Scienza e teoria politica

Active filters

Discorso sulla servit? volontaria

La Bo?tie Etienne de
Chiarelettere

Disponibile in libreria

10,00 €
Tre motivi per leggerlo: Perchfa capire meglio di tanti saggi attuali i meccanismi che ci inducono a servire chi ha il potere. Perchdimostra come la tirannia si presenti sotto varie forme non solo violente. E come noi cittadini possiamo difenderci. Perchla sete di dominio contagia tutti: anche i dominati possono diventare dominatori di chi pifragile di loro. ienne de La Boie (1530 - 1563) Scrittore e uomo politico francese, si avvicina giovanissimo agli studi umanistici leggendo e traducendo opere di Senofonte e Plutarco. Segue i corsi di Diritto all'Universitdi Orlns e negli stessi anni scrive il Discorso sulla servitvolontaria . Nel 1553, a soli ventitranni, ammesso al Parlamento di Bordeaux e impronta la sua attivitpolitica alla difesa della tolleranza religiosa e alla salvaguardia della libertdi coscienza individuale. Nel 1559 incontra Michel de Montaigne, con il quale stringe un'intensa amicizia che quest'ultimo celebrernei suoi Saggi. La lettura del "Discorso sulla servitvolontaria" colpe appassiontanto l'amico filosofo da indurlo a presentare proprio i suoi Saggi come commento a un quadro ricco, rifinito e composto, un discorso chiamato La servitvolontaria . Nel 1563 La Boie contrae una grave malattia, con molta probabilitla peste, che lo porteralla morte dopo dieci giorni di agonia.

La neolingua della politica

Orwell George
GARZANTI

Disponibile in libreria

4,90 €
A cura di Massimo Birattari pubblico non è mai stato così vuoto e aggressivo. Per questo è il momento di scoprire le riflessioni di Orwell raccolte in "La politica e la lingua inglese" (1946), uno scritto ormai classico che pare anticipare le considerazioni svolte venti anni dopo da Calvino sull'«antilingua» che corrompe l'italiano, e che nel suo «catalogo di frodi e travisamenti» prefigura la deriva dei social network. Per Orwell dallo stravolgimento delle parole alla manipolazione il passo è breve, come dimostra l'altro testo qui incluso: I principi della neolingua nasce come appendice del capolavoro 1984 ed enuncia, come scrive Massimo Birattari nella prefazione, le regole di una lingua «concentrazionaria, soffocante, terroristica». A più di settant'anni di distanza, da queste pagine limpide e feroci risuona ancora un monito che è rischioso ignorare: «la lingua diventa brutta e imprecisa perché i nostri pensieri sono stupidi, ma a sua volta la sciatteria della lingua ci rende più facili i pensieri stupidi».

Il dominio del politico. Percorsi...

Giannini Gianluca
Diana edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Il presente volume, che parte dalla tesi di fondo che "Il concetto di Politico" sia l'opera fondamentale dal punto di vista della filosofia della politica di Carl Schmitt nonchil ritornante orizzonte teorico di riferimento di una produzione lunga un cinquantennio, si propone di offrire al lettore originali chiavi interpretative sul discusso e controverso pensatore tedesco. Lo studio di Gianluca Giannini assume il trofismo vita-storia-pensiero quale vera e propria sonda investigativa per ricostruire, su tre livelli in simultanea, il contesto storico-speculativo, il contesto esistenziale e perciteorico dello stesso Schmitt; avvalendosi di un metodo di indagine, approfondimento e riflessione di filosofia e storia delle idee, lo scritto centra la sua attenzione sul transito dal dominio della politica al dominio del Politico, ovvero quell'inedita forma di conflittualitpermanente tra unitpolitiche di cui il filosofo-giurista di Plettenberg stato straordinario artefice teorico.

I traumi d'Europa. Natura e...

