Problemi etici: aborto e controllo delle nascite

Filtri attivi

Vita nascente. Prima pietra di un...

Casini Carlo
San Paolo Edizioni 2017

Non disponibile

14,50 €
Il filo conduttore di questo libro, che si è andato costruendo in molti decenni di riflessione di fronte al dramma dell'aborto e alla pretesa di qualificarne la legalizzazione come progresso di civiltà, è il valore della vita nascente fin dal suo concepimento. Il problema dell'inizio della vita umana e del suo riconoscimento come tale, che significa ammetterne allo stesso tempo l'intrinseca dignità e i relativi diritti, oltre che essere questione fondamentale per se stessa, è anche di stringente attualità, in quanto non coinvolge solo il dramma dell'aborto, ma anche la sperimentazione sugli embrioni e la cosiddetta "contraccezione di emergenza" (pillola del giorno dopo). La riflessione e l'impegno per la vita che l'autore produce non sono proposti come una trincea di ultima resistenza di fronte al dilagare del male, ma come un avanzamento verso una futura più grande affermazione di umanesimo: l'espressione "Uno di noi" - perché tale è l'essere umano fin dai primi istanti del suo concepimento - afferma in modo costante e inesauribile la dignità umana proiettata verso il futuro per il suo pieno compimento.

Culle di vetro. Storia delle...

Fronte Margherita
Enciclopedia delle Donne 2017

Non disponibile

12,00 €
"Il libro riassume un secolo di peripezie non soltanto scientifiche: errori, ingenuità, colpi bassi, colpi di scena e colpi di fortuna, imbrogli, amicizie, duelli mediatici tra celebrità, manipolazioni dell'opinione pubblica, scandali veri e presunti, tragedie collettive e personali, scontri ideologici sempre pronti a riaccendersi. La Storia, insomma, come viene iscritta nel corpo delle donne e questa volta con la loro partecipazione". Così Sylvie Coyaud nella sua introduzione. La possibilità di creare "artificialmente" la vita ha messo donne e uomini in una condizione di grande responsabilità. Questo libro è uno strumento che si rivolge a chi desidera comprendere, attraverso e oltre le polemiche e le contrapposizioni etiche o religiose, i termini della questione, da un punto di vista tanto tecnico-scientifico che storico ed etico-giuridico.

Per non tornare al buio. Dialoghi...

Turco Livia
Ediesse 2016

Non disponibile

14,00 €
Per non tornare al buio, a quegli anni oscuri in cui le donne erano costrette ad abortire in clandestinità. Ripensare l'obiezione di coscienza, che in Italia riguarda oggi oltre il settanta per cento dei medici, attraverso un dialogo fra ginecologi, obiettori e non obiettori, mettendo fine allo scontro ideologico su questo tema. Un libro di ascolto, nel quale la politica non sale in cattedra, e i medici, per la prima volta, con grande sincerità, raccontano le loro esperienze professionali e umane, e tutti, indistintamente, formulano proposte concrete, partendo da una premessa comune: tutelare la salute delle donne innanzitutto. Due diritti a confronto: quello delle donne a vedere applicata la legge e quello dei medici a esprimere l'obiezione di coscienza, quando seria e motivata. Il volume è anche il racconto, per le generazioni più giovani, del percorso straordinario di impegno civile, di mobilitazione delle donne che ha portato all'approvazione della legge n. 194/78 sull'interruzione volontaria di gravidanza. Una memoria storica, un passaggio di testimone, per evitare di vanificare una legge che si propone di salvaguardare la salute e l'autodeterminazione delle donne, di prevenire l'aborto, di valorizzare i consultori familiari. Con la convinzione che, per affrontare il problema etico e morale dell'aborto, bisogna avere il coraggio di pensare a una società materna e a una politica materna. Per costruire una società libera dall'aborto.

Aborto ieri e oggi. L'applicazione...

Cocchiara M. A.
Aracne 2016

Non disponibile

15,00 €
Sono trascorsi quasi 38 anni dall'entrata in vigore della legge n. 194/78 recante Norme per la tutela sociale della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza. Il volume, con sguardo multidisciplinare, ne ripercorre le tappe e intende soprattutto mettere in evidenza, insieme ai risultati positivi da essa realizzati, le sue criticità e soprattutto le cause per cui, a macchia di leopardo, la legge non trova compiuta applicazione. Insomma, una sorta di bilancio a più voci che tiene conto non solo del diritto delle donne alla salute e all'autonomia nelle scelte riproduttive, a volte negato a chi vuole interrompere una gravidanza, ma anche delle problematiche che sono costretti ad affrontare i medici e gli operatori sanitari "non obiettori" a causa dell'incremento, non sempre giustificato da fini esclusivamente etico-religiosi, del numero di obiettori di coscienza, che su di loro finisce per tradursi in vere e proprie forme di discriminazione. Rita Barbaro Barone, Maria Soledad Campos Diez, Marilisa D'Amico, Liana Maria Daher, Francesca Perrini.

Embrioni «abbandonati»

Lodevole Luisa
Aracne 2016

Non disponibile

15,00 €
Le conquiste della ricerca scientifica e della biomedicina sono dinanzi agli occhi di tutti insieme agli esiti problematici e alle rischiose derive delle biotecnologie applicate alla vita umana, in particolare nel campo della generazione: secondo quali criteri è possibile valutare tali pratiche? Si giustifica la programmazione, produzione e manipolazione di vite umane mediante la fecondazione in vitro? Quali sono le implicazioni in tema di genitorialità, filiazione, famiglia? L'autrice propone una riflessione su questi temi, mettendo a fuoco le questioni fondamentali con gli strumenti dell'argomentazione filosofico-giuridica sullo sfondo della valutazione antropologica ed etica.

La vita prima di tutto. Analisi...

