Teoria psicologica e scuole di pensiero

Filtri attivi

Psicologia

Gray Peter
Zanichelli - 2020

Disponibilità Immediata

61,50 €
"Come gli psicologi cognitivi hanno ripetutamente dimostrato, la mente umana non è particolarmente dotata per assorbire e memorizzare informazioni eterogenee e fra loro scollegate, ma piuttosto è fatta in modo da riuscire a pensare, scoprire, capire e ricordare ciò che ha capito. Se si ignorano la logica e le prove che li sostengono, i concetti della psicologia sono parole vuote, prive di significato. In questo libro, lo sviluppo del pensiero critico non è confinato a speciali inserti o agli esercizi alla fine del capitolo. Piuttosto - se sono riuscito nel mio intento - è una caratteristica intimamente intessuta a ogni paragrafo del testo. Ho cercato di delineare ogni dominio della psicologia individuandone i quesiti principali, i più importanti approcci con cui si cerca di dare risposta a quei quesiti, le scoperte, le idee e le teorie più durature scaturite da quelle scoperte. Ho cercato di descrivere tutti questi aspetti in una maniera il più possibile coerente dal punto di vista logico e intellettualmente stimolante. Ho scritto ogni pagina di questo libro avendo ben chiaro lo scopo di voler rappresentare la scienza della psicologia come un'impresa umana il cui progresso deriva dal lavoro meticoloso di persone coscienziose, benché fallibili, impegnate a compiere osservazioni, condurre esperimenti, ragionare e riflettere sui vari aspetti del comportamento." (Dalla prefazione dell'autore)

Paesaggi dell'anima

Galimberti Umberto
Feltrinelli - 2019

Disponibilità Immediata

11,00 €
Dell'anima è stato detto di tutto: che è mortale o immortale, che può salvarsi o dannarsi, conoscere la verità o cadere nell'errore, che eleva e nobilita tutto ciò che nell'uomo è poco nobile, cosicché anche il desiderio non è solo dei corpi. Due secoli fa si pensò che potesse ammalarsi, proprio come il corpo, e richiedere medici dell'anima: nacquero la psichiatria, la psicoanalisi, la psicologia, che tolsero all'anima la sua aureola e contribuirono a disperderne la verità nei vari saperi. Ma per Umberto Galimberti è necessario andare al di là del linguaggio della razionalità e delle scienze psicologiche. Bisogna recuperare l'irrazionale che abita la profondità dell'anima e ci fa accedere alla radice da cui si dipartono sia la ragione sia la follia, giungere al fondamento non storico della storia. Oggi non conosciamo più l'anima universale che gli antichi descrivevano ai limiti dei due mondi, dello spirito e della materia: ci sono solo anime individuali rese asfittiche dall'incapacità di correlare la loro sofferenza quotidiana con il dolore del mondo. Ogni indagine sull'anima implica quindi per Galimberti un esplicito riconoscimento della sua dipendenza da ambiti culturali più vasti, un dialogo ininterrotto con tutte le forme di cultura e gli scenari storico-culturali che possono dare modelli interpretativi, e il recupero della visione degli antichi che avevano dato un'anima sia all'uomo sia al mondo, e nell'armonia delle due anime vedevano la bellezza.

Narciso in pericolo. Ritratto fotografico,...

Vitale Sergio
Clinamen - 2019

Disponibilità Immediata

9,80 €
Attirato nell'orbita delle discipline di controllo e di dominio al servizio del potere, il ritratto ha assunto la prerogativa di poter certificare con arroganza l'identità più segreta del soggetto, trasformando il linguaggio del volto in un testo muto, sottratto al movimento più complesso della vita, in cui è dato da leggere solo quanto è stato redatto in precedenza in forma di referto giudiziario o di cartella clinica. Così Narciso muore, ma non della morte che gli spetta per l'infinito viaggio a cui si sottopone per arrivare a riconoscersi, ma perché lo specchio in cui doveva rimirarsi, nei termini di una costante e viva metamorfosi dell'io, è stato infranto e la sua memoria dissolta per sempre.

Il cambiamento. Sull'onda tra crisi e opportunità

Anzuino Giovanni; Florio Valeria
Haiku - 2019

Disponibilità Immediata

19,50 €
Un surfista anticipa l'onda e si prepara ad affrontarla, può cadere ma sempre riprovare. Ogni onda diventa per lui un'occasione utile a migliorare le proprie abilità: pazienza, equilibrio, forza, concentrazione, coordinazione, resistenza. Quando si presenta un'onda, per quanto travolgente essa sia, il surfista è di nuovo pronto per ripartire con la sfida. In questo saggio, a metà strada tra il manuale clinico e l'opera di divulgazione, Giovanni Anzuino, Valeria Florio e gli altri professionisti del Centro di Psicologia e Psicoterapia APICE di Roma raccontano la metafora del "surfista esistenziale", simbolo della persona che lotta contro le difficoltà per uscirne rafforzato.

Il circuito della speranza. Il percorso...

Seligman Martin E. P.
Giunti Psychometrics - 2019

Disponibilità Immediata

24,00 €
Martin Seligman ripercorre la storia della sua vita e della sua disciplina, e dipinge un futuro più luminoso per tutti noi. La psicologia che Martin E. P. Seligman incontrò per la prima volta, negli anni Sessanta, era la scienza per la quale i traumi passati sono la causa dei sintomi attuali. Oggi, in gran parte grazie proprio al movimento della Psicologia Positiva inaugurato da Seligman, la psicologia non è più focalizzata su ciò che paralizza la vita, ma su ciò che la rende degna di essere vissuta - con conseguenze profonde per la nostra salute mentale. In questo libro di memorie Seligman ripercorre gli anni che più hanno trasformato la storia della psicologia moderna e racconta in che modo ha studiato l'ottimismo. Svela, inoltre, le storie delle persone che sono state dietro alcune delle sue scoperte più importanti, come il CAVE, uno strumento analitico basato sul linguaggio, utilizzato durante i discorsi elettorali per prevedere (con una precisione sorprendente) i risultati delle elezioni; la diffusione internazionale dell'Educazione Positiva; l'applicazione, nell'esercito statunitense, del programma di resilienza; gli studi che hanno dato origine alla teoria dell'impotenza appresa, rispetto alla quale egli ammette di essersi sbagliato. E, per la prima volta, descrive a fondo la battaglia con la depressione che lui stesso ha dovuto combattere quando era giovane. Nel Circuito della speranza Seligman, in maniera avvincente e personale, argomenta l'importanza di virtù come speranza, gratitudine e saggezza per la nostra salute mentale.

Storia della psicologia

Legrenzi P. (cur.)
Il Mulino - 2019

Disponibilità Immediata

22,00 €
Presentato in una nuova edizione riveduta e aggiornata, il volume fornisce un inquadramento storico delle origini e degli sviluppi teorici ed empirici della psicologia fino ai più recenti contributi delle neuroscienze. Gli autori danno conto delle principali teorie, procedure e pratiche che hanno segnato l'evoluzione della disciplina. Un faticoso processo di maturazione sul quale per lungo tempo hanno pesato vincoli e pregiudizi, che hanno messo in forse la possibilità stessa di studiare - con metodo scientificamente corretto - le sensazioni, le idee, le emozioni dell'uomo.

Il test del marshmallow. Padroneggiare...

Mischel Walter
Carbonio Editore - 2019

Disponibilità Immediata

16,50 €
Prova a lasciare un bambino da solo in una stanza davanti a un marshmallow e promettigli che, se aspetta a mangiarlo, tra 15 minuti ne potrà avere ben due. Alcuni bambini sapranno aspettare; altri, incapaci di resistere, si lanceranno su quell'invitante dolcetto di zucchero. È il "test del marshmallow", un curioso esperimento degli anni Sessanta, tra i più celebri della psicologia contemporanea, che compara le capacità di autocontrollo dimostrate da bambini con i successi raggiunti da adulti. In questo saggio il professor Walter Mischel, noto psicologo ideatore del test, ne analizza i risultati, dimostrando che i bambini che sono stati capaci di attendere hanno raggiunto più traguardi nella vita rispetto agli altri. Ma è proprio vero che, come sostiene il celebre psicologo, riuscire a tenere a bada i propri istinti e saper ritardare le gratificazioni significa avere più probabilità di essere felici? E queste capacità sono innate o si possono acquisire e affinare con l'esercizio? Eppure, ammonisce Mischel, l'eccesso di volontà può essere negativo tanto quanto la sua assenza. Come scriveva Oscar Wilde: "posso resistere a tutto, eccetto che alla tentazione".

