Problemi etici: aborto e controllo delle nascite

Filtri attivi

  • Disponibilità: Non disponibile

Un viaggio inaspettato. Quando si...

Faustini Federica
Imprimatur

Non disponibile

14,00 €
Gran parte di noi cresce con l'aspettativa di poter diventare un giorno genitore, ma non per tutti è così. Quando non è possibile un concepimento naturale o la fecondazione assistita omologa, si apre un terzo scenario: quello della fecondazione eterologa. È chiaro, però, che il concepimento ottenuto in questo modo non può rappresentare la fine del percorso: le coppie che decidono di seguire questa strada si imbarcano in un viaggio emotivo con conseguenze profonde, soprattutto etiche, psicologiche e sociali. Scopo del libro è dare voce e spazio a chi intraprende questo cammino, cercando di ridimensionare le comuni fantasie sul donatore o la donatrice e le preoccupazioni per la mancanza del legame genetico da parte di uno dei due genitori. E poi, è meglio comunicare al proprio figlio le sue origini o è preferibile che non venga a sapere nulla? Una guida per affrontare questo importante e difficile progetto di genitorialità, perché le coppie che si avviano su questa strada capiscano che non sono sole. A corollario dei vari vissuti, alcune figure professionali che hanno apportato un enorme contribuito all'interno di questo campo, cercano di spiegare le implicazioni scientifiche che stanno dietro a questa scelta.

La dichiarazione universale dei...

Casini Carlo
Movimento per la Vita Italiano 2019

Non disponibile

5,00 €
Ogni individuo ha diritto al riconoscimento in qualsiasi luogo della sua personalità giuridica.

Tra procreazione e riproduzione...

Galati Rando Antonella
Grafiser 2019

Non disponibile

10,00 €
La generazione dell'uomo è l'esperienza umana più gravida di significato perché in essa sono iscritti sia l'origine di una nuova creatura, sotto il segno della relazione triadica tra i genitori e il figlio, sia i principi "primi" quali la vita, la persona e la famiglia. In questo lavoro si tratterà delle relazioni insite nell'evento generativo umano profondamente insidiate dalla ratio tecnica (che tende a dominare la ratio etica e antropologica) proprie delle metodiche riproduttive extracorporee. La questione non riguarda solo la loro liceità, quanto piuttosto il riconoscimento del bene della vita umana che comporta accoglimento ed apertura alla stessa. Questo è il nucleo del progresso autentico perché se una cultura valuta positivamente il dono dei figli e li accoglie sarà capace di guardare al futuro con fiducia.

Bioetica e famiglia: quale...

Galati Rando Antonella
Grafiser 2019

Non disponibile

10,00 €
In questo scritto, estratto di un lavoro di ricerca, si tenta di esplorare e di sistematizzare gli aspetti bioetici-teologici-pastorali della vita nascente nel contesto della famiglia. Per tali ragioni si è proceduto a raccogliere i dati del dibattito bioetico in materia di vita nascente, considerando non solo le questioni legate alle nuove frontiere biotecnologiche, ma, in particolare, analizzando il dibattito bioetico sia di area confessionale sia di area laica e raccogliendo il significato della risposta del Magistero della Chiesa con i suoi interventi specifici. Infine, si è cercato un obiettivo di sintesi pastorale che permette di cogliere come la Chiesa possa annunciare profeticamente il Vangelo della Vita con un rinnovato impegno.

Vita. L'aborto di un paese civile

Cercignano Anna
Altrinformazione

Non disponibile

15,00 €
Il racconto a fumetti autobiografico di un'interruzione di gravidanza in Italia, prevista per legge ma ostacolata con un percorso sociale punitivo, segnato da moralismi, ipocrisia, mortificazioni e malasanità. Quello che viene descritto come un problema pubblico che va risolto per legge è in realtà una questione privatissima che sfugge a ogni norma e generalizzazione, e riguarda un insindacabile e inalienabile diritto umano: disporre liberamente del proprio corpo e della propria vita. Nella seconda parte del libro i diritti sessuali e riproduttivi, negati in tanti paesi del mondo, sono illustrati a partire dai dossier di Amnesty International, per rivendicare il diritto all'autodeterminazione delle donne contro la doppia morale di chi si interessa alla vita solo fino al parto. Esperienze e informazioni da condividere con le ragazze di oggi, che saranno le donne libere di domani. Prefazione di Mina Welby (Associazione Luca Coscioni). Introduzione a cura di Obiezionerespinta.info.

Bioetica della vita nascente. Dare...

Aramini Michele
Mimep-Docete 2018

Non disponibile  
CONTROVERSIE ETICHE

10,00 €
Questo libro vuole dare voce a chi non ha ancora una voce per difendersi. La diffusione della pratica abortiva in gran parte dei Paesi del mondo, ha fortemente indebolito la sensibilità delle coscienze dei nostri contemporanei a riguardo della protezione dell'embrione. Per questo bisogna fare chiarezza nel campo bioetico. È molto importante approfondire i temi fondamentali della bioetica della vita nascente, per conoscere la sostanza delle questioni e i principi etici che devono regolarle. La saggezza nel campo bioetico consiste nel fatto che nessuno può adoperare la persona come mezzo, neppure i genitori. I genitori se hanno vero desiderio di mettersi a servizio della vita, sanno che non hanno diritto al figlio sano, ma hanno diritto a tutte le cure possibili per il loro figlio eventualmente malato.