Morganti M. Cristina
Aracne 2016

Non disponibile

9,00 €
L'aborto è un fenomeno diffuso, che coinvolge e sconvolge la vita di più soggetti (madre, padre, nascituro e, in fondo, la società tutta), eppure tutti sembrano darlo ormai per scontato, nella sua trasformazione storica: da "reato" a "diritto". Alla luce della normativa analizzata e della realtà sociale osservata, l'autore ritiene che l'obiettivo di raggiungere il riconoscimento della cultura di promozione e difesa di ogni vita umana sia ancora di là da venire. Lo scopo di quest'opera è perciò quello di contribuire al progetto di sviluppo e radicamento di un'autentica consapevolezza della supremazia della vita.

La nascita. Una questione di...

Burlin Isotta
CLEUP 2016

Non disponibile

15,00 €
Fin dagli albori della storia, madre era colei che portava in grembo il proprio bambino, il quale nasceva attraverso il parto. Madre. Non erano necessari altri aggettivi. Oggi l'idea di madre non è più così intuitiva. Con l'introduzione delle tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita abbiamo imparato a fare i conti con madri biologiche, uterine, surrogate, persino mamme-nonne. Stimolata da questi cambiamenti, l'autrice prova a rispondere ad alcune domande. Cosa significa essere umani? L'idea di essere umano è legata al modo in cui veniamo al mondo? Perché temiamo che la manipolazione tecnologica della vita possa mettere in pericolo la nostra dignità? Un viaggio sul tema della Nascita, libero da pregiudizi ideologicamente fondati, alla ricerca di soluzioni condivisibili per l'utilizzo delle tecnologie applicate agli esseri umani.

Bioetica e culle per la vita....

Maioni Melissa
If Press 2016

Non disponibile

10,00 €
"La giovane autrice mostra con determinazione e sensibilità che le 'culle per la vita', sono una presenza amichevole e silenziosa a fianco della madre in difficoltà; una risposta concreta e convincente al dramma dell'aborto e dell'infanticidio; il luogo in cui una donna in condizioni di angoscia e disperazione, può lasciare il suo bambino, affidandolo a braccia che lo possano accogliere e volerle bene al posto suo; l'espressione di una società che si mobilita in favore dei più deboli come sono i bambini non ancora nati; soprattutto le 'culle' sono un 'monumento alla vita' perché ricordano a tutti, con il loro semplice esserci, che la vita umana è sempre preziosa sin dal primo istante in cui dal nulla entra nell'esistenza e merita in ogni circostanza di essere accudita e protetta." (dalla Prefazione di Marina Casini)

Scartati. La mia vita con l'aborto

Johnson Abby
Rubbettino 2015

Non disponibile

16,00 €
Nell'ottobre 2009, quando Abby Johnson si licenziò da direttrice di una clinica texana in cui si eseguivano aborti, negli Stati Uniti il suo caso ebbe una grossa risonanza. I giornali e le televisioni accorsero da tutto il paese per conoscere la sua storia. In questo libro la Johnson racconta la sua drammatica conversione da sostenitrice dell'aborto ad attivista cristiana per la vita. Non si tratta però di un libro ideologico. L'autrice narra i fatti che ha vissuto in prima persona, le sue emozioni, il suo dialogo con Dio, gli scrupoli morali che l'hanno portata a rifiutare per sempre l'aborto come soluzione ai problemi delle donne. Abby Johnson non esita a parlare dei segreti più terribili della sua vita, ma non usa mai, verso nessuno, parole d'odio o di condanna. La sua vicenda dimostra che l'amore, la gentilezza e la compassione possono fare la differenza nel dibattito sull'aborto.

In difesa della vita nascente....

Okechukwu Nnadi Anthony
LibreriadelSanto.it 2015

Non disponibile

9,50 €
Questo libro è un atto d'amore, un atto d'amore alla vita. Con tre agili capitoli, il lettore viene introdotto nel tema affascinante della vita umana nascente, studiato sotto diversi punti di vista fra loro interagenti per darne una visione a tutto tondo. C'è qualcuno di più fragile e più esposto a violenze di un embrione appena concepito? Eppure in quell'essere privo di forza è impresso il sigillo della divina immagine. La vita di ogni essere umano e, soprattutto, dell'essere umano debole è affidata alla nostra responsabilità e alla nostra cura. I forti si difendono già da soli perché - secondo la famosa sentenza di Trasimaco nelle Leggi platoniche - i forti plasmano la giustizia e il diritto sul loro interesse.

Dalla parte della vita. Intervista...

Alcorn John
Il Cerchio 2014

Non disponibile

15,00 €
Un libro che soffia sul fragile castello di carte dell'aborto legalizzato, distruggendo sistematicamente uno ad uno i luoghi comuni sull'argomento.

La 194 ha fallito. Perché la legge...

Perfori Lorenza
Fede & Cultura 2014

Non disponibile

8,00 €
"La campagna mediatica, spasmodica e martellante, che ha portato alla legalizzazione dell'aborto, si è basata in Italia (così come in molti Paesi del mondo), sulla necessità di porre fine alla 'piaga' dell'aborto clandestino. L'aborto legale fu presentato come il 'male minore' rispetto al "male maggiore" di milioni di aborti clandestini e migliaia di donne che morivano a causa delle 'mammane'. La legalizzazione dell'aborto avrebbe, perciò, permesso di raggiungere due fondamentali obiettivi: cancellare l'aborto illegale e i suoi pericoli e, grazie alla pratica assistita negli ospedali, tutelare la salute e la vita delle donne. Il 22 maggio 1978, con la legge n. 194, il Parlamento italiano legalizzava l'interruzione volontaria della gravidanza. Oggi, dopo quasi quarant'anni di applicazione della legge 194, possiamo decretare con certezza il suo fallimento: nessuno dei due obiettivi basilari che si trovano alla radice della legalizzazione dell'aborto è stato raggiunto".

La preservazione della fertilità....

