Vita e istituzioni militari

Filtri attivi

Kosovo 1999. Le operazioni belliche...

Fatutta Francesco
Ugo Mursia Editore 2000

In libreria in 10 giorni

23,30 €
Nella primavera del 1999, per circa 80 giorni, il territorio jugoslavo è stato teatro di un conflitto atipico. Per la prima volta nella storia militare, una massiccia campagna aerea ha risolto una situazione di crisi internazionale senza che fosse necessario ricorrere a un intervento terrestre. Una guerra particolare, che ha visto contrapposte la NATO, al suo primo impegno offensivo in cinquant'anni di esistenza e la Federazione Serbo-Montenegrina, trascinata verso il baratro di una sconfitta, sia pur parziale, dalla cinica politica del suo presidente Milosevic. L'analisi delle operazioni belliche, il dettaglio delle forze contrapposte, l'esame tecnico dei mezzi aerei, di quelli navali e dei sistemi d'arma.

... E son tornati. I cento anni...

Faccinetto Angelo
Macchione Editore 2020

In libreria in 3 giorni

15,00 €
Questo libro dedicato a quelli che sono tornati. Tornati dalla guerra senza le gambe o senza un braccio, coi polmoni devastati o ciechi o malati per sempre e hanno dovuto reinventarsi la vita. Ed dedicato a quanti hanno vissuto e sopportato con loro, giorno dopo giorno, le conseguenze di queste mutilazioni, di queste infermit Ma anche, e forse soprattutto, dedicato a chi con queste situazioni non si mai dovuto misurare. Perchsappia. E perch attraverso la vita di un'associazione in cui migliaia di lecchesi si sono riconosciuti per far valere i loro diritti dopo aver compiuto il loro dovere, possa riscoprire aspetti dimenticati della storia della citte del suo territorio. Dal difficile, e spesso drammatico, rapporto col fascismo, agli sconvolgimenti della guerra e della lotta di liberazione fino alla difficile ricostruzione e alle battaglie civili, condotte a Lecco come a Roma, per avere riconosciuta la dignitdel vivere.

Test di cultura generale. Esercizi...

Drago Massimo
Alpha Test 2019

In libreria in 3 giorni

13,90 €
Il volume rappresenta uno strumento di esercitazione aggiornato e completo su tutte le tipologie di quesiti di cultura generale oggetto degli esami di reclutamento delle Forze Armate e delle Forze di Polizia a ordinamento civile o militare. Per ciascuna materia, questo volume presenta un'esercitazione che consente di: verificare il livello della propria preparazione; calcolare il punteggio ottenuto e confrontarlo con una serie di valori medi di riferimento; approfondire singoli argomenti grazie ai commenti esplicativi che accompagnano gli esercizi. Una prova iniziale e una finale permettono di simulare lo svolgimento dell'esame ufficiale.

Filologia dell'anfibio. Diario...

Mari Michele
Einaudi 2019

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Come affrontare quell'esperienza infima più che infernale, che è stato il C.A.R. (Centro Addestramento Reclute)? Come raccontare il microcosmo dell'esercito, in cui si riproducevano gli stessi difetti, gli stessi vizi della nazione italiana nel suo complesso? Mari lo fa con le armi dello scrittore fantastico, che si avvicina a una realtà aliena, e con quelle del filologo, che usa analisi e spirito critico per evidenziare tutte le assurdità di un apparato tanto obsoleto e cristallizzato quanto, proprio per questo, paradossalmente affascinante. Il volume è corredato dalle illustrazioni dell'autore.

L'esercito italiano tra Ottocento e...

