Strategia d'impresa

Filtri attivi

Newspapers vs social media: who grabs the...

Graziano Elvira Anna
Eurilink - 2019

Disponibilità Immediata

18,00 €
Il lavoro si pone l'obiettivo di indagare i media considerati non solo come broker di informazioni, responsabili della produzione e circolazione delle notizie nei mercati finanziari, ma soprattutto come protagonisti capaci di contribuire ad influenzare i comportamenti degli investitori.

Fondamenti di strategia. Ediz. Mylab. Con...

Johnson Gerry; Whittington Richard; Scholes Kevan; Paci A. (cur.)
Pearson - 2019

Disponibilità Immediata

31,00 €
Questo testo si presenta come la guida per chiunque voglia avere una chiara comprensione delle tematiche e degli strumenti connessi alla strategia.

Sostenibilità in cerca di imprese. La...

Giangualano Patrizia; Solimene Lorenzo
EGEA - 2019

Disponibilità Immediata

30,00 €
Spingere il tessuto imprenditoriale del Paese a diventare il motore del cambiamento verso lo sviluppo sostenibile. Diffondere i modelli di leadership capaci di ispirare e guidare i processi di trasformazione verso una crescita sostenibile e inclusiva. Sono questi i principali obiettivi del libro, che analizza i modelli e gli strumenti per integrare la sostenibilità nelle scelte di business e racconta di imprese che hanno modificato il proprio modello di business creando valore condiviso e migliorando le proprie performance economiche. È uno strumento utile nella definizione della strategia di lungo periodo, con un focus particolare sugli aspetti di governance, gestione dei rischi e nuovi processi operativi, nonché sullo sviluppo di sistemi di reporting non finanziario. Un ulteriore contributo per condividere percorsi, metodologie e prassi a beneficio di tutti gli stakeholder. Con i casi aziendali di 20 aziende che hanno già intrapreso il cammino verso la sostenibilità: A2A, Bolton, Bracco, Brembo, CNH Industrial, Costa Edutainment, ENAV, Enel, Eni, ERG, Ermenegildo Zegna, Hera, Iren, Leonardo, Luigi Lavazza, Mondadori, Pirelli, Poste Italiane, Terna, UBI Banca. Prefazione di Enrico Giovannini.

La strategia di successo per rilanciare le...

Giust Stefano
Maggioli Editore - 2019

Disponibilità Immediata

15,00 €
Questo lavoro riepiloga le principali regole che bisogna osservare quando si vuole pianificare una nuova strategia atta al rilancio aziendale, in modo particolare per le Piccole e Medie Imprese (PMI). Si tratta di un approccio che consente di aumentare significativamente le possibilità di rilanciare con buona riuscita un'azienda. Il modello Varaschin SpA rappresenta un caso di successo, perché l'importante ripresa dell'azienda ha coinciso con una creazione rilevante di valore per i suoi stakeholder. Identità e coerenza sono stati i presupposti fondamentali per impostare correttamente il rilancio. La strategia di focalizzazione sul proprio core business ha rafforzato significativamente l'azienda, la quale si è concentrata sulle attività inerenti alle proprie competenze distintive, ovvero su cosa sa fare meglio. La differenziazione, nel segmento-obiettivo dell'azienda, si è fondata sui valori principali della Varaschin: intreccio manuale, elevato comfort, ergonomia, qualità, design, contesto outdoor. Questi valori sono i veri punti di forza in grado di caratterizzare l'offerta dell'azienda in modo coerente con la sua identità. La capacità di pianificare adeguatamente a medio-lungo periodo e una visione strategica capace di interpretare in maniera puntuale l'evoluzione dentro e fuori i confini di settore rappresentano le discriminanti propedeutiche per indirizzare un futuro nuovo successo aziendale.

Smart business. I segreti del successo di Alibaba

Zeng Ming
Hoepli - 2019

Disponibilità Immediata

24,90 €
I leader sanno già che il tradizionale approccio alla strategia - nelle tre fasi di analisi, pianificazione ed esecuzione - sta perdendo rilevanza, ma non sanno ancora cosa subentrerà. Mentre per tutti e in tutto aumenta sempre più l'interconnessione e la digitalizzazione, come si fa a operare, competere e vincere? Ming Zeng, ex responsabile del personale di Alibaba e consulente per la strategia di Jack Ma, spiega come gli ultimi sviluppi tecnologici nei settori dell'intelligenza artificiale, del machine learning, di internet mobile e del cloud computing stanno ridefinendo il modo in cui il valore viene creato. Scritto soprattutto per coloro che sono al di fuori del settore tecnologico o dell'arena delle startup, questo libro introduce un quadro semplice e generale per guidare la formulazione e l'esecuzione delle strategie in questo ambiente ricco di dati e altamente interattivo. Svelando le pratiche rivoluzionarie sviluppate con il suo team in Alibaba, Zeng mostra come sia possibile: automatizzare le decisioni tramite il machine learning; creare prodotti basati sui dati ricevuti in tempo reale dai clienti; determinare il giusto posizionamento strategico per massimizzare il valore ottenuto da piattaforme e fornitori; convertire una società per approfondire la conoscenza umana e favorire la creatività; guidare la trasformazione di un'azienda in uno smart business. Con approfondimenti su strategie e strumenti utilizzati dai leader di Alibaba e di altre aziende come Ruhan e Red Collar, in una varietà di settori, dall'arredamento ai servizi bancari alla sartoria su misura, "Smart business" delinea un approccio radicalmente nuovo alla strategia che può essere applicato ovunque.

Procurement 4.0 e trasformazione digitale. Come...

Nicoletti Bernardo
Franco Angeli - 2019

Disponibilità Immediata

25,00 €
Il modello Industria 4.0 si sta sempre più diffondendo e molteplici sono i benefici che comporta sia in termini di competitività sia dal punto di vista fiscale e di incentivi. Come coniugare il procurement con tale modello e massimizzarne dunque i vantaggi? Frutto della pratica accademica e di consulenza dell'autore, questo testo si rivolge ai responsabili aziendali delle funzioni acquisti, produzione, value chain e logistica che vi potranno trovare metodi, tecniche e best practice per migliorare la gestione delle organizzazioni in cui operano, siano esse private o pubbliche, soprattutto se in procinto di inserirsi o già inserite nello schema dell'Industria 4.0. Il mix delle due esperienze dell'autore rende il testo un manuale fondamentale nella pratica delle organizzazioni ma anche con una base teorica e modellistica fondamentale per garantire il successo nell'applicazione dei metodi e delle tecniche presentate. Lo schema del libro si basa su una visione integrata di quelle che sono definite come le quattro "P" del procurement: Processi, Piattaforme, Persone e Partner. Il problema è quindi affrontato con una visione olistica ed integrata, come ben si addice alla practice dell'Industria 4.0. Al tempo stesso, si presenta un modello del Procurement 4.0 basato sulle sei "C": Cibernetica, Comunicazione, Controllo, Collaborazione, Connessione e Comprensione. Ma altre due sono le "C" importanti. Il Coordinamento, che richiede una forte governance del Procurement 4.0 e, allo stesso tempo, l'essere "Compagni", cioè la fiducia reciproca: entrambi sono la base per il successo di questa iniziativa.