Per un bambino

Marozzi Bonzi Paola
Europa Edizioni 2018

Non disponibile

14,90 €
Aborto sì? Aborto no? Una conquista, per alcuni. Una sconfitta, per altri. Discuterne è difficile, perché le argomentazioni finiscono inesorabilmente per spaziare ed estendersi ad aree molto più vaste, dalla religione alla politica, fino alla cultura, rendendo complesso ogni contraddittorio. Complesso, sì, ma non impossibile. Paola Marozzi Bonzi ha le idee molto chiare e, come lei, grandi nomi che hanno sposato la stessa causa: la vita è vita, deve essere difesa a qualunque costo... L'autrice di questo libro, però, non è semplicemente una delle tante voci di un coro indistinto. Lei è una donna che tocca con mano questa realtà ogni giorno, vivendola intensamente e conoscendola come poche altre persone possono affermare di conoscerla. Il CAV (Centro di Aiuto alla Vita) per cui lavora è operativo da oltre trent'anni, cosa che le ha permesso di entrare in contatto con una grande quantità di esperienze, qui raccontate.

Aborto chimico

Barbieri Simone
Pharus Editore Librario 2018

Non disponibile

20,00 €

Donne in cerca di guai. Avventure...

Mussini G.
Interlinea 2018

Non disponibile

12,00 €
Tutto sommato è meglio non abortire. Lo dimostrano qui le testimonianze di tante donne che, aiutate dai centri di aiuto alla vita (CAV) ma soprattutto dal proprio coraggio, hanno deciso di proseguire la gravidanza. E lo dimostra anche lo sconfinato rammarico di altre donne che hanno scelto (o sono state costrette a scegliere) l'aborto. Qui scorrono storie e opinioni di personaggi famosi, come Ornella Vanoni, Alexia e Nek, oltre a Celentano, Andrea Bocelli e a un insospettabile Eminem; e poi registi come Pupi Avati e Franco Zeffirelli; femministe storiche (Lella Costa, Alessandra Kustermann), insieme con la poetessa Alda Merini. Questo libro - al tempo stesso militante ed ecumenico - nasce dalla consapevolezza che ogni vita «abbia in sé la propria giustificazione». Di qui l'idea suggerita da Claudio Magris nella prefazione: «guai a far dipendere il diritto dell'individuo alla sopravvivenza dall'amore o dall'affetto che altri hanno per lui o, peggio ancora, dalle sue capacità e dalle sue prestazioni». Presentazione di Claudio Magris. Postfazione di Marina Casini.

1978-2018: quarant'anni di aborti...

Comolli Gian Maria
Youcanprint 2018

Non disponibile

10,00 €
A quarant'anni dall'approvazione delle Legge 194 che ha legalizzato nel nostro Paese l'obbrobrioso atto dell'aborto causando la morte di quasi 6.000.000 di innocenti, oltre quelli provocati dalle "Pillole abortive", questo testo intende raggiungere tre obiettivi. Riflettere sui numeri stratosferici di questo genocidio a cui in troppi, sciaguratamente, si sono abituati inconsapevoli che è in corso a livello planetario "un agguerrito combattimento nei confronti della vita". Mostrare le tragiche conseguenze, volutamente taciute, che vivono la maggioranza delle donne che hanno interrotto una gravidanza. Risvegliare un rinnovato impegno personale e societario a favore della vita nascente, superando l'atteggiamento rinunciatario sempre più presente anche tra i cristiani, come affermato da papa Francesco: "... non sono tanti quelli che lottano per la vita" (4 febbraio 2018). E questo fatto dovrebbe preoccupare non solo il pontefice, come da lui stesso affermato, ma ogni uomo che alla luce della fede e della ragione ne comprende la gravità.

Aborto, risvolti giuridici ed etici

Summa Giuseppe
Editrice Domenicana Italiana 2018

Non disponibile

12,00 €
L'aborto e sempre presente all'attenzione dell'opinione pubblica, con vigore e tonalità sempre differenti . L'argomento viene qui affrontato da diversi punti di vista: medico, giuridico, psicologico. La parte più cospicua del libro è dedicata ai pronunciamenti del Magistero della Chiesa cattolica.

L'ho fatto per le donne....

