Archeologia greca e romana classica

Active filters

Archeologia greca. Cultura,...

Lippolis Enzo
Pearson

Disponibile in libreria

39,00 €
L'attivitdidattica e di apprendimento del corso proposta all'interno di un ambiente digitale per lo studio, che ha l'obiettivo di completare il libro offrendo risorse didattiche fruibili in modo autonomo o per assegnazione del docente. Il codice presente sulla copertina di questo libro consente l'accesso per 18 mesi a MyLab, una piattaforma digitale interattiva specificamente pensata per accompagnare e verificare i progressi durante lo studio. MyLab offre la possibilitdi accedere al manuale online: l'edizione digitale del testo arricchita da funzionalitche permettono di personalizzarne la fruizione, attivare la lettura audio digitalizzata, inserire segnalibri anche su tablet e smartphone.

La via Flaminia. Roma alla...

Cascarino Giuseppe
Il Cerchio

Disponibile in libreria in 5 giorni

32,00 €
La via Flaminia non è solo una delle tante strade consolari che s'irradiano da Roma. Nel corso di oltre 2000 anni, e di fatto fino all'apertura attorno al 1960 dell'Autostrada del Sole, è stata la via più semplice e facilmente percorribile per raggiungere il nord Italia e il resto d'Europa. L'avventura di un gruppo di rievocatori storici appassionati dell'antica Roma, che in 14 giorni ha ripercorso a piedi l'antico tracciato da Roma a Rimini, alla riscoperta di testimonianze e tesori dimenticati della nostra grande storia, indica una via per la rinascita e la valorizzazione di quella che fu una delle strade più importanti del mondo. Il testo, arricchito da oltre 150 disegni, schemi, foto, tabelle e utili appendici, nonché da 56 tavole topografiche a colori, analizza il tema delle strade romane in generale e della storia della via Flaminia in particolare, e descrive nel dettaglio le 14 tappe giornaliere in cui è stato suddiviso il percorso, con l'obiettivo di costituire una vera e propria guida per percorrere a piedi l'antica strada, esattamente come avveniva nell'antichità romana.

Mosaico di Alessandro

Spina Luigi
5 Continents Editions

Disponibile in libreria

40,00 €
Il "Mosaico di Alessandro" è il capolavoro ospitato nel secondo volume della serie Tesori Nascosti. E costituisce certamente uno dei richiami più rilevanti per i visitatori che ogni giorno si accalcano tra le sale del Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Le tessere che lo compongono, più di un milione e mezzo, sono disposte secondo la tecnica dell'opus vermiculatum: sono infatti posizionate in modo asimmetrico, e seguono il contorno delle figure così da evidenziare il soggetto rispetto allo sfondo. L'opera musiva, attribuita al II secolo a.C., e talvolta identificata anche come "Battaglia di Isso", fu portata alla luce a Pompei, nel 1831, in corrispondenza della pavimentazione della celebre Casa del Fauno. Se l'identificazione della battaglia lascia ancora aperte ipotesi interpretative, è altrettanto vero che i due protagonisti sarebbero stati identificati all'unanimità con Alessandro e Dario. Luigi Spina con il mezzo fotografico si avvicina all'opera e ne mette in luce con maestria volti, gesti, dettagli, espressioni umane e animali che spesso lo spettatore perde nella lettura complessiva della scena. Occhi sgranati e attenti, briglie talvolta allentate, frustini in volo, ma anche tessuti, applique preziose, criniere acconciate. Chiudono il volume i contributi di Valeria Sampaolo e Fausto Zevi che contestualizzano il mosaico pavimentale mettendone in luce la straordinarietà all'interno della storia dell'arte antica.

Appia Antica. La Regina Viarum in...