Livi Bacci Massimo
Il Mulino

Disponibile in libreria

16,00 €
All'inizio del Novecento l'Europa comandava il mondo. Il suo impero coloniale era vastissimo, in Asia, Africa, Oceania. La popolazione cresceva a ritmo sostenuto e la guerra aveva cessato da tempo di decimare le giovani generazioni.Scoperte e innovazioni producevano il miglioramento delle condizioni di vita anche delle masse rimaste in povert La natura, che nei secoli aveva disseminato epidemie e carestie, sembrava sotto controllo. Ma nel volgere di trent'anni si succedono due catastrofi immani. La forza distruttrice delle decisioni e delle azioni determinate dalla politica sovrasta la potenza rovinosa degli eventi naturali. I due conflitti mondiali con decine di milioni di morti, le guerre civili, le carestie, le migrazioni forzate, la pulizia etnica e il genocidio sono il frutto avvelenato di azioni politiche e mietono vittime assai pinumerose di quelle provocate dai microbi, dal clima o da altri eventi naturali.

Non è un paese per laici. Onestà...

Alberti
Bollati Boringhieri

Disponibile in libreria

12,00 €
In quali condizioni si trova, in Italia, il libero pensiero, quindi l'atteggiamento intellettuale laico? È la domanda dalla quale trae spunto il pamphlet polemico del filosofo Vittorio Alberti. Politica senza ideali, sfiducia nel futuro, comunicazione mediocre, qualità soffocata, idee stantie, sono questi i problemi che assillano e indeboliscono la laicità nel nostro paese. L'Italia in crisi ha bisogno di idee nuove, e per denunciare la nostra assenza di laicità Alberti individua come peccato originale un episodio e uno scenario. Il primo è l'appello contro il commissario Luigi Calabresi, firmato nel 1971 da ottocento intellettuali; il secondo riguarda i conti rimasti ancora aperti con la caduta del Muro di Berlino. Esempi entrambi del modo, molto italiano, di mancanza di «libero pensiero». Dalla politica alla società -spiega Alberti - la comunicazione minaccia i pensatori liberi e mette a dura prova il ruolo, quanto mai defilato, degli intellettuali. Perché la laicità è tale solo quando non è faziosa, non spaccia l'interesse di parte per verità, si tiene alla larga dal pregiudizio ed è coraggiosa, inquieta, sempre interrogativa e più che dare risposte allarga il ventaglio delle domande. "Non è un paese per laici" propone un nuovo modo di pensare che sia al passo con la storia e motivi anche in Italia una rinnovata coscienza democratica che ponga al centro dell'azione culturale - superando schemi antiquati e clericalismi non solo religiosi - la migliore intelligenza del nostro umanesimo.

La credibilit? politica. Radici,...

Gili
Marsilio

Disponibile in libreria

12,50 €
Tutti la cercano. Molti ne lamentano l'assenza. la credibilit cardine della vita politica e dell'ordinamento democratico tanto decantato quanto trascurato. Cos'la credibilit Chi credibile e perch Quali sono le radici e le forme della credibilitpolitica? Come circola all'interno della societ A quali rischi soggetta e quali patologie ne derivano? A che cosa si pufare appello per restituire credibilitalla politica? Attraverso questo percorso gli autori intendono riaffermare la sua centralitnella teoria e nelle pratiche politiche, poichdi credibilit sebbene in forme originali e con fondamenti nuovi, le societdemocratiche hanno quanto mai bisogno, soprattutto oggi.

Protego ergo obligo. Ordine,...