Pelagalli Sergio
ITALIA Storica 2018

In libreria in 3 giorni

24,00 €
Le missioni all'estero sono state frequenti nell'Italia liberale di fine '800 e primo '900, sotto il fascismo e fino alla seconda guerra mondiale: il racconto che segue ne è la dimostrazione, ricostruendo in dettaglio tutte le spedizioni italiane, da quelle più note a quelle dimenticate; dall'invio delle truppe dell'Armata Sarda in Crimea da parte di Cavour (1865-1866) alle missioni del Regio Esercito in Caucaso (1862-1863), Creta (1897-1906), Cina (1900-1905), Macedonia (1904 e 1916), Rodi (maggio 1912), Albania (1914, 1927 e 1939), Russia (1915-1918), Siberia (1918-1921) e Murmania (1918-1919), Palestina (1917-1921), Francia (1918-1919), Anatolia (1919-1923), a Fiume (1918-1921) e Dalmazia (1918-1920), in Polonia (1919-1923), Transcaucasia (1919-1920), Corfù (1923), nella Saar (1934-1935) e a Shanghai (1937-1938) sino al corpo di sicurezza della Repubblica Italiana in Somalia (1950-1956), e le missioni diplomatiche militari italiane a Vienna (1918-1920), a Berlino e in Romania (1943).

La vanità della cavalleria

Malatesta Stefano
BEAT 2018

In libreria in 3 giorni

9,90 €
La vanità è sempre stata una prerogativa della cavalleria e degli uomini in divisa. Nel 1525 Francesco I di Valois, alla testa della cavalleria francese durante la battaglia di Pavia, disarcionato rischiò di vedersi tagliare le mani dai lanzichenecchi e dagli uomini dei tercios spagnoli desiderosi di arraffare i suoi anelli. Trine, merletti e sete erano merce comune tra gli uomini della' cavalerìe' settecentesca. Durante la guerra dei sette anni, i francesi guidati dal principe di Soubise abbandonarono in fretta la cittadina di Gotha, lasciandosi dietro i propri bagagli, prontamente sequestrati dagli ussari di Hans Joachim von Zieten. Grande fu la sorpresa quando, una volta aperti i bauli, i soldati si trovarono davanti un guardaroba di lusso portato direttamente da Versailles: biancheria intima, mutandoni di seta dall'uso, per loro, così sconosciuto che mimarono una sfilata di moda infilandoseli sopra la testa. Friedrich Wilhelm von Seydlitz, una delle glorie della cavalleria prussiana, amava portare sul tricorno una spilla con diamanti e smeraldi cabochon. Qualche tempo dopo, quando Lord Brummel impose la "squisita originalità" del suo abbigliamento, fatto di giacche scure e pantaloni chiari, all'intero consesso di civili inglesi e poi europei, i colori divennero esclusivo privilegio dei militari. Durante feste e cerimonie i membri del governo e gli ufficiali civili sembravano becchini in trasferta, mentre i militari pavoni imbellettati. Nei secoli successivi la vanità dilagò tra le forze armate. Gli ufficiali austriaci vestiti sempre di bianco sono una delle immagini glamour che l'Ottocento ci ha lasciato. E il secolo che ci è alle spalle non è stato certo da meno. I Savoia che abbracciavano la carriera militare, come il duca d'Aosta, erano soliti portare cappelli fuori ordinanza: il più riuscito era di certo quello che amava indossare l'erede al trono Umberto II Savoia, chiamato «il pentolino», che andava perfettamente d'accordo con le immacolate ed elegantissime mollettiere portate coi calzoni da cavallo stretti al ginocchio. Gregor von Rezzori confessò che da giovanotto nullafacente fu tentato di militare nelle SS per ragioni puramente estetiche. Le SS avevano una divisa elegantissima con gli stivali più belli che si potessero immaginare, morbidi, lucidi e che davano un tocco particolare a tutto l'abito. Poi, fortunatamente, ci ripensò. Attraverso il brillante racconto della vanità della cavalleria e delle più celebri battaglie combattute a cavallo, dalla carica demenziale di Lord Cardigan a Balaklava, dove la Light Brigade venne sbaragliata dai cannoni russi, alla strage di Caporetto, Stefano Malatesta scrive un libro sulla guerra che non ha affatto il sentore di caserma e di burocrazia, ma appassiona come e più di un romanzo d'avventura.

Il generale Armando Tallarigo....