Cittadini Ettore
L'Asino d'Oro 2014

Non disponibile

12,00 €
Gli esperti di medicina della riproduzione ritengono che una delle maggiori conquiste degli ultimi anni sia rappresentata dalla preservazione della fertilità. Due fattori hanno favorito lo sviluppo di questa nuova scienza: da un lato la sempre crescente percentuale di sopravvivenza alle malattie neoplastiche garantita dalle terapie oncologiche di ultima generazione; dall'altro il perfezionamento delle tecniche di criobiologia specie nel campo della vitrificazione ovocitaria, embrionaria e tissutale. Queste ultime possibilità hanno spinto i ricercatori a utilizzare le metodiche di preservazione della fertilità anche al di là delle indicazioni strettamente oncologiche, ad esempio in caso di insufficienza ovarica precoce o di malattie immunologiche, e anche in donne che decidono di posporre il momento della gravidanza per motivi legati al lavoro, alla situazione economica o per ragioni personali (social freezing). Le nuove frontiere procreative implicano, però, riflessioni di carattere bioetico e sociale. Premessa di Dror Meirow. Prefazione di Carlo Flamigni.

«La vita è mia!». Due risposte...

Mariani Andrea
If Press 2014

Non disponibile

10,00 €
"Consegno con semplicità un consiglio: leggere, rileggere, gustare la profondità di quanto contenuto nelle pagine che seguono. In tal modo sarà possibile riscoprire con questo testo, che credere non solo è possibile, ma è la via per accogliere, custodire ed amare la vita. Non abbiate paura a raccontare quello di cui leggendo siete divenuti ancor più consapevoli, non temete di parlare di Gesù Cristo che ha vinto la morte, non soffocate il grido d'amore per questa generazione che sentirete crescere pagina dopo pagina dentro di voi. Coraggio!" (dalla Prefazione di Daniele Torri)

Dare un nome al dolore....

Foà Benedetta
Effatà 2014

Non disponibile

13,00 €
Dare un nome alle cose è il punto di partenza. All'inizio della Genesi, Dio, dopo aver creato gli animali, li presenta all'uomo affinché dia loro un nome. Dare un nome alle cose, agli animali, alle persone è evidentemente fondamentale. Perché è il primo passo verso l'identità individuale. Dare un nome al dolore, allora, assume un significato maggiore: individua il problema. Se parlare dell'aborto di un figlio è difficile, è ancora più difficile riconoscere che per questa ragione stiamo vivendo un malessere. Lo stress post-aborto è reale, anche se difficilmente individuabile: senso di vuoto, tristezza profonda, bassa autostima, incapacità di portare a termine le azioni, difficoltà relazionali, chiusura in se stessi. Cominciare a riconoscersi, a vedere che c'è un problema, a dargli il nome giusto, è il passo necessario verso la guarigione.

Questo è il figlio mio che io amo

Mimep-Docete 2014

Non disponibile

4,99 €
Questo piccolo libro vuole approfondire le scelte di diverse donne, nei momenti più critici della loro vita, poste di fronte ad una gravidanza non cercata o a rischio.

Un affare di donne. L'aborto tra...

Mancini Susanna
CEDAM 2013

Non disponibile

16,00 €
Il libro esplora alcune questioni costituzionali fondamentali ed irrisolte nella regolamentazione dell'aborto. Possono i giudici esimersi dall'essere gli arbitri morali ultimi nelle controversie sull'aborto? Qual è il rapporto tra libertà sessuale e riproduttiva e cittadinanza? Quali considerazioni sostanziali, di circostanza o anche puramente strategiche, conducono i giudici ad articolare le rivendicazioni dei diritti sessuali e riproduttivi in termini di diritto alla vita, alla salute, alla dignità, alla libertà, all'uguaglianza? È diverso l'effetto se queste rivendicazioni sono espresse nel linguaggio dei diritti fondamentali oppure nel linguaggio dei diritti umani? Che cosa insegna l'analisi comparata in questo campo?

Lo strappo nell'anima

Perantoni Savaresi Giuliana
San Paolo Edizioni 2013

Non disponibile

12,50 €
"Una gravidanza, quando indesiderata o non programmata, può rappresentare un peso o un intralcio alla propria vita e alla propria carriera. Può essere una vergogna di cui liberarsi con ogni mezzo, più o meno traumatico. E dopo? Cosa rimarrà dopo quello strappo così violento, quando i fantasmi si presenteranno con il volto di un bambino mai nato? Sono i loro spettri senza volto a tormentare le persone, madri e padri mancati, e alle quali la vita ha presentato il conto per una scelta drammatica. Giuliana Perantoni Savaresi narra l'esperienza di chi si è rivolto a lei dopo aver sperimentato l'interruzione di gravidanza. Non un saggio per gli addetti ai lavori, ma una testimonianza sostenuta dal desiderio di recare conforto a chi è, o sarà, nella stessa situazione. Un volume, frutto dell'esperienza lavorativa dell'autrice, che affronta con grande sensibilità il tema dell'interruzione di gravidanza.

Lui e l'aborto. Viaggio nel cuore...

Vanni Antonello
San Paolo Edizioni 2013

Non disponibile

16,00 €
Come reagisce un uomo alla notizia della gravidanza della donna? Perché la spinge all'aborto o cerca in tutti i modi di convincerla a tenere il bambino arrivando a gesti estremi per salvarlo? Perché i maschi di oggi tacciono, o devono tacere, non riuscendo a esprimere una posizione forte sull'aborto? L'incapacità di accogliere la vita nascente è connaturata alla figura maschile o è espressione delle tendenze secolarizzate e abortiste del nostro modello culturale? Quale influenza hanno, nel ricorso maschile e femminile all'interruzione di gravidanza, le critiche condizioni economiche in cui viviamo? La non conoscenza della crudeltà delle procedure abortive alimenta il silenzio della coscienza negli uomini? La legge 194 ha un effetto diseducativo sui giovani perpetuando nei maschi il disorientamento verso la vita concepita? L'esperienza dell'aborto ha un impatto traumatico sulla psiche maschile? Se sì, chi e come può rispondere al bisogno di ascolto e comprensione di questi uomini tormentati?

Vulnerabilità del corpo e diritto...