Mente, mondo e affetti. Filosofia e psicologia...

Toccafondi Fiorenza
Il Mulino - 2019

Disponibilità Immediata

23,00 €
Le scienze cognitive contemporanee hanno fortemente ripensato il modo di guardare all'esperienza offertoci dal cognitivismo classico. Una mutata concezione della relazione tra mente, corpo e ambiente, il carattere pragmatico ed emotivamente connotato del nostro rapporto primario col mondo, gli aspetti cross-modali dell'esperienza sono tratti salienti del nuovo quadro che abbiamo dinanzi. Nella Germania dei primi decenni del Novecento, questi temi erano stati al centro di un dibattito nel quale si intrecciavano riflessione filosofica, indagini scientifiche e suggestioni neoromantiche. Attraverso autori come Klages, Scheler, Werner, i gestaltisti di prima e di seconda generazione, Plessner, Cassirer, Bühler, Wittgenstein il libro ricostruisce una parte rilevante di un dibattito denso e attuale, che spesso si trovò a coagularsi intorno al nucleo tematico dell'espressività del mondo e della patica ricettività dei sensi.

Come funziona la psicologia

Hemmings J. (cur.)
Gribaudo - 2019

Disponibilità Immediata

18,90 €
Come possiamo "riprogrammare" il nostro cervello per renderlo più efficiente? Quali trucchi usano gli esperti di comunicazione per indurci all'acquisto di un prodotto? Come si applica la psicologia nella vita di tutti i giorni? Questa guida visiva esplora la psicologia secondo vari approcci, dall'analisi dei comportamenti e dei sentimenti in una varietà di ambienti e scenari, all'esplorazione delle potenzialità del cervello, alla spiegazione delle terapie classiche e di quelle innovative per trattare i disturbi.

Psicologia generale SE

McGraw-Hill Education - 2019

Disponibilità Immediata

26,00 €
CdL in Scienze dell'Educazione e della Formazione. Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2018-2019.

La resistenza della scrittura. Letteratura,...

Nicastro Marco
Giuliano Ladolfi Editore - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Resistere attraverso una forma d'arte, in questo caso la scrittura, alle tendenze omologanti e alienanti della nostra società, trovando uno spazio d'espressione per la propria soggettività. Resistere alle inclinazioni automatiche e primitive della nostra mente per elaborare faticosamente un pensiero capace di sondare altre strade e di essere condiviso. Attraverso un'ottica psicoanalitica mai troppo specialistica, l'autore affronta in questi saggi tematiche e protagonisti del mondo delle arti visive, della letteratura, della psicoanalisi, della politica e della società, provando a osservarli da vertici per quanto possibile personali e seguendo il flusso del lavorio, faticoso e continuo, della scrittura. La resistenza viene quindi intesa come un elemento proficuo e ineliminabile del tentativo del soggetto di sopravvivere psichicamente, attraverso l'arte e l'attività intellettuale, dinanzi alle forze dispersive e caotiche della mente e della società. Una tensione etica, prima ancora che estetica.

Foucault con Lacan. La produzione discorsiva...

Cavallari Claudio
Galaad Edizioni - 2019

Disponibilità Immediata

16,00 €
È ancora lecito oggi porre la questione della soggettività, e dei modi della sua produzione, al centro di un'analisi sull'etica e sulla politica? A fronte dell'iperspecializzazione tecnologica che investe i processi di costituzione del legame sociale, e nel pieno di una mutazione antropologica di portata globale che sempre più autorizza il decentramento attuale dall'umano alla macchina, c'è ancora posto per il soggetto e per il suo originario rapporto con il godimento e con il linguaggio? Raccogliendo la problematica eredità dello Strutturalismo, ma scongiurando al tempo stesso qualsiasi tentazione al ritorno trascendentale del soggetto fondatore e del suo idealismo implicito, Michel Foucault e Jacques Lacan indicano il tracciato possibile di una risposta affermativa. Possono i due pensatori dunque parlarsi dalla radicale alterità dei propri percorsi? Nella contrapposizione spesso ostinata che tuttora si ascrive ai due profili intellettuali è possibile esplorare l'ipotesi di una convergenza? La tesi di questo libro è che tale operazione si presenti come quanto mai opportuna.

La psicologia della razza: ipotesi e questionario

Thomas William I.; Rauty R. (cur.)
Kurumuny - 2019

Disponibilità Immediata

12,00 €
Il saggio di William Thomas sulla psicologia della razza, poco considerato nonostante il ruolo "fondante" che ha nell'elaborazione della sua sociologia e nel suo percorso di lavoro, può essere ritenuto un "diario di bordo", testo di analisi e revisione di parti sostanziali, storiche, culturali e metodologiche, del suo pensiero, e premessa di una serie di riflessioni poi sviluppate, insieme a molte altre, all'interno della grande ricerca "The Polish Peasant in Europe and America". Il saggio mostra in più passaggi il retroterra etnoantropologico degli studi dell'autore, con una sensibilità ripetuta per la realtà femminile, nei percorsi a volte contraddittori della vita quotidiana, in Europa come in America, e in rapporto a quella che sarà la sua idea di americanizzazione, legata a categorie mutuate in parte dal suo rapporto con la Hull-House di Jane Addams e che si struttureranno anche in un colloquio, più o meno dichiarato, con Robert Park e George Herbert Mead.

Mistica, psicologia, teologia

Vannini Marco
Le Lettere - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €
«La filosofia non ha che una sola mèta e un solo principio: conoscere sé stessi e diventare simili agli dèi. Il principio è la conoscenza di sé stessi, la mèta è la somiglianza agli dèi»: così, alla fine del mondo antico, l'imperatore Giuliano esprimeva il senso del filosofare classico, da Pitagora e Platone in poi. Questo senso oggi è perduto, per cui il mondo contemporaneo, privo tanto della conoscenza di sé quanto di quella di Dio, vaga smarrito nell'alienazione. Il nostro tempo è infatti funestato da due false scienze, la psicologia e la teologia. La prima dà a intendere di conoscere l'uomo, ma non ne conosce l'essenza, che è spirito; la seconda dà a intendere di conoscere Dio, ma ne propone in effetti solo accidentali immagini, frutto del determinismo psichico e di parole umane spacciate per divine. «Non ci sono date oggi che menzogne», scriveva perciò Simone Weil. Percorrendo un itinerario che si snoda tra le concordi tradizioni occidentali e orientali, questo libro torna a proporre il filosofare nel senso classico, quale solo la mistica ha mantenuto nei secoli. Liberandosi dalla piccola egoità psichica, il mistico insegna a scendere nel "fondo dell'anima" (Eckhart), in quel «fondo di Dio che è il mio fondo, e il mio fondo il fondo di Dio. Qui vivo secondo il mio essere proprio, come Dio vive secondo il suo. Chi riesce a gettarvi uno sguardo anche solo un attimo, per lui mille marchi d'oro sono come un soldo falso» - ovvero tutto il resto non vale nulla, in quanto ha trovato sé stesso e la gioia piena.

Avere a cuore. Scritti in onore di Giovanni...

Conte V. (cur.); Sichera A. (cur.)
San Paolo Edizioni - 2019

Disponibilità Immediata

28,00 €
"Avere a cuore" è un sintagma usuale nella nostra lingua, teso ad indicare un senso di appartenenza e di intimità, che nelle relazioni di cura si colora delle tinte di una responsabilità appassionata. L'Istituto di Gestalt GTK lo ha scelto come titolo del libro dedicato per il settantesimo compleanno al suo fondatore e direttore, Giovanni Salonia - padre e professore noto e riconosciuto nell'ambiente ecclesiale come in quello gestaltico internazionale -, per rendere simbolicamente l'essenza della sua statura di grande terapeuta e di amico indefettibile. Uomini di cultura, intellettuali di varia estrazione, terapeuti, teologi - accomunati da un rapporto significativo con il Salonia frate o terapeuta - gli fanno onore in "Avere a cuore" svolgendo dal loro punto di vista il tema implicito nel titolo. Ne viene fuori un'opera non meramente celebrativa, bensì una sorta di sinossi del sentimento originario secondo la prospettiva gestaltica, clinica, filosofica, giuridica, letteraria, teologica. Per lunga amicizia, forte condivisione e stima grande l'arcivescovo di Palermo, don Corrado Lorefice, ha voluto anche lui promuovere e prefare questa impresa.

