Letteratura di viaggio classica

Filtri attivi

Dal Brasile

Kipling Rudyard
Nuova Editrice Berti 2019

Disponibilità immediata

17,00 €

Diario di bordo dal mare di Cortez

Steinbeck John; Sampietro L. (cur.)
Bompiani 2019

Disponibilità immediata

14,00 €
Nel 1930 John Steinbeck conosce il biologo marino Ed Ricketts, la cui amicizia influenzò in modo profondo il suo pensiero, in un dialogo fecondo su temi naturalistici che già facevano parte del mondo poetico dello scrittore. Questo libro, pubblicato nel 1941, è il diario di bordo che narra lo straordinario viaggio intrapreso dai due, accompagnati dalla moglie di Steinbeck e da un piccolo equipaggio, lungo le coste della California, da Monterey fino alla punta sud, e poi nel famoso mare di Cortez, per dedicarsi alla ricerca e allo studio di numerose specie di invertebrati e pesci che ne popolano le acque. Luoghi divenuti leggendari proprio grazie a questa cronaca appassionata.

Viaggio in Egitto e in Nubia

Belzoni Giovanni Battista; Agnolucci P. (cur.)
Harmakis 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
Giovanni Battista Belzoni (Padova, 5 novembre 1778 - Gwato, 3 dicembre 1823) è stato un esploratore, ingegnere e pioniere dell'archeologia italiana. È considerato una delle figure di primo piano dell'egittologia mondiale, nonostante appartenesse a una fase ancora immatura di tale disciplina. Questo libro, "Viaggi in Egitto e in Nubia", contiene il racconto delle ricerche e delle scoperte archeologiche fatte nelle piramidi, nei templi, nelle rovine e nelle tombe dell'Egitto all'inizio del XX secolo. Narra delle vicissitudini di questo lungo e avventuroso viaggio e dei pericoli che hanno corso l'autore e i suoi accompagnatori.

Vita dura. Viaggio intorno al mondo

Twain Mark
Edizioni Theoria 2019

Disponibilità immediata

13,00 €
Queste pagine sono state scritte da un Mark Twain giovane, prima del suo successo e della fama, prima di Tom Sawyere di Huckleberry Finn. Dal titolo cogliamo già il riferimento al contenuto dell'opera, il lungo viaggio che condusse Twain nel vecchio West, lontano dalle comodità della città e della propria famiglia. Si scoprono le mille avventure che affrontò l'autore-protagonista nella sua lunga peregrinazione e i tanti e disparati incontri come quelli con i mormoni dell'Utah, con i minatori del Nevada, fino addirittura agli indigeni del Pacifico. Un uomo curioso, che viaggia instancabilmente in diligenza dall'Atlantico al Pacifico, con l'obiettivo - non sempre andato a buon fine - di far fortuna come cercatore d'oro. Episodi talvolta comici e talvolta drammatici sono conditi dalla sapiente ironia della penna di un cronista d'eccezione che ci porta a viaggiare per il mondo in sua compagnia. Introduzione di Romina Bicicchi.

Asia tragica e immensa

Appelius Mario
Oaks Editrice 2019

Disponibilità immediata

25,00 €
Sono qui raccolti i due volumi - India e Asia gialla - che resero Mario Appelius uno tra i più apprezzati scrittori di viaggi italiani. Entrambi dedicati all'Oriente misterioso, offrono al lettore un quadro affascinante di com'era, e in fondo è ancora, il continente asiatico.

L'Egitto dei maghi. Da costa a costa

Kipling Rudyard; Mazzarelli P. (cur.)
Ibis 2018

Disponibilità immediata

16,50 €
Nel 1913, Kipling parte per l'Egitto: prima tappa a Suez, poi un lungo soggiorno al Cairo, prima di risalire il Nilo fino alla valle dei Re e di arrivare in Sudan, paese segnato dai ricordi drammatici della recente conquista coloniale inglese. Che cosa vede Kipling? Oltre naturalmente ai segni evidenti della conquista coloniale, è l'immagine viva e palpitante della terra africana che gli si svela. Se Flaubert, che aveva viaggiato qui cinquant'anni prima (Viaggio in Egitto, Ibis), cercava le immagini e il fascino dell'Oriente, vagheggiato e mitizzato dalla letteratura ottocentesca, Kipling insegue il caldo spirito dell'Africa, dall'immutabile, antico destino. Ma è anche il fascino arabo di una vita dai ritmi lenti e maestosi, che si unisce e si mescola a questo incedere secolare dell'Africa. Il testo sull'Egitto è preceduto da "Da costa a costa", il resoconto di un viaggio attraverso gli Stai Uniti.

Il milione

Polo Marco; Scaravelli C. (cur.)
Foschi (Santarcangelo) 2016

Disponibilità immediata

11,00 €
"Il Milione" è la cronaca, tra fantasia e realtà, del grande viaggio compiuto da Marco Polo nella Cina di Kublai Khan, nipote di Gengis Khan, nel XIII secolo. Il racconto fu scritto da Rustichello da Pisa al quale Marco Polo raccontò la sua esperienza durante la prigionia nelle carceri genovesi. Ha un grande valore storico in quanto è stato il primo libro a narrare di un mondo pressoché sconociuto: dalla leggendaria Via della Seta - migliaia di chilometri tra l'impero romano e quello cinese attraverso l'Armenia, la Persia, l'Afghanistan, la valle del Palmir, il deserto dei Gobi - fino alla Cina con le sue grandiose città e le immense terre abitate da popolazioni che stupivano per le loro usanze e i loro costumi. Oltre che una relazione di viaggio, "Il Milione" è anche un compendio che mette in luce la mentalità mercantile italiana della fine del '200 e l'attenzione agli aspetti economici e sociali propri di un esperto mercante.

