Religioni e mitologie antiche

Filtri attivi

Un'altra Grecia. Le colonie d'Occidente tra...

Puliga Donatella; Panichi Silvia
Einaudi - 2020

Disponibilità Immediata

12,50 €
Cuma e Ischia, Siracusa, Megara Iblea e Selinunte, Gela e Agrigento, Taranto e Locri, Metaponto e Turi, Paestum, Cirene, Marsiglia e Velia: un viaggio lungo le coste del Mediterraneo, nella Grecia fuori della Grecia, alla scoperta di quei luoghi d'arte e di bellezza dove hanno abitato eroi, dèi e poeti. Con un approccio scientifico e narrativo insieme, Donatella Puliga e Silvia Panichi ci guidano in un altro viaggio attraverso il mondo antico, unendo alla descrizione dei siti archeologici la ricostruzione di miti, leggende e vicende storiche, che restituiscono la straordinaria forza di significato che le terre del Mediterraneo possiedono.

Maschere, miti e feste della Sardegna

Turchi Dolores
Newton Compton Editori - 2020

Disponibilità Immediata

9,90 €
La Sardegna non cessa di stupirci per le sue tradizioni millenarie. Ancora oggi, esaminando attentamente lo svolgimento di alcune feste popolari, emergono riti ancestrali e suggestivi ricchi di fascino e mistero. Una ricerca seria e approfondita, basata sulle testimonianze degli anziani, sui ritrovamenti archeologici e sulla toponomastica delle zone indicate, nonché sulle antiche fonti letterarie e le tradizioni legate ai santi più venerati nell'isola, ha portato alla scoperta dell'antica religione dei Sardi e all'identificazione delle loro divinità. Ora sappiamo per certo chi si nasconde dietro la maschera dei tragici Mamuthones e chi era la vendicativa Luxia Rabbiosa nel mito della pietrificazione; conosciamo sant'Antonio del fuoco e il presagio di morte del terrificante Boe Muliache che vagava durante la notte. Sappiamo infine quanta importanza ebbero i misteri dionisiaci ed eleusini in una terra in cui la sopravvivenza fu sempre legata ai riti agrari per la fertilità dei campi.

Un'altra Grecia. Le colonie d'Occidente tra...

Puliga Donatella; Panichi Silvia
Einaudi - 2020

Disponibilità Immediata

12,50 €
Cuma e Ischia, Siracusa, Megara Iblea e Selinunte, Gela e Agrigento, Taranto e Locri, Metaponto e Turi, Paestum, Cirene, Marsiglia e Velia: un viaggio lungo le coste del Mediterraneo, nella Grecia fuori della Grecia, alla scoperta di quei luoghi d'arte e di bellezza dove hanno abitato eroi, dèi e poeti. Con un approccio scientifico e narrativo insieme, Donatella Puliga e Silvia Panichi guidano il lettore in un altro viaggio attraverso il mondo antico, unendo alla descrizione dei siti archeologici la ricostruzione di miti, leggende e vicende storiche, che restituiscono la straordinaria forza di significato che le terre del Mediterraneo possiedono.

Napoli velata e sconosciuta. Luoghi e simboli...

Ponticello Maurizio
Newton Compton Editori - 2020

Disponibilità Immediata

14,90 €
Non esiste altro insediamento urbano al mondo che abbia fatto parlare di sé quanto Napoli, eppure, sollevando uno a uno i veli che la rivestono, è possibile scorgere ancora dell'altro, e quel che si scopre è sempre più avvincente. Circa tre millenni dopo la sua fondazione, la capitale del Sud nasconde altri misteri? Qual è il segreto della sua nascita e il suo significato? In che modo la tipica struttura a scacchiera di Neapolis lega il maestro Pitagora a Vitruvio e a Leonardo da Vinci, tanto da farne il prototipo ideale della città perfetta? E quale fu il vero ruolo di Virgilio il Mago fino a tutto il XIV secolo, quando lo sconosciuto san Gennaro gli si avvicendò come paladino? Napoli velata e sconosciuta è una caccia al tesoro, un viaggio pirotecnico che arriva al fondo di ogni cosa, smonta luoghi comuni sedimentati dal tempo o inventati dalla faziosità dei denigratori. Questo libro procede seguendo un filo rosso tra la città celeste e quella profana e ne svela i segreti più profondi. Infine, s'interroga sulle mille vicende magiche e affascinanti raccontate all'ombra del Vesuvio, e si chiede come siano accadute, e si domanda innanzitutto il perché. E così, l'autore mette nelle mani del lettore chiavi interpretative insospettabili che pongono Napoli sotto tutta un'altra luce.

I grandi miti greci

De Crescenzo Luciano
Mondadori - 2019

Disponibilità Immediata

14,50 €
Con grazia e ironia, Luciano De Crescenzo racconta i miti greci, storie che parlano di dei, eroi, ninfe, sirene ma anche di uomini comuni con le loro grandezze e le loro miserie, vicende d'amore, imprese avventurose, imprevedibili metamorfosi, eroiche epopee.

Genius familiaris, genius loci, eggregori e...

Orlandi Alessandro
Stamperia del Valentino - 2019

Disponibilità Immediata

12,00 €
Vi sono presenze incorporee e situazioni tangibilmente imponderabili, che ciascuno di noi riconosce come parti integranti della propria intimità. Usualmente rientrano in una sfera profonda, da non esternare: la percezione emotiva della presenza protettrice di un defunto, ne è un possibile esempio. Ma tanti ancora se ne potrebbero enumerare. Eppure - se ad un livello personale reclamiamo intimità in questo rapporto incorporeo, bisogna riconoscere che si tratta di un fenomeno condiviso - per quanto ci è dato sapere - dall'intero genere umano. Tali presenze affondano le proprie radici nei primordi dell'umanità, ben oltre la sua caduca memoria. Lo scritto di Orlandi getta luce proprio su quelle origini lontane...

Codice Annunaki. La ricerca dell'anello...