ETS

Disponibile in libreria in 3 giorni

22,00 €
Il volume raccoglie una serie di saggi attraverso cui storici delle dottrine politiche di scuola e di provenienza diversa si confrontano sul tema classico del "protego ergo obligo", come occasione per tornare a discutere del fondamento del potere e delle condizioni che regolano l'obbligazione politica. Partendo dalla riflessione di Hobbes, dall'artificio hobbesiano della costituzione politica nella sua più tipica natura obbligatoria, si sviluppa una trama interpretativa che, nell'intreccio di aspetti storici, filosofici e istituzionali, fa del "protego" non soltanto un problema securitario, rivendicazione di sicurezza della propria persona e delle proprie cose, ma anche un patrimonio di istanze materiali e immateriali più estese, destinate a diventare parte imprescindibile della pretesa di protezione. Di qui, con l'attenzione rivolta alle stesse forme contemporanee dell'agire politico, un andare oltre lo Stato, l'individuazione di nuovi soggetti, tanto nel diritto interno quanto nel diritto esterno, legittimati a farsi carico e rivendicare i corrispondenti poteri della funzione protettiva. Prefazione di Claudio Palazzolo.

L'Europa adulta

Calandri
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

27,00 €
Dalla metà degli anni Ottanta, quando l'Atto Unico Europeo consolidò gli sviluppi seguiti ai Trattati di Roma e disegnò il Mercato Unico, fino ai primi anni del nuovo millennio, l'integrazione europea ha sperimentato un'evoluzione di straordinaria intensità: l'adozione dell'euro, ampi allargamenti, politiche comuni o concertate in settori come la concorrenza, le comunicazioni, la ricerca, l'ambiente, gli interventi di pacificazione in aree di crisi, la gestione dei confini esterni hanno fatto sembrare irreversibili l'attore politico e una società europea unitari. A partire dal 2005, anno del fallimento del Trattato costituzionale, con la crisi dei debiti sovrani europei (2009) e la successiva crisi sull'immigrazione (2014), il percorso di integrazione ha subito un'involuzione: la difficoltà decisionale si è accompagnata alla erosione della credibilità delle istituzioni quali garanti dell'interesse comune. Il rovesciamento di prospettiva è stato particolarmente vistoso in Italia, scesa all'ultimo posto nel sostegno all'integrazione. Nel volume storici e studiosi della politica, dell'economia e delle idee mettono a fuoco attori, momenti e processi di questa recente storia europea e italiana, per porre in una necessaria prospettiva di medio periodo le drammatiche vicende di oggi.

I partiti digitali

Gerbaudo
Il Mulino

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Movimento 5 Stelle, Podemos, France Insoumise e i partiti pirata propongono un nuovo modello di organizzazione politica e meccanismi democratici finalizzati a realizzare una partecipazione politica più autentica. Ma fino a che punto i partiti digitali hanno effettivamente mantenuto tali promesse? Di che natura è la democrazia che essi praticano? Ed è davvero migliore di quella dei partiti tradizionali? La crescita esponenziale di persone e oggetti iperconnessi ha portato a una trasformazione profonda nell'organizzazione politica. È cambiato tutto: la nuova politica è segnata dall'emergere di partiti digitali - dal Movimento 5 Stelle, a Podemos, ai Pirati - che si sono rapidamente affermati rivoluzionando il modo in cui reclutano membri, prendono decisioni e mobilitano la propria base. Attraverso interviste con leader e attivisti, Gerbaudo dimostra che, oltre a guadagnare rapidamente consenso fino ad arrivare in certi casi al governo, queste formazioni hanno avuto il merito di innovare le pratiche organizzative dei partiti, coinvolgendo centinaia di migliaia di persone nelle loro attività in rete. Partecipativi ma plebiscitari, aperti e democratici ma dominati da iperleader carismatici, i partiti digitali portano con sé sia grandi potenzialità che seri rischi per la democrazia nell'era digitale.

La grande metamorfosi. Pensiero...