Costantinopoli

De Amicis Edmondo
Einaudi 2015

Disponibilità immediata

10,00 €
Una scelta dell'ampio reportage che De Amicis scrisse raccontando il suo viaggio a Costantinopoli: una preziosa descrizione di come fosse Istanbul sul finire dell'Ottocento. Nel 1875 Edmondo De Amicis, allora corrispondente letterario dell'"Illustrazione i

Il milione

Polo Marco; Trombetta-Panigadi G. (cur.)
TEA 2008

Disponibilità immediata

13,00 €
Il Milione di Marco Polo (1254-1324) è uno dei massimi capolavori della letteratura di viaggio. Non solo per il suo valore storico, in quanto primo documento che ha dato all'Occidente l'immagine più vera di un mondo pressoché ignoto, l'Oriente, ma soprattutto per la sua attualità che si rinnova attraverso i secoli. Pur essendo, infatti, trascorsi oltre settecento anni da quando il mercante veneziano, detenuto in una prigione genovese, dettò a Rustichello da Pisa le memorie dei suoi lunghi anni di viaggio attraverso l'Asia, vive e nitide, e straordinariamente precise sono le immagini e le descrizioni che balzano dalle pagine del suo diario. Così, per esempio, insieme a Marco possiamo ripercorrere ancor oggi la leggendaria Via della Seta: l'Armenia, la Persia (cioè l'Iran), l'attuale Afghanistan, il Pamir, il deserto dei Gobi fino al mitico Catai, la moderna Cina. Tradotto in molte lingue nel corso dei secoli, utilizzato in Europa fin dal 1300 per la stesura delle prime carte geografiche, punto di riferimento per studiosi, esploratori, missionari, il Milione non ha mai cessato di affascinare e commuovere. Questa edizione, che ne presenta il testo integrale in italiano corrente insieme con un corredo di informazioni e cartine, si propone, nell'assoluto rispetto dell'originale, di offrire al lettore di oggi la possibilità di leggere con partecipazione e immediatezza il più straordinario diario di viaggio che sia mai stato scritto.

Passeggiate romane

Stendhal
Garzanti 2004

Disponibilità immediata

16,00 €
Viaggiatore per circa un terzo della sua vita, Stendhal elegge l'Italia sua meta privilegiata. Viaggiare è per lui "una grande fonte di felicità", il suo viaggio nel mondo coincide con quello interiore, l'itinerario del desiderio si scava e si amplia in quello reale. In queste pagine evasione e conoscenza, storia e aneddotica, piacere egotistico e persuasione ideologica si intrecciano agendo contemporaneamente nella duplice direzione dell'autoanalisi e dell'indagine sociologica. "Cercare il piacere per conoscersi e conoscersi per il proprio piacere": così Massimo Colesanti sintetizza nella prefazione la "regola eudemonistica" di Stendhal.

Il milione

Polo Marco; Camesasca E. (cur.)
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2003

Disponibilità immediata

10,00 €
La cronaca, tra magia, leggenda, realtà e antropologia, del grande viaggio compiuto nella seconda metà del XIII secolo da Marco Polo nella Cina di Kubilay Khan, il nipote di Gengis Khan, il Signore dei Tartari. Città fantastiche, la setta degli "assassini", gli usi e le crudeltà di una civiltà raffinata, la scoperta della carta moneta, le avventure di viaggio, la nostalgia della patria, il timore di non essere creduto. Il volume, riccamente annotato, è corredato da cartine geografiche, indici, glossari.

Bestie, uomini e dei

Ossendowski Ferdinand A.
StreetLib 2019

Disponibile in 10 giorni

17,99 €
Uno dei più noti pubblicisti americani, Albert Shaw della Review of Reviews, avendo letto il manoscritto della Parte I di questo libro battezzò l'autore "il Robinson Crosuè del secolo ventesimo". C'è, in tale giudizio, riassunta la caratteristica più attraente dell'opera, e anche la più pericolosa; giacché le vicende commoventi e terribili ch'essa racconta sembrano alle volte troppo strepitosamente colorite per esser vere e - alcune - nemmeno verosimili ai nostri giorni. Voglio perciò fin da adesso assicurare al lettore che il dott. Ossendovski è un uomo di varia e molteplice esperienza, uno scrittore e uno scienziato avvezzo all'osservazione: questo dovrebbe bastare a garantire l'attendibilità e l'esattezza di ciò che scrive. Soltanto gli avvenimenti straordinari di questa nuova epoca straordinaria potevano gettare una persona di tale ingegno e di tale cultura nell'ambiente primitivo dell'"Uomo delle caverne", dandoci così questo libro unico, fatto di avventure personali e di grande mistero umano, pervaso dalle grandi forze politiche e religiose che battono nel "cuore dell'Asia".

Diari romani. 1852-1874

Gregorovius Ferdinand
Massimiliano Piretti Editore 2016

Disponibile in 10 giorni

28,00 €
Ferdinand Gregorovius, è considerato storico e letterato per la sua propensione alle descrizioni di carattere letterarie dei suoi viaggi più che al solo approfondimento storico. Durante il suo lungo viaggio in Italia che durò più di vent'anni, e alla sua lunga permanenza a Roma, Gregorovius descrive uno spaccato dell'Italia di quel tempo, con la precisione dello storico e la fantasia del letterato. In una delle case dove ha risieduto in Via Di Pietra, è ancora presente una targa in memoria.

Nel mondo sotterraneo, viaggio in...