Bortoluzzi Daniela
Uno Editori - 2019

Disponibilità Immediata

14,90 €
Tutte le religioni sono l'eco dei fatti successi ai tempi in cui la Terra fu visitata da esseri provenienti da altri pianeti con scopi diversi. Ed è infatti attraverso le mitologie (le religioni delle civiltà scomparse) che possiamo attingere alle storie legate a questi visitatori siderali che furono scambiati per dei. Ovviamente, la classe accademica e il clero rifiutano questa idea rivoluzionaria perché, da sola, metterebbe in discussione tutto il vecchio paradigma obbligando a riscrivere la storia vera dell'umanità. Oggi, grazie al vasto materiale a disposizione, è possibile analizzare con mente aperta nuove ipotesi, molte delle quali ci porteranno davanti a un bivio: restare attaccati ai preconcetti e alle vecchie credenze o valutare le nuove traduzioni e/o interpretazioni della documentazione esistente. Dal lavoro degli studiosi che da anni investigano sul vero contenuto di questi documenti in cui gli antichi redattori intesero tramandare importanti cronache, stanno infatti emergendo molte interessanti "possibilità" tutt'altro che utopiche! In questo nuovo libro, avvincente come un romanzo di avventura, l'autrice esamina in maniera chiara e sorprendente i fatti straordinari che hanno segnato gli esordi della storia umana, smascherando tutta una serie di menzogne archiviate nei nostri modelli mentali. E una volta capite finalmente le dinamiche tra questi pseudo dèi e gli umani, sarà impossibile per chiunque tornare con la mente ai modelli precedenti, perché la mente, liberata dai suoi archetipi, mostra finalmente i fatti nella luce giusta...

Senza paradiso. Miti e credenze sull'aldilà greco

Fabiano Doralice
Il Mulino - 2019

Disponibilità Immediata

20,00 €
In che modo gli antichi Greci si immaginavano l'aldilà? In una religione senza dogma come quella greca antica, molteplici risposte sono possibili. La prima parte del libro è un'introduzione generale al mondo dei morti in Grecia che affrontando temi quali l'aspetto esteriore del defunto, il cibo che gli è destinato, lo spazio che gli è riservato, consente di capire come i Greci costruivano l'identità del morto. La seconda parte analizza un gruppo di racconti mitici che riguardano gli individui puniti per sempre nell'aldilà: alcuni celebri (Sisifo, Tantalo e le Danaidi), altri meno conosciuti, come il povero Ocno, costretto a intrecciare una corda eternamente divorata da un'asina che si trova alle sue spalle, o come coloro che non sono stati iniziati ai misteri di Eleusi, immersi per sempre nell'immenso lago di fango degli inferi. Rievocando le loro storie, il volume illustra un aspetto poco conosciuto dell'aldilà greco antico.

La conversione. Culti esoterici e cristianesimo...

Nock Arthur
Ghibli - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
"La conversione" è uno studio della psicologia e delle circostanze che inducono alla conversione, incentrato sul periodo che va dal 500 a.C. al 400 d.C. Arthur Nock non discute soltanto del cristianesimo primitivo e dei suoi convertiti, ma esamina anche la filosofia e le religioni non cristiane, i mezzi con cui esse attiravano i seguaci e i fattori che influenzarono e limitarono il loro successo. All'origine dell'affermazione del cristianesimo Nock rintraccia la sua capacità di acquisire e di adattare quelle parti di altre filosofie e religioni che avevano un fascino popolare. Introduzione di Mario Mazza.

Il romanticismo del Graal. Magia e mistero del...

Campbell Joseph
Venexia - 2019

Disponibilità Immediata

22,00 €
Negli anni il grande mitologo ha dedicato una parte considerevole delle sue ricerche al Sacro Graal e ai miti arturiani. Questo volume ne rappresenta la sintesi, illustrando i significati reconditi delle straordinarie storie di personaggi quali Merlino, Gawain e Ginevra, ciascuna delle quali racchiude alcuni dei principali archetipi del pensiero mitologico. Per Campbell fu proprio il mito arturiano ad aprire la via ai suoi studi di mitologia comparata di cui è rimasto tutt'oggi il massimo protagonista. Le mitologie da lui definite "profane" del mito arturiano svelano metafore dei vari stadi della crescita umana, attraverso le quali egli spiega l'evoluzione e la psicologia dei suoi eroi, soffermandosi su amore, individualismo, magia e mistero nelle diverse sfumature di significato. I protagonisti arturiani e il romanticismo delle loro missioni sono tuttora attuali per gli uomini e le donne che desiderano ritrovare il significato eroico della propria vita.

Eroi. Le grandi saghe della mitologia greca

Ieranò Giorgio
Marsilio - 2019

Disponibilità Immediata

9,50 €
La sfida col Minotauro nel labirinto, la testa tagliata di Medusa, l'impresa degli Argonauti, Orfeo che scende nell'Aldilà per salvare la donna amata: i miti eroici dell'antica Grecia sono un caleidoscopio di racconti infiniti e stupefacenti. Ma anche un repertorio di favole orrende e bizzarre. Medea che uccide i suoi stessi figli. Edipo che ammazza il padre e poi si unisce con la madre. Eracle che abbandona le sue fatiche per ingozzarsi di arrosti e di dolci. Teseo che, invece di salvare le fanciulle, le stupra. L'eroe greco aveva molti lati oscuri. Era una creatura smisurata, un essere prodigioso, eccessivo nel suo furore e nelle sue passioni. E non sempre era arruolato al servizio del Bene: stava piuttosto oltre il Bene e il Male, oltre tutte le regole e le leggi dell'umano. Era venerato come lo sono oggi i nostri santi patroni. Si raccoglievano le sue reliquie, si portavano offerte sulla sua tomba. Ma soprattutto ci si divertiva a narrare le sue imprese in forme sempre diverse e sempre nuove. Nei miti eroici si trova la matrice di tutte le narrazioni future. Ci sono amori, avventure, intrighi, prodigi, mostri. Ci sono viaggi fino alla fine del mondo e love stories che sfidano anche la morte. Tutto quello che ancora oggi ci appassiona e ci commuove quando leggiamo un romanzo o guardiamo un film, i greci lo avevano già narrato nei loro miti.

Olympos. Vizi, amori e avventure degli antichi dei

Ieranò Giorgio
Marsilio - 2019

Disponibilità Immediata

9,50 €
Zeus diventa un cigno oppure un toro per sedurre le ragazze di cui si è invaghito. Atena trasforma in ragno la donna che aveva osato sfidarla in una gara di tessitura. Apollo scuoia vivo un rivale impertinente. Ermes, appena nato, scivola via dalla culla e si dedica al furto di bestiame. Dioniso fa impazzire una madre e la costringe a uccidere il suo stesso figlio. La capricciosa Afrodite viene sorpresa ad amoreggiare con il dio della guerra Ares: Efesto, il marito tradito, ingabbia i due amanti in una rete d'oro. Gli dèi dell'antica Grecia sono rissosi, violenti, bugiardi, passionali. Molto diversi dall'immagine imbalsamata che spesso abbiamo di loro. Queste "biografie non autorizzate" svelano i lati oscuri e talvolta meno noti dei grandi protagonisti della mitologia in un racconto leggero e divertente, affidato alla penna di un autorevole studioso del mondo antico. Un viaggio nel mito, dove le storie che stanno alla radice della nostra cultura ritrovano tutta la loro affascinante immediatezza.

