Elenco dei prodotti per la marca Editoriale Scientifica

Editoriale Scientifica

La «Costituzione» come «educazione»...

Editoriale Scientifica 2018

Disponibile in libreria

15,00 €
Il «Settantesimo anniversario della Costituzione italiana» rappresenta un momento importante per riflettere sul cammino, talvolta faticoso, del nostro Paese; così, questa indagine aspira ad essere un tentativo di mettere in risalto rilevanti sfumature ed approfondimenti.Il termine «Costituzione» è composito, altrettanto può dirsi per i concetti di «legalità» e, probabilmente, ciò vale anche per l'«educazione». Tale triade, però, può rappresentare la base su cui issare una costruzione forte e robusta: non bastano i richiami al rispetto delle regole senza questa coscienza civica; non può realizzarsi pienamente una cultura della legalità senza il dovuto richiamo al fondamento dello Stato costituzionale; e, d'altra parte, a nulla servirebbe apprendere i meccanismi del corretto funzionamento delle istituzioni senza adeguatamente valutare talune "distorsioni" e quotidiane "svalutazioni" davanti agli occhi di tutti.

Diritto internazionale

Editoriale Scientifica 2018

Disponibile in libreria  
DIRITTO INTERNAZIONALE

36,00 €
"Questa edizione del manuale di Benedetto Conforti vede la luce dopo due anni dalla scomparsa del suo autore. Aggiornare un manuale così denso di contenuti e di soluzioni originali mi è apparsa da subito un'impresa titanica. Ho appreso dai familiari dell' onore che il Maestro mi aveva attribuito di continuare la Sua opera più importante. La notizia ha suscitato in me un sentimento misto di gioia e di sgomento. La gioia di condividere con un grande studioso il lavoro di ricerca per una proposta sistematica dell'intero diritto internazionale, di riprendere il filo dei suoi pensieri sull'evoluzione della prassi e sulla valutazione delle diverse interpretazioni dottrinali. Lo sgomento per la grande responsabilità di trovare un giusto equilibrio tra la fedeltà all'impianto originario dell'autore, da un lato, e, dall'altro lato, l'esigenza indispensabile di rivedere alcune delle sue tesi alla luce degli sviluppi della prassi, di attenuare il confronto scientifico con alcune opinioni dottrinali oramai non più attuali, e di riportare nelle giuste sedi i cambiamenti giurisprudenziali ormai quasi quotidiani. Tutto ciò senza trascurare, se possibile, il dibattito sulle nuove proposte metodologiche suggerite, in Italia e all'estero, per la comprensione del fenomeno internazionalistico." (Dalla Premessa)

Il diritto alla protezione dei dati...

Editoriale Scientifica 2017

Disponibile in 3 giorni

30,00 €
Lo studio analizza i caratteri fondamentali dei poteri di regolazione attribuiti all'amministrazione e considera le ragioni per le quali questi poteri possano essere considerati funzioni amministrative discrezionali (e non solo tecnico-discrezionali), come tali sottoponibili ad un sindacato di eccesso di potere ad opera del giudice. Ancora, viene presa in esame la tutela nei confronti di questa funzione di regolazione, attribuita in via esclusiva al giudice ordinario, che può valersi, nei confronti dell'amministrazione, di poteri di cognizione e di decisione straordinariamente ampi per il nostro sistema. A questo proposito, si considera se il legislatore italiano abbia elaborato, nella nostra materia, un modello di unificazione della giurisdizione costituzionalmente compatibile ed "esportabile" in altri ambiti dell'attività amministrativa.

Il diritto della guerra e della pace

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

12,00 €
Il Dipartimento di Studi per l'Economia e l'Impresa dell'Università del Piemonte Orientale organizza annualmente il Corso di Alta formazione in Diritto costituzionale, destinato a giovani studiosi desiderosi di approfondire tematiche di ambito costituzionalistico, affrontate monograficamente in tre distinte giornate di lavoro. La didattica di ciascuna giornata è affidata ad un docente impegnato in una lezione seguita dalla riflessione condivisa con i frequentanti. La quinta edizione, svoltasi a Novara dal 12 al 14 settembre 2018, è stata dedicata al tema "Il diritto della guerra e della pace". Abbiamo avuto modo di riflettere su temi classici quali il ricorso alla guerra e la tutela dei diritti umani e il "posto" della guerra nella Costituzione italiana. Ma anche su questioni di grande attualità come il contrasto alla minaccia terroristica e la possibilità di immaginare in termini giuridici una "guerra al terrorismo".