Segato Massimo
Mondadori 2017

Non disponibile  
BIOGRAFIE E RICERCHE

17,50 €
«"Lo vede questo, dottore?" mi disse Barbara indicando con un cenno della testa il neonato che piangeva fra le sue braccia. "Si chiama Giulio, è un suo errore." Ebbi un momento di smarrimento. I rumori del reparto si erano fatti di colpo lontani, confusi, i vagiti si mescolavano al trambusto della domenica in un unico, soffuso brusio di fondo.» Il dottor Massimo Segato, ginecologo non obiettore, aveva sbagliato l'intervento di interruzione volontaria della gravidanza e il piccolo era nato. «È stato l'errore più bello della mia vita» confessa oggi, dopo aver visto crescere Giulio. Alla commovente vicenda del bambino che non doveva nascere, si alternano nel suo racconto le storie non meno struggenti di alcune delle donne che ha incrociato nel corso di quasi quarant'anni di professione esercitata al Servizio Interruzioni dell'ospedale vicentino di Arzignano quando faceva parte di una équipe osteggiata da una terra profondamente cattolica: l'«Equipo de la muerte», come l'avevano ribattezzata gli antiabortisti. In queste pagine Segato confessa i dubbi e le difficoltà del suo delicato e lacerante lavoro, e parla di quelle donne e dei loro segreti: ragazze inconsapevoli, amanti incinte, giovani stuprate. Sono storie di dolore, di figli mai nati, ma sono anche storie coraggiose di profondo amore, come quello di Caterina e Lucrezia per i loro bambini malformati e voluti. Ci sono le paure delle ventenni, le preoccupazioni delle quarantenni, il ruolo degli uomini. E le ripercussioni psicologiche sulle scelte fatte, che a volte emergono a distanza di anni. Su tutto grava il peso del dubbio che non lo abbandonerà più: «Ho conosciuto migliaia di donne disperate e ho sempre pensato ai loro drammi, alle loro vite. Le ho ascoltate e aiutate. Un giorno ho però iniziato a udire anche la voce dell'embrione. E ho visto una realtà diversa che ha insinuato nella mia mente dei dubbi. Quanti bambini come Giulio non avevo fatto nascere? Ma poi subentrava la ragione, che nel mio caso ha un grande potere. Sono laico, non sono credente. Cercavo una coerenza rispetto alla scelta fatta. Mi sovvenivano così altri, opposti pensieri nei quali cullare il lavoro di tanti anni: "Se non intervengo io lo farà qualcuno, clandestinamente, e quella donna rischierà la vita. La legge c'è, devi solo applicarla, senza porti tante domande. Lo fai per salvare lei...". Prima pensavo una cosa, poi un'altra. Prima la donna, poi il bambino, poi di nuovo la donna. Avrei voluto salvare entrambi, ma non era possibile».

Eugenetica

Benanti Paolo
Città Nuova 2017

Non disponibile

12,00 €
C'è un limite alla manipolazione genetica? Con le recenti tecniche di manipolazione genetica si annuncia una rivoluzione copernicana nella lotta alle malattie genetiche. Si potrà scoprire la predisposizione di un embrione ad alcune malattie ed evitare che insorgano con interventi prima della nascita. Ma le sfide etiche sono enormi: chi decide quali vite sono degne di essere vissute e quali no? Si potrà anche modificare l'evoluzione umana. C'è un limite al potenziamento (enhancement) fisico e cognitivo dell'uomo?

Vita nascente. Prima pietra di un...

Casini Carlo
San Paolo Edizioni 2017

Non disponibile

14,50 €
Il filo conduttore di questo libro, che si è andato costruendo in molti decenni di riflessione di fronte al dramma dell'aborto e alla pretesa di qualificarne la legalizzazione come progresso di civiltà, è il valore della vita nascente fin dal suo concepimento. Il problema dell'inizio della vita umana e del suo riconoscimento come tale, che significa ammetterne allo stesso tempo l'intrinseca dignità e i relativi diritti, oltre che essere questione fondamentale per se stessa, è anche di stringente attualità, in quanto non coinvolge solo il dramma dell'aborto, ma anche la sperimentazione sugli embrioni e la cosiddetta "contraccezione di emergenza" (pillola del giorno dopo). La riflessione e l'impegno per la vita che l'autore produce non sono proposti come una trincea di ultima resistenza di fronte al dilagare del male, ma come un avanzamento verso una futura più grande affermazione di umanesimo: l'espressione "Uno di noi" - perché tale è l'essere umano fin dai primi istanti del suo concepimento - afferma in modo costante e inesauribile la dignità umana proiettata verso il futuro per il suo pieno compimento.

Culle di vetro. Storia delle...

Fronte Margherita
Enciclopedia delle Donne 2017

Non disponibile

12,00 €
"Il libro riassume un secolo di peripezie non soltanto scientifiche: errori, ingenuità, colpi bassi, colpi di scena e colpi di fortuna, imbrogli, amicizie, duelli mediatici tra celebrità, manipolazioni dell'opinione pubblica, scandali veri e presunti, tragedie collettive e personali, scontri ideologici sempre pronti a riaccendersi. La Storia, insomma, come viene iscritta nel corpo delle donne e questa volta con la loro partecipazione". Così Sylvie Coyaud nella sua introduzione. La possibilità di creare "artificialmente" la vita ha messo donne e uomini in una condizione di grande responsabilità. Questo libro è uno strumento che si rivolge a chi desidera comprendere, attraverso e oltre le polemiche e le contrapposizioni etiche o religiose, i termini della questione, da un punto di vista tanto tecnico-scientifico che storico ed etico-giuridico.

Per non tornare al buio. Dialoghi...