Ivone Vitulia
Edizioni Scientifiche Italiane 2013

Non disponibile

37,00 €
Le problematiche legate all'inizio della vita umana hanno subito una rinnovata attenzione dovuta al progresso scientifico che ne ha trasformato le coordinate, alterandone i confini. La riflessione del giurista, nello sforzo critico di ricostruzione delle esigenze provenienti dalla prassi, deve orientarsi su una costante, costituita dall'individuazione della giuridicità desunta dall'architettura delle norme e da una variabile riconducibile all'evoluzione dei metodi conoscitivi provenienti dall'evoluzione della scienza e della tecnica.

Una difesa cattolica dell'aborto

Deltete Robert
Aracne 2013

Non disponibile

10,00 €
La chiesa cattolica si è sempre opposta all'aborto, ma, contrariamente alla credenza popolare, non sempre per le stesse ragioni. Questo studio, basato sui testi di Agostino, Tommaso e altre autorevoli fonti del pensiero cattolico, dimostra come la posizione "pro-choice", ora sostenuta da una significativa minoranza di cattolici, è pienamente giustificata dal pensiero cattolico. Una posizione favorevole all'aborto è più compatibile con la tradizione cattolica rispetto a qualunque altra posizione antiabortista sposata sino ad oggi. Una posizione "pro-choice" favorevole all'aborto, è giustificata non solo sulla base dell'embriologia moderna ma anche rispetto agli antichi insegnamenti della chiesa. Combinando l'odierna conoscenza scientifica rispetto allo sviluppo fetale con uno studio delle opere dei padri della chiesa, Daniel A. Dombrowski e Robert J. Deltete fanno chiarezza sui termini della cruciale contraddizione che si è sviluppata all'interno della chiesa rispetto alla questione dell'aborto.

Aborto: perdita e rinnovamento. Un...

Pattis Zoja Eva
Moretti & Vitali 2013

Non disponibile

14,00 €
Di fronte alla scelta, si deve dire un "sì" o un "no", che diventano irrevocabili; ma le donne sanno che non si tratta mai di una decisione "giusta" in assoluto. Passano attraverso i pro e i contro, individuali e sociali, la valutazione delle responsabilit

Embrioni crioconservati. Quale futuro?

Associazione Scienza & Vita
Cantagalli 2013

Non disponibile

9,00 €
In Italia e nel mondo, esiste un numero altissimo di embrioni ottenuti con la Procreazione Medicalmente Assistita, sul cui futuro non vi sono certezze. Sotto il profilo bioetico, la domanda sul loro futuro è del tutto legittima: si tratta di individui appartenenti alla specie umana, conservati in congelatori con elevatissima probabilità di restare in uno stadio di totale precarietà. Questo Quaderno raccoglie le riflessioni maturate nell'Associazione Scienza & Vita tra diversi studiosi appartenenti all'ambito scientifico, bioetico, giuridico e sociale.

194. Storie di aborto. Dalla...

Sani Marco
C'era una Volta 2013

Non disponibile

22,00 €
Il 22 maggio 2013 ricorre il 35° anniversario dall'approvazione della legge 194 per l'interruzione volontaria di gravidanza. "194. Storie di aborto dalla criminalità alla legalità" documenta la condizione della donna prima della legge 194 e come la trovata "legalità" non solo ha permesso una netta riduzione delle interruzioni di gravidanza ma soprattutto ha prodotto un diverso modo di fare prevenzione. Ha costituito e costituisce un momento di consapevolezza che deve riguardare non solo le donne ma anche gli uomini, promuovendo una migliore informazione pubblica e una campagna educativa nelle scuole, affinché la gravidanza sia sempre più una scelta responsabile. Il libro si avvale dell'Introduzione a cura del Prof. Gianni Iacovelli, Presidente dell'Accademia di Storia dell'Arte Sanitaria e di un contributo di Anna Pavignano, scrittrice e sceneggiatrice. In copertina: "Androgino" della pittrice Maria Pia Taverna, 2006. Il libro si arricchisce all'interno di ulteriori sue raffigurazioni artistiche.

Il Nobel e il monaco. Dialoghi sul...

Montagnier Luc
Giunti Editore 2012

Non disponibile

14,50 €
Il giornalista Philippe Harrouard modera il dialogo tra il Nobel per la medicina Luc Montaignier e padre Michel Niaussat, monaco cistercense impegnato nella difesa dei diritti dei carcerati, proponendo temi e spunti per il confronto tra due personaggi dalle vocazioni molto diverse. Nel silenzio e nella pace dell'abbazia della Trappe (nell'Orne) il discorso si muove toccando argomenti che spaziano dall'origine dell'universo e della vita al progresso scientifico e alla fede, fino agli scottanti temi di attualità posti oggigiorno dalla bioetica (procreazione assistita, clonazione, eutanasia), mettendo in luce le esperienze, le battaglie e i punti di vista dei due protagonisti. Il tono e lo stile colloquiale di questa intervista a tre voci fanno sì che i temi filosofici, etici e scientifici affrontati siano accessibili anche al grande pubblico.

La legge n. 40 del 2004 ancora a...

D'Amico M.
Franco Angeli 2012

Non disponibile

36,50 €
Il volume intende affrontare i due aspetti maggiormente problematici relativi alla legge n. 40 del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita: da un lato, il divieto di fecondazione con donazione di gameti esterni alla coppia, sulla cui legittimità costituzionale, a seguito della decisione definitiva resa contro l'Austria da parte della Corte CEDU, è chiamato a pronunciarsi il Giudice delle leggi; dall'altro, la diagnosi genetica pre-impianto, la cui legittimità è stata ancora messa in discussione, pur a fronte della nota sentenza n. 151 del 2009 della Corte Costituzionale. Il volume, accanto ai contributi giuridici, raccoglie il punto di vista medico, che si presenta particolarmente importante in una materia, quale quella della procreazione medicalmente assistita, soggetta all'evoluzione scientifica.

La camera vuota. Riflessi di una...