Simonin Louis
La Bancarella (Piombino) 2015

Disponibile in 10 giorni

16,00 €
Jules Verne pubblicò nel 1877 il suo romanzo "Les Indes noires" ambientato nella miniera di carbone di Aberfoyles in Scozia, un viaggio fra realtà e fantasia nel grande bacino carbonifero britannico, "un labirinto di gallerie, Tutte cose che Verne traeva da pubblicazioni dell'epoca, in particolare da quel libro insieme avvincente e rigoroso che era "La Vie souterraine" dell'amico Louis Simonin, di cui possedeva una copia. Ma chi era Louis Simonin ? Nato a Marsiglia nel 1830, aveva frequentato la celebre Ecole des mines di Saint Etienne e aveva terminato gli studi nel 1852. Docente di geologia, "attaché à l'administration des mines", ebbe vari incarichi in Francia e in Italia (dove, ad esempio, collaborò per breve tempo alla gestione della miniera carbonifera di Montebamboli). I suoi viaggi, quasi sempre sulle tracce di giacimenti minerari, ma raccontati poi al grande pubblico in modo brillante, quasi senza usare linguaggi settoriali, ci portano in numerose parti del mondo. Se fra il 1858 e il 1859 si trovava, come vedremo, in Toscana, nel 1860 era già in viaggio per il Sud America.

Napoli a occhio nudo. La città nel...

Fucini Renato
Intra Moenia 2014

Disponibile in 10 giorni

16,00 €
È una descrizione d'ineguagliabile valore letterario sulle bellezze paesaggistiche della città e dei suoi dintorni. È soprattutto un testo sincero e impietoso sulle condizioni dei ceti popolari della città. Nel 1877, quando lo scrittore toscano lo pubblicò, il libro fece scalpore. Questa riedizione lo ripropone anche al fine di confrontare il presente col passato: verificare se quella Napoli ottocentesca così ben pennellata è solo preistoria o se contiene in sé contraddizioni ancor oggi esistenti seppur nel mutare del tempo.

Nella terra dei «servalggi...

Elmhirst Philip J.; Massacra G. (cur.)
Rubbettino 2010

Disponibile in 10 giorni

7,90 €
Era il 1805, quando Elmhirst prese servizio come marinaio scelto (able seaman) a bordo della cannoniera "Africa", 64 cannoni e 500 uomini al comando del capitano Digby. Proprio in quell'anno prese parte alla storica battaglia di Trafalgar, dopo di che, fra il 1808 e il 1812, nel corso di un'azione di pattugliamento nell'adriatico per intercettare le navi addette al rifornimenti della truppe francesi che occupavano le isole Ionie, e a seguito di un naufragio, fu catturato e fatto prigioniero in calabria dove rimase dal settembre 1809 all'aprile 1810. Lo stato della Calabria a quei tempi era molto difficile, mancavano le strade, città e paesi erano distrutti dai terremoti, la proprietà delle terre era concentrata nelle mani di grandi proprietari che vessavano i contadini più dei nobili di una volta, gravosi balzelli erano imposti alla popolazione dagli occupanti francesi per il mantenimento delle truppe, bande di briganti facevano la guerriglia ai francesi. Questa è la realtà che emerge dal racconto dell'ufficiale inglese che ne parla con sofferta partecipazione, perché lui nella terra dei "selvaggi d'Europa" non si è trovato poi così male.

Costantinopoli

De Amicis Edmondo; Fimiani G. (cur.)
Francesco D'Amato 2020

Disponibile in 3 giorni

10,00 €

Seguendo l'Equatore. Alla scoperta...

Twain Mark
Edizioni Theoria 2020

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Pienamente immerso nella scia della grande letteratura di viaggio troviamo questo diario di Mark Twain, pubblicato per la prima volta nel 1897. "Seguendo l'equatore" è il resoconto di un lungo viaggio in piroscafo attraverso l'Impero britannico che l'autore decide di intraprendere nel 1895, per tenere delle conferenze nei principali possedimenti inglesi con l'obiettivo di ripagare un debito che lo mandò sull'orlo della bancarotta. Quello che ne emerge è una raccolta di immagini, descrizioni, esperienze di vita, condite dalla consueta e pungente ironia di Mark Twain, un uomo di fine Ottocento, ma con lo sguardo proiettato verso il nuovo secolo.

Spagna. Diario di uno scrittore...

De Amicis Edmondo
Tarka 2019

Disponibile in 3 giorni

16,50 €
Pubblicato nel 1873, "Spagna" segna l'esordio di De Amicis in un genere di letteratura allora nuovo in Italia: il libro turistico, di tono tra giornalistico-documentario e letterario. Il libro è la rielaborazione delle corrispondenze inviate da De Amicis a "La Nazione" di Firenze in occasione del suo viaggio in Spagna all'epoca della breve permanenza su quel trono di Amedeo Savoia-Aosta, figlio di Vittorio Emanuele II. Il libro è diviso in 13 capitoli e ciascuno è dedicato a una città, ossia a una tappa del viaggio: Barcellona, Saragozza, Burgos, Valladolid, Madrid, Aranjuez, Toledo, Cordoba, Siviglia, Cadice, Malaga, Granada, Valencia. De Amicis gira liberamente alla stregua di un turista d'oggi, visitando monumenti, soffermandosi nei caffè, alloggiando in alberghi, assistendo a manifestazioni culturali (memorabile è la descrizione della corrida a Madrid), passeggiando per le strade, intrecciando discorsi con la gente del luogo. Tutto ciò ci viene restituito con una prosa di gradevole lettura, in cui sono riconoscibili le doti più caratteristiche di De Amicis scrittore: una vena non profonda, ma facile, limpida e continua e attitudine a un un modo di narrare familiare e pacato.

