Magrin Bepi

Magrin Bepi

L'altra guerra­Der Andere Krieg. 1915-1918

Magrin Bepi
Il Prato

Disponibilità Immediata

20,00 €
Il tratto del fronte della Grande Guerra compreso tra il Pasubio e gli Altipiani, viene rivisitato attraverso una straordinaria sequenza fotografica ricavata dall'album personale di un capitano dell'Esercito Imperiale. Si tratta di Johann Radda originario di Olomutz Cekia, il quale dal quartiere di Villa Parisa presso Lavarone, dove aveva sede il suo Comando, aveva ampia facoltà di muovere e di fotografare (anche mediante ricognizioni aeree) il fronte visto dall'altra parte, ovvero dalla parte dei nostri ex nemici. Sono foto inedite, di ottima qualità, sortite dall'album personale di Radda, casualmente ritrovato tra libri e oggetti antiquari, che, come in un diario visivo, riporta tutti i luoghi conosciuti nel suo peregrinare bellico, fino anche al campo di prigionia di Servigliano dove concluse il suo percorso militare prima di poter rientrare in Patria.

Il Gavia in guerra e in pace

Magrin Bepi
Il Prato

Disponibilità Immediata

20,00 €
Sul Gavia, dove sorgono due rifugi alpini e un terzo oggi abbandonato, il Battaglione Alpini Sciatori Monte Ortler fece base per le epiche battaglie del San Matteo. Qui operavano uomini come il capitano Berni, il capitano Cerletti e altri di cui si tratteggiano le figure straordinarie e sul Gavia si intrecciano le storie raccontate dall'attendente di Berni: l'alpino Giacomo Perico di cui viene per la prima volta pubblicato integralmente il diario di guerra. Nel libro sono inoltre descritti alcuni suggestivi itinerari.

Vita di guerra della guida ardita Giacomo...

Magrin Bepi
Il Prato

Disponibilità Immediata

15,00 €
"Vita di guerra" della guida ardita Giacomo Pesenti racconta, attraverso i diari del protagonista, le fasi della più incredibile battaglia alpina che si sia mai svolta. Il racconto è riferito agli avvenimenti dell'estate del 1917 sulla cima della Trafojer Eiswand, nei pressi dell'Ortles quando gli imperiali, con lo scavo di una galleria in ghiaccio lunga circa 1.400 metri, sorpresero gli Alpini sulla vetta. Il compito apparentemente impossibile della riconquista fu affidato dal maggiore Carlo Mazzoli alle guide ardite e ai reparti Alpini che vi riuscirono, compiendo leggendarie gesta di un alpinismo militare certamente irripetibile.

Italia

Cipriani Eugenio
Cip

Disponibilità Immediata

15,00 €