Musica folk e tradizionale

Filtri attivi

Ti voglio bene assai. Storia e...

De Crescenzo Luciano
Mondadori 2019

Disponibilità immediata

11,00 €
"È come se le canzoni fossero dei tamburi emozionali che influenzano il battito del nostro cuore. Quando siamo felici, il battito accelera e ci regala un ritmo scanzonato, quando siamo un po' tristi, invece, il battito rallenta e prende la forma di una malinconica nenia. Ci consolano, sono una specie di medicina, un antinfiammatorio dell'anima. Persino Platone e Aristotele erano convinti che l'arte della musica potesse ristabilire l'equilibrio interiore e in alcuni casi incidere sulla morale dell'individuo. lo sono stato fortunato perché sono nato a Napoli, quella che può essere considerata per definizione la città del canto. Questo libro è la prova provata che Napoli è la patria della canzone: Era de maggio, 'O sole mio, Torna a Surriento, 'O surdato 'nnaumurato, Tammuriata nera, Malafemmena... Anzi, forse in fondo Napoli stessa è una canzone." (Luciano De Crescenzo)

Storia della canzone napoletana....

Scialò Pasquale
Neri Pozza 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
Il volume copre l'arco temporale di poco più di un secolo dal 1824 al 1930, dalle raccolte di materiali popolari confezionati per il salotto borghese alla canzone d'autore: da «Fenesta vascia» pubblicata dal franco-napoletano Guglielmo Cottrau a «Santa Lucia luntana», brano sull'emigrazione di E.A. Mario, da «Era de maggio» di Salvatore Di Giacomo e Mario Costa a canzoni drammatiche, cosiddette "di giacca", come «Pupatella» di Libero Bovio e Francesco Buongiovanni, dalle "macchiette" create da Ferdinando Russo per il "buffo di società" Nicola Maldacea fino alle creazioni per il Varietà sulla prostituzione e la marginalità di Raffaele Viviani, come «So' Bammenella 'e copp''e Quartiere» e «'O sapunariello». Il lavoro è condotto con un approccio multidisciplinare nell'intento di superare quella dimensione localistica, spesso nostalgica e arcaicizzante, che trascura l'intima vocazione connettiva e di scambio della canzone con altre esperienze, siano esse europee o d'oltreoceano. E divulga temi ancora oggi controversi: Cos'è la canzone napoletana? Quando nasce? Come si distingue dal canto napoletano diffuso nei secoli? Che rapporto ha con la cosiddetta musica "popolare" di tradizione orale? È un fenomeno estinto o ancora vivo? La «Storia della canzone napoletana» accompagna il lettore alla comprensione di questa singolare produzione locale con la traduzione a fronte in italiano dei versi in napoletano, la presenza di selezionato apparato di immagini dei protagonisti e delle pubblicazioni dell'epoca, di un'agile appendice con cronologia degli autori, bibliografia aggiornata, indice dei nomi. Uno studio che attinge a una pluralità di fonti, cartacee, sonore, iconografiche, filmiche per ricostruire in modo documentato il percorso cronologico e tematico di un bene emozionale dell'umanità.

Il sound della frontiera. Libertà e...

Coluzzi Tommaso
Arcana 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
Il folk è un genere musicale profondamente radicato nella cultura americana, fin da quando le antiche ballate attraversarono l'Atlantico viaggiando sulle navi dei migranti per colonizzare il nuovo mondo. La musica popolare si è storicamente legata all'immaginario statunitense e in questo caso alle sue due fonti primarie: il puritanesimo e la frontiera. Compiendo un viaggio attraverso più di un secolo di produzione culturale si possono scoprire i riferimenti continui all'immaginario collettivo americano, i simboli della ricerca di spazio derivante dall'ideale di frontiera come la strada, il fiume, il treno e successivamente l'automobile. Per cercarne le tracce, questo libro mette al centro le figure fondamentali del genere musicale, i grandi folksinger quali Woody Guthrie, Bob Dylan e Bruce Springsteen, ma anche gruppi folk più recenti come i Lumineers e i Caamp. La matrice puritana, portata dai padri fondatori, si incontra e si scontra con la frontiera, contribuendo a costituire l'ideale di spazio nell'immaginario statunitense. Il movimento eterno per arrivare al luogo dove costruire la propria casa sulla collina, il viaggio verso l'Ovest in cerca della terra promessa anche quando, dopo il 1890, viene dichiarata la fine della frontiera storica. La ricerca non finirà mai, si sposterà in altezza con i grattacieli o con le missioni spaziali, in profondità con il web, in altre dimensioni con le droghe. Ogni cantautore folk è pregno di riferimenti allo spazio, che sia l'Ovest per Guthrie, la libertà per Dylan o l'assenza di un luogo dove realizzarsi che caratterizza i loser di Springsteen. Leggendo in quest'ottica i testi dei brani che hanno segnato varie epoche della storia americana, tutto acquista un senso e il richiamo della frontiera e dell'elezione puritana è più vivo che mai.

Filastrocche, ninne nanne,...

Mori G. (cur.)
Pontecorboli Editore 2019

Disponibilità immediata

10,00 €
In Toscana, e specialmente nelle campagne, si cantava: sulle aie, nei campi, nelle fiere di paese, all'osteria, a 'veglia'. Si cantava per passatempo, per attenuare la fatica, per comunicare fra innamorati, per corteggiare la 'bella' o il 'bello', la 'dama' o il 'damo'. Si cantava, sotto forma di stornelli, di rispetti in ottava rima, per far dispetto a qualcuna o qualcuno, per 'prendere in giro' il tonto o il furbo, il giovane o il vecchio, la suocera o la nuora, il contadino o il cittadino, lo stanziale o il forestiero. Si cantava perché la vita sembrasse più gradevole, più sopportabili la miseria e le pene d'amore, più ridenti le gioie dell'amore.

