Genealogia, araldica, nomi e onorificenze

Filtri attivi

Stemmario senese. L'araldica delle...

Petti Rita
Betti 2013

Disponibile in 10 giorni

13,00 €
Rita Petti, pittrice senese, autrice dei bozzetti per le monture di Istrice, Tartuca e Nicchio, nonché del drappellone del 2 luglio 2005 vinto dal Bruco, ha ricostruito in queste pagine tutti i passaggi che, fin dalle origini, hanno portato al bestiario se

Lo Stato feudale dei Carafa di...

Dandolo Francesco
Giannini 2009

Disponibile in 10 giorni

15,00 €
Il volume delinea la parabola del lignaggio napoletano dei Carafa duchi di Maddaloni, tra i casati più importanti dell'universo feudale europeo. La ricerca, solidamente documentata, si colloca in un arco temporale che va dal XV al XVIII secolo, riannodandosi costantemente alle vicende della monarchia spagnola in età moderna. Francesco Dandolo e Gaetano Sabatini pongono al centro della loro attenzione la fitta e complessa trama di relazioni economiche e sociali che determinano i rapporti di potere all'interno di uno Stato feudale. Ne emerge un affresco originale, che contribuisce ad arricchire la letteratura sulle forme dell'egemonia delle famiglie nobiliari nelle società di Antico Regime.

I Farnese del ramo di Latera e Farnese

Caprio Bonaventura
Annulli 2020

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il libro ripercorre la storia del «ramo minore» della famiglia Farnese, quello di Latera e Farnese, la cui esistenza è stata spesso posta in ombra dalla storiografia nazionale, per lo più concentrata sulle vicende e sui personaggi del «ramo maggiore» di Castro e Ronciglione e di Parma e Piacenza. I Farnese di Latera e Farnese, al pari dei parenti più illustri, si distinsero per la loro accorta politica dei matrimoni, per l'esercizio delle armi in forme nuove e strategiche, per l'audacia di alcune iniziative e, non ultimo, per il loro mecenatismo artistico. Partendo dalle umili campagne della Tuscia viterbese arrivarono a esercitare il loro potere in città grandi e potenti come Roma, Firenze, Parma e Bologna. Con Isabella Farnese (suor Francesca, fondatrice delle Monache farnesiane) «rischiarono» addirittura di onorare la loro stirpe con una santa.

Figure dell'araldica. Dai campi di...

Pastoureau Michel
Ponte alle Grazie 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Nata nel XII secolo sui campi di battaglia, l'arte degli stemmi ha come funzione primaria l'identificazione dei cavalieri resi irriconoscibili dagli elmi e dalle armature. L'idea che gli stemmi siano monopolio della nobiltà nasce in quei giorni. Invece tutti possono portare degli stemmi, che sia nobile o plebeo, sempre che rispetti le regole del blasone. Un codice funzionale, nato dalla necessità di identificare da lontano i portatori di stemmi: colori vivi, simboli evidenti, segnaletica forte. Michel Pastoureau, storico dei simboli e dei colori, ci mostra come l'uso dell'araldica è universalmente diffuso, e come sia giunto a essere presente nei segnali stradali, nelle bandiere, nei marchi e in tutti gli altri grandi codici della società contemporanea.

Gli stemmi dei comuni toscani al 1860

Borgia L. (cur.); Pagnini G. P. (cur.)
Polistampa 2018

Disponibile in 3 giorni

75,00 €
La raccolta degli stemmi dei Comuni toscani nasce dal ritrovamento delle tavole ottocentesche realizzate dal pittore Luigi Paoletti su incarico del Cavaliere Luigi Passerini. L'opera torna in un'edizione speciale a tiratura limitata, ottenuta dalla cucitura dei fascicoli originali impressi su carta Arcoprint Avorio Fedrigoni in stile Bodoni. Frutto dell'estro grafico di Carlo Savona e arricchito da un'introduzione di Luigi Borgia, il volume costituisce un punto fermo negli studi di araldica civica e allo stesso tempo un prodotto artistico in grado di arricchire qualunque biblioteca.

Gli Staglieno. Origini, ritratti e...