Marchi Maria Luisa
Osanna Edizioni

Disponibile in libreria in 5 giorni

45,00 €
Un volume sulla via Appia in Lucania, vuole essere l'atto di una lunga esperienza di indagine in Basilicata, in particolare nel territorio venosino e nel comparto del melfese, che ha nella via Appia il suo fulcro, come asse di penetrazione e attraversamento nonché di organizzazione rurale, economica ed insediativa in età romana e dopo. La via Appia è stata il vettore per il passaggio degli eserciti quando ancora probabilmente era un tratturo di collegamento tra Ofanto e Bradano. È divenuta l'asse portante della colonizzazione romana tra Venosa e l'area apula. In epoca cristiana parte degli itinerari e dei pellegrinaggi verso la Terra Santa. In tempi moderni in più tratti recuperata dal Regio Tratturo. Nel volume si è voluto riassumere la storia degli studi e delle ricerche anche nelle aree contermini e ricostruire il percorso della strada romana come itinerario in terra lucana, attraverso i principali rinvenimenti che hanno permesso la sua identificazione e che ci consentono ancora di ricostruire la vita lungo di essa. Si tratta di necropoli, ville, villaggi, fattorie ma anche stazioni di sosta per i viaggiatori e nei periodi successivi all'età romana chiese, edicole, fontane, iazzi e taverne. Molti gli aspetti presi in esame, da quello di via militare attraversata dagli eserciti, alla strada percorsa da Orazio nel 37 a.C. e ricordata nella sua memorabile satira. La strada di viaggiatori e mercanti verso l'oriente ma anche, in senso inverso la via percorsa da San Paolo condotto a Roma in giudizio. Premessa di Francesca Sogliani

Teatri greco-romani in Italia

Blasi Vincenzo
Cue Press

Disponibile in libreria in 10 giorni

42,99 €
In Italia sono numerose le località che conservano tracce di teatri antichi, greci e romani, e degli altri edifici destinati allo spettacolo. Ma quale rapporto esiste - ieri come oggi - tra gli edifici e le città in cui essi sono stati costruiti, esibiti, utilizzati? In Grecia e a Roma il teatro era solo luogo di spettacolo e di incontro, un'opera di architettura o anche l'elemento di un più vasto programma edilizio? Inseriti nella rete urbana o collocati lungo le coste, in altura o nelle pianure dell'entroterra, gli edifici sembrano espressioni di un'unica forma architettonica e di un medesimo fenomeno culturale. Eppure, infinite varianti estetiche e strutturali ne fanno al tempo stesso simboli di tradizione ed esempi di innovazione. L'opera - destinata alla consultazione, allo studio, all'aggiornamento, al viaggio o alla semplice curiosità - fornisce, in un dizionario di circa duecentocinquanta voci, un'agile e completa informazione sui monumenti per spettacoli teatrali e ludici presenti sul territorio italiano. Non solo teatri greci e romani, ma anche anfiteatri, semianfiteatri a scena, odea e il cosiddetto theatrum tectum, circhi, stadi, ludi. Oltre agli edifici ben visibili o accertati da rilevamenti archeologici e topografici, sono anche segnalati quelli identificati su base epigrafica, documentaria o letteraria. Il progetto è stato realizzato con il contributo di Nicola Savarese.

Il Colosseo. Funzione simbolica...

Di Macco Michela
SAGEP

Disponibile in libreria in 10 giorni

37,00 €
La lettura di fonti visive, documentarie e letterarie che ripercorre la storia dell'Anfiteatro Flavio dall'invasione di Alarico fino al Novecento dimostra che nessun'epoca è mai stata indifferente alla presenza monumentale di questo edificio: il medioevo lo investe di interpretazioni legate a ragioni politico-sociali e arriverà a considerarlo anche come Daemonum Templum; l'umanesimo ne recupera la fondamentale importanza come modello antico e ne fa un imprescindibile oggetto di studio; l'età moderna lo consacra come luogo di martirio cristiano e progetta di trasformarlo in chiesa; il vedutismo seicentesco, il Grand Tour settecentesco e la temperie romantica lo rendono oggetto di uno sguardo privilegiato; l'Ottocento, maturata una moderna coscienza della tutela, si occupa della sua conservazione con eccezionali interventi di restauro; il Novecento, infine, ne discute la funzione urbanistica nei nuovi assetti della città. La narrazione, corredata da un atlante di immagini che rendono visibili le trasformazioni nell'osservazione e nella restituzione del Colosseo nel corso del tempo...