Mi ricordo e canto

Giannini Giulia
Ediesse 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
All'inizio della terza edizione di "Ci ragiono e canto", registrata nel 1973 dalla Rai, Dario Fo spiega che le canzoni popolari che parlano del lavoro derivano direttamente, in tempi, lunghezze dei versi e delle strofe, dinamiche e ritmi, dalle operazioni del lavoro. Accompagnavano l'attività lavorativa mentre la si svolgeva e su di essa erano misurate. Ma non tutte le canzoni di lavoro sono inquadrabili in questa prima definizione, come ci avverte Roberto Leydi. Il mondo del canto popolare ispirato al lavoro è molto più ampio e variegato. Giulia Giannini ci offre in questo volume, evocativo fin dal titolo, "Mi ricordo e canto", un panorama più ricco, sia dal punto di vista storico che da quello tematico, delle canzoni legate al lavoro. Nella sua esposizione si può seguire l'evolversi del tema del lavoro nelle varie condizioni economiche e sociali, influenzate anche dalla nascita di un movimento operaio organizzato. In origine prevale la denuncia delle condizioni di lavoro «nei campi e nelle officine». Dello sfruttamento, in termini di orari e fatica e di rischi per la salute e per la vita. Successivamente le canzoni di lavoro diventano canti di emancipazione e di lotta, in cui alle difficili condizioni individuali si affiancano i richiami alla battaglia dei lavoratori o le proteste per le tragedie collettive. Prefazione di Janna Carioli. Postfazione di Gaetano Sateriale.

Folk Rock. Con libro

Priviero Massimo; Gazich Michele
Vololibero 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
La voce di Massimo Priviero e il violino di Michele Gazich rivisitano i grandi classici Folkrock, da Dylan a Neil Young, da Van Morrison a Johnny Cash e Springsteen. Cd con libro, con i racconti degli autori legati alle canzoni del cd.

La nave dei folli. Vita e opere di...

Lega Alessio
Agenzia X 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
La prima biografia di Ivan Della Mea, scritta a dieci anni dalla morte, si apre su un'infanzia che sembra tratta da un libro di Dickens o di Zola, sullo sfondo dei Navigli, di Brera e delle atmosfere nere di Scerbanenco. Figlio della guerra, abbandonato in brefotrofio a Lucca, portato a Milano dove visse il mondo dei clochard e dormì spesso in strada. La gioventù di Ivan è la stessa di quei pochi ribelli dei primi anni sessanta che scoprirono improvvisamente l'utopia politica, la sessualità, la musica e la letteratura. Questa rivoluzione culturale gli diede la possibilità di allacciare la sua vita estrema alle più importanti esperienze di ricerca in campo etnomusicale: Il nuovo Canzoniere italiano, i Dischi del Sole e le Edizioni Avanti!. La nascita del folk revival e della canzone d'autore fece di Ivan Della Mea uno dei protagonisti degli anni settanta, i suoi canti furono la colonna sonora delle lotte operaie e delle conquiste sociali. "Cara moglie" è una delle poche canzoni che si diffusero per trasmissione orale, nelle fabbriche e nei cortei. "El me gatt", "La canzon del Navili", "A quel omm", i romanzi noir e le memorie, lo collocano insieme a Jannacci e Bianciardi fra i massimi poeti e narratori urbani del Novecento. Alessio Lega, attraverso testimonianze inedite di collaboratori e familiari, racconta l'epopea di un intellettuale ancora tutto da scoprire.

La befana vien di notte in...

Balducci Mariano
C&P Adver Effigi 2019

Disponibilità immediata

22,00 €
La Befana, assimilata nella tradizione ad una vecchietta dal naso adunco, con pochi denti, adornata da abiti stracciati e scarpe rotte che va girovagando la notte del 5 gennaio, sostenendosi zoppicante ad una lunga scopa che talvolta le serve da bastone e talvolta da propulsore aereo. Chi è dunque costei?... Qual è la sua storia?... Ogni bambino si è posto queste semplici domande alle quali, con un certo rispetto del Soggetto, dobbiamo cercare di dare risposta dal punto di vista etnologico, antropologico, storico, culturale e folcloristico.

Grido e controgrido. Il canto...

Anghilante Diego
Araba Fenice 2019

Disponibilità immediata

13,00 €
Che cosa significa cantare insieme ad altre voci? E se questo avviene non in una "normale" corale, con gli spartiti musicali e sotto la guida di un direttore, ma in un gruppo spontaneo di contadini "padani", tra montanari che urlano a pieni polmoni, aggrappati alle bottiglie di vino di fumose osterie? E quali riflessioni antropologiche, musicologiche, politiche e filosofiche può suscitare quel selvaggio canto polifonico? Come può la pratica del canto popolare assurgere a rito comunitario, e come può tale rito assumere una valenza politica esemplare? E cosa ha a che fare ciò con gli «invasati di Dioniso» di cui scrive Nietzsche? A queste e ad altre domande l'autore cerca di rispondere non attraverso l'asettico approccio dello studioso "esterno", bensì mettendo a frutto una immedesimazione totale col mondo che racconta, cantando a squarciagola insieme all'altro.

Carulina 'e Marechiaro e la curiosa...

Manetti Peppe
Grimaldi & C. 2019

Disponibilità immediata

16,00 €
"Scétate, Carulí, ca ll'aria è doce." Salvatore Di Giacomo conclude così i versi della celeberrima canzone "Marechiare ". Il libro racconta la vita della bella e triste Carolina Anastasio, la ragazza che, senza saperlo e senza volerlo, ha contribuito a trasformare un piccolo villaggio di Posillipo, pressocché sconosciuto, in una meta turistica d'eccezione, oggi famosa in tutto il mondo. La storia è ambientata alla fine dell'800, nel pittoresco borgo dei pescatori a Marechiaro, quando ancora in quel luogo, ameno e solitario, si viveva in sintonia e in pace con la storia, la natura e il mare. Prima che fosse "travolto" dal successo della canzone. Ho voluto, umilmente, dedicare questo racconto a quella semplice ragazza, Carulina 'e Marechiaro, che, altrimenti per molti studiosi e ricercatori della storia della canzone napoletana, non sarebbe mai esistita...

Venezuela. Il popolo, il canto, il...

Sánchez J. F. (cur.)
Itaca (Castel Bolognese) 2019

Disponibilità immediata

20,00 €
Il Venezuela vanta una grande tradizione musicale. Il CD realizzato in collaborazione con i migliori musicisti venezuelani raccoglie quattordici canti legati al lavoro, dall'alba fino al tramonto, unendo in ciascun momento, tramite il libro, testo, immagini e canzoni. Il libro mostra il nesso tra dignità dell'uomo e del lavoro e approfondisce la bellezza dei canti.