Lercari A. (cur.)
SAGEP 2018

Disponibile in 3 giorni

50,00 €
La storia di Genova può essere letta anche come un insieme di intrecci familiari e il volume ricostruisce la lunga vicenda storica degli Staglieno, una famiglia patrizia, originaria dell'omonima località della Val Bisagno dalla quale trasse il proprio casato, nell'immediato Levante della città di Genova, oggi nota per il cimitero monumentale, uno dei maggiori d'Europa, ma sino alla metà del XIX secolo luogo di villeggiature e di produzioni agricole importanti nel panorama locale. Gli Staglieno, che sempre hanno rivendicato la propria discendenza da Caio Elio Staleno, senatore romano e tribuno della Plebe nemico di Marco Tullio Cicerone, si affermano certamente nel tessuto sociale ed economico urbano tra XIV e XV secolo, prendendo anche parte ai commerci internazionali nel Mediterraneo come consuetudine dei membri del ceto dirigente genovese...

I D'Annunzio. Origini e storia

Bellafante Fernando
Menabò 2016

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il libro, con un saluto introduttivo di G.B. Guerri, riporta la genealogia e le vicende storiche e sociali, a partire dal XVI secolo, del cognome d'Annunzio e ne rivela le origini marchigiane. Si tracciano i profili dei paesi (Poggio Canosa, Montefiore, Fermo e Campofilone) che caratterizzarono la vita familiare e lavorativa degli antenati di Giuseppe Nunzi che nel 1740 si stabilì a Pescara. Qui la famiglia D'Annunzio con il commercio e intelligenti investimenti diventa una delle famiglie più impegnate dal punto di vista economico, amministrativo e politico. I personaggi dei d'Annunzio che si prendono in considerazione sono Teofilo, Francesco Rapagnetta-d'Annunzio, Antonio, Vincenzo, Erminio e Luisa de Benedictis. Teofilo e Francesco (il padre di Gabriele) si distinsero per la capacità amministrativa e favorirono lo sviluppo urbanistico ed economico di Pescara. L'ultima parte del libro è dedicata a Gabriele d'Annunzio. Di lui si raccontano la prima giovinezza con il primo matrimonio, il suo intenso rapporto con la madre Luisa e gli amici abruzzesi e, in particolare, la candidatura a deputato del Parlamento Italiano nel 1897 e la rappresentazione de "La figlia di Iorio" nel 1904.

Araldica benacense e valsabbina

Stefani Enrico
Liberedizioni 2016

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Il volume comprende storie, stemmi e blasoni, in tavole a colori, di centinaia di casate protagoniste, per secoli, della zona compresa fra il Garda bresciano e la Valle Sabbia.

I cimbri del XIII comuni veronesi

Rapelli Giovanni
Editrice La Grafica 2016

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Il volumetto, di 80 pagine, è inteso a dare informazioni sommarie sulla popolazione dei Cimbri delle montagne veronesi, formante un tempo i cosiddetti "XIII Comuni Veronesi". Questo popolo di origine tedesca risiede oggi nella sola località di Giazza, in comune di Selva di Progno.

L'arme segreta. Araldica e storia...

Ferrari M. (cur.)
Le Lettere 2015

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Il volume, nato dalle giornate di studio tenutesi nel 2011 presso il Kunsthistorisches Institut in Florenz e la Scuola Normale Superiore di Pisa, offre un approccio innovativo a una disciplina storica - l'araldica - a lungo trascurata o coltivata, in modo superficiale o strumentale, da eruditi e dilettanti. Suo oggetto di studio sono gli stemmi, espressioni figurate dell'identità che, comparse alla metà del XII secolo, si diffusero in modo rapido e capillare in tutta l'Europa. Questi segni costituiscono uno strumento di conoscenza utile per lo storico e, ancor di più, per lo storico dell'arte, cui si rivolge in primo luogo questo libro. Gli stemmi non servono solo alla datazione, al riconoscimento della committenza o delle vicende collezionistiche di un'opera, ma ne illuminano il significato e il contesto di produzione. Elemento essenziale della comunicazione visiva nelle società medievali, ci informano sulla mentalità e le abitudini percettive della committenza e del pubblico. Attraverso lo studio di alcuni casi esemplari, i saggi riuniti in questo volume dimostrano come l'araldica assolva un indispensabile compito ermeneutico per la storia dell'arte. Introduzione di Alessandro Savorelli.

