Sale da concerto, arene, stadi, teatri

Filtri attivi

La prima alla Scala

Rizzoli 2008

Disponibile in 10 giorni

200,00 €
II Teatro alla Scala di Milano è uno dei teatri più famosi al mondo, un luogo sacro per gli appassionati di lirica e uno dei simboli internazionali della cultura italiana. La stagione lirica, uno dei più importanti eventi della vita mondana milanese, viene inaugurata ogni anno il 7 dicembre, giorno di Sant'Ambrogio, santo patrono della città. Questo volume di grande formato, pubblicato in collaborazione con il Teatro alla Scala, ripercorre attraverso immagini della scena e del backstage la storia delle prime, dalla ricostruzione dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, a oggi. Scorrono davanti agli occhi le immagini degli allestimenti di registi come Visconti, Strehler, Ronconi, interpreti italiani e internazionali come la Callas, Pavarotti, Domingo, grandi direttori come Von Karajan, Abbado e Muti.

Un sogno per tutti. Il Parenti e i...

Maraviglia Chiara
Skira 2018

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Con i Bagni Misteriosi infatti non è stata restituita alla città solo una piscina, ma un intero quartiere di quindicimila metri quadri - compreso fra le vie Pier Lombardo, Botta e Vasari - nella sua unità originale. Gestita dalla Fondazione Pierlombardo (che ha in gestione anche l'attiguo teatro Franco Parenti) è un'opera collettiva che ha saputo unire istituzioni pubbliche e private, cittadini e imprese per ricomporre i pezzi di un luogo storico, smembrato e ferito. Un luogo unico. Un tuffo negli anni Trenta tra iniziative teatrali e bagni in piscina.

Milano. Il Teatro alla Scala. Ediz....

Morton Henry Vollam; Brilli A. (cur.)
Minerva Edizioni (Bologna) 2018

Disponibile in 3 giorni

5,00 €
Descrizione del Teatro alla Scala, emblema culturale della città. Curiosi alla lettura si rivelano diversi riferimenti a famosi viaggiatori stranieri come Byron e Stendhal, al modo singolare in cui si usufruiva un tempo della celebre struttura teatrale e a come si assisteva alle rappresentazioni. Ne nascono dei bozzetti inediti. Una visita all'annesso museo offre all'autore l'occasione per tracciare un breve profilo storico del teatro e alla sua attività nel corso dell'Ottocento e del Novecento.

Andare per stadi

Allotti Pierluigi
Il Mulino 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Dallo Stadium, gigantesca arena inaugurata a Torino nel 1911, allo Juventus Stadium, aperto - sempre a Torino - nel 2011 : nell'arco di un secolo il nostro football ha vissuto momenti epici e tragici. Ricordiamo la vittoria dell'Italia ai mondiali del 1934, disputati in casa; i trionfi del Grande Torino; lo storico scudetto del Cagliari di Gigi Riva e quelli del Verona di Bagnoli e del Milan di Sacchi; ma anche la drammatica morte del tifoso laziale Vincenzo Paparelli in un derby Roma-Lazio del 1979, e il «Totonero», primo grande scandalo calcistico che nel 1980 portò in manette diversi giocatori. Teatri di queste vicende gloriose e meno gloriose sono i principali stadi d'Italia, che visiteremo in un tour insolito ma illuminante per capire quel rapporto totale che lega da sempre gli italiani al calcio.

Le forme del museo. Ragionamenti ed...

Beccu Michele; Menghini Anna Bruna; Zattera Ariella
Gangemi 2017

Disponibile in 3 giorni

28,00 €
Questo è un libro di ragionamenti architettonici, che come tutti quelli sull'insegnamento della progettazione/composizione, segna l''eterno ritorno dell'uguale' che costringe ogni generazione di docenti a misurarsi con l'infinità circolare del tempo per impadronirsi del tema e farlo proprio. La maniera specifica con cui Zattera, Beccu e Menghini hanno scelto di percorrere questo cammino, è stata quella di individuare esempi significativi di musei di diversi autori ed epoche, interpretandoli con le categorie proprie del progetto d'architettura, e costruendo con essi possibili itinerari tematici e formali.

Varese. I teatri mai nati. I teatri...