Madrid

De Amicis Edmondo
Casimiro 2019

Disponibile in 3 giorni

9,00 €

In viaggio

James Henry
Bompiani 2019

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Viaggiare con Henry James in queste pagine è come prendersi una vacanza senza fretta con un compagno di viaggio di esperienza ragguardevole, istruzione non comune e intelligenza brillante. La nostra guida è un osservatore curioso e impegnato non solo di paesaggi, strade e chiese ma anche di quadri, spettacoli e delle caratteristiche (nazionali, sociali e individuali) delle persone che incontriamo al suo fianco. Questo è un libro da leggere molto lentamente, per assorbire al meglio il suo sguardo, i suoni, le intuizioni e le riflessioni. Ricca di fascino, intelligenza e critica pungente, questa raccolta inedita di appunti di viaggio ci restituisce un Henry James davvero inconsueto e tutto da scoprire. Sia che racconti del viaggio al Lago George, dei pomeriggi in visita alle mostre d'arte a Parigi o delle avventure in Toscana, James delizierà i lettori con osservazioni mai banali, tanto da suscitare in tutti una nostalgia anche per luoghi in cui non si è stati.

Passeggiate romane

Stendhal; Feroldi D. (cur.)
Feltrinelli 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Passeggiare per Roma insieme a Stendhal equivale a compiere un viaggio nel tempo oltre che nello spazio. La Roma che esplora nelle sue peregrinazioni è ancora una città scarsamente popolata. È una Roma dove gli scavi archeologici non hanno ancora riportato alla luce molti dei monumenti che oggi conosciamo. Stanno emergendo in quel momento e li vediamo con gli occhi affascinati dello scrittore insieme alle meraviglie architettoniche e pittoriche legate al dominio papale. La narrazione delle vicende sociali e politiche si intreccia alle biografie di pittori e scultori, le figure di Michelangelo e Raffaello si stagliano sullo sfondo di una stagione turbolenta, ricostruita nei suoi dettagli macabri e violenti. Questo magnifico esempio di genere letterario in gran voga nell'Ottocento - il viaggio in Italia - si distingue dagli altri innumerevoli e stereotipati resoconti del Grand Tour per lo sguardo penetrante, sottilmente ironico, sempre critico di un autore che ha amato profondamente il nostro paese ma, fortemente legato agli ideali rivoluzionari di libertà, uguaglianza e fraternità, lo osserva nella prospettiva di chi tenta di modificarne gli ordinamenti. Così, alle concessioni romanzesche al nascente genere gotico, con le sue torbide storie ambientate in clausure e manieri, fanno riscontro le pagine sulla Carboneria e i tentativi di rovesciare l'assolutismo papale. Ripercorrere gli itinerari stendhaliani significa vedere in trasparenza nei luoghi citati episodi del passato e usanze che non esistono più, rimpiangere una bellezza che da allora è stata più volte sfregiata, ma anche riconoscere, al di là dei luoghi comuni, quanto ancora nel bene e nel male i nostri tratti e i nostri comportamenti somiglino a quelli dei nostri concittadini di un tempo. Incisioni dell'epoca di Giuseppe Vasi. Postfazione di Emanuele Trevi.

Viaggio in Etiopia

Malaparte Curzio; Laforgia E. R. (cur.)
Passigli 2019

Disponibile in 3 giorni

19,50 €

Un viaggio in Italia

Pérez Galdós Benito; Montalto C. A. (cur.)
Elliot 2019

Disponibile in 3 giorni

16,50 €

Appunti di viaggio da Cornhill al...

Thackeray William Makepeace
Elliot 2019

Disponibile in 3 giorni

19,50 €
Thackeray salpò da Southampton nell'agosto del 1844 per una lunga crociera in compagnia di sir James Tennant e di un eterogeneo gruppo di nuovi ricchi, come testimonia la scelta di indicare Cornhill, il cuore della City e delle speculazioni finanziarie, come punto di partenza del viaggio. Le sue impressioni, annotate con acume, costituiscono una testimonianza unica sui luoghi visitati - tra cui Lisbona, Cadice, Gibilterra, Malta, Rodi, Costantinopoli, Beirut, Gerusalemme, Giaffa e Alessandria d'Egitto - e insieme la descrizione felicemente corrosiva, la prima del genere, degli albori del turismo borghese.

Il deserto. Un viaggio attraverso...

Loti Pierre
Tarka 2019

Disponibile in 3 giorni

15,00 €
Ai pericoli del viaggio, non ci credo affatto. E la loro attrazione chimerica non è quella che mi conduce qui. Ma per tentare di vedere, ancora sotto l'invasione degli uomini e delle cose di questo secolo senza fede, la santa Gerusalemme, ho voluto venirci lungo le vecchie strade abbandonate e prepararmi lo spirito durante lunghi raccoglimenti nella solitudine.Me n'erano state offerte parecchie di quelle strade di sabbia. La prima, la più facile e la più corta, è quella denominata del Piccolo Deserto, attraverso El Arich e i confini del golfo egiziano: già banalizzata, questa, e seguita ogni anno da molti inglesi e americani oziosi, confortevole e sotto la protezione delle speciali agenzie. Un'altra, quindi, meno frequentata, attraverso il Sinai e Nackel. Infine, la più lunga di tutte, attraverso il Sinai, Akabah e il deserto di Petra. Ho scelto questa, perché le guide mi consigliavano di non prenderla. Meno facile da sempre quest'ultima, in Egitto è considerata impraticabile in questo momento, dopo la ribellione delle tribù dell'Idumea. E sono dieci anni che nessun europeo ha tentato di percorrerla.