Tambellini. Dal ducato estense a...

Tambellini Barsanti Romano
Tra le righe libri 2015

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
A Lucca molto si sa dei Mansi, dei Bernardini, dei Cenami, famiglie cittadine che nel tempo hanno svolto incarichi pubblici delle quali è rimasta testimonianza in centinaia di documenti. Si è a conoscenza della loro storia genealogica, dei patrimoni personali, delle rapide ascese economiche e, per alcune, dei repentini fallimenti. Ciò che si vuole mettere in evidenza con questi studi sono le vicende di un casato altrettanto antico, ma poco conosciuto in Lucchesia da un punto di vista storico, le cui radici nascono fuori dalla piccola Repubblica. Il casato è quello dei Tambellini composto, da principio, da una singola famiglia che, con il trascorrere del tempo, si ramifica in varie località, crescendo di numero. La storia inizia analizzando i documenti conservati nella Pieve di Segromigno che presenta un archivio ricco di notizie, nomi, fatti salienti, che sono stati il fondamento per lo sviluppo successivo. Ecco allora che la vicenda familiare complessiva non può considerarsi solo lucchese, avendo origine nell'Antico Ducato di Ferrara e ancora prima a Bergamo.

I Canarisi. Cenni storici sulle...

Panigadi Trombetta Pierluigi M.
Dominioni 2014

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
Nella zona di Torno sul lago di Como, ancora prima del XIV secolo vivevano diverse famiglie accomunate dall'appellativo Canaris (pronunciato Canaríis nella forma dialettale), erano dedite alla pesca oppure a piccoli commerci di tessuti di lana. Dal XV al XVIII secolo, ed in concomitanza anche con la caduta della potenza commerciale di Venezia, la più parte di questi gruppi famigliari, almeno cinque, emigrarono come altre famiglie del comasco e del mendrisiotto verso la Germania occidentale. Là si insediarono validamente mantenendo il patronimico Canaris (ora pronunciato in Germania Canàris) ed ampliarono sino ad oggi la loro attività. Una di queste famiglie rimase a Como, ovviamente perché aveva raggiunto un livello sociale elevato e un notevole potere economico. Innalzata nel Settecento, al rango marchionale dall'Imperatrice Maria Theresia d'Austria e acquisito anche il patronimico "Eredi Volpi", fu famiglia insigne con secoli di presenza nella storia locale e si estinse alla fine dell'Ottocento.

Albero genealogico e notizie della...

Omacini Caterina
Corponove 2012

Disponibile in 3 giorni

38,00 €
Notizie relative a 42 componenti della famiglia Omacini; alla peste del 1630 a Dossena; ed agli Omacini Bastazi e Caravana. Con albero genealogico ramo della famiglia Alcaini di Dossena poi diventata Omacini.

La Toscana sacro romano impero di...

Cini Luciano
Bonfirraro 2011

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Sino ad adesso l'immaginario collettivo dei toscani credeva di appartenere culturalmente e geneticamente al popolo etrusco. Ma quando si vedevano i visi dei toscani degli anni '80 si restava perplessi: sembravano più volti di inglesi e tedeschi del nord che medioorientali mediterranei. Questo fenomeno si accentuava di più nelle campagne. La risposta si ha allorquando si studia il Medioevo toscano e l'alto Medioevo. Nel 2010 la conferma scientifica di ricercatori di varie università (Stanford, Parma, Ferrara, Firenze): i toscani di stirpe medievale non hanno DNA mitocondriale paleosiriano etrusco, ma sono discendenti dei toscani altomedievali. Dopo le guerre gotico bizantine infatti la Tuscia era spopolata, ma fu ripopolata da popolazioni germaniche (goti, turingi, longobardi, e dopo i franchi). Esse si sovrapposero ai pochi discendenti dei legionari romani delle centuriazioni. Il libro è corredato da stemmi di famiglie toscane, così che molti lettori potranno conoscere e vedere il proprio stemma nobiliare.

Mille anni di storia attraverso le...