Turco Livia
Ediesse 2016

Non disponibile

14,00 €
Per non tornare al buio, a quegli anni oscuri in cui le donne erano costrette ad abortire in clandestinità. Ripensare l'obiezione di coscienza, che in Italia riguarda oggi oltre il settanta per cento dei medici, attraverso un dialogo fra ginecologi, obiettori e non obiettori, mettendo fine allo scontro ideologico su questo tema. Un libro di ascolto, nel quale la politica non sale in cattedra, e i medici, per la prima volta, con grande sincerità, raccontano le loro esperienze professionali e umane, e tutti, indistintamente, formulano proposte concrete, partendo da una premessa comune: tutelare la salute delle donne innanzitutto. Due diritti a confronto: quello delle donne a vedere applicata la legge e quello dei medici a esprimere l'obiezione di coscienza, quando seria e motivata. Il volume è anche il racconto, per le generazioni più giovani, del percorso straordinario di impegno civile, di mobilitazione delle donne che ha portato all'approvazione della legge n. 194/78 sull'interruzione volontaria di gravidanza. Una memoria storica, un passaggio di testimone, per evitare di vanificare una legge che si propone di salvaguardare la salute e l'autodeterminazione delle donne, di prevenire l'aborto, di valorizzare i consultori familiari. Con la convinzione che, per affrontare il problema etico e morale dell'aborto, bisogna avere il coraggio di pensare a una società materna e a una politica materna. Per costruire una società libera dall'aborto.

Aborto ieri e oggi. L'applicazione...

Cocchiara M. A.
Aracne 2016

Non disponibile

15,00 €
Sono trascorsi quasi 38 anni dall'entrata in vigore della legge n. 194/78 recante Norme per la tutela sociale della maternità e sull'interruzione volontaria della gravidanza. Il volume, con sguardo multidisciplinare, ne ripercorre le tappe e intende soprattutto mettere in evidenza, insieme ai risultati positivi da essa realizzati, le sue criticità e soprattutto le cause per cui, a macchia di leopardo, la legge non trova compiuta applicazione. Insomma, una sorta di bilancio a più voci che tiene conto non solo del diritto delle donne alla salute e all'autonomia nelle scelte riproduttive, a volte negato a chi vuole interrompere una gravidanza, ma anche delle problematiche che sono costretti ad affrontare i medici e gli operatori sanitari "non obiettori" a causa dell'incremento, non sempre giustificato da fini esclusivamente etico-religiosi, del numero di obiettori di coscienza, che su di loro finisce per tradursi in vere e proprie forme di discriminazione. Rita Barbaro Barone, Maria Soledad Campos Diez, Marilisa D'Amico, Liana Maria Daher, Francesca Perrini.

Embrioni «abbandonati»

Lodevole Luisa
Aracne 2016

Non disponibile

15,00 €
Le conquiste della ricerca scientifica e della biomedicina sono dinanzi agli occhi di tutti insieme agli esiti problematici e alle rischiose derive delle biotecnologie applicate alla vita umana, in particolare nel campo della generazione: secondo quali criteri è possibile valutare tali pratiche? Si giustifica la programmazione, produzione e manipolazione di vite umane mediante la fecondazione in vitro? Quali sono le implicazioni in tema di genitorialità, filiazione, famiglia? L'autrice propone una riflessione su questi temi, mettendo a fuoco le questioni fondamentali con gli strumenti dell'argomentazione filosofico-giuridica sullo sfondo della valutazione antropologica ed etica.

La vita prima di tutto. Analisi...

Morganti M. Cristina
Aracne 2016

Non disponibile

9,00 €
L'aborto è un fenomeno diffuso, che coinvolge e sconvolge la vita di più soggetti (madre, padre, nascituro e, in fondo, la società tutta), eppure tutti sembrano darlo ormai per scontato, nella sua trasformazione storica: da "reato" a "diritto". Alla luce della normativa analizzata e della realtà sociale osservata, l'autore ritiene che l'obiettivo di raggiungere il riconoscimento della cultura di promozione e difesa di ogni vita umana sia ancora di là da venire. Lo scopo di quest'opera è perciò quello di contribuire al progetto di sviluppo e radicamento di un'autentica consapevolezza della supremazia della vita.

La nascita. Una questione di...

Burlin Isotta
CLEUP 2016

Non disponibile

15,00 €
Fin dagli albori della storia, madre era colei che portava in grembo il proprio bambino, il quale nasceva attraverso il parto. Madre. Non erano necessari altri aggettivi. Oggi l'idea di madre non è più così intuitiva. Con l'introduzione delle tecniche di Procreazione Medicalmente Assistita abbiamo imparato a fare i conti con madri biologiche, uterine, surrogate, persino mamme-nonne. Stimolata da questi cambiamenti, l'autrice prova a rispondere ad alcune domande. Cosa significa essere umani? L'idea di essere umano è legata al modo in cui veniamo al mondo? Perché temiamo che la manipolazione tecnologica della vita possa mettere in pericolo la nostra dignità? Un viaggio sul tema della Nascita, libero da pregiudizi ideologicamente fondati, alla ricerca di soluzioni condivisibili per l'utilizzo delle tecnologie applicate agli esseri umani.

Bioetica e culle per la vita....