Il captatore informatico e la...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

45,00 €
Può sembrare inutile esercitazione riproporre i temi del "doppio binario": è normativa assestata nel codice fino al punto che pare abbia perduto i connotati della novellazione emergenziale che la produsse all'inizio degli anni '90 per assumere caratteri di stabilità; indirizzi privilegiati e permanenti del sistema procedurale; addirittura originari se si considera che ci si trova al cospetto di una struttura sostitutiva di quella che regola l'attività giudiziaria e giurisdizionale, costruita intorno ai diritti, nel 1987-89; ancor più pregnante rispetto all'"ordinario" modello processuale. Eppure, sul piano politico il "doppio binario" ispira la legislazione messa in campo in questi ultimi anni per far fronte alle "nuove emergenze criminali", fenomeni chiaramente strutturali della società del benessere. E così, ragionando sul "doppio binario", via via si scopre che non sono in discussione solo deroghe disciplinari per questo o quel reato. Ci si accorge che le equazioni non tornano più: le "limitazioni" alla tutela dei diritti procedurali e la reale valenza delle situazioni soggettive protette nel processo sono oggi insopportabili soprusi alle prerogative individuali.

Dialogo sulla corruzione. Giustizia...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

15,00 €
Un prefetto e un arcivescovo si interrogano, ciascuno a partire dalla propria esperienza, su cosa significhi contrastare la corruzione e servire il bene comune. Il primo, Claudio Sammartino, è impegnato nella gestione di importanti crisi sociali e nell'attuazione di attività di prevenzione, controllo del territorio, contrasto alla criminalità organizzata; il secondo, Michele Pennisi, svolge la sua azione pastorale favorendo l'uscita del mondo cattolico dalle sacrestie per andare incontro, con le armi del Vangelo e dell'educazione, ai bisogni della gente e per contrastare nel quotidiano la mafia. Dalle riflessioni degli autori e dal dialogo fra i due, che conclude il libro, emergono esempi concreti di lotta alla corruzione e spunti originali su come sia possibile, in zone di frontiera, un'azione a favore della giustizia che vada ben oltre la legalità formale e miri al bene comune.

Contributo allo studio degli...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

16,00 €
Gli itinerari culturali sono disciplinati da numerose fonti di diritto positivo: norme internazionali, europee, nazionali e regionali, oltre a una fitta congerie di atti e documenti di soft law. Una produzione normativa molto ampia, accompagnata da un'intensa proliferazione di iniziative ed azioni dei pubblici poteri. Il presente contributo è specificatamente dedicato all'analisi giuridica della disciplina "multilivello" degli itinerari culturali. La ricerca prende in esame anche gli itinerari culturali transfrontalieri, di notevole interesse in considerazione del fatto che, articolati su due o più Paesi, creano un "ponte" e un raccordo tra le culture interessate dal percorso.

La nomina dei giudici...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

14,00 €
In una società, quella attuale, che sempre più spesso affida al giudiziario (ed in primis ai giudici costituzionali) la soluzione di questioni "politiche" controverse, «judges matter». I giudici contano e di conseguenza necessitano, in maniera forse più stringente che in passato, di indipendenza e di democratic legitimacy per poter assolvere al loro ruolo in maniera autorevole e credibile. È questo il punto di partenza del presente volume che analizza, in una prospettiva comparata, molteplici procedure di nomina dei giudici costituzionali, proponendone una nuova sistematica e affrontando il tema dei criteri che indirizzano la scelta delle diverse istanze preposte alla nomina.

