Elenco dei prodotti per la marca Nuova Terra Antica

Nuova Terra Antica

Storia delle scienze agrarie. Vol....

Nuova Terra Antica 2012

Non disponibile

45,50 €
Il quarto volume della nuova edizione propone i capitoli raccolti nel terzo dell'edizione precedente. È stato aggiunto un capitolo sulle grandi figure degli agronomi-educatori che all'alba del secolo creano, in Germania, Austria e Svizzera, le prime istituzioni di sperimentazione e divulgazione agraria, ispirate a obiettivi illuministici o, già, a ideali romantici. Esso completa quanto l'autore ha illustrato, nelle pagine dedicate, nel volume precedente, ad Albrecht Thaer, sulle figure che preparano la stagione delle istituzioni sperimentali che mutano, dopo la metà del secolo, il volto delle campagne europee. Saltini ha ulteriormente ampliato l'analisi dell'opera di Adrien de Gasparin, l'agronomo cui neppure la storiografia francese ha riconosciuto il ruolo di alfiere, nella sfera agronomica, del materialismo di Comte, di cui traduce la filosofia nell'originale concezione dell'azoto come metro del valore delle risorse della terra e dei suoi prodotti. Ha arricchito la lettura di Ridolfi, l'agronomo che introduce, nel sonnolento clima italico, le concezioni dell'agronomia inglese e francese.

Storia delle scienze agrarie. Vol....

Nuova Terra Antica 2012

Non disponibile

45,50 €
Il quinto volume comprende i capitoli dominati dalle figure di Pasteur e Darwin. I primi, che illustrano gli studi sulle fermentazioni, sull'enologia, sulle malattie del baco da seta, sulle malattie infettive dei quadrupedi e dei polli, fino alle ricerche sulla rabbia, compongono una delle analisi più dettagliate dell'opera del fondatore della microbiologia tra quante proposte dalla storia della scienza. Chiave di lettura, il proposito di confutare gli storici che hanno contestato a Pasteur la mancanza di principi teorici adeguati a spiegare l'insieme dei fenomeni che affronta, un appunto che il testo dissolve dimostrando il rigore dei criteri conduttori che ne ispirano tutte le ricerche. Anche i capitoli dedicati a Darwin assolvono ad un proposito epistemologico, affrontando la lettura sistematica dell'opera maggiore, per mole, La variazione degli animali e delle piante allo stato domestico, che gli studiosi del naturalista britannico, fissi all'"Origine delle specie" per mezzo dell'elezione naturale, hanno trascurato, mancando di cogliere il carattere complementare che essa riveste rispetto alla prima.

Storia delle scienze agrarie. Vol....

Nuova Terra Antica 2012

Non disponibile

45,50 €
Il sesto volume comprende gli ultimi capitoli del precedente quarto volume. Primo tra gli altri, per importanza, quello che propone l'analisi delle lezioni con cui Henry Gilbert illustra, ai responsabili della ricerca agraria americana, le deduzioni ricavabili da cinquant'anni di sperimentazione alla stazione di Rothamsted. L'ampia serie dei capitoli nuovi comprende lo studio delle opere del fondatore della pedologia, Vasilij Vasil'evi Dokuaev, e di quello della microbiologia del suolo, anch'esso russo, Serghiei Nicolaevi Winogradsky. Costituisce elemento originale la minuziosa analisi della successione della costituzione degli organismi di sperimentazione tedeschi, francesi, inglesi e statunitensi. Un capitolo specifico ricorda il primo scontro ideologico nelle campagne europee commentando l'opera in cui Karl Kautsky, discepolo di Engles ed emulo di Marx, formula la teoria sul futuro dell'agricoltura socialista fondata sull'azienda collettiva, che Lenin saluta, immediatamente dopo la pubblicazione, come la "verità" della dottrina marxista per lo sfruttamento delle risorse agrarie.

Storia delle scienze agrarie. Vol....

Nuova Terra Antica 2011

Non disponibile

45,50 €
È il secondo volume della riedizione in sette volumi in corso dell'opera di A. Saltini. La materia corrisponde a quella della prima parte del vol II dell'edizione 1984-89, alla quale sono stati aggiunti alcuni importanti capitoli, il più significativo dedicato al pensiero di politica agraria di Ludovico Muratori, il secondo dedicato a Evelyn, uno dei massimi esponenti della "magia naturale", quindi dell'alchimia del Seicento, il secolo in cui in Inghilterra gli stimoli più vivaci della scienza sperimentale si confrontano con l'aristotelismo converetitosi in elucubrazione magica. Tra le parti nuove anche rivestono un rilievo particolare anche le pagine dedicate a Malpighi, per l'anatomia animale grande innovatore, per la fisiologia vegetale fondatore, dimostra Saltini, di una dottrina neoperipatetica che imporrà ostacoli durissimi all'evoluzione delle conoscenze sperimentali.

Storia delle scienze agrarie. Vol....