Quel mazzolin di fiori. Il primo...

Faggioni Silvano
Reverdito 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
La storia di un canto, "Quel mazzolin di fiori", che è stato per lungo tempo il vero inno nazionale italiano grazie alle centinaia di migliaia di emigranti in tutto il mondo, è una storia misteriosa, nel senso che l'origine si perde nei secoli addietro. Comunque sia, si diffuse in tutta Italia dopo la Prima guerra mondiale. I soldati al fronte, infatti, arrivavano da tutte le regioni. Nelle marce di avvicinamento al nemico quei giovani e valorosi ragazzi, che erano gli alpini, lo cantavano di rigore, anche perché il "doppiosenso" per loro era ben chiaro. Al fronte tra il '15 e il '18 si cantava tanto, per combattere prima di tutto la paura. Al fronte nacquero altri canti diventati famosi, come "Ta Pum" o "Bombardano Cortina". In questo libro non parlo però solo di guerra. Propongo al lettore un viaggio ideale lungo l'arco alpino alla ricerca delle origini dei canti popolari delle varie regioni. E al lettore propongo anche la storia di alcuni canti del lavoro e una breve antologia dei canti più belli e indimenticabili delle nostre genti.

Donna, voja e fronna... Con CD-Audio

Umbria Ensemble; Galeazzi Lucilla; Arcangeli P. G. (cur.)
Squilibri 2019

Disponibilità immediata

15,00 €
La rivisitazione di un viaggio etnomusicale iniziato negli anni Cinquanta del Novecento per coronare un amore, altrimenti impossibile, tra le musiche orali della tradizione contadina centro-appenninica e i suoni di un ensemble di formazione classica. Una relazione feconda e dagli esiti sorprendenti nelle diverse possibilità di approccio, dalla più godibile alla più spericolata, e nelle svariate combinazioni tra le fonti originali - restituite da una voce di connaturata autenticità e pertinenza stilistica come quella di Lucilla Galeazzi - e le interferenze in contrappunto di cameristi di chiara fama - i componenti dell'UmbriaEnsemble - chiamati a misurarsi per una volta con l'altra musica. Una sorta di registrazione live, infine, di una performance concertata che l'ascolto indiretto consegna alla ciclicità della memoria: è musica del nostro tempo, quando torniamo ad amarla, fascinosa quanto utopica immagine di quel che siamo e proviamo a diventare

Viaggiando, per onde su onde. Il...

Agamennone Maurizio
Squilibri 2019

Disponibilità immediata

18,00 €
L'avventura del "viaggio di conoscenza" negli anni Cinquanta del secolo scorso, a partire da Alan Lomax e dal suo "viaggio in Italia" con Diego Carpitella, per seguire le tracce di altri grandi viaggiatori, anch'essi curiosi e incantati, nell'Europa di allora: Pier Paolo Pasolini, Guido Piovene, Patrick Leigh Fermor, Constantine Manos, Mario Soldati, Ernesto de Martino, Ingeborg Bachmann e Italo Calvino. In quegli stessi anni la radiofonia imponeva una nuova presenza culturale, con vicende e imprese oggi quasi incredibili, nella stretta integrazione con la ricerca e nella costante diffusione delle registrazioni effettuate sul terreno, all'interno del palinsesto quotidiano. Tirata al traino da quei viaggi e da quelle rilevazioni, la nascente etnomusicologia italiana muoveva i suoi primi passi, impegnandosi in una più convincente definizione del proprio oggetto di studio e degli strumenti più appropriati per una sua adeguata valutazione critica.

Salvatore Gambardella. Un musicista...

Roca Sergio
LoGisma 2018

Disponibilità immediata

22,00 €
Salvatore Gambardella è stato uno dei più prolifici compositori napoletani in quella che fu l'epoca d'oro della canzone partenopea, tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del Novecento. Questa ricostruzione della vita dell'"orecchiante" (termine che indica chi compone musica pur essendo privo di erudizione in materia), ai più noto solo per brani come "Lilì Cangy" e "Comme facette màmmeta?" ma anche "'O marenariello" e "Furturella" considerati dei capolavori, fornisce ampie informazioni sulla realtà musical-popolare di quel periodo storico che rese la canzone napoletana famosa nel mondo. Un prolifico periodo storico-artistico che, iniziato poco prima dell'unità d'Italia, si interruppe con la Grande Guerra. Proprio quando Gambardella era appena scomparso e con lui era finito anche quel mondo pieno di edonistici sogni.

Balla taranta mia. Appunti di una...

Nolé Maria Anna
Villani Libri 2018

Disponibilità immediata

12,00 €
Il libro è una documentata ricerca sulle origini del tarantismo, dagli studi scientifici alle ricerche etno-antropologiche di Ernesto De Martino. La tarantola è l'animale, fabuloso e immaginario che bisogna scacciare attraverso la musica suscitatrice di un ballo sfrenato che diventa, di conseguenza, liberazione e rigenerazione. Il volume offre, anche, una esauriente sintesi dei musicisti e degli orientamenti musicali che hanno trovato nel tarantismo la loro ispirazione. Prefazione di Eugenio Bennato. Postfazione di Walter De Stradis.

Dietro ogni voce c'è un...

Pesce Anita
Arcana 2018

Disponibilità immediata

15,00 €
I primi dieci anni di attività della Nuova Compagnia di Canto Popolare sono determinanti per la costruzione dell'identità di questa che è ormai un'istituzione della cultura italiana del Novecento, e oltre. Il decennio che va dalla fondazione - 1967 - al debutto di Gatta Cenerentola al Festival dei Due Mondi di Spoleto - 1976 - è segnato dalla presenza e dal progetto artistico di Roberto De Simone. Ed è proprio su questa fase del gruppo che si concentra lo studio di Anita Pesce, volto a evidenziare come e quanto le scelte di De Simone siano state innovative, se non addirittura rivoluzionarie. Nella riscoperta delle musiche folkloriche avvenuta in Italia nella seconda metà degli anni Sessanta, Roberto De Simone, anziché adagiarsi sul ricalco degli originali, scelse un'altra via, indirizzandosi verso la rielaborazione stilistica dei materiali, attualizzati grazie agli interpreti (voci/personaggi) che componevano il gruppo musicale e che con lui sperimentarono e riproposero i repertori popolari campani. Nell'incessante confronto tra letteratura e oralità, De Simone impresse una spinta decisiva e moderna all'evoluzione della cultura musicale partenopea, creando uno stretto rapporto tra la NCCP e il teatro d'avanguardia napoletano; in questo senso, fu determinante l'influenza che il giovane De Simone trasse dall'incontro con Dario Fo e poi con Julian Beck del Living Theatre. Fra musica e teatro, fra storia e politica, fra cultura bassa e cultura alta, questo libro è una suggestiva e puntuale indagine sulla formazione di Roberto De Simone e sugli eventi che confluiranno a delineare le caratteristiche di uno dei più interessanti, originali e imitati fenomeni musicali italiani della seconda metà del XX secolo.