I simboli religiosi nello spazio...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

60,00 €
I simboli religiosi, nell'immaginario collettivo, scandiscono e modulano non solo le coscienze ma, anche, le forme ed i comportamenti dell'individuo e, in senso più largo, della società, con tutto il bagaglio sistemico e burocratico che la qualifichi: non si tratta, solo, della connotazione e dell'organizzazione interna d'un Paese ma, al contrario, è il tratto 'semantico' di molte realtà territoriali, accomunate da un identico 'sentire', quand'anche separate da linee di confine, secondo i paradigmata di Habermas e quelli di Hirsch. Molto spesso sono i simboli religiosi a caratterizzare le identità di alcuni Paesi, e la società multiculturale del nostro tempo segna nel profondo le diverse realtà, allargandone al contempo infinitamente gli orizzonti sul piano della tolleranza, in una dimensione propositiva del fenomeno.

I diritti sociali al tempo delle...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

40,00 €
Il fenomeno delle migrazioni pone gli Stati nazionali dinanzi ad una realtà complessa ed estranea alle categorie pubblicistiche tradizionalmente utilizzate per comprendere le relazioni della persona con il territorio. I concetti di "cittadinanza", "status", "comunità nazionale" e la stessa idea di "confine territoriale" sono in via di trasformazione, proprio a cagione dell'esistenza di un ampio fenomeno di "mobilità umana" con il quale confrontarsi senza pregiudizi. Il ruolo dello Stato nella regolazione degli aspetti legati alla presenza dello straniero sul territorio nazionale non può, dunque, risolversi nella disciplina dell'ingresso, dell'allontanamento e del soggiorno dello straniero, ma deve estendersi al riconoscimento e alla tutela di quei diritti che si qualificano per essere espressione di bisogni collegati all'appartenenza ad un contesto sociale, vale a dire i cc.dd. diritti sociali. Il Convegno, svoltosi a Messina il 28 e 29 giugno 2018, è stato il pretesto per un gruppo di studiosi, appartenenti ad aree disciplinari molto diverse, per confrontarsi su questi temi.

Imprenditorialità e settore...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

25,00 €
"Imprenditorialità e settore museale. Esperienze e prospettive di cambiamento" mette sotto osservazione dieci casi italiani di gestione e valorizzazione del patrimonio culturale nella loro estrema diversità; musei nazionali, civici, specializzati, universitari, di istituzioni sanitarie. Ma anche iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale.Il volume interpreta il museo come organizzazione, attraverso una cultura manageriale e una visione imprenditoriale tutt'altro che retorica. Condizione imprescindibile: leve di sviluppo e prospettive di cambiamento. Perché questo approccio restituisce sguardo e consapevolezza di professionalità quotidianamente impegnate in conservazione, ricerca, gestione, valorizzazione e fruizione. Perché questo approccio può garantire la difficile sopravvivenza delle proprie organizzazioni. Se ne consiglia la lettura a quanti sono affascinati dall'istituzione museale come laboratorio di pensiero per la società.

Memorie di un prefetto della...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

16,00 €
Perché questo libro? Non si vuole con esso mettere in risalto l'attività svolta dal suo autore quanto piuttosto raccogliere e offrire ai colleghi che hanno la responsabilità delle prefetture, e soprattutto ai più giovani, elementi utili alla loro riflessione per individuare i lineamenti di fondo dell'identità e della funzione prefettizia, allo scopo di porsi quali garanti dell'esercizio dei diritti riconosciuti dalla Costituzione Repubblicana e promotori della legalità e della coesione sociale.

