Popoli indigeni

Filtri attivi

Iniziazione presso gli amerindi. La...

Payeur Charles-Rafaël
L'Età dell'Acquario

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Charles-Rafaèl Payeur racconta e analizza in questo libro un'esperienza vissuta presso i nativi americani, una iniziazione ai misteri del sacro, dell'uomo e della natura attraverso il rituale della capanna sudatoria. Questa cerimonia simboleggia il ritorno nel grembo di Madre Terra ed è una forma di purificazione, sia fisica sia spirituale, accompagnata da preghiere e canti (oltre che un momento di toccante condivisione intorno al Fuoco Sacro, simbolo del Potere Creativo che tutto trasforma e guarisce). Attraverso di essa ci si libera dai gravami dell'identità individuale e si raggiunge una consapevolezza più profonda del proprio Sé interiore. Payeur introduce il lettore a questa esperienza con sensibilità ed erudiziene. Spesso compara ciò che sta vivendo, e ciò che gli viene insegnato, alle parole dei filosofi classici, alle tradizioni antiche, alle religioni e alle teologie dei popoli più diversi. Spesso cita la Bibbia e la tradizione cristiana, a cui è tornato con rinnovata convinzione, consapevole del fatto che le grandi esperienze spirituali sono costruite sugli stessi archetipi. Il cammino è descritto tappa per tappa, con puntualità e rispetto. Ed è rivolto a chi cerchi, semplicemente e onestamente, la verità degli esseri e delle cose.

Mondi perduti. Una storia dei...

Mattioli
Einaudi 2019

Disponibile in 3 giorni

32,00 €
Aram Mattioli racconta in modo vivido il lungo e violento processo di colonizzazione messo in atto dai coloni bianchi contro i nativi indiani, interpretando gli eventi globali sullo sfondo dei fenomeni centrali, dal Settecento alla prima decade del Novecento. Allo stesso tempo, prende in considerazione il punto di vista dei «vinti» su un piano di parità e mostra come i popoli indigeni reagirono in vari modi all'accaparramento delle terre. Gli indiani subirono un vero e proprio attacco etnocida, che comportò la perdita di gran parte dei territori ancestrali, delle risorse naturali, delle basi di sussistenza, e del diritto ad autodeterminarsi. Dei numerosi «primi popoli» l'autore evidenzia strutture sociali, caratteri culturali e modi di vivere. In scene ricche di pathos, Mattioli descrive le battaglie decisive e ritrae con efficacia sia le persone comuni sia gli importanti protagonisti della politica, mantenendosi sempre in equilibrio tra la comprensione empatica e la sobria analisi scientifica, decostruendo le leggende del mondo occidentale per affinare la comprensione degli eventi reali.

I dannati senza terra. I genocidi...

Pegoraro Leonardo
Meltemi 2019

Non disponibile

24,00 €
Il genocidio non è prerogativa dei soli Stati autoritari. Tenendo costantemente in tensione analisi concettuale e indagine storiografica, "I dannati senza terra" ricostruisce, nelle sue inquietanti sfaccettature, la storia della catastrofe indigena perpetrata dalle "democrazie" occidentali: dagli Stati Uniti al Canada, dall'Australia alla Nuova Zelanda. Veri e propri genocidi, realizzati per mezzo di politiche eliminazioniste di natura fisica, biologica e culturale: dal massacro all'assimilazione coatta, passando per la sterilizzazione eugenetica. Ne emerge un quadro al tempo stesso commosso, provocatorio e rigoroso, che intende restituire dignità alle vittime dimenticate e rispondere alla sfida lanciata dal revisionismo storico e al suo tentativo di cancellare i crimini più efferati dell'Occidente.

«Per gl'Indi del Sudamerica....

Grignani Mario L.
Storia e Letteratura 2018

Disponibile in 3 giorni

38,00 €
Le relazioni e informazioni che Giovanni Genocchi, sacerdote dei Missionari del Sacro Cuore, inviò a Roma dai suoi due viaggi in Sud America contribuirono a dar forma all'indirizzo papale che si espresse nel 1912 con l'enciclica Lacrimabili statu Indorum. Con essa Pio X, da un lato, denunciò gli abusi e le violenze che si commettevano contro gli indigeni e, dall'altro, promosse lo sviluppo delle missioni cattoliche e dell'evangelizzazione con lo scopo di difenderne la vita, la dignità e le proprietà. In questo volume, si raccolgono le relazioni e gli scritti inediti e parzialmente editi che Genocchi, redasse durante la missione che il papa gli aveva affidato in qualità di suo particolare visitatore in America Latina e si svolse tra il luglio del 1911 e il febbraio del 1913.

Il dono del potere. Vita e...

Fire Lame Deer Archie
Il Punto d'Incontro 2018

Disponibile in 3 giorni

14,90 €
"Quando mio padre fu sul punto di morire, mi afferrò la mano. Sentii il suo potere fluire dentro di me, fino a riempire tutto il mio essere. In quell'istante la mia vita cambiò completamente: il mio futuro divenne qualcosa che potevo solo intuire vagamente, come una catena montuosa in lontananza, avvolta in una foschia azzurra. In quel preciso istante, l'uomo che ero stato morì e un uomo nuovo ne prese il posto". Così Archie Fire Lame Deer, ubriacone inveterato, piantagrane e cascatore di Hollywood venne riportato - recalcitrante - al suo vero destino, al compito per il quale suo nonno l'aveva preparato, divenendo un grande uomo-medicina (o, come egli stesso si definiva, un "uomo spirituale") della tribù Lakota, detentore di una tradizione millenaria e famoso in tutto il mondo. I suoi trascorsi burrascosi gli consentirono di comprendere e aiutare tutti, perché un uomo-medicina "deve strisciare più in basso di un verme e volare più in alto di un'aquila".

Terra sacra. Religione e natura...

Versluis Arthur
Edizioni Mediterranee 2018

Disponibile in 3 giorni  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

12,90 €
Questo viaggio illuminante attraverso il territorio della spiritualità degli Indiani d'America, con le loro tradizioni di riverenza verso la terra, si contrappone al rifiuto del sacro da parte della società contemporanea - e alla sua arrogante fede nel proprio potere di controllo sul cosmo. L'autore ricostruisce il significato archetipico e simbolico dei rituali e dei siti sacri degli Indiani d'America, esaminando la loro spiritualità nel contesto delle grandi religioni mondiali. Il confronto mette in evidenza la ricchezza e l'universalità del loro approccio verso la terra, considerata come un essere vivente da amare e rispettare, e rivela la povertà dei nostri attuali atteggiamenti verso l'ambiente e le sue creature viventi. Senza perorare una conversione di massa alle tradizioni religiose degli Indiani d'America, o un'imitazione delle loro pratiche autoctone, Versluis ci mostra in che modo queste tradizioni rivelano la nostra vera eredità spirituale come esseri spirituali, indipendentemente dalla nostra ascendenza. Introduzione di Marco Toti.