Suono di famiglia. Memoria e musica...

Morello Mimmo; Ricci Antonello
Nota 2018

Disponibilità immediata

25,00 €
Il CD contiene un'ampia selezione (49 brani) del repertorio musicale tradizionale dell'area grecanica della Calabria ionica attraverso le registrazioni di Mimmo Morello, diversi componenti della sua famiglia ed altri esemplari esecutori dello stesso ambito territoriale: tarantelle, proverbi, musica a ballo, filastrocche, muttetta, sonate e ninne nanne. Il DVD contiene quattro filmati (realizzati fra il 1988 e il 2013) che documentano differenti occasioni musicali, dalle cerimonie familiari ad eventi pubblici (una gara di tarantella), a momenti di ricerca.

Canti tradizionali della Val Nure....

D'Angiolini Giuliano
Nota 2018

Disponibilità immediata

15,00 €
Nel paese di Farini, nell'Appennino piacentino, si mantiene vivace la tradizione del canto polivocale e un ricco repertorio che va dalle antiche ballate alla "bujasche". Un nutrito gruppo di giovani, dalla qualità canore eccezionali e dal notevole entusiasmo, ne è l'interprete di spicco. Il volume ne descrive i repertori, le funzioni e le dinamiche.

Storia dei gruppi folklorici catanesi

Russo Alfio
Algra 2018

Disponibilità immediata

15,00 €
Questo lavoro è frutto di un'intensa e curata ricerca nata, qualche anno fa, dalla passione dell'autore per il mondo del folklore catanese che ci svela la storia dei nostri abiti tradizionali e la sua evoluzione nel tempo. Tra fotografie storiche e ricordi, l'opera racconta dei vari Gruppi Folklorici che si sono susseguiti nel tempo a Catania, dagli anni '20 del '900 fino a oggi. L'autore ha ricostruito, tramite una scrupolosa indagine, il filo che unisce linguaggio e musica al popolo siciliano, con particolare riferimento a quello Etneo. Nel volume è inserita anche una sezione speciale dedicata ai maestri musicisti catanesi e ai personaggi carismatici e caratteristici che, purtroppo, a volte vengono dimenticati o non ricordati come dovrebbero, ma che hanno lasciato, invece, un segno indelebile nella storia dei Gruppi Folklorici catanesi.

Alle origini del trallalero...

Balma Mauro; D'Angiolini Giuliano
Nota 2018

Disponibilità immediata

25,00 €
Il trallalero: un canto a più voci di tradizione orale, proprio della città di Genova. Si tratta di una polifonia complessa, originale in molti suoi aspetti e diversa dalle altre vocalità diffuse nel territorio italiano. Come nasce il trallalero? Dove affonda le sue radici? Che rapporto intrattiene con le tradizioni rurali che lo circondano? Questa pubblicazione affronta questi argomenti e descrive, inoltre, le rapide trasformazioni che avvengono all'inizio del Novecento, quando questa musica - urbana, moderna - entra in contatto con il mondo dell'opera lirica e con la composizione d'autore.

Canti popolari del Tesino. Le...

Morelli Renato
Nota 2018

Disponibilità immediata

30,00 €
A distanza di oltre 40 anni dalla prima ricerca "sul campo" in Tesino, svolta da Renato Morelli (con Pietro Sassu e Marcello Sorce Keller), promossa dall'Università di Trento (rettore Paolo Prodi) e dal Conservatorio di Trento (direttore Andrea Mascagni), e a 35 dalla prima pubblicazione con gli esiti di quella ricerca, vengono qui finalmente riproposte le originali registrazioni, digitalizzate e restaurate. Una scelta di 55 brani contenuti in 2 CD a compendio di un volume con un rilevante apparato critico, arricchito inoltre da tutte le trascrizioni musicali. Il volume è diviso in tre parti. Nella prima viene proposto un percorso analitico, mirato a ricostruire la presenza del patrimonio musicale tradizionale del Tesino nella storia della ricerca etnomusicologica in Trentino. La seconda parte è dedicata al repertorio. La terza parte offre infine un contributo alla conoscenza delle tradizioni popolari del Tesino attraverso i testi di vari autori più o meno noti.

Mario Abbate. ...'Na vita anema e core

Abbate Mario Jr.
Rogiosi 2018

Disponibilità immediata

16,00 €
8 agosto 1927: a tutti potrebbe sembrare un giorno qualunque, ma non lo è. L'8 agosto 1927, nel quartiere Sant'Eframo Vecchio a Napoli nasceva Salvatore Abate, in arte Mario Abbate, il signore della canzone napoletana. Attraverso gli inteneriti ricordi del figlio, il libro ripercorre la vita dell'uomo, Salvatore, e dell'artista, Mario, in un continuo gioco di scambi e rimandi, dall'infanzia ai festival della canzone napoletana, dall'incontro con la moglie Maria Catania alla prima incisione di Anema e core sul retro del settantotto giri Chitarra 'e Napule. Una storia di successi e conquiste personali, anche di amarezze, certo, ma piena di soddisfazioni e, sullo sfondo, le più belle canzoni della tradizione musicale napoletana... quella autentica.

La Pasquela. Aspetti delle...