La documentazione antimafia nella...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

16,00 €
La nuova legislazione antimafia persegue, per finalità di sicurezza pubblica e di contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso, l'obiettivo di prevenire le infiltrazioni mafiose nelle attività economiche non solo nei rapporti dei privati con le pubbliche amministrazioni (contratti pubblici, concessioni e sovvenzioni), mediante lo strumento delle informazioni antimafia, ma anche quello di inibire l'esercizio dell'attività economica, nei rapporti tra i privati stessi, mediante lo strumento delle comunicazioni antimafia, richieste per l'esercizio di qualsivoglia attività soggetta ad autorizzazione, concessione, abilitazione, iscrizione ad albi, o anche alla segnalazione certificata di inizio attività e alla disciplina del silenzio assenso. Nella ponderazione degli interessi in gioco, infatti, «non può pensarsi che gli organi dello Stato contrastino con armi impari la pervasiva diffusione delle organizzazioni mafiose che hanno, nei sistemi globalizzati, vaste reti di collegamento e profitti criminali quale "ragione sociale" per tendere al controllo di interi territori».

Immigrazione. Cause, problemi,...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

14,00 €
Questo lavoro è diviso in due parti. Nella prima si cerca di rispondere alle seguenti domande: perché la società si ribella se l'immigrazione, come si dice, è una risorsa? Essere dalla parte degli immigrati impedisce di criticare l'immigrazione come fenomeno di mercato? Si può parlare genericamente di immigrazione senza distinguere quella economica (volontaria) da quella dei rifugiati (obbligata)? Siamo proprio sicuri che l'immigrazione è figlia della povertà estrema e della crisi demografica? Nella seconda, invece, vengono specificatamente analizzati quattro tra i più controversi e divisivi problemi dell'immigrazione: l'accoglienza dei rifugiati che non funziona; aiutiamoli a casa loro così non vengono; il bran gain e le nuove rimesse immateriali degli immigrati; i figli degli immigrati tra ius soli e ius sanguinis. In appendice tre curiosità; l'immigrazione dello smartphone; gli immigrati che inventarono Hollywood; l'antenato dell'immigrato è emigrato.

Isola sacra. Alle origini della...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

12,00 €
Tre studiosi, di tre diverse generazioni, si interrogano insieme su alcuni snodi cruciali alle basi della civiltà umana (quali le origini del diritto, della famiglia, del patriarcato e della soggezione femminile), cercando di scandagliare le remote tenebre di quella che Francesco Paolo Casavola ha definito "l'antichità senza data".

Imprese familiari e...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

18,00 €
In molti contesti, le imprese familiari sono ancora oggi considerate come entità strettamente legate alla tradizione e, quindi, meno innovative rispetto alle imprese non familiari. In realtà, tali imprese possono dimostrarsi particolarmente innovative grazie al loro accesso privilegiato alle conoscenze passate e all'abilità nel saper combinare sapientemente tradizione e innovazione. Questo libro, presentando quattro casi di imprese familiari operanti nel comparto della pianificazione tradizionale, presenta in modo costruttivo e coinvolgente una serie di riflessioni che illustrano come fare affidamento sul passato non significhi rinunciare a innovare, ma piuttosto proporre innovazioni ancorate in una tradizione specifica che trae la sua essenza dall'impresa e dal suo territorio.

Breviario sul pensiero strategico....

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

12,00 €
Che cosa manca? Che cosa migliorare? Che cosa sviluppare? "Breviario sul pensiero strategico" offre possibili risposte a queste domande da una prospettiva cognitiva e comportamentale individuando gli elementi essenziali del ragionamento strategico. "Breviario sul pensiero strategico" osserva il futuro migliore come la possibile destinazione più ambiziosa, coerente, realizzabile, realistica e vantaggiosa su cui fondare (oppure rifondare) la strategia, la governance e la leadership. "Breviario sul pensiero strategico" propone un percorso che parte dal realismo manifesto per poi proseguire verso le facoltà e il mindset dell'intelligenza strategica - immaginazione, consapevolezza, progettualità, lungimiranza, mediazione e rigore. Perché questo libro suggerisce un approccio fluido - mind the gap e fill the gap - un processo dinamico - ciclo strategico - e una serie di strumenti per fortificare la progettazione - storyline, deadblock analysis, the big picture, metaproject development, strategic mapping e full potential. Perché questo libro presenta una breve lezione di filosofia strategica - "Cogliere l'essenza" di Stefano De Luca e Guido Solza - con l'intenzione di offrire una prospettiva incrementale alla dialettica tra il pensiero, il disegno e l'azione.

