Genocidi e pulizia etnica

Active filters

Le Bugatti di Marsiglia

Verneuil Henri
Terra Santa

Disponibile in libreria in 3 giorni

18,00 €
In fuga dal genocidio del loro popolo, arrivano a Marsiglia dopo un avventuroso viaggio in mare cinque fragili sagome: un padre, una madre, il figlioletto di soli quattro anni, Achod, e le sue due zie. Per bagaglio, un piccolo fagotto e, come unico patrimonio, otto bottoni rivestiti di stoffa cuciti sul vestito della mamma: otto monete d'oro. Tre donne e un uomo completamente indigenti, che non parlano francese, e che hanno un solo scopo: vivere e prosperare per amore del piccolo Achod. Al capezzale della morente mayrig, "mammina" in armeno, questo figlio scampato all'orrore - ormai adulto e professionista affermato - torna alla sua vita di bimbo e di adolescente, rievocando i sentimenti e le emozioni, le fatiche e le speranze di un piccolo apolide che ha combattuto per crescere e affermare la propria identitin un Paese straniero. Un racconto intimo e poetico, ricco di squarci e di aneddoti che lasciano spazio al sorriso, all'umorismo e alla speranza. Uno struggente inno alla lotta per la sopravvivenza e agli affetti familiari. Un'acuta riflessione sul valore delle proprie radici.

La morte non mi ha voluta. Cento...

Mukagasana Yolande
Marotta e Cafiero

Disponibile in libreria in 3 giorni

15,00 €
Yolande è un'infermiera, una donna emancipata. Yolande è sulla lista nera degli hutu. Scappa nella foresta, tra i gorilla, con tre bambini e suo marito. Ogni notte, con i machete, migliaia di tutsi vengono massacrati in quello che passerà alla storia come il genocidio del Ruanda. L'Occidente resta a guardare, mentre Yolande perde i suoi figli e suo marito. Ma lei sopravvive, perché la morta non l'ha voluta. Questo libro è una terribile testimonianza di una donna che non ha taciuto nonostante l'orrore. Una storia cruda, senza filtri, senza pietà. Una mamma, una moglie, un'esule che non ha mai smesso di amare la propria terra.

Il genocidio nella Croazia...

Paris Edmond
Res Gestae

Non disponibile

22,00 €
In rapporto al numero degli abitanti, nello Stato fantoccio della Croazia, tra il 1941 e il 1945 ebbe luogo il pigrande genocidio che la storia ricordi: furono uccisi infatti, in quei quattro anni, 750.000 serbi, 60.000 ebrei e 26.000 zigani. Lo storico francese Edmond Paris in questo volume disegna il quadro storico di come si sia potuti giungere a uno sterminio di tali proporzioni e, raccogliendo prove e documenti storici, dimostra la responsabilitnelle epurazioni degli ustascia di Ante Pavelic. Ma soprattutto coinvolge direttamente la Chiesa croata, responsabile di connivenza con le forze naziste, e la fazione collaborazionista nel tentativo, da sempre perseguito, di smembrare la Jugoslavia e di cancellare la parte serba-ortodossa e tutto quello che non fosse cattolico. Questo classico della storia balcanica racconta le atrocitcommesse negli anni bui della seconda guerra mondiale, ma mette in luce anche tutte le criticitrecondite che saranno causa qualche decennio pitardi della fine della Jugoslavia. Prefazione di Branko Miljus.

Storia, verità, giustizia. I...

Mondadori Bruno

Non disponibile

20,65 €
Questo libro compara i massacri e i genocidi del XX secolo secondo la prospettiva della ricerca storica, dell'atteggiamento della giustizia e del ruolo della memoria. Studiosi di tutto il mondo (giuristi, storici, antropologi, politologi, sociologi, psicoanalisti) fanno il punto sugli aspetti "barbari" del XX secolo e sull'eredità che essi hanno lasciato. La ricerca della verità storica, il perseguimento della giustizia, il bisogno di ricordare, sono momenti spesso contradditori con cui si è confrontata l'eredità di eventi tragici e centrali nella storia e nella coscienza del Novecento.