Sacchini M. Elena
Paoline Editoriale Libri 2012

Non disponibile

12,50 €
Una nuova gravidanza, la terza; un bimbo in arrivo: sfortunato, perché bussa alla porta di due affannati genitori, che ora non sono disposti a passare notti in bianco, a incontrare pediatri e preparare pappe, giochi e spazi su misura... E dunque la decisione - di comune accordo - di acconsentire alla interruzione volontaria di gravidanza (IVG). "Fondamentalmente si è trattato di un atto (il mio) di profondo egoismo", racconta con impietosa sincerità la donna, protagonista di questa storia. E ci consegna pagine di riflessione, un sospiro che nasce dalla meditazione delle sue sofferenze, trasformata nel canto sensibile del ricordo. Non giustifica l'errore; esso non si può cancellare. Lei sembra invitarci a non aggiungere all'errore commesso quello di ferirsi. Sarà l'esperienza del vero pentimento e della vergogna che potrà impedire il ripetersi di sbagli e provocare il risveglio di una nuova conoscenza di sé e fiducia in sé.

Per la donna, contro le donne....

Tanzilli Francesco
Studium 2012

Non disponibile

17,50 €
L'espressione "controllo delle nascite" (birth control) è stata ideata nel 1914 da una giovane anarchica statunitense, Margaret Sanger. Convinta che l'impiego sistematico della contraccezione avrebbe emancipato la donna dai vincoli sociali e culturali del passato e avrebbe posto fine a povertà, guerre e malattie, la Sanger collaborò con eugenisti e neo-malthusiani, fondò riviste e associazioni internazionali anti-nataliste, avviò numerose cliniche per l'assistenza delle donne intenzionate a prevenire la gravidanza o ad abortire, finanziò la ricerca che condusse alla scoperta della formula della pillola anticoncezionale. Nel tempo, tale attività ottenne un impatto enorme sui costumi individuali e sulle politiche relative alla natalità adottate sia in Occidente, sia in paesi come India e Cina. Il volume, basato sulle fonti a stampa dell'epoca e sulla documentazione raccolta negli archivi statunitensi, costituisce la prima monografia italiana sull'argomento, ripercorrendo in maniera rigorosa ed approfondita le tappe che condussero la Sanger alla definizione del birth control e alla creazione di un movimento ancor oggi in piena espansione.

L'altra genesi. Storia della...

Betta Emmanuel
Carocci 2012

Non disponibile

20,00 €
Creare artificialmente la vita - un'utopia che ha sempre alimentato l'immaginazione umana - è divenuta una concreta realtà a partire dal Settecento, quando la scienza ha cominciato a investigare il meccanismo della generazione. In questo libro Emmanuel Betta ricostruisce la storia della riproduzione artificiale dell'uomo, dai primi esperimenti dell'abate Spallanzani alla messa a punto di soluzioni efficaci tra Otto e Novecento, fino agli sviluppi più recenti dell'ingegneria genetica, con particolare attenzione alla realtà italiana che ha avuto un ruolo importante in questa vicenda.

Indagini genetiche preimpianto e...

Scia Fausta
Edizioni Scientifiche Italiane 2012

Non disponibile

14,00 €
Tra le problematiche legate all'applicazione della legge in tema di procreazione medicalmente assistita, quella concernente l'ammissibilità delle indagini genetiche preimpianto rappresenta senz'altro una delle più controverse. Muovendo dall'esame dei contrasti registratisi, già in fase di elaborazione della legge n. 40/2004, in ordine alla configurabilità dei diritti del concepito, alla crioconservabilità degli embrioni e alla revocabilità del consenso - questioni da prendere in considerazione in quanto rilevanti nella prospettiva della praticabilità o meno della diagnosi preimpianto - si approfondiscono i percorsi della giurisprudenza ordinaria e gli interventi di quella costituzionale in materia. La ricostruzione, operata delineando anche il contesto normativo degli altri paesi, culmina nell'esame della recente sentenza della Corte di Strasburgo, la quale, chiamata a verificare la proporzionalità tra il divieto di accedere alle indagini preimpianto contenuto nella legge n. 40/2004 e la disciplina che consente di ricorrere alle pratiche abortive, ha sanzionato l'Italia per la contraddittorietà del relativo sistema legislativo.

Michelino. 45 ore per amare

Amour Lucia
Gribaudi 2012

Non disponibile

10,00 €
"Mi sono innamorato. Non pensavo che potesse accadere alla mia veneranda età. E chi era ed è l'oggetto dell'amore? È Michelino, un bambino bellissimo che non si voleva fare nascere, perché colpito fin dal seno materno da un male alla testa che gli avrebbe impedito di vivere. Capite il dramma famigliare. Tutto intorno si consigliava l'aborto; anche i molti medici ascoltati erano concordi; perfino i medici cosiddetti cattolici e antiabortisti: notate la incongruenza." (Dalla Presentazione di P. Gabriele Amorth). Ma mamma Irene non era d'accordo. Da qui parte la storia del piccolo Michele, una testimonianza importante sul diritto alla vita.

Il legislatore cieco. I paradossi...

Gallo Filomena
Eir 2012

Non disponibile

18,00 €
Da un lato si invocano la sacralità e l'intangibilità della vita - che cosa sarebbe poi la vita? - dall'altro l'autonomia individuale e il bilanciamento dei valori. Questo scontro è ben incarnato dalla legge 40, fortemente sbilanciata a favore del primo fronte. Nella stesura della legge italiana che nel 2004 ha normato le tecniche riproduttive vincono le posizioni moralistiche e paternalistiche. La legge 40 ha imposto una serie di divieti e di restrizioni che hanno escluso molte persone dalla possibilità di ricorrere alla medicina riproduttiva, spingendole alla rassegnazione o all'esilio. I legislatori hanno vietato senza che vi fosse una giustificazione razionale, hanno posto dei limiti senza considerare il panorama normativo italiano e quello europeo. Da allora sono stati molti i tentativi di demolire una norma tanto ingiusta e coercitiva: dal referendum del 2005 ai ricorsi ai tribunali e alle corti. Questo libro vuole raccontare l'assurdità di una norma così illiberale e, soprattutto, come l'azione di alcune coppie abbia portato all'erosione degli articoli più discriminatori e insensati. Oggi, per merito loro, la legge 40 è meno ingiusta.