Neri Leonardo
Il Ponte Vecchio 2017

Disponibilità immediata

15,00 €
Tradizioni, canti, espressioni della fede, storie di personaggi minimi e improbabili, le radici da cui veniamo... In particolare quella vita quotidiana, la vita di ognuno di noi, vera protagonista di queste pagine. Leonardo Neri, maestro e musico, racconta le sue passioni musicali e il suo esser romagnolo, espresso non come studio lontano e polveroso, esito della sola frequentazione dei volumi delle biblioteche, ma come respiro, passo, semplice e usuale, del proprio cammino, identità viscerale e inestirpabile. Una identità che viene raccontata a una Romagna che sembra essersi frammentata in tante culture differenti. Operazione preziosa, dunque, per recuperare uno stile di vita che viene apprezzato e amato in tutto il mondo. Il testo racconta della Pasquela, il tradizionale canto augurale che gruppi di cantori intonavano di casa in casa, a ridosso dell'Epifania (la piccola Pasqua). Leonardo è stato, ed è tuttora, animatore di questa tradizione nelle terre bordonchiesi e nei dintorni, grazie a un nutrito gruppo di amici che da quasi mezzo secolo, vestiti con mantelli e cappellacci, portano un respiro, antico e nuovo allo stesso tempo, nelle case di chi vuol loro aprire.

Ez Kurdistan Im. Musica dal...

Dilara H. (cur.); Portelli A. (cur.)
Nota 2017

Disponibilità immediata

15,00 €
"lo vengo dal Kurdistan, il paese che non c'è, come sapete. Esiste ma non c'è". Così inizia la storia di Hevi Dilara, una delle 4 storie parlate, registrate, scritte nel booklet che accompagna un CD con 26 testimonianze di una lingua e una cultura resistente nonostante tutto, com'è da sempre la musica popolare.

Non potho reposare. Il canto...

Lutzu Marco
Nota 2017

Disponibilità immediata

20,00 €
"A Diosa" o "Non potho reposare", come è meglio conosciuta oggi, è la canzone d'amore più amata dai sardi. Composta da Giuseppe Rachel su un testo di Salvatore Sini, nella sua storia ormai secolare è stata interpretata da musicisti popolari e d'ambito colto, cori polifonici, rockers, cantanti d'opera e jazzisti, che hanno realizzato decine di versioni diverse fra loro e ricche di fascino. Tra le più celebri quelle dei cori nuoresi, di Maria Carta e di Andrea Parodi, grazie alle quali "Non potho reposare" è stata apprezzata anche al di fuori dei confini regionali. Il volume presenta i risultati della ricerca condotta nell'arco di due anni da Marco Lutzu che per studiare le singolari vicende di questa canzone si è avvalso di metodologie d'indagine mutuate dalla musicologia storica, dall'etnomusicologia e dagli studi di popular music. Il CD (19 tracce) allegato al libro raccoglie alcune tra le più significative versioni di "Non potho reposare", scelte per il loro valore documentale oltre che per le qualità artistiche degli esecutori.

Il giornalismo musicale nell'Italia...

Eller Loretta
Palombi Editori 2017

Disponibilità immediata

14,00 €
Il tema proposto in questo volume vuole colmare una lacuna nel campo della storia del giornalismo musicale in Italia. Mentre infatti sono numerosi i testi che approfondiscono la critica musicale, sono rari i volumi ad oggi pubblicati sulla nascita e l'evoluzione del giornalismo musicale. La storia di quale sia la genesi di un genere giornalistico che fino all'inizio dell'Ottocento era praticamente sconosciuto non era mai stata affrontata prima. Soprattutto,e questo è il valore più importante di quest'opera insieme al suo ricco apparato iconografico, non era mai stato pubblicato un volume monografico sulle testate giornalistiche ottocentesche italiane.

Secondo Casadei. «Romagna mia» e...

Pazzaglia Giuseppe; Samaritani Andrea; Sobrero Paola
Minerva Edizioni (Bologna) 2017

Disponibilità immediata

6,90 €
Questo libro celebra i 60 anni di "Romagna mia" con un testo che ripercorre le tappe fondamentali della carriera artistica di Secondo Casadei, con una testimonianza della figlia Riccarda. Il volume raccoglie anche un cospicuo apparato fotografico di immagini storiche e d'autore che rivelano la realtà del liscio oggi e i luoghi della Romagna cari al Maestro.

Voci dall'antico. Canti del...

Pace Francesco
Ferrari Editore 2017

Disponibilità immediata

15,00 €
Una raccolta di canti del folklore calabrese frutto di un meticoloso lavoro di archeologia musicale incrociato a quello della ricerca, analisi e ricostruzione delle fonti orali. Componimenti musicali che affondano le loro radici negli usi, nei costumi, nelle tradizioni e nella saggezza secolare della Sila Greca rossanese. Canti della memoria e di un mondo contadino lontano nel tempo, ormai in via di estinzione. Parole e musica che prendono forma e acquistano nuove sfumature di significato secondo i sentimenti e le diverse situazioni, diventando canti d'amore o di dolore, di dispetto o di lavoro, di protesta o rassegnazione.

Saudade Bossa Nova. Musiche,...

De Stefano Gildo
LoGisma 2017

Disponibilità immediata

25,00 €
La storia della mùsica popular brasileira è argomento intrigato e intrigante, difficile destreggiarsi fra contaminazioni di etnie diverse. Ma da anni le ricerche e gli studi di Gildo De Stefano segnano uno spartiacque, e le storie precedenti sono di colpo invecchiate. E questo ha fatto di questo libro forse il più importante studio in circolazione, e lo rende musicologicamente apprezzabile per il sapiente lavoro di ricostruzione dei fatti e delle storie, scavando in terreni diversi per rintracciare elementi tali da poter imporre una nuova visione d'insieme a una materia dai mille volti. De Stefano offre una copiosa ricostruzione storica, una innovativa sistemazione di dati e fatti, interpolati all'interpretazione di vicende umane e stilistiche, capace di scavalcare steccati ideologici, vecchie teorie e vecchi schemi.