Viaggio in Lucania

La Cava Mario
Rubbettino 2019

Disponibile in 3 giorni

12,00 €
«Sono due le Lucanie che Mario La Cava conosce negli anni Cinquanta. Una è la terra osservata con gli occhi di Leonardo Sinisgalli e Rocco Scotellaro, i poeti alfieri di una regione che all'epoca viveva sotto i riflettori di un successo letterario. L'altra è quella geografica, sperimentata in un viaggio effettuato nel 1952 con lo scopo di scrivere un reportage. La prima, quella dei poeti, ha le tinte dell'elegia e la metrica del ricordo. L'altra, quella del viaggio, si presenta secondo il paradigma della terra interna, dal carattere silenzioso e forse anche un poco meditativa, di sicuro un luogo introverso e poco lineare: stradine labirintiche, borghi isolati, tornanti. La Cava ci arriva nelle vesti solitarie dello scrittore in cerca di storie, ma poi si trova dentro una rete di relazioni umane con persone incontrate lungo le strade, nelle locande, nelle case, anonime certo ma non senza volti, di cui si diverte a fornire dettagli. La Lucania vista da La Cava presenta, dunque, un lessico che è ancora quello di un mondo al di qua del moderno, dove però il moderno sta per arrivare dando a questa terra la patente di regione- laboratorio». Prefazione di Giuseppe Lupo.

Martina Franca

Brandi Cesare; Perrone A. (cur.)
La nave di Teseo 2019

Disponibile in 3 giorni

18,00 €
Nel 1968 usciva per il piccolo e raffinato editore Apollinaire questo libro, scritto dal senese Cesare Brandi, uno tra i più grandi intellettuali e storici dell'arte italiani del Novecento. Non una storia della città né una guida, ma una splendida sintesi di scritti letterari e di viaggio, che parla d'arte, di architetture cittadine, di alberi e colline, di storia, di umanità. Un libro dove ogni pagina rivela tutta la facondia della parola di Brandi scrittore e non accademico, e che in una sorta di peregrinazione poetica sa dar vita ad animali, piante, chiese, le piccole costruzioni contadine dei trulli, le cime di rapa e i muli martinesi, ricreando un mondo antico e reale, così vivido da renderlo familiare anche a chi non ci è mai stato. A distanza di trent'anni dalla morte del grande storico dell'arte questa edizione, arricchita dalle lettere fra Brandi e l'operatore culturale tarantino Antonio Rizzo, ci restituisce il dietro le quinte di tutta l'operazione, i ritardi e le ottusità dei potentati locali, i salti mortali del tarantino per agevolare il professore senese, rivelandosi alla fine uno spaccato del ricco mondo culturale del meridione dal primo dopoguerra a quel Sessantotto di svolta che avrebbe cambiato la storia del nostro Paese.

Verso Nazareth

Twain Mark
Mattioli 1885 2019

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
La Terra Santa: il viaggio in Medio Oriente, e in modo particolare in Palestina. Mark Twain deplora insistentemente la miseria e lo squallore palestinese, evidentemente ignorando come la fine della Guerra civile avesse prodotto un abbattimento del prezzo mondiale del cotone. Tutto è miserabile e angusto in Palestina, e il giovane MT che da bambino s'era fatta un'idea grandiosa dei luoghi biblici, in Terra Santa ha una delusione appresso all'altra. E nemmeno nella Città Santa di Gerusalemme lo scetticismo di MT si placa: pur rivelando una sincera riverenza per il luogo della crocifissione, MT manifesta invece il suo scetticismo verso l'artificiosa identificazione di tutti quei luoghi sacri in cui non avverte 'nulla di genuino'. Insomma MT torna a casa con una Bibbia diversa in alcuni suoi dettagli geografici e antropologici, grazie al confronto con la Palestina moderna.

In viaggio. Le Alpi

Hugo Victor
Elliot 2018

Disponibile in 3 giorni

10,50 €
Quando Victor Hugo attraversa le Alpi, nel 1839, questi luoghi rappresentano la terra d'elezione del Romanticismo francese. Lo sguardo del visitatore, poi, appartiene alla stella polare del XIX secolo. "In viaggio. Le Alpi" (originariamente affiancato da uno scritto gemello sui Pirenei) raccoglie gli appunti di viaggio, le lettere indirizzate a Madame Hugo e il racconto "I saltimbanchi"; sono scritti pervasi dallo stupore romantico, che colgono lo spirito di un'epoca e al contempo lo trascendono, accesi di quell'energia oscura che si ritroverà in James Joyce e in Marcel Proust. Pagine fitte di laghi e rocce, che lungi dal comporre una serie di cartoline di viaggio sanno racchiudere un che di violento e assolato, la natura colta nel suo passo di danza, e insieme un grande affresco di mezzanotte, in cui la sensibilità dell'artista è pervasa da "una combinazione di conosciuto e sconosciuto dove lo spirito sogna quel che vuole". Introduzione di Arnaldo Colasanti.

Guida al viaggio da Genova alla...

Petrarca Francesco; Dotti U. (cur.)
Feltrinelli 2018

Disponibile in 3 giorni

8,00 €
Nella primavera del 1358 Petrarca ricevette l'invito da Giovanni Mandelli, uomo d'arme ma di buona cultura, di recarsi con lui in Terra Santa in pellegrinaggio. Il poeta, che tra le altre cose soffriva il mal di mare, non se la sentì di affrontare il viaggio, che all'epoca era lungo e periglioso. Per accompagnarlo nell'avventura scrisse allora questa lettera. In realtà si tratta di un itinerario suddiviso in due parti. Una prima parte, da Genova a Napoli, che descrive luoghi effettivamente visitati da Petrarca nel corso della sua vita; una seconda, da Napoli a Gerusalemme e Alessandra d'Egitto, ricostruita esclusivamente sui testi degli storici e dei geografi. Nonostante questa eterogenea origine, il testo petrarchesco presenta comunque una sua compatta omogeneità. Di particolare interesse le pagine dedicate alla Campania, in cui il poeta si sofferma con cura a consigliare l'amico di visitare la grotta di Posillipo, l'antro della Sibilla e gli affreschi di Giotto (oggi perduti) presenti nella cappella reale di Castelnuovo. In questa occasione Petrarca definisce Giotto "il principe dei moderni pittori". Un testo nel complesso importante, che dà modo a Petrarca di fare i conti con la tematica del viaggio, da sempre al centro delle sue epistole e delle sue preoccupazioni terrene.