Unlock. Come trarre vantaggio dalle avversità

Falco Giuseppe; Leone Francesco; Moretti Marco
EGEA - 2019

Disponibilità Immediata

20,00 €
Sviluppo dell'intelligenza artificiale, nuovi modelli organizzativi e di relazione tra impresa e individuo, politiche di sostenibilità al passo coi tempi: è questo il contesto in cui le aziende sono oggi chiamate a operare, e sono questi alcuni dei fattori che fanno della capacità di trasformarsi (anche radicalmente) una necessità permanente. Senza dimenticare che i manager in posizioni di vertice dovrebbero prepararsi con prudenza alle eventuali prossime crisi, perché le avversità possono costituire altresì un'opportunità di vantaggio competitivo. Questa la posizione espressa dal libro e dalle venti autorevoli testimonianze che ne costituiscono la colonna portante: professionisti e manager che nel corso della loro carriera hanno affrontato e guidato da prospettive diverse trasformazioni profonde, e che qui hanno accettato di condividere la propria esperienza in una riflessione rivolta innanzitutto al nostro sistema-Paese. In questo contesto, il top management ha una triplice funzione: trovare il coraggio di agire, talvolta con ampio anticipo rispetto a quando l'urgenza del cambiamento si paleserà in modo evidente; mantenere ben saldo il timone, una volta avviata la trasformazione, operando i continui cambiamenti e le necessarie correzioni di rotta, e combinando una moltitudine di innovazioni incrementali con un numero più ridotto di tentativi di innovazione radicale; fare da portabandiera del cambiamento culturale che, solo, può condurre a una trasformazione di successo. Un invito a cercare nuovi percorsi per generare valore e sbloccare il potenziale della nostra economia.

Family business 4.0. Problemi e opportunità per...

Fascina Gianpaolo
Mind Edizioni - 2019

Disponibilità Immediata

20,00 €
Questo è un libro sulle imprese di famiglia e sulle sfide che devono affrontare oggi per assicurare la propria continuità. La prima sfida è costituita dal "passaggio generazionale", in quanto nei prossimi anni diverse migliaia di aziende italiane dovranno inevitabilmente sostituire la generazione al comando. La seconda sfida è rappresentata dall'avvento della "digitalizzazione" che appare ai nostri occhi come l'innovazione più rivoluzionaria di tutti i tempi, capace di modificare le nostre condizioni di vita e il sistema economico e sociale che ci circonda. Una sfida nuova per le imprese familiari che porta anche ad accelerare la transizione generazionale. Poche aziende si stanno preparando per affrontare questa tempesta perfetta; da qui è nata l'idea di scrivere un libro per aiutare i fondatori e i loro discendenti ad affrontare la situazione.

Strategia e politica aziendale

McGraw-Hill Education - 2018

Disponibilità Immediata

36,00 €
Corso di Strategia e politica aziendale, Università degli Studi di Roma "Tor Vergata".

Accountability e modelli di valutazione nelle...

Picciaia Francesca
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

17,00 €
Il presente volume ha l'obiettivo di offrire una analisi delle organizzazioni non profit in un'ottica economico-aziendale, con particolare riferimento ai processi messi in atto da tali realtà per rendere conto del loro operato all'esterno. Si tratta di meccanismi riconducibili alla c.d. "accountability", che si sostanzia nella attuazione di comportamenti orientati a soddisfare le attese di soggetti nei confronti dei quali si hanno responsabilità operative e di risultato e, se posti in essere in modo adeguato, consentono di accrescere legittimazione, credibilità e reputazione, elementi chiave per un efficiente ed efficace raggiungimento degli obiettivi di natura sociale nelle organizzazioni di tipo non lucrativo.

Innovazione e imitazione. Strategie manageriali...

Scuotto Veronica
Eurilink - 2018

Disponibilità Immediata

20,00 €
L'attuale sistema economico dei mercati globali non è più unicamente articolato nei fattori di land, labor e capital. Ai fattori tangibili si sono, progressivamente, aggiunti quelli intangibili: l'innovazione, l'imitazione e la conoscenza. Emerge, in tale contesto, una nuova tipologia d'impresa strategicamente votata all'"imovation", sintesi di imitazione ed innovazione. Tuttavia, l'impresa imovator non si affida solo ad una strategia di imitazione o di innovazione ma coniuga entrambi gli approcci al fine di migliorare la business perfomance e la propria technological capability. In particolare, la letteratura manageriale ha notato che le imprese imovator sfruttano perla loro crescita le risorse e le capability presenti nel proprio network system. Da qui emerge l'abilità distintiva dell'impresa ad acquisire e assimilare conoscenze dall'esterno e a riproporre, rielaborare e trasformare tali conoscenze al fine di realizzare nuovi prodotti o processi che consentono alle imprese stesse di affermarsi come leader tecnologici nei mercati globali. Il tutto avviene all'interno di sistemi in cui non si viene spontaneamente a generare la cooperazione tra le singole imprese o quella con gli enti istituzionali ed i centri di ricerca presenti sul territorio che - viceversa - si sincronizzano per esplorare campi nuovi, seguendo percorsi in cui ciascuno disegna un pezzo della mappa, rendendo il suo sapere utilizzabile anche dagli altri. I risultati emersi, anche grazie all'applicazione della metodologia e delle tecniche statistiche del Partial Least Square-Path Modeling, mostrano che i fattori critici del network system sono governo, ambiente competitivo e fonti di finanziamento laddove il capitale umano e la ricerca e sviluppo presentano un indice di correlazione non prettamente significativo, marginalizzando gli asset relativi. Si attesta l'attitudine del governo, dell'ambiente competitivo e delle fonti di finanziamento ad assumere generalmente il ruolo di "stakeholder" nei confronti del sistema d'impresa. Il mercato viene inteso come fonte di innovazione ed apprendimento continuo in cui nascono relazioni collaborative con altre realtà sistemiche con l'intento di ottenere risorse critiche e non producibili all'interno dell'impresa.

Il trasferimento tecnologico tramite gli...