I miti degli indiani d'America

Bierhorst John
Longanesi - 2019

Disponibilità Immediata

20,00 €
Un ricchissimo e sconosciuto patrimonio di miti e leggende, narrazioni sacre e profane illustra i tratti più nascosti e profondi della cultura degli indiani d'America. L'autore di questo documentatissimo saggio offre un ampio spettro delle tante culture native del continente americano nelle loro molteplici e differenti componenti, ultime vestigia di una grande civiltà sopravvissuta a secoli di violenze e soprusi. Dai Sioux ai Navajo, dagli Eschimesi del Canada agli Cheyenne, scopriamo riti, leggende e credenze che miracolosamente sono sopravvissuti allo sterminio dei coloni e che costituiscono un patrimonio tanto ricco e affascinante quanto incredibilmente variegato. Il coyote, la volpe, il cigno rosso, il pappagallo, la nascita dell'eroe.

I maya del futuro. Scopri i 20 archetipi...

Milone Cristian
Uno Editori - 2019

Disponibilità Immediata

14,90 €
Il calendario maya è tra le tradizioni antiche più potenti per sviluppare amore e tolleranza in modo naturale verso te stesso, Madre Terra e gli altri. Con questo libro si svela la mappa del tempo naturale, connesso ai movimenti celesti, alla natura e agli uomini. Bioritmo, salute, senso di unità, amore e pace, l'aspirazione alla felicità e a sentirsi risolti, i processi individuali e collettivi sono tutti connessi al calendario maya perché è come un portale tra noi e la galassia.

Arcipelago. Isole e miti del Mar Egeo

Ieranò Giorgio
Einaudi - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
Le isole greche sono terre del mito. Sono palcoscenici di epifanie divine, fondali per avventure di eroi e divinità. L'Egeo è un mare di prodigi, un paesaggio di labirinti e di colossi, di vulcani e di palazzi. Ospita terre sacre, come la divina Delo, isola-ninfa che ha propiziato la nascita miracolosa di Apollo. Accoglie luoghi arcani, come Santorini, spezzata in due da un cataclisma, in tempi remoti, ma anche patria, secondo il folklore moderno, dei primi vampiri. Ogni isola ha la sua mitologia: a Creta è cresciuto Zeus, a Naxos si sono amati Arianna e Dioniso, a Serifos è apparsa la testa di Medusa. Mare mitologico, l'Egeo è però da millenni anche lo scenario della grande storia europea: sulle sue onde, hanno veleggiato le triremi ateniesi, le galee dei veneziani, i vascelli dei sultani di Istanbul. In tempi più recenti, anche viaggiatori curiosi e stravaganti come Alexandre Dumas, Herman Melville, Hans Christian Andersen, Mark Twain sono approdati sulle rive del mare greco.

Il grande racconto dei miti classici

Bettini Maurizio
Il Mulino - 2018

Disponibilità Immediata

28,00 €
Per i Greci i miti sono in primo luogo racconti: narrazioni meravigliose, che mescolano il divino e l'umano, il quotidiano e lo straordinario, suscitando davanti ai nostri occhi immagini di eroi, dèi, fanciulle, mostri e personaggi fiabeschi. Una schiera interminabile, perché più ci si addentra in questo fantastico mondo - attraverso l'ausilio della voce, della scrittura o delle immagini - più ci si accorge che ciascuno di questi racconti non è mai concluso in sé, ma rinvia sempre ad altri eventi, altri personaggi, altri luoghi, in un raccontare infinito che chiede solo di diventare a sua volta immagine o scrittura. La mitologia ha infatti la forma di una rete, in cui si intrecciano mille nodi. Nel corso del tempo, questa rete con i suoi molteplici richiami narrativi è stata calata infinite volte nel mare della cultura e, trascinata sul fondo, ha raccolto nomi, fatti, rituali, usi, costumi, regole, atteggiamenti, visioni del mondo. Per questo, raccontare o ri-raccontare oggi i miti degli antichi significa entrare dalla porta principale nella memoria della loro, della nostra cultura.

Psiche

Rohde Erwin
Laterza - 2018

Disponibilità Immediata

24,00 €
Dagli incunaboli pre-omerici al tramonto della civiltà ellenica, attraverso i misteri di Eleusi, la religione 'dionisiaca' e 'apollinea', l'orfismo, Platone e il neoplatonismo, Erwin Rohde scardina la ricorrente tesi della Grecia 'olimpica' terra di pacata razionalità e riconduce l'origine della fede greca nell'immortalità dell'anima all'estasi dionisiaca, un'esperienza religiosa antichissima, devota a potenze infere e permeata dal senso tragico dell'esistenza.

Frammenti orfici

Arrighetti G. (cur.)
SE - 2018

Disponibilità Immediata

19,00 €
"Molte figure ci offre la Grecia antica, parole e immagini che la fantasia e l'intelletto stentano a seguire. Storditi da questa varietà, indugiamo su alcune espressioni, secondo affinità istintive. Ma c'è una radice di cui quella molteplicità non è che un manifestarsi; c'è un punto di convergenza, che banalmente si può chiamare il sostrato della civiltà greca, e le cui condizioni astratte si possono delineare, in un certo clima, in un dato ceppo umano, in ciò che urge all'esterno, nelle sofferenze dei padri, ma che è troppo lontano da noi, perché lo si possa cogliere direttamente. Per farlo, dovremmo strapparci completamente da noi stessi. I greci hanno dato dei nomi a questo sostrato. Uno di essi è Orfeo. Per più di mille anni, riemergono tracce di poesie, pratiche religiose legate a questo nome. Noi moderni chiamiamo Orfici questi autori anonimi, ma non si tratta né di una setta religiosa, né di una scuola, né di un movimento qualsiasi; le loro espressioni non sono né di artisti individuali né di poesia popolare. Orfeo, piuttosto, è la voce profonda - anche se non l'unica - della Grecia, da cui sorgono, in parte, la religione, la poesia, la filosofia." (dalla prefazione di Giorgio Colli)

Il fuoco sacro di Roma. Vesta, Romolo, Enea

Carandini Andrea
Laterza - 2017

Disponibilità Immediata

11,00 €
A Roma la dea del fuoco pubblico era Vesta. Il suo culto è stato istituito probabilmente da Romolo intorno alla metà dell'VIII secolo a.C. Due secoli dopo Roma incoraggia su questo fuoco pubblico un mito fondativo più cosmopolita: sarebbe stato portato nel Lazio da Enea, che lo avrebbe salvato da Troia in fiamme. Il fuoco dei Romani è stato spento e riacceso dalle vestali ogni primo giorno di marzo nel corso di 1150 anni. Le sei sacerdotesse, strappate da bambine alla famiglia, dovevano conservarsi illibate per almeno trent'anni. In compenso veniva loro riconosciuto un rango elevatissimo ed erano le sole donne che a Roma possedessero una piena capacità giuridica. Andrea Carandini e la sua scuola hanno ricostruito il santuario di Vesta e parte del circondario, contribuendo in modo fondamentale alla comprensione del centro sacrale, istituzionale e culturale della città-stato. Grazie a uno scavo durato un trentennio è stato possibile analizzare la radura o lucus di Vesta, i luoghi di culto dei Lari, di Marte e Ops, di Giove Statore, e conoscere le capanne e le case delle vestali, dei re e dei massimi sacerdoti della città-stato. Raccontare la storia di questo cuore urbano a un vasto pubblico è la ragione del libro.