El Yemen. Primo viaggio tra Àden e...

Manzoni Renzo
Elliot 2018

Disponibile in 3 giorni

14,50 €
Nipote del celebre Alessandro Manzoni, Renzo Manzoni passò l'infanzia nella casa del nonno, ma giovanissimo, dopo la morte del padre Pietro, decise di partire per una serie di viaggi in Africa e poi nello Yemen, fino alla sua capitale Sanâa, al seguito di alcune spedizioni della Società Geografica Italiana, con fini commerciali ed esplorativi. Geografo, botanico ed etnologo, Manzoni restituisce una cartografia complessa dei luoghi che visita attraverso fotografie, disegni, incisioni, testimonianze dettagliate e appunti. Lo Yemen, in quel lontano 1877, è ancora una terra da fiaba, poco nota alla cultura europea, un territorio da scoprire, ricco di tesori da portare alla luce, ma anche pieno di pericoli e difficoltà. Viene qui presentata la prima parte delle lunghe osservazioni originali di Manzoni corredate da numerose illustrazioni, che mettono in risalto un interesse accurato e appassionato per le terre visitate e per le genti che vi abitano.

Viaggio in Italia

Eliot Thomas S.; Roncalli M. (cur.)
Morcelliana 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Estate 1911: un giovane Thomas Stearns Eliot, studente alla Sorbona, intraprende un viaggio nell'Italia settentrionale, tutto nel segno dell'arte. Lo testimonia un inedito taccuino di appunti qui riprodotto - trascritto e tradotto da Nadia Ramerà, con Introduzione di Marco Roncalli e corredo di immagini. Il viaggio parte da Verona e tocca Vicenza, Venezia, Murano, Padova, Ferrara, Bologna, Modena, Parma, Milano, Certosa di Pavia, per concludersi a Bergamo. Gli appunti raccolgono impressioni generali delle città visitate, descrizioni di cattedrali e chiese, castelli e palazzi, musei, dipinti e sculture, riflettendo conoscenze e attese di Eliot che spesso vi esprime originali opinioni di getto, in cui traspaiono una ancor sobria critica ai canoni della tradizione e uno sguardo d'autore solitario. Un testo che arricchisce il profilo dello scrittore.

I viaggi

Ibn Battuta; Tresso C. M. (cur.)
Einaudi 2018

Disponibile in 3 giorni

19,00 €
Nel 1325 Ibn Battuta, partito da Tangeri 28 anni prima, torna definitivamente in Marocco dopo ventotto anni di viaggi e centoventimila chilometri percorsi con tutti i mezzi di trasporto allora in uso, dal cavallo al dromedario, dal carro ai più svariati tipi di imbarcazione. Secondo un odierno atlante geografico, ha attraversato l'equivalente di quarantaquattro stati moderni dall'Africa a tutto il Medio Oriente, dalla pianura del Volga alle isole Maldive, dall'India alla Cina, incontrando migliaia di persone e prendendo nota dei loro usi e costumi. Tre anni dopo il suo ritorno, un giovane letterato di origine andalusa, Ibn Juzayy, inizia per ordine del sultano ad annotare i ricordi di Ibn Battuta e le sue osservazioni di viaggio, scrivendo cosi uno dei libri più famosi della letteratura araba medievale.

Attraverso il Casentino. In Toscana...

Eckenstein Lina; Frezzolini F. (cur.); Bindi A. (cur.)
Andrea Pacilli Editore 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Lina Eckenstein (1857-1931), canadese, ricercatrice a Cambridge, femminista. Nella primavera del 1899 visitò rigorosamente a piedi la valle toscana del Casentino, dove nasce l'Arno. Il notevole talento letterario e la profonda conoscenza della storia medievale fanno del suo racconto (qui nella prima e unica traduzione, dell'antropologo Giovanni Caselli) un vero gioiello, una delle fonti più sintetiche e attendibili per la conoscenza del Casentino ma, soprattutto, un esempio emblematico e prezioso di "viaggio lento" ante litteram.

La mia avventura nel West

Twain Mark
Mattioli 1885 2018

Disponibile in 3 giorni

18,90 €
"Se esiste un genere di vita più felice di quello che conducemmo nelle successive due o tre settimane nel nostro ranch fra i boschi, beh, io non ne ho mai letto in nessun libro né l'ho mai sperimentato di persona. Eravamo circondati da una foresta fitta e fredda, il cielo sopra di noi sereno e assolato. Una vista che non cessava mai d'affascinarci, d'ammaliarci, d'incantarci."