Mille mutetus cagliaritani

Stocchino Gianni; Zedda Paolo
Arkadia 2017

Disponibilità immediata

18,00 €
A 100 anni dalla prima uscita di Mutettus Cagliaritani, questo volume ripropone, in una nuova veste, i versi raccolti e trascritti da Raffa Garzia nell'opera considerata una pietra miliare della letteratura poetica campidanese. Il lavoro originale, dichiaratamente destinato agli studiosi, si poneva l'obiettivo di documentare quella che l'autore stesso considerava una capacità creativa genuinamente popolare, non contaminata dalla formazione scolastica e da influenze erudite. La poesia nella sua essenza. Con un'operazione opposta a quella accademica, questa nuova edizione vuole restituire al pubblico uno straordinario patrimonio letterario e documentale: mille mutetus, suddivisi per tematiche (Vari, Amorosi, Satirici e Osceni), nuovamente trascritti nel rispetto delle regole ortografiche oggi in uso per la lingua sarda e corredati di una traduzione rispettosa della metrica e della musicalità dei versi, con l'intento di renderli immediatamente fruibili.

Nella testa di Antonio Infantino....

De Stradis Walter
Villani Libri 2017

Disponibilità immediata

12,00 €
Dentro la testa di Antonio Infantino (musicista, poeta, scrittore, architetto, pittore, visionario, filosofo...), c'è tutto un mondo. Forse un'intera galassia o un'altra dimensione. Eppure, è troppo facile e banale dargli la definizione di alieno; a lui che è un lucano e tricaricese vero, ma che è nato a Sabaudia; a lui, che è tra gli idoli e i maestri di molti folk singer e gruppi tradizionali lucani, ma che asserisce con vigore di non fare musica folk; a lui che ha ispirato molti artisti; a lui, che è tra i personaggi musicali più intensi e complicati che la Basilicata abbia partorito negli ultimi decenni. Prefazione di Giovanni Caserta.

La moscarola. Con CD-Audio

Teboni C. (cur.); Domenichini P. (cur.)
Editrice La Grafica 2017

Disponibilità immediata

20,00 €
Un susseguirsi di racconti, usanze, fole, filastrocche, testimonianze e canti della cultura popolare veronese. Pillole benefiche che restituiscono i valori e il sapore magico dei ritmi antichi della società contadina al fine di conservarli, proteggerli e tramandarli alle generazioni future. Con testimonianze musicali e verbali degli informatori e del Canzoniere.

Canto popolare

Strobino Enrico
Progetti Sonori 2017

Disponibilità immediata

26,00 €

La musica folk. Storie,...

Plastino G. (cur.)
Il Saggiatore 2016

Disponibilità immediata

49,00 €
Il folk music revival degli anni sessanta e settanta è stato uno dei processi culturali più intensi e fertili nella storia d'Italia. Promosso e rappresentato tra gli altri dal Nuovo Canzoniere Italiano, dall'Almanacco Popolare, dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare, dal Canzoniere del Lazio, teorizzato da studiosi come Roberto Leydi, Gianni Bosio, Michele Straniero e Diego Carpitella, fu un movimento capace di conciliare ricerca etnomusicologica, istanze di protesta, tradizioni musicali, interpretazioni e reinvenzioni. Il revival italiano, però, non si è concluso con quello straordinario ventennio: contrariamente alla tesi dominante, continua a essere un fenomeno di grande dinamismo. In quest'opera monumentale Goffredo Plastino ha raccolto documenti, saggi, interviste, approfondimenti che riflettono la ricchezza, la complessità e le tante controversie di questa vicenda musicale e intellettuale. Il libro restituisce ai lettori il dibattito su spettacoli memorabili come Bella ciao, sul Folk Festival di Torino e su trasmissioni televisive come Adesso musica e Canzonissima; ripercorre le scelte artistiche, ideologiche ed esecutive dei grandi protagonisti storici - Caterina Bueno, Giovanna Marini, Eugenio Bennato, Antonio Infantino, Otello Profazio, Riccardo Tesi, e gruppi quali il Gruppo Padano di Piadena, Cantovivo o E' Zezi di Pomigliano d'Arco -, per giungere fino all'attuale revival di danze tradizionali come la pizzica e la tammurriata.

Neapolitan Real Book

Volontè & Co 2016

Disponibilità immediata

19,90 €
Il meglio della canzone napoletana, in una raccolta con trascrizioni per strumenti in Do. Contiene 90 titoli fra cui: 'A Cammesella, 'A Canzone 'E Napule, 'A Luciana, Accarezzame, Addio Mia Bella Napoli, Ammore Busciardo Anema 'E Core, Annarè, Aumm Aumm, Autunno, Balcone 'Nchiuso, Canta Appress'a' Nuie, Canta Pe' Mme!, Carmela (Duorme, Carmè), Catarì, Comme Facette Màmmeta?, Core Spezzato, Cu'mme!, Dduje Paravise, 'E Bersagliere, Fenesta Ca Lucive, Fenesta Vascia, Funiculì Funiculà, Funtana A Ll'ombra, Giuvanne Cu' 'A Chitarra, Guaglione, Guapparia, I' M'arricordo 'E Te, I' Te Vurria Vasà, Io, Màmmeta E Tu, Io, 'Na Chitarra E 'A Luna, Je So' Pazzo, La Pansè, Lacreme Napulitane, Lazzarella, Lilì Kangy (Chi Mme Piglia Pe' Frangesa) Luna Nova, Luna Rossa, Maggio, Si' Tu!, Mamma Mia, Che Vo' Sapè?, Mandulinata A Napule, Marechiare...

Il Risorgimento tra rivoluzione e...

Crocco Alessandro
Prospettiva Editrice 2016

Disponibilità immediata

13,00 €
La storia del Risorgimento rivista attraverso i suoi canti più celebri e diffusi. Un tentativo di mostrare una prospettiva diversa rispetto al racconto dei documenti ufficiali, dalla quale è possibile cogliere il modo in cui gli avvenimenti di quel periodo furono percepiti e vissuti dalla popolazione. Il percorso inizia con i canti della tradizione giacobina, composti durante la dominazione napoleonica in Italia, attraversa gli inni delle lotte per l'indipendenza e termina con le canzoni popolari degli anni post unitari, caratterizzati dalla disillusione e dal risentimento delle classi popolari del meridione.

La memoria che vive 2

Blasi Nino
Wip Edizioni 2016

Disponibilità immediata

16,00 €
Musica e Arti nella Tradizione popolare, fra ricerca, catalogazione e diffusione. Studiosi, ricercatori e operatori culturali di diversa provenienza si incontrano sul comune terreno della musica popolare in Puglia, contribuendo a mettere in luce e approfondire temi, eventi, contesti, protagonisti più o meno noti di una tradizione complessa e variegata. Un percorso interdisciplinare, fra storia e antropologia, etnomusicologia e didattica musicale, ricerca sul campo e saperi artigianali.