Gli insegnamenti di don Miguel Ruiz. Un dono di...

Ruiz M. J. (cur.)
Il Punto d'Incontro - 2017

Disponibilità Immediata

14,90 €
Don Miguel Ruis, autore di numerosi bestseller è uno dei maestri spirituali più apprezzati del nostro tempo. I suoi insegnamenti banno cambiato la vita di milioni di persone in tutto il mondo. L'essenza della sua saggezza è stata raccolta dal figlio per donare gioia, ispirazione e una più profonda comprensione a chiunque abbia amato "I quattro accordi". Gli insegnamenti che don Miguel Ruiz ha trasmesso durante conferenze, seminati, interviste e - cosa più importante - durante i momenti di incontro e discussione tra padre e figlio, costituiscono una preziosa eredita spirituale che ci aiuta a scoprire il nostro autentico Sé e guarire le nostre ferite interiori, facendo entrare nella nostra vita l'amore incondizionato. Coloro che banno seguito questi insegnamenti sono riusciti a dar vita al loro sogno personale, in completa armonia con il sogno del pianeta.

Miti e misteri

Kerényi Károly
Bollati Boringhieri - 2017

Disponibilità Immediata

14,00 €
Apparso per la prima volta nel 1951 nella collana einaudiana di studi etnologici cara a Cesare Pavese, "Miti e misteri" raccoglie quindici studi, frutto delle indagini sempre più approfondite e rivelatrici che Karoly Kerényi aveva condotto sull'antica religione ellenica, tentativo originale di valorizzare l'eredità classica per l'uomo contemporaneo. L'incontro con la «grande mitologia» aveva portato Kerényi alla scoperta dei temi mitologici fondamentali, di cui tutti i miti tramandati sino a noi sono altrettante variazioni; l'incontro con Jung ebbe a chiarire in lui i rapporti tra gli archetipi psichici e le immagini storicamente concrete della religione greca. In Kerényi, peraltro, la teologia diventa antropologia: la religione greca non vi appare come il frutto di una fantasia sfrenata o di una ingenuità «primitiva», né come il casuale confluire di elementi culturali disparati, ma come una risposta coerente e articolata al problema della presenza dell'uomo nel mondo.

Eleusis e Orfismo. I misteri e la tradizione...

Tonelli A. (cur.)
Feltrinelli - 2015

Disponibilità Immediata

15,00 €
A Eleusi, il centro iniziatico maggiore di tutta la grecità, nel mese di Boedromione (il nostro settembre-ottobre) affluivano tutti coloro che avessero i requisiti necessari per ricevere l'iniziazione, ovvero avere "mani pure", non macchiate da delitto, e parlare la lingua greca. Sicuramente furono iniziati ai livelli più alti Sofocle, Eschilo, Pindaro, Platone. La suprema iniziazione, a cui si poteva accedere dopo avere fatto trascorrere un lungo periodo dalla partecipazione al rituale collettivo dei Grandi Misteri, dischiudeva all'esperienza diretta dell'"unità di tutte le cose" e della morte-rinascita, simboleggiata dalla spiga, che il mistero condivideva con Dioniso, il dio che muore e rinasce, come l'Osiride degli Egiziani. L'Orfismo introduce nella grecità una via ascetica e purificatoria, fondata sulla credenza nella reincarnazione, e nella necessità di un tragitto di progressiva liberazione dalla prigione della materia per ricongiungersi con la propria essenza divina. Le testimonianze consentono di ricostruirne le complesse e suggestive cosmoteogonie, e i miti fondamentali, tra cui la discesa agli Inferi di Orfeo alla ricerca della sposa Euridice e lo specchio di Dioniso, che rivela il mondo visibile come lampeggiamento transimmanente dello sguardo del dio su uno specchio.

L'universo, gli dèi, gli uomini. Il racconto...

Vernant Jean-Pierre
Einaudi - 2014

Disponibilità Immediata

12,00 €
I miti giungono dai Greci fino a noi come un universo di frammenti, personaggi, storie, illuminazioni. Raccontano il tepore e la profondità di Gaia (la Terra), l'urlo tremendo di Urano (il Cielo) che, castrato dal figlio Crono, genera in un unico istante A

Notte di stelle. Le costellazioni fra scienza e...

Hack Margherita; Domenici Viviano
Sperling & Kupfer - 2013

Disponibilità Immediata

9,90 €
Il cielo stellato è un immenso libro aperto in cui i nostri antenati hanno trovato le conoscenze più utili alla sopravvivenza, imparando a orientarsi, a costruire orologi e calendari, a sfruttare i cicli stagionali. Incantati dai movimenti degli astri e de

Mitologia

Grimal Pierre
Garzanti - 2013

Disponibilità Immediata

43,50 €
Ciò che si chiama abitualmente la "mitologia classica" costituisce un insieme di racconti e narrazioni che non è né semplice né coerente. I miti hanno origini ora dotte ora popolari e sono spesso il prodotto di una mutevole tradizione orale. Di qui l'utilità di un repertorio delle leggende e delle "favole" più ricorrenti nei testi antichi, che hanno poi nei secoli ispirato la letteratura, le arti figurative, la musica. Per ogni personaggio l'opera di Grimal espone, a mo' di biografia, i principali racconti che lo vedono protagonista, tenendo conto delle diverse tradizioni e varianti via via intervenute nell'elaborazione dei singoli miti.

Il servizio divino dei greci

Nietzsche Friedrich
Adelphi - 2012

Disponibilità Immediata

18,00 €
Le lezioni sul culto greco raccolte in questo volume, che Nietzsche tenne tra il 1875 e il 1878, furono le ultime della sua carriera di docente di filologia classica a Basilea, e testimoniano il nuovo orientamento che volle imprimere al suo studio dell'antichità greca, lontano dalle tonalità della "Nascita della Tragedia". Mettendo a punto un inedito metodo di ricerca storica e prendendo a bersaglio l'immagine "chimerica" del mondo greco e il donchisciottismo dei filologi - che invita ad andare a scuola dagli etnologi e dagli antropologi -, Nietzsche passa in rassegna le contaminazioni straniere di cui è impregnata la religione greca. Né teme di stilare l'elenco degli "errori" nel "modo di pensare e di dedurre" che sono alla base del servizio divino greco, delineando così una sorta di anatomia del "pensiero impuro" all'origine di ogni forma di culto. E tuttavia non rinuncia a definire l'essenza dello spirito greco: di quel Greco capace di "imparare festosamente come un dilettante" di genio, perché sa appropriarsi e superare ciò che è estraneo - e non si limita, come i romani, a "pavoneggiarsi con ciò che ha preso a prestito".