Emanuele Marco
Eurilink

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
La grande metamorfosi ci porta in quello che l'autore descrive come il "mondo in tre mondi". Viviamo, infatti, in un momento storico nel quale si intersecano, continuamente e profondamente, il mondo dell'innovazione tecnologica e della connettivit quello del disagio e delle diseguaglianze, quello dei conflitti e dei muri. In tale contesto complesso, di grande metamorfosi, come si pone il pensiero politico? L'autore, con questo testo, intende iniziare e proporre percorsi di ricerca sulla necessitdi ripensare il pensiero politico, per l'agire, in un contesto che ci chiama a trasformare tutti i paradigmi interpretativi di realtche abbiamo ereditato dal Novecento. Se l'innovazione un grande ciclone che percorre tutti gli ambiti della nostra vita, ponendoci di fronte alla inadeguatezza del nostro pensiero politico e delle soluzioni per governare politicamente la grande metamorfosi, venuto il tempo di immaginare una filosofia nel presente in grado di aiutarci a trovare nuove vie e nuove possibilitavendo ben presenti i rischi nei quali siamo immersi..

Del diritto e della legge. Oltre la...

Castellano Danilo
25,00 €
La Collana raccoglie saggi di Filosofia della politica, del diritto, dell'economia e del lavoro, nonché di Etica sociale, riguardanti questioni di attualità e figure rilevanti del nostro tempo. Essa privilegia problemi e autori che la cultura egemone ignora o non considera adeguatamente. La Collana, quindi, si propone di andare «oltre» le mode culturali del nostro tempo anche per trascenderlo e dominarlo. Essa, perciò, esercitando una libera e responsabile critica, presenta testi che sono condizione per costruttive proposte civili. Il lavoro considera questioni, aspetti e conseguenze delle dottrine giuridiche della Modernità e della Postmodernità. Fa emergere le loro difficoltà e le loro aporie. Le dottrine giuridiche moderne e postmoderne non riescono, infatti, a conseguire nemmeno gli scopi che dichiarano di perseguire e garantire. L'analisi delle questioni è condotta con impostazione «classica» e con metodo rigoroso, considerando costantemente i problemi posti dall'esperienza.

Giovanni Botero

Raviola Blythe Alice
Mondadori Bruno

Disponibile in libreria in 5 giorni

18,00 €
A seguito delle recenti riedizioni delle maggiori opere boteriane, "Delle cause della grandezza delle città" (1588), "Della ragioni di Stato" (1589), "Le relazioni universali" (1591), il volume approfondisce alcuni aspetti della biografia intellettuale di Giovanni Botero, esaminando gli snodi centrali della sua carriera con particolare attenzione agli ambiti milanese, spagnolo e sabaudo entro cui essa si sviluppò. Nel contempo, grazie alle suggestioni provenienti da diversi approcci storiografici (dai Court Studies alla Global History), i vari capitoli si concentrano pure sulla proiezione universale dei suoi scritti, che travalicarono i confini peninsulari per divenire testi di riferimento per le dinastie e l'élite europee. Un'Appendice restituirà infine due scritti meno frequentati, entrambi apparsi nel 1598 a corredo della Ragion di Stato: "La Relazione del mare" e il "Discorso della reputazione del prencipe". Lavori che, come il resto della produzione di Botero, oscillano fra meraviglia per la natura e severa esperienza politica della vita di corte.

Diritto, economia e società. In...

EUT

Non disponibile

20,00 €
Il volume raccoglie una serie di contributi con l'intento di omaggiare il ricordo di Luisa Cusina docente di Politica economica presso il dipartimento di Scienze politiche e sociali dell'Università degli studi di Trieste. In virtù del suo apporto e dedizione per l'università e il dipartimento, nella presente silloge sono stati pubblicati diversi saggi in suo onore che affrontano tematiche di diritto, economia e società.

Il buono e il cattivo tempo. Joseph...