Corsi Christian
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

47,00 €
Il lavoro di ricerca analizza gli elementi e le dimensioni caratterizzanti la struttura aziendale, gli approcci gestionali e le dinamiche emergenti degli spin-off universitari italiani. Mediante uno studio sistematico sotto il profilo teorico ed empirico, con un approccio metodologico statistico d'analisi su un campione di 518 imprese italiane, il lavoro di ricerca ha indagato le dinamiche legate alle performance economico-finanziarie, la struttura e la composizione della corporate governarne degli spin-off, i relativi caratteri chiave di sviluppo aziendale, nonché gli approcci di riferimento per l'adozione di metodiche operativo-gestionali e strategiche di project management, coadiuvanti ad una migliore massimizzazione dell'efficacia e dell'efficienza dei processi aziendali. L'analisi emergente dal lavoro di ricerca ha prodotto evidenze empiriche funzionali e avallato alcune ponderazioni teoriche che, nell'insieme, hanno permesso non solo di ampliare la consapevolezza delle specificità sotto il profilo economico-aziendale che contraddistinguono gli spin-off universitari, ma anche di definire con maggiore precisione i meccanismi organizzativo-gestionali e le loro conseguenze sulle performance aziendali di una forma d'impresa concordemente inclusa tra quelle a più alto potenziale di innovazione e crescita per il contesto socio-economico nel quale è inserita.

Organizzazioni resilienti. Come sopravvivere,...

Seville Erica
Armando Editore - 2018

Disponibilità Immediata

18,00 €
Alcune organizzazioni sono in grado di sopravvivere e prosperare in tempi di incertezza, altre inciampano e cadono al primo segnale di crisi. Cosa differenzia le organizzazioni resilienti da quelle che non lo sono? Dobbiamo per forza aspettare una crisi per capire se un'organizzazione è resiliente o possiamo individuarla in anticipo? L'organizzazione resiliente non è solo in grado di minimizzare e gestire l'esposizione al rischio ma è capace di adattarsi alle sfide inaspettate e di cogliere le opportunità che si celano nelle avversità. Questo libro fornisce ai lettori le conoscenze necessarie alle organizzazioni per vivere e prosperare in un mondo di cambiamenti e di incertezze. Da alcuni studi è emerso che la resilienza è una capacità che può e deve essere proattiva, incoraggiata e mantenuta nel tempo. Questo è un testo fondamentale per tutti coloro - professionisti aziendali e team leader - che sono incaricati di far crescere organizzazioni in grado di sopravvivere e prosperare durante le crisi e i cambiamenti.

Fondamenti di gestione strategica delle imprese

Genco Pietro; Calvelli Adriana
Giappichelli - 2018

Disponibilità Immediata

28,00 €
Il volume si propone di fornire agli studenti di "Economia e gestione delle imprese" i principi, i metodi e gli strumenti della gestione strategica dell'impresa, considerata quale sistema unitario finalizzato alla creazione di valore. Per il conseguimento di tale obiettivo, si è seguito un percorso articolato in tre parti riguardanti le principali problematiche del management strategico: il significato e i contenuti dell'attività di governo; i contenuti e le modalità di gestione delle attività generatrici del valore; le scelte strategiche dell'impresa, alla luce dei condizionamenti esercitati dalle forze dell'ambiente esterno e dalla consistenza e adeguatezza delle risorse e competenze dell'impresa. In particolare, nella prima parte, viene definito il quadro teorico di riferimento entro cui si collocano le scelte di governo dell'impresa, secondo un approccio proprio dello strategic management, per il quale, la definizione delle scelte strategiche (la gestione strategica) e quelle riguardanti la gestione delle attività/funzioni dell'impresa (la gestione operativa) vanno integrate per la creazione di un vantaggio competitivo duraturo e sostenibile. In questa ottica, per l'analisi delle attività riguardanti le scelte gestionali, si è fatto ricorso allo schema concettuale della catena del valore, quale strumento utile a descrivere e a cogliere i nessi e il contributo che ogni attività reca alla creazione del valore per il cliente e, quindi, al conseguimento del vantaggio competitivo dell'impresa. Nella seconda parte, vengono tratteggiati i contenuti e le problematiche gestionali delle attività costituenti il tessuto motore dell'impresa in quanto generatrici di valore. In questo ambito, la catena del valore risulta anche uno strumento analitico appropriato per recuperare il tradizionale insegnamento delle funzioni aziendali, secondo un'impostazione dinamica e coerente con le logiche del management cui si è fatto sin qui riferimento. La terza parte infine è dedicata all'analisi strategica attraverso cui si acquisiscono gli strumenti per cogliere le interazioni tra la formulazione delle strategie per il vantaggio competitivo e i fattori dell'ambiente esterno ed interno con cui le scelte strategiche devono misurarsi ed essere coerenti.

Programmazione e controllo. Controllo di...

McGraw-Hill Education - 2018

Disponibilità Immediata

27,00 €
Il Custom Publishing di McGraw-Hill Education. In cosa consiste il Custom Publishing? McGraw-Hill dispone di un vasto database, "Create", in cui sono contenuti in forma digitale i propri volumi, sia italiani sia stranieri. Con un semplice clic del mouse, il docente può creare il testo per il proprio corso attingendo a singoli capitoli dai più disparati volumi, in modo da realizzare un libro personalizzato che risponda al meglio alle esigenze del proprio corso, con la possibilità di aggiungere anche materiale originale scritto dal docente stesso. Quali sono i vantaggi del Custom Publishing? Per i docenti: I materiali didattici sono ritagliati su misura del corso. Il docente può controllarne i contenuti così come la struttura. È possibile includere materiale proprio, in qualunque lingua. La copertina è personalizzabile con i dettagli del corso, il nome del docente, il logo dell'istituzione ecc. Per gli studenti: Il testo contiene esattamente i contenuti utili per il corso. Gli studenti in un unico volume trovano tutti i materiali necessari e risparmiano tempo, non dovendo raccogliere testi da diverse fonti. Il testo contiene solo ed esclusivamente i materiali del corso, pertanto gli studenti risparmiano sull'acquisto non dovendo pagare per contenuti non utilizzati.

Le strategie di crescita nei servizi di...

Profumo Giorgia
Giappichelli - 2017

Disponibilità Immediata

20,00 €
Il settore dei servizi di trasporto aereo passeggeri è stato interessato negli ultimi anni da una serie di importanti cambiamenti ambientali che hanno ridisegnato profondamente le regole della concorrenza. I processi di deregolamentazione, lo stretto legame con l'andamento economico globale, e l'ingresso di nuovi operatori, in particolare Low Cost e vettori emergenti provenienti dal Medio Oriente, sud est asiatico e sud America, hanno portato ad un incremento notevole dell'intensità della lotta competitiva, con conseguente diminuzione della redditività delle imprese. In tale contesto, lo sviluppo delle dimensioni ha costituito, in molti casi, l'unica garanzia per rimanere competitivi e le compagnie aeree hanno nel tempo ricercato la crescita attraverso diversi percorsi, dando luogo ad un intreccio di legami di tipo competitivo e collaborativo con i propri concorrenti. Dopo un lungo periodo in cui le alleanze tra vettori hanno dominato il mercato, negli ultimi anni si è assistito all'emergere di una nuova ondata di processi acquisitivi, che ha accelerato la concentrazione del settore e ridisegnato ulteriormente lo scenario competitivo. Il presente volume si propone quindi di analizzare le recenti dinamiche competitive che hanno investito il settore, al fine di investigare i cambiamenti in atto e comprenderne, in particolare, le determinanti sottese. Il lavoro propone, in questo senso, uno schema interpretativo relativo alle logiche di implementazione delle strategie di crescita per "via esterna" che, oltre a completare la letteratura sulle determinanti della crescita, aiuta a comprendere se le dinamiche evolutive che hanno radicalmente cambiato gli scenari competitivi nel settore abbiano reso le alleanze obsolete e abbiano aperto la strada verso processi di concentrazione dominati da processi acquisitivi, o se questo fenomeno sia solo transitorio e legato ad una delle ondate cicliche di "mergers and acquisitions".