Musiche tradizionali in Brianza. Le...

Valota R. (cur.)
Squilibri 2016

Disponibilità immediata

35,00 €
Nel 1959 e nel 1961 Antonino Uccello realizzò due campagne di ricerca in Lombardia che, toccando marginalmente il territorio bergamasco, interessarono in particolare le province di Como, Lecco e Monza Brianza, con 265 brani rilevati a Cantù, Caslino d'Erba, Ceriano Laghetto, Figino Serenza, Lurago d'Erba, Mariano Comense, Montevecchia, Rovagnate, Seveso e Seregno. Confluiti nelle raccolte 49 e 61 del Centro nazionale studi di musica popolare, i brani raccolti da Uccello costituiscono la prima documentazione di ampio respiro di musiche tradizionali lombarde, realizzata a pochi anni di distanza dalle esigue registrazioni di Alan Lomax e Diego Carpitella e dalle più consistenti rilevazioni di Roberto Leydi, circoscritte però al mondo dei cantastorie di area settentrionale. Ninne nanne e filastrocche, favole e proverbi, canti rituali e d'osteria, satirici e di lavoro, ballate e brani strumentali per flauto di Pan delineano nella sua integrità il panorama musicale di un'area non ancora travolta dai processi di modernizzazione che stavano investendo il resto della regione.

Le zampogne a Terranova del...

Scaldaferri N. (cur.)
Squilibri 2016

Disponibilità immediata

15,00 €
Il volume con il CD allegato ricostruiscono una complessa cultura musicale che, incentrata sulla zampogna a chiave e sulla surdulina, informa e connota da tempo immemorabile la vita di un'intera comunità, sulle pendici lucane del Parco Nazionale del Pollino. Le registrazioni raccolte negli anni da ricercatori come Roberto Leydi, Pietro Sassu e Nicola Scaldaferri fino alle più recenti acquisizioni conseguite da gruppi di suonatori impegnati nella riproposta di antichi repertori, offrono - alla lettura e all'ascolto - una documentazione diacronica che spazia dalla musica devozionale delle novene e delle processioni alle pastorali e alle tarantelle per il ballo, restituendoci la pregnanza dei suoni che cadenzano il calendario religioso, rituale e lavorativo di Terranova di Pollino. Con il corredo di un'ampia sezione fotografica viene ripercorsa l'attività musicale di tre generazioni di suonatori e costruttori di zampogne, da Salvatore e Leonardo Lanza e Carmine Salamone a Leonardo Riccardi e Giuseppe Salamone fino ai musicisti nati tra gli anni '80 e '90, accomunati dalla condivisione di repertori appresi secondo le modalità di trasmissione orale proprie di una cultura tradizionale.

Ribelle e mai domata. Canti e...

Portelli A. (cur.); Parisella A. (cur.)
Squilibri 2016

Disponibilità immediata

27,00 €
Le storie e i canti di questo lavoro coprono un periodo che, dal 1922, arriva fino ai nostri giorni perché la guerra partigiana è solo il culmine di una Resistenza che inizia con l'aggressione delle squadre fasciste ai quartieri popolari e si rinnova quotidianamente nella difesa dei valori per i quali si sono battute intere generazioni. Animano il racconto voci di donne, che ripercorrono la propria esperienza in una dimensione affettiva e politica, nella quale il ricordo di momenti traumatici, come il confino, la clandestinità e la lotta armata, è rigato da considerazioni più personali come la dignità offesa, l'amore contrastato, la sofferenza del corpo, restituendo così alla soggettività femminile un ruolo a lungo cancellato dalla memoria pubblica e istituzionale al punto da intendere la Resistenza come un fenomeno politico, fatto per lo più da protagonisti maschili. Stornelli e parodie, strofette e ottave rime, alternati a brani di cantautori proletari, evidenziano l'esistenza di una tradizione di canto partigiano e antifascista che interessa tutta l'area centro-meridionale del paese, dal Lazio alla Sardegna, dall'Umbria alla Campania, dall'Abruzzo alla Toscana.

In the pines

Kriek Erik
Eris 2016

Disponibilità immediata

16,00 €
Questi cinque racconti a fumetti nascono dall'incontro tra lo stile inconfondibile di Erik Kriek e il suo amore per la musica folk e le popolari ballate tradizionali dei paesi anglosassoni. L'autore, uno dei maestri del fumetto olandese, non si limita a tradurre in immagini cinque storiche murder ballads, ma si immerge nelle vicende e nell'immaginario che le hanno ispirate, rafforzandole con il suo background, il suo gusto per le atmosfere cupe, cariche di tensione e di incubi, e le trasforma in cinque storie a sé. Dentro a In the pines c'è tutta la poesia di questo genere musicale: dalle vecchie leggende degli uomini di mare all'America del vecchio West, dove le forche facevano da monito a chi era tentato di lasciare la "retta via", con tradimenti, storie d'amore clandestine, banditi e tesori sepolti. Il tutto condito da paesaggi oscuri, con boschi ancora selvaggi dove un cadavere può sparire senza difficoltà per ricomparire solo a primavera, dopo che il buio e il gelo dell'inverno sono finiti.

Musiche tradizionali in Polesine....

Barzan P. (cur.)
Squilibri 2015

Disponibilità immediata

30,00 €
Nell'aprile del 1968 Sergio Liberovici, in Polesine, si trova di fronte una realtà irriducibile al proprio orizzonte di senso, forgiato di esperienze fortemente orientate da un punto di vista ideologico, dai Cantacronache fino alle ricerche condotte assieme a Emilio Jona sul canto sociale e le memorie operaie. Diviso nelle tre isole di Polesine Camerini, Ca' Venier e Donzella, il territorio si profilava come un mondo arretrato ed arcaico: tutti vivevano promiscuamente di attività integrate, per cui era difficile separare gli ambiti economici e le appartenenze sociali, e ognuno gravitava attorno a gruppi di case aggrappate agli argini e imminenti sull'acqua. Liberovici raccoglie una pluralità di voci e suoni che animano un vivace spaccato della fine degli anni Sessanta. A dispetto del suo isolamento, nei circa 200 documenti conservati nella raccolta 117 degli Archivi di Etnomusicologia, si scopre un luogo di incontro dove convergono, dal sud al nord della Penisola, disparate tradizioni musicali, memorie di ex mondine, di rumorosi canti d'osteria, di esuberanti cori spontanei di un paese fluviale e, in particolare, dalla voce di Angela Binatti.