Un gesto d'amore. Bambini non nati...

Associazione 'Difendere la vita con Maria'
Cantagalli 2012

Non disponibile

14,90 €
Uno fra i tanti aspetti dell'aborto volontario o procurato che la sanità deve risolvere e gestire è anche la drammatica questione dei resti mortali degli aborti, è giusto che tali resti siano smaltiti come un qualsiasi rifiuto speciale ospedaliero? L'onore e la pietà verso i bambini non nati costituiscono un piccolo gesto, forse il più semplice nell'opera della promozione della vita umana, ma si tratta di un atto certamente imprescindibile. Un atto basilare di amore e di pietà umana, che sta alle fondamenta di quella civiltà della vita e dell'amore auspicata dal Beato Giovanni Paolo II nell'Enciclica "Evangelium Vitae".

Figli unici. Letteratura, società e...

Fumian Marco
Libreria Editrice Cafoscarina 2012

Non disponibile

20,00 €
Già allora blogger famosissimo, nel 2006 Han Han attaccava l'establishment letterario cinese. Ma la sua sfida alle istituzioni era iniziata almeno sette anni prima, quando l'autore, ancora adolescente, aveva scatenato una polemica contro la scuola cinese abbandonando gli studi e pubblicando un romanzo satirico che svelava con forza le contraddizioni dell'apparato educativo nazionale. Han Han, in quei 7 anni, era senz'altro diventato il portavoce più audace della sua generazione: quella dei figli unici nati nelle città cinesi all'inizio degli anni Ottanta con il lancio delle politiche riformiste e della pianificazione delle nascite. In quei 7 anni, sono stati molti gli scrittori che hanno raccontato l'esperienza "vera" della loro generazione, dando vita a un fenomeno popolarissimo che ha attirato in Cina un'incredibile attenzione. Scopo del presente studio è analizzare la parabola tracciata da questo fenomeno, indagando gli aspetti sociali e letterari che vanno dalla più recente evoluzione del campo letterario cinese ai problemi del sistema educativo nazionale, dalla costruzione dell'emergente "classe media" all'ideologia dell'industria culturale con "caratteristiche cinesi".

L'aborto tra diritto e morale....

Capsoni Giuseppe
If Press 2012

Non disponibile

10,00 €
"Non possono esistere tentennamenti, dubbi, filosofie, opinioni diversificate perché, come diceva Madre Teresa di Calcutta, ogni aborto è un assassinio. Eppure Madre Teresa ha visto sfruttamento, strumentalizzazione, miseria, morte dell'infanzia, ma, nonostante ciò, mai, in nessuna situazione, ha cessato di predicare l'aborto come sinonino di assassinio. [...] E il diritto? Cosa ne fa il diritto della equazione di Madre Teresa di Calcutta tra aborto ed assassinio? È evidente che, se limiti a questa equazione sono conosciuti dalla morale e dalla filosofia, a maggior ragione non possono non appartenere al mondo del diritto, di quello secolare però, non di quello canonico." (dalla Presentazione di Carlo Taormina).

Etica della procreazione umana....

Navarini Claudia
If Press 2012

Non disponibile

10,00 €
Il volume illustra le caratteristiche della procreazione assistita evidenziandone soprattutto le problematiche bioetiche e psico-morali, anche alla luce dell'evoluzione biogiuridica in Italia e al confronto con le posizioni della Chiesa Cattolica. Fra i temi trattati, l'identità e lo statuto dell'embrione umano, la questione delle cellule staminali e la clonazione, l'etica della ricerca scientifica, gli effetti della fecondazione artificiale eterologa sull'istituzione famigliare, la salute e le aspirazioni delle donne fra maternità e sterilità, le implicazioni eugenetiche della selezione embrionale. Con un approccio scientificamente rigoroso, il libro analizza i nodi centrali di un tema che, a dispetto del suo processo di "normalizzazione" in ambito sociale, conserva un'indiscussa rilevanza morale, e anzi si pone come passaggio ineludibile in ogni opera di difesa del valore della vita umana.

Abortire tra gli obiettori. La...

Fiore Laura
Tempesta Editore 2012

Non disponibile

13,00 €
Un tema difficile quello dell'aborto, un tema che coinvolge le coscienze delle persone. Una scelta, checché ne dicano gli oppositori, che coinvolge e sconvolge profondamente ogni singola donna "costretta" a questa scelta. Sì, costretta: per motivi economici, di salute di lei o del bambino, per una violenza subita oppure non è pronta in quel momento a essere genitore, a dare tutto quello di cui un figlio ha bisogno... Un percorso così difficile, tormentato e doloroso che la donna necessita e ha diritto solamente a essere aiutata, accudita, sostenuta, consolata e curata. Le convinzioni personali devono restare fuori per quello che sono, personali appunto. Come dice il ginecologo e membro del Comitato Nazionale per la Bioetica Carlo Flamigni, in un'intervista "non si può costringere un medico a praticare aborti (se il suo credo non lo permette), ma costringerlo a cambiare mestiere sì, nessuno troverebbe normale che ci fosse un Testimone di Geova a fare trasfusioni..."

Pillole che uccidono. Quello che...