Maioni Melissa
If Press 2016

Non disponibile

10,00 €
"La giovane autrice mostra con determinazione e sensibilità che le 'culle per la vita', sono una presenza amichevole e silenziosa a fianco della madre in difficoltà; una risposta concreta e convincente al dramma dell'aborto e dell'infanticidio; il luogo in cui una donna in condizioni di angoscia e disperazione, può lasciare il suo bambino, affidandolo a braccia che lo possano accogliere e volerle bene al posto suo; l'espressione di una società che si mobilita in favore dei più deboli come sono i bambini non ancora nati; soprattutto le 'culle' sono un 'monumento alla vita' perché ricordano a tutti, con il loro semplice esserci, che la vita umana è sempre preziosa sin dal primo istante in cui dal nulla entra nell'esistenza e merita in ogni circostanza di essere accudita e protetta." (dalla Prefazione di Marina Casini)

Eugenetica senza tabù. Usi e abusi...

Cassata Francesco
Einaudi 2015

Non disponibile

11,00 €
Nel dibattito pubblico italiano l'apparato simbolico del discorso ostile alla genetica e alla biomedicina contemporanee si fonda sull'impiego polemico di accezioni fortemente negative della parola "eugenetica". Si tratti di diagnosi prenatale, fecondazione

Scartati. La mia vita con l'aborto

Johnson Abby
Rubbettino 2015

Non disponibile

16,00 €
Nell'ottobre 2009, quando Abby Johnson si licenziò da direttrice di una clinica texana in cui si eseguivano aborti, negli Stati Uniti il suo caso ebbe una grossa risonanza. I giornali e le televisioni accorsero da tutto il paese per conoscere la sua storia. In questo libro la Johnson racconta la sua drammatica conversione da sostenitrice dell'aborto ad attivista cristiana per la vita. Non si tratta però di un libro ideologico. L'autrice narra i fatti che ha vissuto in prima persona, le sue emozioni, il suo dialogo con Dio, gli scrupoli morali che l'hanno portata a rifiutare per sempre l'aborto come soluzione ai problemi delle donne. Abby Johnson non esita a parlare dei segreti più terribili della sua vita, ma non usa mai, verso nessuno, parole d'odio o di condanna. La sua vicenda dimostra che l'amore, la gentilezza e la compassione possono fare la differenza nel dibattito sull'aborto.

In difesa della vita nascente....

Okechukwu Nnadi Anthony
LibreriadelSanto.it 2015

Non disponibile

9,50 €
Questo libro è un atto d'amore, un atto d'amore alla vita. Con tre agili capitoli, il lettore viene introdotto nel tema affascinante della vita umana nascente, studiato sotto diversi punti di vista fra loro interagenti per darne una visione a tutto tondo. C'è qualcuno di più fragile e più esposto a violenze di un embrione appena concepito? Eppure in quell'essere privo di forza è impresso il sigillo della divina immagine. La vita di ogni essere umano e, soprattutto, dell'essere umano debole è affidata alla nostra responsabilità e alla nostra cura. I forti si difendono già da soli perché - secondo la famosa sentenza di Trasimaco nelle Leggi platoniche - i forti plasmano la giustizia e il diritto sul loro interesse.

Piena di niente

Di Giovanni Alessia
Becco Giallo 2015

Non disponibile

15,00 €
Giulia, Monica, Elisa, Loveth. Quattro donne sole. Quattro gravidanze non desiderate. Quattro corpi in cui perdersi. Quattro storie di libertà negate.

Dalla parte della vita. Intervista...

Alcorn John
Il Cerchio 2014

Non disponibile

15,00 €
Un libro che soffia sul fragile castello di carte dell'aborto legalizzato, distruggendo sistematicamente uno ad uno i luoghi comuni sull'argomento.

La 194 ha fallito. Perché la legge...

Perfori Lorenza
Fede & Cultura 2014

Non disponibile

8,00 €
"La campagna mediatica, spasmodica e martellante, che ha portato alla legalizzazione dell'aborto, si è basata in Italia (così come in molti Paesi del mondo), sulla necessità di porre fine alla 'piaga' dell'aborto clandestino. L'aborto legale fu presentato come il 'male minore' rispetto al "male maggiore" di milioni di aborti clandestini e migliaia di donne che morivano a causa delle 'mammane'. La legalizzazione dell'aborto avrebbe, perciò, permesso di raggiungere due fondamentali obiettivi: cancellare l'aborto illegale e i suoi pericoli e, grazie alla pratica assistita negli ospedali, tutelare la salute e la vita delle donne. Il 22 maggio 1978, con la legge n. 194, il Parlamento italiano legalizzava l'interruzione volontaria della gravidanza. Oggi, dopo quasi quarant'anni di applicazione della legge 194, possiamo decretare con certezza il suo fallimento: nessuno dei due obiettivi basilari che si trovano alla radice della legalizzazione dell'aborto è stato raggiunto".

La preservazione della fertilità....

Cittadini Ettore
L'Asino d'Oro 2014

Non disponibile

12,00 €
Gli esperti di medicina della riproduzione ritengono che una delle maggiori conquiste degli ultimi anni sia rappresentata dalla preservazione della fertilità. Due fattori hanno favorito lo sviluppo di questa nuova scienza: da un lato la sempre crescente percentuale di sopravvivenza alle malattie neoplastiche garantita dalle terapie oncologiche di ultima generazione; dall'altro il perfezionamento delle tecniche di criobiologia specie nel campo della vitrificazione ovocitaria, embrionaria e tissutale. Queste ultime possibilità hanno spinto i ricercatori a utilizzare le metodiche di preservazione della fertilità anche al di là delle indicazioni strettamente oncologiche, ad esempio in caso di insufficienza ovarica precoce o di malattie immunologiche, e anche in donne che decidono di posporre il momento della gravidanza per motivi legati al lavoro, alla situazione economica o per ragioni personali (social freezing). Le nuove frontiere procreative implicano, però, riflessioni di carattere bioetico e sociale. Premessa di Dror Meirow. Prefazione di Carlo Flamigni.