Alla sacra montagna di Nikko

Loti Pierre
Lindau 2018

Disponibile in 3 giorni

12,50 €
Tra il 1885 e il 1901 Pierre Loti si recò in Giappone cinque volte, e sempre per soggiorni lunghi che gli permisero di visitare le località più importanti del Paese e di immergersi nella sua cultura. Da questi viaggi, oltre a due romanzi ("Madame Chrysanthème" del 1887 e "La troi-sième jeunesse de Madame Prune" del 1905), ricavò un carnet de voyage ("Japoneries d'automne"), pubblicato nel 1889, che raccoglie testi di varia natura fra cui quello dedicato alla Montagna Sacra di Nikkò che qui presentiamo. Grazie a descrizioni vivaci e accuratissime, il lettore - ideale compagno di viaggio dell'autore - "vedrà" e "sentirà" quello che ha visto e sentito la sua guida, scoprendo i paesaggi e i tesori della grande necropoli degli shògun Tokugawa, proverà come lui un senso di meraviglia e, in qualche misura, di sottile estraneità di fronte a una cultura e a un'arte tanto lontane, e in altri momenti, magari all'interno di un tempio o di una casa del tè, sperimenterà quel sentimento di profonda armonia che lo farà sentire "non più solo né spaesato". Una selezione di stampe, dipinti e fotografie d'epoca completa le vivide descrizioni di Pierre Loti.

Le Madonne mi hanno conquistato....

Renan Ernest; Sansone N. (cur.); Spellanzon S. (cur.)
Castelvecchi 2018

Disponibile in 3 giorni

18,50 €
Feste e rivoluzioni, briganti e pellegrini, folle in estasi per Mazzini o per il Papa, preti conservatori e monaci garibaldini, amore per l'arte ed estrema indigenza materiale, Madonne e superstizioni: così si presenta l'Italia a Renan, sin dal suo primo incontro con Roma. Il suo diario di viaggio e le sue lettere da Roma, da Napoli, da Firenze, da Milano, dalla Sicilia, costituiscono una delle interpretazioni più originali, imprevedibili e ricche di contrasti del nostro Paese, del costume e della moralità degli italiani. Scritte in gran parte tra l'ottobre del 1849 e il giugno del 1850, tra una partenza e l'altra, queste note di viaggio sono un resoconto multiforme e multicolore dell'Italia dell'epoca, la storia di un'evoluzione di sentimenti, la trama di una narrazione non di avvenimenti ma di pensieri.

Racconto delle cose meravigliose...

Odorico da Pordenone
EMP 2018

Disponibile in 3 giorni

10,00 €
La "Relatio de mirabilibus orietalium Tatarorum" è la narrazione del viaggio in Asia di Odorico da Pordenone scritta nel 1330. È una delle prime descrizioni dell'Estremo Oriente medievale. Ebbe un immediato successo in tutta Europa visti i numerosissimi manoscritti conservati in latino, italiano, francese, tedesco, castigliano e gallese. Nel 2016 Annalia Marchisio ha curato la prima edizione critica del testo latino della "Relatio", basandosi sull'analisi dell'intera tradizione manoscritta e la ricostruzione della complessa storia del testo. Quella che presentiamo è la prima traduzione in lingua italiana tratta da questa edizione critica.

Gerusalemme

Loti Pierre
Tarka 2018

Disponibile in 3 giorni

16,00 €
Insoddisfatto delle tradizioni religiose e culturali dell'Occidente, Pierre Loti (1850-1923), ufficiale di marina, poeta e scrittore, un "agnostico che non si rassegna a rinunciare a Dio", parte nel 1894 per un lungo viaggio di Medio Oriente. Questo, intitolato a Gerusalemme, racconta del percorso in Terrasanta, a partire da Gaza - in un'epoca che gli sembrava "di transizione", con l'intento di cogliere gli aspetti contemporanei della sua desolazione e delle sue rovine, ma che comunque vede con occhi intrisi di letture e di miti. La complessità di luoghi sacri a tre religioni si incontra e si scontra con la cultura che un francese dell'Ottocento porta con sé, insieme allo spirito del non credente: l'abilità dello scrittore nelle descrizioni di luoghi e di scene esotiche, sempre infuse di sentimenti personali e di riflessioni filosofiche, con un gusto raffinato per la scelta dei vocaboli, cattura ancora il lettore a distanza di oltre un secolo.

Breve viaggio in Brasile

Zweig Stefan; Schweizer V. (cur.); Manetti Ignesti S. (cur.)
Passigli 2018

Disponibile in 3 giorni

8,50 €
Nell'estate del 1936 Stefan Zweig arriva per la prima volta in Brasile. Giungendo con la nave al porto di Rio, alla vista di quella città immensa, con le sue splendide isole, colline e baie, subito sente un'attrazione irresistibile per quel grande paese nel quale da lì a qualche anno tornerà per poi darsi la morte. A quell'epoca Zweig, all'apice della sua fama, ha già dovuto lasciare l'Austria e rifugiarsi a Londra: da tre anni Hitler ha preso il potere, le opere di Zweig sono state bruciate dai nazisti come quelle di Thomas Mann, Franz Werfel, Sigmund Freud, Albert Einstein e molti altri, e si sono intensificate le persecuzioni razziali con le leggi di Norimberga del 1935. Zweig sta assistendo al tragico, definitivo crollo del suo mondo, quella Mitteleuropa cosmopolita che lo scrittore ritrasse nel suo capolavoro autobiografico "Il mondo di ieri". Il Brasile appare subito agli occhi di Zweig come una terra nuova e affascinante. E proprio allo scopo di presentarlo al lettore europeo, Zweig comincia a scriverne una breve guida che raccoglie le sue euforiche impressioni di quel primo viaggio. Da San Paolo a Rio de Janeiro, dai monti alle isole, dalle favelas agli incanti della notte brasiliana, Zweig ricostruisce in questo agile libro - che viene qui per la prima volta tradotto in italiano - il fascino di un paese che ancora conservava ai suoi occhi una vitalità che l'Europa cupa dei nazionalismi trionfanti sembrava avere ormai smarrito per sempre.

Bolle di sapone. Vagabondaggi...