Aldobrandini
Le Monnier

Disponibile in libreria in 3 giorni

24,00 €
Fu Churchill ad affermare che Joseph Chamberlain (1836-1914) aveva fatto il buono e il cattivo tempo nella politica inglese. Padre del pinoto, ma pigrigio, Neville, Joseph un self made man nell'industria di Birmingham, contribuisce a creare la nuova scuola di massa, diventa un sindaco innovatore di quella che fu definita la cittmeglio amministrata al mondo. Radicale e populista, propone e fa introdurre riforme sociali, crea una potente macchina elettorale, spacca il Partito liberale sull'autonomia irlandese, fonda un nuovo partito, diventa imperialista, contribuisce a far scoppiare la guerra dei boeri. Infine, crea una potente associazione per far adottare dall'Impero una politica protezionista, che divide il Paese e i conservatori. Studiare la sua carriera politica fornisce degli elementi di riflessione per capire l'Inghilterra di oggi e le sue caratteristiche politiche.

La sinistra globale. Ieri, oggi,...

Wallerstein Immanuel
Asterios

Non disponibile

15,00 €
I progetti internazionalisti della sinistra appaiono oggi inadeguati rispetto alle prassi politiche e ai dissensi che emergono all'interno stesso dei partiti in tutto il mondo. e tuttavia, mentre le ineguaglianze di ricchezza non smettono di aumentare in un mondo sempre pipolarizzato, l'ideologia liberale si radica nelle menti come unica prospettiva sociale ed economica. In quest'opera, Immanuel Wallerstein traccia il bilancio delle politiche della sinistra, da quelle dell'epoca passata dei grandi ideali fino a quelle di oggi, nel cuore della crisi mondiale del capitalismo. E sottolinea l'urgenza della creazione di una sinistra globale e unita per porre fine al dominio plurisecolare del capitale.

Pensare giustizia tra antico e...

Carabba

Disponibile in libreria in 3 giorni

35,00 €
Pensare giustizia: la tematica proposta in questo volume miscellaneo, che raccoglie in parte i contributi di studiosi che hanno dato vita all'omonimo Convegno Internazionale di Studi (Università "G. d'Annunzio" di Chieti-Pescara, maggio 2018), è stata concepita come sede di confronto, con chiara finalità interdisciplinare, tra opinioni di specialisti di ambiti diversi accomunati da un obbiettivo di partenza: scandagliare, a partire dalle origini della cultura e della civiltà occidentale, le manifestazioni di un immaginario della giustizia che appare sin dai primordi orientato a stabilirne e veicolarne una definizione. Si tratta di una definizione che, riguardando una componente ineliminabile di qualsiasi forma di vita associata, si fonda sull'interazione con due grandi categorie concettuali: una per così dire 'alta', l'etica, nel caso specifico l'etica della verità (un'esigenza primaria che la giustizia condivide con la storia, e la storiografia); e l'altra, frutto di una necessità storica, ineluttabile e in qualche modo ingombrante, la politica.

Ideare il futuro comunitario per...

Fiocco Antonio
Petite Plaisance

Non disponibile

10,00 €
Il problema in discussione, la questione, consiste se concepire una progettualità in quanto tale. Sembra non ci siano problemi nell'accettarla in linea di principio, ma permane l'idea che occorra indirizzare le forze su obbiettivi pratici immediati. Questo punto di vista, in apparenza ragionevole, vanifica lo scopo principale di migliorare realmente il mondo in cui viviamo e, invece di una reale progettualità comunitaria, si preferisce l'immediatezza della contingenza. Dunque, a quel se, di fatto, si oppone un no. La post-modernità (cioè la fase flessibile a tutti i livelli della modernità) per l'autore non elabora spontaneamente una sua idea di comunismo, perciò si rende imprescindibile la progettualità. Per essere scoperte, utilizzate e verificate, le possibilità devono essere prima di tutto inventate. In questo senso, ogni uomo è progetto, creatore, poiché inventa ciò che è già a partire da ciò che non è ancora.