Tatuaggio o pittura? Studio intorno...

Boggiani Guido
Eutimia 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
Le decorazioni sui corpi delle antiche popolazioni dell'America latina sono veri tatuaggi permanenti o pitture realizzate in occasioni particolari, per distinzione sociale o per pura estetica del corpo? L'antropologo Guido Boggiani, che ha vissuto molti anni presso quelle popolazioni, fornisce la sua risposta in questo agile saggio.

Scritti e racconti degli...

Hill Witt Shirley
Jaca Book 2017

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
In questo libro, pubblicato negli Usa nel 1972 e in Italia da Jaca Book la prima volta nel 1974, troviamo raccolti materiali inediti di autori indiano-americani, scrittori e poeti pieni di talento e testimoni di problematiche ed episodi troppo spesso distanti dall'attenzione della disciplina storica main-stream. Uniti a informazioni di carattere storico e mitico, vi troviamo spunti poetici e letterari di straordinario valore, che aiutano a non mutilare l'esperienza indiana di potenzialità espressive e creative fondamentali per la comprensione delle vicende di cui i nativi sono stati protagonisti, a volte loro malgrado. Solo un indiano-americano può giudicare compiutamente quest'opera, e apprezzarne la profondità e l'ampiezza di vedute. Un non-indiano-americano può ascoltare con intelligenza e attenzione la voce di un popolo variegato e orgoglioso, che affermando la propria identità culturale non manca di porre interrogativi inquietanti all'«uomo bianco» e alla sua coscienza.

Il popolo della terra. I navajo

Underhill Ruth M.
Ugo Mursia Editore 2016

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
I Navajo, la tribù dei Nativi americani più numerosa d'America, si è stanziata tra i canyon rocciosi e gli altipiani desertici del Nuovo Messico e dell'Arizona attorno al XII secolo. I gruppi originari migrarono verso sud-ovest dai territori del nord-ovest canadese e diedero inizio a un'avvincente storia umana che questo libro ricostruisce in tutti i suoi passaggi: dall'incontro con i Pueblo, popolo di agricoltori, allo scontro con i Conquistadores spagnoli, alle guerre con gli americani e infine il complesso e originale processo di integrazione nella società contemporanea. I Navajo sono riusciti ad assimilare e a rielaborare tutte le culture con le quali, nei secoli, sono entrati in contatto mantenendo però solide la propria identità, la propria cultura e la propria arte. Una storia che guarda oltre il folklore, traccia il percorso di evoluzione di un popolo e sfata molti falsi miti sui Nativi americani.

Isole di storia. Società e mito nei...

Sahlins Marshall
Cortina Raffaello 2016

Disponibile in 3 giorni  
ANTROPOLOGIA SOCIALE

20,00 €
Nessuna comunità umana, per quanto all'apparenza statica, confinata, isolata, può essere considerata a ragion veduta "fredda" o "fuori della storia". Lo evidenzia qui Marshall Sahlins, presentando i suoi studi su alcuni popoli del Pacifico, in particolare gli Hawaiani, presso i quali, avendo violato lo status rituale attribuitogli dagli indigeni, trovò la morte il famoso navigatore James Cook, meglio noto come capitano Cook. Sahlins sottolinea appunto che quelle "isole" (oltre alle Hawaii, le Figi e la Nuova Zelanda) hanno la loro storia che si intreccia con quella europea e, parallelamente, critica il modo "insulare" di pensare di molti studiosi occidentali, che hanno creato false dicotomie fra passato e presente, fra struttura ed evento, fra individuo e società, e sono stati a lungo indotti a ignorare le storie degli altri.

La questione indiana. Da Colombo al...

Galanti Massimiliano
Odoya 2016

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Da Cristoforo Colombo al generale William T. Sherman, da Cape Cod alla conquista dell'oceano Pacifico, nessuno potè impedire che si compisse il "destino manifesto" che Dio in persona sembrava aver riservato agli uomini bianchi, i was'ichu, i "ladri di grasso". Da est a ovest, da sud a nord, chiunque si fosse trovato sul loro cammino avrebbe dovuto trasferirsi altrove, e chiunque si fosse opposto avrebbe dovuto essere eliminato. Per i popoli nordamericani lo scontro con la schiacciante superiorità tecnologica degli europei e dei loro discendenti fu disastroso, e ancor di più lo furono le malattie portate dai bianchi, fino ad allora sconosciute nel Nuovo Mondo. A nulla valsero gli atti eroici, le resistenze accanite, la diplomazia e la saggezza dei capi tribali; alla fine del XIX secolo il drammatico declino demografico delle tribù superstiti e le disperate condizioni di vita nelle riserve fecero supporre, ai vittoriosi discendenti degli immigrati europei, di essersi finalmente liberati dall'ingombrante presenza di quei popoli "selvaggi e sanguinari". Oggi, dopo più di cinquecento anni dall'inizio della conquista e oltre un secolo dall'ultimo grande massacro d'indiani, che a Wounded Knee segnò la fine del sogno di libertà dei popoli indigeni nordamericani, loro, i Native Americans, sono ancora fra noi e continuano a rivendicare le terre rubate e la propria dignità di popoli sovrani.

Autobiografia di un capo indiano

Black Hawk
Castelvecchi 2016

Disponibile in 3 giorni

13,50 €
In questo libro per la prima volta un nativo americano ha raccontato la sua vita affidandola alla scrittura. Capo guerriero della tribù dei sauk, Black Hawk passò alla Storia per essere sceso in guerra contro il governo degli Stati Uniti e aver guidato la resistenza della sua gente. Combattuto contro forze nemiche soverchianti, il conflitto si concluse in un massacro per i sauk, Black Hawk fu catturato, portato nelle città dell'Est ed esibito come un trofeo. Fu allora che, per ristabilire il controllo sulla propria figura e sulla sua storia, decise di dettare le proprie memorie. Con la solennità di un vecchio e rispettato capo tribù, Black Hawk ripercorre le vicende della sua vita: dall'infanzia nel villaggio di Saukenuk fino alle scelte dell'età adulta e alla decisione di combattere contro l'invasione dei coloni bianchi. Dalle pagine del libro emerge un mondo scomparso ma ancora incredibilmente ricco di vita.

La profezia dei 7 fuochi....