Roth Joseph
EDT 2018

Disponibile in 3 giorni

14,00 €
Le sale d'attesa delle stazioni ferroviarie, gli scompartimenti dei treni, le stanze, i corridoi, le portinerie degli alberghi, i mezzi pubblici, le strade di città sconosciute, i tavolini dei caffè o dei bistrot sono le ambientazioni dei brevi pezzi di prosa destinati alla pubblicazione sulla stampa periodica che Roth scrisse lungo tutto l'arco della propria vita. È soprattutto in questi luoghi del transitorio che si svolse la vita inquieta e vagabonda di Roth, incapace di attenersi agli schemi della regolarità e stanzialità borghese. Nato all'estrema frontiera dell'Impero si trasferì dapprima a Vienna, dove assistette con sgomento al crollo del sistema asburgico, raccontandone il naufragio con lo sguardo acuto e disincantato dell'ebreo errante; negli anni Venti era quindi a Berlino, dove colse con lucidità il minaccioso dilagare di una politica dalle mire imperialistiche e dittatoriali; con l'avvento al potere dei nazisti, nel 1933, si trasferì infine a Parigi, dove ancora una volta scelse come abitazione una stanza d'albergo, e dove morirà di polmonite e per le conseguenze dell'alcolismo. Nonostante l'esistenza segnata dalle tragedie personali e storiche, lo stile giornalistico di Roth è contraddistinto dalla leggerezza, dalla varietà dei temi e da un linguaggio ricco d'inventiva. La sensibilità profonda per tutto ciò che è umano, passeggero e marginale, l'acutezza dello sguardo, la capacità di sentire sulla propria pelle le più sottili vibrazioni della storia sono ciò che si troverà nelle pagine di questa raccolta di articoli, in gran parte inediti, dedicati al viaggio: pagine lievi e fragili come "bolle d'arcobaleno", alle quali Roth affida tutta la freschezza e il genio visionario del suo smisurato talento di scrittore.

Spagna

De Amicis Edmondo
Otto/Novecento 2018

Disponibile in 3 giorni

20,00 €
Il libro è la rielaborazione delle corrispondenze inviate da De Amicis a «La Nazione» di Firenze in occasione di un suo viaggio in Spagna all'epoca della breve permanenza su quel trono di Amedeo Savoia-Aosta, figlio di Vittorio Emanuele II. Suddiviso in tredici capitoli, ciascuno è dedicato a una città, ossia a una tappa del viaggio. In ogni città, De Amicis gira liberamente alla stregua di un turista d'oggi, visitando monumenti, soffermandosi nei caffè, alloggiando in alberghi, assistendo a manifestazioni culturali e folkloristiche, passeggiando per le strade, intrecciando discorsi con la gente del luogo. Tutto ciò ci viene restituito con una prosa di gradevole lettura, in cui sono riconoscibili le doti più caratteristiche di De Amicis scrittore: una vena non profonda, ma facile, limpida e continua e una felice attitudine a un modo di narrare suggestivamente familiare e pacato. Barcellona, Saragozza, Burgos, Valladolid, Madrid, Toledo, Cordoba, Siviglia, Cadice, Malaga, Valencia sono tra le città descritte da De Amicis. Il volume è ricco di diverse scene e scenette - una specie di "cartoline illustrate" - che rendono la lettura scorrevole e piacevole, anche a quasi 150 anni di distanza.

Appunti di un viaggio in Sicilia e...

Armitage Whaley; Portale R. (cur.)
Agorà & Co. 2018

Disponibile in 3 giorni

24,00 €
Il giovane avvocato inglese Whaley Armitage, durante il suo Grand Tour compiuto nel 1790-1791, tenne un diario, ancora inedito, di cui qui si presentano le parti relative a Napoli, la Sicilia, Malta e la Calabria. Diversamente da come avevano fatto tanti celebri o meno conosciuti viaggiatori inglesi ed europei, Armitage non scrisse il suo diario avendo in mente, una volta finito il suo viaggio, di riformularlo letterariamente per poi darlo alle stampe, ma lo scrisse tutto di getto e come un diario privato, una sorta di aide-mèmoire per non dimenticare eventi, luoghi, siti archeologici, disavventure, giudizi, emozioni e persone di cui fu tramata quell'affascinante e per molti versi irripetibile esperienza giovanile. Avendo scelto deliberatamente di evitare l'autoreferenzialità, non parla mai di sé e affida le sue osservazioni, impressioni e argomentazioni al semplice, diretto racconto/resoconto di quanto giornalmente esperiva di persona. Le descrizioni, le curiosità, le sensazioni e i commenti, quasi sempre costituiti da frasi brevi, asciutte, rapide e da un'aggettivazione scarna ed essenziale, rivelano una persona colta, attenta, misurata, talora persino (troppo) distaccata.

Nella valle dell'Arno. Il viaggio...

Hutton Edward
Andrea Pacilli Editore 2018

Disponibile in 3 giorni

13,00 €
Il fiume Arno, e i territori che attraversa, nel "viaggiolento" di un viaggiatore e narratore inglese degli anni '20 del '900, Edward Hutton, innamorato della Toscana e del suo fiume. Il corso dell'Arno è stato vitale nello sviluppo dell'Etruria prima e della Toscana poi, e dunque dell'Italia, esempio emblematico di come la geografia abbia condizionato la Storia. In questo testo Hutton, narrando della Valle dell'Arno (Casentino e Valdarno superiore), ci aiuterà a rivedere ciò che ora è difficile, ma non impossibile, guardare. Con Hutton, nel suo, nostro, "viaggio lento" lungo la prima parte della valle dell'Arno. Rivedremo il territorio che dall'Arno prende vita e storia: dal Casentino al Valdarno Aretino, al Valdarno Superiore, per un viaggio antico ma sempre contemporaneo.