Travel counseling. Il viaggio come strumento di...

Bianchi Alice
Erickson - 2019

Disponibilità Immediata

21,00 €
Il viaggio comporta sempre un distacco, sia fisico che psicologico, dal mondo quotidiano e può trasformarsi in un formidabile strumento di crescita personale. Ogni viaggio, in questo senso, inizia prima di tutto dentro se stessi. Il Travel Counseling® si presenta come un percorso ciclico d'ispirazione gestaltica che crea una comunione profonda tra la pratica del counseling e il potere curativo del viaggio. Nella prima parte il libro spiega come sia cambiato nel tempo il significato simbolico del viaggio, che è oggi associato all'idea di libertà e al disvelamento dell'io. La seconda parte, arricchita da testimonianze raccolte dall'autrice, illustra il percorso di Travel Counseling® e il suo ciclo (pre-contatto, contatto pieno, post-contatto e vuoto fertile). L'ultima parte, infine, affronta il tema della mancata partenza, sempre nell'ottica positiva della scoperta di sé. Il Travel Counseling® non è infatti un percorso predefinito, ma un modo per esplorarsi, per trovare la propria personale dimensione, trasformando il viaggio, ogni viaggio, in un'occasione di rinascita interiore.

Psicologia generale. Capire la mente osservando...

Marzi T. (cur.); Peru A. (cur.)
McGraw-Hill Education - 2019

Disponibilità Immediata

54,00 €
La seconda edizione di questo manuale conferma il taglio didattico e divulgativo, già proprio della prima edizione, e l'approccio integrato per cui di ogni tematica si presentano i fattori biologici, psicologici e ambientali che concorrono alla sua determinazione. L'attenzione ai collegamenti con la biologia e l'ambiente rende il testo un'opera originale e completa, adatta tanto agli studenti dei corsi triennali, quanto ai laureati che devono preparare la prima prova dell'esame di Stato per l'abilitazione alla professione di psicologo. In particolare, in questa seconda edizione italiana: la struttura dell'indice e dei singoli capitoli è stata migliorata e resa più efficace anche dall'inserimento ex novo di interi paragrafi e di argomenti di attualità; è stata privilegiata l'uniformità di lessico e di stile espositivo trasversalmente a tutto il volume; sono state introdotte nuove figure a supporto della spiegazione, privilegiando immagini molto più aderenti alla nostra cultura; infine, la stampa a colori ha permesso di inserire figure, grafici e tabelle molto più incisivi e pregnanti. Il volume si propone come uno strumento di insegnamento che introduce alla psicologia come scienza, mettendo nello stesso tempo in rilievo la sua importanza per la vita e per la società. Ulteriori risorse sono disponibili per docenti e studenti sul sito www.mheducation.it.

Il significato della felicità. La ricerca della...

Watts Alan W.
Astrolabio Ubaldini - 2019

Disponibilità Immediata

17,00 €
"I libri che parlano della felicità sono generalmente di due tipi. Ci sono quelli che ci dicono come diventare felici cambiando le nostre condizioni e quelli che ci dicono come diventare felici cambiando noi stessi. Dopo di che, se tali libri non sono pura filosofia, passano, gli uni e gli altri, a dare consigli pratici quanto ai modi e ai mezzi con cui si può raggiungere la felicità, descrivendo una tecnica spirituale, psicologica o materiale per ottenere il risultato desiderato. Questo libro non rientra in nessuna di queste due categorie, poiché il suo autore crede che la felicità, la felicità più profonda, trascenda la sfera di qualunque tecnica esistente sotto il sole. Sebbene affermi che questo libro è strettamente pratico, non vi si nomina una sola cosa che si possa fare per diventare felici". A suo agio sia nel pensiero cristiano ed ebraico, sia nelle dottrine induiste, buddhiste, taoiste e zen, Alan Watts esplora in questo libro il significato della felicità intesa nel senso aristotelico o tomistico del vero fine o destino dell'uomo. Che la si intenda come unione con Dio, armonia con il Tao, liberazione o nirvana, non è frutto dell'azione o di un atto di volontà, quanto di un'esperienza interiore dello spirito. Mentre l'infelicità dell'uomo è radicata nel senso di angoscia che si accompagna alla sensazione di essere un individuo isolato, un io separato dalla 'vita' o 'realtà' totale, la felicità nasce con la percezione che il senso di isolamento è solo un'illusione. Quella che sentiamo come una coscienza separata e individuale di fatto è identica alla Realtà universale e indivisa di cui tutte le cose sono manifestazioni.

Diventare consapevoli. Una pratica di...

Siegel Daniel J.
Cortina Raffaello - 2019

Disponibilità Immediata

28,00 €
Una guida autorevole per capire la complessità della mente ed esprimere al meglio le proprie potenzialità "La ruota della consapevolezza" è il nome con cui Daniel Siegel designa la pratica di meditazione da lui elaborata nel corso di molti anni e proposta a migliaia di persone in ogni parte del mondo. È una metafora visiva di grande efficacia per comprendere i meccanismi mentali ed emotivi che sono alla base dell'esperienza soggettiva. Sullo sfondo dei risultati conseguiti dalla ricerca scientifica riguardo agli effetti della meditazione sul cervello, l'autore ci insegna a coltivare le capacità di consapevolezza, di concentrazione e di compassione, fornendoci in questo modo gli strumenti per migliorare la qualità della nostra vita e la forza della nostra mente. La ricerca ha infatti mostrato che le pratiche di mindfulness sono in grado di affinare la capacità del cervello di affrontare con flessibilità le sfide dell'esistenza. Che non abbiate alcuna esperienza di pratiche riflessive o, all'opposto, siate esperti di meditazione, questo libro vi consentirà non solo di sviluppare una maggiore coscienza di voi stessi e del momento presente, ma anche di essere più vitali ed emotivamente equilibrati.

Attraverso oltre. Della conoscenza, della...

Tonelli Angelo
Moretti & Vitali - 2019

Disponibilità Immediata

22,00 €
La conoscenza non coincide con la padronanza filosofica e scientifica del pensiero, o l'accumulo di informazioni corrette intorno alla vita, ma con la stabilizzazione di livelli di coscienza illuminati, attraverso una costante disciplina e apertura interiore. Noi Occidentali dobbiamo rivolgere lo sguardo ai Misteri Eleusini, alle iniziazioni orfiche, e a quei pensatori che Platone definiva sophoí, ovvero Sapienti, e che hanno nome Eraclito, Empedocle, Parmenide, Pitagora, ma anche ai grandi maestri della conoscenza tragica ("patendo conocere"), Eschilo, Sofocle, Euripide, per non citare che i maggiori tra i Greci. Guardare alle radici della nostra cultura significa anche guardare alla Sapienza d'Oriente, perché anche di essa (oltre che dello sciamanesimo iperboreo e della spiritualità egiziana, persiana e mesopotamica) era pervasa la Sapienza di Pitagora, Eraclito, Parmenide, Empedocle, Democrito e Platone. Di questa connessione originaria tra Occidente, in particolare la nostra Magna Grecia, e Oriente, a cui Angelo Tonelli ha dedicato trenta anni di ricerche e di cui ha già fornito ampie documentazioni, viene qui presentata, in anteprima assoluta, una testimonianza archeologica di inconfutabile evidenza: la fotografia del ritratto del "Mongolo di Taranto", raffigurato in una ceramica protolucanica databile al IV secolo a.C., ai tempi di Platone, in cui compare un volto di chiara etnia mongola, a dissipare ogni eventuale dubbio sulla interazione tra Mediterraneo greco e Estremo Oriente, in epoca antica, interazione fino a oggi silenziata o negata da un'Accademia ancora arroccata alle Termopili immaginarie per contrastare la manifesta presenza dell'Oriente nel nostro Occidente sapienziale. E questa obliterazione ha gravato e grava sulla nostra cultura, perché se ne è ignorata la radice eurasiatica meditativa, sciamanica, noetica, condannando gli individui, e con essi la civiltà d'Occidente, a livelli di interiorità, saggezza e consapevolezza infantili, che sono alla base della crisi ecoantropologica in atto: una sorta di "furto d'organo", il nous, ovvero il luogo di connessione tra l'umano e il divino nella coscienza unitaria e illuminata. Questo tragitto "sulle tracce della Sapienza" a cui l'autore ha già dedicato un omonimo fortunato libro, di cui questo costituisce in qualche modo la continuazione, consente di fare collidere e colludere la grande esperienza conoscitiva originaria occidentale-orientale con le acquisizioni della scienza più avanzata e le domande di rinnovamento culturale e interiore poste dalla crisi della civiltà contemporanea.