Zappalà Giovanni
Macchione Editore 2017

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Se a Varese i teatri fossero stati tutti realizzati e conservati, oggi ce ne sarebbero almeno 7, da quello Ducale del 1779 all'ultimo di piazza Repubblica, ancora da edificare. L'autore li presenta tutti con dovizia di documenti, scoprendo le cause della loro scomparsa o della loro mancata realizzazione. Con nostalgia e talvolta con arrabbiato rimpianto, mostra al lettore come la pigra volontà degli amministratori e spesso il disinteresse dei cittadini abbiano impedito alla città di dotarsi o di preservare monumenti teatrali di sicura rilevanza. Immagini e foto d'epoca completano il lavoro di ricerca.

Il teatro di San Carlo Napoli

SAGEP 2016

Disponibile in 3 giorni

4,90 €
Il San Carlo è il più antico teatro operante in Europa: costruito nel 1737, il tempio italiano della lirica sorge accanto a Piazza del Plebiscito, simbolo della città di Napoli, con una data di nascita che anticipa di 41 anni la Scala di Milano e di 51 la Fenice di Venezia. Riedificato in tempi record dopo l'incendio del 1816 e oggi restituito, con attenti lavori di restauro, allo splendore di un tempo non ha interrotto la sua attività nemmeno durante la seconda guerra mondiale. Il Lirico napoletano detiene anche un altro primato: la più antica Scuola di Ballo italiana, fondata nel 1812. Del 1816 è, invece, la sua Scuola di scenografia.

Andar teatrando. In terra di Liguria

Figoli M. Giovanna
Eidon Edizioni 2013

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
L'amore per l'architettura, da sempre parte integrante del mondo antropizzato, è soggetto interessante e coinvolgente per essere rappresentato e quindi raccontato. La pittura può essere un racconto e qui, il racconto parla di un organismo, di più organismi in rapporto tra loro. Ne risulta un "paesaggio" fantastico anche se stravolto, che soltanto la mente è in grado di inventare. All'opposto della narrazione per fasi successive, il racconto si svolge in sincronia. La realtà diventa illusione in quanto tutte le parti che lo compongono sono rappresentate dinamicamente nel loro evolversi: in quel momento. La dinamicità diventa dialettica tra gli elementi di base che rispondono a funzioni simili, e l'emergenza che li riassume (senza di loro non avrebbe vita), ne esalta l'insieme in una sintesi che la fa protagonista. La conseguenza non può essere un paesaggio calmo, riposante, bensì un contrasto che, sommerso dalla carica estetica e poetica non raggiunge il conflitto, ma ci obbliga a guardare, a vedere e scoprire. Quello rappresentato è il mondo conosciuto storicamente, criticamente studiato a lungo. Così la conoscenza e la consapevolezza di ciò, fa maturare una pittura colta...

Walt Disney Concert Hall di Frank...

Fadda Mariopaolo
CLEAN 2004

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
La storia, le vicissitudini, i disegni, le immagini dell'ultima opera di Frank Gehry, il più importante architetto americano contemporaneo: la Walt Disney Concert Hall a Los Angeles. Così come per il museo di Bilbao, in questa opera Gehry ha superato ogni immaginazione nell'invenzione di una sala da concerto, che sicuramente rimarrà nella storia dell'architettura contemporanea. Inaugurato nel novembre del 2003, questo volume ripercorre, con un'amplissima documentazione originale, la vicenda di questo incredibile edificio, voluto dagli eredi Disney, che ha avuto una gestazione talmente difficile da farne temere, più volte, l'aborto. Problemi legati alle scelte formali e, soprattutto, problemi finanziari hanno messo a dura prova la pazienza dell'architetto californiano tanto da spingerlo a prendere, ad un certo punto, in seria considerazione l'ipotesi di rinunciare all'incarico per la realizzazione della nuova sede della Filarmonica angelena. Il testo affronta con concretezza, quasi come una cronaca giornalistica, l'andamento del progetto, fin dalle origini, documentando anche tutte le polemiche che hanno coinvolto la città di Los Angeles.

Il teatro regio di Torino da Carlo...

Flaccovio Dario 2011

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
Appare sempre più urgente ai fini del recupero e della conservazione dell'architettura del nostro recente passato una conoscenza non solamente storica, ma estesa alla cultura materiale e costruttiva degli edifici. Il presente volume vuole essere un contributo alle sperimentazioni in atto volte alla ricomposizione, anche per singoli addendi, di una cultura del costruito che - attraverso l'indagine su di un edificio che presenta caratteri di eccezionalità quale il Teatro Regio di Carlo Mollino in Torino - apre nuovi scenari interpretativi su quel vasto e multiforme patrimonio rappresentato dall'architettura del secondo dopoguerra. Tale patrimonio si configura come momento di sintesi fra istanze tecnologiche e formali ancora fortemente condizionate dall'eredità del Movimento Moderno e nuove ricerche espressive, sullo sfondo di una politica economica dominata, almeno in una prima fase, dall'urgenza della ricostruzione post-bellica. Secondo un metodo di indagine ormai consolidato dagli autori e che presenta i caratteri di una profonda interdisciplinarietà, il Teatro Regio viene analizzato sotto il profilo progettuale, costruttivo e tecnologico senza trascurare il ricorso alla storia sia documentale che materiale.