Rankin Dominique
Amrita 2016

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
"La profezia dei sette Fuochi" è un messaggio di speranza per chi soffre a causa del proprio passato individuale o collettivo, indipendentemente dalle proprie origini. Questo libro racconta l'incredibile storia di Dominique Rankin, uno dei capi della Nazione Algonchina e uomo eccezionalmente resiliente, uscito più forte e più saggio dopo aver attraversato gli orrori che la Storia canadese del XX secolo (a noi vicina nel tempo ma a lungo tenuta nascosta dalle autorità) ha riservato ai bambini amerindiani, i "piccoli selvaggi". Rankin ci svela un po' alla volta i segreti conservati per millenni dall'oggetto più sacro per la sua gente: la cintura wampum. Su di essa è iscritta la profezia che aveva previsto i tragici eventi legati all'arrivo dei bianchi, ma anche, in un futuro non lontano, un'era di fratellanza e di pace, mostrandoci le risorse della natura umana, le sfide che dobbiamo affrontare, le vie del perdono e della guarigione.

Mitakuye Oyasin. Il viaggio...

Martire Alessandro
L'Età dell'Acquario 2016

Disponibile in libreria  
UFOLOGIA PARANORMALE

21,00 €
In questo "viaggio dell'anima", Alessandro Martire propone un percorso fatto di immagini, pensieri e sensazioni a quanti desiderano "percepire" la profondità spirituale della nazione Lakota, tramandata con grande sacrificio dagli Anziani e da coloro che continuano a proteggere il più grande "tesoro" dei popoli del Continente della Tartaruga. Riflettere sugli insegnamenti della tradizione dei nativi americani, come sono sopravvissuti nei secoli alla violenza degli europei, permette di immergersi in un oceano di saggezza senza tempo, entrando con rispetto e consapevolezza in una realtà nella quale le sacre cerimonie hanno ancora un ruolo fondamentale. Questo libro è il primo passo di un cammino che richiede innanzitutto di allontanarsi dagli assoluti e dalle certezze della cultura occidentale, attaversando idealmente le immense praterie del Dakota e ascoltando il vento che ne accarezza l'erba e fa muovere le nuvole in cielo: l'obiettivo è cercare di comprendere finalmente che cosa sia il bene e che cosa sia il male, e come la Natura possa aiutarci a ritrovare quell'atteggiamento di rispetto per le altre culture che è tipico della spiritualità dei nativi americani, perché Mitakuye Oyasin, "siamo tutti fratelli".

Figli della foresta. Storia,...

Centini Massimo
Xenia 2015

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
Nel corso della storia, abbiamo testimonianze di alcuni casi di bambini vissuti nelle foreste: talvolta si tratta di scoperte comprovate da testimonianze rigorose, altre volte di incontri riferiti in modo approssimativo e incerto, spesso fantasioso. L'autore ripercorre queste molteplici narrazioni, distinguendo i casi di cui abbiamo riscontri e prove, da quelli di cui non siamo certi. Ma, nel corso del libro, illustra anche la grande varietà di ispirazioni letterarie e cinematografiche che si sono impossessate di queste storie. Dal mito fondativo di Romolo e Remo allevati dalla lupa, ai personaggi letterari come Mowgli di Kipling o Victor, il ragazzo dell'Aveyron, educato e studiato dal medico francese Jean Itard nel Settecento, il cui caso si è inserito nel dibattito sul "buon selvaggio" e nella delineazione della nuova pedagogia illuminista e che ha avuto una famosa trasposizione cinematografica da parte di François Truffaut, il libro percorre queste storie, per arrivare infine al caso recente del bambino trovato nelle foreste africane. Perché questi ragazzi suscitano tanto interesse? Perché colpiscono per la loro diversità e per la capacità di adattarsi a condizioni ambientali da cui l'uomo si è ormai allontanato completamente. Allevati da animali e ben diversi dallo stereotipo del bambino cresciuto in famiglia, i ragazzi selvaggi ci interrogano e ci affascinano, ci incuriosiscono e ci inquietano...

Mahabharata. La grande guerra della...

Gomez Miguel A.
Laksmi 2015

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
Il volume che conclude la trilogia del Mahabharata reso in forma di graphic novel da Gol, attraverso una sceneggiatura accattivante basata su uno studio approfondito e una ricerca storica, rende accessibile al pubblico occidentale questo grande classico della letteratura universale. La battaglia di Kurukshetra inizia con la Bhagavadgita, il noto dialogo che si svolge tra il Signore Krishna e Arjuna, ricco di insegnamenti spirituali ed etici.

Il ritorno dei popoli delle stelle

Clarke Ardy Sixkiller
Venexia 2015

Disponibile in 3 giorni

22,00 €
L'autrice descrive gli incontri avvenuti tra gli indiani d'America e le razze aliene, a loro note come "i popoli delle stelle", attraverso una serie di racconti narrati da indiani di ogni classe ed estrazione sociale. Da questa raccolta di esperienze emerg

Tristi tropici

Lévi-Strauss Claude
Il Saggiatore 2015

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
"Ho cercato la mia strada molto a lungo. In etnologia sono un completo autodidatta. Una prima rivelazione l'ho avuta per ragioni inconfessabili: smania d'evasione, desiderio di viaggiare." Queste parole di Claude Lévi-Strauss riassumono il senso di "Tristi Tropici", resoconto delle spedizioni compiute dall'autore nel Mato Grosso e nella foresta amazzonica. Quando Lévi-Strauss, nel 1934, arrivò a Sào Paulo per ricoprire la cattedra di sociologia all'università, il suo interesse per l'antropologia era ancora una passione non concretizzata. Una volta giunto in Brasile, la curiosità per le culture indigene e il desiderio di visitare un paese in gran parte inesplorato lo spinsero a organizzare una serie di ricerche "sul campo". Entrò così in contatto con le tribù autoctone, potè conoscerne direttamente le usanze e la vita quotidiana. Di ritorno da quel lungo viaggio, Lévi-Strauss lasciò calare il silenzio su quell'esperienza: non una parola che ricordasse le difficoltà, i rischi che gli incontri con civiltà indigene gli avevano procurato. Quindici anni più tardi, decise di raccontare ciò che aveva visto e vissuto. E nel 1955 uscì questo saggio, che cambiò per sempre i destini dell'antropologia ma che è soprattutto un racconto vivo dove si intrecciano descrizioni degli uomini e della natura, aneddoti, considerazioni filosofiche e narrazione dell'avventura quotidiana del ricercatore.

Tribù selvagge. La mia vita tra gli...