Cura e persona. Uno psicologo parla della...

Lanini Iacopo
Maria Margherita Bulgarini - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Questo libro, che nasce dalla grande esperienza umana e professionale dell'autore con i malati, vuole dare voce ai protagonisti dei percorsi di cura mettendoli così in relazione. Dopo aver spiegato quali pensieri, difficoltà e meccanismi di reazione hanno non solo i pazienti ma anche i medici, l'autore offre una griglia metodologica utile a tutti i curanti e a chi gestisce le strutture sanitarie. Se comunicare, letteralmente, vuol dire mettere in comune, ecco un prezioso materiale per cominciare a capirsi.

Le leggi dell'abitudine

James William; Vincenti D. (cur.)
Mimesis - 2019

Disponibilità Immediata

7,00 €
Nel 1887, William James, all'epoca professore di psicologia e filosofia alla Harvard University, pubblica sulla rivista "The Popular Science Monthly" un articolo interamente dedicato alle leggi dell'abitudine. Il tema dell'abitudine godeva al tempo di un interesse di tutta eccezione, ponendosi periodicamente al centro dei dibattiti filosofici, psicologici e medico-scientifici. L'abitudine rappresentava, infatti, una dinamica dalle molte facce e applicazioni. Oggetto di attenzione da parte della fisiologia, interessata alle sue applicazioni corporee e organiche, della filosofia - che ne faceva una legge di spiegazione dei rapporti del fisico e dello psichico - e della psicologia, l'abitudine incarnava una speciale forma di apprendimento ad amplissimo spettro. Vi è, allora, un'interessante corrispondenza tra la natura multiforme dell'abitudine e l'impostazione della teoria jamesiana, la quale andava approfondendo la complessa relazione tra processi cerebrali e risposte comportamentali.

La gola. I sette peccati capitali. Percorso...

Serino Vinicio
Pontecorboli Editore - 2019

Disponibilità Immediata

8,80 €
Ad oggi la gola, come espressione di picchi e valli del consumo di alimenti, può assumere la connotazione di un disturbo del comportamento, e non più solo quella del peccato capitale. La bulimia e l'anoressia, due facce della stessa medaglia, sono entrambe patologie gravi sempre più diffuse tra gli adolescenti e i giovani adulti. L'adozione di pratiche ossessive ed inconsulte, come le abbuffate e i comportamenti compensatori, accosterebbero la bulimia alla tossicomania, al bisogno impellente di trovare un rimedio ad un vuoto non altrimenti gestibile né tantomeno mentalizzabile. È questo il dettame del vissuto tossicomane: un'interruzione, una lacerazione dentro. Un buco da riempire in assenza di uno scopo e che fornisca, nella gioia drogastica dell'atto, il significato di un tempo ormai perduto. "Assieme alla lussuria" dice Cesare Marchi, "la gola è il vizio più confessabile. Nessuno si vanterà pubblicamente di essere invidioso, avaro, tracotante, iracondo, negligente. Ma nessuno si vergognerà di dire che va matto per le profiteroles".

Psicologia generale

Perrotta Giulio
Lux-Co Éditions - 2019

Disponibilità Immediata

15,90 €
La psicologia generale rappresenta la corrente principale della ricerca scientifica sulle funzioni psicologiche di base, e si prefigge di studiare con metodologia sperimentale la mente e il comportamento. Utilizzando tutt'ora metodiche classiche della psicologia sperimentale, come le metodologie di derivazione comportamentista, la misurazione dei tempi di reazione o le tecniche psicometriche, la psicologia generale si focalizza notevolmente sui processi cognitivi, e quindi rappresenta il contesto epistemico principale per gli studi di psicologia cognitiva di tipo sperimentale. Il presente lavoro, psicologia generale (di base), coniuga gli aspetti di base della disciplina psicologica generale, orientando il lettore tra le tematiche principali dei profili storici, dei processi cognitivi e delle neuroscienze, arricchendo il contenuto con tematiche care alla psicologia sociale, dello sviluppo, del lavoro e della leadership. In questo compendio si è voluto dare un taglio pratico, utile agli studenti e ai professionisti, e anche a chi sta affrontando l'esame di abilitazione professionale (prima prova d'esame), con una antologia ragionata delle varie teorie, suddivise per tematiche specifiche. Gli ultimi capitoli poi sono dedicati al progetto in psicologia (seconda prova d'esame per l'abilitazione) e alla deontologia professionale (necessaria per l'esame orale).

Psicologia generale

Perrotta Giulio
Lux-Co Éditions - 2019

Disponibilità Immediata

15,90 €
La psicologia generale rappresenta la corrente principale della ricerca scientifica sulle funzioni psicologiche di base, e si prefigge di studiare con metodologia sperimentale la mente e il comportamento. Utilizzando tutt'ora metodiche classiche della psicologia sperimentale, come le metodologie di derivazione comportamentista, la misurazione dei tempi di reazione o le tecniche psicometriche, la psicologia generale si focalizza notevolmente sui processi cognitivi, e quindi rappresenta il contesto epistemico principale per gli studi di psicologia cognitiva di tipo sperimentale. Il presente lavoro, psicologia generale (di base), coniuga gli aspetti di base della disciplina psicologica generale, orientando il lettore tra le tematiche principali dei profili storici, dei processi cognitivi e delle neuroscienze, arricchendo il contenuto con tematiche care alla psicologia sociale, dello sviluppo, del lavoro e della leadership. In questo compendio si è voluto dare un taglio pratico, utile agli studenti e ai professionisti, e anche a chi sta affrontando l'esame di abilitazione professionale (prima prova d'esame), con una antologia ragionata delle varie teorie, suddivise per tematiche specifiche. Gli ultimi capitoli poi sono dedicati al progetto in psicologia (seconda prova d'esame per l'abilitazione) e alla deontologia professionale (necessaria per l'esame orale).

Spegni quel cellulare. Le tecnologie tra...

Fea Maurizio
Carocci - 2019

Disponibilità Immediata

14,00 €
Chi non riesce a fare a meno del cellulare è malato? La diffusione di smartphone e tecnologie computazionali mette in discussione il concetto di dipendenza, nella sua espressione scientifica e nella sua accezione comune. Nel libro, alla documentata analisi critica degli studi sulle dipendenze comportamentali e alla proposta di rivederne il paradigma interpretativo, si accompagnano riflessioni sulla necessità di ripensare il nostro rapporto con le tecnologie e con le opportunità che esse ci offrono. I dispositivi tecnologici, che influenzano i comportamenti di miliardi di persone, stanno cambiando i processi della conoscenza, i modi di relazionarci e di stare al mondo, con incognite sul futuro della natura umana. Non si può fermare questa evoluzione epocale, ma si possono ridurre le derive più inquietanti, con un uso consapevole e controllato di queste opportunità tecnologiche. Il volume suggerisce anche i modi concreti per farlo e tornare ad essere, almeno in parte, padroni di questi strumenti.