Signora della Porta del Cielo

Sevenhuijsen Selma
C&P Adver Effigi

Disponibile in libreria in 5 giorni

24,00 €
Avete mai sentito parlare di sirene a due code? Selma Sevenhuijsen ne ha viste molte in Italia, su tombe e templi etruschi e in chiesette paleocristiane. Le ha incontrate anche all'interno di chiese e cattedrali, fin dentro a San Pietro, a Roma. Inizia così il suo percorso di ricerca, dove scopre che la sirena bicaudata è un retaggio dei culti della Dea proveniente da tempi lontani. Era anticamente un simbolo della dea madre, custode del ciclo vitale e guardiana del tempo. In questo libro l'autrice ci accompagna in un viaggio attraverso l'Italia, alla scoperta dei luoghi dove è ancora possibile trovare la sirena. Con l'aiuto di tante ricchissime illustrazioni impareremo a decifrare il linguaggio simbolico della sirena bicaudata. Davanti ai nostri occhi si dispiega un percorso d'iniziazione che contribuisce tuttora a migliorare l'equilibrio tra il femminile e il maschile in ambito culturale e religioso. Una guida di storia dell'arte e di storia spirituale, da leggere a casa sul divano o da usare come manuale per appassionanti viaggi di gruppo e vacanze piene d'ispirazione.

La Villa dei papiri

Longo Francesca
Carocci

Disponibile in libreria in 5 giorni

28,00 €
Dedicato interamente alla Villa di Ercolano sepolta dall'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., il volume tratta tutti gli aspetti di una delle più straordinarie scoperte nel campo dell'antichistica, con particolare attenzione ai papiri in essa ritrovati. Nella villa infatti, riportata alla luce nel XVIII secolo, fu rinvenuta l'unica biblioteca antica di papiri greci e latini giunta a noi. Si tratta di circa un migliaio di papiri carbonizzati, nella massima parte greci, con testi di filosofia ellenistica (soprattutto epicurea e in piccola parte stoica), e di alcuni papiri latini in condizioni molto frammentarie, con testi in prosa e in versi di contenuto vario. Le vicende dei papiri, dal ritrovamento allo svolgimento, alla decifrazione, attraverso la storia europea del XVIII e XIX secolo, sono state variamente avventurose. Oggi si assiste a un risveglio senza precedenti degli studi su questo eccezionale patrimonio culturale, per la cui migliore fruizione sono impegnate anche le ricerche della moderna tecnologia.

Precious portraits

Del Bufalo Dario
Allemandi

Disponibile in libreria in 5 giorni

130,00 €
I piccoli ritratti preziosi della Roma Imperiale. Forse la più elegante e preziosa arte legata alla Scultura è quella della Glittica e della Sfragistica. Cammei e Intagli ne sono stati il risultato più diretto e popolare insieme alla piccola scultura in pietre preziose a tuttotondo. La Roma Imperiale non aveva bisogno solo di immagini colossali per i propri programmi politici e dinastici ma anche di sculture realistiche in miniatura, da usare nei Larari (uso religioso), da apporre sulle Corone imperiali e sugli Scettri ufficiali (uso politico), per decorare dimore private, letti o mobili (uso domestico) e da portare con se. Con la rinascita carolingia dell'antico, con quella ottoniana e con quella di Federico II si restaurano gli strumenti classici della propaganda politica e di immagine e nel Rinascimento e nel Barocco riesplode la moda della Glittica e dei Ritratti Preziosi.Questo volume per la prima volta riunisce un repertorio generale internazionale per un totale di 450 piccoli «Ritratti preziosi», di collezioni pubbliche e private.

Parthenon: first principles. Ediz....

Brigo Roberto
Scripta

Disponibile in libreria in 5 giorni

36,00 €
Dopo la lettura di questo volume, chiunque ammirerà il Partenone ne avrà senz'altro più chiaro il principio guida che ha animato la sua costruzione. E proprio forte di ciò, unitamente all'epidermico e immediato gusto del bello, potrà attribuire un valore diverso e ben più profondo alla complessa e al tempo stesso lineare armonia di quest'opera, ossimoro solo apparente che caratterizza il genio greco.

Monte San Mauro e il contado di...