Chagnon Napoleon A.
Il Saggiatore 2014

Disponibile in 3 giorni

29,90 €
Quello di cui Napoleon Chagnon era consapevole - il motivo che l'aveva spinto a partire - era che lo studio degli Yanomamo avrebbe rappresentato un'occasione unica, non solo per se stesso, ma per l'intera Antropologia. Puntando il dito contro gli antropologi culturali, da troppo tempo lontani dalla ricerca sul campo, Chagnon parte per il Sud America. Tra le ultime tribù indigene viventi, gli Yanomamö non avevano mai avuto alcun contatto sostanziale con la civiltà: stanziata in una sacca del bacino del Rio delle Amazzoni, la tribù era rimasta sconosciuta al mondo esterno fino agli anni cinquanta del Novecento. Una società il cui assetto avrebbe potuto fornire un'immagine dello stato di natura, della preistoria dell'uomo. Quello che Chagnon, però, non poteva affatto immaginare era la portata rivoluzionaria delle sue scoperte e la controversia - un dibattito che avrebbe intaccato le basi stesse dell'antropologia culturale - che ne sarebbe scaturita. Iniziata nel 1964 e proseguita per oltre trentacinque anni, la ricerca di Chagnon approda a una tesi tanto innovativa quanto scomoda: gli Yanomamo sono una "tribù pericolosa", appunto, una società votata alla violenza, la confutazione vivente del mito del buon selvaggio. Ferocemente criticato da altri studiosi, per tutta la sua carriera Chagnon insistette su un approccio scientifico della ricerca antropologica, sulla necessità di studi sul campo e sul passaggio obbligato dall'antropologia culturale e quella evolutiva.

I leggendari guerrieri delle praterie

Martire Alessandro
Altravista 2014

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
"Una civiltà apparentemente lontana nello spazio e nel tempo, dai tratti talvolta leggendari, talvolta stereotipati, che può essere davvero capita solo se vista da vicino: certo non è semplice, dal punto di vista europeo, cogliere pienamente la bellezza, la tecnologia, la spiritualità, l'armonia del popolo Lakota, guerrieri capaci di profondo rispetto per la natura, per la vita, capaci di piegarsi anche ai cambiamenti più drastici senza spezzarsi. Con la passione di chi ha vissuto presso di loro per anni, Alessandro Martire spiega chi erano, e come si sono trasformati, dai tempi delle sterminate praterie fino ai tempi delle riserve, e di come ora siano combattuti fra la volontà di mantenere le proprie tradizioni e la necessità di integrarsi nella contemporaneità. Al lettore non resta altro che scoprire quanto questo popolo abbia da insegnarci."

Il mondo fino a ieri. Che cosa...

Diamond Jared
Einaudi 2014

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Dai viaggi in aereo ai telefoni cellulari, dall'alfabetizzazione all'obesità, la maggior parte di noi dà per scontate alcune caratteristiche della modernità, ma per la quasi interezza dei suoi sei milioni di anni di vita la società umana non ha conosciuto nulla di tutto ciò. E se il baratro che ci divide dai nostri antenati primitivi può apparirci incolmabile, osservando le società tradizionali ancora esistenti, o esistenti fino a poco tempo fa, possiamo farci un'idea di com'era il nostro antico stile di vita. Società come quella degli abitanti degli altipiani guineani ci ricordano che, in termini evoluzionistici, le cose sono cambiate soltanto di recente, e questo libro ci offre un affascinante ritratto di prima mano di ciò che per decine di migliaia di anni è stata la vita dell'umanità, soffermandosi sul significato che le differenze fra quel passato ormai quasi scomparso e il nostro presente hanno per l'uomo di oggi. "Il mondo fino a ieri" è il libro più personale scritto da Jared Diamond, che attinge a piene mani a decenni di lavoro sul campo nelle isole del Pacifico e da testimonianze sugli inuit, gli indios dell'Amazzonia, i san del Kalahari e molti altri popoli. Diamond non idealizza romanticamente le società tradizionali: alcune fra le loro pratiche restano per noi inaccettabili, ma è importante riconoscere dove e quando le loro esperienze hanno fruttato dei passi avanti nella società e nel comportamento umani.

Cannibali e re. Le origini delle...

Harris Marvin
Feltrinelli 2013

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Perché i cacciatori dell'età della pietra vivevano in un benessere quasi invidiabile? Come nacque l'agricoltura? E la guerra? Perché gli Aztechi si cibavano dei loro prigionieri e praticavano sacrifici cruenti? Cosa spinse tante culture alla sistematica uccisione delle neonate? Quale fu l'origine di una supremazia, quella maschile, che non ha alcuna giustificazione biologica? Come sorse e si radicò il complesso di Edipo? A domande come queste il grande antropologo americano Marvin Harris dà organica risposta, mettendo a frutto lunghe ricerche condotte fra le civiltà primitive e avanzate del presente e del passato, costruisce una teoria per molti aspetti originale basata su un rinnovato determinismo. Secondo Harris le diverse civiltà e culture locali si sono sviluppate e caratterizzate a seconda del loro o modo di rispondere alle effettive disponibilità delle risorse. Quando la domanda della popolazione in aumento era superiore a tale disponibilità, le culture intensificavano la produzione finché le risorse originali si approssimavano a un pericoloso esaurimento. Per sopravvivere era allora necessario agire sulla domanda, anche con mezzi radicali, e cercare altre risorse attraverso nuove tecnologie (l'agricoltura, ad esempio), dando inizio a un nuovo ciclo fatalmente portato a ripercorrere le tappe di quello precedente, nella perenne ricerca di un equilibrio possibile, in cui il rapporto costi-benefici fosse sopportabile.

Le origini dei poteri magici

Durkheim Émile
Bollati Boringhieri 2013

Disponibile in 3 giorni

11,00 €
Apparsa in Italia per la prima volta nel 1951, questa ambiziosa e innovatrice raccolta di monografie della Scuola sociologica francese ha per oggetto il problema della "logica dei primitivi". Anche se oggi, con l'esperienza di cui possiamo fruire, siamo in grado di giudicare i limiti di queste prove, resta il fatto che il moto umanistico che ha animato Durkheim, Hubert e Mauss rende queste scritti sempre più attuali e "contemporanei"; essi hanno infatti costituito uno dei primi tentativi di inserire il materiale etnologico in una problematica culturale moderna. Nei tre saggi selezionati da Ernesto de Martino, che ne firmò anche la prefazione, troviamo la prima formulazione del concetto di "rappresentazione collettiva"; il germe di quel filone di ricerche che sfocerà nel "pensiero selvaggio" di Lévi-Strauss e, soprattutto, il primo approccio corretto allo studio dell'istituto dei poteri magici. "Le origini dei poteri magici" occupa un posto importante nel progresso del moderno umanesimo ed è riuscita a rendere più comprensibile il nostro stesso destino culturale, la nostra stessa storia.

Un esperanto iperboreo. In viaggio...

Scarcia Roberto
Biblion 2011

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
I Pomor sono i discendenti di coloni russi, provenienti principalmente dall'antica Novgorod, abitanti la regione di Pomor'e, una zona la cui frontiera meridionale si trova sullo spartiacque fra il bacino del Mar Bianco e quelli dei fiumi diretti verso sud.