«La vita è mia!». Due risposte...

Mariani Andrea
If Press 2014

Non disponibile

10,00 €
"Consegno con semplicità un consiglio: leggere, rileggere, gustare la profondità di quanto contenuto nelle pagine che seguono. In tal modo sarà possibile riscoprire con questo testo, che credere non solo è possibile, ma è la via per accogliere, custodire ed amare la vita. Non abbiate paura a raccontare quello di cui leggendo siete divenuti ancor più consapevoli, non temete di parlare di Gesù Cristo che ha vinto la morte, non soffocate il grido d'amore per questa generazione che sentirete crescere pagina dopo pagina dentro di voi. Coraggio!" (dalla Prefazione di Daniele Torri)

Dare un nome al dolore....

Foà Benedetta
Effatà 2014

Non disponibile

13,00 €
Dare un nome alle cose è il punto di partenza. All'inizio della Genesi, Dio, dopo aver creato gli animali, li presenta all'uomo affinché dia loro un nome. Dare un nome alle cose, agli animali, alle persone è evidentemente fondamentale. Perché è il primo passo verso l'identità individuale. Dare un nome al dolore, allora, assume un significato maggiore: individua il problema. Se parlare dell'aborto di un figlio è difficile, è ancora più difficile riconoscere che per questa ragione stiamo vivendo un malessere. Lo stress post-aborto è reale, anche se difficilmente individuabile: senso di vuoto, tristezza profonda, bassa autostima, incapacità di portare a termine le azioni, difficoltà relazionali, chiusura in se stessi. Cominciare a riconoscersi, a vedere che c'è un problema, a dargli il nome giusto, è il passo necessario verso la guarigione.

Questo è il figlio mio che io amo

Mimep-Docete 2014

Non disponibile

4,99 €
Questo piccolo libro vuole approfondire le scelte di diverse donne, nei momenti più critici della loro vita, poste di fronte ad una gravidanza non cercata o a rischio.

Un affare di donne. L'aborto tra...

Mancini Susanna
CEDAM 2013

Non disponibile

16,00 €
Il libro esplora alcune questioni costituzionali fondamentali ed irrisolte nella regolamentazione dell'aborto. Possono i giudici esimersi dall'essere gli arbitri morali ultimi nelle controversie sull'aborto? Qual è il rapporto tra libertà sessuale e riproduttiva e cittadinanza? Quali considerazioni sostanziali, di circostanza o anche puramente strategiche, conducono i giudici ad articolare le rivendicazioni dei diritti sessuali e riproduttivi in termini di diritto alla vita, alla salute, alla dignità, alla libertà, all'uguaglianza? È diverso l'effetto se queste rivendicazioni sono espresse nel linguaggio dei diritti fondamentali oppure nel linguaggio dei diritti umani? Che cosa insegna l'analisi comparata in questo campo?

Lo strappo nell'anima

Perantoni Savaresi Giuliana
San Paolo Edizioni 2013

Non disponibile

12,50 €
"Una gravidanza, quando indesiderata o non programmata, può rappresentare un peso o un intralcio alla propria vita e alla propria carriera. Può essere una vergogna di cui liberarsi con ogni mezzo, più o meno traumatico. E dopo? Cosa rimarrà dopo quello strappo così violento, quando i fantasmi si presenteranno con il volto di un bambino mai nato? Sono i loro spettri senza volto a tormentare le persone, madri e padri mancati, e alle quali la vita ha presentato il conto per una scelta drammatica. Giuliana Perantoni Savaresi narra l'esperienza di chi si è rivolto a lei dopo aver sperimentato l'interruzione di gravidanza. Non un saggio per gli addetti ai lavori, ma una testimonianza sostenuta dal desiderio di recare conforto a chi è, o sarà, nella stessa situazione. Un volume, frutto dell'esperienza lavorativa dell'autrice, che affronta con grande sensibilità il tema dell'interruzione di gravidanza.

Lui e l'aborto. Viaggio nel cuore...

Vanni Antonello
San Paolo Edizioni 2013

Non disponibile

16,00 €
Come reagisce un uomo alla notizia della gravidanza della donna? Perché la spinge all'aborto o cerca in tutti i modi di convincerla a tenere il bambino arrivando a gesti estremi per salvarlo? Perché i maschi di oggi tacciono, o devono tacere, non riuscendo a esprimere una posizione forte sull'aborto? L'incapacità di accogliere la vita nascente è connaturata alla figura maschile o è espressione delle tendenze secolarizzate e abortiste del nostro modello culturale? Quale influenza hanno, nel ricorso maschile e femminile all'interruzione di gravidanza, le critiche condizioni economiche in cui viviamo? La non conoscenza della crudeltà delle procedure abortive alimenta il silenzio della coscienza negli uomini? La legge 194 ha un effetto diseducativo sui giovani perpetuando nei maschi il disorientamento verso la vita concepita? L'esperienza dell'aborto ha un impatto traumatico sulla psiche maschile? Se sì, chi e come può rispondere al bisogno di ascolto e comprensione di questi uomini tormentati?