Orsi Paolo
Artemide (Caltagirone)

Non disponibile

40,00 €
Paolo Orsi è stato uno di quei rari personaggi che sanno fare del loro lavoro un'arte e con l'arte creare una scienza: non mi pare azzardato affermare che in Sicilia l'archeologia come scienza inizi con lui e a lui resti sempre debitrice. Inoltre, al di là dei notevoli risultati scientifici acquisiti, emerge dalle testimonianze della sua lunga e instancabile attività una peculiare capacità di scendere in profondità nei meandri del cuore umano, perenni pur nel mutare di etnie e credenze e costumi e tempi. L'iniziativa di Domenico Seminerio, di ristampare gli scritti di P. Orsi sul territorio di Caltagirone, mi è apparsa subito interessante. Il progetto - che mi era stato anticipato nel dic. 2018, in occasione della presentazione all'Università di Catania del Vol. I dei Taccuini del grande studioso - in circa sei mesi è stato portato a termine, con l'ausilio della Cooperativa Editrice Artemide, il sostegno del Comune di Caltagirone e l'aiuto della Dott.ssa Maria Costanza Lentini, al tempo direttrice del Polo Museale della Provincia di Catania. La raccolta di scritti contiene ben 13 contributi per complessive 240 pagine! Prefazione di Paola Pelagatti.

Breve storia di Pompei

Belsito Francesco
Francesco D'Amato

Disponibile in libreria

12,00 €
Questo libro racconta in breve la stona dl Pompei, dalla preistoria fino all'epoca moderna, delineandone il profilo storico e descrivendone i monumenti più importanti e significativi. Il volume, impreziosito da numerose illustrazioni tratte da incisioni di Sarnelli, Cucciniello, e Zuccacchi Orlandini, si rivolge a studenti, cittadini e turisti curiosi.

Gocce di storia. Metodi di indagine...

Botrè Claudio
WriteUp Site

Non disponibile

30,00 €
Dopo oltre duemila anni, l'euro imita un'antica moneta coniata all'interno dell'Impero di Roma: il denario. Diversamente dalla nostra, il denario, oltre a fungere da collante politico e sociale, era anche un potentissimo strumento di comunicazione di massa, ruolo che oggi è affidato ai social. L'autore, per anni ordinario di chimica presso la "Sapienza" Università di Roma, propone nel volume l'applicazione di metodi d'indagine chimico-fisici alle monete antiche: i risultati sono determinanti per acquisire nuove informazioni storiche, politiche e sociali del tempo in cui furono coniate. Una parte del volume è dedicata all'applicazione del metodo sulla Sacra Sindone, e a i suoi controversi risultati.

L'urbanistica della città di...

Bondavalli Antonio
QuiEdit

Disponibile in libreria in 10 giorni

10,00 €
Mantova è una città che venne abitata fin dal Neolitico, quasi mille anni più vecchia di Roma: la ricchezza e la varietà dei suoi tesori non hanno eguali nel mondo. In questo testo sono presi in considerazione, per la prima volta in modo organico, preziosissimi elementi inediti del periodo romano, al fine di ricostruirne le antiche vestigia ed ammirarne l'antico splendore. Chi ha lasciato queste testimonianze sentiva la responsabilità di lasciare alle future generazioni, a noi, la più preziosa delle eredità: la bellezza, che, come dice Salvatore Settis, salverà il mondo. Un piccolo libro, un piccolo contributo, una piccola goccia per la salvezza del mondo.

Opuscola etrusca 2010-2018

Torelli Mario
ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

40,00 €
I tre volumi, che compaiono con il titolo comune di «Opuscula», raccolgono gli articoli di Mario Torelli, scritti tra il 2010 e il 2018, tra la data del suo pensionamento avvenuto nel 2010 e oggi, già pubblicati o in corso di stampa, non ricompresi nella sua miscellanea maggiore "Significare. Scritti vari di ermeneutica archeologica", pubblicata nel 2012; gli articoli sono stati suddivisi in modo che ciascuno dei volumi contenga tutti i lavori di quel periodo dedicati a una delle tre grandi civiltà del mondo antico, quella greca, quella etrusca e quella romana. I saggi di questa raccolta concernono il mondo etrusco e sono suddivisi sulla base di due distinti argomenti, il primo riguardante la storia, il secondo dedicato invece alla religione, all'ideologia e alla cultura artistica di quel popolo. Il primo gruppo di saggi contiene lavori sul periodo arcaico, dedicati alla servitus etrusca, il caratteristico rapporto di produzione sviluppato in età protostorica dalla classe aristocratica, rivisitato alla luce, nuova e per molti aspetti decisiva, della documentazione epigrafica e archeologica del santuario di Gravisca, alla controversa figura di Thefarie Velianas, reinterpretato come praetor maximus di Caere, e a una nuova sodalitas perugina capeggiata dagli Hermenas, ramificata tra Vetulonia e Roma; seguono lavori per la fase della romanizzazione, dedicati al tramonto di Caere, alla possibile deduzione di una colonia graccana a Tarquinia, alla defixio ceretana di Mamilius Limetanus e soprattutto all'edizione di un'importante iscrizione dell'aruspice di Tiberio, identificato con il noto scrittore di disciplina Etrusca Tarquitius Priscus. Il secondo gruppo di articoli spazia dalla preistoria della religione etrusca all'ideologia della classe dominante etrusca, ricostruita dalla struttura e dalla decorazione delle regiae e delle residenze arcaiche e dalle scene che compaiono negli oggetti di prestigio dei principes, dalla simbologia di speciali architetture sacre o funerarie, alle fasi più tarde della pittura funeraria e della decorazione pittorica delle case prima dell'ingresso delle forme ellenistiche del I Stile.