La scoperta dell'umanità. Incontri...

Abulafia David
Il Mulino 2010

Disponibile in 3 giorni

35,00 €
Si è scritto molto sulle grandi scoperte geografiche dell'età di Colombo, assai meno sull'esperienza che quei primi viaggiatori europei fecero incontrando le popolazioni native delle nuove terre cui approdavano. Questi incontri cominciarono in realtà oltre un secolo prima di Colombo, quando i primi spagnoli arrivarono alle Canarie, continuarono sulle coste africane e infine nelle isole caraibiche a cui arrivò Colombo. Gli europei scoprirono allora che il genere umano era più vasto e differenziato di quanto avessero saputo fin lì. Ma quei "selvaggi" nudi, licenziosi, magari anche cannibali, erano uomini davvero? E se lo erano per l'aspetto, lo erano per l'anima? Perché non conoscevano la parola di Cristo? E potevano riceverla? Un grande storico come Abulafia ripercorre sulla base delle cronache del tempo i primi viaggi atlantici degli europei, dalla metà del Trecento ai primi decenni del Cinquecento, raccontando come quegli incontri si svolsero, e quali effetti ebbero sia sull'idea europea di genere umano sia sul destino, tragico, di quei popoli sconosciuti.

La piuma dell'aquila

Turtle Heart
Venexia 2010

Disponibile in 3 giorni

22,50 €
La piuma dell'aquila è per gli Indiani simbolo di potere e conoscenza, che richiama al rapporto simbiotico con la Natura e i cicli del tempo lunare. Questo libro è uno scrigno che racchiude il linguaggio per comunicare con la Terra, vero e proprio organism

La lingua della terra. I Mapuche in...

Ray Leslie
BFS Edizioni 2010

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
La lunga storia della lotta di resistenza dei Mapuche, indigeni sudamericani oggetto di una politica segregazionista e repressiva da parte dei governi cileni e argentini. Il popolo della terra (traduzione letterale di Mapuche) è stato deportato in riserve, ridotto alla fame e alla marginalità sociale dalle logiche statali e dall'avidità dei proprietari terrieri e delle multinazionali (emblematico il conflitto con il gruppo Benetton). Con una scrittura chiara e appassionata, Leslie Ray ci racconta le tradizioni e l'identità culturale di un popolo "senza confini" che ha subito pesanti discriminazioni razziali negli ultimi due secoli. Quando l'autore incontrò per la prima volta le organizzazioni mapuche, era un winka, un "invasore", una persona di cui diffidare. Ora, dopo anni di esperienze condivise, è considerato un peñi, un "fratello". Forte di queste premesse, il libro narra l'avvincente e sofferta storia dei Mapuche, finalmente dal loro punto di vista.

Conquista. La distruzione degli...

Livi Bacci Massimo
Il Mulino 2009

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Quali furono le cause e i meccanismi della catastrofe demografica seguita alla scoperta dell'America? La documentazione giunta fino a noi è straordinariamente ricca: conquistadores, religiosi, uomini di legge, funzionari e mercanti scrivevano memorie e rapporti, stilavano atti, svolgevano inchieste, emettevano sentenze. Il mondo indigeno, per parte sua, ha lasciato eloquenti tracce degli eventi e molte testimonianze dirette dello spietato soggiogamento perseguito dagli europei. Facendo parlare queste fonti, Livi Bacci dimostra che il rovinoso declino degli indios non fu la conseguenza inevitabile del contatto con gli europei, ma un risultato cui contribuirono sia i modi della Conquista, sia la natura delle società sottomesse.

I Pawnee. I pacifici indiani delle...

Hyde George E.
Ugo Mursia Editore 2009

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
I Pawnee, originari dei territori dell'attuale Oklahoma e stanziatisi fin dal XVII secolo nella regione dell'odierno Nebraska, appartengono al ceppo culturale e linguistico caddo, una famiglia di indiani che conduceva un'esistenza parzialmente sedentaria nelle grandi pianure a ovest del fiume Missouri. I tentativi pawnee di resistere alle invasioni del proprio territorio da parte dei bianchi ebbero scarso successo e non sfociarono mai in un aperto conflitto con gli americani nei confronti dei quali i Pawnee tennero sempre un atteggiamento pacifico e quasi remissivo. Una volta trasferiti nelle riserve del Territorio Indiano (Oklahoma), subirono una decadenza fisica, spirituale ed economica tale che li portò a sfiorare l'estinzione.

Dal miele alle ceneri

Lévi-Strauss Claude
Il Saggiatore 2008

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Lévi-Strauss prosegue il cammino di ricerca antropologica iniziato con "Il crudo e il cotto", ponendo la sua attenzione sui miti degli indios sudamericani. L'antitesi tra il miele e il tabacco è più complessa di quella tra il crudo e il cotto: da un lato,

Il sentiero delle lacrime. Storia...

Buffarini Domenico
Biblioteca dell'Immagine 2007

Disponibile in 3 giorni

12,50 €
Un viaggio alla scoperta delle origini, delle abitudini, del grande orgoglio, della forza, della naturale saggezza e della bellezza di questo popolo unico. Dal primo contatto con gli Yankees della "nuova Inghilterra" alle guerre di Successione, dalla fine della nuova Francia all'America inglese, dalla lega Irochese al ruolo degli indiani durante la rivoluzione americana. In queste pagine non si nascondono i momenti difficili che lungo i secoli i nativi americani hanno dovuto affrontare. Questo è un popolo da sempre braccato e torturato, ma che nessuno è riuscito a sconfiggere. Un popolo mai estinto. Con questa seconda uscita si continua la collezione della "Storia degli Indiani del Nord America". Un'opera completa, dalla conquista spagnola ai giorni nostri, divisa in 6 volumi.

Il segreto degli antenati. Un...

Pavanello Mariano
Altravista 2007

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
Il segreto degli antenati è il risultato di una lunga esperienza di vita e di ricerche etnologiche in Ghana dove, tra il 1989 e il 2006, Mariano Pavanello ha trascorso oltre ventisette mesi sul terreno tra gli Nzema, una popolazione akan stanziata nell'estremo lembo sud occidentale del Ghana, in una piccola regione che si affaccia sul golfo di Guinea al confine con la Costa d'Avorio. Un percorso che propone al lettore le questioni fondamentali dell'etnografia akan, ricostruendo in uno scenario unitario le problematiche sociopolitiche dell'area, il sistema di parentela e le tattiche matrimoniali, la percezione interna della storia e le forme di organizzazione produttiva, senza tralasciare alcuni aspetti inquietanti connessi ai piani della magia e della stregoneria.

Canti rituali degli indiani...