Scala Ferdinando
Gaspari 2018

In libreria in 3 giorni

30,00 €
Appassionante come un romanzo, la vera storia dell'eroico comandante della leggendaria Brigata Sassari durante il famoso Anno sull'Altipiano immortalato da Emilio Lussu nel libro omonimo e da Francesco Rosi nel film "Uomini contro". La vita straordinaria di Armando Tallarigo attraversa completamente la parabola del Regno d'Italia dall'unità alla Repubblica, prendendo parte da protagonista agli eventi principali che l'hanno caratterizzata. Brillante allievo della Nunziatella, ufficiale superiore durante la campagna di Libia, valoroso condottiero della Sassari nel corso della prima guerra mondiale, prigioniero in Germania, comandante della Scuola di Guerra, saggista di successo e senatore del Regno d'Italia durante il fascismo, Tallarigo accolse gli onori e affrontò le numerose avversità con spirito sempre equanime e mai domo, fino alla difficile prova finale. Dalle pagine della sua vita emerge intatta e viva la voce di un'intera generazione dimenticata, che durante la propria esistenza vide la bussola della storia cambiare più volte orientamento, e seppe accettare vittorie e sconfitte senza mai smarrire i propri valori.

Alpini in Russia 1941-1943....

Callin Tambosi Gino; Conighi Elio
Reverdito 2018

In libreria in 3 giorni

17,50 €
Marzo 1943 - Marzo 2018. 75° anniversario dal ritorno degli ultimi convogli dalla Russia. Gli autori di quest'opera si avvalsero delle testimonianze degli Alpini reduci dalla Russia e appartenenti alle Divisioni Julia e Tridentina - raccolte nel 1973 a trent'anni dagli accadimenti - per una più fedele ricostruzione dei fatti stessi. Queste testimonianze sono da considerarsi un vero e rigoroso documento storico perché raccolte dalla viva voce di molti reduci, allora poco più che cinquantenni. I contenuti sono stati rivisti e aggiornati, permettendo così una maggiore comprensione degli eventi. L'opera inoltre è stata corredata da oltre 140 fotografie originali e mappe dei luoghi riportanti il posizionamento delle truppe.

Storia e leggende delle SS

Miller Peter
Crescere 2016

In libreria in 3 giorni

4,90 €
Storia e miti delle "SS", dalla nascita del Nazismo all'ascesa di Hitler fino alla sua caduta.

Filologia dell'anfibio. Diario...

Mari Michele
Laterza 2009

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Già il destino di essere nati non è privo di stranezza, ma all'interno della condizione umana vi è qualcosa di più strano: il servizio militare. Michele Mari racconta in queste pagine la sua esperienza da recluta nella caserma Gaetano de Cordevolis di Como, nell'Anno del Signore 1979. Le sue descrizioni della vita in un C.A.R. (Centro Addestramento Reclute), lucide e visionarie al tempo stesso, sono pervase dal sentimento agghiacciato del neofita a contatto con una realtà incomprensibile e aliena, eppure rese lievi da un'ironia classificatoria e da un incongruo furore filologico, dissacrante, che tiene a distanza le cose usando le lunghe pinze di una lingua e di uno stile arcaici e preziosi, capaci di far risaltare all'ennesima potenza la surreale assurdità del tutto. Ecco allora la minuziosa disamina del cubo e delle intrinseche motivazioni per cui l'istituzione militare lo idolatra a tal punto; l'epico resoconto della fila alla mensa di mezzogiorno e della corvè in infermeria; la quotidiana lotta con l'armadietto zeppo da esplodere, l'addestramento con le armi, gli oscuri dilemmi sui gradi e le gerarchie militari, le celle di rigore e l'adunata, la libera uscita e l'attesa delle "destinazioni": tutti i riti e i tic di quell'"enorme, flagrante demenza, non priva di una sua astuzia tignosa, che è l'istituzione militare".

Piccolo catechismo del soldato. Il...

Riva Silvio
Amicizia Cristiana 2009

In libreria in 3 giorni

5,00 €
Lo sforzo della Chiesa, per assicurare il massimo risultato nel campo catechistico, ha portato alla pubblicazione di numerosi testi "cuciti su misura" delle persone a cui sono rivolti: catechismi per le scuole dei diversi gradi, catechismi per gli adulti, catechismi per i lavoratori e molti altri. Non poteva mancare un testo rivolto ai giovani impegnati nel servizio militare. Il "Piccolo catechismo del soldato" fu concepito alla vigilia della seconda guerra mondiale, rivolto ai giovani, cresciuti nelle famiglie e nelle parrocchie dell'Italia Cattolica, che la leva obbligatoria (di origine napoleonica) aveva arruolato in vista della guerra. Gli uffici ecclesiastici predisposti all'assistenza religiosa nelle Forze Armate diffusero in modo capillare questo genere di catechismi, che furono usati dai cappellani militari per mantenere viva la Fede delle truppe.

