessa all'indagine del contesto storico- artistico e della temperie culturale palermitana dei secoli XIX e XX.

Anfiteatri e città nella Cisalpina...

Maggi Stefano
Pavia University Press 2017

Non disponibile

20,00 €
Il tema del paesaggio storico è essenziale nel dibattito contemporaneo sulla città e il suo destino. In questo ambito gli anfiteatri romani dell'Italia settentrionale possono svolgere un ruolo attivo nel superamento dei "margini'" dei limiti intraurbani e extra-urbani, nella ricomposizione del sistema città/territorio, felicemente declinato in antico, ridotto a fenomeno di sprawl urbano oggi. Un anfiteatro nella sua integrità monumentale, ma anche nel suo stato di rovina o addirittura nel suo essere invisibile, ma non completamente perduto (forma di un i solato, ad esempio), diventa cerniera urbanistica - come era nel mondo romano (tra le sfere di urbanitas e rusticitas) -, aiuta processi di ricompattamento sociale, evita ghettizzazioni. Per svolgere queste funzioni esso va conosciuto, tutelato, valorizzato. Postfazione di Carlo Berizzi.

Il Gianicolo veneto di Arcugnano

Autopubblicato 2017

Non disponibile

25,00 €
Il libro tratta la storia dell'anfiteatro veneto di Arcugnano dalle origini all'epoca romana con riferimenti anche all'attualità.

Museum. Trattato di museografia

Ranellucci Sandro
Gangemi 2016

Non disponibile

28,00 €
Fino al secolo scorso, gli scritti inerenti il museo tendevano più che altro a forme di cultura manualistica. Nell'esplicitazione delle tipologie, dei percorsi, dei concetti di illuminotecnica. Tutto ciò finché si è pervenuti al fondamentale evento ricostruttivo dei musei italiani, successivo al secondo evento bellico mondiale, dal quale fu evidenziato il limite di un'interpretazione prettamente pragmatica, che fosse rivolta esclusivamente a finalità conservative e rappresentative. Le distruzioni dopo la guerra non risparmiarono i grandi musei. A porre rimedio ad esse si iniziò fino dagli anni Cinquanta, quando fu dato inizio ai primi interventi. Allorché la cultura del conservare e dell'esporre nel museo prese spontaneamente ad intersecarsi con il senso dello spirito critico appartenente alle problematiche del restauro. Assumendo da quell'ambito una speciale sensibilità per le esigenze di riconoscibilità dell'autentico e dell'originale, e per quelle inerenti le metodologie integrative delle lacune. La ricchezza di modalità attuative nel museo in quei mitici decenni passavano per i progetti di Scarpa, di Albini e degli altri che da allora si prese a riconoscere come "I maestri della museografia", prettamente italiani, ma in grado di estendere la loro influenza in tutto l'ambito internazionale.

Il teatro romano di Augusta...

Rulli Eduardo
All'Insegna del Giglio 2016

Non disponibile

40,00 €
Gli scavi e i restauri del teatro di Augusta Bagiennorum ripresi a partire dagli anni cinquanta del Novecento dalla Soprintendenza alle Antichità del Piemonte mirarono a consolidare le sostruzioni della cavea e a riqualificare l'edificio scenico con un moderno palcoscenico ligneo e l'installazione di finti portali in cemento a imitazione di quelli in marmo lunense, oggi conservati nel locale museo archeologico insieme ai frammenti della decorazione architettonica scolpita nelle pietre tra le più belle e pregiate dell'Antichità. In anni recenti, le nuove indagini della Soprintendenza e la collaborazione iniziata con l'allora funzionario responsabile dell'area archeologica Maria Cristina Preacco hanno fornito interessanti risultati sulla provenienza dei materiali che, unitamente ai recenti studi multidisciplinari sulle scaenae frontes dei teatri romani, hanno incoraggiato l'elaborazione di una ipotesi ricostruttiva della scena prima e dell'intero edificio poi. Questo volume vuole dare continuità a un progetto di Maria Cristina, dedicato alla restituzione dei singoli monumenti che verosimilmente qualificarono Augusta Bagiennorum.

Radical pipers. Architetture per il...

Piccardo Emanuele
Plug_in 2016

Non disponibile

20,00 €
"Radical Pipers" indaga le discoteche progettate e realizzate dagli architetti radicali in Italia dal 1966 al 1970 a Roma, Fireze, Torino, Milano. Dal Piper di Roma del '65 allo Space Electronic di Firenze. Opere di 3C+t(Capolei-Cavalli), Pietro Derossi, Superstudio, 9999, UFO, Ugo La Pietra. Scritti di Enrico D. Bona, Paolo Deganello, Bruno Orlandoni, Marco Ornella, Emanuele Piccardo, Fabrizio Violante.

Tornando all'opera. Progetto di...

Arieti Federico
Ermes 2016

Non disponibile

36,00 €
"Tornando all'Opera" è il racconto di un progetto "di architettura ma non solo" (prodotto nel 2011 e più volte pubblicato in forma parziale e integrale) che trae le fila dalla sostanziale "perdita di identità" del Teatro Comunale di Bologna, sorto 250 anni fa come cuore pulsante del quartiere della Cultura. Fenomeno che aggrava gli effetti delle problematiche economiche comuni ai Teatri nel nostro Paese. Come restituire il Comunale al suo storico ruolo sociale? Si propone un intervento articolato in tre punti: riqualificazione dell'intorno urbano, potenziamento funzionale e scenotecnico e l'autosufficienza energetica. Questo testo desidera condividere una duplice riflessione, applicabile universalmente o quasi. Da un lato le risposte concrete a problematiche tecnico-funzionali, energetiche, ecc. Dall'altro il valore profondo del teatro musicale, oggi, nel nostro Paese, dunque l'importanza di interventi che lo valorizzino e lo perpetuino, non senza un riferimento all'intrinseca affinità tra architettura e musica (lirica più che mai).