Il labirinto di carta

Hábermann Anna M.
Proedi Editore

Non disponibile

15,00 €
"Nel titolo compaiono parole che mi riguardano: infatti sono l'ultima discendente della famiglia Hábermann, unica possibile voce narrante di una storia che, senza le mie ricerche e la mia testimonianza, sarebbe rimasta sepolta nel silenzio che l'ha sempre

Rwanda: etnografie del post-genocidio

Meltemi

Non disponibile

21,00 €
Nel 1994 la comunità internazionale ha assistito, pressoché senza intervenire, alla consumazione, in Rwanda, di quello che solo in seguito è stato riconosciuto come un vero e proprio genocidio. Ma cosa è accaduto nei 15 anni successivi in questo paese? Com

Viva per raccontare

Ilibagiza Immaculée
Corbaccio

Non disponibile

15,60 €
Immaculée Ilibagiza è cresciuta in un paese che ama, circondata dall'amore e dall'affetto della sua cosa più cara: la famiglia. Ma la sua esistenza idilliaca è stata sconvolta e irrimediabilmente straziata da una delle più sanguinose guerre del secolo scor

Gli armeni. 1915-1916: il genocidio...

Ternon Yves
Rizzoli

Non disponibile

20,00 €
Gli armeni vivevano fin dal VII secolo a. C. in una regione fra il Caucaso, la Mesopotamia e l'Anatolia. Convertiti al cristianesimo, finirono sotto il dominio degli arabi e poi degli ottomani. Nell'Ottocento, furono coinvolti nelle contese fra la Russia e

Primo Levi. Perché dire la Shoah

Di Domenico Biancamaria
Pazzini

Non disponibile

11,00 €
Negli ultimi decenni la memoria della Shoah è stata celebrata più per dovere di cronaca che per la convinta determinazione di voler fare i conti con quel tragico passato. Due motivi contingenti rischiano di eclissare definitivamente questo "sacro" dovere: il ritorno dell'antisemitismo, con la sua coda avvelenata del negazionismo, e il dibattito teologico sul "silenzio di Dio". Rileggendo l'opera fondamentale di Primo Levi, Biancamaria Di Domenico s'interroga sulla sua scrittura tormentata.

Lontano da casa

Kherdian David
Guerini e Associati

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Lontano da casa: ma quanto lontano? E dov'è la casa sulle colline dell'Anatolia da cui Veron, la ragazzina protagonista di questo libro, si è separata per sempre? Quale carico immenso di nostalgia e quale febbrile senso di perdita, irrimediabile, inconcepibile, la perseguita? Durante il calvario degli armeni negli anni della prima guerra mondiale, attraverso la sua personale odissea, la bambina diventa adolescente, diventa donna, e forma il suo carattere e il suo destino affrontando la fatica insensata di continuare a percorrerla, quella strada infinita che porta verso il nulla , verso un destino ignoto che non è più nelle sue mani: eppure resiste, chiude nel fondo del cuore le ferite e i ricordi che più fanno male, e riesce a misurarsi con ogni disavventura. Questo coraggio di vivere è presente in ogni pagina del libro, testimonianza straordinaria della tragedia del popolo armeno, vista attraverso gli occhi di Veron e la parola di suo figlio.

Il genocidio dei greci del Ponto e...

Di Nicolò Edizioni

Non disponibile

10,00 €
Il volume nasce dal convegno su "Il genocidio dei greci del Ponto e delle popolazioni cristiane del vicino Oriente", tenutosi a Messina il 4/11/2017, il primo in Italia dedicato esclusivamente alla sorte dei greci del Ponto e degli armeni, che ha visto la partecipazione di qualificati studiosi italiani e greci, che hanno esaminato l'importante quanto semisconosciuto evento da molte angolazioni. La mancata applicazione del trattato di Sevres e le mutate condizioni internazionali nel biennio 1920-22 hanno accelerato l'epilogo di azioni criminali, che rimontavano già a progetti neoturchi del 1910, cui veniva incontro una certa, documentata, benevolenza tedesca.

Il genocidio. Declinazioni e...