Nuova Terra Antica 2011

Non disponibile

51,30 €
Il terzo volume della nuova serie dei tomi delle Scienze agrarie di Saltini contiene, con significativi ampliamenti, la materia della seconda parte del II volume dell'edizione 1984-89. Propongono significativi e integrazioni i capitoli dedicati a Arthur Young e a Albrecht Thaer, i maggiori agronomi dell'Illuminismo europeo, ai quali Saltini conferma ruoli e titoli attribuiti nell'edizione precedente, precisando ulteriormente le ragioni dell'assegnazione del posto capitale di entrambi nella storia della scienza europea. Uno dei capitoli più ampi è dedicato alla nascita dell'industria delle macchine agricole, la cui vicenda è stata nella nuova edizione completamente ridisegnata. Anche il capitolo dedicato a Robert Malthus è stato integrato per sottolineare il significato del legato culturale del demografo inglese di fronte ai problemi dei rapporti tra popolazione e risorse resi drammatici dall'attuale crisi economica mondiale.

I proventi della guerra. Quando gli...

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

9,50 €
"I proventi della guerra" sono il frutto di un'amicizia nata nelle aule di un tribunale penale. Avendo seguito le vicende di un clamoroso (seppure severamente ignorato dalla stampa) scandalo agro-fallimentare, Antonio Saltini, che aveva constatato la determinazione del pubblico ministero a fare luce su una pagina inquietante della storia nazionale, scriveva un commento amaramente ironico all'arringa con cui lo stesso pubblico ministero dirigeva gli imputati all'assoluzione. Querelato per diffamazione, un amico, avvocato milanese, lo affidava ad un brillante penalista fiorentino, che avrebbe dimostrato, in appello, che l'ironia del proprio patrocinato verso l'arringa del noto magistrato costituiva legittimo esercizio del diritto di cronaca. In attesa, peraltro, dell'iscrizione a ruolo dell'appello, l'avvocato Alimena ed Antonio Saltini si scoprivano accomunati dalla passione per il teatro: avendo Saltini scritto tre romanzi nei quali affronta, in epoche storiche diverse ed in situazioni differenti, il tema del denaro e della guerra, nasceva l'idea di estrapolare i brani più significativi sull'argomento convertendoli in dialogo teatrale.

Inviato speciale. Reportages...

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

29,60 €
Il viaggio attraverso il planisfero agrario di un agronomo animato dalla passione per la geografia agropolitica. Cinquanta reportages dall'agricoltura di paesi e regioni di rilievo preminente sullo scacchiere agrario: il Corn Belt degli Stati Uniti (Iowa, Illinois, Indiana), la Spagna, gigante agrumario, Israele e le sue straordinarie esprienze sull'impiego dell'acqua, le grandi regioni dell'allevamento lattiero europeo, la Normandia e la Baviera, il Messico del mais seminato sul solco tracciato dagli zebù e quello delle colture d'avanguardia, il Midì francese e il popolo dei vignerons, l'Olanda e le sue cooperative, la Nuova Zelanda ed i suoi 60 milioni di ovini, il perfetto apparato dell'istruzione agraria in Svezia, gli ultimi kolkoz della Russia, la Germania orientale dopo il ritorno in Occidente, la Danimarca e il suo immenso allevamento suino, la Gran Bretagna e la sua straordinaria fiera delle razze allevate e della tecnologia agronomica.

Vino, conti e contadini....

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

11,50 €
All'alba del Novecento dominavano il mercato nazionale del vino le produzioni ottenute, nelle cantine contadine, senza strumenti adeguati, manipolando le uva secondo criteri enologici primordiali, ricavandone, comunemente, bevande dense, poco alcoliche, prive di aromi. Le adulterazioni dilagavano incontrollate. I pochi produttori di vini di qualità cercavano invano di distinguere i propri prodotti dalla massa di vino anonimo privo di qualunque pregio. Quando una convenzione internazionale aprì la strada alla tutela delle denominazioni di origine, i viticoltori del Piemonte, una delle poche regioni dove esistevano produzioni di autentica nobiltà, si impegnarono per ottenere il riconoscimento delle proprie denominazioni. Si unirono sollecitamente ai coltivatori piemontesi i grandi proprietari del Chianti, ma contro la pretesa di attribuire la denominazione Chianti ad una ristretta area fiorentina, con una piccola appendice senese, insorse l'intero commercio enologico nazionale, che impose l'arresto di ogni progetto legislativo.

Apocalypsis. Canti scelti

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

22,60 €
Quale progetto può affrontare, sulla soglia dei sessant'anni, uno scrittore che ha stilato una importante storia della letteratura agronomica occidentale, che ha raccolto in volumi i propri reportages dall'agricoltura del Pianeta, che ha impegnato anni e passione in una trilogia narrativa che non ha conosciuto il successo del pubblico, per la quale lettori autorevoli hanno espresso l'apprezzamento più caloroso? È la domanda che si è proposto, nel 1998, Antonio Saltini, impegnato, nella propria casa tra i boschi dell'Appennino, a rileggere opere antiche, o nelle lunghe escursioni tra faggete e dirupi che ne interrompevano il lavoro al computer. La risposta, maturata tra un'alba sul torrente, e la revisione della biografia di un agronomo elvetico, è stata l'idea, più propriamente, la suggestione, di tentare l'opera somma, più ardimentosa e più improbabile, il poema sacro.