Red Edizioni 2004

Disponibile in 3 giorni

9,90 €
Il mondo delle diverse popolazioni degli indiani d'America rivive in questi canti: canti per le festività, liriche d'amore, inni di ringraziamento alla natura e alle sue forze primordiali (terra, acqua, vento), danze di guerra e di caccia, riti d'iniziazione, cerimonie sciamaniche...

Figli del grande spirito. La...

Recheis K.
Il Punto d'Incontro 1997

Disponibile in 3 giorni

12,95 €
Il terzo volume di una trilogia unica nel suo genere sulla saggezza degli Indiani d'America. Orso in Piedi, Alce Nero, Momaday e Falco Grigio sono solo alcune delle voci autorevoli chiamate a testimoniare l'amore per la natura e il rispetto per la vita che il popolo pellerossa sa esprimere. Accompagnati dalle suggestive fotografie d'epoca di Edward S. Curtis, i testi originali selezionati da Recheis e Bydlinski ci rivelano un mondo spirituale assai ricco e profondo.

Seppellite il mio cuore a Wounded Knee

Brown Dee
Mondadori 1994

Disponibile in libreria  
STORIA CONTEMPORANEA

18,00 €
1860-1890: è il trentennio della «soluzione finale» del problema indiano, con la distruzione della cultura e della civiltà dei pellerossa. In questo periodo nascono tutti i grandi miti del West, un'epopea a esclusivo beneficio degli uomini bianchi. I racconti dei commercianti di pellicce, dei missionari, dei cercatori d'oro, delle Giacche Blu, degli avventurieri, dei costruttori di ferrovie e di città stendono una fitta coltre che nasconde la versione indiana sulla conquista del West. I pellerossa costituivano l'antistoria, l'ostacolo al trionfo della nuova civiltà; per di più non sapevano scrivere nella lingua dei bianchi. Eppure la loro fievole voce non è andata perduta del tutto: alcuni ricordi hanno resistito al tempo in virtù della tradizione orale o per mezzo delle pittografie; dai verbali degli incontri ufficiali è possibile desumere illuminanti testimonianze; nelle rarissime interviste raccolte da giornalisti sono reperibili suggestive ricostruzioni di celebri e sanguinosi avvenimenti; e da sperdute pubblicazioni dell'epoca l'opinione dei pellerossa è potuta giungere fino a noi. Dee Brown ha raccolto queste fonti, le ha sottoposte a un esame critico, ha steso la narrazione. Per la prima volta, attraverso il suo lavoro di storico, a parlare sono i pellerossa, dai grandi capi agli oscuri guerrieri, che narrano come venne distrutto un popolo e il mondo in cui viveva.

Amicizia con la terra. La via degli...

Recheis Käthe
Il Punto d'Incontro 1994

Disponibile in 3 giorni

12,90 €
Una raccolta sulla saggezza e sulla spiritualità degli Indiani d'America. Orso in Piedi, Alce Nero, Ta-tanga Mani, Momaday e Ohiyesa sono solo alcuni degli autori qui chiamati a testimoniare il profondo amore per la natura e il grande rispetto per la vita che il popolo pellerossa sa esprimere. Accompagnati dalle suggestive fotografie d'epoca di Edward S. Curtis, i pensieri e la saggezza degli Indiani d'America ci rivelano un mondo spirituale assai ricco e profondo.

Toro Seduto. Campione dei Sioux

Vestal Stanley
Ugo Mursia Editore

Non disponibile

20,00 €
Dotato di una grande carica magnetica e ritenuto un prodigioso sciamano, il capo sioux Toro Seduto seppe tener testa alle forze militari e politiche statunitensi, infliggendo all'esercito americano una delle più cocenti sconfitte nella battaglia di Little Big Horn (1876), dove rimase ucciso il colonnello George Armstrong Custer. Questa accurata biografia, basata quasi interamente su testimonianze dirette degli indiani d'America, traccia il ritratto dell'ultimo campione di un popolo che, difendendo disperatamente la propria libertà e il proprio modo di vivere semplice, cercò invano di opporsi all'avanzata inesorabile della civiltà moderna ad opera dei coloni bianchi.

Popoli primitivi e manifestazioni...

Bozzano Ernesto
StreetLib 2019

Non disponibile

12,99 €
L'Autore raccoglie in questa monografia una serie di casi, sapientemente vagliati e documentati, circa le manifestazioni supernormali fra gli attuali popoli primitivi: selvaggi e non selvaggi. Si tratta di una accurata analisi di documenti sulla telepatia, la chiaroveggenza nel presente, nel passato e nel futuro, le levitazioni umane, gli apporti, la voce diretta, le materializzazioni, le apparizioni dei viventi e dei defunti, ed altre manifestazioni metapsichiche quali si realizzano per la massima parte fra i popoli selvaggi. Ciò che soprattutto importa notare, è che i fenomeni estrinsecantisi presso questi popoli, sono in tutto analoghi a quelli che si verificano presso noi, popoli civili: la qual cosa risulterà particolarmente evidente, perché l'Autore si fa premura di richiamarsi spesso, o addirittura di riportare, dei casi consimili della casistica europeo-americana. La serietà della documentazione è tale, da indurci a riflettere anche per fenomeni apparentemente imbarazzanti, quali, per esempio, quelli di "Licantropia". Con la lettura di quest'opera ci si può pertanto formare un'idea di alcune importanti categorie metapsichiche. Questa esposizione commentata, scientificamente ineccepibile, e corredata di casi anche modernissimi, non mancherà di interessare, oltre ai cultori della metapsichica, anche antropologi, etnologi e psicologi. Questi ultimi troveranno una concezione del tutto nuova circa la genesi dell'idea della sopravvivenza presso i selvaggi.

Popoli primitivi e manifestazioni...

Bozzano Ernesto
StreetLib 2019

Non disponibile

12,99 €
L'Autore raccoglie in questa monografia una serie di casi, sapientemente vagliati e documentati, circa le manifestazioni supernormali fra gli attuali popoli primitivi: selvaggi e non selvaggi. Si tratta di una accurata analisi di documenti sulla telepatia, la chiaroveggenza nel presente, nel passato e nel futuro, le levitazioni umane, gli apporti, la voce diretta, le materializzazioni, le apparizioni dei viventi e dei defunti, ed altre manifestazioni metapsichiche quali si realizzano per la massima parte fra i popoli selvaggi. Ciò che soprattutto importa notare, è che i fenomeni estrinsecantisi presso questi popoli, sono in tutto analoghi a quelli che si verificano presso noi, popoli civili: la qual cosa risulterà particolarmente evidente, perché l'Autore si fa premura di richiamarsi spesso, o addirittura di riportare, dei casi consimili della casistica europeo-americana. La serietà della documentazione è tale, da indurci a riflettere anche per fenomeni apparentemente imbarazzanti, quali, per esempio, quelli di "Licantropia". Con la lettura di quest'opera ci si può pertanto formare un'idea di alcune importanti categorie metapsichiche. Questa esposizione commentata, scientificamente ineccepibile, e corredata di casi anche modernissimi, non mancherà di interessare, oltre ai cultori della metapsichica, anche antropologi, etnologi e psicologi. Questi ultimi troveranno una concezione del tutto nuova circa la genesi dell'idea della sopravvivenza presso i selvaggi.