Fusai Luca
ETS 2010

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Molteplici famiglie segnarono la Storia di Siena, caratterizzandone i lineamenti ed i rilievi tracciati dallo scorrere del tempo. Tuttavia la discendenza di Oddo, soldato franco giunto in Toscana al seguito di Carlo Magno, era destinata ad assumere importanza e valore particolare, dando vita prima alla vasta Famiglia dei primi Conti di Siena, i Berardenghi, poi a diversi rami che svilupparono destini assolutamente separati. Uno di questi sarà la Gens Bandinella poi famiglia Bandinelli, che si articolerà a sua volta in Paparoni e Cerretani, fondando una delle maggiori e più potenti Consorterie non solo tra i confini senesi ma di primo piano anche nell'intera Toscana. Rolando Bandinelli, Faralmo da Cerreto e Guido da Palazzo furono solo alcuni dei personaggi che fecero grande l'intera Casata, estendendone la fama e la possanza ben oltre i confini della Tuscia. Dagli spalti di Cerreto Ciampoli attraverso le ampie distese della Maremma così come dal poggio d'Asciano e dalla vetta della Torre del Palazzo in Piazza del Campo, la forza e la vitalità della gens Bandinella si tradusse in bagliori di grande Storia, gesta che per la prima volta vengono scritte e pubblicate, in omaggio a un filo conduttore lungo mille anni e mantenuto vivo, ad oggi, dagli attuali rappresentanti della famiglia Cerretani Bandinelli Paparoni.

Il Sacro militare ordine...

Cassinelli Lavezzo Alessio
Phasar Edizioni 2005

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Questo libro può definirsi una guida introduttiva al Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, tra le più eccelse Milizie che la storia abbia mai conosciuto. Diciassette secoli di gloriosa tradizione sono riassunti in un appassionante saggio, utile a chi per la prima volta si avvicini al mondo degli Ordini Cavallereschi.

Eco Jacobinus. I de Federicis a...

Mosca Alberto
Nitida Immagine 2019

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Il volume illustra le vicende della nobile famiglia de Federicis e del suo insediamento, tra la fine del Trecento e l'inizio del Quattrocento, nel castello di San Michele di Ossana.

Ordres et Décorations du Saint-Siège

Henneresse Dominique
Libreria Editrice Vaticana 2019

Disponibile in 5 giorni

48,00 €
Il libro, promosso dalla Segreteria di Stato della Santa Sede, presenta tutte le onorificenze Pontificie lungo la storia. Il testo è corredato di foto e descrizioni minuziose. Prefazione del Card. Pietro Parolin.

Famiglie nobili di Cosenza. Memoria...

Napolillo Vincenzo
Santelli 2018

Disponibile in 5 giorni

12,00 €
Strabone la menzionò come città dei Bruzi, fondata da un gruppo di servi che fuggirono dalla Lucania; un'altra tradizione vuole che la stessa città fu edificata in nome della giovane Brettìa, che aprì le porte a 600 Africani assoldati da Dionisio il Giovane. Parrasio pensò, invece, che lì avesse avuto la sua origine da Brezio, figlio di Ercole e di Balezia. I grandi storici furono però tutti concordi sul fatto che Cosenza fosse una città "antichissima e nobilissima". Furono infatti moltissime sia le famiglie che dominarono la città bruzia che quelle locali che ne furono protagoniste, ciascuna con le proprie peculiarità e il proprio contributo per la città.

Il libro delli battizzati dell'anno...

Martorana Giancarlo
Lampi di Stampa 2017

Disponibile in 5 giorni

25,40 €
Il testo percorre le tappe di una lunga e significativa storia attraverso i monumenti e le tracce documentarie ancora oggi conservate in gran numero a Giuliana, piccolo centro della Sicilia occidentale, soprattutto presso l'archivio storico della parrocchia di "Maria Santissima Assunta". La documentazione conservata a Giuliana è lo specchio fedele, in cui si riflettono le vicende, spesso travagliate, che hanno investito il duomo della cittadina e la comunità tutta.

La stoffa delle nazioni. Storie di...