Contro la democrazia diretta

Pallante Francesco
Einaudi

Disponibile in libreria

12,00 €
La democrazia diretta ci affascina perché promette di realizzare l'ideale dell'autogoverno: chi meglio del singolo sa cos'è per lui preferibile? Se per lungo tempo la dimensione delle società di massa ne ha impedito la realizzazione, la rivoluzione informatica sembra oggi aver cambiato tutto. Sembra. Perché il punto di caduta della democrazia diretta non è di ordine pratico, bensì concettuale. Le istituzioni pubbliche non possono funzionare sottoponendo di continuo al popolo decisioni che provocano divisioni e fratture sociali. Scrive Bobbio: «Nulla uccide più la democrazia che l'eccesso di democrazia». Democrazia è discussione, non decisione. Democratico è chi si confronta apertamente con gli altri: a partire dalle proprie convinzioni, ma alla ricerca di un compromesso. La mera conta dei voti non produce decisioni democratiche, ma imposizioni di parte. Riducendo la politica a matematica, la democrazia diretta ci espone al rischio del dominio di una maggioranza avversa. L'esatto opposto dell'autogoverno.

Teoria politica

Parotto Giuliana
Franco Angeli

Disponibile in libreria in 3 giorni

25,00 €
Platone, Aristotele, Agostino, Machiavelli, Hobbes, Locke, Kant, Constant, Proudhon, Marx, Rawls e Habermas sono gli autori che hanno definito i concetti fondamentali della politica (scienza del governare) e sono anche oggi le fonti a cui attingiamo per orientarci nella complessità di una realtà sempre più articolata e contraddittoria. "Teoria politica" è un'opera didattica, semplice e chiara, che mette in luce il contributo che questi filosofi hanno dato al modo in cui pensiamo oggi. Le idee sono una parte importante della realtà politica. La fondano, poiché nessun ordine politico può essere stabilito e stabile senza che ne siano condivisi i principi, e nello stesso tempo articolano le categorie critiche che possono anche trasformarla. Queste idee sono l'oggetto del volume, un'opera sintetica e semplice che presenta i protagonisti del pensiero politico occidentale, fermandosi sui punti essenziali. Arricchiscono il volume due capitoli destinati al modo in cui i diversi autori hanno pensato il femminile e il ruolo della donna. "Teoria politica" mette in luce il contributo che questi filosofi hanno dato al modo in cui pensiamo oggi.

Loro sono furbi... ma noi possiamo...

Zamboni Federico
StreetLib

Disponibile in libreria in 3 giorni

17,99 €
"Basta farsi una domandina semplice semplice: chi detiene il potere ha qualche solido motivo per imbrogliarci, o è fondamentalmente onesto?" Se si nutre qualche ragionevole dubbio, questo libro rappresenta un percorso insolito, ma ferrato, per arrivare alla risposta. Intanto un indizio: "I valori che stanno alla base della vita odierna sono cambiati. E guarda caso lo hanno fatto proprio nella direzione che è più funzionale agli interessi di chi detiene il potere. Come la si dovrebbe considerare? Una coincidenza?" Presentazione di Paolo Gila.

Le nevi di Gobetti

Quaranta Bruno
Passigli

Non disponibile

16,00 €
Piero Gobetti fu tra i primi grandi avversari di Mussolini e del mussolinismo. Nell'arco della sua breve vita fondò tre riviste (tra cui La Rivoluzione Liberale) e una casa editrice, dove esordì anche Eugenio Montale con "Ossi di seppia". Le nevi di Gobetti ripercorre gli ultimi giorni di vita del prodigioso e indimenticabile intellettuale, scomparso esule a Parigi nel 1926, neanche venticinquenne. Era partito da Torino, la sua città, il 3 febbraio. Morirà nella capitale francese neanche due settimane dopo. Il libro di Quaranta, dedicato al suo viaggio finale, è l'occasione per disegnarne la biografia intellettuale attraverso le figure che gli furono accanto come maestri e amici: da Luigi Einaudi a Carlo Levi, da Felice Casorati a Francesco Ruffini, da Natalino Sapegno a Luigi Salvatorelli, da Antonio Gramsci a Gaetano Salvemini.