Stadi d'Italia. La storia del...

Solinas Sandro
Bonanno 2008

Disponibile in 5 giorni

38,00 €
Il libro cerca il lato storico e quello sportivo di ciascun impianto visitato, senza alcuna pretesa di aver esaurito l'argomento che, in altre nazioni, gode di ben altra considerazione con regolari pubblicazioni. Del resto, sono proprio gli stadi italiani a non lasciarsi amare, avviliti tra poco eleganti tribune in tubi metallici e poco confortevoli soluzioni architettoniche figlie di discutibili ristrutturazioni ripetutesi nel tempo. Niente atmosfera, poca identità e anche una buona dose di sfortuna se è vero che gran parte degli impianti costruiti negli ultimi anni ha coinciso con sconcertanti debacle sportive delle squadre che ospitano, a cominciare dall'unica società professionistica proprietaria di uno stadio in Italia, la Reggiana.

Le Théatre San Carlo Naples

SAGEP 2019

Non disponibile

6,00 €
Il Teatro di San Carlo, citato spesso semplicemente come Teatro San Carlo, è un teatro lirico di Napoli, nonché uno dei più famosi e prestigiosi al mondo. È tra i più antichi teatri d'opera chiusi in Europa e del mondo ancora attivi, essendo stato fondato nel 1737, nonché il più capiente teatro all'italiana della penisola. Può ospitare 1386 spettatori e conta un'ampia platea, cinque ordini di palchi disposti a ferro di cavallo più un ampio palco reale, un loggione ed un palcoscenico. Date le sue dimensioni, struttura e antichità è stato modello per i successivi teatri d'Europa. Affacciato sull'omonima via e, lateralmente, su piazza Trieste e Trento, il teatro, in linea con le altre grandi opere architettoniche del periodo, quali le grandi regge borboniche, fu il simbolo di una Napoli che rimarcava il suo status di grande capitale europea.

Il teatro di San Carlo Napoli

SAGEP 2019

Non disponibile

6,00 €
Il Teatro di San Carlo, citato spesso semplicemente come Teatro San Carlo, è un teatro lirico di Napoli, nonché uno dei più famosi e prestigiosi al mondo. È tra i più antichi teatri d'opera chiusi in Europa e del mondo ancora attivi, essendo stato fondato nel 1737, nonché il più capiente teatro all'italiana della penisola. Può ospitare 1386 spettatori e conta un'ampia platea, cinque ordini di palchi disposti a ferro di cavallo più un ampio palco reale, un loggione ed un palcoscenico. Date le sue dimensioni, struttura e antichità è stato modello per i successivi teatri d'Europa. Affacciato sull'omonima via e, lateralmente, su piazza Trieste e Trento, il teatro, in linea con le altre grandi opere architettoniche del periodo, quali le grandi regge borboniche, fu il simbolo di una Napoli che rimarcava il suo status di grande capitale europea.

The San Carlo Theatre Naples

SAGEP 2019

Non disponibile

6,00 €
Il Teatro di San Carlo, citato spesso semplicemente come Teatro San Carlo, è un teatro lirico di Napoli, nonché uno dei più famosi e prestigiosi al mondo. È tra i più antichi teatri d'opera chiusi in Europa e del mondo ancora attivi, essendo stato fondato nel 1737, nonché il più capiente teatro all'italiana della penisola. Può ospitare 1386 spettatori e conta un'ampia platea, cinque ordini di palchi disposti a ferro di cavallo più un ampio palco reale, un loggione ed un palcoscenico. Date le sue dimensioni, struttura e antichità è stato modello per i successivi teatri d'Europa. Affacciato sull'omonima via e, lateralmente, su piazza Trieste e Trento, il teatro, in linea con le altre grandi opere architettoniche del periodo, quali le grandi regge borboniche, fu il simbolo di una Napoli che rimarcava il suo status di grande capitale europea.

Il Teatro dell'Opera di Roma...