Opuscola romana 2010-2018

Torelli Mario
ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

35,00 €
I tre volumi, che compaiono con il titolo comune di «Opuscula», raccolgono gli articoli di Mario Torelli, scritti tra il 2010 e il 2018, tra la data del suo pensionamento avvenuto nel 2010 e oggi, già pubblicati o in corso di stampa, non ricompresi nella sua miscellanea maggiore "Significare. Scritti vari di ermeneutica archeologica", pubblicata nel 2012; gli articoli sono stati suddivisi in modo che ciascuno dei volumi contenga tutti i lavori di quel periodo dedicati a una delle tre grandi civiltà del mondo antico, quella greca, quella etrusca e quella romana. I saggi di questa raccolta concernono il mondo etrusco e sono suddivisi sulla base di due distinti argomenti, il primo riguardante la storia, il secondo dedicato invece alla religione, all'ideologia e alla cultura artistica di quel popolo. Il primo gruppo di saggi contiene lavori sul periodo arcaico, dedicati alla servitus etrusca, il caratteristico rapporto di produzione sviluppato in età protostorica dalla classe aristocratica, rivisitato alla luce, nuova e per molti aspetti decisiva, della documentazione epigrafica e archeologica del santuario di Gravisca, alla controversa figura di Thefarie Velianas, reinterpretato come praetor maximus di Caere, e a una nuova sodalitas perugina capeggiata dagli Hermenas, ramificata tra Vetulonia e Roma; seguono lavori per la fase della romanizzazione, dedicati al tramonto di Caere, alla possibile deduzione di una colonia graccana a Tarquinia, alla defixio ceretana di Mamilius Limetanus e soprattutto all'edizione di un'importante iscrizione dell'aruspice di Tiberio, identificato con il noto scrittore di disciplina Etrusca Tarquitius Priscus. Il secondo gruppo di articoli spazia dalla preistoria della religione etrusca all'ideologia della classe dominante etrusca, ricostruita dalla struttura e dalla decorazione delle regiae e delle residenze arcaiche e dalle scene che compaiono negli oggetti di prestigio dei principes, dalla simbologia di speciali architetture sacre o funerarie, alle fasi più tarde della pittura funeraria e della decorazione pittorica delle case prima dell'ingresso delle forme ellenistiche del I Stile.

Opuscola graeca 2010-2018

Torelli Mario
ETS

Disponibile in libreria in 5 giorni

29,00 €
I tre volumi, che compaiono con il titolo comune di «Opuscula», raccolgono gli articoli di Mario Torelli, scritti tra il 2010 e il 2018, tra la data del suo pensionamento avvenuto nel 2010 e oggi, già pubblicati o in corso di stampa, non ricompresi nella sua miscellanea maggiore "Significare. Scritti vari di ermeneutica archeologica", pubblicata nel 2012; gli articoli sono stati suddivisi in modo che ciascuno dei volumi contenga tutti i lavori di quel periodo dedicati a una delle tre grandi civiltà del mondo antico, quella greca, quella etrusca e quella romana. I saggi di questa raccolta concernono il mondo etrusco e sono suddivisi sulla base di due distinti argomenti, il primo riguardante la storia, il secondo dedicato invece alla religione, all'ideologia e alla cultura artistica di quel popolo. Il primo gruppo di saggi contiene lavori sul periodo arcaico, dedicati alla servitus etrusca, il caratteristico rapporto di produzione sviluppato in età protostorica dalla classe aristocratica, rivisitato alla luce, nuova e per molti aspetti decisiva, della documentazione epigrafica e archeologica del santuario di Gravisca, alla controversa figura di Thefarie Velianas, reinterpretato come praetor maximus di Caere, e a una nuova sodalitas perugina capeggiata dagli Hermenas, ramificata tra Vetulonia e Roma; seguono lavori per la fase della romanizzazione, dedicati al tramonto di Caere, alla possibile deduzione di una colonia graccana a Tarquinia, alla defixio ceretana di Mamilius Limetanus e soprattutto all'edizione di un'importante iscrizione dell'aruspice di Tiberio, identificato con il noto scrittore di disciplina Etrusca Tarquitius Priscus. Il secondo gruppo di articoli spazia dalla preistoria della religione etrusca all'ideologia della classe dominante etrusca, ricostruita dalla struttura e dalla decorazione delle regiae e delle residenze arcaiche e dalle scene che compaiono negli oggetti di prestigio dei principes, dalla simbologia di speciali architetture sacre o funerarie, alle fasi più tarde della pittura funeraria e della decorazione pittorica delle case prima dell'ingresso delle forme ellenistiche del I Stile.