Il principe. Ediz. integrale

Machiavelli Niccolò
Liberamente

Non disponibile

12,00 €
Il Principe un trattato di dottrina politica che parte da un punto di vista realistico ed amaro. Poichgli uomini tendono per natura a sopraffarsi gli uni con gli altri, necessario che intervenga un potere al di sopra delle parti che valga a dominare il tumulto delle passioni. In tempi di corruzione e disordine, questo potere spetta al "Principe" cioad una singola, fortissima personalitche dell'egoismo umano sappia fare uso economico ed utile. Lo stile di quest'opera rappresenta un modello insuperato di concisione e di forza in cui la lingua si piega a tutte le esigenze del pensiero.

Anime liberali. De Nicola, Einaudi,...

Astarita Mario
Il Pensiero

Non disponibile

15,00 €
Il liberalismo è una teoria dibattuta: il termine - nella sua accezione moderna - è stato accolto nel lessico politico solo nella prima metà dell'Ottocento; per di più ci sono state svariate correnti di pensiero liberale. In questo libro si approfondisce diffusamente di una ricerca storico-dottrinale all'interno del nostro Paese, si analizzano altresì le premesse sociali e culturali del liberalismo in politici come: De Nicola, Einaudi, Malagodi, Martino, Pannunzio. Ne viene fuori un panorama sufficientemente variopinto ed articolato, che sottolinea sia le specificità dei singoli "pensatori" liberali, sia il loro confluire su alcune ragioni di fondo, che sono tuttora alla base della nostra cultura politica.

Cosa vuol dire socialismo nel XXI...

Fraser Nancy
Castelvecchi

Disponibile in libreria in 5 giorni

7,50 €
Per decenni la parola "socialismo" è stata fonte di imbarazzo come fosse la reliquia di un'era passata. Oggi i politici e le organizzazioni statunitensi si definiscono socialisti con fierezza e guadagnano consensi, ma che cosa significa o dovrebbe significare "socialismo" ai giorni nostri? Il testo di Nancy Fraser è una sfida enorme alla crisi politica globale. Mentre decostruisce i pilastri su cui si fonda il capitalismo neoliberista, apre la pista a una riflessione inedita, per costruire finalmente una proposta politica seria che possa essere una vera alternativa socialista all'ordine dominante: che non si limiti a trasformare l'economia attuale, ma porti con sé anche un cambiamento ecologico, femminista, antirazzista e democratico.

Il mondo visto da Milano....

Nemapress

Non disponibile

16,00 €
Il libro raccoglie gli studi in onore di Giorgio Pacifici per i suoi ottant'anni volume secondo con scritti di: Silvia Maiocchi, Andrea Pettini, Gian Stefano Spoto, Raffaella Inglese, Giovanni Crivello, Ugo Giorgio Pacifici Noja, Claudio Vercelli, Francesco Petrucciano, Pierre Gaudibert, Massimiliano Cannata. Argomenti collegati alle diverse professionalità tra la politica del cambiamento, il ritorno della destra radicale, l'architettura di tutti, la costituzione irachena e le convivenze repubblicane.

Patria o paese

Rubbettino

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
I fini sono aggirati dalla presunta razionalità dell'economico, divenuto il dogma incontrovertibile, tanto da tecnicizzare la stessa politica ossia da spoliticizzare la democrazia. Va da sé che l'aut aut evocato dal titolo è un pretesto per stanare la nostra incuria e superficialità quando parliamo dell'interesse esistenziale, che non può mai prescindere dal luogo in cui viviamo.

Pensiero radicale

Ardizzone Salvo
AGA (Cusano Milanino)

Disponibile in libreria in 3 giorni

17,00 €
«Salvo Ardizzone, nelle pagine che seguono, affronta la crisi del mondo moderno forte del suo bagaglio di conoscenze, frutto di una pluridecennale applicazione allo studio del pensiero tradizionale, assumendolo come lente per la lettura dell'attuale scenario. L'Autore ne analizza lo stato e pragmaticamente suggerisce vie di uscita, messe a punto per rettificare la traiettoria ed aggiustare il tiro, rivolte a chi da posizioni sovran-populiste pigia il dito sul grilletto politico e parapolitico. Non fa sconti e non liscia il pelo alle sortite sovran-populiste più volgari o, quanto meno, superficiali, poco ponderate e meditate». (dall'introduzione)

Sulla stessa barca. Saggio...