Fuortes C. (cur.)
Mondadori Electa 2018

Non disponibile

42,00 €
Una monografia che ripercorre la lunga e densa storia del Teatro dell'Opera di Roma dal passato a un presente in cui ha recuperato in pieno il suo ruolo di tempio della tradizione. A narrarla vivacemente la competente voce di Francesco Reggiani e le immagini, talora inedite, di un patrimonio così prezioso, come quello dell'Archivio Storico che dirige. Dopo un arioso saggio di Claudio Strinati che con la fierezza della memoria pone le vicende e le attività dell'Opera al centro di Roma, capitale della cultura, 100 lemmi riccamente illustrati ripercorrono in tre cantiche le fasi salienti del Teatro: il Costanzi (1880- 1926); il Teatro Reale dell'Opera (1928-1946); il Teatro dell'Opera (dal 1946 a oggi). Tra le pagine scorrono profili di personaggi della politica, della cultura della società, il fondatore, Mussolini, Piacentini, gli altri responsabili delle trasformazioni architettoniche e funzionali, i grandi interpreti vocali (da Caruso alla Callas), registi (Visconti, Zeffirelli...), compositori (da Mascagni a Verdi a Puccini con le loro prime), drammaturghi e direttori d'orchestra (da von Karajan a Muti), attrici e attori (la Duse, Sarah Bernhardt, Isadora Duncan), danzatori e ballerine (da Nureyev alla Fracci), coreografi come Bejart, scenografi e costumisti spesso artisti (Cambellotti, de Chirico, Calder, Manzù e tanti altri); e poi le serate futuriste, i Balletti Russi, Stravinskij e Picasso, i cartelloni di prosa e il circo, i veglioni della Belle Époque, le tournée dei grandi teatri stranieri e dei più celebri corpi di ballo, gli eventi straordinari, curiosità e aneddoti fino ai giorni nostri. Una sezione del volume è infine dedicata alle gloriose stagioni dell'Opera alle Terme di Caracalla.

Cuneo al cinema

Dutto Roberto
Ass. Primalpe Costanzo Martini 2018

Non disponibile

24,00 €
Sviluppo delle sale cinematografiche dal 1897 a oggi.

Auditorium 1919. Ediz. illustrata

Pallotti A. (cur.)
La Mandragora Editrice 2018

Non disponibile

30,00 €
Il volume intende celebrare il valore qualitativo sia in termini contenutistici sia estetici dell'edificio, un Auditorium eco innovativo, eco funzionale, legato alla dimensione dell'uomo e del suo benessere a Imola firmato dallo studio di architettura A2 studio Gasparri e Ricci Bitti Architetti associati. In questo volume vogliamo celebrare il progetto, fusione perfetta di estetica e tecnica. Parliamo della nostra cultura e della capacità di innovare non solo il mondo dell'architettura, ma dell'ingegneria, della tecnologia e del design. L'Auditorium: un progetto dalle forme apparentemente semplici ma catalizzatore di attenzioni, dove luce e volumi architettonici si fondono e si confondono, conferendo alla struttura dinamicità e leggerezza. Armonia e creatività, identità e futuro: questo è il "nostro" Auditorium 1919. Una struttura composta e ideata a partire da forme semplici, poligoni, linee orizzontali, tre o quattro colori che si ripetono.

Il teatro di Sabbioneta. La...

Adami Andrea; Brunelli Enrico; Fregonese Luigi
Universitas Studiorum 2018

Non disponibile

38,00 €
Il Teatro di Sabbioneta (1588-1590), opera commissionata dal duca Vespasiano Gonzaga al celebre architetto Vincenzo Scamozzi e prezioso esempio del tardo Rinascimento italiano, ha contribuito affinché la città ideale di Sabbioneta diventasse dal 2008 Patrimonio dell'Umanità Unesco. Il presente volume racchiude anni di lavoro e ricerche sulla storia del Teatro Ducale e il rilievo laser scanner 3d dell'architettura riconosciuta come il primo teatro moderno. È stato davvero già detto tutto su quest'opera d'arte come comunemente si pensa? Numerose scoperte inedite, qui raccolte con rigore scientifico, gettano nuova luce sul Teatro di Sabbioneta ed offrono un'inedita lettura del processo ideativo che ha legato indissolubilmente le figure del Gonzaga e dello Scamozzi. Un viaggio dedicato a chi con curiosità ed entusiasmo non si ferma all'apparenza, ma va al di là, per fare un passo in più, oltre il limite ultimo e invalicabile.

Sviluppo e valorizzazione degli...