Diritto civile comparato. Percorsi...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

18,00 €
Il volume raccoglie l'esito delle riflessioni svolte su alcuni temi di stampo civil-comparatistico trattati in diverse lezioni e seminari svolti presso gli Atenei camerte e molisano. Gli studi civilistici possono essere utilmente approfonditi secondo una prospettiva storico-dogmatica aperta alle esperienze straniere. È quello che si tenta di fare in questo volume, guardando soprattutto alle tradizioni giuridiche a noi più vicine, come quella francese e tedesca, cui siamo uniti da legami intensi e profondi. I saggi contenuti in questo volume vorrebbero rappresentare delle pillole di approfondimento monografico su tematiche di diritto civile con l'utilizzo del metodo comparato. Qui si vuole dare allo studente l'idea del quadro evolutivo del diritto civile, che certamente travalica una prospettiva «tolemaica» del sistema giuridico nazionale. Il metodo comparativo può essere utilissimo per fornire una soluzione corretta ed efficace ad un caso concreto e assolve, altresì, una funzione importante nell'analisi sistematica della realtà sociale presa in considerazione dalle fattispecie delle norme di diritto civile.

Tutela dei diritti fondamentali e...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

30,00 €
A vent'anni dal Consiglio europeo di Tampere - che ha gettato le basi per la creazione dello Spazio europeo di libertà, sicurezza e giustizia (SLSG) - e a dieci anni dall'acquisizione di forza giuridica vincolante da parte della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, che ha codificato nel suo Titolo VI i diritti di giustizia, la realizzazione di tale Spazio non risulta esente da elementi di frammentarietà. Muovendo da tale quadro di riferimento il volume si propone di realizzare un bilancio critico sulla giurisprudenza della Corte di giustizia dell'Unione europea (e solo in via indiretta - ove richiamata - su quella della Corte europea dei diritti dell'uomo) nonché su quella italiana relativa all'applicazione del Titolo VI della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea. Il tutto nella piena consapevolezza del legame indissolubile - consacrato dall'articolo 67 paragrafo 1 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea - che intercorre tra il difficile perfezionamento dello spazio europeo di (libertà, sicurezza e) giustizia e la tutela dei diritti fondamentali e, in specie, la garanzia dei diritti di giustizia, come contemplati nel Titolo sopra menzionato.

Il patrimonio culturale. Concetto...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

18,00 €
Il volume raccoglie una selezione di saggi editi nell'arco di quindici anni ed aggiornati alle più significative novità normative e giurisprudenziali, oltre che alla letteratura giuridica nel mentre prodotta. Sono esposti i principali profili problematici legati al concetto di paesaggio, bene e patrimonio culturale, alla dimensione materiale-immateriale dei beni culturali, anche con riferimento al diritto internazionale e comparato; alla relazione tra tutela del patrimonio culturale e promozione di nuove espressioni culturali. Parte degli scritti erano stati raccolti nella prima parte del volume per questi tipi, Il patrimonio culturale. Modelli di gestione e finanza pubblica, 2017.

La rivoluzione digitale: il...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

10,00 €
Internet ha invaso ogni campo del sapere e dell'azione umana; a tale processo di bulimica inferenza, progressivo ed irreversibile, non si sottrae né il diritto né l'economia, parimenti coinvolti in questo fenomeno di radicale trasformazione dell'intera società. Il presente lavoro affronta diverse tematiche legate all'affermazione del web e al rapporto di quest'ultimo con le differenti branche dell'ordinamento giuridico; si tratta degli Atti del Convegno tenutosi presso l'Ordine degli Avvocati di Nola il 22 febbraio 2019.

Emilio e Ugo Betti. Giustizia e teatro

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

14,00 €
Il volume, che raccoglie gli atti del convegno tenutosi all'Università di Camerino nell'ottobre 2018 in occasione del LXX anniversario della perdita di Emilio Betti e del conferimento annuale del premio di drammaturgia 'Ugo Betti', viene aperto con commossi ricordi personali che iniziano sin dalla più tenera infanzia del rettore camerte (Claudio Pettinari), inframezzati da brani di poesie di Ugo Betti e foto dei 'dioscuri' Emilio (1890-1968) e Ugo Betti (1892-1953).