Moda e lusso in ascesa. Dinamiche competitive e...

Pippo Federico; Delfino Gianluca F.
EGEA - 2017

Disponibilità Immediata

33,00 €
Dall'abbigliamento ai gioielli, dal turismo di élite agli yacht, alle auto di lusso, la ricerca da parte dei consumatori di valori di qualità ed esclusività ha contribuito al recente sviluppo dei settori della moda e del lusso. Il trend, favorito dall'internazionalizzazione delle imprese e dalla globalizzazione dei mercati, ha attirato l'attenzione di investitori istituzionali, fondi di private equity e partner strategici. Tutto ciò richiede alle imprese del settore di dotarsi di strumenti manageriali e sistemi di controllo che le supportino nella comprensione delle azioni strategiche da implementare, nella misurazione delle performance aziendali e nella valutazione ed esecuzione di operazioni straordinarie. Il volume, accanto a una visione delle dinamiche ambientali del settore, si propone di evidenziare il ruolo sempre più cruciale che la funzione finance ricopre all'interno di tali imprese, con l'obiettivo di fornire un adeguato supporto al fine di generare valore per tutte le categorie di stakeholder. Prefazione di Leonardo Etro.

Straight up. Percorsi strategici per nuove imprese

Schillaci Elita; Romano Marco
McGraw-Hill Education - 2017

Disponibilità Immediata

34,00 €
"Straight Up" è l'indicazione rivolta agli imprenditori delle startup a essere autentici, diretti, tenaci e veloci. Le nuove imprese richiedono passione, creatività e energia, coniugate con competenza, professionalità e rigore, per applicare tecniche e strumenti della gestione strategica, allo scopo di superare le trappole che conducono alla death valley. Il libro segue i percorsi imprenditoriali della startup, dalla nascita dell'insight imprenditoriale all'execution del Business Pian. Il volume guida l'azione del nuovo imprenditore dalla business idea al mercato, ne accompagna il processo di learning esperienziale, fornisce un aiuto concreto sulla strumentazione di bordo della startup. Mettendo in crisi falsi miti dei tradizionali approcci per la redazione di un "perfetto" business plan, i contenuti del libro indicano il cammino deciso, iterativo, incrementale e il timing per costruire, attuare e sviluppare un business planning taylor-made. Le caratteristiche personali, le competenze e gli indicatori chiave, da presentare efficacemente, attivano negli investitori e nell'eco-sistema la fiducia necessaria per aumentare e sostenere il processo di nascita delle startup.

Lego story

Lindholm Mikael; Stokholm Frank; Previ Leonardo
EGEA - 2017

Disponibilità Immediata

15,00 €
Chi di noi non ha giocato con i mattoncini LEGO? Eppure sono davvero pochi quelli che ne conoscono la storia. Il libro ce la racconta, partendo da Ole Kirk Kristiansen, che fonda l'azienda nel 1932; passando attraverso le trasformazioni economiche degli anni della guerra, fino alla direzione del figlio Godtfred Kirk e a quella del nipote Kjeld Kirk, senza trascurare i momenti di grave crisi, legati alla scadenza dei brevetti e alla concorrenza dei giochi elettronici negli anni Novanta. È una storia affascinante e per molti aspetti unica. I mattoncini LEGO non interessano però solo ai bambini. Giocando, infatti, s'impara. Lo insegna LEGO Serious Play, una metodologia di sviluppo organizzativo nata nei dipartimenti di ricerca della IMD di Losanna e approdata nelle aule di formazione manageriale di tutto il mondo: nelle mani dei manager i mattoncini diventano uno strumento per accelerare la comunicazione interna e i processi decisionali. E i risultati si vedono.

Strategia aziendale. Ediz. mylab. Con eText....

Pearson - 2017

Disponibilità Immediata

39,00 €
"Il cambiamento del contesto nel quale operano organizzazioni e imprese ha avuto negli ultimi anni accentuate accelerazioni, mettendo in discussione assetti consolidati e lasciando prefigurare scenari fino a poco tempo fa imprevisti. L'innovazione tecnologica sta rompendo gli equilibri esistenti di alcuni settori e la convergenza tecnologica coinvolge business considerati finora molto distanti tra loro. Nuovi modelli di business stanno contribuendo a ridisegnare le regole competitive di interi settori, modificando la dimensione delle barriere all' entrata e ampliando la varietà dei prodotti o servizi che il mercato considera come potenziali sostituti dell' offerta tradizionale degli incumbent." (Dalla Prefazione)

Strategia. Con aggiornamento online. Con e-book

Bertelè Umberto
EGEA - 2016

Disponibilità Immediata

11,90 €
"La strategia militare è centrata sulla competizione, con un grande interlocutore che è il nemico. La strategia di un'impresa è competizione sul mercato, solitamente con più competitori; ma è anche acquisizione di imprese concorrenti o complementari, sottoscrizione di alleanze, integrazione lungo la supply chain, ricerca e sviluppo di prodotti e soluzioni innovative, affermazione dei brand e conquista di nuovi clienti, capacità di attrazione delle risorse umane pregiate, conquista della fiducia degli investitori e delle banche e capacità di attrazione delle risorse finanziarie, responsabilità sociale. Può essere anche lobbying (per promuovere leggi favorevoli), sfruttamento legale delle risorse umane o ambientali (approfittando delle differenze nelle regole nei diversi paesi), ridotta belligeranza nei riguardi dei competitori (per mantenere più elevati i margini) o elusione fiscale. E - andando al di là della frontiera del lecito può essere corruzione, collusione, sfruttamento illegale del lavoro, evasione fiscale, inganno dei consumatori o del mercato finanziario, truffa. Qui sta la terza differenza, ovvero la rilevanza nelle scelte strategiche di un'impresa della presenza di regole del gioco e di arbitri, inesistenti o irrilevanti nelle strategie militari." (dall'introduzione)

Imprese ibride. Modelli d'innovazione sociale...