Vulnerabilità del corpo e diritto...

Ivone Vitulia
Edizioni Scientifiche Italiane 2013

Non disponibile

37,00 €
Le problematiche legate all'inizio della vita umana hanno subito una rinnovata attenzione dovuta al progresso scientifico che ne ha trasformato le coordinate, alterandone i confini. La riflessione del giurista, nello sforzo critico di ricostruzione delle esigenze provenienti dalla prassi, deve orientarsi su una costante, costituita dall'individuazione della giuridicità desunta dall'architettura delle norme e da una variabile riconducibile all'evoluzione dei metodi conoscitivi provenienti dall'evoluzione della scienza e della tecnica.

Una difesa cattolica dell'aborto

Deltete Robert
Aracne 2013

Non disponibile

10,00 €
La chiesa cattolica si è sempre opposta all'aborto, ma, contrariamente alla credenza popolare, non sempre per le stesse ragioni. Questo studio, basato sui testi di Agostino, Tommaso e altre autorevoli fonti del pensiero cattolico, dimostra come la posizione "pro-choice", ora sostenuta da una significativa minoranza di cattolici, è pienamente giustificata dal pensiero cattolico. Una posizione favorevole all'aborto è più compatibile con la tradizione cattolica rispetto a qualunque altra posizione antiabortista sposata sino ad oggi. Una posizione "pro-choice" favorevole all'aborto, è giustificata non solo sulla base dell'embriologia moderna ma anche rispetto agli antichi insegnamenti della chiesa. Combinando l'odierna conoscenza scientifica rispetto allo sviluppo fetale con uno studio delle opere dei padri della chiesa, Daniel A. Dombrowski e Robert J. Deltete fanno chiarezza sui termini della cruciale contraddizione che si è sviluppata all'interno della chiesa rispetto alla questione dell'aborto.

Aborto: perdita e rinnovamento. Un...

Pattis Zoja Eva
Moretti & Vitali 2013

Non disponibile

14,00 €
Di fronte alla scelta, si deve dire un "sì" o un "no", che diventano irrevocabili; ma le donne sanno che non si tratta mai di una decisione "giusta" in assoluto. Passano attraverso i pro e i contro, individuali e sociali, la valutazione delle responsabilit

Embrioni crioconservati. Quale futuro?

Associazione Scienza & Vita
Cantagalli 2013

Non disponibile

9,00 €
In Italia e nel mondo, esiste un numero altissimo di embrioni ottenuti con la Procreazione Medicalmente Assistita, sul cui futuro non vi sono certezze. Sotto il profilo bioetico, la domanda sul loro futuro è del tutto legittima: si tratta di individui appartenenti alla specie umana, conservati in congelatori con elevatissima probabilità di restare in uno stadio di totale precarietà. Questo Quaderno raccoglie le riflessioni maturate nell'Associazione Scienza & Vita tra diversi studiosi appartenenti all'ambito scientifico, bioetico, giuridico e sociale.

194. Storie di aborto. Dalla...

Sani Marco
C'era una Volta 2013

Non disponibile

22,00 €
Il 22 maggio 2013 ricorre il 35° anniversario dall'approvazione della legge 194 per l'interruzione volontaria di gravidanza. "194. Storie di aborto dalla criminalità alla legalità" documenta la condizione della donna prima della legge 194 e come la trovata "legalità" non solo ha permesso una netta riduzione delle interruzioni di gravidanza ma soprattutto ha prodotto un diverso modo di fare prevenzione. Ha costituito e costituisce un momento di consapevolezza che deve riguardare non solo le donne ma anche gli uomini, promuovendo una migliore informazione pubblica e una campagna educativa nelle scuole, affinché la gravidanza sia sempre più una scelta responsabile. Il libro si avvale dell'Introduzione a cura del Prof. Gianni Iacovelli, Presidente dell'Accademia di Storia dell'Arte Sanitaria e di un contributo di Anna Pavignano, scrittrice e sceneggiatrice. In copertina: "Androgino" della pittrice Maria Pia Taverna, 2006. Il libro si arricchisce all'interno di ulteriori sue raffigurazioni artistiche.

Il Nobel e il monaco. Dialoghi sul...

Montagnier Luc
Giunti Editore 2012

Non disponibile

14,50 €
Il giornalista Philippe Harrouard modera il dialogo tra il Nobel per la medicina Luc Montaignier e padre Michel Niaussat, monaco cistercense impegnato nella difesa dei diritti dei carcerati, proponendo temi e spunti per il confronto tra due personaggi dalle vocazioni molto diverse. Nel silenzio e nella pace dell'abbazia della Trappe (nell'Orne) il discorso si muove toccando argomenti che spaziano dall'origine dell'universo e della vita al progresso scientifico e alla fede, fino agli scottanti temi di attualità posti oggigiorno dalla bioetica (procreazione assistita, clonazione, eutanasia), mettendo in luce le esperienze, le battaglie e i punti di vista dei due protagonisti. Il tono e lo stile colloquiale di questa intervista a tre voci fanno sì che i temi filosofici, etici e scientifici affrontati siano accessibili anche al grande pubblico.