Dentro la Legione Straniera

Parker John
TEA 2006

In libreria in 3 giorni

12,00 €
Già quattro anni dopo la sua creazione, avvenuta nel 1831 per volontà di Luigi Filippo, la Legione Straniera ha adottato il principio di "amalgamare" le nazionalità all'interno delle sue unità; come risultato, nei suoi 168 anni di vita, essa ha visto fondersi cento nazionalità diverse, unite da un unico scopo: sacrificare tutto per la Legione. È da questo sacrificio che nasce il mito del legionario che abbandona ogni cosa, affetti familiari compresi, e trascorre prima sedici, durissime, settimane nell'addestramento di base e poi almeno cinque anni all'interno del corpo. Ma chi sono davvero i legionari? Che cosa li ha spinti a tagliare i ponti col passato? E come si vive dentro la Legione?

Il regime penale nella Grande...

Monticone Alberto; Milocco Giorgio
Gaspari 2020

In libreria in 5 giorni

18,00 €
Lo studio di Monticone sulla "giustizia punitrice" e sul Comando Supremo la base per conoscere la storia sociale della guerra. Dall'Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano emerge ora il diario inedito del colonnello Mocali, toscano, presidente del Tribunale di guerra a Cervignano, sede del Comando del duca d'Aosta, che narra di episodi di fraternizzazione, di D'Annunzio, dei fucilati con i reati di cui furono imputati. Un diario raro nella sua franchezza e umanit ricco di aneddoti e personaggi famosi che dimostra nella pratica com'era la vita nei Tribunali militari.

Il cuore degli alpini. Esperienze...

Ceccato Francesca
Alba Edizioni 2014

In libreria in 5 giorni

14,00 €
Il cuore degli alpini è un cuore "diverso" che pulsa per mandare avanti, fra tante difficoltà ma senza mai perdere lo spirito che la caratterizza, un'associazione, quella nazionale alpini, che nel tempo si è sempre più avvicinata alla società civile. Il li

Il catechismo dei soldati. Guerra e...

Lavenia Vincenzo
EDB 2014

In libreria in 5 giorni

9,80 €
Lo scontro tra le fedi cristiane che si apre con la Riforma protestante e il perdurare del conflitto con l'islam contribuiscono in età moderna alla rinascita dell'idea di guerra santa. Per iniziativa dei gesuiti, tra Cinque e Seicento compaiono anche i primi catechismi destinati ai soldati, un genere che avrà vasta fortuna assumendo talvolta la forma del libretto illustrato e dello scritto epistolare o diaristico. Rispetto all'estemporanea predicazione bellica del clero cattolico medievale, si struttura così in modo nuovo il rapporto tra pietà cristiana e valore militare con l'intento di trasformare, anche attraverso il conforto materiale e la preparazione "a ben morire", la sciagura della guerra in risorsa spirituale.

La politica delle armi. Il ruolo...

Mondini Marco
Laterza 2006

In libreria in 5 giorni

20,00 €
I militari di professione non hanno mai riscosso grandi fortune nella storia dell'Italia unita. Ma mai come nel primo dopoguerra essi sono stati al centro di una trama politica fatta di sospetti e congiure che li ha resi oscuri protagonisti dell'avvento del fascismo. La Grande Guerra aveva rappresentato per le forze armate italiane un'occasione di riscatto e di affermazione. La vittoria finalmente conquistata sembrava ai più mutilata, svilita e demonizzata. Fu questa esperienza traumatica a spingere la società militare a mobilitarsi contro le sinistre 'antinazionali', abbandonando la propria tradizionale apoliticità e giocando un ruolo decisivo nella crisi del regime liberale.