Brevi scritti per la Pennsylvania

Penn William
Morlacchi 2018

Non disponibile

15,00 €
Personalità di spicco nell'Europa del Seicento, William Penn occupa una posizione singolare nel panorama storico-politico inerente la vicenda della colonizzazione inglese del Nuovo Mondo. La fede quacchera e le convinzioni pacifiste improntano la sua visione della Pennsylvania, un ampio territorio di cui nel 1681 era divenuto proprietario per concessione del re Carlo II, e che concepisce come nazione di cittadini liberi di professare il proprio credo e uguali di fronte alla legge. La stessa ottica caratterizza i suoi rapporti con gli indiani, da lui ritenuti legittimi proprietari del territorio e trattati come suoi pari. Penn ne impara presto la lingua e ne descrive la cultura lasciandoci un vivido e dettagliato ritratto dei Lenni Lenape o Delaware Indians, considerato dagli studiosi una preziosa e attendibile fonte di informazioni, priva di quelle valutazioni superficiali, frutto di pregiudizi eurocentrici, che invece abbondavano nei resoconti sul Nuovo Mondo.

Controstoria dei Pellirosse...

Aracne 2018

Non disponibile

22,00 €
L'opera, partendo dalle originarie migrazioni e dai primi insediamenti, analizza le culture precolombiane del Nordamerica e, quindi, l'incontro-scontro con gli europei, sia spagnoli e francesi sia, soprattutto, anglosassoni. L'ultima sezione è dedicata alla fase finale dello scontro, cioè alle guerre indiane nelle Grandi Pianure e nelle Colline Nere (1862-1890), con il conseguente genocidio ed etnocidio di quelle popolazioni. Il libro mette in rilievo il valore storico ed etico-culturale di quei popoli, analizzando tutti i principali eventi che hanno caratterizzato il conflitto con l'uomo bianco. Gli autori sono, per la maggior parte, studenti di scuole superiori del Veneto.

La conoscenza segreta degli indiani...

Braschi Enzo
Verdechiaro 2018

Non disponibile

16,00 €
«Per noi un uomo è ciò che la natura o i suoi sogni decidono. È una cosa che riguarda solo lui» diceva un tempo un Uomo Sacro dei Lakota (Sioux). «Noi rispettiamo un uomo per quello che è» gli fa eco, oggi, un giovane appartenente alla tribù degli Omaha. Il trascorrere del tempo, la catena che salda le varie generazioni fra loro resta inossidabile per i Nativi Americani: sopra ogni cosa essi pongono il rispetto per tutto ciò che la Creazione ha posto su Madre Terra, animato o che ai nostri sensi si mostra privo di vita. Così, il mondo degli uomini "diversi da tutti gli altri", gli Heyoka della tradizione lakota, ovvero i "Sacri Pagliacci" che vivevano la vita al "contrario"; o delle "Donne con Due Facce", o degli Winkte - gli "Uomini-donna" -, per la prima volta viene raccontato in quest'ultimo libro di Enzo Braschi sulla cultura degli Indiani d'America. Così come ci viene raccontato dell'imparentamento" del genere umano con i "Contrari del Mondo di Sopra": i Katchinas degli Indiani Hopi, i Muxul - i "Guardiani delle Stelle" degli antichi Maya -, il Piccolo Pololo dei Cherokee, dei Seneca, dei Mohawk, dei Mi'kMaq... Perché il Grande Spirito ama le diversità e che le diversità si riconoscano in Lui e si amino tra loro. E perchè conoscere altro non è se non ricordare, ed è giunto il momento in cui tutti dobbiamo ricordarci che siamo una sola cosa, qui su questa terra come lassù, nel cielo, il cui sentiero - che non si è mai interrotto - attende finalmente di essere ripercorso come all'inizio del tempo.

La città perduta del dio scimmia....

Preston Douglas
Rizzoli 2017

Non disponibile

20,00 €
Sin dai tempi del conquistador Hernán Cortés si racconta della Città del Dio Scimmia, detta anche la Città Bianca, un antico insediamento perduto da qualche parte nella Mosquitia, una foresta pluviale inesplorata dell'Honduras. Secondo le leggende, sarebbe stata fondata in quella regione inaccessibile per sfuggire agli invasori spagnoli, e nessuno l'ha mai cercata perché su di essa grava una maledizione: chiunque ne varcherà le mura verrà ucciso, dalla malattia o dal diavolo. Nel 1940, il giornalista e avventuriero Theodore Morde torna dalla giungla portando con sé centinaia di reperti e una storia misteriosa, ma si uccide senza rivelare il luogo esatto in cui si trova. Oltre settant'anni dopo, Douglas Preston si unisce a un team di scienziati per una ricerca senza precedenti. Nel 2012 sale per la prima volta su un piccolo aereo che trasporta il Lidar, una tecnologia segreta e avanzatissima in grado di mappare persino i terreni più ostili della foresta. In una piccola valle circondata da ripide montagne, le immagini mostrano non solo una città di grandi dimensioni totalmente sconosciuta, ma anche l'esistenza di una civiltà ignota. Per trovare conferma alle rilevazioni aeree, Preston e il team affrontano un viaggio durissimo e pericoloso nella foresta honduregna, combattendo contro piogge torrenziali, valanghe di fango, insetti, giaguari e serpenti velenosi. Tutto sembra finire bene, ma al ritorno l'autore e altri membri del gruppo scopriranno di essere stati contagiati da una malattia incurabile, e dagli effetti potenzialmente mortali...

Viaggio nella terra dei nativi del...

Piu-Cortis Paolo
Arbor Sapientiae Editore 2017

Non disponibile

15,00 €
L'autore ha voluto conoscere in prima persona la realtà dei Nativi del Nord America, non solo portando avanti ricerche nelle biblioteche, ma soprattutto parlando direttamente con loro. È proprio il profondo desiderio di conoscenza uno degli elementi di forza di questo libro. L'autore passa con disinvoltura dalla rievocazione storica alla testimonianza autobiografica, con varie digressioni di natura linguistica e letteraria. Ne deriva un racconto avvincente, in cui il ricordo personale si intreccia alle fonti storiche.

Indiani d'America, incontri...