Collaborare nell'interesse...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

8,00 €
L'introduzione di David Mosey e il saggio di Sara Valaguzza sono il risultato di un confronto nel campo della ricerca giuridica che ha unito sensibilità ed esperienze di due accademici impegnati nello studio e nella diffusione di tecniche contrattuali che creino valore aggiunto grazie alla collaborazione. Sara Valaguzza illustra le ragioni e le modalità che fanno della rivoluzione collaborativa una parte rilevante della risposta da dare per uscire dalla crisi del settore dei contratti pubblici in Italia. Individuato lo strumento il "re è nudo": c'è davvero l'intenzione di uscire dal campo di battaglia o l'incomunicabilità porta convenienza per tutti? E se c'è un grosso tarlo che attacca l'accordo tra le parti, cosa aspetta il regolatore ad intervenire per debellarlo con una logica nuova?

La pena statale. Significato e...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

12,00 €
La teoria della pena come prevenzione generale positiva discende da un processo di riformulazione dogmatica attraverso il quale Jakobs pone in discussione parte del pensiero penale dei Lumi nella linea che conduce da Grozio a Feuerbach. Il bersaglio delle critiche diviene, in tal senso, il duplice lato utilitarista e psicologista che, in virtù proprio delle elaborazioni degli illuministi, definisce il concetto di pena. Rispetto a quest'ultima, quindi, si tenta di disegnarne una immagine nuova, come "marginalizzazione del fatto nel suo significato lesivo", ovvero come comunicazione positiva di senso rispetto a quella (negativa) del reato che contraddice la norma. Gli aspetti legati alla retribuzione materiale dell'illecito, come quelli della riparazione della vittima o dell'emenda del reo, o ancora della prevenzione intimidatoria, non vengono assolutamente presi in considerazione ma anzi contestati nella formazione dell'impianto penologico. Dal punto di vista dei presupposti filosofici, la teoria jakobsiana si richiama, dunque, al sistema di Hegel che nei Lineamenti definisce la pena esclusivamente come "negazione della negazione". Dalle ripresa delle riflessioni hegeliane si giunge al modello del Feindstrafrecht: laddove la pena opera generalmente come tutela della vigenza della norma (prevenzione generale positiva) può, al contrario, in determinati casi, porre al sicuro da fonti di pericolo (prevenzione speciale negativa). Da qui, in conclusione, la legittimazione del c.d. diritto penale del nemico che agirebbe in funzione di profilassi per il sistema (sociale e giuridico).

La giustizia penale nelle sentenze...

Editoriale Scientifica 2019

Non disponibile

32,00 €
Il volume presenta una ricerca svolta sulle sentenze penale emesse dalla Gran Corte di Cassazione di Napoli (1809-1816) e dalla Suprema Corte di Giustizia di Napoli (1817-1861), attraverso le quali l'Autore ha cercato di offrire una lettura "interna" della storia della giustizia criminale del Regno. L'angolo visuale della casistica giudiziaria ha consentito, infatti, di esaminare le diverse problematiche, sviluppatesi nel corso del tempo, relative agli eccessi di arbitrio perpetrati dalle corti di merito, alle difficoltà interpretative, agli orientamenti ricorrenti, ai contrasti giurisprudenziali ed ai dubbi di legge portati al vaglio del governo. Tale ricostruzione ha permesso, inoltre, di condurre uno studio sull'organo supremo di giustizia di Napoli, che nel decennio francese e nel quinquennio della Restaurazione assunse un ruolo di primo piano nella guida delle corti inferiori verso l'applicazione dei nuovi codici e l'uniformazione del diritto e che, dopo la crisi degli anni Venti, avrebbe gradualmente conquistato la posizione di vertice indiscusso della piramide giudiziaria, con il consolidamento di orientamenti giurisprudenziali di legittimità.