Cianci Bruno
Odoya 2016

Disponibile in 5 giorni

22,00 €
L'autore tratta le più importanti bandiere della storia, raggruppandole in "grandi famiglie" a seconda della tipologia; ci spiega l'origine e la foggia, il significato dei colori e dei simboli; ci sorprende, svelando legami che non avremmo sospettato; il tutto senza mai perdere di vista la loro funzione aggregatrice nel corso delle lotte per l'indipendenza degli stati, né il ruolo ricoperto in tempo di pace e in tempo di guerra, nei giorni di festa e nella vita di ogni giorno, da questi drappi di stoffa dal valore intrinseco irrisorio ma dal valore simbolico inestimabile.

Nobiltà civica e patriziato. Atti...

Cecchetti Raffaello
Pisa University Press 2016

Disponibile in 5 giorni

20,00 €
In continuità con l'attività di ricerca già intrapresa con i precedenti Convegni, questo volume raccoglie gli Atti del quarto Convegno di Studi di Diritto Nobiliare, tenutosi nel 2015 a Roma nella Sala della Protomoteca del Campidoglio, con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l'UNESCO e della Presidenza dell'Assemblea Capitolina di Roma, e sotto gli auspici dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma, dell'Accademia Bonifaciana di Anagni e dell'Associazione Cavalieri di San Silvestro di Tivoli. In considerazione delle numerose sollecitazioni ricevute allorché nel terzo Convegno venne affrontato il tema della Nobiltà Civica, in questa edizione si è ritenuto di dover approfondire l'argomento, ampliandolo ed arricchendolo , ricomprendendo cioè i rapporti tra la Nobiltà Civica, il Patriziato e, per altro verso, il modello della Nobiltà Feudale. Negli Atti che qui si pubblicano compare quindi una relazione tesa a sottolineare come la Nobiltà Feudale rappresenti il modello inconscio ed inespresso sul quale, in numerose città italiane, si è venuta a plasmare la Nobiltà Civica e in particolare il Patriziato cittadino. Seguono poi le altre relazioni più specifiche, dedicate all'analisi del Patriziato romano nella sua antica ed originaria forma, alla Nobiltà Civica delle Isole Ionie, opportunamente definita "perla della corona di Venezia", alla Nobiltà Tiburtina, caratterizzata da un forte legame con la tradizione imperiale e, in un periodo del tutto differente, alla Nobiltà Livornese. Completano il testo alcune comunicazioni programmate che in realtà sono tesi che sono state discusse da alcuni partecipanti del Corso di Diploma di specializzazione in Diritto Nobiliare, Scienze Araldiche e Cerimoniale tenutosi a Roma su organizzazione dell'Istituto di Diritto Nobiliare, Storia ed Araldica e dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Viene così ulteriormente ampliato il panorama del vivace quadro dell'Italia delle città e delle autonomie, che tanto hanno caratterizzato il nostro Medio Evo, ma che, seppure in forme diverse, hanno mantenuto una vitalità di immagine anche nel XX Secolo.

La nobiltà civica. Atti del terzo...

Cecchetti R. (cur.)
Pisa University Press 2015

Disponibile in 5 giorni

18,00 €
Il volume raccoglie gli Atti del terzo Convegno di Studi di Diritto Nobiliare tenutosi a Roma nel 2014, proseguendo un'attività di Studi e di ricerca iniziata con il primo Convegno nel 2012. Le tematiche affrontate nel Convegno sono state quelle della Nobiltà Civica che, molto opportunamente, è stata definita "espressione della creatività e della vivacità sociale che ha caratterizzato le città italiane fin dal momento in cui queste hanno iniziato ad organizzarsi come Comuni, in una permanente dialettica di incontro-scontro con le due massime autorità dell'epoca, vale a dire il Papato e l'Impero. Fenomeno poliforme, è stato descritto, proprio perché spontaneo e legato alle realtà locali, tale quindi da sfuggire a rigidi inquadramenti sistematici, anche se caratterizzato da alcuni elementi comuni". Negli Atti che qui si pubblicano compare quindi una prima relazione, dedicata, preliminarmente, a un inquadramento di carattere generale della Nobiltà Civica sotto il profilo storico-giuridico, alla quale fanno seguito poi alcune relazioni più specifiche, relative ai Patriziati di Lucca, di Ravello e di Venezia. Completano il testo alcune comunicazioni programmate, che in realtà sono tesi, o parti di tesi, che sono state discusse da alcuni perfezionandi alla fine dell'anno accademico 2013/2014 del Corso di Perfezionamento in Diritto Nobiliare e Scienze Araldiche.