Zanzotto/Lacan. L'impossibile e il dire

Russo Previtali Alberto
Mimesis - 2019

Disponibilità Immediata

20,00 €
La teoria psicoanalitica di Lacan occupa un posto di grande rilevanza nella poesia di Zanzotto. Questa presenza è indagabile a più livelli: dall'uso intertestuale di termini e concetti, all'assunzione di prospettive teoriche. Il saggio offre una ricostruzione rigorosa di queste dimensioni dell'opera del poeta, prestando particolare attenzione alle loro interazioni con le diverse fasi del pensiero lacaniano, da quella più strutturalista all'ultima, più orientata dal registro del reale. Partendo da questo allargamento, l'autore esplora un'ulteriore prospettiva d'indagine, quella che vede Zanzotto, al di là del proprio sapere su Lacan, impegnato nel confronto della parola poetica con l'impossibile a dire. È questa la dimensione più feconda del rapporto tra il poeta Zanzotto e lo psicoanalista Lacan. È questo il viaggio a cui il lettore audace è chiamato in questo saggio.

Fare TFC. Guida pratica per i professionisti...

Kolts Russel L.; Zucchi G. (cur.)
Franco Angeli - 2019

Disponibilità Immediata

34,00 €
La Terapia Focalizzata sulla Compassione (TFC) è una delle psicoterapie cognitivo comportamentali comunemente definite come di terza onda o terza generazione (3G). Non costituisce un modello terapeutico completamente nuovo e affonda le sue radici nella psicologia evoluzionista, nelle scienze e neuroscienze dell'affiliazione e dell'attaccamento, nelle scienze comportamentali contestualiste. In questa integrazione la TFC ha la finalità principale di aiutare i pazienti a sviluppare compassione e gentilezza verso se stessi e gli altri, a gestire sentimenti di vergogna e di autocritica e a migliorare la regolazione emotiva e la tolleranza della sofferenza. Talvolta gli aspetti teorici sottesi alla TFC possono apparire difficili e impegnativi. Questo libro spiega con un linguaggio semplice e facile da seguire le basi della terapia e offre al clinico una guida per mettere in pratica la TFC come modalità terapeutica principale o come approccio da integrare ad altre terapie. Il terapeuta con formazione CBT classica o con formazione ACT, DBT e anche Schema Therapy troverà strategie personalizzate in base alla specificità del cliente e strumenti pratici per aiutare i pazienti a sviluppare l'auto-compassione, ad apprendere le abilità di mindfulness e a bilanciare le emozioni difficili.

il paradosso ordine-disordine. Il lato nascosto...

Schwartz-Salant Nathan
Persiani - 2019

Disponibilità Immediata

17,90 €
Aumentare l'ordine all'interno di un sistema crea contemporaneamente disordine; quest'idea, apparentemente paradossale, ha radici profonde nelle antiche culture di tutto il mondo, ma nella vita moderna è andata perduta, perché tutti noi premiamo per aumentare l'organizzazione sistematica del nostro mondo e delle nostre vite personali. Nathan Schwartz-Salant spiega che, in un mondo in cui si è creata una grande quantità di ordine attraverso il crescente successo della scienza e della tecnologia, il disordine concomitante sta avendo ricadute devastanti sulle relazioni, la società e l'ambiente. Quale analista junghiano con alle spalle una formazione scientifica, l'autore è particolarmente qualificato per l'esplorazione dei concetti scientifici di informazione, di energia e di entropia, così come per i loro antecedenti mitologici. Con tanti esempi d'interazione tra ordine e disordine nella vita quotidiana e nella psicoterapia, questo volume apre nuove vie alla comprensione delle conseguenze ad ampio raggio dell'ordine che creiamo e dei suoi effetti sugli altri e sull'ambiente.

Jacques Lacan, una scienza di fantasmi

Leoni Federico
Orthotes - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Questo è un libro insistente. Mostra una stessa cosa, ora come tratto, ora come voce, ora come oggetto, ora come calligramma, ora come uno, ora come fantasma. E lo fa cercando la risonanza di una stessa struttura attraverso diverse figure filosofiche e psicoanalitiche. Sigmund Freud, Jacques Lacan, Platone e Descartes sono gli interlocutori privilegiati di questo percorso. Che cosa risuona attraverso queste figure? Una stessa struttura o più esattamente uno stesso movimento, quello attraverso cui una struttura si struttura, un soggetto prende forma, uno spazio si configura. Movimento o scansione. Ritmo, luogo mobile. Ritmo e riso, per indicare in un'etica che ha qualcosa di comico un'area di sovrapposizione tra quelle due scienze di fantasmi che sono la filosofia e la psicoanalisi.

Siamo ancora un colloquio. A partire da Eugenio...

Magrini Maria Antonietta
Clinamen - 2018

Disponibilità Immediata

9,80 €
Cosa vogliamo davvero dire, sussurrare, sottolineare quando comunichiamo? Al di là del messaggio esplicito c'è spazio per ben altro. C'è il non detto, il nascosto. Ci sono le emozioni, il racconto di noi stessi, dei nostri desideri, delle nostre più nascoste insicurezze e paure. L'incontro con la riflessione di Eugenio Borgna dà la possibilità di viaggiare attraverso i vari piani del messaggio verbale: da quello centrato sul "come", a quello che studia il "cosa", per arrivare finalmente al "chi" comunica e perché lo fa in quel modo, con quelle parole, con quei silenzi. Questo lavoro racconta un viaggio che è una passione: per il "detto vero" e per il non detto. Cerca di spiegare quanto sia necessario, nel presente frenetico e assordante, ritornare a conoscere le nostre fragilità, osservandone da vicino gli incandescenti caleidoscopi di emozioni che le animano e le connotano. Richiama il lettore alla lentezza, al silenzio, alla discesa in se stessi, all'ascolto dell'altro-da-noi. Lo fa collegandosi al pensiero di filosofi, antropologi, sociologi, poetesse e poeti, scrittrici e scrittori. Il timone per questo veleggiare in perigliosi mari è sempre lui, Eugenio Borgna.

Ritmo e melanconia

Lippi Silvia
Poiesis (Alberobello) - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
Per Roxane il silenzio si crea a partire dalla velocità, che svanisce generando del vuoto: la velocità rompe la dimensione temporale a vantaggio di quella spaziale. La velocità esaspera il fraseggio di Coltrane fino a dissolverlo. In Coltrane, le note si annullano man mano che si creano. Si producono e si disperdono nell'esecuzione. Le note si perdono, fuggono, come le idee del soggetto maniacale. Vita e morte si sfuggono e s'inseguono nel fraseggio veloce, un fraseggio incandescente, appassionato, esaltato: suono vitale e mortifero al tempo stesso, suono dove il respiro dello strumento è respiro di vita e nello stesso tempo ultimo respiro.

Jung. Psicogenealogia e costellazioni...

Saita Ravizza Maura
Golem Edizioni - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
La Psicogenealogia e le Costellazioni Familiari, portando alla luce i legami patologici, le ripetizioni di scenario e i traumi non risolti della storia familiare, aiutano a comprenderli, metterli in scena e superarli. In questo libro Maura Saita Ravizza propone un'analisi delle diverse teorie che hanno confermato l'esistenza di un'anima collettiva, la cui memoria corporea ed emozionale è capace di manifestarsi se correttamente interpellata e ascoltata. I casi pratici riportati dall'autrice illustrano nel dettaglio l'approccio transgenerazionale proposto. A sette anni di distanza dalla prima edizione, torna in libreria l'opera che ha divulgato e reso accessibile la Psicogenealogia in Italia, rivista in tutte le sue parti e ampliata con un capitolo sui traumi storici.

La realtà inventata. Contributi al costruttivismo

Watzlawick P. (cur.)
Feltrinelli - 2018

Disponibilità Immediata

10,00 €
In che modo si conosce ciò che si crede di conoscere? Si è abituati a pensare che la realtà può essere "scoperta". Al contrario, il costruttivismo sostiene che ciò che viene chiamato realtà è un'interpretazione personale, un modo particolare di osservare e spiegare il mondo che viene costruito attraverso la comunicazione e l'esperienza. La realtà non verrebbe quindi scoperta, ma "inventata". In questo volume si discute dell'utilità e della necessità di sostituire la tradizionale concezione della conoscenza come rappresentazione di una realtà esterna al soggetto con una epistemologia che interpreta la relazione fra conoscenza e realtà nei termini della relazione di "adatto" nel nuovo senso delle scienze evolutive.