Puccetti Renzo
ESD-Edizioni Studio Domenicano 2012

Non disponibile

12,00 €
Volutamente provocatorio è il titolo "Pillole che uccidono" per indurre a riflettere sui meccanismi di azione della pillola contraccettiva a base di estrogeni e progestinici, della "pillola del giorno dopo", cioè il Norlevo, della "pillola del quinto giorno", la "Ellaone", e della pillola RU486. Gli autori hanno condotto un'approfondita analisi dei dati scientifici disponibili, portando alla luce tutti gli aspetti che sono abitualmente taciuti sulla contraccezione chimica. Quali sono i principi attivi di questi prodotti e funzionano? Quali sono gli effetti sulla salute della donna? Hanno effetti abortivi o sono molecole solo contraccettive? La contraccezione è efficace per ridurre il ricorso all'aborto? Infine, aprendo una riflessione antropologica sulla sessualità umana, gli autori pongono l'interrogativo cruciale: questa rivoluzione ha portato benefici o stravolgimenti? Se è vero che la contraccezione è un "bene di consumo", anche la sessualità rischia di diventarlo? E con quali conseguenze per l'amore umano? Alcune amiche, dopo aver letto la prima edizione del nostro libro, hanno commentato: "Queste pillole, se fossero conosciute per quello che sono in realtà, sono molto difficili da mandare giù".

Procreazione assistita e tutela...

Barenghi A.
CEDAM 2011

Non disponibile

16,50 €
La questione di legittimità costituzionale del divieto di "fecondazione eterologa" introdotto dalla legge italiana (l. 40/2004) è posta da tempo all'attenzione degli interpreti ed è stata ora rimessa al giudizio della Corte Costituzionale, dopo la sentenza della Corte europea dei diritti dell'uomo nel caso S.H. contro Austria, che ha sancito la contrarietà del divieto alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo, la decisione n. 151/2009 della Corte Costituzionale che già aveva ridimensionato l'impostazione della legge sulla procreazione assistita dichiarando l'illegittimità del divieto di produzione di embrioni sovrannumerari, e i reiterati interventi della giurisprudenza di merito. Il volume, che raccoglie gli atti della giornata di studio tenuta presso il Consiglio Nazionale Forense nel Maggio 2010, indaga il tema in una prospettiva giuridica, bioetica e filosofica, da cui emergono i delicati problemi che la bioetica e la tecno-scienza pongono al giurista, al medico e alla società, nella costante ricerca di una corretta allocazione dei poteri decisionali e di una compiuta tutela dei diritti e del principio di autodeterminazione.

La procreazione medicalmente...

Buzzi Fabio
Giuffrè 2011

Non disponibile

28,00 €
Il volume, premesso un sintetico riepilogo sull'evoluzione delle tecniche finora escogitate per la procreazione medicalmente assistita (PMA), illustrati i presupposti giuridici e deontologici e l'assetto operativo di questa tecnica in Italia, prima e dopo la promulgazione della legge n. 40/2004, esamina sommariamente il travagliato iter parlamentare della medesima, per soffermare l'attenzione sulle numerose sentenze che ne hanno significativamente modificato l'impostazione primitiva. L'ultimo capitolo è dedicato alle peculiari questioni di responsabilità professionale che possono sorgere dall'impiego della PMA: questioni delle quali è fornito anche un repertorio casistico e giurisprudenziale. Nelle conclusioni si richiamano le singolari aberrazioni di natura socio-economica innescate dalle limitazioni operative e dai divieti tecnici della legge n. 40/2004, che ha indotto una gran parte di coloro che, per molteplici motivazioni intendono usufruire della PMA, a rivolgersi a centri stranieri.

Mai nate. Perché il mondo ha perso...

Meldolesi Anna
Mondadori Università 2011

Non disponibile

16,00 €
Venti anni fa Amartya Sen calcolava in 100 milioni il numero delle bambine scomparse nel mondo a causa di negligenza, infanticidi, aborti sesso-specifici. E' un fatto innegabile che tutti noi abbiamo prestato a questo dramma ben poca attenzione. L'autrice cerca di capire il perché di questa distrazione, di ricostruire l'intreccio tra fattori sociali e culturali, politici ed economici che ha portato al genocidio di genere, di capire se il fenomeno è rimasto confinato a Cina e India o rischia di contagiare altre regioni. Esiste il rischio che le scelte individuali, sommandosi, determinino uno sbilanciamento complessivo del rapporto numerico tra i sessi? Il dibattito sulla selezione del sesso dei figli in Asia, ed eventualmente nel mondo, diventa inevitabilmente un dibattito sulla modernità. Il vero pericolo è il progresso tecnologico, l'arretratezza oppure l'incontro tra vecchio e nuovo? La modernità è parte del problema o rappresenta la cura? Provare a scalare queste domande, impervie e scivolose, è cruciale per capire cosa è successo e cosa potrebbe accadere. Prima di intraprendere questo percorso, però, è necessaria una sosta sul terreno della scienza. Perché per identificare le fluttuazioni del rapporto numerico tra i sessi causate dalla selezione "innaturale", bisogna innanzitutto quantificare il rumore di fondo legato alle variazioni naturali. Questo significa muoversi nei labirinti della fisiologia della riproduzione e della biologia evoluzionistica.

In-disponibilità e in-violabilità...

Basso Alfonso
Chirico 2011

Non disponibile

10,00 €
La sessualità rappresenta un aspetto fondamentale della persona, è la fonte della vita e della continuità delle generazioni. È un dato originario. La differenza dei sessi, maschile e femminile, ha la sua base nella realtà biologica e non può essere considerata una mera costruzione sociale. In campo medico vi è assoluta convergenza nel riconoscere l'esistenza di una differenziazione dei due sessi, maschile e femminile, alla cui diversità è ancorata la procreazione, che richiede sempre l'incontro di un elemento maschile e femminile, indipendentemente dalla naturalità o dalla tecnica di fecondazione.

Questione ecologica e controllo...