La dea bianca. Grammatica storica del mito poetico

Graves Robert
Adelphi - 2009

Disponibilità Immediata

20,00 €
"... uno dei pochi sommi capolavori del nostro secolo ... libro denso ed esultante, teso sul filo di una conoscenza minuta della letteratura gallese e irlandese, dei primordi greci ed ebraici". Elémire Zolla. " Ho sempre creduto che i grandi libri sulla mi

I miti greci

Graves Robert
Longanesi - 1983

Disponibilità Immediata

26,00 €
Prima della scienza, prima della religione, c'è il mito. Modo ingenuo - ci dicono - modo fantasioso, spregiudicato e prescientifico, di spiegare l'origine delle cose e degli uomini, gli usi i costumi e le leggi. Filologia, etnografia, antropologia hanno lacerato il velo del mito, evidenziandone le radici ideologiche, il retroterra di superstizione e di magia. Ma i miti, così dissezionati, ci vengono restituiti alla stregua di freddi reperti anatomici, buoni tuttalpiù per qualche museo. Robert Graves è riuscito a rianimare questa materia ormai inerte, restituendocela con tutto il suo splendore, il suo sense of wonder e (anche) of humour.

Miti maya e inca. I popoli del sole

Vasconi Marcella
De Vecchi - 0

Disponibilità Immediata

10,00 €
La visione religiosa dei Maya e delle tribù incaiche, che ponevano il sole alla base del mistero della vita, vedendo la terra come grande organismo vivente.

Il monte fiorito. Contributi a un'ermeneutica...

Dragan Radu
Agorà & Co. - 2019

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Può un dio sparire senza lasciare traccia nella cultura e nel sentimento religioso di un popolo? Come interpretare la scomparsa di una figura religiosa il cui mito incentrato sull'esistenza di una vita eterna dopo la morte sembra anticipare il cristianesimo? A partire da queste domande, il volume di Radu Dragan riesamina le vicende legate al mito di Zalmoxis, sacerdote-legislatore-sciamano-dio dei Geti, di cui indaga le fonti classiche, principalmente greche, e discute le interpretazioni dei commentatori antichi e moderni, fino alla sua riscoperta da parte degli esoteristi rinascimentali, i primi dei quali nella Firenze dei Medici furono Marsilio Ficino e Pico della Mirandola, fino alla sua diffusione negli ambienti esoterizzanti di lingua tedesca con Johannes Reuchlin e Agrippa di Nettesheim. Questa sorprendente rinascita, dopo secoli di oblio, farà della figura di Zalmoxis non soltanto uno dei grandi riformatori religiosi al fianco di Mosè e Zarathustra, ma anche un padre dell'alchimia, come testimoniano alcuni libri d'emblemi della prima metà del XVII secolo.

La religione greca di epoca arcaica e classica

Burkert Walter; Arrigoni G. (cur.)
Jaca Book - 2019

Disponibile in 3 giorni

49,00 €
Patria della filosofia, la Grecia è anche all'origine di un sistema religioso le cui propaggini, purificate dalla riflessione cristiana, sono giunte sino a noi. La stessa riflessione filosofica è in stretta connessione con la speculazione religiosa, laddove questa - come sottolinea Burkert - non è da intendersi come somma di idee sublimi, bensì come forma necessaria di vita e di pensiero di una civiltà evoluta, colta nel momento della sua rapida ascesa. Il cuore di questa indagine è la religione della polis greca (VIII-IV sec. a.C.) che, col suo intreccio ricco di tensioni tra rituali e miti, offre un orientamento sicuro alla vita sociale. Più tardi, con lo sviluppo dell'individualismo, cresce l'esigenza di nuove forme culturali, occasioni di più stretto contatto con la filosofia, che, dopo un primo periodo di crisi, punta a una sintesi con la religiosità tramandata. L'opera di Burkert costituisce un'originale sintesi della corrente storica tradizionale e delle correnti avanguardistiche. Lavoro fondamentale per la storiografia del Novecento, rappresenta un necessario e solido punto di partenza, costituendo un manuale di riferimento per specialisti del mondo classico e per chiunque ami la religione greca, coi suoi miti e soprattutto i suoi numerosissimi riti, di cui l'autore è stato appassionato informatore e interprete.

Mater florum. Flora e il suo culto a Roma

Fabbri Lorenzo
Olschki - 2019

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
La presente monografia analizza tutti gli aspetti concernenti Flora e i riti a lei dedicati, estendendo la trattazione anche alle testimonianze provenienti dai territori italici e all'iconografia, che spazia da quella antica a una selezione di opere moderne. Oggi la dea viene comunemente associata ai fiori e al mirabile ritratto che di lei ha saputo fare Botticelli nella celeberrima Primavera, ma per gli antichi Romani ella era una divinità ben più complessa di quanto si possa pensare.

Amore e morte nei tragici greci

Buonaiuti Ernesto
La Vita Felice - 2019

Disponibile in 3 giorni

12,50 €
Nel 1935 Ernesto Buonaiuti tenne un corso di lezioni all'università di Losanna come Gastprofessor, iniziando così un'attività che si protrarrà fino allo scoppio della guerra. In Italia, le sue conferenze ebbero a oggetto l'affacciarsi delle concezioni dualistiche nel mondo greco: Buonaiuti lo individua nella reinterpretazione, in termini di religiosità orfico-dionisiaca, della vecchia tradizione mitologica operata dai tragici greci; rielaborate, esse vennero pubblicate a Roma nel 1938 con il titolo "Amore e morte nei tragici greci". Tra i temi trattati: l'amore nei tragici greci (passando dalle Supplici di Eschilo alle donne di Sofocle); il dolore nei tragici greci (sia il dolore fisico sia quello morale); il rimorso e la morte nei tragici greci; la religione e l'arte (la religione blasfema di Euripide; l'entusiasmo e l'estasi in Platone e Aristotele). Introduzione di Carlo Carena.

Il volto della sera e del mattino....