Il concetto giuridico di nobiltà...

Cecchetti R. (cur.)
Pisa University Press 2014

Disponibile in 5 giorni

14,00 €
Questo volume riporta gli Atti del secondo convegno di Studi di diritto nobiliare dedicato al tema "Il concetto giuridico di nobiltà dal mondo romano ad oggi" che si è tenuto a Tivoli nel 2013, organizzato dall'istituto Internazionale di diritto Nobiliare Storia ed araldica, proseguendo un'attività di approfondimento delle tematiche del diritto nobiliare iniziata con il primo convegno tenutosi nel 2012. Nelle relazioni introduttive vengono affrontati i temi della ricostruzione del concetto di nobilitas nel mondo romano, la poco conosciuta esperienza dei titoli nobiliari nell'Impero Romano d'Oriente , il concetto giuridico di nobiltà nel medio evo così come nucleato da grandi giuristi dal 1300 fino al 1700, e le originali tematiche della nobiltà napoleonica. Seguono gli interventi programmati che trattano dell'adrogatio romana, della nobiltà feudale nel regno di Napoli e di Sicilia nel periodo normanno svevo e, successivamente in quello aragonese, del patriziato genovese, della disciplina dei titoli nobiliari nell'attuale repubblica francese , ed una sintesi di quale fosse la legislazione nobiliare vigente negli Stati pre-unitari e nel successivo Regno d'Italia. Si presenta così agli occhi del lettore un quadro vivace e variegato, svoltosi in un periodo di tempo di quasi duemila anni, che appare ricco di spunti per comprendere lo sviluppo storico e, sotto alcuni profili, anche alcune realtà del mondo contemporaneo.

Le grandi iellate di nome Maria

Bertolizio Giorgio
Edizioni Clandestine 2005

Disponibile in 5 giorni

12,00 €
"Nella mitologia greca e romana s'incontrano divinità di qualsiasi specie e per ogni occasione, eppure non esiste una dèa della iella. E consolatorio, tuttavia, credere che esista davvero, soprattutto per non incolpare se stessi delle proprie sfortune. Ancor più confortante è costatare che persone famose hanno avuto una vita costellata di colpi di iella giacché, mentre la sfortuna della gente comune non consola nessuno, le celebrità fortunate sono persino antipatiche. I personaggi sfortunati e famosi sono parecchi. Nondimeno, un po' per galanteria ed un po' perché nascere femmina nei secoli addietro è stata considerata di per sé una sventura, è istintivo cominciare dalle donne scegliendo per prime quelle con un nome molto comune: Maria."

Il mistero dei Quona. Appunti per...

Zanchini Bernardo
Lampi di Stampa 2003

Disponibile in 5 giorni

24,00 €
Non é facile ricostruire I'origine del casato dei Quona che le circostanze storico-sociali hanno poi frantumato in rivoli famigliari insospettati, ma non tali da farlo scomparire dalla memoria storica anche se, finora, alcuni elementi di novità sono sfuggiti alla caccia dei più seri ricercatori e genealogisti. La ricerca tenta di riordinare le rintracciate presenze per ricollegarle in un corpus agli eventi ai quali i Quona parteciparono all'interno e all'esterno del gruppo famigliare e delle famiglie da quello originate. II testo è ordinato cronologicamente, con una tavola genealogica per ceppi che chiarisce i passaggi generazionali. Le note, la bibliografia consultata e I'indice dei toponimi integrano il testo.

Ritratti di signore....

Oddi Baglioni Lavinia
Guerini e Associati 2003

Disponibile in 5 giorni

18,50 €
Trentadue donne dell'aristocrazia romana si raccontano: descrivono la parabola personale e familiare, il percorso educativo... Le loro voci raccontano gli eventi politici cruciali di quegli anni, il Sessantotto, i movimenti femministi, i referendum sul divorzio e sull'aborto.