Zagato L.
Giappichelli

Non disponibile

60,00 €
Il genocidio. Declinazioni e risposte di inizio millennio, a cura di Lauso Zagato e Laura Candiotto, sviluppa i contributi anticipati dal Convegno svoltosi sul tema a Ca' Foscari, Venezia, nel febbraio 2014. Non diversamente dall'evento che lo ha preceduto, il volume presenta uno spiccato tratto interdisciplinare, all'insegna di un dialogo prevalente tra giuristi e filosofi, ma arricchito dall'apporto importante di altre discipline: politologiche e storiche, con attenzione al dialogo interreligioso e alla psicologia del conflitti. Un quarto dei contributi, si noti, è in lingua inglese. Scandito da una suddivisione in parti - nozione, prevenzione, risposta - il volume Il genocidio. Declinazioni e risposte di inizio millennio rappresenta uno strumento di lavoro utile nel suo rigore a docenti e studenti (e non solo universitari), ma prezioso pure - con la sua articolazione estesa ed approfondita ad un tempo - ad associazioni e imprese, funzionari pubblici, operatori attivi nel campo dei diritti umani in genere, specie ove si trovino a confrontarsi con gross violations di tali diritti.

La casa del dolore altrui

Herbert Julian
gran via

Disponibile in libreria in 3 giorni

17,00 €
All'inizio del XX secolo, sulla soglia della modernità e del progresso, una vicenda scuote la storia del Messico: tra il 13 e il 15 maggio del 1911, nella convulsa congiuntura che segue lo scoppio della Rivoluzione, parte della comunità cinese di La Laguna viene massacrata, in modo violento e arbitrario, dalle truppe degli insorti e da comuni abitanti della cittadina di Torreón, convertiti in turba incontrollata. Si tratta della più grande strage di orientali nel continente americano, una mattanza seguita prima da negazione e calunnia, e poi da minimizzazione e disprezzo, simboli di una xenofobia dilagante, indifferente alla barbarie. Oltre un secolo dopo, con la lente d'ingrandimento offerta dalla letteratura, Juliàn Herbert visita i luoghi del massacro, studia gli archivi che conservano quella memoria e ricorre a testimonianze orali offrendo al lettore una storia potente e audace che va oltre la descrizione di quei drammatici fatti. "La casa del dolore altrui" non è solo il racconto di un "piccolo genocidio" dimenticato o la ricerca di una verità storica, è soprattutto il tentativo di dare dignità a un gruppo di migranti.

Donne in guerra scrivono....

Benaim Camilla
Aska Edizioni

Disponibile in libreria in 3 giorni

20,00 €
Il fortunato recupero, in Israele, di un dattiloscritto di Elisa Rosselli (1873-1971) aggiunge un tassello importante all'autobiografia di questa scrittrice fiorentina, e racconta le vicende sue e quelle della famiglia durante la seconda guerra mondiale. Il testo ritrovato ripercorre l'intera esperienza di questa famiglia di solide tradizioni antifasciste sotto le persecuzioni antiebraiche: a partire dall'impatto delle leggi razziali del 1938 con il loro carico di vessazioni, dolorosi espatri e sradicamenti, fino agli ancor più tragici accadimenti successivi all'armistizio dell'8 settembre 1943 quando, sotto l'occupazione tedesca e la Rsi, i Benaim-Rosselli dovettero nascondersi e vivere in clandestinità cercando di sfuggire alla caccia all'ebreo che si era scatenata, a Firenze, con modalità ferocemente efficaci. Nella sua prefazione Dacia Maraini coglie lo spirito vitale della scrittura di queste tre donne, attraverso cui anche nei suoi momenti più drammatici «la Storia riesce a diventare un affresco pieno di colori e l'emozionante racconto di una città, del suo popolo, delle sue paure, della estenuante attesa della fine di una guerra spaventosa».

Gestapo. La storia nascosta dietro...

Saul Lucas
L'Airone Editrice Roma

Non disponibile

13,90 €
La "Geheime Staatspolizei" (abbreviata in Gestapo) è stata uno dei più spietati apparati repressivi del Terzo Reich hitleriano. In questo volume, l'odiosa "creatura" di Hermann Göring viene analizzata a partire dalla sua nascita, avvenuta il 26 aprile 1933. Apposite schede dedicate ai suoi esponenti di maggior spicco punteggiano un terribile, documentato racconto di torture e uccisioni anche di massa (in collaborazione con le "Einsatzgruppen") perpetrate nell'esercizio di poteri pressoché illimitati. Una lunga pagina di orrore che coinvolse tutta l'Europa e che si sarebbe definitivamente chiusa solo molti anni dopo, I quando il Processo di Norimberga denunciò al mondo tutta la sconvolgente verità sulla macchina nazista del terrore.

Il genocidio degli yazidi. L'Isis e...