Altheim Franz; Triggiani M. (cur.)
L'Arco e la Corte - 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Franz Altheim si sofferma sul passaggio dall'Antichità al Medioevo, avvenuto in un momento decisivo per l'Europa: quello del terzo secolo dopo Cristo, tra l'imperatore Commodo e l'inizio del governo di Diocleziano. Un'epoca eccezionale: i centri delle grandi civiltà esprimevano grande cultura, ma popoli senza storia premevano ai confini dell'Impero. Gli assalti si susseguivano e le nuove tecniche di guerra contribuivano a potenziare queste spinte. Un unico movimento investì tutto il mondo antico dominato dall'Impero romano mentre all'orizzonte si configuravano l'Impero cinese e parto-persiano. Cavalieri ed eserciti delle steppe euroasiatiche sconvolsero vaste regioni, dilagarono nella penisola arabica e travolsero l'Impero. Ci fu un'immigrazione di popoli dall'Oriente senza precedenti: Germani, Arabi, Berberi e Turchi. Franz Altheim descrive il "periodo delle invasioni barbariche" e il successivo, quello dei sassanidi. L'impero romano già viveva la decadenza politica e di valori, ma il suo crollo fu causato principalmente dalla forza d'urto di questa massa di popoli. Nacque un nuovo periodo storico: il Medioevo. Prefazione di Franco Cardini.

Roma per iniziati. I luoghi di culti misterici...

Arnaldi Valeria
Olmata - 2019

Disponibile in 3 giorni

11,50 €
Mitrei e basiliche, antiche divinità, figure mitiche, luoghi sacri, religioni. Roma nei secoli ha ospitato culti e riti differenti per differenti "illuminazioni". Di quei luoghi per iniziati la città serba ancora tracce e memoria. E nei siti destinati al misterioso culto di Mitra, forse antica divinità persiana "importata", forse culto originale. È nell'Iseo Campense, area egizia dell'Urbe. È nella basilica neopitagorica con l'immagine dell'antica poetessa Saffo. Ma è anche nelle case dei martiri e nei luoghi di culto dei primi cristiani. Di indizio in indizio, di luogo in luogo, spingendosi pure nei sotterranei della città, un viaggio alla scoperta delle rivelazioni che hanno cambiato il corso di alcune vite e della storia, alla ricerca di ambienti, monumenti, simboli da decifrare e riti da ricostruire in una passeggiata nel sacro, anzi nei sacri con il plurale delle diverse visioni che hanno animato e ispirato culti e fedeli nei secoli. Per scoprire gli occhi che vegliano su Roma.

Il potere spirituale dell'energia femminile. Le...

Pattanaik Devdutt
OM - 2019

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il libro "Il Potere Spirituale dell'Energia Femminile" di Devdutt Pattanaik, autore indiano noto per il suo lavoro nella mitologia e nell'interpretazione di antiche scritture indiane, storie, simboli e rituali, è un viaggio alla scoperta delle divinità femminili nell'antica filosofia indiana. Lakshmi massaggia i piedi di Vishnu. Rappresenta la dominazione del maschio? Kali sta sul petto di Shiva. Rappresenta il dominio della donna? Shiva è per metà donna. È l'uguaglianza di genere? Perché allora Shakti non è mai metà uomo? Prese alla lettera, le storie, i simboli e i rituali della mitologia indiana hanno molto da dire sulle relazioni tra i generi. Viste come simboli, esse rivelano molte cose sull'umanità e la natura. Qual è la lettura più corretta? Chi lo sa? Questo libro ti svela i segreti dei nostri antenati, i segreti nascosti dietro storie, simboli e rituali. Il testo è accompagnato da numerosissime immagini e fotografie in bianco e nero, che rendono più agevole la lettura e facilitano la comprensione.

Il tempo degli dei. Neteru, Anunnaki, Elohim

Bortoluzzi Daniela
Melchisedek - 2019

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Il termine egizio neteru (tradotto usualmente con «dèi») significa in realtà vigilanti. Dopo aver creato le condizioni adatte alla vita in Egitto ai tempi dello Zep Tepi (il Primo Tempo), i Neteru vi gettarono le basi della civiltà: secondo antiche fonti storiche, fondarono città e regni 33.000 anni prima delle dinastie conosciute. A questi primi Re/Neteru sarebbero poi succeduti i figli avuti da donne terrestri. Nella Bibbia, i Ben-Elohim sono i Figli di Dio che presero in moglie le Figlie degli Uomini; ma visto che il termine elohim è plurale, i Ben-Elohim erano in realtà i Figli degli Dèi. Nel Libro dei Vigilanti (una sezione del Libro di Enoch) i Nephilim sono i figli dei duecento angeli vigilanti che si unirono alle abijtanti della Terra, trasgredendo gli ordini superiori (e furono così condannati a restare sulla Terra per sempre). Una storia simile era già stata tramandata dai sumeri: un gruppo di duecento Anunnaki vigilanti, unitisi alle femmine terrestri, diede origine a una razza di semidei. I Vigilanti/Neteru, i Vìgilanti/Anurinaki e i Vigilanti/Elohim erano dunque emissari inviati sul pianeta Terra, scambiati per dèi e quindi venerati e temuti. Per leggere questo libro, che investiga con scrupolosità fatti accaduti diverse migliaia di anni-fa, bisogna essere disposti a liberarsi dai pregiudizi e da una visione troppo rigida perché, come diceva Einstein, «La mente è come un paracadute: funziona solo se è aperto!». Prefazione di Enrico Baccarini.

Il Dio splendente. I misteri romani di Mithra...

Arcella Stefano
Edizioni Arkeios - 2019

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Un nuovo testo che amplia l'orizzonte della ricerca su molteplici aspetti del mithraismo romano che in precedenza non erano mai stati affrontati, ad esempio la posizione della donna nei Misteri romani di Mithra; l'assimilazione sincretistica, epigraficamente documentata, di Mithra al dio orfico Phanes - il dio splendente - e l'influenza dell'orfismo greco sul nuovo culto romano e misterico di Mithra; la concezione di Mithra demiurgo e l'influenza della filosofia di Platone sulla concezione di Mithra quale inesìtes, mediatore fra umano e divino; il rapporto fra mithraismo romano e dottrina della metempsicosi, alla luce dell'interazione fra teologia iranica e filosofia greca, con particolare riferimento al pitagorismo e all'orfismo e alla loro influenza sul pensiero platonico. Il mithraismo romano viene presentato quale passaggio dall'epoca "mitica" - che è quella di un'anima impersonale, comunitaria, quale riflesso di un "sentimento cosmico" - a una fase di "anima cosciente", quella di un'anima individualizzata che cerca un rapporto intimo, personale e diretto col divino, attraverso la partecipazione ai Misteri. È la Via Solare calata nell'epoca di un nuovo orientamento delle coscienze, a partire dalle riforme spirituali e filosofiche affiorate in Oriente e in Occidente fra il VII e il V secolo a.C., una Via Solare percorribile anche oggi - in forme e con modalità esperienziali adatte alla costituzione interiore e alla diversità del ricercatore spirituale contemporaneo - come "via dell'anima cosciente". Conclude il libro un'appendice su "Il rito interiore nella riforma spirituale" di Zarathustra.