Bortigali. Un paese e le sue...

Macchiarella I. (cur.); Pilosu S. (cur.)
Nota 2015

Disponibilità immediata

18,00 €
Come in qualsiasi paese della Sardegna (e oltre), anche a Bortigali si fa musica, nelle varie occasioni della vita sociale, nei momenti di festa e nella vita di ogni giorno, sulla base di modalità apprese oralmente o partendo da tracce scritte su pentagramma. Numerosi sono gli uomini e le donne impegnati in questo fare musica, entro i contesti specifici della tradizione del paese o sui palcoscenici o in altro tipo di scenario esecutivo. Imperniato su consolidati rapporti di amicizia e collaborazione fra due studiosi esterni (Ignazio Macchiarella e Sebastiano Pilosu) e un gruppo di cantori e appassionati locali riuniti nell'Associazione Sas Enas, il volume tratteggia le linee essenziali delle diverse musiche di Bortigali, ragionando soprattutto su quelle legate agli scenari tradizionali, e sui relativi protagonisti. In una prospettiva dialogica, oltre ai testi dei curatori, il lavoro accoglie contributi di Salvatore Carboni, Angelo Demartis, Giovanni Ledda, Noemi Manca, Rossana Pinna, Giuseppe Piras, Raffaellu Quilici, Antonio Sannia, Carla Sirigu.

Per rabbia e per amore. Neapolitan...

D'Errico Antonio G.
Arcana 2015

Disponibilità immediata

16,50 €
Quello tra musica e Napoli è un binomio inscindibile. Così come è inscindibile il legame che unisce la città partenopea ai suoi artisti, musicisti capaci di inventare lingue nuove o risuscitare dialetti ed esportarli in tutto il mondo. La corrente del Neap

Abruzzo musica. Innovazione,...

Besutti P. (cur.); Giancristofaro L. (cur.)
Carabba 2015

Disponibilità immediata

16,50 €
L'Abruzzo possiede un retroterra musicologico ricco di evidenze documentarie, nelle quali il versante della musica d'arte si interseca con quello delle tradizioni popolari. Senza ambire all'elencazione esaustiva delle variabili e degli stili, il presente lavoro illustra metodi e ricadute di un'azione progettuale strategica che pone in valore l'energia esperienziale della musica nei processi di percezione del territorio e del suo corredo culturale.

Donna pop «paura non abbiamo»....

Rabagliati Annalisa
Araba Fenice 2015

Disponibilità immediata

12,00 €
Un libro che mira a tener viva la memoria di uno spicchio di storia minuta della società di un tempo, soprattutto ora che molte ragazze festeggiano per consuetudine l'8 marzo, come a San Valentino o alla fine della scuola: non sapendo per loro fortuna che cosa significava il maschilismo, anche se certo hanno idea del motivo per cui è stata scelta questa data. Molto è cambiato, ma non si devono dare per scontati i progressi compiuti, anzi, bisogna averne consapevolezza, oggi che persiste il dramma del femminicidio o della violenza subita da donne, troppo spesso per mano del partner o di un ex.

Napoli sotto traccia. Musica...

Pine Jason
Donzelli 2015

Disponibilità immediata

30,00 €
Un americano a Spaccanapoli, un antropologo che per oltre dieci anni si mimetizza tra i vicoli e le periferie e s'insinua nell'ambiente della musica neomelodica napoletana: nasce così "Napoli sotto traccia", un libro che racconta in presa diretta quel mondo di confine dove la tradizionale arte di arrangiarsi finisce nelle fitte trame della malavita. Dal 1998 al 2011 Jason Pine, newyorkese, ha condotto la sua indagine sul campo, vivendo fianco a fianco con i maggiori protagonisti della scena neomelodica campana (cantanti, compositori, giornalisti, impresari) e condividendo la loro quotidianità tra case discografiche, emittenti pirata e feste private (matrimoni, battesimi, comunioni). Per penetrare la facciata folklorica che i protagonisti spesso volutamente offrono a questo "forestiero", l'autore diventa "uno di loro", in veste di regista di videoclip musicali e di pubblicità per le reti locali, associandosi a un boss-impresario. È così che, imparando a decifrare l'universo linguistico, gestuale e valoriale dell'ambiente, Pine ricostruisce il groviglio di legami e interessi che innerva quella zona di contatto tra marginalità sociale e criminalità organizzata, in cui centinaia di giovani sono disposti a scendere a compromessi con la camorra per inseguire un'opportunità di successo, convinti che non esistano alternative e attratti dall'assenza dei vincoli di un lavoro subordinato.

Etnomusicologia. Con CD-ROM

Cámara de Landa Enrique
Città del Sole Edizioni 2015

Disponibilità immediata

20,00 €
"Questo manuale costituisce un'eccellente porta d'accesso alla realtà dell'etnomusicologia. Non per nulla il suo autore, oltre ad essere un ricercatore, ha una vasta esperienza d'insegnamento ed è un profondo conoscitore delle tendenze attuali della disciplina. Enrique Cámara ci offre, nel corso delle pagine del suo libro, una minuziosa ricostruzione della gestazione e dello sviluppo della disciplina.[...] Lungo le pagine di Etnomusicologia, si fornisce al lettore un'ampia visione tanto degli aspetti storici della disciplina quanto del suo quadro concettuale, così come anche degli aspetti metodologici che sorreggono la logica dei lavori di ricerca. È per questo motivo che dobbiamo congratularci per la pubblicazione del presente manuale di etnomusicologia, un libro che promette di realizzare un eccellente servizio a chiunque sia interessato al 'fare etnomusicologico'." (Dalla prefazione all'edizione spagnola di Josep Martì i Pérez). Al volume è allegato un CD-ROM contenente i capitoli dal XVI al XX appendici e bibliografie.