Zoppellaro Simone
Guerini e Associati

Disponibile in libreria in 5 giorni

14,50 €
Questo libro racconta la storia e la cultura di un'antica minoranza religiosa, quella degli yazidi, e il genocidio compiuto contro di loro. Nell'agosto 2014 lo Stato Islamico si lancia alla conquista della regione del Sinjar, nell'Iraq nord occidentale, massacrando in pochi giorni più di tremila yazidi. Definito dall'ONU e da diverse organizzazioni internazionali come un genocidio ancora in corso, questo sterminio coincide con il rapimento di oltre seimila persone, in prevalenza bambini e donne, ridotte in stato di schiavitù sessuale dagli uomini dell'Isis.

La melodia salvò il popolo. Il...

Romeo Diego
David and Matthaus

Non disponibile

14,90 €
Nell'inverno del 1925, Dario Romagnoli, un giovane giornalista italiano, esule a Parigi a causa della dittatura fascista, decide di intervistare Komitas Vardapet, uno dei pochi sopravvissuti al Metz Yeghern, il grande genocidio degli armeni, per far conoscere al mondo, attraverso la sua storia, le vicende del suo popolo. L'impresa, però, si rivela ben più ardua di quanto il giovane e inesperto giornalista si aspetti. Dario dovrà affrontare la resistenza del suo capo redattore, più consono a piegarsi verso le richieste dei suoi finanziatori che mosso dal desiderio di far conoscere la verità a tutti e dare finalmente giustizia a un popolo martoriato. Ma, soprattutto, dovrà fare i conti con la follia dell'anziano prete armeno che, impazzito a seguito della deportazione, versa in condizioni disumane in uno dei più grandi ospedali psichiatrici della capitale francese. Una storia di martiri e deportazioni che troverà la sua conclusione solo parecchi anni dopo, in una Europa unita che non sa ancora bene come porsi nei confronti di quella che tutti chiamano "La questione armena".

Rwanda. Istruzioni per un genocidio

Scaglione Daniele
Infinito

Non disponibile

14,00 €
«Provate a leggere questa storia e a raccontarla perché è una grande storia. Nella geografia sproporzionata dell'Africa, racconta di un Paese piccolissimo, ha il fascino dell'esotico sconosciuto, è quasi un minuto mondo fiabesco fatto di mille colline e piccole comunità di persone che fanno tutto insieme, ma a un certo punto si trasforma in un mostro divoratore di esseri umani. Raccontate del bambino che chiede a suo padre di poterlo seguire quando tutti i giorni va a compiere il suo dovere di massacratore. Raccontate che il papà disse: "Sei troppo piccolo, non sei utile a niente" e il figlio rispose: "Ma posso almeno uccidere un bambino della mia età"...» (Ascanio Celestini).

E se Fuad avesse avuto la dinamite?

Mujcic Elvira
Infinito

Disponibile in libreria in 5 giorni

12,00 €
Visegrad, Bosnia settentrionale, 1992. Un gruppo di musulmani bosniaci asserragliati nella diga che domina la città minaccia in diretta Tv di farla esplodere se i paramilitari serbi non cesseranno di sgozzare esseri umani e gettarli nella Drina. Il giovane Zlatan, 15 anni dopo, ripercorre la vicenda, intrecciando le sue vicende con quelle del protagonista, ancora vivo. Una storia vera, dall'autrice di "Al di là del caos".

Eroi e bastardi senza gloria

Puliani Massimo
18,00 €
Ci sono diversi modi per raccontare il dramma della guerra. In questo studio sulla visione della guerra sono proposti film sulla deportazione, sulla prigionia, sugli avvenimenti dell'8 settembre 1943 e su altre tematiche che hanno caratterizzato la dittatura nazi-fascista. Questo approccio non ha l'intento di scrivere una dettagliata storiografia cinematografica a tema, in quanto vuol essere un percorso di memoria visiva, cinematografico e documentaristico sulla seconda guerra mondiale e sulle sue diverse inquadrature narrative. "Eroi e bastardi senza gloria" si articola in quattro sezioni: la prima è una carrellata cinematografica con un taglio critico particolare dei film che hanno trattato l'argomento - anche con riverberi storici - della deportazione e della dittatura del regime nazi-fascista: dai film di Rossellini a quelli di Pontecorvo, dal film di Benigni e Mihaileanu ai capolavori di Visconti, Pasolini, Wenders... La seconda parte è dedicata ai film di Spielberg e alla incommensurabile produzione digitale con la sua Fondazione. La terza propone la fiction-Tv; mentre la quarta è incentrata su una ricognizione dei film-documentari (con tutte le difficoltà di inquadrare il genere e di ritrovare i titoli) con una attenzione alla produzione indipendente e a quella video-televisiva.