Venturi Paolo
EGEA - 2016

Disponibilità Immediata

15,00 €
Profit e non profit, pubblico e privato, lavoro e volontariato: i confini tra queste dimensioni appaiono sempre più sfumati di fronte alla comparsa di sfere "ibride" in cui si affermano nuove e molteplici modalità di produrre valore da parte di imprese di capitali, organizzazioni non profit e amministrazioni pubbliche. Le imprese nel senso tradizionale del termine stanno infatti cambiando l'organizzazione della produzione di beni e servizi, fondendo in misura crescente nel loro modello di business le dimensioni economica, sociale e ambientale. Al tempo stesso, i soggetti non profit tendono a incrementare la percentuale di beni e servizi scambiati sul mercato con un accrescimento della componente produttiva. Infine, lo Stato assume il ruolo di soggetto promotore e attore di processi che vedono la partecipazione attiva dei cittadini, mettendo a disposizione il patrimonio di infrastrutture inutilizzate e degradate. Un modo nuovo di essere e agire per creare valore condiviso, sviluppare soluzioni innovative a bisogni non soddisfatti, creare spazi di innovazione sociale che mettono al centro la persona. Gli esempi non mancano e fanno ben sperare.

L'impresa concentrica. Strategie competitive ai...

Perfetti Jacopo
McGraw-Hill Education - 2016

Disponibilità Immediata

24,00 €
C'era una volta l'impresa classica a integrazione verticale di stampo piramidale, dove tanto i ricavi quanto i costi erano in capo all'imprenditore. Poi arrivarono le imprese commons a rete di stampo partecipativo, dove tanto i ricavi quanto i costi erano distribuiti tra tutto il network di contribuenti all'impresa. Oggi invece sta emergendo un nuovo modello di impresa concentrica a integrazione verticale ma di stampo partecipativo dove la parte più profittevole dei ricavi rimane in capo all'imprenditore, mentre la parte più onerosa dei costi viene distribuita tra tutto il network di contribuenti all'impresa, attraverso la creazione di attività uniche e distintive. All'interno di questo saggio, Jacopo Perfetti propone un modello chiaro ed efficace per costruire un'impresa concentrica, o ripensare la propria impresa in un'ottica concentrica, con il fine di ridurre i costi, aumentare i margini e creare valore per i propri clienti.

Senso e misura. La valutazione nelle...

Cepollaro Gianluca
ETS - 2016

Disponibilità Immediata

10,00 €
Nelle istituzioni pubbliche e nelle imprese si è ripreso recentemente a parlare di valutazione: più si avverte la crisi dei modelli tradizionali di gestione, più scarseggiano le risorse, più si riducono i margini economici e più la valutazione acquisisce centralità sulla scena. La valutazione è stata caricata di crescenti aspettative ed è spesso proclamata come soluzione di tutti i problemi legati al funzionamento delle organizzazioni. Da qui il rischio di essere trasformata in un mito sostenuto da un'ideologia non manifesta. Di volta in volta la valutazione è stata presentata come opportunità per migliorare la gestione, per sollecitare il cambiamento, per premiare il merito, per garantire equità. Tante di queste promesse però non sono state mantenute, o forse si è trattato solo di false promesse che non era possibile mantenere. In questo libro si propone un'idea di valutazione come processo relazionale, che non si esaurisce nella trasmissione di misurazioni certe dai valutatori ai valutati, ma si qualifica in termini di partecipazione alla costruzione di senso e significato mentre si lavora. Partendo dalla critica alle fallimentari retoriche del management, che sembrano non riconoscere il lavoro come esperienza fondamentale della vita delle persone e delle comunità, la valutazione può diventare occasione per orientare le decisioni, riflettere sull'esperienza organizzativa, progettare il futuro: un momento di riconoscimento reciproco, uno spazio di scoperta e di invenzione.

Le nuove regole di una strategia vincente

Mind Edizioni - 2016

Disponibilità Immediata

14,90 €
Il volume affronta - con gli occhi rivolti all'oggi e al domani - tre temi classici di strategia d'azienda, oggetto di attenzione sin dai suoi albori, oltre mezzo secolo fa: quali criteri seguire, ovvero quali errori evitare, nella (ri)definizione del portafoglio strategico dell'impresa; come organizzare il processo decisionale volto a (ri)definire il portafoglio strategico; come far sì che una cattiva execution non porti all'insuccesso una buona (almeno sulla carta) strategia. Il libro offre al lettore l'opportunità di vedere quali siano, nel giudizio di personaggi di primissimo piano nel mondo delle business school e della consulenza su scala mondiale, gli aspetti al momento più caldi nell'ambito delle macrotematiche prese in considerazione.

Programmazione e controllo. Controllo di...

McGraw-Hill Education - 2016

Disponibilità Immediata

27,00 €
Il Custom Publishing di McGraw-Hill Education. In cosa consiste il Custom Publishing? McGraw-Hill dispone di un vasto database, "Create", in cui sono contenuti in forma digitale i propri volumi, sia italiani sia stranieri. Con un semplice clic del mouse, il docente può creare il testo per il proprio corso attingendo a singoli capitoli dai più disparati volumi, in modo da realizzare un libro personalizzato che risponda al meglio alle esigenze del proprio corso, con la possibilità di aggiungere anche materiale originale scritto dal docente stesso. Quali sono i vantaggi del Custom Publishing? Per i docenti: I materiali didattici sono ritagliati su misura del corso. Il docente può controllarne i contenuti così come la struttura. È possibile includere materiale proprio, in qualunque lingua. La copertina è personalizzabile con i dettagli del corso, il nome del docente, il logo dell'istituzione ecc. Per gli studenti: Il testo contiene esattamente i contenuti utili per il corso. Gli studenti in un unico volume trovano tutti i materiali necessari e risparmiano tempo, non dovendo raccogliere testi da diverse fonti. Il testo contiene solo ed esclusivamente i materiali del corso, pertanto gli studenti risparmiano sull'acquisto non dovendo pagare per contenuti non utilizzati.

Corporate strategy. Una prospettiva...

Fontana Franco
Hoepli - 2015

Disponibilità Immediata

38,00 €
Il tema della strategia di impresa è un argomento di grande rilevanza specialmente in questa fase del ciclo economico in cui tutte le aziende sono chiamate a ottimizzare la propria struttura strategica e a rinnovare il portafoglio delle opzioni di crescita

Creare un Business Plan For Dummies

Curtis Veechi
Hoepli - 2015

Disponibilità Immediata

24,90 €
Che siate in affari da molto tempo o che stiate per intraprendere una nuova attività, un buon business plan è la road map per il successo. Ecco il libro che insegna a sviluppare un piano di marketing con obiettivi realistici e a stendere un business plan v

La governance dei rischi. Un riferimento per...