Puglisi Valentina
Maggioli Editore 2017

Non disponibile

39,00 €
"Il nostro Paese raggiunge livelli di eccellenza in quasi tutti gli sport, ma le strutture e gli impianti sportivi sono obsoleti e inadeguati dal punto di vista della sicurezza, della funzionalità e non sono idonei a rispondere alla sempre più diversificata Il libro rappresenta la sintesi delle esperienze più interessanti avvenute nel nostro paese per quanto concerne lo sviluppo e la realizzazione di impianti sportivi che sono derivate dall'incontro tra il mondo del Real Estate e le società sportive afferenti alle diverse discipline. In particolare il testo analizza le modalità tecnico, economiche e finanziare che hanno reso possibile la realizzazione dei progetti e i principali problemi che sono stati affrontati. Il libro si sofferma sul confronto con alcune delle più importanti iniziative condotte a livello europeo nell'ambito della valorizzazione delle strutture per lo sport con particolare riguardo ai ricavi generati dallo stadio (ticketing, abbonamenti, sky box, ristorazione, shopping, entertainment, naming right, ecc.) e agli aspetti normativi (Legge di Stabilità 2014). Il passaggio dal modello dell'"impianto costo" a quello dell'"impianto ricavo" rappresenta uno dei principali obiettivi da raggiungere per il sistema sportivo italiano. Negli ultimi anni sono stati molteplici i fattori che hanno rallentato questa fase di transizione, a partire dalla complessità e dalla lunghezza dell'iter burocratico necessario per la realizzazione dei vari progetti, nonché da una effettiva difficoltà di investire in impianti sportivi da parte dei soggetti sia pubblici che privati.

Learning from Pavilion. 100+100....

Tornatora Marina
Gangemi 2017

Non disponibile

25,00 €
In "Learning from Pavilion" il tema del padiglione è proposto come il momento di materializzazione di un'idea che è ancora "pensiero". La sua natura effimera lo connota non già come un dispositivo di enunciazione di un principio spaziale temporaneo bensì come memoria e sintesi di un'idea da proiettare nel futuro che può sfidare il tempo e trasformarsi in opera eterna, diventando occasione di continua verifica e sperimentazione dei "limiti" del progetto. Assunto come indicatore sensibile delle profonde mutazioni dell'architettura e dell'arte, il tema del padiglione è indagato attraverso una lista di 100 progetti - dal 1851 (il Crystal Palace di Paxton) al 2015 (l'UK Pavilion di Buttress all'Expo di Milano) - che in una "vertigine" concettuale e visiva diventa un percorso di conoscenza e di esplorazione ma anche una collezione di visioni spaziali, ri-classificate secondo categorie formali: Volume puro; Griglia; Piani; Guscio/membrana; Vuoto; Frammento; Accumulo/groviglio; Ripetizione; Trasparenza. Una seconda parte del volume raccoglie 100 diagrammi spaziali di padiglioni sviluppati dagli studenti del primo anno che vanno a configurare un atlante di soluzioni di grammatica generativa su alcuni enti minimi di scrittura - punto, linea, superficie, volume - concepiti come le geometrie e i materiali fondativi nella costruzione dello spazio architettonico. Presentazione di Gianfranco Neri.

Theatrum Marcelli

Ciancio Rossetto P. (cur.); Pisani Sartorio G. (cur.)
Ist. Nazionale di Studi Romani 2017

Non disponibile

120,00 €

Per la raccolta museale del Teatro...

Costanzo Cristina
Palermo University Press 2017

Non disponibile

20,00 €
Il volume prende in esame le vicende legate alla costituzione della raccolta museale del Teatro Massimo di Palermo, con particolare attenzione alle opere d'arte custodite all'interno del teatro in riferimento a un avvenimento storico degno di nota quale l'istituzione del Museo d'Arte Teatrale, inaugurato da Pietro Mascagni il primo maggio del 1940, dopo un lungo periodo dedicato a raccogliere testimonianze sulla storia del Teatro Massimo e dei principali teatri della Sicilia. Viene dunque indagata un'ampia selezione di lavori tra dipinti, sculture, disegni di architettura, archetipi, fotografie e stampe realizzati da esponenti importanti della cultura del tempo, tra cui Giovan Battista Filippo Basile, Ernesto Basile, Giuseppe Sciuti, Antonio Ugo, Mario Rutelli, la cui analisi viene strettamente connessa all'indagine del contesto storico- artistico e della temperie culturale palermitana dei secoli XIX e XX.