Fragilità

Galanti Maria Antonella; Ronchi Ermes
Il Margine - 2018

Disponibilità Immediata

7,00 €

Un fatello per Narciso. Gestalt Therapy e fratria

Aparo P. (cur.)
Cittadella - 2018

Disponibilità Immediata

13,90 €
Questo libro ha una sua speciale peculiarità: non solo affronta il tema della fratria analizzando le teorie e le ricerche più recenti dentro il paradigma della Gestalt Therapy, ma è stato anche costruito in una logica di fratria all'interno dell'Istituto GTK (Gestalt Therapy Kairós): tanti fratelli e sorelle coordinati dalla "sorella maggiore" Paola Aparo. Un testo brillante, originale e vivace che, descrivendo in modo puntuale le dinamiche fraterne in tutti i loro risvolti - anche quelli più aspri -, traccia i percorsi che conducono dalla rivalità alla condivisione, dall'evitamento all'incontro con l'altro, nella consapevolezza che solo chi accoglie il fratello e la sorella fuori di sé scopre e si arricchisce del fratello e della sorella che porta dentro di sé. Prefazione di Giovanni Salonia.

La nuova economia psichica. Il modo di pensare...

Melman Charles
Mimesis - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
In questo testo Charles Melman, uno degli allievi più vicini a Lacan, prosegue nella riflessione iniziata ne "L'uomo senza gravità". Attraverso conferenze, tenute in Brasile e in Belgio, e grazie al confronto con Marcel Gauchet e all'intervista con Jean-Pierre Lebrun, qui Melman precisa le nuove modalità cliniche prodotte dalla mutazione culturale in atto che, secondo la sua tesi, sta portando a un'organizzazione sociale fondata sul matriarcato e a un cambiamento nel rapporto tra i sessi. Questo mutamento genera dunque nuovi sintomi. In questo contesto, qual è la funzione della psicoanalisi? È in grado di affrontare queste nuove sfide? Con un'intervista di Jean-Pierre Lebrun.

Jacques Lacan e il buco del sapere....

Clemente Luigi Francesco
Orthotes - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
Nel corso degli anni Sessanta si consuma in Francia un aspro confronto tra Jacques Lacan e Paul Ric?ur sul significato della rivoluzione freudiana rispetto alla tradizione filosofica: continuità o discontinuità? Rinnovamento o rottura? Una discussione che non rappresenta un capitolo secondario dell'insegnamento lacaniano. Sebbene oscurata da costanti quanto fuorvianti pseudo-dibattiti sulla filosofia di Lacan, si tratta probabilmente dell'unica circostanza che abbia visto lo psicoanalista parigino direttamente impegnato in un faccia a faccia con un filosofo della propria epoca. "Jacques Lacan e il buco del sapere" ne chiarisce le ragioni di fondo, ricostruendone la genesi, gli sviluppi e le conseguenze di lungo periodo, fino a cogliervi il nucleo proprio dell'antifilosofia lacaniana: la denuncia della tentazione, condivisa da analisti e filosofi, di trasformare la pratica analitica in pratica ermeneutica. Quelle che emergono sono questioni decisive riguardanti il complesso rapporto tra psicoanalisi e filosofia, la loro stessa tenuta nello scacchiere ideologico contemporaneo, segnato dal trionfo della religione e dalla disastrosa convergenza di terapie brevi e ricerca di saggezza.

La lettura, il corpo, la voce. Fondamenti...

Sessa Paolo S.
Giovanni Fioriti Editore - 2018

Disponibilità Immediata

22,00 €
Attraverso una disamina approfondita degli esperimenti e delle scoperte delle moderne neuroscienze cognitive e una lettura originale dei testi più rilevanti della letteratura europea, l'autore risponde sostanzialmente a due serie di domande: Cosa c'è in un testo? E soprattutto cosa c'è che ci riguarda come lettori? Quali sono le tracce di oralità che l'autore ha inteso preservare nel testo per veicolare le sue emozioni? Come interferisce la sostanza dell'espressione (il materiale verbale) sul significato di un testo? Quali sono le strategie proprie dell'atto performativo attraverso le quali le tracce di oralità possono riemergere dalla scrittura? Cosa possono e devono fare la voce e il corpo del lettore per vivificare il testo scritto e riscoprire la voce e la tensione che gli hanno dato vita? Con la lettura di questo saggio gli studenti universitari di lingue e letterature, ma anche di psicologia, hanno l'opportunità di approfondire la relazione fra voce e gesti nei i testi della letteratura europea e nella normale pratica comunicativa. I docenti, di trovare nuovi stimoli e punti di vista dai quali guardare i testi letterari e scoprire l'importanza strategica della loro voce nella lettura in classe. Gli studiosi di linguistica hanno l'opportunità di accostarsi alle nuove prospettive offe-te alla scienza del linguaggio dalle neuroscienze. Gli studenti delle Accademie di arte drammatica, di scoprire i meccanismi attraverso i quali la voce e i gesti "significano", e rafforzare così le loro competenze.

I quattro codici della vita umana. Filialità,...

Punzi Ignazio
San Paolo Edizioni - 2018

Disponibilità Immediata

14,00 €
La misura del livello di interiorizzazione dei codici filiale, materno, paterno e fraterno determina il grado di armonia e maturità che abbiamo raggiunto. Per armonia e maturità intendiamo la capacità di accogliere e offrire vita, di avere cura di sé e degli altri, di nutrire la propria interiorità, di vivere tutti gli eventi in maniera evolutiva, di abitare il conflitto in maniera generativa, di elaborare le perdite, di riconciliarsi con la propria storia, di perdonare e perdonarsi, di innovarsi e rigenerarsi, di vivere la fedeltà al proprio desiderio, di sentirsi responsabili nei confronti di chi ci è accanto e dell'ambiente naturale nel quale viviamo. Questo libro offre un modello antropologico conoscitivo e operativo per stare dentro tali processi con una consapevolezza e un'interiorità nuove.

Per amore della materia. Un panpsichismo...

Mathews Freya
Magi Edizioni - 2018

Disponibilità Immediata

25,00 €
Per amore della materia mette in questione le premesse della scienza moderna secondo cui il mondo è solo uno sfondo inerte per l'esistenza umana, invece che una presenza in sé comunicativa, capace di intrattenere una relazione dialogica con noi. L'autrice ci invita a pensare e a promuovere un futuro che passi per l'ascolto e per il dialogo con tutti gli aspetti della realtà, anche se tradizionalmente considerati privi di un'intelligenza e di un significato propri. Esplorando gli effetti trasformativi di una sostituzione della premessa materialista con quella panpsichista, questo libro ci chiama a una sfida difficile, che scuote le più radicate abitudini in quanto intende superare le forme secolari dell'antropocentrismo, a recuperare la dimensione non umana dell'innamoramento, a lasciare aperte delle crepe in noi e allo stesso tempo lasciarci condurre nelle crepe del mondo. La materia, ci ricorda F. Mathews, possiede già in sé tante virtù - a cominciare da quella comunicativa e sistemica - e il continuo tentativo umano di manipolarla è estremamente controproducente. Il mondo, molto spesso, non richiede interventi, ma solo il recupero della capacità di ascoltarlo, di non sottoporlo a una logica predatoria, di lasciarlo esprimere per quello che è. Di cantarlo, piuttosto che di spiegarlo. Il libro mostra il nesso inscindibile fra la teoria panpsichista e la necessità di una nuova etica ambientale in un discorso di ampio respiro, che risulta magistrale nel gestire diversi registri, anche argomentativi, rendendo in un linguaggio semplice i problemi, talvolta complessi, della filosofia.