La legge n. 40 del 2004 ancora a...

D'Amico M.
Franco Angeli 2012

Non disponibile

36,50 €
Il volume intende affrontare i due aspetti maggiormente problematici relativi alla legge n. 40 del 2004 sulla procreazione medicalmente assistita: da un lato, il divieto di fecondazione con donazione di gameti esterni alla coppia, sulla cui legittimità costituzionale, a seguito della decisione definitiva resa contro l'Austria da parte della Corte CEDU, è chiamato a pronunciarsi il Giudice delle leggi; dall'altro, la diagnosi genetica pre-impianto, la cui legittimità è stata ancora messa in discussione, pur a fronte della nota sentenza n. 151 del 2009 della Corte Costituzionale. Il volume, accanto ai contributi giuridici, raccoglie il punto di vista medico, che si presenta particolarmente importante in una materia, quale quella della procreazione medicalmente assistita, soggetta all'evoluzione scientifica.

La camera vuota. Riflessi di una...

Sacchini M. Elena
Paoline Editoriale Libri 2012

Non disponibile

12,50 €
Una nuova gravidanza, la terza; un bimbo in arrivo: sfortunato, perché bussa alla porta di due affannati genitori, che ora non sono disposti a passare notti in bianco, a incontrare pediatri e preparare pappe, giochi e spazi su misura... E dunque la decisione - di comune accordo - di acconsentire alla interruzione volontaria di gravidanza (IVG). "Fondamentalmente si è trattato di un atto (il mio) di profondo egoismo", racconta con impietosa sincerità la donna, protagonista di questa storia. E ci consegna pagine di riflessione, un sospiro che nasce dalla meditazione delle sue sofferenze, trasformata nel canto sensibile del ricordo. Non giustifica l'errore; esso non si può cancellare. Lei sembra invitarci a non aggiungere all'errore commesso quello di ferirsi. Sarà l'esperienza del vero pentimento e della vergogna che potrà impedire il ripetersi di sbagli e provocare il risveglio di una nuova conoscenza di sé e fiducia in sé.

Per la donna, contro le donne....

Tanzilli Francesco
Studium 2012

Non disponibile

17,50 €
L'espressione "controllo delle nascite" (birth control) è stata ideata nel 1914 da una giovane anarchica statunitense, Margaret Sanger. Convinta che l'impiego sistematico della contraccezione avrebbe emancipato la donna dai vincoli sociali e culturali del passato e avrebbe posto fine a povertà, guerre e malattie, la Sanger collaborò con eugenisti e neo-malthusiani, fondò riviste e associazioni internazionali anti-nataliste, avviò numerose cliniche per l'assistenza delle donne intenzionate a prevenire la gravidanza o ad abortire, finanziò la ricerca che condusse alla scoperta della formula della pillola anticoncezionale. Nel tempo, tale attività ottenne un impatto enorme sui costumi individuali e sulle politiche relative alla natalità adottate sia in Occidente, sia in paesi come India e Cina. Il volume, basato sulle fonti a stampa dell'epoca e sulla documentazione raccolta negli archivi statunitensi, costituisce la prima monografia italiana sull'argomento, ripercorrendo in maniera rigorosa ed approfondita le tappe che condussero la Sanger alla definizione del birth control e alla creazione di un movimento ancor oggi in piena espansione.

L'altra genesi. Storia della...

Betta Emmanuel
Carocci 2012

Non disponibile

20,00 €
Creare artificialmente la vita - un'utopia che ha sempre alimentato l'immaginazione umana - è divenuta una concreta realtà a partire dal Settecento, quando la scienza ha cominciato a investigare il meccanismo della generazione. In questo libro Emmanuel Betta ricostruisce la storia della riproduzione artificiale dell'uomo, dai primi esperimenti dell'abate Spallanzani alla messa a punto di soluzioni efficaci tra Otto e Novecento, fino agli sviluppi più recenti dell'ingegneria genetica, con particolare attenzione alla realtà italiana che ha avuto un ruolo importante in questa vicenda.

Indagini genetiche preimpianto e...

Scia Fausta
Edizioni Scientifiche Italiane 2012

Non disponibile

14,00 €
Tra le problematiche legate all'applicazione della legge in tema di procreazione medicalmente assistita, quella concernente l'ammissibilità delle indagini genetiche preimpianto rappresenta senz'altro una delle più controverse. Muovendo dall'esame dei contrasti registratisi, già in fase di elaborazione della legge n. 40/2004, in ordine alla configurabilità dei diritti del concepito, alla crioconservabilità degli embrioni e alla revocabilità del consenso - questioni da prendere in considerazione in quanto rilevanti nella prospettiva della praticabilità o meno della diagnosi preimpianto - si approfondiscono i percorsi della giurisprudenza ordinaria e gli interventi di quella costituzionale in materia. La ricostruzione, operata delineando anche il contesto normativo degli altri paesi, culmina nell'esame della recente sentenza della Corte di Strasburgo, la quale, chiamata a verificare la proporzionalità tra il divieto di accedere alle indagini preimpianto contenuto nella legge n. 40/2004 e la disciplina che consente di ricorrere alle pratiche abortive, ha sanzionato l'Italia per la contraddittorietà del relativo sistema legislativo.