Dittmeier Carolyn A.
EGEA - 2015

Disponibilità Immediata

42,00 €
Il Codice di Autodisciplina del Comitato per la Corporate Governance promosso da Borsa Italiana parla chiaro, affermando la centralità dei rischi nella governance dell'impresa e richiedendo una specifica valutazione di merito della loro gestione da parte degli organi di governo ed una concreta vigilanza da parte degli organi di controllo. Anche per le agenzie di rating l'efficacia della risk governance costituisce un rilevante elemento per la valorizzazione dell'impresa. Il libro offre un concreto punto di riferimento per gli organi di governo e di controllo, i manager d'azienda ed il mondo accademico nella trattazione dei temi relativi alla gestione dei rischi e dei controlli e trova applicazione in tutte le aziende, siano esse quotate o non, che appartengano al settore finanziario o meno, che stiano ancora valutando e implementando la risk governance nelle proprie organizzazioni o che l'abbiano già realizzata. Il governo dei rischi comprende non solo la chiara definizione di ruoli e responsabilità, ma anche l'effettiva implementazione di un modello di gestione degli stessi, da scegliere in modo consapevole, considerando i diversi approcci e le best practice internazionali e da integrare nel processo di pianificazione strategica dell'impresa. I Business Case riferiti da primarie aziende quotate consentono di illustrare approcci pratici ed efficaci nell'applicazione dei princìpi contenuti nell'opera.

Recordati

Mazzucca Alberto
EGEA - 2015

Disponibilità Immediata

25,00 €

Impresa e management tra competitività e progresso

Giappichelli - 2015

Disponibilità Immediata

43,00 €
Nel momento in cui leggerete queste righe starete sicuramente usando qualche prodotto, allo stesso modo in cui noi ne abbiamo impiegati nel momento in cui abbiamo scritto questo testo. Voi state, ad esempio, utilizzando dei fogli, probabilmente una penna o una matita e un quaderno per prendere appunti, forse un tablet, un tavolo su cui aprire e leggere i libri che dovete studiare, oltre che appoggiarvi per scrivere ciò che ritenete più utile memorizzare ai fini del vostro apprendimento o dell'esame che dovete sostenere, senza magari distinguere tra il valore dell'uno e dell'altro, una sedia su cui sedere, poi, cos'altro? Tantissimi altri oggetti sono intorno a voi, provate ad osservarli, sembra quasi che vi stiano a guardare nel luogo in cui state studiando: stanza, biblioteca, giardino e così via. Ma ci sono anche prodotti meno visibili, ai quali difficilmente si presta attenzione, ci sono dei servizi intorno a voi, come ad esempio la corrente elettrica che vi consente di disporre di una sufficiente luce per leggere o di energia per usare il vostro computer, con il quale vi apprestate a costruire un file che accoglie gli appunti che avete preso a lezione in forma sintetica e che ora ponete nella loro bella copia.

Strategia in azione. Come pensare in maniera...

Romeo Maurizio
Guerini Next - 2015

Disponibilità Immediata

30,00 €
Il successo di un'impresa non è casuale ma è il frutto di una strategia ben congegnata, che definisce un percorso orientato alla crescita, in un processo di creazione sistematica di nuove opzioni, di verifica di nuove ipotesi e di apprendimento continuo. Questa premessa, ampiamente dimostrata dall'evidenza, non trova però piena attuazione nella quotidianità aziendale e nel modo in cui la strategia viene definita. Il processo di formulazione delle strategie è infatti inficiato da errori logici e cognitivi, da approcci "episodici", dalla mancanza di coerenza dei vari elementi che vanno a comporre il risultato finale dei pur non trascurabili sforzi. Spesso, addirittura, si ritiene la formulazione della strategia un esercizio poco utile, privilegiando le capacità di execution e concentrandosi sulla capacità di reattività e di risposta immediata per far fronte all'incertezza. Questa logica ha come conseguenza la prevalenza di strategie "inerziali", tutte molto simili tra loro, e un approccio "incrementalista" e non particolarmente innovativo. Di fatto esistono precisi step logici, tra loro fortemente collegati, per arrivare a definire una strategia efficace. Maurizio Romeo si concentra sul come formulare una strategia effettivamente orientata alla crescita e alla creazione di valore.

Orientare al successo la supply chain

Cavalieri Sergio
ISEDI - 2015

Disponibilità Immediata

33,00 €
Delle molte sfide che le moderne aziende sono chiamate ad affrontare, quelle probabilmente più stimolanti sono relative all'area della logistica aziendale e, in un'ottica più allargata, della supply chain. "Orientare al successo la supply chain" restituisce una visione globale di una rete logistico-produttiva (dall'approvvigionamento delle materie prime fino alla distribuzione dei prodotti finiti e al post-vendita) descrivendo le relazioni esistenti al suo interno, con particolare attenzione agli aspetti di pianificazione e gestione ed evidenziando le scelte progettuali, le politiche, i metodi e le competenze adatte a supportare la gestione di un sistema logistico complesso. Inoltre, attraverso il supporto di esempi e casi di studio, vengono presentate problematiche e soluzioni per la pratica manageriale. Per questi motivi, il volume si propone quale punto di riferimento per chi deve organizzare e guidare le attività logistiche di un'azienda.

Strategia aziendale. Tempi, azioni, risorse

Ipsoa - 2015

Disponibilità Immediata

29,00 €
È possibile gestire un'azienda senza avere una strategia? È questa una domanda che un numero crescente di studiosi di management si è posta. La risposta sembrerebbe essere no. Questo poiché già la decisione di avviare un'impresa è strategia. Si può poi avere una strategia non esplicita. Può essere esplicita, ma non chiara. Si può avere una strategia esplicita ma non condivisa. Si può elaborare una strategia flessibile, che si adatta ai mutamenti di ambiente esterno. In tutte queste situazioni una strategia c'è. Ma la strategia è il frutto di un complesso processo circolare che si caratterizza per tre momenti. Solo uno di questi è rappresentato dalla formulazione della strategia. Ed è proprio questo il tema affrontato e approfondito dal libro. Alla base vi è la convinzione che é molto difficile gestire un'azienda senza avere definito ed esplicitato una strategia; così come vi è la convinzione che uno strumento come il controllo di gestione possa diventare addirittura pericoloso se non è "legato" alla strategia. La strategia è come un viaggio per affrontare il quale è fondamentale aver fissato una meta, per poter poi scegliere di conseguenza tempi, mezzi e risorse.

Il valore strategico dell'information...

Maggiore Giulio
Il Mulino - 2014

Disponibilità Immediata

28,00 €
Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione hanno modificato radicalmente la vita delle persone e le logiche di funzionamento delle organizzazioni, aprendo scenari di grandi opportunità per le imprese, non solo ai fini di un recupero di efficienza operativa, ma anche in vista di uno sviluppo strategico. Eppure, nonostante l'accesso alle tecnologie sia ormai relativamente facile, sono ancora poche le imprese che riescono a sfruttarne pienamente le potenzialità integrandole in modelli di business di successo. Per le altre, gli investimenti informatici si rivelano spesso onerosi, complessi e poco redditizi, almeno rispetto alle aspettative. Il volume affronta questo problema attraverso l'analisi di tutto il processo che permette la valorizzazione strategica degli investimenti in IT: dal momento in cui si avvia la progettazione dei sistemi informativi fino alla definizione delle scelte di posizionamento competitivo. Il testo analizza le dinamiche che intervengono lungo questo processo e che possono determinarne gli esiti in termini di impatti effettivi sulle performance aziendali. Un percorso articolato e pieno di insidie, dove entrano in gioco valutazioni tipicamente riconducibili alla razionalità economica, ma anche dimensioni più sfuggenti e ambigue, connesse a fattori di natura sociale e psicologica.