Psicologia della condotta

Bleger José; Sartini L. (cur.); Fasanini A. (cur.)
Armando Editore - 2018

Disponibilità Immediata

25,00 €
"Psicologia della condotta" è uno dei testi fondamentali che José Bleger ha dedicato al mondo della psicologia e della psicoanalisi. Il libro, pubblicato per la prima volta in Argentina nel 1963 e poi rivisto ed ampliato dall'autore nel 1968 (edizione sulla quale si basa la presente traduzione italiana), in breve tempo è diventato un testo obbligatorio all'interno del corso di studi in psicologia dell'Università di Buenos Aires. Già allora, Bleger considerava che ogni teoria o scuola di psicologia, pur ritenendo di comprendere nelle proprie teorizzazioni la totalità dei fatti del mondo, non potevano che produrre una conoscenza frammentaria e parziale della condotta dell'essere umano. Con questo libro cerca di sistematizzare i diversi apporti psicologici (provenienti non solo dalla psicoanalisi ma anche dal comportamentismo e dalla Gestalt), sociologici e filosofici che hanno avuto come oggetto di studio l'uomo, mettendo in discussione il mito dell'"uomo naturale" e contrapponendogli l'idea di un uomo sociale, inevitabilmente prodotto e condizionato dai propri vincoli nella concreta quotidianità. La pluralità fenomenica dell'uomo (aree della mente, del corpo e dell'azione nel mondo esterno) trova la sua unità nel fenomeno stesso della condotta, che è sempre un emergente di un campo psicologico e sociale. Nei momenti di perdita dell'equilibrio in qualsiasi campo appare una tensione. Il comportamento dell'essere umano interviene all'interno della situazione di crisi per risolvere la tensione mediante il ristabilimento di un equilibrio. Ma non si deve considerare la tensione in sé come causa della condotta, essa, infatti, non esiste indipendentemente dal campo totale, e deve essere intesa solo come uno dei fenomeni che si producono al suo interno e che derivano dalla particolare struttura assunta dal campo in un momento specifico. Prefazione di Montecchi Leonardo.

I sette peccati capitali. Percorso...

Battaglini Irene; Serino Vinicio
Pontecorboli Editore - 2018

Disponibilità Immediata

12,00 €
Questa "Introduzione", alla quale seguiranno sette saggi, uno per ogni peccato capitale, raccolti in un'unica pubblicazione, si chiude con una domanda: il peccato è sempre un'offesa alla volontà divina? O, piuttosto, non è espressione della libertà dell'Uomo - del suo libero arbitrio - grazie alla quale, molto spesso violando i precetti della Divinità (talora rielaborati e reinterpretati dai suoi "rappresentanti" terreni) sono state possibili straordinarie conquiste di progresso e di civiltà? Conquiste che, seppure spesso accompagnate da barbarie e nefandezze di ogni genere, hanno comunque consentito alla nostra specie di sottrarsi alla volontà imperscrutabile, e quasi sempre crudele, della natura. Proprio grazie a questa libertà, l'Eterno Artefice, scriveva molti secoli fa Giovanni Pico della Mirandola, aveva messo l'Uomo "al centro del mondo", lasciandolo "libero e sovrano" di plasmare la propria forma, conferendogli il potere di degenerare abbassandosi sino ai più brutali tra gli esseri inferiori, oppure di innalzarsi fino alle vette più elevate degli "spiriti maggiori". E l'Uomo ha indubbiamente usato - e spesso abusato - di questa straordinaria prerogativa.

Embodied cognition. Comprendere la mente...

Palmiero Massimiliano; Borsellino Maria Cristina
Aras Edizioni - 2018

Disponibilità Immediata

13,00 €
L'opera si propone di accompagnare il lettore lungo gli eventi teorici e sperimentali che hanno segnato l'affermarsi dell'embodied cognition e ripercorre i motivi filosofici, le scoperte neurologiche (meccanismi simulatori e neuroni specchio) e le possibili applicazioni che rivendicano la presenza del corporeo nella dimensione cognitiva. Lo scopo è quello di sottolineare la possibilità di una psicologia che, ponendo al centro della riflessione e della ricerca sperimentale il corpo vissuto, apra nuove opportunità per comprendere tematiche di grande attualità, quali l'esperienza del Sé, l'intersoggettività, la percezione e il pensiero di oggetti, l'imagery, la patologia, l'arte e la creatività.

Clinica delle passioni

Termini Massimo
Astrolabio Ubaldini - 2018

Disponibilità Immediata

19,00 €
Se una passione ci prende, ci afferra, è perché siamo appassionati da qualcosa. Ma da cosa esattamente? Ecco il punto. Un fondamentale nodo soggettivo lega e stringe gli affetti all'inconscio e ai destini della pulsione. E il suo avvicinamento, la sua esplorazione, la sua riformulazione nello svolgimento dell'esperienza analitica è quanto costituisce il tema centrale del libro. Dalla vergogna alla colpa, dall'amore all'odio, dal malumore alla tristezza e altri ancora, senza dimenticare il luogo cruciale dell'angoscia: è nel variegato campo degli affetti che Lacan introduce il concetto di passione, smarcandosi al tempo stesso da quello di emozione. Ripreso dalla tradizione, quello di passione è il concetto che serve per agganciare l'affetto freudiano, riportarlo nel quadro del discorso, dove si tesse il legame del soggetto con l'Altro, e allacciarlo così al particolare oggetto qui in gioco. Denominato con la sola lettera a, è a questo oggetto esclusivo e speciale, differente da tutti gli altri che popolano il mondo, è alle sue distinte forme, messe a fuoco dall'originale elaborazione lacaniana, che rispondono le passioni. Tanto che la via propriamente analitica per agire su di esse ne dipende e non può che passare innanzitutto dal fatto di modificare il rapporto che ciascuno intrattiene, nell'inconscio, con il proprio oggetto a.

I quaderni di Eduardo Descondo

Quaglino Gian Piero
Moretti & Vitali - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
Invitato a un convegno sul tema del denaro, a Eduardo Descondo torna in mente il corso Sul buon uso del denaro a cui aveva partecipato, molti anni prima, all'Istituto Pesaventa. In quell'occasione aveva incontrato Carlos Albasuelo, Marcelo Malavista e Lumir Medana, e ne era nato un sodalizio inossidabile. I quattro avevano deciso che ogni anno avrebbero scelto insieme a quali altri corsi iscriversi, e che da quel momento sarebbero stati la Compagnia del Mitra, dal nome del caffè ai cui tavolini si ritrovavano a fine giornata per chiacchierare del più e del meno. Nella grande scatola verde sul suo tavolo di lavoro Descondo custodisce quelli che gli piace chiamare i Pesaventa Papers: ci sono i suoi Quaderni di Appunti dei vari corsi, seminari e conferenze a cui i quattro hanno partecipato e pure gli Scritti Improbabili che ciascuno di loro coltiva in segreto. Questo volume raccoglie i materiali dei primi due anni di avventure (e disavventure) della Compagnia del Mitra all'Istituto Pesaventa.

Il terapeuta in analisi

Bigini Natale
Liberodiscrivere edizioni - 2018

Disponibilità Immediata

13,00 €
"Viene spesso chiesto agli scrittori se la loro opera sia autobiografica. Mi sembra una domanda strana, in un certo senso superflua. Da dove altro dovrebbe nascere l'opera se non da se stessi? Ma mi chiedo se venga fatta perché rimane comunque qualcosa di misterioso nella conversione dell'esperienza in rappresentazione. Eppure è qualcosa che facciamo continuamente. Lavoriamo sulle nostre vite senza sosta; le nostre menti generano e inventano. Scrivere un libro è come partorire un figlio, per la mamma il suo è il più bel bambino del mondo. Anche per lo scrittore il suo libro è il più bello che abbia mai scritto, ma sarà il lettore che gli darà il giudizio definitivo e inappellabile". (Jole Baldaro Verde)

Melanie Klein. La follia. Il genio femminile

Kristeva Julia
Donzelli - 2018

Disponibilità Immediata

19,00 €
Julia Kristeva tocca in questo volume nodi concettuali che la riguardano da vicino, riconoscendo in Melanie Klein la più grande innovatrice della pratica psicoanalitica dopo Freud. Se quest'ultimo aveva posto al centro della vita psichica il complesso di Edipo e la funzione del padre, Klein si concentra sulla figura e sul ruolo della madre, individuando in essa la fonte non solo della creatività, ma del pensiero stesso, e indicando nel «matricidio» il cardine dello sviluppo psichico. Madre di due figli e moglie infelice, Melanie Klein decide di entrare in analisi, diventando lei stessa, senza alcun tipo di istruzione superiore né una laurea in medicina, analista all'età di quarant'anni. Un percorso biografico e intellettuale straordinario, che apre la strada a una nuova e provocatoria idea di maternità, rivoluzionando la stessa nozione di psiche. L'intreccio narrativo si fa ancora più avvincente perché Julia Kristeva riconosce in Melanie Klein una figura centrale nell'elaborazione della sua stessa visione teorica, una vera e propria madre spirituale, per cui misurarsi con il suo genio diventa occasione di confronto con se stessa e con il senso della pratica psicoanalitica. Un legame della massima profondità in quanto Melanie Klein «fu la prima a fare della psicoanalisi un'arte per curare la capacità di pensare», e senza di lei «non avremmo l'impronta che caratterizza la cultura moderna, vale a dire la contiguità con la follia e la varietà delle cure grazie alle quali siamo in grado di modularla».