Giordano F.
Accademia University Press 2017

Non disponibile

14,00 €
L'incontro degli indiani d'America con il mondo europeo viene qui studiato nelle molteplici declinazioni che li vedono entrare in un discorso globale i contatti transatlantici e nelle dinamiche del colonialismo e del cosmopolitismo. I saggi raccolti nel volume affrontano l'argomento in una ricerca interdisciplinare che abbraccia storia, letteratura e antropologia delle Americhe. Da un lato studiando l'incontro con esploratori, viaggiatori e missionari italiani che si recarono in Nord America tra gli anni Venti dell'Ottocento e gli anni Venti del Novecento nella zona compresa tra le sorgenti del Mississippi nel Minnesota e i Grandi Laghi del Nord Est, come anche in Sud America, nel Mato Grosso, Patagonia e Terra del Fuoco. Dall'altro studiando i viaggi di nativi americani nel continente europeo come missionari, attori del Wild West di Buffalo Bill, soldati nel primo conflitto mondiale e le riletture di queste storie da parte di scrittori e artisti nativi contemporanei, che formano un complesso e stimolante discorso letterario, artistico e politico sulla globalizzazione.

La conoscenza segreta degli indiani...

Braschi Enzo
Verdechiaro 2017

Non disponibile

16,00 €
«Di tutti gli uomini sacri della nostra cultura, gli heyoka sono i più strani e misteriosi e forse i più importanti. Un tempo ce n'erano più di oggi, quando anche noi eravamo molti di più e... liberi. Oggi è sempre più difficile imbattersi in un vero contrario, ma io penso che i contrari esisteranno finché esisteremo anche noi». «Per noi un uomo è ciò che la natura o i suoi sogni decidono. È una cosa che riguarda solo lui» diceva un tempo un Uomo Sacro dei Lakota (Sioux). «Noi rispettiamo un uomo per quello che è» gli fa eco, oggi, un giovane appartenente alla tribù degli Omaha. Il trascorrere del tempo, la catena che salda le varie generazioni fra loro resta inossidabile per i Nativi Americani: sopra ogni cosa essi pongono il rispetto per tutto ciò che la Creazione ha posto su Madre Terra, animato o che ai nostri sensi si mostra privo di vita. Così, il mondo degli uomini "diversi da tutti gli altri", gli Heyoka della tradizione lakota, ovvero i "Sacri Pagliacci" che vivevano la vita al "contrario"; o delle "Donne con Due Facce", o degli Winkte - gli "Uomini- donna" -, per la prima volta viene raccontato in quest'ultimo libro di Enzo Braschi sulla cultura degli Indiani d'America. Così come ci viene raccontato "dell'imparentamento" del genere umano con i "Contrari del Mondo di Sopra": i Katchinas degli Indiani Hopi, i Muxul - i "Guardiani delle Stelle" degli antichi Maya -, il Piccolo Popolo dei Cherokee, dei Seneca, dei Mohawk, dei Mi'kMaq... Perché il Grande Spirito ama le diversità e che le diversità si riconoscano in Lui e si amino tra loro. E perché conoscere altro non è se non ricordare, ed è giunto il momento in cui tutti dobbiamo ricordarci che siamo una sola cosa, qui su questa terra come lassù, nel cielo, il cui sentiero - che non si è mai interrotto - attende finalmente di essere ripercorso come all'inizio del tempo.

La società dell'orso. La...

UTET 2016

Non disponibile

7,00 €
È difficile rimanere insensibili di fronte al mosaico di testimonianze spirituali raccolto in questo libro. A parlare sono gli ultimi rappresentanti di tradizioni millenarie che, nei primi decenni del Novecento, ormai consumato quello che a tutti gli effetti fu un genocidio, rischiavano di venire cancellate per sempre dalla memoria dell'umanità. Ogni tribù possiede i suoi riti, le sue preghiere, i suoi sistemi di purificazione. Eppure il Cosmo degli Indiani d'America ci appare come un grande edificio metafisico dotato di una sua luminosa coerenza logica e fantastica. La prima caratteristica che balza agli occhi di questa visione del mondo è un sentimento profondo dell'unità di tutto ciò che esiste. Tra ciò che può essere direttamente percepito dai sensi e le verità della fede non esiste nessun abisso, ma un'infinità di risonanze, e i vecchi miti sono ancora vivi per chi è capace di riconoscere in quelle storie il prototipo e il modello ripetuti all'infinito dalla vita dei mortali. Questo libro raccoglie le voci degli ultimi eredi di una sapienza originaria sull'orlo del silenzio e dell'estinzione. Oggi più che mai possiamo capire quanto l'intera umanità sarebbe stata impoverita se qualcuno non avesse fatto in tempo a trascrivere frammenti di vertiginosa saggezza come questa preghiera dei Navajo: "La bellezza sia davanti a me, la bellezza sia dietro a me, la bellezza sia sotto di me, sopra di me, tutto intorno a me".

Spiriti della notte. La...

Bussidor Ila
Xenia 2016

Non disponibile

9,90 €
Un giorno di agosto del 1956 un aereo da trasporto del Dipartimento degli Affari Indiani atterrò nella patria della tribù nativa Sayisi Dené, isolata dalla società bianca e da sempre dedita a una vita tradizionale incentrata sulla caccia, li caricò e li deportò sulle rive della baia di Hudson. In un colpo solo furono tagliati fuori per sempre dalla loro terra e dalla vita che avevano sempre condotto. Ammassati in una baraccopoli improvvisata caddero in un ciclo di discriminazione razziale, povertà, alcolismo e violenza: un popolo dalla grande tradizione che un tempo cacciava mandrie di caribù e si spostava a piedi per centinaia di chilometri divenne un gruppo di emarginati. Nel 1973 i Sayisi Dené si sono proclamati indipendenti e hanno costituito una nuova comunità: in questo testo la loro storia raccontata con le loro stesse parole.

La saggezza degli indiani d'America

Nerburn Kent
L'Età dell'Acquario 2016

Non disponibile

18,00 €
Gli insegnamenti, le massime e i discorsi dei grandi capi e delle figure più autorevoli fra i nativi americani permettono al lettore di cogliere la profondità e la purezza della oro filosofia, di apprezzare il modo in cui affrontavano i piccoli e grandi problemi dell'esistenza (il cibo, la caccia, la religione, il rapporto con la natura, la guerra, la morte), e di conoscere le vicissitudini che li hanno portati prima ad accogliere e poi a combattere l'uomo bianco, il quale li ha privati della terra e relegati nelle riserve. Le parole dei nativi possiedono una saggezza, un'intensità e un'energia ancora capaci di sorprenderei, rasserenarci, rinvigorirei. Come afferma Kent Nerburn, esse sembrano assumere una "vita propria, nella quale i ritmi e le cadenze creano una profusione di immagini e armonie, finché non avvertiamo il battito del cuore dell'autore e non percepiamola linfa vitale dell'esperienza che contengono".