Animali magici. Simboli, tradizioni e...

Marchesini Roberto; Tonutti Sabrina
De Vecchi - 2019

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Lupi mannari, mostri marini, draghi, centauri... Da sempre gli animali, reali e fantastici, popolano il nostro immaginario, abitano i nostri sogni, danno volto alle nostre paure o ai nostri desideri. Sono simboli e segni capaci di contenere significati di ogni genere. Questo libro, ricco di storie e suggestioni, racconta leggende, fiabe, tradizioni popolari e superstizioni legate agli animali nelle varie culture. Gli autori analizzano paure, stereotipi e attribuzioni magiche, dedicando particolare attenzione agli animali in rapporto al sovrannaturale, toccando divinazione, zoomanzia, sciamanesimo e totemismo.

Prima di Dio

Tosi Stefania
Lux-Co Éditions - 2019

Disponibile in 3 giorni

16,90 €

Mostri ed eroi della mitologia greca

Fiandro S. (cur.)
I Doni Delle Muse - 2018

Disponibile in 3 giorni

11,00 €
Prima che Zeus plasmasse la quinta stirpe, quella degli uomini mortali, vi fu un'epoca di eroi, figli degli dei. La guerra li portò via, la loro ricerca di gloria li condusse ad affrontare imprese impossibili da portare a termine. Alcuni di loro si sottrassero al destino e conquistarono l'immortalità, andando poi a vivere nelle Isole dei Beati, agli estremi confini della terra. Queste sono le storie di alcuni dei figli della quarta stirpe e delle gesta da loro compiute, tra azioni eroiche e lotte contro mostri dotati di poteri straordinari. Troverete le vicende dei più grandi tra loro, come Eracle, gli Argonauti, Teseo, Dedalo e molti altri, perché non vengano dimenticati.

Baccanti e baccanali

Ottaviani Giancarlo
Curcio - 2018

Disponibile in 3 giorni

12,90 €
L'autore questa volta si mette nei panni di un collezionista di testi antichi cui viene rifilato un rotolo che conteneva la corrispondenza intercorsa tra un certo Ebuzio e un certo Varrone. Attraversando le bellezze dell'antica Roma, tra gli echi ancora forti dei culti greci e del dio Dioniso, l'autore si imbatte nelle baccanti e nei baccanali e in quella che oggi chiameremmo "caccia alle streghe". Un excursus attento tra storia, mito e credenze.

Verso l'unico dio. Da Ekhnaton a Mosè

Assmann Jan
Il Mulino - 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Ekhnaton e Mosè: due figure a cui si ricollegano l'abolizione del politeismo e l'introduzione del monoteismo - una svolta non solo nel credo religioso ma nel generale orientamento intellettuale dell'umanità, che cambiò il mondo antico e diede origine al mondo in cui ancora viviamo. Ne reca testimonianza la storia dell'Esodo. Il mito fondativo di Israele, attraverso il lavoro della memoria culturale, è divenuto un archetipo, evocato da ogni fondatore di movimento religioso, da ogni utopista o rivoluzionario, persino nell'Illuminismo, sempre in nome di un ricominciamento catartico che giustificherà anche l'uso della violenza. Ma il passaggio dal credere in molti dèi al credere in un unico dio non sarà netto, e del politeismo sopravviveranno a lungo tracce nella cultura, nella letteratura e nella musica, specialmente là dove esprimono attrazione per l'esoterico.

Kore, la ragazza ineffabile. Un mito tra...

Deidier R. (cur.)
Donzelli - 2018

Disponibile in 3 giorni

29,00 €
Nel mito greco la giovane Persefone è chiamata Kore, ragazza: la figlia di Demetra e Zeus è infatti solo una ragazza quando viene rapita da Ade. Il dio dell'oltretomba, stregato dalla sua bellezza, la costringe a seguirlo nel regno dei morti, dove le fa mangiare alcuni semi di melograno, senza svelarle che chiunque mangi i frutti degli inferi si condanna a rimanere lì per l'eternità. Nel frattempo Demetra, dea dell'agricoltura, disperata per il rapimento della figlia, provoca sulla terra un lungo e gelido inverno, minacciando di non far tornare la primavera finché Kore non sarà libera. Interviene Zeus, decretando che Kore, ormai diventata Persefone, passerà sei mesi negli inferi e sei mesi in superficie, dividendosi tra i due mondi e determinando così il susseguirsi delle stagioni. Dal mondo greco la storia entra in quello romano, dove Proserpina si sostituisce a Kore/Persefone, Cerere a Demetra e Plutone ad Ade. Delle tre figure femminili coinvolte, Kore, la «ragazza ineffabile», la fanciulla sospesa in un'adolescenza ferma e intoccabile, ha ricevuto minore attenzione, mentre Demetra e Persefone sono state oggetto di ampie rappresentazioni e ricerche. Nel tentativo di contraddire quell'indicibilità, studiosi di diversa formazione e di ambiti disciplinari distanti tra loro ricostruiscono nel volume una possibile fisionomia della ragazza, scoprendone le tracce in un dialogo serrato tra il presente e il passato. Tra archeologia e storia dell'arte, letteratura e scienze umane, antropologia e spettacolo, il libro indaga le apparizioni di Kore a partire dal territorio della Sicilia centrale, che fu il primo teatro del mito; ne confronta i tratti con quelli di altri personaggi, come Fedra; ne analizza l'attualità del connotato misterico; ne riscopre i segni nelle tradizioni popolari antiche e moderne. In questo modo la fanciulla si riaffaccia tra di noi, in tutta la sua complessità, svelandosi ancora come un potente catalizzatore di significati intorno alla natura umana e alle sue inevitabili metamorfosi.

Dodékathlos. Le fatiche di Ercole. Tappe di un...

Gallucci Vincenzo; Pozzo Carmelo
Tipheret - 2018

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
Per dirla con MirceaEliade: il mito è un significante. Il mito descrive i momenti originari del cosmo e della vita, affondando le radici nel tempo primordiale e favoloso degli albori. Ogni storia mitologica ha il compito di mettere a nudo verità archetipali: modelli strutturali aprioristici che muovono dal profondo tanto le orbite planetarie quanto la quotidianità spicciola. Pertanto, il mito fotografa l'irruzione del sacro nel mondo descritta mediante un sistema simboli. In buona sostanza, rivelando l'esistenza e l'attività di esseri soprannaturali (antenati primordiali), il mito stabilisce un comportamento conforme a tali modelli e descrive una strada precisa di elevazione spirituale o, se vogliamo, in un altro e più familiare contesto, di richiesta - e ottenimento - della luce interiore. Ecco che il contesto mitologico chiama l'uomo a compiere nuovamente l'atto iniziale (poiché esso è un archetipo). Questa ripetizione dell'atto iniziale ci proietta ai primordi: abolisce il tempo profano per raggiungere il tempo sacro delle origini. Il mito di Ercole, antico di oltre 3.000 anni, affonda le radici negli albori della civiltà e trova corrispondenze nei rami sia occidentali sia orientali della tradizione (si pensi all'epopea di Gilgamesh). Narra le vicende di Alcide d'Anfitrione, un uomo che, avendo in sé la scintilla divina, è 'condannato' ad affrontare terribili prove per poter poi godere appieno, immortale nell'Olimpo, della sua natura divina. In questo contesto poco importa se Ercole, Ulisse, Gilgamesh, Artù siano anagraficamente esistiti o meno: in fondo, essendo principi e richiamando verità archetipali, essi quotidianamente esistono.