Teatro della memoria

Puliani Massimo
18,00 €
Questo volume nasce come un percorso nella drammaturgia e nella produzione video teatrale di alcuni protagonisti della nostra scena contemporanea, a cominciare da Samuel Beckett (e il suo impegno nella Resistenza francese) a Thomas Bernhard e Renato Sarti (autori che descrivono con sarcasmo e inquietudine l'intolleranza umana tra le pieghe della storia), da Giorgio Strehler e l'edificazione del Piccolo Teatro nell'ex caserma di torture della Muti, all'ebreo italiano Arnoldo Foà, all'ebreo sefardita che ride e canta Moni Ovadia, alle storie romane di Ascanio Celestini con l'eccidio di via Rasella, al Sergente di Rigoni Stern e Marco Paolini. Una riflessione sul "caso Dario Fo e Giorgio Albertazzi" per capire la storia e l'animo umano in tempo di guerra: "Si può a distanza di più di sessant'anni cercare una colpevolezza o un atto di comprensione in merito a quella triste, e piena di contraddizioni, storia italiana? Non voglio cadere in questa sentenza storica sulle persone. Non sono io un giudice né voglio essere colui che oggi può dire se quella posizione assunta da tanti italiani era sbagliata. Mi interessa, al contrario, cercare di capire il contesto storico in cui i giovani di allora si trovavano a dover scegliere da che parte stare. E allora non era una scelta facile... La mia posizione è chiara: né condanna, né assoluzione. Conoscere il passato per differenziarsi da quel passato".

Bambini. Nemici del popolo

Stoenescu Lacramioara
Edizioni Saecula

Disponibile in libreria in 3 giorni

16,00 €
Romania, pieno periodo stalinista. Lacramioara Stoenescu ha solo nove anni quando una notte la Securitate, la polizia segreta romena, irrompe in casa per una perquisizione pretestuosa, preleva il padre e lo conduce in una prigione nel nord della Romania, s

Ucraina. Il genocidio dimenticato...

Cinnella Ettore
Della Porta

Non disponibile

18,00 €
Tra l'autunno 1932 e la primavera 1933 sei milioni di contadini nell'URSS furono condannati a morire di fame: quasi i due terzi delle vittime erano ucraini. Quella carestia di proporzioni inaudite non fu dovuta ai capricci della natura, ma venne orchestrat

Fin qui il mio tempo. Immagini e...

Pirani Rossana
Persiani

Non disponibile

14,90 €
La protagonista di questo libro è Rossana, che si racconta da sé. Nasce a Bologna nel 1926, in una famiglia ebraica per parte di padre. La sua vita si snoda a cavallo del ventesimo secolo e viene frammentata da tre importanti periodi storici: la dittatura fascista, la guerra e il dopoguerra. L'infanzia di Rossana, vissuta nella calorosa e chiassosa Napoli, trascorre serena, malgrado i primi dubbi riguardo alla sua "diversità", è una bambina vivace, appassionata, curiosa, educata al rispetto per se stessa e per gli altri. Nel '38 vi è il ritorno repentino a Bologna. La promulgazione delle leggi razziali scompagina all'improvviso la famiglia: cominciano i divieti, le umiliazioni e la precarietà. Poi lo scoppio della guerra con i bombardamenti, le peregrinazioni, le paure. La famiglia di Rossana affronterà le perdite, lo smarrimento, l'insicurezza aggrappandosi all'amore, alla vita stessa, creando dalle macerie una scuola e ridando speranza ai bambini di un intero quartiere. Infine la conclusione di quel folle conflitto. È il ritorno alla vita? Rossana vuole sperarlo: sfidando la sorte, malgrado le sue fragilità e insicurezze per il rifiuto che aveva vissuto, studia e si laurea. Rimangono però i fantasmi del passato, tutti quei morti, dentro e fuori dai campi di concentramento, che vuole ricordare, sempre, perché sono parte di lei. Ed è per questo, che decide di testimoniare.