Sloterdijk Peter
ETS

Disponibile in libreria in 3 giorni

11,00 €
In questo breve saggio Peter Sloterdijk presenta un agile affresco di filosofia della storia, nel quale sono anticipati diversi temi centrali delle sue monumentali opere successive. L'intera storia dell'umanitripercorsa in tre stadi, modellati a partire dalla metafora del viaggio marittimo. La prima fase, quella paleopolitica, precede la nascita stessa dello Stato. In questa fase, in cui le orde primordiali attraversano lo spazio come zattere alla deriva su un fiume, si forma la prima grammatica del vivere in comune. Solo in seguito subentrerla fase della politica tradizionale, in cui l'uomo si misura con un cosmo pigrande di lui ed elabora strategie di controllo e razionalizzazione dello spazio, a partire dall'idea di Stato. Con la globalizzazione, infine, il genere umano entra nella sua fase iperpolitica: la crisi dei grandi modelli di organizzazione spaziale lascia l'individuo in bal di un tutto frammentato, dove non esistono pifigure capaci di fornire una rotta. Scritto prima della trilogia di "Sfere", "Sulla stessa barca" costituisce una introduzione allo stile e ai temi fondamentali del pensiero di Peter Sloterdijk, oltre a fornirci ancora una prospettiva lucida e stimolante per comprendere i tratti fondamentali e i pericoli della nostra epoca.

La religione della libert? e altre...

De Bosis Laura
Le Lettere

Disponibile in libreria in 3 giorni

14,00 €
Il volume raccoglie alcuni scritti saggistici di Lauro de Bosis (1901-1931), gitradotti e pubblicati nel 1948 da Gaetano Salvemini, con note di Mario Vinciguerra, per la collana "Biblioteca Leone Ginzburg (Documenti e studi per la storia contemporanea)" dell'editore De Silva di Torino. arricchito inoltre da un'appendice con le lettere finora inedite indirizzate da de Bosis a Benedetto Croce tra il 1924 e il 1930. Il titolo del libro riproduce quello scelto da Lauro per una delle sue conferenze americane, chiaramente ispirato alla "Storia d'Europa nel secolo decimonono" di Croce, che de Bosis fece in tempo a leggere negli Atti della Accademia di Scienze Morali e Politiche dove apparvero nella primavera del '31 alcune anticipazioni, e in modo particolare il primo capitolo dell'opera:" La religione della libert. Si intende in questo modo richiamare l'attenzione su una straordinaria figura di antifascista prossima a scivolare nell'oblio, sulla sua leggendaria fama di violatore del cielo fascista di Roma, sulle idealite sulla filosofia in cui metteva radici la sua azione, sulla sua matura statura di oppositore ad ogni forma di totalitarismo - di destra e di sinistra -, sulla sua lodevole funzione di ambasciatore della "civiltitaliana" negli Stati Uniti, sulla sua lungimirante intelligenza cosmopolitica e internazionalistica, anticipatrice per molti versi del futuro europeismo. Prose lucide e vibranti, realistiche e epiche al tempo stesso, a testimonianza del valore ideale della "civiltitaliana" ancora oggi tutelata dalla Lauro de Bosis Postdoctoral Fellowship istituita presso la Harvard University.

Oltre il sovranismo

Gramsci Antonio
Cento Autori

Disponibile in libreria in 3 giorni

12,00 €
«L'Italia è il paese dove si è sempre verificato questo fenomeno curioso: gli uomini politici, arrivando al potere, hanno immediatamente rinnegato le idee e i programmi d'azione propugnati da semplici cittadini.» (Antonio Gramsci)