Miti greci e di Roma antica

Cerinotti Angela
Giunti Editore - 2018

Disponibile in 3 giorni

25,00 €
Un grande viaggio alle radici della cultura occidentale che raccoglie le storie di dei ed eroi, le genealogie, i temi della mitologia greco-romana. Un racconto illustrato con le opere degli artisti che in tutti i tempi sono stati ispirati dal mito. Completa il libro un dizionario dei nomi, per orientarsi nell'immenso universo della mitologia.

Il bagno di Diana

Klossowski Pierre
Adelphi - 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Il mito di Diana e Atteone ha avuto sempre qualcosa di decisivo da dire agli uomini, e nelle sue numerose versioni - così come nelle rappresentazioni pittoriche, da Tiziano a Rembrandt - ha sedotto le più grandi menti del pensiero e della letteratura occidentali. In questo libro, a metà tra il saggio e la favola, tra l'excursus erudito e la «meditazione occasionale», Pierre Klossowski, mitografo eterodosso, racconta e decifra sapientemente ogni dettaglio della storia, scomponendo il quadro in una rete dilelementi simbolici. «Diana al bagno» appare così come un'epifania paradossale del divino: una teofania che si realizza attraverso una visione sacrilega eppure necessaria. Ma è anche una caccia tragica, dionisiaca. Diana si materializza tramite lo sguardo di Atteone, che la fa, letteralmente, consistere; e Atteone abbraccia il proprio destino di intermediario sacrificale tra l'umano e il divino accettando ogni prevedibile conseguenza: l'estasi, il delirio, 1' autodistruzione, giacché si annulla, attraverso la metamorfosi in cervo, nella divinità che ha sorpreso senza veli.

Figure, idoli, maschere

Vernant Jean-Pierre
Il Saggiatore - 2018

Disponibile in 3 giorni

23,00 €
Pietra grezza, trave, pilastro, figura animale mostruosa, infine figura antropomorfa: che servisse a esorcizzare la paura della morte, ad allontanare il terrore ancestrale o a placare le potenze ignote, la rappresentazione del divino si è evoluta insieme all'uomo. In Grecia ha raggiunto il suo coronamento: in Grecia sono nate l'immagine e l'arte modernamente intese. Di Figure, idoli, maschere nella mitologia e nella religione greca ci parla qui Jean-Pierre Vernant. Troviamo la testa di Medusa, la Gorgone per antonomasia, di guardia alla frontiera del mondo dei morti, regno di Ade e Persefone. Troviamo Dioniso, il dio travestito par excellence, che danza insieme alle Baccanti invasate in feste falloforiche. Troviamo Artemide, la cacciatrice solitaria che sottopone le adepte a ordalie di verginità ma protegge le partorienti. Troviamo Narciso, che non trova se stesso. Per Vernant le figure sono simboli, gli idoli sono riti, le maschere sono specchi. Il doppio è l'emblema, la chiave necessaria per leggere il rapporto dell'uomo col soprannaturale, il luogo in cui si gioca la partita dell'identità. "Figure, idoli, maschere" è un testo fondamentale di mitologia classica e psicologia storica, che il Saggiatore ripropone con una nuova prefazione di Giulio Guidorizzi. Vernant svela questa legge universale: dato che l'essenza del divino è sempre sfuggente, resiste a qualsiasi tentativo di farsi imbrigliare in una forma, l'uomo può rappresentarla in infiniti modi diversi. Perciò l'arte è espressione della nostra eterna tensione al superamento degli umani limiti, sublimazione della nostra eterna ricerca di ciò che ci manca e che non possiamo fare a meno di desiderare. Perché, come diceva André Malraux, le figure create dall'uomo sono così potenti da negare il suo stesso nulla.

Spirito classico e mondo cristiano

Otto Walter Friedrich; Monastra G. (cur.)
L'Arco e la Corte - 2018

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Nel 380 dopo Cristo, con l'Editto di Tessalonica, l'imperatore Teodosio I (347-395 d. C.) definì la religione cristiana religione ufficiale dell'Impero romano (unica religio licita) secondo i dettami del Concilio di Nicea (325 d. C.) e furono proibiti i culti pagani che celebravano il Mos Maiorum, la Tradizione degli avi. L'editto stabilì, inoltre, la persecuzione dei pagani e dei loro culti. Un'innovazione che contribuì alla decadenza dell'Impero romano. Nelle radici della cultura greca e romana c'è la vera identità europea. Il cristianesimo fu il successivo innesto di una religione estranea alla civiltà europea storicamente, geograficamente e soprattutto dal punto di vista dei valori. Oggi il sentimento religioso classico è poco conosciuto. Walter Friedrich Otto illustra, in questo libro, l'importanza di quei valori, il grande patrimonio culturale che è stato la base e l'Inizio dell'Europa.

Mitologia finnica. Mythologia fennica (1789)

Ganander Christfrid; Taglianetti L. (cur.); Ganassini M. (cur.)
Vocifuoriscena - 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Impostato in forma enciclopedica, il "Mythologia fennica" espone elementi tratti da tutti i livelli della tradizione finlandese, sia colta che popolare. Da un lato, vi sono i temi legati al mondo letterario delle saghe scandinave, dai miti sul misterioso "fondatore" Fornjótr alle battaglie degli antichi re svedesi contro gli stregoni finnar. Ma Ganander riporta anche una notevole quantità di materiale folklorico finnico e lappone, che espone affidandosi all'autorità dei runot raccolti dalla viva voce del popolo. Tra divinità, spiriti guardiani ed esseri soprannaturali, tra riti sciamanici e celebrazioni sincretiche, spiccano le tradizioni sui possenti Kalewanpojat, i "figli di Kalewa", tra i quali il lettore riconoscerà i principali eroi kalevaliani - Wäinämöinen, Ilmarinen, la temibile signora di Pohjola - le cui fisionomie, non ancora addomesticate dalla penna di Lönnrot, si affacciano con tratti sovrumani e terrifici.