Strategie d'impresa. Con aggiornamento online

Pellicelli Giorgio
EGEA - 2014

Disponibilità Immediata

39,00 €
Perché in presenza delle stesse condizioni dell'economia alcune imprese hanno successo mentre altre non l'hanno o addirittura falliscono? La risposta è che il management delle imprese ha un forte impatto sui risultati rispetto a quelli ottenuti dai concorrenti. In "Strategie d'impresa" l'autore descrive e discute le varie strategie che un'impresa può adottare, esplora le fondamentali decisioni da prendere circa il futuro dell'impresa, avverte che le tecniche formali sono molte ma che raramente le soluzioni sono semplici e le risposte rapide. L'idea di fondo è che un libro sulle strategie è utile se serve a capire cosa avviene nella competizione e perché avviene. Per questo motivo nel testo sono usati molti esempi pratici al fine di far emergere i principi dall'osservazione di quello che avviene nella realtà. Nella nuova edizione sono stati introdotti in particolare i casi Toyota Prius, Lego in a digital world, Luxottica's Google vision, Carrefour: storia di un turnaround "back to basic" e i vantaggi del pioniere: Volkswagen in Cina. Sono inoltre disponibili, in formato digitale, ampie integrazioni del testo, altri casi, esercizi, riferimenti bibliografici e un glossario.

L'arte di migliorare. Made in Lean Italy per...

Camuffo Arnaldo
Marsilio - 2014

Disponibilità Immediata

18,00 €
Protagonista di questo libro è una trasformazione silenziosa che sta cambiando l'industria del nostro paese: l'affermarsi del Made in Lean Italy. Già da qualche anno, infatti, le imprese italiane stanno applicando i principi del Lean Thinking, la filosofia che ha rivoluzionato prima il mondo della produzione e poi quello della gestione. Ma quali sono le caratteristiche e i punti di forza del sistema industriale italiano che permettono di utilizzare questi strumenti per ritornare competitivi senza delocalizzare né ridurre l'occupazione? Non si tratta tanto di imitare tecniche produttive sviluppate altrove, infatti, ma di innescare un profondo mutamento che generi una nuova cultura d'impresa. Se sono noti i casi di FIAT, Pirelli, Luxottica e di altri colossi, c'è molto di più: piccole e medie imprese stanno adottando in modo originale la filosofia Lean con risultati sorprendenti. Il libro ripercorre le storie di successo, l'attività dei pionieri, i principi guida e le origini, per rendere accessibili i segreti di questa rivoluzione che è già una realtà. Un percorso ricco di riflessioni e spunti non solo per le imprese, ma per chiunque abbia a cuore la competitività delle nostre aziende, la creazione di valore per i consumatori e gli azionisti, il mantenimento dell'occupazione e il benessere dei lavoratori. Prefazione di James P. Womack.

Corporate reputation management. Analisi e...

Cuomo M. Teresa
Giappichelli - 2014

Disponibilità Immediata

16,00 €
La reputazione, quale capacità anticipatoria dei possibili comportamenti tenuti dalle organizzazioni, si rende garante del loro saper fare, nel rispetto delle istanze dei soggetti che si interfacciano con il sistema imprenditoriale. Il vettore fiduciario reputazionale si costituisce, dunque, come fattore critico di successo, e "rete di protezione" in situazioni di crisi, proprio in virtù del potenziale fiduciario consolidato nel tempo ed accordato direttamente e volontariamente dal mercato all'impresa. In ottemperanza alla significativa correlazione esistente tra livello dei fattori reputazionali di un'impresa e performance reddituali e competitive aziendali, diviene essenziale indagare natura ed operatività del costrutto, nonché riuscire a fornirne una misurazione in grado di indicare riserve o deficit di reputazione delle organizzazioni. Se la letteratura ha ampiamente affrontato la prima parte della tematica citata, una modalità di misura "ottimale" è ancora aspetto che si presta ad intensi e non sempre convergenti dibattiti. All'interno di tale filone di studi, il presente lavoro propone un modello multistadio e multistakeholder per la rilevazione della corporate reputation, quale strumento per il miglioramento della competitività delle imprese.

Innovazione inversa. La chiave per sbloccare la...

Govindarajan Vijay
Tecniche Nuove - 2014

Disponibilità Immediata

34,90 €
Il gap tra le nazioni cosiddette ricche e i mercati emergenti si sta colmando. Il risultato è che le dinamiche della globalizzazione stanno cambiando, per cui l'innovazione non sarà più a senso unico e non più dalle nazioni sviluppate a quelle in via di sviluppo. Gli autori spiegano queste profonde implicazioni che colpiranno le nazioni, le aziende e i singoli e mostrano ai manager come pensare a una nuova innovazione e come sbloccare le opportunità finora nascoste.

Startup. Accendi l'impresa. Costruire un...

Piccari P. L. (cur.)
Ecra - 2014

Disponibilità Immediata

29,00 €
La pubblicazione, a cura di Pier Luigi Piccari (già docente di Ingegneria gestionale all'Università La Sapienza di Roma), è una guida pratica per la redazione di un business plan, rivolta ai neoimprenditori che vogliano formalizzare contenuti e prospettive

Come finanziare l'impresa. Oltre la banca:...

Gervasoni Anna
Guerini Next - 2014

Disponibilità Immediata

28,00 €
Esistono diverse alternative per finanziare un'impresa senza ricorrere agli istituti di credito; alcune, tradizionali e conosciute (come le attività di private equity e venture capital), altre meno note. Il testo di Anna Gervasoni nasce con l'intento di da

Soft skills per il governo dell'agire. La...

Ciappei Cristiano
Franco Angeli - 2014

Disponibilità Immediata

30,00 €
Il tema delle soft skills, con limiti e potenzialità, rappresenta una riproposizione delle virtù in chiave contemporanea. L'intento di questo testo - così come la strategia formativa della Fondazione Rui negli ultimi dieci anni - è quello di cavalcare questa opportunità inserendo il tema in un approccio in cui il ruolo guida viene assunto dalla sapienza e dalla saggezza. Insomma lo scopo è inserire le soft skills nel grande filone sapienziale che rappresenta il meglio che ogni cultura umana ha elaborato sull'arte di vivere. Un approccio non normativo, ma esortativo; non descrittivo, ma interpretativo; non positivistico, ma realista. In questo senso, l'opera si rivolge prima che allo studioso, proprio all'imprenditore, al politico, all'uomo d'azione, al padre di famiglia e alla donna che cerca di conciliare i suoi molteplici ruoli, o semplicemente a chi abbia l'ambizione e la voglia di cimentarsi nel tentativo di governare, almeno in parte, il senso della propria esistenza, che poi è la vera impresa che tutti accomuna. In generale, l'approccio qui sostenuto alle soft skills propone un atteggiamento proattivo nei confronti della propria esistenza e del contesto sociale di riferimento, che si caratterizza per l'immergersi nel mondo, nell'accettare le sue sfide, nel giocare con le sue regole, liberandosi dai condizionamenti del contingente per sfidare se stessi, il mondo e soprattutto il proprio quotidiano.