Gusto del vino e pratiche di...

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

8,50 €
La straripante pubblicistica enogastronamica alimentata dalla conquista, da parte del vino, di un ruolo simobolico tra i consumi alimentari, ha proposto, negli anni recenti, una molteplicità di "storie" della vite e del vino che illustrano le vicende della pianta e della bevanda come successioni sistematicamente interconnesse: a chi ne penetri le ragioni biologiche, agronomiche e chimiche la pianta e la bevanda che se ne ricava mostrano di aver seguito, nel corso della storia, cammini del tutto indipendenti. Mentre la vite conosceva, infatti, in età romana, forme di coltivazione perfettamente adeguate alle peculiarità botaniche e fisiologiche, che le pratiche agronomiche soddisfacevano in perfetta correlazione alle caratteristiche del clima mediterraneo, i vini dell'antichità erano tali, per le manipolazioni successive del mosto, da rendere improponibile all'amatore moderno, la bevanda che avrebbe determinato l'estasi di Catullo e di Orazio.

Storia delle scienze agrarie. Dalle...

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

56,50 €
Il volume affronta l'esame dei testi agronomici delle civiltà mediterranee, del Medioevo e del Rinascimento. Nei testi superstiti greci e latini ricerca le prime espressioni di un autentico pensiero scientifico, fondato sull'osservazione sistematica dei fenomeni biologici legati alla crescita delle colture e alla vita degli animali allevati, alla ricerca di leggi sistematiche la cui conoscenza diviene il fondamento dello sfruttamento razionale delle risorse naturali. Individuato in Columella il primo autentico scienziato dell'agricoltura occidentale, l'analisi identifica nell'eredità dell'autore romano la chiave della scienza agronomica medievale e rinascimentale. Uno spazio immenso può rilevarsi, infatti, tra le opere degli autentici successori del maestro latino, l'arabo Ibn al Awwâm, l'italiano Agostino Gallo e il francese Olivier de Serres, e quelle dei contemporanei che, incapaci di esperire un originale sforzo di osservazione scientifica, non fanno che trascrivere mere cognizioni empiriche frammiste al frutto della fabulazione, spesso della superstizione.

Il figlio del capitano. Guerra al...

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

29,60 €
Con Eugenio di Savoia, Raimondo Montecuccoli è stato uno dei due soli generali italiani che abbiano scritto pagine capitali della storia d'Europa. Avendo combattuto per un impero multinazionale, durante il Risorgimento fu cancellato dalle memorie patrie come servitore dell'odiata Austria, il Fascismo, ideologia militarista, lo ignorò non potendolo identificare come emulo di Cincinnato e di Scipione, la cultura politica nazionale ha consapevolmente ignorato, l'anno 2009, il quarto centenario della nascita. Antonio Saltini, studioso di storia dell'economia agraria, ha voluto ricordare il grande stratega.

I semi della civiltà. Frumento,...

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

15,80 €
I cereali sono sinonimo di civiltà. In un saggio famoso Charles Reed ha sottolineato che l'archeologo che scruta i fenomeni da cui hanno avuto origine, a qualunque latitudine, le prime società organizzate, è condotto a riconoscere il ruolo preminente rivestito, nel loro contesto, dalla coltivazione di un cereale. La caccia e la pesca possono essere esercitate da gruppi umani di dimensioni familiari, polifamiliari o tribali. La raccolta dei frutti spontanei non richiede un'organizzazione sociale di complessità maggiore. La pastorizia nomade è pratica caratteristica di società riunite in forma tribale: lo sciamare di popoli nomadi che contrassegna epoche intere della storia è stato sempre il risultato della fusione di una molteplicità di tribù che si impegnano, insieme, nella conquista di territori sui quali, se l'impresa sarà realizzata, i conquistatori saranno costretti ad abbandonare i costumi nomadi e l'economia pastorale per convertirsi in agricoltori.

La fame del pianeta. Crescita della...

Nuova Terra Antica 2010

Non disponibile

15,40 €
La crisi che attanaglia, da due anni, l'economia mondiale, ha aggravato, in una pluralità di paesi africani, asiatici e sudamericani, lo squilibrio tra la popolazione e le disponibilità alimentari: il recente vertice della Fao ha drammaticamente dimostrato che ogni dieci anni l'organismo si riunisce per proclamare l'ultimo piano di eradicazione della fame dal Pianeta, per pubblicare sul proprio bollettino, nei mesi successivi, che il numero degli affamati è ulteriormente aumentato di duecento milioni di persone. Siccome paesi quali la Russia, la Cina e l'India usano il peso acquisito negli organismi internazionali per impedire che la stessa Fao pubblichi notizie troppo dettagliate sulle rispettive situazioni di approvvigionamento, considerando le omissioni gli ultimi bollettini Fao suggeriscono che gli affamati non siano, sul Pianeta, un miliardo, ma che il loro numero sia, probabilmente, doppio di quello ufficiale.