Guida al riconoscimento delle forme...

Fagugli Alessio
Simple

Non disponibile

50,00 €
Con questa opera gli autori si ripropongono di mettere a disposizione del lettore uno strumento che lo aiuti a rendere agevole il riconoscimento delle forme vascolari greche. Il testo, a tal fine, è corredato da disegni e da immagini appositamente scelte.

Taormina Naxos. Archeological guide

ELECTA

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
"L'isola del cielo", un autentico "territorio dell'anima", quell'angolo di Paradiso dove i coloni greci nel 734 a.C. fondarono la loro prima colonia, Naxos, su quella piccola penisola lavica, ultima propaggine del maestoso vulcano, incorniciato da alberi in fiore. E fin sul monte dove sorta Taormina, una cittrimasta greca ma ben presto entrata nell'orbita romana. La guida, grazie a contributi di autorevoli specialisti e un nutrito corredo iconografico, conduce alla scoperta di quello che rimane della cittantica di Taormina destinando particolare attenzione al suo celebre Teatro, che ancora ospita importanti spettacoli e festival, divenuto ben presto meta privilegiata dei viaggiatori del Grand Tour con i suoi leggendari panorami a picco sul mare restituiti dall'arte e dalla letteratura. La seconda parte del volume propone un percorso di visita agli scavi del Parco Archeologico di Naxos aggiornato alle pirecenti acquisizioni della ricerca archeologica.

Taormina Naxos. Guida archeologica

ELECTA

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
"L'isola del cielo", un autentico "territorio dell'anima", quell'angolo di Paradiso dove i coloni greci nel 734 a.C. fondarono la loro prima colonia, Naxos, su quella piccola penisola lavica, ultima propaggine del maestoso vulcano, incorniciato da alberi in fiore. E fin sul monte dove sorta Taormina, una cittrimasta greca ma ben presto entrata nell'orbita romana. La guida, grazie a contributi di autorevoli specialisti e un nutrito corredo iconografico, conduce alla scoperta di quello che rimane della cittantica di Taormina destinando particolare attenzione al suo celebre Teatro, che ancora ospita importanti spettacoli e festival, divenuto ben presto meta privilegiata dei viaggiatori del Grand Tour con i suoi leggendari panorami a picco sul mare restituiti dall'arte e dalla letteratura. La seconda parte del volume propone un percorso di visita agli scavi del Parco Archeologico di Naxos aggiornato alle pirecenti acquisizioni della ricerca archeologica.

Rostra. Le tribune rostate del Foro...

Morgan Nichols Francesco
Arbor Sapientiae Editore

Non disponibile

32,00 €
Il podio dal quale gli oratori e i politici parlavano al popolo nel Foro Romano fu chiamato, già in epoca antica, Rostra perché era ornato, sul fronte, dagli speroni tolti alle navi di Antium nel 338 a.C. La vittoriosa battaglia permise ai Romani di avere la loro prima flotta da guerra, infatti le navis longae anziate migliori furono porta-te nei ricoveri dei navalia sul Tevere, mentre le altre furono distrutte e i rostri di queste vennero utilizzati come cimeli per ornare appunto il Comizio del Foro. Secondo Livio l'area dei rostri era sacra come quella di un tempio e lo definisce oculatissimo loco.