Cosentino Angela M.
If Press 2011

Non disponibile

10,00 €
Alcuni sostengono che l'uomo sia "nemico" del pianeta perché inquinando provoca il riscaldamento globale. Per arginare reali o presunti cambiamenti climatici, ritenuti causati dall'uomo, si ripropone, con nuove motivazioni, il vecchio ritornello malthusiano del controllo delle nascite. Il climagate, cioè lo scandalo per la manipolazione dei dati scientifici sul clima, quasi assente nei media nazionali, ha evidenziato non solo la presenza di forti interessi economici, ideologici e politici ma anche la non unanime convergenza scientifica sulle motivazioni utilizzate per giustificare il controllo delle nascite. Di fronte ad una nuova ghiotta modalità che può veicolare una visione riduzionista della persona è importante vigilare, informare, educare, agire. L'attuale questione ecologica, declinata come ecologia ambientale ed ecologia umana, può rappresentare una nuova opportunità per richiamare la verità sulla persona e sulla Creazione. L'uomo, come sostenuto da autorevoli Premi Nobel, geofisici, demografi, economisti e scrittori, a conferma del messaggio cristiano, è il più prezioso e creativo "capitale umano" e sociale.

Un atto d'amore. La fecondazione...

Centro Chemis
Think Thanks 2011

Non disponibile

8,00 €
Questo libro nasce dalla volontà di diffondere alcune esperienze di coppie che hanno praticato la procreazione medicalmente assistita, descrivendo questo mondo dall'interno, facendo parlare i pazienti e mostrando come il percorso assistito verso la gravidanza sia carico di emozioni profonde e bellissime. Crediamo sia importante riuscire a parlare serenamente del proprio vissuto e volerlo condividere con gli altri, al fine di far discutere su un tema che rappresenta ancora oggi un tabù per molti. Proprio perché si tratta di una materia così controversa, si è resa necessaria anche un'analisi degli aspetti etici e sociali che investono la fecondazione assistita e di un'attenta disamina delle leggi che regolano la materia, le più restrittive esistenti a livello europeo. Un atto d'amore racconta una storia complessa, in cui il desiderio di avere figli incrocia l'etica, il diritto, la religione e la scienza, producendo incontri e anche scontri, che potranno trovare soluzione unicamente con un approccio laico che non perda di vista le esigenze delle persone.

L'aborto in Italia. Storia di una...

Scirè Giambattista
Mondadori Bruno 2011

Non disponibile

10,00 €
A più di trentanni dalla legge 194, l'interruzione volontaria di gravidanza continua a essere un tema scottante e tocca molteplici aspetti: dalla questione morale e giuridica a quella di impronta più marcatamente ideologica. Il volume di Giambattista Scirè offre un quadro complessivo del cammino che ha portato alla regolamentazione dell'aborto in Italia, capace di prendere in considerazione i punti di vista di tutti i protagonisti della vicenda, dalle avanguardie intellettuali al mondo cattolico intransigente, dai movimenti femminili e radicali alle forze della politica e dell'informazione. Attraverso i documenti dell'epoca, l'autore ci offre una ricostruzione storiografica delle vicende che hanno segnato il dibattito culturale sull'aborto e il suo travagliato iter parlamentare, svelandone le sfumature e le molteplici contraddizioni.

Custodi e interpreti della vita....

Scaraffia L.
Lateran University Press 2010

Non disponibile

35,00 €
"La verità espressa nell'Humanae vitae non muta; anzi, proprio alla luce delle nuove scoperte scientifiche, il suo insegnamento si fa più attuale e provoca a riflettere sul valore intrinseco che possiede": con queste parole Benedetto XVI ha ribadito il valore e l'attualità dell'enciclica Humanae vitae quarant'anni dopo, e gli scritti qui raccolti, tratti dal convegno "Custodi e interpreti della vita. Attualità dell'enciclica Humanae vitae 1968-2008" (maggio 2008), confermano da vari punti di vista questa analisi. Vediamo infatti come la separazione del concepimento dall'atto coniugale ha minato alle radici il matrimonio, senza eliminare un male come l'aborto, e ha contribuito in modo determinante alla crisi della famiglia, mentre l'introduzione della tecnica in un settore così delicato come l'origine della vita umana ha aperto derive sempre più pericolose come la fecondazione artificiale e la possibilità di esercitare esperimenti scientifici sugli embrioni. Anche sul piano demografico, quel calo delle nascite che doveva assicurare a tutti condizioni migliori di vita si è rivelato invece causa di gravi problemi sociali.

La favola dell'aborto facile. Miti...

Morresi Assuntina
Franco Angeli 2010

Non disponibile

25,00 €
Una campagna ideologica indifferente alla salute delle donne ha diffuso, intorno alla pillola abortiva RU486, il mito di un aborto facile. Il nuovo farmaco è apparso come un simbolo di libertà femminile e di progresso. La realtà è diversa: l'aborto chimico è più rischioso, doloroso e traumatico di quello effettuato con altri metodi, e dura molto più tempo. Perché, allora, nonostante gli eventi avversi, gli effetti collaterali e le morti (il tasso di mortalità è 10 volte più alto di quello relativo al metodo chirurgico) la pillola abortiva è adottata e promossa, soprattutto nei paesi terzi? Forse perché si tratta di un metodo sostanzialmente domiciliare, che non impegna le strutture sanitarie e riversa ogni responsabilità, anche dal punto di vista medico, su chi lo subisce. È la donna infatti che deve controllare il flusso di sangue, stabilire se è in corso un'emorragia o un'infezione e decidere se è il caso di precipitarsi in ospedale; è lei che deve scegliere se arginare il dolore con gli oppiacei o chiamare il medico. Si tratta davvero di maggiore libertà, o solo del disinteresse della società per un evento doloroso, che è stato a lungo confinato nel privato femminile e oggi, grazie a una pillola, torna ad esserlo?. Di tutto questo parla il libro, partendo da una vasta e puntuale documentazione; e racconta delle morti mai emerse sulla stampa, delle vicende oscure e delle pressioni internazionali che hanno accompagnato fin dalla nascita la pillola abortiva.

La vita una meraviglia. Per...

Fasol Umberto
Fede & Cultura 2010

Non disponibile

5,00 €
Ci chiediamo: "Perché la vita umana?" E non troviamo conforto nelle nostre indagini scientifiche. Solo la meraviglia è la risposta della ragione al mistero che si rinnova ogni volta che l'amore di un uomo e di una donna diventa creatore.