Il Gianicolo veneto di Arcugnano

Rosenfranz Franco von
Autopubblicato 2017

Non disponibile

25,00 €
Il libro tratta la storia dell'anfiteatro veneto di Arcugnano dalle origini all'epoca romana con riferimenti anche all'attualità.

Torino. Il Teatro Regio

Parvopassu Clelia
Il Quadrante 2016

Non disponibile

14,00 €
Sin dalla sua fondazione, nel 1740, il Teatro Regio di Torino si collocò ai più alti livelli nel circuito internazionale delle capitali della musica, in un'epoca in cui l'opera, diffusa in tutte le corti europee, costituiva la più nobile forma di spettacolo. Ma la sua storia è anche intimamente legata a quella di Torino e del nostro Paese: teatro di corte prima, "Teatro Nazionale", "Grand Théâtre des Arts", "Théâtre Imperial" negli anni della Rivoluzione francese e dell'Impero napoleonico, e infine "teatro della città", il Regio ha rispecchiato vicende e umori di quasi trecento anni di vita italiana. Ne sono prova, forse effimera ma assai rivelatrice, gli spettacoli allestiti per celebrare i momenti salienti della vita politica, dalle nozze dei regnanti alle feste repubblicane e imperiali, sino alle "accademie di ginnastica" d'epoca fascista. Allo stesso tempo, parallela e intrecciata a quella del Regio, si svolgeva la storia della musica e della fruizione di uno spettacolo che, in forme e modi differenti, non ha mai smesso di affascinare il pubblico.

Museum. Trattato di museografia

Ranellucci Sandro
Gangemi 2016

Non disponibile

28,00 €
Fino al secolo scorso, gli scritti inerenti il museo tendevano più che altro a forme di cultura manualistica. Nell'esplicitazione delle tipologie, dei percorsi, dei concetti di illuminotecnica. Tutto ciò finché si è pervenuti al fondamentale evento ricostruttivo dei musei italiani, successivo al secondo evento bellico mondiale, dal quale fu evidenziato il limite di un'interpretazione prettamente pragmatica, che fosse rivolta esclusivamente a finalità conservative e rappresentative. Le distruzioni dopo la guerra non risparmiarono i grandi musei. A porre rimedio ad esse si iniziò fino dagli anni Cinquanta, quando fu dato inizio ai primi interventi. Allorché la cultura del conservare e dell'esporre nel museo prese spontaneamente ad intersecarsi con il senso dello spirito critico appartenente alle problematiche del restauro. Assumendo da quell'ambito una speciale sensibilità per le esigenze di riconoscibilità dell'autentico e dell'originale, e per quelle inerenti le metodologie integrative delle lacune. La ricchezza di modalità attuative nel museo in quei mitici decenni passavano per i progetti di Scarpa, di Albini e degli altri che da allora si prese a riconoscere come "I maestri della museografia", prettamente italiani, ma in grado di estendere la loro influenza in tutto l'ambito internazionale.

Dal «Rampigna» all'«Adriatico»....

Delli Gatti Antonio
Ianieri 2016

Non disponibile

25,00 €
Il volume dal "Rampigna" All' "Adriatico" è il frutto di una ricerca storica avviata nel 1998 dai fratelli Delli Gatti, noti collezionisti ed esperti della storia sportiva pescarese. La ricerca si è concentrata soprattutto sulla raccolta di immagini delle varie epoche e documenti ufficiali depositati negli archivi statali e comunali della Provincia di Pescara. L'opera racconta gli eventi che hanno caratterizzato la storia dei due gloriosi stadi pescaresi attraverso testi, immagini (alcune rarissime ed inedite), carteggi, piante, planimetrie, progetti ed articoli della stampa d'epoca. Oltre a raccontare la storia dei due impianti, vengono descritte le varie modifiche strutturali subite nel tempo, analizzando, con l'aiuto dei carteggi dell'epoca, tutte le fasi evolutive in relazioni a metodologie e tecniche di costruzione utilizzate, evidenziando le molteplici differenze nel tempo e relazionandole al modo di concepire le strutture sportive dai primi anni '20 fino ai giorni nostri.

Verso il museo. Per una collezione...

Chielli G. (cur.)
Gangemi 2015

Non disponibile

54,00 €
L'Accademia di Belle Arti di Bari ha una sua storia fatta di docenti, artisti, studenti a loro volta diventati artisti e docenti. I nomi degli artisti selezionati per questo primo volume sono quelli di chi l'Accademia l'ha fondata - come Raffaele Spizzico,