Quando il coraggio cambia la storia di una...

Benadì Marco David
Fausto Lupetti Editore - 2014

Disponibilità Immediata

15,00 €
"Il coraggio è scelta ma non sempre la scelta è coraggiosa: può essere valida, lucida, razionale, anche furba ma spesso è semplicemente ovvia, conformistica, auto-protettiva. La verità è che il coraggio implica un certo grado di divergenza dalle opinioni correnti, di contrapposizione all'andazzo dominante, di oppositività. Tutto ciò, a me pare, mette in luce il carattere etico e innovatore del coraggio, oltre che la sua indispensabilità in una società come la nostra - in crisi d'innovazione e di produttività, schiacciata dalla reiterazione e dal conformismo, infragilita da insopportabili disuguaglianze sociali, carente di leader, in arretramento impaurito e depresso." (Enrico Finzi-Ricercatore sociale-AstraRicerche)

Balanced scorecard rafforza il risanamento...

Ipsoa - 2014

Disponibilità Immediata

29,00 €
La Balanced Scorecard è uno strumento di controllo strategico che può essere di validissimo aiuto nella predisposizione del piano di risanamento di impresa. Grazie all'individuazione dei fattori critici di successo e ai correlati indicatori di performance aziendali, questo strumento garantisce l'affidabilità del piano e sorveglia la sua tenuta nel tempo. In caso di crisi, le due principali figure professionali su cui ci si affida per realizzare il piano industriale di risanamento sono il consulente (per la sua elaborazione) e l'attestatore (per garantirne l'autenticità).

Politiche industriali e collaborazioni tra...

Cafaggi F. (cur.); Iamiceli P. (cur.)
Il Mulino - 2013

Disponibilità Immediata

31,00 €
Nel contesto di una crisi economica che non si accinge a cessare, la competizione crescente a livello globale impone di riorganizzare le filiere e di sollecitare sinergie tra diversi sistemi di competenze. Muovendo da questa consapevolezza le politiche comunitarie, nazionali e locali guardano sempre più alla collaborazione tra imprese quale strumento privilegiato per promuoverne la capacità competitiva e innovativa. In un simile scenario le istituzioni locali sono chiamate a ripensare il loro ruolo: come promuovere nuove forme di aggregazione che abbiano ricadute positive sul territorio? Come stimolare una sufficiente innovazione organizzativa e la ricerca di forme giuridiche adeguate al funzionamento delle reti? Quale rilievo assume il contratto di rete recentemente introdotto dal legislatore? E opportuno favorire il funzionamento di reti la cui progettualità si estenda oltre il limite temporale del finanziamento pubblico? Esaminando i più recenti interventi di politica industriale della regione Toscana, che già da tempo guarda con favore al paradigma delle reti, il volume presenta alcune tra le più rilevanti esperienze di aggregazione nei settori della moda e della nautica e, su tali basi, affronta gli interrogativi sopra evidenziati, proponendo spunti e suggerimenti che, sebbene elaborati nello specifico contesto toscano, possono essere in buona parte replicabili su scala nazionale.

Fondamenti di strategia

Grant Robert M.
Il Mulino - 2013

Disponibilità Immediata

38,00 €
Proponendo un approccio integrato che mette a frutto i contributi di economia industriale, teoria delle organizzazioni e analisi finanziaria, il manuale fornisce i concetti, gli schemi teorici e le tecniche necessari per adottare decisioni strategiche ottimali. Grazie alla chiarezza espositiva, alla sintesi della trattazione, all'attenzione dedicata a casi concreti il testo presenta caratteristiche di grande accessibilità e consente un proficuo utilizzo immediato a studenti e manager. T

Export, delocalizzazione,...

Vittori Rudi
Franco Angeli - 2013

Disponibilità Immediata

21,00 €
Le PMI che vogliono crescere hanno la necessità di guardare oltre i confini nazionali. Oggi la partita si gioca su un terreno più vasto e non è più pensabile che, anche una piccola azienda, riesca a sopravvivere e prosperare soltanto all'interno dei confin

Introduzione alla business economics....

Martelli Antonio
Ipsoa - 2013

Disponibilità Immediata

29,00 €
Argomento di questo libro è la business economics (o economia dell'impresa). Il suo filo conduttore consiste nella applicazione della analisi economica alla soluzione di alcuni fra i più importanti problemi che le imprese incontrano nel loro operare e crescere.

Capitalismo familiare 2.0. Quale futuro per...

Iosio Cristian
Ipsoa - 2013

Disponibilità Immediata

29,00 €
Il libro analizza in profondità il fenomeno delle imprese familiari. L'autore si pone l'obiettivo di alimentare il dibattito sull'impresa familiare e sulle possibili strade per reinventarla in una "versione 2.0", avanzata e meglio equipaggiata per difendersi dalle continue insidie del mondo esterno, tra cui il fenomeno dell'ipercompetizione. Si afferma infatti che il successo di questa forma organizzativa dovrebbe basarsi oltre che sui noti punti di forza (orientamento al lungo periodo, visione imprenditoriale, intraprendenza, passione, dedizione, flessibilità, ecc.) anche su alcuni ingredienti aggiuntivi tra cui il capitale umano, il capitale finanziario, una governance moderna ed una sapiente gestione del passaggio generazionale.

L'intelligenza collaborativa. Verso la social...

Minghetti Marco
EGEA - 2013

Disponibilità Immediata

30,00 €
Lo scientific management formalizzato da Taylor disegna un'organizzazione in cui il potere scende dall'alto, le strategie sono definite da un vertice ristretto, gli obiettivi assegnati e non scelti, con un sistema di comando e controllo in cui sono i senior executives ad allocare le risorse. Prima del web era difficile immaginare alternative a questa ortodossia manageriale, ma Internet ha determinato l'esplosione di nuove forme di vita organizzativa, in cui il coordinamento si ottiene senza centralizzazione, il potere sta nelle capacità e non nei ruoli, la conoscenza condivisa trionfa sull'autoritarismo. Le comunità spontanee intorno a specifici interessi aumentano le opportunità di innovazione e le performance sono valutate dai pari. La crescente disponibilità di social software (anche gratuiti) e la massiccia introduzione sul mercato di piattaforme collaborative da parte di tutti i grandi player dell'ICT rendono oggi realizzabile questa nuova visione. La social organization, intesa come un modo nuovo di fare impresa che consente a un vasto numero di persone di lavorare collettivamente - valorizzando le singole riserve di competenza, talento, creatività ed energia -, può diventare realtà. Il libro fornisce una guida strategica per affrontare il cambiamento derivante dall'utilizzo dei social media e dai processi di collaborazione emergenti dal basso.