Oltre la mente. Teoria e pratica della...

Lattuada Pier Luigi
Franco Angeli - 2018

Disponibilità Immediata

35,00 €
Il termine transpersonale, applicato alla psicologia, indica le aree della realtà psichica che si estendono oltre l'identificazione con la personalità individuale. La Visione Transpersonale ci parla quindi di un modo di stare nel mondo e fare le cose che va oltre le apparenze e che, in quanto tale, appartiene al viaggio eroico di chiunque si riconosce nell'umile tentativo di liberarsi dalla propria storia personale e abbeverarsi alla sorgente dell'essere (che alcuni chiamano Dio, altri Sé, altri Cuore). Una via la cui prassi è tracciata da linee guida quali: consapevolezza, sinergia, condivisione, risonanza, interconnessione, naturalezza, rispetto, ascolto, contatto, accettazione, responsabilità, padronanza emotiva, conoscenza di sé. Linee guida che si muovono dal dialogo intimo tra due mondi, quello della coscienza e quello della materia: da un lato la conoscenza di Sé e il rispetto dei processi naturali dell'organismo, dall'altro il riconoscimento della sacralità di ogni sistema vivente e dell'ambiente che ci circonda. Crede nella possibilità di proporre una Scienza che non pretenda di affermare certezze senza rinunciare a fornire garanzie di validità; presenta un approccio che non si riduca al misurabile ma sappia, come auspica A. Maslow, operare per l'affermarsi di una conoscenza che, offrendo garanzie di validità, si occupi con autorevolezza del viaggio partecipativo del Sé individuale nel Regno di Psyché, dell'Anima individuale nell'Anima Mundi, dell'individuo nel Kosmos. In questo volume l'autore prende in esame i più consolidati modelli transpersonali sia dal punto di vista teorico che pratico; nell'allegato online al testo completano l'opera i contributi di Stanislav Grof, Laura Boggio Gilot, Massimo Rosselli, Eliezer Cerqueira Mendez.

Elogio del conflitto

Benasayag Miguel; Del Rey Angélique
Feltrinelli - 2018

Disponibilità Immediata

9,50 €
Nella nostra vita pubblica e privata l'idea stessa di conflitto è stata bandita. O, più precisamente, tendiamo a essere intolleranti verso qualunque forma di opposizione e conflittualità, rendendoci di fatto ciechi verso gli aspetti positivi, progressivi, di crescita sociale e individuale che il "conflitto" racchiude (come ben sanno, per esempio, gli psicologi). In questo libro sono esplorate le radici e gli effetti perversi della rimozione del conflitto dallo scenario contemporaneo: rifiutiamo il conflitto e ci lasciamo invadere dall'ideale della trasparenza, decisi a sradicare ogni ombra, ogni opacità nella nostra relazione con l'altro o con gli altri. Ma questa, osserva Benasayag, è un'illusione pericolosa. La rimozione del conflitto, la negazione della sua natura ineliminabile, e anzi di positivo corollario dell'esperienza umana, ha in sé il rischio della patologizzazione di ogni contestazione, della criminalizzazione di ogni divergenza dalla norma, e porta con sé l'effetto "stabilizzante" di ogni ideologia totalitaria che, calandosi all'interno di ciascun individuo come dispositivo interiorizzato di autocontrollo, garantisce il compiuto trasferimento della logica del potere dalla sua forma "antica" di potere sovrano alla sua forma tipicamente contemporanea di potere disciplinare.

Faccia a faccia con la sofferenza psichica....

Barnes Elizabeth; Griffiths Peter; Ord Jacqueline; Corulli M. (cur.)
Ananke Lab - 2018

Disponibilità Immediata

32,00 €
"Come possono le figure professionali gestire il confine tra il coinvolgimento personale e il distacco professionale, quando sono continuamente esposte alla relazione con persone sofferenti?" Gli autori esplorano una varietà di punti di vista su questo tema, a partire dai presupposti di natura più filosofica fino ai dilemmi che caratterizzano la pratica quotidiana, attingendo alla comune esperienza di formazione all'approccio psicosociale presso il Cassel Hospital - una comunità terapeutica fondata su principi psicodinamici e sull'apprendimento attraverso l'esperienza. Ogni autore adotta un proprio sguardo sul tema analizzando come i sentimenti personali possono darci una chiave per comprendere e contenere i bisogni emotivi delle persone che soffrono. Le loro argomentazioni convergono nel dimostrare il ruolo cruciale della riflessione condivisa tra colleghi, per poter sviluppare competenze, e delineare teorie pratiche che orientino il proprio lavoro nella pratica professionale. Il libro si rivolge a tutte le figure professionali interessate ad adottare una metodologia psicosociale di qualità elevata, nell'approccio con l'individuo, le famiglie, i gruppi e le organizzazioni.

L'operatore del bendessere. La via per vivere...

Andreoli Vittorino
Marsilio - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
Convinto assertore della possibilità per ogni uomo di migliorare la propria esistenza in qualunque condizione ed età, Vittorino Andreoli ha fondato la disciplina del bendessere, aprendo un nuovo capitolo nelle scienze del comportamento umano. L'obiettivo è promuovere il bene riguardo al corpo, alla mente e alle relazioni sociali, partendo dall'analisi dei bisogni espressi dalle persone e avendo come riferimento non un ideale astratto ma i desideri possibili legati all'individualità e alla realtà concreta della situazione in cui si vive. La nuova disciplina ha bisogno sia di strategie originali sia di persone che, acquisite le giuste competenze, siano in grado di trasformare i principi in operatività. Questo volume segna la fase conclusiva dell'elaborazione di un metodo strutturato, molto diverso dalle mille tecniche che oggi si presentano come capaci di creare benessere, ma che rimangono pratiche isolate e generiche. L'autore delinea i requisiti che è necessario possedere per diventare promotori del bendessere, il bagaglio da acquisire e gli aspetti da potenziare, gli strumenti da costruire ex novo e quelli da reinventare. La seconda parte del libro è dedicata al gioco, a questa metafora dell'esistenza. L'esistenza come gioco, infatti, nella sua accezione di impegno gratificante, è la via per accedere a una vita diversa da quella ordinaria, una vita inventata e, proprio per questo, gioiosa.

Psicologia fenomenologica. Forme...

Costa Vincenzo
Morcelliana - 2018

Disponibilità Immediata

24,00 €
Il testo intende dare un quadro completo di una psicologia fenomenologicamente orientata. In primo luogo si mettono in luce le sue caratteristiche distintive, il carattere antiriduzionistico, i rapporti che essa intrattiene con la neurofisiologia e con le neuroscienze cognitive, delimitando il suo campo rispetto a questi altri approcci e indagando non come il cervello produca l'esperienza fenomenica, ma quali effetti le articolazioni fenomeniche producono nella nostra vita. Infatti, la legalità fenomenica che caratterizza la nostra esperienza cosciente ha proprie regole di organizzazione irriducibili a quelle neurali, benché necessariamente a queste correlate. Su questa base, attraverso un processo di concretizzazione per gradi, vengono esaminate la struttura della sensazione e dell'organizzazione sensoriale, poi la percezione, la comprensione del significato, l'articolazione della vita emotiva, l'immaginazione e il ricordo. Emerge così un quadro unitario del modo in cui la nostra esperienza cosciente si struttura e si articola, e si accenna a che cosa succede quando i nessi fenomenici si spezzano, come può accadere in certe forme di disturbo psichico.